• Save
Proprietà nutrizionali dei prodotti tipici
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Proprietà nutrizionali dei prodotti tipici

on

  • 537 views

 

Statistics

Views

Total Views
537
Views on SlideShare
493
Embed Views
44

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

4 Embeds 44

http://igienicamente.blogspot.it 37
http://igienicamente.blogspot.com.br 5
http://it.paperblog.com 1
http://www.igienicamente.blogspot.it 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Proprietà nutrizionali dei prodotti tipici Document Transcript

  • 1. IL POMODOROI pomodori sono ricchid’acqua, di fatti ne sonocostituiti oltre il 94%, icarboidrati rappresentanoquasi il 3%, le proteinerappresentano l’1,2%, lefibre l’1% e i grassi sola-mente lo 0,2%. Per questo100 gr di pomodoro ap-portano soltanto 17 kcal. Ipomodori contengonodiscrete vitamine, come lavitamina D, vitamina C evitamina E, che assicura alpomodoro proprietà an-tiossidanti e vitaminizzan-ti. Ma le proprietà benefi-che del pomodoro nonsono ancora terminate; lasua capacità di stimolare ladiuresi, lo rende un ottimorinfrescante e depurativo.Questa proprietà vienepotenziata dalla presenzadi zolfo, per merito dellesue capacità disintossican-ti. Inoltre, la presenza diacidi organici, stimola ladigestione salivare e gastri-ca in quanto provocandouna diminuzione del pHdello stomaco ne favoriscela digestione. Oltre a que-ste proprietà benefiche, ilpomodoro presenta i se-guenti difetti: per il bassovalore di pH è sconsigliatal’ingestione per chi soffredi irritazione gastrica; perla presenza di istamina,potrebbe scatenare reazio-ni allergiche, talvolta an-che gravi. Inoltre, la pre-senza di lectina può intera-gire con la mucosa gastro-intestinale e scatenareinfiammazione, alterazionidel sistema immunitario emalassorbimento dei nu-trienti.Proprietà nutrizionali degli alimenti tipici dellanostra terraI.I.S.S. “O.Notarangelo-G.Rosati” Foggia Obbiettivo Azione F2 Codice Progetto Nazionale F-2-FSE.2011-118“Pon: salute ambiente e territorio”INTRODUZIONEOgni giorno apportiamo alnostro organismo alimentiche presentano benefici e/ocontroindicazioni, quindi èopportuno sapere cosa con-tiene qualsiasi cibo per ilbene della nostra salute .Attraverso una corretta ali-mentazione si può aiutare ilproprio organismo a mante-nersi in forma: per la pre-venzione di disturbi patolo-gici cronici, come diabeteipertensione ed obesità. Unadieta sana ed equilibrata èsenza dubbio essenzialeNOTIZIARIO MAGGIO 2013 PAGINA 1Il pomodoro è unodegli ortaggi più diffu-si e coltivati al mondo.Grazie alla presenzadel licopene, antiossi-dante, previene malat-tie cardiovascolari,tumori e problemicognitivi.OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVAL’olio extravergined’oliva può essere divisoin due gruppi: saponifica-bile, che rappresentacirca il 99% ed è costitui-to da trigliceridi; in sapo-nificabile, che rappresen-ta circa l’1% ed è costitu-ito da antiossidanti evitamine varie. Altre so-stanze presenti nell’olioextravergine d’oliva so-no: idrocarburi, cere,alcoli, steroli, polifenoli epigmenti colorati. Circal’85% degli acidi grassipresenti in questo tipo diolio è rappresentato daacidi grassi insaturi, tracui l’acido oleico e l’acidolinoleico. Alimento fon-damentale della dietamediterranea, l’olio extra-vergine d’oliva è ormaiconsiderato un elementoessenziale per la cura e laprevenzione di diversepatologie; secondo diver-si studi sono state rap-presentate diverse pro-prietà benefiche: il suouso abituale riduce lapresenza di colesteroloL D L , d e f i n i t o“colesterolo cattivo”edaumenta la quantità diquello buono, HDL.Esso, inoltre, diminuiscedel 30% la possibilità diinfarto cardiaco e dimi-nuisce la pressione arte-riosa. I polifenoli e lavitamina E presentinellolio di oliva extraver-gine, grazie alla loro azio-ne antiossidante, contri-buiscono a prevenirelarteriosclerosi e rallenta-no linvecchiamento dellecellule. Come riportatoda diversi studi, esistonodati che mettono in rela-zione luso di olio extra-vergine di oliva con unariduzione di alcuni tipi ditumore, in primis quelloal seno. Lolio extraver-gine di oliva è un alimen-to estremamente sano egenuino, con unalta di-geribilità che aiuta il fega-to, regolando allo stessotempo la funzione gastri-ca e diminuendo così il rischiodi sviluppare lulcera duodena-le. Lolio extravergine di olivasi distingue da altri oli alimen-tari in quanto sopporta moltopiù degli altri le alte temperatu-re. E in assoluto il più indicatoper le fritture, mantenendointatte le sue proprietà senzadeteriorarsi, resistendo fino atemperature di 180°. La sensa-zione di pizzico alla gola che siavverte gustando lolio extra-vergine di oliva è sintomaticadi un tocco di salute in più;infatti questa sensazione di-pende da una sostanza antin-fiammatoria, scoperta da po-chissimo tempo, e chiamataoleocantale. Questa sostanzaha gli stessi effetti di una so-stanza antidolorifica chiamataibuprofene che pare abbiaanche effetti antitumorali. Unpaio di cucchiaini al mattino, adigiuno, possono risolvere iproblemi di chi è afflitto dastitichezza cronica.
  • 2. provitamina A. Abbondantisono i Sali minerali, comemanganese, fosforo, potassio,sodio ecc.. Oltre a questicomponenti, la cipolla contie-ne anche olio essenziale, acidofosforico e citrico, vari enzimie flavonoidi. Affinché le pro-prietà e i benefici della cipollarestino invariati è necessarioche questa venga consumatacruda. L’olio essenziale in essaLa cipolla è una pianta erbace-a e bulbosa della famiglia delleAlliaceae ed è diffusa in tuttoil mondo. Esistono diversequalità di cipolle, alcune ric-chissime di antiossidanti. Il90% circa del suo peso è co-stituito da acqua. Le sostanzeda cui è composta la cipollasono: carboidrati, proteine,fibre alimentari, vitamine D,E, del gruppo B ed infine lacontenuto favorisce la circola-zione e la sudorazione. Inoltreè un valido aiuto per la riten-zione idrica, purifica il sangueed ha un’azione antiossidante.ORTAGGI E FRUTTACIPOLLEne) contengono il doppio diVitamina C, circa ¼ di quellodi cui necessitiamo quotidia-namente. Le patate contengo-no una quantità significativadi potassio che è essenzialenella trasmissione degli impul-si nervosi e nelle funzionimuscolari. La combinazionedel potassio con il basso con-tenuto di sodio, rende la pata-ta un alimento ideale per colo-ro che intendono regolare laloro pressione sanguigna. Altribenefici della patata, a partedel contenuto di carboidrati, èche possono risultare utili allepersone che cercano di perde-re peso o mantenersi in formadato che sono una fonte im-portante di fibra. Una porzio-ne media di patate bollite epelate (circa 180 g), contieneapprossimativamente 140calorie, molto meno di quellecontenute nella pasta o nelriso. Inoltre, secondo varistudi, le patate possiedono unindice di sazietà tre volte su-periore rispetto allo stessoapporto calorico che ottenia-mo dal pane bianco. Ad ognimodo, si deve tenere presenteche la forma in cui preparia-mo le patate fa sì che il loroapporto nutritivo vari dipen-dendo dalla temperatura edalla durata della cottura. Bol-lire le patate con la pelle ridu-ce la perdita di nutrienti, pro-prio così come che conservar-le in un luogo secco, scuro ela cui temperatura non scendasotto i 4 °C.PATATEAnche se è risaputo che lepatate contengono prevalente-mente carboidrati, è certo chele loro proprietà nutrizionalile situano in una posizioneprivilegiata tra tutti gli alimen-ti che contengono carboidrati.Le patate sono una fonte sicu-ra di Vitamina C (una patatamedia, di approssimativamen-te 180 grammi, ne possiede inmedia 10 mg). Tuttavia, lepatate novelle (quelle piccoli-La frutta e gli ortaggi hanno unridotto contenuto calorico eforniscono al nostro organismoacqua, proteine, carboidrati,vitamine, minerali, fibra e phyto-chemicals. Il contenuto di pro-teine è molto basso ed è in me-dia pari all’1,5%, e di scarso va-lore nutrizionale;Ridottissimo è anche il contenu-to in grassi (0,3%). L’apporto incarboidrati consiste soprattuttodi zuccheri semplici, facilmen-te utilizzabili dall’organismo, epoco amido. Lo zuccherosemplice della frutta è il frut-tosio che conferisce il saporeparticolare a questo alimentoe ha un potere dolcificantemaggiore dello zucchero. Lafrutta e gli ortaggi sono lamiglior fonte di acqua inquanto contengono dall’80%al 95% di acqua per 100 g dialimento. Le vitamine piùabbondanti nella frutta e negliortaggi sono il beta-carotene,le vitamine del gruppo B e lavitamina C. Gli alimenti diorigine vegetale sono la fonteprincipale di fibra che, oltre aregolarizzare la funzione inte-stinale, contribuisce al rag-giungimento del senso di sa-zietà. Il consumo di frutta eortaggi è consigliabile princi-palmente per tre motivi: con-tengono un’alta percentuale diacqua e quindi poche calorie;apportano zuccheri, vitaminee sali minerali dei qualil’organismo umano ha grandebisogno specie d’estate; forni-scono un prezioso apporto difibre, utili a mantenere la fun-zionalità intestinale e anche acontrollare il livello di gluco-sio e colesterolo.Pagina 2“PON: SALUTE AMBIENTE E TERRITORIO”
  • 3. Esistono ormai numerosericerche svolte sulle proprietàdel vino rosso che dimostranoe confermano che, se assuntoin quantità moderate, il vinorosso ha effetti benefici sullasalute. Un buon bicchiere divino rosso durante i pasti èsufficiente a produrre effettibenefici sul nostro organismo;se si eccede però nella quanti-tà, oltre i 350 millilitri perintenderci, gli effetti negatividelletanolo potrebbero avereil sopravvento ed eliminarecosì gli effetti benefici delvino rosso. Logicamente sonomolto importanti le qualità delleuve ed i processi produttivi cheinfluiscono in modo decisivosulle proprietà del vino rossoche andremo a consumare;motivo questo per prediligere,oltre ad un moderato consumo,la scelta di un vino rosso diqualità. Il vino rosso è compo-sto per l86,5 % da acqua, dacarboidrati, zuccheri e protei-ne in minima quantità, cenerie alcool al 10-12%; tra i saliminerali presenti nel vinorosso citiamo il calcio, il so-dio, il fosforo, il potassio, lozinco, il fluoro ed il magnesioche sono i minerali presenti inmaggior percentuale. Mentrele vitamine del vino rosso sono:vitamina A, vitamine del grup-po B e la vitamine K. Una delleproprietà maggiormente co-nosciute del vino rosso è quel-la antiossidante, ed è ormaiappurato e dimostrato chequeste proprietà sono molto maggiorinel vino rosso rispetto a quello bian-co. Il vino rosso è anche un ottimorimedio per combattere i radicali liberied è altresì in grado di abbassare lapressione arteriosa determinando cosìun effetto antitrombotico.disturbi legati alle ossa. Il for-maggio è un alimento moltoimportante in alcune fasi dellavita, come ad esempio durantela crescita nei bambini e negliadolescenti, durante la gravi-danza e l’allattamento, durantela menopausa ed in età avanza-ta. Il formaggio ha dei beneficianche per la salute della nostrabocca e dei nostri denti: li rin-forza, riduce la placca, stimolala produzione di saliva e man-tiene la bocca pulita. È un ali-mento che fornisce al nostroorganismo vitamina B, moltoSe siete amanti dei formaggidovreste sapere che, oltre agliincredibili sapori, han-no proprietà benefiche per lasalute, infatti è un alimentoderivato dal latte e quindi ha unalto contenuto di calcio, unminerale essenziale per la salutedelle ossa e dei denti, ma è riccoanche di proteine e fosforo.Anche se va consumato conmoderazione perchè in grandiquantità ingrassa, è importanteincluderlo nella dieta in quantorafforza le difese immunitarie,combatte l’osteoporosi ed altriimportante per mantenere la pelle sana,una proprietà molto interessante soprat-tutto per le donne; il formaggio è anchericco di acido linoleico coniugato, chesecondo alcuni studi sarebbe indicatoper prevenire il cancro al colon. Certo,non tutti i formaggi sono uguali, quelli apasta dura sono più ricchi di calcio efosforo, mentre i più grassi contengonopiù vitamina A e quelli a pasta più mor-bida invece vitamina B.VINOFORMAGGIle, sorgo e, inserito tra cerealiper le caratteristiche nutriziona-li, il grano saraceno. E consi-gliabile consumare cereali inte-grali, che sono più ricchi difibre, proteine, zuccheri, spe-cialmente amido, sono ipocalo-rici e contengono maggioriproprietà nutrizionali in quantoconservano intatte tutte le loroc o m p o n e n t i n u t r i t i v e .Per mantenere alti livelli dienergia, per affrontare al meglioi tanti impegni della giornata,per favorire la digestione, evi-tando pesantezza e gonfiori e,in più, depurare lorganismo, il consu-mo di cereali, specie di tipo integrali, èl’ideale.CEREALITutti i cereali (ad esclusione delgrano saraceno, che non è uncereale) appartengono alla fami-glia delle Graminacee e la lorocoltivazione risale alla preisto-ria. Sono ricchi di sali minerali,zuccheri complessi, proteine evitamine. Ci sono diverse varie-tà di cereali, i tipi più conosciutisono: riso, frumento, mais,miglio, orzo, farro, avena, sega-PON: SALUTE AMBIENTE E TERRITORIO Pagina 3
  • 4. Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Aida EpiscopoEsperto Prof. Antonio Michele RiccioTutor Prof.ssa Leonarda MalgieriCorsista Alessia BrunoFacilitatore Prof.ssa Sonia ManuppelliReferente per la valutazione Prof.ssa Marigilda TibolloWww.pintamedicea.comWww.amthewinersclub.comWww.dietafit.itWww.riza.itWww.ingusto.itWww.ilvaglio.it