Il genocidio armeno

712 views
555 views

Published on

Lavoro di Giulia Rossi e Roberta Gentili, IIIA, a.s. 2013-2014, Ist. Compr. "San Vito", San Vito Romano (Rm).

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
712
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
54
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il genocidio armeno

  1. 1. Genocidio armeno
  2. 2. Dove e Quando Gli Armeni sono gli abitanti dell'Armenia e la loro presenza su quel territorio è documentata da testimonianze risalenti a più di 2500 anni fa. Fino all'inizio del ventesimo secolo essi hanno abitato un vasto territorio che, estendendosi ben oltre i confini dell'attuale Repubblica Armena ex sovietica, ingloba il lembo nord-occidentale dell'Iran, tutta la parte orientale della Turchia, le regioni occidentali dell' Azerbaigian ed una parte nel sud della Georgia.
  3. 3. Cause I Giovani Turchi volevano creare uno stato basato sul nazismo e sull'islamismo, di conseguenza, gli armeni, essendo un popolo cristiano, costituivano un problema. Cosi, in contemporaneo con la prima guerra mondiale, il governo turco decise di sterminare questo popolo.
  4. 4. Sviluppo Il genocido armeno puo essere suddiviso in due fasi: ● Prima fase. Il governo turco confiscò tutti i beni e aumentò le tosse agli Armeni. In seguito, nel 1915 due milioni di Armeni erano stati deportati dai Turchi verso il deserto siriano di Dier es Zor allora sotto il dominio ottomano. Circa due terzi dei deportati furono uccisi dalla fame, dalle epidemie, dai maltrattamenti e dagli attacchi delle bande curde.
  5. 5. ● Seconda fase. Nell'aprile 1915, nella città di Costantinopoli si verificò un improvviso rastrellamento degli intellettuali appartenenti all’élite armena presenti in città. Queste persone vennero deportate in Anatolia, e chi sopravvisse al duro tragitto venne massacrato una volta giunto a destinazione. Il resto della popolazione fu costretto a delle vere e proprie marce della morte, in cui la maggior parte del popolo moriva durante il tragitto.
  6. 6. Riconoscimenti A differenza dell'Olocausto ebraico, riconosciuto e condannato da parte tedesca, quello armeno non è stato né riconosciuto né tanto meno condannato da parte della Turchia attuale che anzi, in ogni occasione, sia pubblicamente che riservatamente, continua a negare il fatto che sia mai avvenuto un genocidio degli armeni.
  7. 7. Rossi Giulia & Gentili Roberta

×