“INFLUENZA AVIARIA”Adriana Murani 4 b economo dietista
L’ “INFLUENZA AVIARIA” nota anche come “peste aviaria” o A/H5N1 è unamalattia virale contagiosa che colpisce tutte le spec...
• virus influenzale di tipo A• presenta sulla superficie dueproteine “emoagglutinina” (H),“neuraminidasi” (N)• superficie ...
Il virus, è poco resistente e viene inattivato da alcol, calore (37°C),solventi organici e comuni disinfettanti  Il virus ...
(Anatre selvatiche)          (Mercati asiatici)            (Contaminazione)Fonte di contagio per il   Vendita di pollame i...
• Contatto con animali infetti o loro          escrementi        • Contatto attraverso ferite o mani          portate alla...
La trasmissione dei virus aviario H5N1 può avvenire:                                                                     d...
PERIODO DI INCUBAZIONE: (da 1 a 7 giorni)                                  Febbre                                  Tosse  ...
Numero di    Numero di  Anno     Ceppo      Paese       casi umani     morti                                  confermati  ...
L’Italia, per il consistente patrimonio avicolo e per la presenza di uccelliselvatici sia migratori che stanziali,        ...
VOLATILI                                            PRODOTTI ALIMENTARI• Controllo e certificazione di qualità            ...
Influenza aviaria
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Influenza aviaria

621 views
454 views

Published on

Influenza pandemica

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
621
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
88
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Influenza aviaria

  1. 1. “INFLUENZA AVIARIA”Adriana Murani 4 b economo dietista
  2. 2. L’ “INFLUENZA AVIARIA” nota anche come “peste aviaria” o A/H5N1 è unamalattia virale contagiosa che colpisce tutte le specie di uccelli, selvatici e domestici.Solitamente i virus aviari non sono infettivi per l’uomo, né si trasmettono da unapersona ad un’altra. A/H5N1 (allevamenti di pollame asiatico) (moria di uccelli)
  3. 3. • virus influenzale di tipo A• presenta sulla superficie dueproteine “emoagglutinina” (H),“neuraminidasi” (N)• superficie proteica indicatacome “proteina matrice” (M2)• nucleo ad RNA costituita da 8geni
  4. 4. Il virus, è poco resistente e viene inattivato da alcol, calore (37°C),solventi organici e comuni disinfettanti Il virus rimane infettivo per alcuni giorni se mantenuto a 4°C in condizioni di umidità e sostanze stabilizzanti Nell’organismo dell’animale infetto, il ritmo elevato di replicazione virale, bilancia la velocità di termoinattivazione
  5. 5. (Anatre selvatiche) (Mercati asiatici) (Contaminazione)Fonte di contagio per il Vendita di pollame infetto Anche attrezzi, mangimipollame di allevamento possono diffondere il virus
  6. 6. • Contatto con animali infetti o loro escrementi • Contatto attraverso ferite o mani portate alla bocca, o che vengono a contatto con i cibi contaminatiANIMA • Acqua contaminata da animaliLI morti o dai loro escrementiINFETTI • Contatto diretto •Condizioni di scarsa igiene
  7. 7. La trasmissione dei virus aviario H5N1 può avvenire: da animale ad animale della stessa specie da animale a uomo. Si parla in tal caso di "salto di specie"Le persone esposte al rischio sono:persone che, per attività lavorativa, sono a contatto con animali infetti.persone che per cultura e tradizioni alimentari consumano carni e/o sangue dianimali infetti non cotti.persone che vivono in condizioni igienico sanitarie precarie e che consumano acque contaminateda liquami.
  8. 8. PERIODO DI INCUBAZIONE: (da 1 a 7 giorni) Febbre Tosse Congiuntivite e occhi arrossati Dolori muscolari Complicazioni anche gravi come polmoniti
  9. 9. Numero di Numero di Anno Ceppo Paese casi umani morti confermati (umani)1997*° A/H5N1 Hong Kong 18 61999° A/H9N2 Hong Kong 2 02003 A/H5N1 Hong Kong 2 12003 A/H7N3 Canada 2 02003* A/H7N7 Netherlands 84 12003 A/H9N2 Hong Kong 1 0 Viet Nam,2003-200 Cambogia, A/H5N1 122 625 Indonesia e Tailandia
  10. 10. L’Italia, per il consistente patrimonio avicolo e per la presenza di uccelliselvatici sia migratori che stanziali, è un paese a rischio per l’influenza aviariaNel passato, infatti, vi sono state epidemie che hanno interessato gli allevamentiavicoli del Nord Italia, sia causate da virus ad alta patogenicità che a bassapatogenicità, con gravi danni economici ma con nessun caso umano
  11. 11. VOLATILI PRODOTTI ALIMENTARI• Controllo e certificazione di qualità • Acquisto di pollame garantito del pollame per origine e provenienza• Utilizzo di gabbie chiuse per gli animali • Adeguata cottura della carne domestici • Evitare contaminazioni incrociate• Vaccino bivalente efficace negli uccelli• Eliminazione degli uccelliN.B. Vengono inoltre effettuate: denuncia, isolamento, smaltimento degli animali infetti

×