Presentazione prof. Cantoni

732 views

Published on

Presentazione tenuta daò prof. Virginio Cantoni al Forum "Multimedia per la Cultura" tenutosi a Vigevano l'11 e 12 giugno 2010

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
732
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
65
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • 24 giugno 2010 Questo intervento mira a presentare alcune considerazioni e ad aprire una discussione sulle opportunità e i ruoli che l’Università può e forse deve svolgere nell’era digitale e della globalizzazione.
  • 24 giugno 2010 Il ruolo dell’Università: creare, preservare, integrare, trasmettere e applicare la conoscenza. Non ha cambiato ruolo, ma la modalità James Duerstadt L’era digitale caratterizzata dalla convergenza delle diverse tecnologie ( e. g. quella televisiva, quella dei componenti di comunicazione interattivi, quella dei calcolatori e quella delle reti di comunicazione) ha reso più complessi i prodotti e i processi produttivi e la globalizzazione ha reso necessaria l’ottimizzazione e di conseguenza estremamente critiche le condizioni di inefficienza.
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010 Infine, nel post-laurea applicativo che a Pavia si sviluppa con i Master (vedi quello internazionale in Scienza e Tecnologia dei Media) il coinvolgimento delle imprese è totale: nella definizione annuale delle specializzazioni (sviluppato in seno al Comitato di Sostegno e Orientamento composto dalle aziende del settore); nella selezione dei candidati (guidata dall’ufficio del personale delle aziende); nella didattica frontale che nei corsi specialistici è data dagli esperti aziendali; nella selezione degli stage interni alle aziende e infine con l’apporto dei tutori interni alle dissertazioni finali.
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010
  • 24 giugno 2010 televisione in store . I servizi di retail Tv sono adatti a diverse tipologie di punti vendita, che vanno dalla grande distribuzione ai pub e bar. 'uso di dispositivi video o di monitor posizionati in negozi, supermarket, centri commerciali e in altri possibili contesti ha dato il via ad un'attività di comunicazione chiamata “ in-store TV ”, prima con DVD o videocassette ora con sistemi più evoluti (Digital Signage) è utilizzata sempre più spesso per far vivere l’esperienza d’acquisto.  Business TV Diffusione da parte di un’azienda di contenuti audiovisivi come leva diretta di comunicazione rivolta all’interno o all’esterno dell’organizzazione in funzione strumentale rispetto al business principale. Web TV Pubblicazione di contenuti video su siti web - intranet e internet, - di varia natura. I contenuti video possono essere prodotti dall’azienda o dagli utenti. Brand TV Declinazione della business TV normalmente diretta all’esterno dell’azienda come strumento di comunicazione e connotazione di un brand.
  • 24 giugno 2010
  • Presentazione prof. Cantoni

    1. 1. MASTER in SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MEDIA [email_address] http://www.iuss.unipv.it/ Vigevano, 12 giugno 2010 VIRGINIO CANTONI Università di Pavia
    2. 2. Argomenti <ul><li>Presentazione </li></ul><ul><li>Caratterizzazione </li></ul><ul><li>Partecipazioni esterne </li></ul><ul><li>Autovalutazione </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    3. 3. Due sedi <ul><li>Sede di Pavia </li></ul><ul><ul><li>ha tenuto con successo otto edizioni dal 1997/98 al 2004/05; </li></ul></ul><ul><ul><li>ha diplomato 204 studenti, alcuni provenienti da Argentina, Costa Rica, Croazia, Ecuador, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Malta, Regno Unito, Slovenia, Ucraina. </li></ul></ul><ul><li>Sede di Tunisi </li></ul><ul><ul><li>ha tenuto con successo cinque edizioni dal 2002/03 al 2006/07; </li></ul></ul><ul><ul><li>ha diplomato 129 studenti, alcuni provenienti da Mauritania, Marocco, Tunisia e Italia. </li></ul></ul><ul><li>Sede di Heredia (Universidad Nacional de Costa Rica) </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    4. 4. Profili professionali <ul><li>L’obiettivo del Master è dare competenze specifiche nell’ICT e nella conduzione e realizzazione di progetti con validità industriale, promuovendo tra gli allievi la formazione di gruppi in grado di identificare e affrontare nicchie utili di mercato </li></ul><ul><li>Per l’a.a. 2011/12 si propone la specializzazione in: </li></ul><ul><li>CREATIVITÀ MULTIMEDIALE </li></ul><ul><li>E </li></ul><ul><li>CONVERGENZA MULTICANALE INTERATTIVA </li></ul><ul><li>L’obiettivo specifico di questa edizione è la formazione di professionisti nello sviluppo e nella produzione di contenuti che mantengono la loro integrità su diversi canali, fornendo anche competenze per la loro gestione tecnica ed economico-finanziaria </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    5. 5. Profilo partecipanti <ul><li>Tipo di laurea </li></ul><ul><li>Scienze politiche/ Giurisprudenza 13% </li></ul><ul><li>Ingegneria 13% </li></ul><ul><li>Discipline scientifiche 7% </li></ul><ul><li>Discipline umanistiche 67% </li></ul><ul><li>Età Percentuale Provenienza </li></ul><ul><li>25 - 27 44% Italia 80% </li></ul><ul><li>28 - 30 21% Estero 20% </li></ul><ul><li>30 - 32 14% </li></ul><ul><li>>32 21% </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    6. 6. Struttura didattica <ul><li>Dopo le precedenti otto edizioni di successo si è pensato di dare una nuova organizzazione al master, infatti è cambiato il profilo dei partecipanti (sempre più spesso nei corsi universitari si svolgono corsi di alfabetizzazione multimediale) e ormai tutte le sedi universitarie offrono un master nel settore </li></ul><ul><li>Il CSO ha pertanto concluso di adottare una diversa struttura organizzativa e didattica: eliminare i corsi propedeutici e partire direttamente con un semestre di corsi già professionalizzanti, prevedere quindi un trimestre in azienda e concludere con la realizzazione in team di un progetto di lavoro (PdL) </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    7. 7. Modalità operativa <ul><li>L'implementazione di questa nuova soluzione può essere efficace se in partenza sono già definiti i progetti da sviluppare nella terza fase, ai quali gli allievi devono essere adeguatamente preparati durante i corsi professionalizzanti e nel tirocinio aziendale. Quindi tutta l’attività viene centrata attorno ai progetti di lavoro (PdL) </li></ul><ul><li>L'idea portante è quella di avere un progetto per gruppi di circa 5 studenti e che per ogni progetto siano coinvolti per gli stage, la conduzione e l'assistenza al progetto stesso, diversi enti ed aziende, possibilmente già in cooperazione tra di loro con obiettivi vicini al progetto. Sono auspicabili cluster di 3:5 aziende che devono concorrere attraverso riunioni tematiche ristrette a definire gli obiettivi, i corsi da svolgere e in seguito coprire gli stage e condurre il PdL </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    8. 8. Esempi di PdL <ul><li>Analisi e sviluppo di un gateway di protocolli per l'intercettazione di eventi associati alla messa in onda e l'esportazione delle informazioni a sistemi terzi con protocolli standard (ad esempio Sop) HP Rich Media Lab – Roma </li></ul><ul><li>Analisi e sviluppo di una sonda h.264 su piattaforma HP ProFusion (applicazione per la certificazione software della qualità video in uscita) HP Rich Media Lab – Roma </li></ul><ul><li>Design per mobile gaming STMicroelectronics, Media Italy </li></ul><ul><li>Firma digitale, crittografia e archivi digitali: protezione e garanzia dei dati nell'era degli archivi digitali. EURIX </li></ul><ul><li>Format multicanale applicato alla formazione universitaria e d’impresa Consorzio Unitel , Unist- Nextmedialab – nextTVlab     </li></ul><ul><li>IPTV: problematiche di fruizione formati video su reti IP a larga banda (es telecontrollo/videosorveglianza live) EURIX </li></ul><ul><li>Java tool per il DTT: costruire un'applicazione interattiva con il canale di ritorno EURIX </li></ul><ul><li>Le opportunità per la TV di catalizzare e sfruttare user-generated video attraverso l'interazione di DVB-h, mobile video, video sharing e videoblogging LULOP </li></ul><ul><li>Publishing Multicanale STMicroelectronics, Media Italy </li></ul><ul><li>Sistema di Rassegna Stampa Unificata in cui raccogliere attraverso il protocollo RSS le informazioni da testate giornalistiche e di news radiotelevisive EURIX </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    9. 9. Aziende e stage Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010 Aziende fornitrici di stage (triennio) N° stage forniti Aziende fornitrici di stage N° stage forniti ANASIN 1 FABBRICA DIGITALE 3 ATL 2 I.D.C. 1 CARIDATA 9 IDEA SOLIDALE 8 CISCO 2 MINISTERO DELL’ INNOVAZIONE TENOLOGICA 2 CITTA’ DEI BAMBINI 2 OPERA MULTIMEDA 6 CNIT 1 PAVIA EXPORT 1 CO.PE.A.M. 2 RADIO RAI 2 COMUNE DI AVIGLIANA 9 RAI 1 COS 1 RAIMED 1 CULTURA E COMUNICAZIONE 1 SAP ITALIA 1 EDITRICE LUNA NUOVA 2 TELELIBERTA’ 2 ETAP 1
    10. 10. Docenza Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010 Aziende da cui provengono i docenti Moduli di insegnamento per edizione C.I.N.I. 1 CARIDATA 1 EURIX di Torino 2 IBM 1 KPMG 1 MEDIASET 1 PRICEWATERHOUSECOOPERS 1 RAI di Milano 2 SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA di Pisa 1 SMPTE 2 STUDIO RETI 1 UNIVERSITA’ DI PAVIA 5 UNIVERSITA’ ROMA TRE 1
    11. 11. Punti di forza/criticità <ul><li>Punti di forza </li></ul><ul><ul><li>Gli schemi di formazione e di utilizzo della tecnologia </li></ul></ul><ul><ul><li>Multidisciplinarità dei soggetti coinvolti </li></ul></ul><ul><ul><li>Impatto sul mercato </li></ul></ul><ul><li>Criticità </li></ul><ul><ul><li>Il ritmo di innovazione del settore </li></ul></ul><ul><ul><li>La componente tecnologica adeguata </li></ul></ul><ul><ul><li>Elevata competizione del settore </li></ul></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    12. 12. Valutazione degli studenti 1/2 <ul><li>La scala di valutazione utilizzata per la risposta alle domande va da un minimo di 1 ad un massimo di 4 punti. </li></ul><ul><li>Domande: Quanto è essenziale il corso? I contenuti del corso corrispondono alla sua descrizione? Che cosa pensa dell'attualità del corso? Come è strutturato il corso? Il livello del corso è adeguato? Come è preparato il materiale didattico? Come è preparato il materiale delle esercitazioni? Come è la quantità delle esercitazioni pratiche? Qual è il giudizio sulla prassi d'esame e sul criterio usato nella valutazione degli studenti? Come è spiegata la materia? Il docente risponde alle domande? Il docente comunica entusiasmo?Esercitazione Come sono state presentate le esercitazioni? Il docente risponde alle domande? Il docente comunica entusiasmo? </li></ul><ul><li>La valutazione sintetica relativa all’a.a. 2004/05 viene di seguito riportata. Il Master in Scienza e Tecnologia dei Media è indicato come STM. </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    13. 13. Valutazione degli studenti 2/2 Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010 1 1 , 5 2 2 , 5 3 3 , 5 4 M C S R O S E S M S T M T N R I V a l u t a z i o n e s i n t e t i c a d e i c o r s i d i m a s t e r
    14. 14. Placement <ul><li>La percentuale di collocamento della edizione 2004/05 è del 64% a tre mesi dal diploma. </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    15. 15. Soglie <ul><li>Numero minimo di iscrizioni per l’attivazione del corso: 15 studenti “a tempo pieno”. </li></ul><ul><li>Oltre a questi partecipanti, che seguiranno l’intero percorso formativo annuale, comprensivo di stage, si prevede l’ apertura dei singoli corsi a coloro che volessero acquisire competenze settoriali. </li></ul><ul><li>La possibilità di seguire i soli corsi a cui si è interessati, oltre che vantaggiosa in termini pratici ed economici, risponde ai bisogni di un “mercato della formazione” sempre più dinamico e mirato, in piena sintonia con la velocità dell’evoluzione del settore tecnologico. </li></ul><ul><li>Numero massimo di posti disponibili: 30 studenti “a tempo pieno”, 30 partecipanti “extra” ai singoli corsi. </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    16. 16. <ul><li>Partenariato nella docenza: la co-docenza (ogni corso ha avuto un’esperto italiano di riferimento che ha svolto 2/3 delle lezioni e un docente tunisino a completamento delle lezioni e con la responsabilità delle parti pratiche) ha portato ad un’ottima integrazione. </li></ul><ul><li>Integrazione e partenariato studenti: i tirocini si sono svolti per la maggior parte presso aziende e istituzioni italiane che hanno consentito di far conoscere la nostra realtà a molti allievi già attivi nei media tunisini e di familiarizzare con gli studenti dell’edizione italiana del Master (giornate comuni presso la sede italiana, tirocini contemporanei presso enti RAI, Caridata,ecc.). </li></ul><ul><li>Successo professionale: alcuni diplomati sono tornati riqualificati nelle realtà di provenienza, altri hanno assunto funzioni di rilievo presso società locali, altri infine (è il caso di un gruppetto ambizioso) hanno fondato una NewCo per mettere a frutto in proprio le competenze acquisite nel Master. </li></ul>Risultati Tunisi Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    17. 17. Cooperazione scientifica e tecnologica <ul><li>Mediterranean School on Advanced Studies in: Media Science and Technology </li></ul><ul><li>Bilateral Research Project : Communication and Software Platforms for High-performance Collaborative Grids </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    18. 18. Scenari di riferimento <ul><li>Information Economy e pervasività della comunicazione </li></ul><ul><ul><li>Nuovi paradigmi della Rivoluzione digitale nella comunicazione: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Convergenza e divergenza, Multicanalità, Bi-direzionalità: relazione più che comunicazione, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Caratteristiche dei contenut </li></ul></ul></ul><ul><li>Stato attuale ed evoluzione del settore della Televisione </li></ul><ul><ul><li>La TV: un Medium tra tanti… ? </li></ul></ul><ul><ul><li>Le nuove televisioni digitali : la TV pre- e post-Internet </li></ul></ul><ul><ul><li>Pubblicità, motore economico </li></ul></ul><ul><ul><li>Agenti del cambiamento: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Attori vecchi e nuovi </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>User Generated Content, Entrerprise Generate Content </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Modelli di business </li></ul></ul></ul><ul><li>Professionalità attuali ed emergenti </li></ul><ul><li>Aziende ed enti che potrebbero essere interessati </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    19. 19. Obiettivi del Master <ul><li>Formazione di professionisti e manager delle nuove televisioni </li></ul><ul><ul><li>TV Digitale interattiva (Sofa TV) </li></ul></ul><ul><ul><li>Mobile TV (Hand-TV) </li></ul></ul><ul><ul><li>WEB TV (Desktop-TV) </li></ul></ul><ul><li>Sviluppare competenze in </li></ul><ul><ul><li>Comprensione ed utilizzo della tecnologia digitale per i Media </li></ul></ul><ul><ul><li>Creatività per mezzo della tecnologia digitale, incluso lo sviluppo di applicazioni per servizi interattivi </li></ul></ul><ul><ul><li>Comunicazione multicanale e interattiva </li></ul></ul><ul><ul><li>Economia e diritto dei media </li></ul></ul><ul><li>Stimolare imprenditoria, innovazione, leadership . </li></ul><ul><ul><li>Il settore MEDIA in genere sarà sempre più caratterizzato da lavoro flessibile, ovvero da professionisti free-lance in particolare con capacità di svolgere attività multidisciplinari </li></ul></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    20. 20. Competenze sviluppate <ul><li>Conoscenza teorica e pratica delle tecnologie per i Media digitali (content creation, Rich Media management, mondo del virtuale, usabilità e accessibilità, dispositivi d’accesso), degli strumenti disponibili e dei processi produttivi delle nuove televisioni. </li></ul><ul><li>Competenza professionale per gestire la produzione di contenuti/messaggi (comunicazione in genere) cross mediali/multicanale </li></ul><ul><li>Competenza professionale per essere in grado di operare sia in ambito di TV Editoriali che di TV aziendali (come sottoinsieme del precedente) </li></ul>Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    21. 21. MSAS in MST: Enterprises Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010 Enterprises (first five years) N° stage Enterprises (first five years) N° stage ANASIN 1 FABBRICA DIGITALE 5 ATL 3 I.D.C. 1 CARIDATA 13 IDEA SOLIDALE 8 CISCO 2 MIT 2 CITTA’ DEI BAMBINI 2 OPERA MULTIMEDA 6 CNIT 1 PAVIA EXPORT 3 CO.PE.A.M. 2 RADIO RAI 2 COMUNE DI AVIGLIANA 16 RAI 2 COS 1 RAIMED 1 CULTURA E COMUNICAZIONE 1 SAP ITALIA 1 EDITRICE LUNA NUOVA 2 TELELIBERTA’ 2 ETAP 1 Lulop 3 Idreco S.p.A. 1 I.U.S.S. 2
    22. 22. MSAS in MST: Enterprises Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010 Enterprises supporting the School with experts Number of classes (for year) C.I.N.I. 1 CARIDATA 1 EURIX di Torino 2 IBM 1 KPMG 1 MEDIASET 1 PRICEWATERHOUSECOOPERS 1 RAI di Milano 2 SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA di Pisa 1 SMPTE 2 STUDIO RETI 1 UNIVERSITA’ DI PAVIA 5 UNIVERSITA’ ROMA TRE 1
    23. 23. <ul><li>Partnership in teaching: the co-teaching has reached a very fruitful integration. </li></ul><ul><li>Integration and partnership at the student level: the trainings have carried out, to a great extend, in Italian companies and institutions that have concurred to introduce our reality to many already active students in the Tunisian media and to familiarize with the students of Italian edition of the Master ( common days in the Italian School, contemporary trainings near RAI agencies, Caridata..). </li></ul><ul><li>Professional success: some graduates come back retrained to their original reality, others have assumed high level functions in Tunisian societies, others, finally (it’s the case of an ambitious small group) have founded a NewCo in order to exploit, by themselves, to the competences acquired during the Master. </li></ul>MSAS in MST: Results Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010
    24. 24. First meeting: Sept. 2003 Vigevano, Forum Multimedia per la cultura, 12 giugno 2010 return

    ×