Your SlideShare is downloading. ×
I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo
I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo
I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo
I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo
I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo
I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo
I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo Circostante per un Cambiamento di Realtà istantaneo

939

Published on

Il confine della Meditazione è molto più ampio di quanto saremmo portati a immaginare, dati scientifici e sperimentazioni lo confermano.

Il confine della Meditazione è molto più ampio di quanto saremmo portati a immaginare, dati scientifici e sperimentazioni lo confermano.

Published in: Spiritual
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
939
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. I Comprovati Effetti della Meditazione nel Mondo circostante: per un Cambiamento di Realtà IstantaneoI benefici della meditazione sono tali da sembrare, francamente, incredibili.Sorprendentemente a darcene una prova certa è proprio la ricerca scientifica e con una mole didati davvero impressionante, ben oltre 815 studi pubblicati dai più importanti ricercatori nelsettore della medicina, ne documentano i benefici per la mente, la salute fisica, ilcomportamento e lambiente, oltre ai vantaggi della sua applicazione pratica nei campi dellaformazione, dellistruzione e in tutte le altre aree principali dellattività umana.Ecco il quadro che ne emerge, e che giustifica ampiamente l’enfasi con cui ne parliamo:  Chi pratica correttamente la meditazione si ammala molto meno degli altri. Nelle patologie gravi, la riduzione è del 50% nella fascia di età fino ai 40 anni. Oltre i 40, proprio quando abbiamo maggiori problemi di salute, la riduzione arriva fino al 67%. Tra la malattie gravi sono incluse ad esempio cancro (-53%), respiratorie (-73%) cardiovascolari (-87%).  La meditazione è stata sperimentata in molti casi che presentavano patologie gravi non- responder (in cui la farmacologia non ha dato risultati), dando sempre una percentuale di successo significativa.Per quanto riguarda la qualità della vita, gli effetti sono altrettanto eclatanti. Chi pratica lameditazione vive più serenamente, accetta meglio le avversità di tutti i tipi ed ha più successonella vita. Questo aspetto, che a prima vista può sembrare strano, deriva da un diversoatteggiamento che assume spontaneamente, e che coinvolge anche le altre persone stimolandolea collaborare, a trovare soluzioni positive, a lavorare assieme con piacere. La meditazione portaun miglioramento del sonno, della capacità di divertirsi e di godere delle gioie della vita, ed unaumento del tempo a disposizione, dovuto alla maggior efficacia con cui si affronta tutto.Milioni di persone praticano la meditazione con successo, ma nonostante questo la suadiffusione è minima, comparata ai benefici che porta.Lesperienza dello stato di riposata vigilanza ha il massimo effetto rigeneratore sul sistemanervoso e sulla salute in generale. In breve tempo aumenta lintegrazione cerebrale e sviluppa ilpotenziale mentale in tutti i suoi aspetti, come lintelligenza, lattenzione, la creatività, lacapacità decisionale e quella organizzativa; aumenta il benessere interiore e aiuta a prevenire lemalattie; aumenta lefficacia sul lavoro e rende la vita più appagante.Evoluzione della Coscienza e della Saggezza nell’Unità del nostro Pianeta Pagina 1
  • 2. Cosa provoca la Meditazione [1]Gli studi dimostrano che un numero relativamente ristretto di persone con un’intenzionefocalizzata, ha un grande peso nel determinare la risposta della nostra realtà, sia nel nostro corposia nel mondo. Si va da studi svolti presso le migliori università,ai test sul campo effettuati inpaesi devastati dalla guerra,dai quali risulta chiaro che ciò che sentiamo dentro di noi,influenzanon solo noi,ma anche il mondo esterno.È stato chiaramente dimostrato che durante questi esperimenti di meditazione finalizzati allapace,si è verificato un declino significativo a livello statistico. Il numero degli incidenti stradali,delle visite al pronto soccorso degli ospedali e i crimini violenti fra persone si sono abbassati inproporzione all’effetto voluto.1° Conferma: Guerra tra Israele e Libano [2]Un esempio famoso fu una ricerca condotta durante la guerra tra Israele e il Libano all’inizio deglianni Ottanta nel 1983. Questo studio consisteva nel trasferire persone ben addestrate a sviluppare lapace nel proprio corpo in aree mediorientali devastate dalla guerra. Lo scopo dello studio era quellodi determinare se una riduzione dello stress nel campo localizzato di coscienza si riflettevadavvero nel senso di una minore violenza e aggressione su base regionale. Quando queste personeprovavano tutte insieme un senso di pace in periodi determinati, il livello di violenza nell’areaintorno a loro diminuiva significativamente. Nel momento in cui il numero di partecipanti era piùelevato, le morti a causa della guerra erano inferiori del 76%.Durante il picco del conflitto libanese, questo esperimento è stato replicato consecutivamenteper sette volte durante due anni, con i seguenti risultati: le morti per il conflitto diminuirono del 71% i feriti a causa della guerra diminuirono del 68% il livello del conflitto diminuì del 48% la cooperazione tra gli antagonisti aumentò del 66% La figura mostra cheesiste una correlazione molto significativa dal punto di vista statistico tra il numero deipartecipanti alla meditazione e l’indice composto che misura il progresso verso la pace e laEvoluzione della Coscienza e della Saggezza nell’Unità del nostro Pianeta Pagina 2
  • 3. qualità della vita in Israele nel periodo tra agosto e settembre del 1983. Il punto 0 sull’asse delle yrappresenta la soglia del numero di partecipanti per una popolazione di queste dimensioni,ovvero 158 partecipanti.La probabilità che questi risultati combinati siano casuali è inferiore ad una su 10 alla meno 19.Questo risultato dimostra che l’effetto di riduzione dello stress sociale e dei conflitti è ilfenomeno più rigorosamente convalidato nella storia delle scienze sociali.2° Conferma: Riduzione Crimini Washington DC [3]Quando questo esperimento venne fatto anche nella città di Washington DC nel 1993, il capodella polizia andò in televisione disse che era impossibile diminuire l’incidenza di crimini nellacittà perché molto violenta, e che per fare questo sarebbe dovuto nevicare con 50 cm di neve inpiena estate.Si fece questo esperimento, misero 4000 persone a meditare in un unico luogo. Il Dott. JohnHagelin, fisico quantistico, annunciò, prima dellinizio dellesperimento, che si sarebbe verificatauna marcata riduzione della criminalità. Era stato previsto che con un gruppo di quelledimensioni i crimini violenti a Washington quellEstate sarebbero calati del 25 per cento.In barba al capo della polizia di Washington e alle sue dichiarazioni l’esperimento riuscì, e icrimini (omicidi, rapine, furti e assalti) diminuirono proprio del 25%.La probabilità statistica che questo risultato potesse coincidere con una variazione fortunosa deltasso di criminalità fu praticamente zero (p < 0,000000002).Questo esperimento ha dimostrato come lo spirito plasmi la materia.Evoluzione della Coscienza e della Saggezza nell’Unità del nostro Pianeta Pagina 3
  • 4. Cosa Accade durante la Meditazione1) Coerenza celebrale [4-5]Nel 1970 Herbert Benson e Robert Wallace, medici dell’università di Harvard, iniziarono i lorostudi sulle conseguenze e sugli effetti della meditazione sul del cervello. Concentrarono i lorostudi sulla MT (Meditazione Trascendentale, insegnata da Maharishi Mahesh Yogi) ottenendomisure concrete della diminuzione dell’ansia e dello stress nelle persone che praticavanoregolarmente la MT.Una scoperta ancora più interessante fu quella mostrata dagli elettroencefalogrammi (EEG) deimeditanti. Qui di seguito sono riportati prima gli EEG degli individui in uno stato mentale diveglia ordinaria, successivamente i tracciati EEG degli stessi individui durante la meditazione.Come si vede, durante la meditazione, le onde cerebrali diventavano coerenti, il pensiero di tuttii praticanti si allineava e si coordinava entrando in fase, come se fossero tutti collegati, come sefossero un unico pensiero.2) Miglioramento e modifica della struttura del cervello [6]Dall’11 Agosto 201o su Psychiatry Research: Neuroimaging, si trovano i risultati di uno studio delMassachusetts General Hospital (MGH) che ha documentato gli effetti della meditazione nellamateria grigia del cervello. Dallo studio risulta che la sensazione di benessere provata daipraticanti di meditazione non è solo frutto del rilassamento, ma è stata osservata una modificanella struttura del cervello. Sono state registrate immagini di RM del cervello di 16 partecipantidue settimane prima e dopo un Programma di 8 settimane "Mindfulness-Based Stress Reduction(MBSR)" presso il Center for Mindfulness della University of Massachusetts. Sono state registratele immagini di RM anche per un gruppo di controllo di non meditatori nello stesso periodotemporale. La meditazione si concentrava sulla consapevolezza delle sensazioni senza giudizio,sulle emozioni e lo stato della mente e i partecipanti hanno tenuto traccia del tempo impegnatoa praticarla. I partecipanti hanno impiegato in media 27 minuti al giorno e le analisi delleimmagini di RM hanno riscontrato un aumento della densità di materia grigia nellippocampo,importante per lapprendimento e la memoria e anche in strutture associateEvoluzione della Coscienza e della Saggezza nell’Unità del nostro Pianeta Pagina 4
  • 5. allautoconsapevolezza, alla compassione e allintrospezione.Questi cambiamenti non sono stati osservati nel gruppo di controllo.Cambiamento della concentrazione di materia grigia nel giro di 8 settimane tra l’MBSR (gruppo di meditazione) e il Controls (gruppo di controllo).3) Coscienza Trascendentale e produzione di Serotonina [7-8]Una spiegazione di carattere biologico agli effetti tangibili della meditazione sul mondo è stataproposta in uno studio pubblicato nel 2005 sul Journal of Social Behavior and Personality.La serotonina è un potente neurotrasmettitore che produce una sensazione di felicità,appagamento ed euforia.Le ricerche indicano che un basso livello di serotonina è correlato all’aggressività, all’umoredepresso e alla violenza. Lo studio indica che quando la dimensione del gruppo di meditazionevariava, la produzione di serotonina nelle persone che facevano parte della comunità circostantecambiava in modo corrispondente. Poiché i risultati erano statisticamente significativi, questostudio offre cosi un meccanismo neurofisiologico plausibile che spiega la riduzionedell’aggressività e dell’ostilità nell’intera società.Un aumento dell’attività della serotonina e una diminuzione del cortisolo sembrano essereassociati all’esperienza della coscienza trascendentale delle persone che praticano laMeditazione. Durante la pratica della Meditazione le persone sperimentano la coscienzatrascendentale, un quarto stato di coscienza caratterizzato da una attività cerebrale nettamentedistinta da quella che caratterizza gli stati di veglia, sonno profondo e sogno. Lo stato dicoscienza trascendentale produce coerenza nel funzionamento del cervello e gli scienziatipensano che questo fatto ravvivi la coerenza all’interno del campo unificato della fisica. Quindiattraverso il campo unificato si verifica un aumento di coerenza anche nel cervello delle personeche non praticano la Meditazione. Sul piano materiale questo aumento di coerenza si traduce inun aumento di serotonina.Evoluzione della Coscienza e della Saggezza nell’Unità del nostro Pianeta Pagina 5
  • 6. L’effetto Maharishi, il Numero di Persone per Cambiare il Mondo [9]Quando gli esperimenti di meditazione furono interrotti, la violenza si ripresentò, rispetto alperiodo degli esperimenti.Questo fenomeno divenne noto come «l’effetto Maharishi». Quando si forma questa massacritica di partecipanti, gli effetti cominciano a essere visibili. Ovviamente, più personepartecipano, più rapidamente si possono scorgere questi effetti.“Effetto Maharishi”, il significato di questo termine è stato successivamente generalizzato comel’influenza di coerenza e positività in un ambiente sociale e naturale generata dalla praticacoordinata di programmi meditativi.I risultati di varie ricerche scientifich pubblicate sull’effetto Maharishi includono: diminuzionedella criminalità, riduzione dei conflitti, di incidenti, del tasso di mortalità, dei suicidi, diomicidi; l’aumento delle cooperazioni internazionali , il miglioramento delle condizionieconomiche e la crescita delle attività economiche.Viene spontaneo chiedersi come mai, a fronte di una tale mole di prove scientifiche divulgate daanni con ogni mezzo, ci sia l’ostinata volontà di ignorare questo elementare, quanto efficaceapproccio per risolvere il problema della violenza.Se 4000 persone riescono a cambiare lestate di Whashinton con un drastico, incredibile calo dicriminalità, cosa possiamo fare anche noi?Il numero minimo di persone richiesto per “mettere in moto” un cambiamento di coscienza èla radice quadrata dell’1% della popolazione. La coerenza generata da un gruppo di meditanti innumero pari alla radice quadrata dell’1% della popolazione ha il potere di influenzaremisurabilmente la qualità della vita dell’intera popolazione.Attualmente siamo più di 7 Miliardi di persone sul Pianeta Terra e il numero minimo di personeè di 8500 circa. Quanti abitanti ha la tua città?Per esempio, un gruppo di 200 praticanti sarebbe capace di produrre dei risultati rilevabili esignificativi in una città di 4 milioni di abitanti (200 al quadrato moltiplicato per 100), un gruppodi 1700 praticanti potrebbe influenzare l’intera popolazione degli Stati Uniti e, secondo lemedesime proporzioni, un gruppo di 8500 partecipanti in meditazione sincronizzata sarebbecapace di agire istantaneamente sull’intera popolazione del pianeta. 8500 Persone per Cambiare la nostra Realtà -> Unisciti!E’ chiaro che questo numero rappresenta solo il minimo richiesto per superare la soglia. Tantopiù grande è il numero di persone che partecipa, tanto più l’effetto viene infatti accelerato.Questi numeri ci ricordano le antiche ammonizioni secondo le quali poche persone possono farela differenza per il mondo intero.Immagina cosa possono fare 1 Milione di persone insieme.Uno studio pubblicato sul Journal of Offender Rehabilitation rappresenta una pietra miliare nelcampo della difesa. Lo studio mostra che quando si raggiungeva la soglia globale del numero dipersone che praticavano il programma di meditazione, si verificava una riduzione del numero dimorti causati dal terrorismo internazionale. Queste assemblee si tennero durante gli anni tra il1983 e il 1985. Lo studio ha investigato gli effetti prodotti da 3 grandi assemblee le cui dimensionisi avvicinavano alla soglia dell’Effetto Maharishi per l’intero mondo a quell’epoca (7000 persone).Evoluzione della Coscienza e della Saggezza nell’Unità del nostro Pianeta Pagina 6
  • 7. Lo studio, che ha utilizzato i dati forniti dalla Rand Corporation, ha evidenziato anche unariduzione dei conflitti internazionali del 32%.Durante le meditazioni, le statistiche si abbassano. Quando poi le meditazioni cessano, le statisticheritornano sui livelli precedenti. Gli scienziati sospettano che la relazione tra meditazione di massa el’attività di individui in comunità è dovuta a un fenomeno noto come l’effetto campo dicoscienza.“L’impatto potenziale di questa ricerca è superiore a quella di qualsiasi altro attuale programma diricerca sociale o psicologica. È sopravvissuta ad una serie di test statistici in numero assai maggiorerispetto alle altre ricerche nell’ambito della risoluzione dei conflitti. Questo lavoro e la teoria che ne staalla base merita la più alta considerazione sia degli studiosi che dei politici. “ Ph.D. David Edwards, Professor of Government – University of Texas (Austin)Riferimenti:[1] Leffler, DR, Kleinschnitz KW, Walton KG (1999): An alternative to military violence andfear-based deterrence: Twenty years of research on the Maharishi Effect, Security andPolitical Risk Analysis (SAPRA).[2] Davies, JL & CN Alexander (2005): Alleviating political violence through reducingcollective tension: Impact Assessment analysis of the Lebanon war. Journal of Social Behaviorand Personality, 17(1), 285-338.[3] Hagelin JS, Rainforth MV, Orme-Johnson DW, Cavanaugh KL, Alexander CN, Shatkin SF,Davies JL, Hughes AO, & Ross, E (1999): Effects of group practice of the TranscendentalMeditation program on preventing violent crime in Washington D.C.: Results of the NationalDemonstration Project, June-July, 1993. Social Indicators Research, 47(2): 153-201.[4] Wallace RK, Dillbeck M, Jacobe E, Harrington B. The effects of the TranscendentalMeditation and TM-Sidhi Program on the Aging process. Int J Neurosci. 1982;16:53–8[5] Dillbeck MC, Orme-Johnson DW, Wallace RK. Frontal EEG Coherence, H-reflex recovery,concept learning and the TM-Sidhi program. Int J Neurosci. 1981;15:151–7.[6] Hölzel BK, Carmody J, Vangel M, Congleton C, Yerramsetti SM, Gard T, Lazar SW.Mindfulness practice leads to increases in regional brain gray matter density.Psychiatry Res.earch: Neuroimaging 2011 Jan 30; 191(1):36-43[7] Walton KG, Cavanaugh, KL, & Pugh , ND (2005): Effect of group practice of theTranscendental Meditation program on biochemical indicators of stress in non-meditators: Aprospective time series study. Journal of Social Behavior and Personality, 17(1), 339-373.[8] Alexander, CN, Cranson, RW, Boyer, RW & Orme-Johnson, DW: Transcendentalconsciousness: A fourth state of consciousness beyond, sleep, dreaming, and waking. In Sleepand dreams: A sourcebook, edited by J. Gackenbach. Garland, New York, 1987, pp. 282-315.[9] Orme-Johnson DW, Dillbeck MC, & Alexander CN (2003): Preventing terrorism andinternational conflict: Effects of large assemblies of participants in the TranscendentalMeditation and TM-Sidhi programs. Journal of Offender Rehabilitation, 36, 283-302.Evoluzione della Coscienza e della Saggezza nell’Unità del nostro Pianeta Pagina 7

×