Rispettosi contro Bullisti_Legalità in campo

  • 3,054 views
Uploaded on

Elaborato di Leonardo Cianfriglia, IA, a.s. 2012-13, Istituto Comprensivo san Vito, san Vito Romano (Rm), per il progetto "A scuola di legalità"

Elaborato di Leonardo Cianfriglia, IA, a.s. 2012-13, Istituto Comprensivo san Vito, san Vito Romano (Rm), per il progetto "A scuola di legalità"

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
3,054
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
25

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. LEGALITA’ IN CAMPOOVVEROLA FINALE TRA RISPETTOSI E BULLISTITesto di Leonardo CianfrigliaClasse IA, a.s. 2012-13Istituto Comprensivo San Vito – San Vito Romano (Rm)
  • 2. Tanto tempo fa, gli uominiandavano a vedere lepartite di calcio allIrregol Stadium. Era unostadio che ospitava tuttele finali dei Bullisti e, iloro tifosi erano moltoscalmanati, arroganti earrabbiati con le tifoseriedelle altre squadre.L Irregol Stadium erabellissimo: aveva deigrandissimi capannoni dicolore blu, contenevasessantamila posti, condelle meravigliosepoltrone.
  • 3. Il loro stadio era affascinante, ma i tifosi dei Bullisti facevano moltaconfusione: parolacce di qua parolacce di là, offese e insulti allasquadra avversaria e qualche fumogeno.
  • 4. Vinsero tutte le finali delmondo, pagando l arbitro,che li ricompensòfacendogli vincere lecoppe e le partite. Se silamentavano i giocatoridella squadra avversaria,li offendevano:-Non sapete giocare!-Siete degli stupidi!-Perderete, Rispettosi!Vinceremo noi!
  • 5. Venne il giorno della finale coi Rispettosi. La tensione eraaltissima, i Rispettosi tremavano, mentre i Bullisti volevanodivertirsi dando i calci e i pugni.
  • 6. Il telecronista riferì la rosadei Bullisti:-In porta Arroganza; quattroin difesa: Rubo, Male,Accidia, Lussuria; tre alcentrocampo: Invidia,Ladrino, Barone; tre inattacco: Bullo, Avarizia,Rabbia.
  • 7. La rosa dei Rispettosi:-In porta Altruista; cinque indifesa: Bene, Regalo, Giustizia,Libertà, Armonia;tre al centrocampo: Lealtà,Fiducia, Onore; due in attacco:Rispetto, Amicizia.
  • 8. L arbitro Pag Ato diede inizio alla partita. Spinte di Ladrino e calci diLussuriaper toglierli la palla:-Ah, Rispetto, prendi questa testata!-Onore, eccoti una spinta supermegagalattica!-Ecco un bellissimo, rapido, potente pugno alla tempia per Amicizia!
  • 9. Tutti i giocatori rimasero a terra,tranne Rispetto, Libertà, Giustizia eil portiere Altruista. Non si tiraronomai indietro e ai tempisupplementari riuscirono a passarein vantaggio con Rispetto, chefinalizzò il contropiede innescato daGiustizia.Il portiere Altruista atterrò ilgiocatore Invidia e venne ammonito.L’ arbitro decise rigore: suldischetto andò Bullo, ma il suo tiro sistampò sulla traversa. Alcentoquindicesimo minuto, un altrogol dei Rispettosi con Giustizia, cheurlò a squarciagola:-GOOOOOAAAALLLLLLLLL!
  • 10. Un minuto dopo il gol di Giustizia, andò in festa anche Libertàpieno di gioia, che scavalcò il portiere Arroganza con unfantastico pallonetto.
  • 11. Alla fine della partita lostadio era in festa e ci furonoi commenti dei tifosivincitori:-E’ una grande vittoria!-Abbiamo vinto la coppa!-Siamo campioni del Mondo!-Abbiamo sconfitto i Bullisti!-Evviva!-Urrà!
  • 12. Rispetto andò da capitan Bullo:-Le cose non si ottengono con la violenza oppure barando! Si deveavere un po’ di rispetto!Da quel momento in poi, i Bullisti capirono che con la violenza non siottiene nulla. Le due squadre furono per sempre amiche e vissero tuttifelici e contenti.
  • 13. Da quel momento in poi, i Bullisti capirono che con la violenza nonsi ottiene nulla. Le due squadre furono per sempre amiche evissero tutti felici e contenti.