Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Sistema si navigazione mobile per il turismo culturale con riuso di Open Data
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Sistema si navigazione mobile per il turismo culturale con riuso di Open Data

  • 119 views
Published

Lavoro di Tesi triennale. Riuso di Open Government Data culturali forniti dalla Regione Lazio in un contesto mobile nativo (Android). Analisi dei dati, metodologia, descrizione del software.

Lavoro di Tesi triennale. Riuso di Open Government Data culturali forniti dalla Regione Lazio in un contesto mobile nativo (Android). Analisi dei dati, metodologia, descrizione del software.

Published in Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
119
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
5
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1.  Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Scienze MM.FF.NN Relatore Prof. Giorgio Gambosi Laureando Daniele Pasquini Correlatore Dott. Stefano De Luca Corso di Laurea Triennale in Informatica Anno Accademico 2012/2013
  • 2. Obiettivo Realizzazione di un sistema di navigazione mobile per Android location-based che sfrutta i dati sui punti di interesse culturale forniti dalla Regione Lazio e altri servizi noti al fine di mostrare un esempio d’uso di Open Government Data in ambito turisticoculturale. Dati ‘grezzi’ e servizi Nuovo servizioprodotto
  • 3. La crisi come opportunità: Il patrimonio culturale italiano in cifre L’Italia è un museo all’aperto Valore ‘brand’ monumenti chiave: 400 miliardi di euro ma… Investimenti nel patrimonio culturale: - Italia: 0,2% - 0,4% del bilancio - Paesi UE: fino all’1% del bilancio Ritorno economico: Gli Stati Uniti con la metà dei siti Unesco ha un ritorno economico pari a 16 volte quello italiano
  • 4. Tutela e valorizzazione patrimonio culturale Pochi investimenti in tutela e valorizzazione Consumer satisfaction bassa Pochi visitatori e dislivello tra siti Nessuna sostenibilità economica per lo sviluppo di servizi Patrimonio culturale asset strategico per il ‘Sistema Italia’ Bene al centro di sistema di servizi: consumer satisfaction alta Più visitatori e migliore distribuzione dei visitatori tra I siti Più servizi aggiuntivi Più impresa e posti di lavoro
  • 5. Beni culturali e dati I beni culturali assumono e generano valore quando sono corredati da dati Commercio Edutainment Gioco Studio e ricerca Trasmissione cognitiva accessibile, alime ntabile, riproduci bile L’edutainment: cardine su cui è ruotato il progetto di Tesi. Sfruttare la sete di conoscenza per l’arte e creare un nuovo servizio informativo innovativo: - Accessibile - Usabile - Che integri più servizi noti
  • 6. Quali dati? - No tagli orizzontali ai Beni e Attività Culturali - Riorganizzazione enti preposti (Ministero, Regioni, Comuni, privati) - Digitalizzazione dei dati, delle immagini e delle riproduzioni relativi al patrimonio - Rilascio ‘libero’ dei dati: Open (Government) Data
  • 7. I 3 principi dell’Open Government
  • 8. Trasparenza I 5 principi dell’Open Data Charter sottoscritta dal G8 Open Data by Default Quality & Quantity Releasing data for innovation Releasing data for Government Usable by all
  • 9. Vantaggi ecosistema Open Data culturali Istituzioni Individui + Trasparenza + Nuovi mercati + Valorizza patrimonio + Migliori distribuzione + Servizi e prodotti + Genera interesse virtuale e non + Qualità dei servizi + Servizi a costi irrisori + Posti di lavoro con I nuovi mercati Mondo informatico + Guadagni + Nuovi servizi informativi
  • 10. Fasi Mostrare un esempio d’uso di Open Government Data culturali in un contesto mobile nativo Fasi di progettazione e sviluppo Analisi dei dati Estrazione dei dati Caricamento dei dati Visualizzazione dei dati
  • 11. Perchè mobile? Diffusione: Mobile vs Desktop Sondaggio su cittadini americani 18+ - Fonte: Pew Internet
  • 12. Android: target di sviluppo Target di riferimento per lo sviluppo: Android 4.1 Jelly Bean Compatibile con le versioni > 2.2 Froyo Fonte: Google – luglio 2013
  • 13. Metodologie Agili Tradizionale vs Agile Tradizionale Orientato ai processi Agile Orientato alle persone Documentazione importante Sviluppo software importante Negoziazione dei contratti Coinvolgimento del cliente Piano fissato. Prevedere requisiti e modifiche Rispondere al cambiamento dei requisiti
  • 14. Scrum Product Owner: Dott. Stefano De Luca Team di Sviluppo: Daniele Pasquini Scrum Master: Dott. Stefano De Luca, Dott. Riccardo Vacca
  • 15. Product Backlog Modello usato per I requisiti: User Story Tecnica usata per le stime di complessità: Planning Poker
  • 16. Sprint Sprint 1: Estrazione e caricamento dei dati • Data: 8 maggio – 8 giugno Sprint 2: Visualizzazione dei punti di interesse su mappa e progettazione della scheda del POI • Data: 15 giugno – 3 luglio Sprint 3: Memorizzazione dei POI, condivisione sui social network, integrazione Navigator, ricerca di un POI • Data: 8 luglio – 8 agosto Sprint 4: Percorsi storici, around me, visualizzazione per categorie, integrazione Sliding Menu • Data: 8 agosto – 10 settembre
  • 17. Analisi dei dati Cos’è l’Open Data? L’Open Data è un dato che può essere usato, riusato e ridistribuito da chiunque soggetto al massimo all’obbligo di citazione e di condivisione(fonte: OpenDefinition.org) Per l’applicazione sviluppata usato il dataset fornito dall’Agenzia Filas della Regione Lazio con circa 3000 punti di interesse culturali della Regione considerata, Roma inclusa.
  • 18. Analisi dei dati Licenze Open Knowledge Foundation Creative Commons PDDL CC-0 ODC CC-BY ODbL CC-BY-SA Italia IODL 1.0 IODL 2.0 Il dataset utilizzato è stato rilasciato con licenza CC-BY-SA
  • 19. Analisi dei dati Open Data: classificazione a 5 stelle di Tim Berners-Lee Dato disponibile sul Web in un qualsiasi formato (anche PDF) rilasciato con licenza Open Leggibile dal calcolatore. Dati strutturati in formati proprietari (es. Excel) Come gli Open Data a 2 stelle ma in formato non proprietario (es. XML) Come I livelli precedenti ma segue gli standard W3C (RDF e Sparql) Come i livelli precedenti ma i dati sono collegati (Linked Data) Dataset riusato: 5 stelle. Formato utilizzato: XML.
  • 20. Analisi dei dati Classificazione Metadati Classificazione dataset riusato: 3 Metadazione esterna e interna
  • 21. Requisiti principali Funzionali Visualizzazione dei punti Non funzionali di interesse su mappa Scheda del POI con i dettagli e le immagini Usabilità Performance Memorizzazione dei POI Percorsi storici Reliability/Availability Condivisione sui social network Utilizzo batteria Around Me
  • 22. Schema architetturale Component diagram Architettura three-layer
  • 23. Schema architetturale Deployment diagram
  • 24. Schema architetturale Schema ER
  • 25. Tecnologie Android Android è una piattaforma software onnicomprensiva che include un sistema operativo, delle librerie native in C e C++ e delle librerie core esposte tramite un Application Framework in Java, una Virtual Machine e un SDK. E’ uno stack software completo, in cui ogni livello fornisce al livello superiore un’astrazione di sé stesso. Componenti principali: • Activity • Fragment • Intent • Broadcast Receiver Altri Componenti • AsyncTask • AsyncTask Loader
  • 26. Panoramica altre tecnologie e strumenti SQLite: integra un motore SQL transazionale autosufficiente e senza configurazione. Google Maps API v2: gestisce automaticamente l'accesso ai server di Google Maps, il download dei dati, la visualizzazione della mappa e l'interazione con essa. Google Directions API: Calcola percorsi tra punti passati in input, durate in tempo reale e distanze. Maps Extension: estende le funzionalità basilari di Google Maps. Sua peculiarità è il clustering dei marker
  • 27. Panoramica Tecnologie e strumenti Sliding Menu: menu scorrevole, sullo stile delle note FourSquare e Linkedin. MergeAdapter: permette di inserire, all'interno di un Adapter contenuti misti di tipo Adapter e View. Android Virtual Device: emulatore dell’OS su computer DDMS: strumento di debug LogCat: visualizza gli output di sistema e non
  • 28. Usabilità Usabilità è definita come efficacia, efficienza e soddisfazione con i quali gli utenti raggiungono determinati obiettivi in determinati ambienti (fonte: ISO9241) Parametri Utilità: è utile a qualcosa o qualcuno, riesce a dare un valore aggiunto agli utenti che visitano il sito Errori: impedire all’utente di fare confusione, di fare errori di navigazione Efficienza: applicazione reattiva, tempi di caricamento non troppo lunghi, no contenuti vaghi Semplicità: applicazione intuitiva Soddisfazione: applicazione esteticamente piacevole, deve soddisfare le attese degli utenti
  • 29. Multilingua e Multilayout L’applicazione è: • Multilingua italiano-inglese • Multilayout: responsive per smartphone e tablet
  • 30. Mappa Gli utenti devono poter cogliere intuitivamente le caratteristiche più importanti dell’applicazione. Usati quindi gli UI Pattern di Android Action Bar: elemento strutturale, riconoscibile dai possessori di device mobili. Ricerca inclusa come widget Marker e InfoWindow per i punti di interesse e la descrizione sommaria dei POI senza entrare nella scheda Around Me non invadente, occupa una porzione della schermata e si chiude ad ogni tap sui marker per mostrare le InfoWindow correttamente
  • 31. Mappa Sliding Menu: permette di alleggerire la schermata, che diventa poco confusionaria. Si accede con gesture swipe Gestures mappa: abilitate tutte le gestures della mappa – pinch open, pinch close, doppio tap, due dita. Marker e Cluster: marker e cluster colorati in modo diverso, differenziati rispettivamente per categoria e per dimensione Scorrimento e zoom della mappa limitato alla Regione Lazio
  • 32. Too Many Markers Troppi Marker rallentano l’applicazione e rendono la schermata confusionaria. Soluzione adottata: Grid Clustering.
  • 33. Scheda del POI Action buttons con le funzionalità dell’Activity: POI preferito, condivisione e navigazione turn by turn Tab con Swipe Views: divide informazioni correlate in più schermate per alleggerire il layout. Due tab: Scheda e Gallery Scheda: informazioni solo testuali, che si sviluppano verticalmente Gallery: immagini associate al POI, presentate in una GridView con miniature
  • 34. Condivisione e navigazione Android favorisce il riuso dei componenti software. Ogni applicazione si deve integrare nell’ambiente in cui andrà ad inserirsi affinché l’utente la percepisca familiare Condivisione sui Social Network sfrutta le applicazioni già installate per condividere un messaggio definito di default. Navigazione sfrutta Google Maps con le coordinate del POI passate in input
  • 35. Liste: preferiti, ricerca e cluster Foto e immagini più efficaci delle parole: ogni POI preferito è accompagnato anche dal nome e dalla descrizione View riciclate: nessun problema di performance, l’applicazione è reattiva Risultati di ricerca: esposti senza immagini, come nei più comuni motori di ricerca Fast Scrolling: integrata nei POI preferiti la ricerca in ordine alfabetico con scrolling veloce
  • 36. Percorsi storici Polyline su mappa: per la visualizzazione del percorso. Marker e InfoWindow per i punti di interesse e la descrizione sommaria dei POI senza entrare nella scheda Doppio dettaglio per i percorsi: descrizione sommaria tragitto POI>POI e descrizione dettagliata step by step per ogni tragitto
  • 37. Problemi risolti Performance Too Many Markers Loader asincrono con AsyncTask Loader Cambiamenti nella configurazione e retain di Fragment senza UI Uso dei thread con AsyncTask Location Provider selezionato per precisione e poco consumo batteria
  • 38. Conclusioni Open Government Data 1) Sviluppato un nuovo servizio informativo turistico sotto forma di sistema di navigazione interattivo, usabile, coerente e facilmente accessibile. Mondo informatico 2) Mostrate le reali potenzialità degli Open Government Data in ambito artistico culturale in un contesto mobile nativo + Nuovi mercati + Nuovi spazi per servizi innovativi + Guadagni 3) Protagonista del ciclo di vita degli Open Data: • Nuovo servizio per il cittadino, consumer satisfaction alta e esperienza turistica completa • Nuovo prodotto dal target definito sfruttabile dal punto di vista commerciale • Regione Lazio valorizza a costo zero il patrimonio culturale
  • 39. Ulteriori sviluppi Sviluppo di un’infrastruttura web per l’aggiornamento del dataset errori Offrire la possibilità agli utenti di aggiungere POI, segnalare e correggere in quelli esistenti. Obiettivo: migliorare la qualità dei dati. Condivisione foto, video e percorsi Offrire la possibilità agli utenti di scattare foto, girare brevi video e creare percorsi da condividere con la community di fruitori dell’applicazione. Obiettivo: migliorare la qualità dei dati, migliorare distribuzione dei flussi Memorizzazione spostamenti utenti Memorizzare I dati sulla posizione dei vari device. Obiettivo: Inquadrare I flussi turistici, capire le abitudini dei visitatori, introdurre il retargeting, aiutare le Istituzioni nella distribuzione, migliorare l’around me.
  • 40. Grazie per l’attenzione