• Save
Alcol e psoriasi ita
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Alcol e psoriasi ita

on

  • 1,252 views

Le implicazioni dell'utilizzo dell'alcol nelle affezioni infiammatorie della pelle con un focus sulla psoriasi.

Le implicazioni dell'utilizzo dell'alcol nelle affezioni infiammatorie della pelle con un focus sulla psoriasi.
articolo in italiano

Statistics

Views

Total Views
1,252
Views on SlideShare
1,252
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
1

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
  • Riguardo la psoriasi ricordo che ci sono cibi naturali, quindi alimenti, in particolare frutta e verdura, utili contro la causa infiammatoria della psoriasi stessa.

    Premetto che non vi è alcun intento commerciale, in quanto non ho intenzione di citare alcun prodotto commercializzato, ma solo divulgare quest'informazione.

    Uno su tutti è il frutto del mangostano, che stiamo prendendo in analisi, conducendo ricerche da circa un anno nel policlinico di Pavia.

    Il frutto del mangostano risulta essere utile per problematiche topiche, dermatologiche come la psoriasi, ma come si può leggere di seguito, si rivela funzionale in moltissime patologie con causa infiammatoria.

    Naturalmente le ricerche sono condotte sul frutto allo stadio naturale e quindi gli esiti si intendono da addurre all'effetto del frutto, non all'effetto di prodotti in commercio realizzati a base del frutto, quindi è bene fare attenzione a questa distinzione e fare attenzione a dove si comprano prodotti a base di mangostano e ovviamente a cosa si compra.

    Riporto di seguito alcune fonti sull'argomento, per chi volesse approfondire:


    LA STAMPA
    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?ID_blog=26&ID_articolo=1287&ID_sezione=33&sezione=Salute


    IL SOLE 24 ORE
    http://salute24.ilsole24ore.com/articles/5396-succo-di-mangostano-superfrutto-esotico-contro-le-infiammazioni


    NEWSFOOD
    http://www.newsfood.com/q/1b5559b3/mangostano-e-oncologia-prof-corrado-ficorella/

    DIABETE.net
    http://www.diabete.net/notizie/il-potere-del-mangostano/


    DOCMANGOSTANO
    http://docmangostano.wordpress.com/storia-del-mangostano-docmangostano/


    MANGOSTANO BLOG
    http://mangostano-mangostano.myblog.it/


    Dr. Allasia Franco
    Pavia
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Alcol e psoriasi ita Document Transcript

  • 1. Il ruolo dell’alcol nelle patologie della pelle, con un focus sulla psoriasiL’alcol è una seria causa di morbilità e mortalità nella nostra società ed è spesso responsabile dellacompromissione dell’equilibrio fisiologico del nostro organismo, comportando a volte anche gravi danni alfegato, danni al cervello, problemi del sangue e svariate carenze nutrizionali. Sebbene le problematichedella pelle legate al consumo di alcol risultino ampiamente diffuse, spesso tendono ad essere mascheratedagli altri problemi connessi al consumo di alcol. Oltre alle lesioni cutanee connesse al malfunzionamentodel fegato dovuto all’abuso cronico di questa sostanza, l’alcol può esacerbare o addirittura causaredirettamente gravi patologie della pelle. In particolare l’assunzione eccessiva di alcol è in parteresponsabile dello sviluppo della psoriasi e dell’eczema discoide, come anche di una maggioresuscettibilità della pelle alle infezioni sistemiche nei grandi bevitori. L’assunzione eccessiva di alcol puòinoltre esacerbare la rosacea, la porpora cutanea tardiva e i disturbi dell’acne giovanile. In questo articoloillustriamo come l’alcol possa compromettere le condizioni della pelle, concentrando l’attenzione sullapsoriasi.Fisiologia della tossicità indotta dallalcolLalcol provoca una vasta gamma di squilibri fisiologici nel corpo umano. Lalcol è citotossico per il fegatoe può comportare steatosi alcolica, epatite e, in stadi più avanzati, cirrosi1 con sequele sistemiche. Lalcolè anche tossico per il midollo osseo, particolarmente per le cellule T, il cui deterioramento comporta unadiminuzione delle funzioni autoimmuni.2-4 Un consumo eccessivo di alcol può influire negativamenteanche sul sistema cardiovascolare. Nello specifico, scompenso cardiaco ad alta gittata, ipertensione evasodilatazione periferica possono essere le conseguenze di consumo di alcol cronico e acuto.2,5 Infine,labuso di alcol determina molteplici carenze nutrizionali, vitaminiche e di microelementi,2,5 effettisecondari di interferenza tra adeguato assorbimento intestinale e un’alimentazione povera. Tutte questecondizioni fisiologiche possono contribuire allo sviluppo di manifestazioni cutanee associate al consumo dialcol.Modificazioni cutanee indirettamente provocate dallalcolLa maggior parte delle manifestazioni cutanee collegate ad un uso eccessivo di alcol è indirettamentemediata dal deterioramento di vari sistemi organici.La disfunzione epatica compromette il metabolismo degli estrogeni e dei sali biliari, determinando lacaratteristica insorgenza di angioma stellato, eritema palmare e prurito.2,3,5 Conseguentemente, glialcolisti di sesso maschile manifestano iperestrogenia. 2 Oltre alla produzione di elevati livelli di estrogeni,si instaura anche uninibizione della produzione di testosterone, fattore di ulteriore aggravamento delproblema. Linibizione diretta della produzione di testosterone comporta ginecomastia, che si manifestacome scomparsa e ridistribuzione di peli corporei e pubici e ridistribuzione di tessuto adiposo nelle seditipiche del sesso femminile.2 Caput medusae ed emorroidi sono il risultato di flusso epatico epatofugocausato da ipertensione portale determinata dalla cirrosi epatica.Le infezioni cutanee sistemiche e superficiali, incluse le infezioni batteriche o fungine, rappresentano unaltro problema riscontrato più ricorrentemente negli alcolisti.2-4 La maggiore incidenza di infezioni èprobabilmente attribuibile a fattori multipli, incluse le carenze nutrizionali collegate allalcol combinate conimmunodeficienza. Più di tutto, le carenze di zinco e vitamina C comportano scarsa rimarginazione delleferite, indebolimento delle barriere mucose e alterazione delle difese immunitarie con incremento delrischio di infezioni.
  • 2. Streptococchi di gruppo A, Corinebatteri e Stafilococco aureo sono i batteri comunementeresponsabili,2 come pure le infezioni fungine con varie specie di tigna e Candida.2,3Il malassorbimeno collegato allalcolismo è un altro modo tramite cui lalcol può produrre anomaliecutanee. Stomatite angolare, glossite, emorragia perifollicolare, pellagra, petecchia ed ecchimosi sonosoltanto alcune di tali manifestazioni cutanee.Modificazioni cutanee direttamente provocate dallalcolLa Porfiria Cutanea Tarda (PCT) è una patologia metabolica con manifestazioni cutanee determinate daunaberrazione della biosintesi epatica delleme. Indipendentemente se contratta o ereditaria, la PCTderiva dalla carenza di uno degli enzimi epatici coinvolti nel metabolismo della porfirina, nello specifico,luroporfirinogeno decarbossilasi.2,3,6 Il risultante accumulo a monte di precursori della porfirinafotoreattiva rende la pelle estremamente fotosensibile.2 Lalcol è un potente induttore di enzimi epatici edel percorso metabolico delleme, il che comporta un accumulo di composti di porfirina fotoreattivaprossimali al difetto enzimatico e, quindi, unaccelerazione delle manifestazioni di PCT.3,6 Lecaratteristiche cutanee di un attacco acuto di PCT includono vescicolazione cutanea e screpolature nellearee esposte al sole2,3 che guariscono lasciando cicatrici e grani di miglio residui.Lalcol danneggia il centro vasomotorio del cervello, provocando vasodilatazione periferica.2,3 Pertanto, èstato suggerito che la risultante vasodilatazione cutanea possa esacerbare la rosacea, 2,3 contribuendoalla comparsa del rossore caratteristico. Lalcol può anche provocare eritema facciale in individui nonaffetti da rosacea a causa di una carenza genetica che coinvolge un enzima del metabolismo dellalcol.Questo fenomeno è più comunemente riscontrato negli individui asiatici, in quanto studi hannodimostrato che il 50% non è in grado di produrre aldeide deidrogenasi, il che comporta un accumulo diacetaldeide successivo al consumo di alcol.2Il ruolo dellalcol nella patogenesi della psoriasiLa psoriasi è una diffusa patologia cronica infiammatoria autoimmune, che colpisce circa il 2% dellapopolazione dellAmerica settentrionale.3 È caratterizzata da iperproliferazione epidermica3,7 e daeziologia multifattoriale. Una complessa interazione tra fattori genetici ed estrinseci, inclusi ambiente,traumi, infezioni e comportamenti sociali, sembrano influire sullorigine e sul decorso clinico dellapatologia.3,8-11Prove approfondite dimostrano un collegamento tra consumo eccessivo di alcol e psoriasi.3,4,11,12 È statodimostrato che quantità e tipo di alcol consumato sono responsabili della maggior parte del rischio disviluppare e/o esacerbare la psoriasi a placche.12 Un recente studio prospettico condotto per 14 anni su 2.382,869 donne ha dimostrato che il consumo di oltre di bevande alcoliche a settimana rappresentava unsignificativo fattore di rischio per linsorgenza della psoriasi. 12 Inoltre, lo stesso studio ha riscontrato cheil consumo di birre non a scarso contenuto alcolico sembra essere un fattore di rischio indipendente per losviluppo della psoriasi in individui di sesso femminile.12 Allo stesso modo, in individui di sesso maschile,un consumo eccessivo di alcol (a livelli superiori a 100g/giorno) sembra essere un fattore di rischio per losviluppo e laggravamento della psoriasi.11,13 Inoltre, è stato dimostrato che labuso di alcol in pazientiaffetti da psoriasi è associato ad una diminuzione della risposta terapeutica.2,13,14 È interessante notareche la distribuzione cutanea della psoriasi nei forti bevitori tende ad essere prevalentemente acrale,interessando il dorso di mani e dita, come nei pazienti immunocompromessi, quali quelli affetti da virusda immunodeficienza (HIV).2,4 Questa distribuzione evidenzia il ruolo potenziale dellimmunosoppressioneindotta dallalcol nello sviluppo della psoriasi.Lesatto meccanismo molecolare tramite cui lalcol scatena o aggrava la psoriasi deve ancora esserecompletamente chiarito. Una teoria sostiene che labuso di alcol possa indurre una disfunzione
  • 3. immunitaria con conseguente immunosoppressione relativa.2,3 Lalcol può anche intensificare laproduzione di citochine infiammatorie e di attivatori del ciclo cellulare, quali ciclina D1 e fattore di crescitadei cheratinociti (KGF), il che può comportare uniperproliferazione epidermica.2,7,15 Inoltre, è statoteorizzato che anche la maggiore suscettibilità ad infezioni superficiali comunemente osservate inalcolisti, quali quelle causate da Streptococcus e traumi, possa avere implicazioni nello sviluppo dellapsoriasi.7Mentre può essere impossibile prevenire o alterare fattori quali ambiente e genetica, comportamentisociali quali il consumo di alcol possono essere modificati tramite assistenza psicologica e interventifarmacologici adeguati che, pertanto, sembrano essere unaggiunta promettente alla terapia medica dellapsoriasi.ConclusioneUna notevole mole di prove suggerisce un collegamento significativo tra alcol e psoriasi, una patologiaautoimmune multifattoriale. Non solo lalcol può contribuire, in presenza di corredo genetico adeguato,allo sviluppo della psoriasi, ma può anche esacerbarla e renderla più resistente alla terapia. Un attentoaccertamento della presenza di questo fattore di rischio in tutti i pazienti affetti da psoriasi e lofferta diassistenza psicologica e informazione adeguate può aiutare il clinico a minimizzare i rischi di unaggravamento della patologia e ad ottenere migliori risultati terapeutici.Riferimenti 1. Menon KV, Gores GJ, Shah VH. Pathogenesis, diagnosis, and treatment of alcoholic liver disease. Mayo Clin Proc 76(10):1021-9 (2001 Oct). 2. Smith KE, Fenske NA. Cutaneous manifestations of alcohol abuse. J Am Acad Dermatol 43(1 Pt 1):1-16 (2000 Jul). 3. Higgins EM, du Vivier AW. Cutaneous disease and alcohol misuse. Br Med Bull 50(1):85-98 (1994 Jan). 4. Higgins EM, du Vivier AW. Alcohol and the skin. Alcohol Alcohol 27(6):595-602 (1992 Nov). 5. Chou SP, Grant BF, Dawson DA. Medical consequences of alcohol consumption--United States, 1992. Alcohol Clin Exp Res 20(8):1423-9 (1996 Nov). 6. McColl KE, Moore MR, Thompson GG, et al. Abnormal haem biosynthesis in chronic alcoholics. Eur J Clin Invest 11(6):461-8 (1981 Dec). 7. Farkas A, Kemeny L, Szell M, et al. Ethanol and acetone stimulate the proliferation of HaCaT keratinocytes: the possible role of alcohol in exacerbating psoriasis. Arch Dermatol Res 295(2):56-62 (2003 Jun). 8. Liu SW, Lien MH, Fenske NA. The effects of alcohol and drug abuse on the skin. Clin Dermatol 28(4):391-9 (2010 Jul-Aug). 9. Shelling ML, Kirsner RS. Failure to counsel patients with psoriasis to decrease alcohol consumption (and smoking). Arch Dermatol 146(12):1370 (2010 Dec). 10. Higgins E. Alcohol, smoking and psoriasis. Clin Exp Dermatol 25(2):107-10 (2000 Mar). 11. Poikolainen K, Reunala T, Karvonen J, et al. Alcohol intake: a risk factor for psoriasis in young and middle aged men? BMJ 300(6727):780-3 (1990 Mar 24). 12. Qureshi AA, Dominguez PL, Choi HK, et al. Alcohol intake and risk of incident psoriasis in US women: a prospective study. Arch Dermatol 146(12):1364-9 (2010 Dec). 13. Gupta MA, Schork NJ, Gupta AK, et al. Alcohol intake and treatment responsiveness of psoriasis: a prospective study. J Am Acad Dermatol 28(5 Pt 1):730-2 (1993 May). 14. Higgins EA, du Vivier AWP. Alcohol abuse and treatment resistance in skin disease. J Am Acad Dermatol 30(6):1048 (1994 Jun). 15. Ockenfels HM, Keim-Maas C, Funk R, et al. Ethanol enhances the IFN-gamma, TGF-alpha and IL- 6 secretion in psoriatic co-cultures. Br J Dermatol 135(5):746-51 (1996 Nov).