Your SlideShare is downloading. ×
Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri
Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri
Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri
Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri
Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri
Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri
Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Rispetto e Bullo_ Giacomo Colaneri

2,997

Published on

Dialogo tra Rispetto e Bullo, scritto da Giacomo Colaneri, IIA, a.s. 2012-13, Ist. Compr. "San Vito", San Vito Romano (Rm). Progetto "A scuola di legalità". www.arringo.blogspot.com

Dialogo tra Rispetto e Bullo, scritto da Giacomo Colaneri, IIA, a.s. 2012-13, Ist. Compr. "San Vito", San Vito Romano (Rm). Progetto "A scuola di legalità". www.arringo.blogspot.com

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,997
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
24
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Giacomo ColaneriIIA, a.s. 2012-13Ist. Compr. “San Vito”_San Vito Romano (RM)
  • 2. -Che bella giornata, uscirò con i miei amici : Libertà eAltruismo. Speriamo che Bullo non ci venga a dare fastidiocome al solito. Sono proprio stufo del suo carattere èfastidioso ed esagera sempre. Crede di essere il migliore ed ilpiù forte. Va bene, ora è meglio che mi prepari , devo esserepuntuale all’ appuntamento!-disse tra sé e sé Rispetto.
  • 3. Dopo una mezz’ ora Rispetto incontrò i suoi amici:-Ciao, Rispetto ,dove andiamo stamattina?-Possiamo andare al parco se per voi va bene. Oppureandiamo a giocare a calcio al campo.-Per noi è uguale!-Allora andiamo al campo. Aspettate vado a prendere ilpallone.-Va bene!
  • 4. Rispetto andò nel giardino di casa sua e prese il pallone:-Ehi! Il pallone è bucato. Ma chi sarà stato?-Sono stato io!-tuonò con aria impettita.-Ancora tu! Mi hai stancato!-E’ già sono stato io! Il mago dei dispetti!-Sono stufo di te e dei tuoi dispetti!-Oh, povero ragazzo! Ora chiami la mammina.-Ma non capisci che se continui così, nessuno vorrà essere tuo amico?
  • 5. -Non mi importa niente.-Vorrei vederti senza amici. Sempre da solo. Non credo che sia bello.-Bla, bla, bla.-Fammi andare via.-Hai paura!-E’ meglio che non ascolti!-Fai finta di sentire! Piagnucolone!-Io non sento niente! Ma chi è questa mosca! Ecco come faranno tutte lepersone per non sentirti.
  • 6. -Bla… bla… bla…-Ho guarda i miei amici. Mi stanno aspettando, mi voglionobene. Tu quanti amici hai?-Ne… ne ho molti più di te.-Sei sicuro?-Certo!-Allora vado!
  • 7. -No, aspetta. Mi dispiace Rispetto. Hai ragione. Ti chiedoscusa. Ho sbagliato a fare quei dispetti. Se continuo cosìrimarrò senza amici. Ora vai via e nessuno vuole giocare conme.-Non è vero! Se cambi tutti saranno tuoi amici. Dai, andiamoa giocare. Ma aspetta manca il pallone.-Posso prendere il mio se ti va.-Ma, certo! Forza andiamo a giocare. Ora vedrai come tuttisaranno tuoi amici.

×