Epanet
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Epanet

on

  • 9,190 views

Introduzione all'uso del software EPANET

Introduzione all'uso del software EPANET

Statistics

Views

Total Views
9,190
Views on SlideShare
9,184
Embed Views
6

Actions

Likes
1
Downloads
321
Comments
0

2 Embeds 6

http://www.slashdocs.com 3
http://www.docshut.com 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Epanet Epanet Presentation Transcript

    • EPANET 2 Introduzione all’utilizzo del software Ing. Blal ADEM ESMAIL Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 1Sunday, May 13, 12
    • Cosa vedremo?  Cos’è Epanet?  Esempio di modellazione di una rete semplice: A. Simulazione stazionaria; B. Simulazione estesa a lungo periodo; Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 2Sunday, May 13, 12
    • Cos’è Epanet 2?  EPANET è un software per l’analisi di reti di tubazioni in pressione.  Con EPANET si possono effettuare simulazioni stazionarie o estese al lungo periodo circa:  il comportamento idraulico  la quantità delle acque all’interno di un sistema di distribuzione di acqua potabile Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 3Sunday, May 13, 12
    • Come funziona Epanet?  Epanet 2 è uno strumento di calcolo,  È uno strumento usato maggiormente per la verifica di funzionamento di una rete, più che per la progettazione.  L’inquadramento del problema, le scelte progettuali ecc..sono, quindi, prerogativa dell’ingegnere. INPUT Epanet 2 OUTPUT • Caratte • Portate ristiche • tubi Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 4Sunday, May 13, 12
    • Descrizione di una rete di distribuzione Un sistema di distribuzione di acqua in pressione è costituito da componenti fisici e non: NODI COMPONENTI FISICI COLLEGAMENTI RETE CURVE COMPONENTI PATTERN NON FISICI CONTROLLI Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 5Sunday, May 13, 12
    • Descrizione di una rete di distribuzione Un sistema di distribuzione di acqua in pressione è costituito da componenti fisici e non: Punti di erogazione NODI Serbatoi di compenso Bacini idrici COMPONENTI FISICI Tubazioni COLLEGAMENTI Pompe Valvole Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 6Sunday, May 13, 12
    • EPANET: nodi  Junctions: i nodi sono i punti della rete dove i links (i tubi) si uniscono tra loro e dove l’acqua entra o esce dalla rete. Necessitano di alcune informazioni quali la richiesta d’acqua al nodo o la sua quota);  Reservoirs: le riserve idriche sono nodi rappresentanti una riserva infinita per la rete. Possono essere ad esempio laghi, fiumi, sorgenti o falde sotterranee. Si utilizzano per simulare i pompaggi da pozzo. Sarà necessario inserire la quota del pelo libero dell’acqua);  Tanks: i serbatoi di compenso o di testata sono dei nodi con capacità di stoccaggio dell’acqua in cui il livello può variare durante le simulazioni. Si dovranno impostare le quote iniziali e finali dell’acqua, il diametro (Epanet Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. considera i serbatoi2011-2012 – ing Blal Adem quota di zero. Sarà necessario quindi come cilindri), la 7Sunday, May 13, 12
    • EPANET: collegamenti  Pipes: i tubi trasportano l’acqua da un nodo all’altro della rete. Epanet li assume pieni in qualsiasi momento. In genere il programma necessita dell’ID del nodo di partenza ed arrivo, diametro, lunghezza, coefficiente di scabrezza...;  Pumps, le pompe sono elementi che impartiscono energia all’acqua innalzando il carico idraulico. Si possono usare pompe in parallelo o in serie, decidendo orari prestabiliti di funzionamento. Solitamente Epanet richiede i due nodi di inizio e fine nonchè la curva caratteristica, cioè la relazione che lega la portata elaborata dalla pompa al carico fornito al fluido.  Valves: Si possono posizionare Idrauliche I - A.A. Corso di Costruzioni valvole all’interno delle tubazioni che 2011-2012 – ing Blal Adem 8Sunday, May 13, 12
    • Componenti di una rete di distribuzione  Un sistema di distribuzione di acqua in pressione è pompe CURVE volumi serbatoi COMPONENTI Richieste idriche PATTERN NON FISICI Livello dei bacini Acc./spegn.to pompe CONTROLLI Valvole Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 9Sunday, May 13, 12
    • Epanet: dati in OUTPUT  In seguito ad una simulazione del comportamento di una rete, EPANET è in grado di fornire informazioni circa:  la portata d’acqua in ogni tubo,  la pressione in ogni nodo,  il livello dell’acqua in ciascun serbatoio,  la concentrazione di una specie chimica su tutta la rete,  l’età dell’acqua,  tenere traccia di eventuali fonti di tracing. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 10Sunday, May 13, 12
    • Epanet: capacità di modellazione EPANET dispone di strumenti di analisi idraulica che consentono di: 1. analizzare reti di qualunque dimensione, 2. scegliere tra varie formule per il calcolo della perdita di carico per attrito: Hazen-Williams, Darcy-Weisbach o Chezy-Manning, 3. modellare le perdite di carico minori dovute a curve, raccordi, ecc 4. modellare pompe a velocità costante o variabile 5. calcolare il consumo di energia e i costi di pompaggio 6. modellare vari tipi valvole, comprese quelle di intercettazione, di controllo e di regolazione della pressione o della portata, 7. avere serbatoi di stoccaggio di qualsiasi forma (cioè, diametro può variare in altezza) 8. modellare domande multiple rispetto allo stesso nodo, ognuno con il proprio modello di variazione nel tempo (pattern) Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 9. modellazione di portate– in funzione della 2011-2012 ing Blal Adem pressione emesse da 11Sunday, May 13, 12
    • Installazione  EPANET versione 2 viene distribuito come un unico file: en2setup.exe.  Per installare EPANET:  Dal menu Start di Windows selezionare Run,  Immettere il percorso completo e il nome del file en2setup.exe, oppure cliccare sul pulsante Browse per individuare il file sul tuo computer,  Fare clic sul pulsante OK per avviare il processo di installazione.  Il programma di installazione vi chiederà di scegliere una cartella (directory) in cui i file EPANET verranno inseriti. La cartella predefinita è c: Program Files EPANET2.  Dopo che i file vengono installati il Menu Start avrà un nuovo elemento denominato EPANET 2.0. Per avviare EPANET è sufficiente selezionare la voce Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. EPANET 2,0 dal menu Start–(Il nome del file eseguibile che gira sotto Windows è 2011-2012 ing Blal Adem 12Sunday, May 13, 12
    • Fasi di modellazione di una rete  Per la modellazione di un sistema di distribuzione di acqua in pressione con Epanet, di norma occorre: A. definire alcuni parametri ed impostazioni di base; B. disegnare la rete che costituisce il nostro sistema di distribuzione o importare una descrizione di base della rete posta in un file di; C. modificare le proprietà degli oggetti che compongono il sistema ; D. descrivere come il sistema viene gestito ; E. selezionare una serie di opzioni di analisi ; F. eseguire lanalisi del comportamento idraulico e/o della qualità dell’acqua ; G. visualizzare i Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. risultati delle analisi . 2011-2012 – ing Blal Adem 13Sunday, May 13, 12
    • Esempio applicativo  Rete di distribuzione costituita da una riserva idrica (es. un impianto di trattamento) da cui lacqua viene pompata in una rete di tubazioni costituita da “2” anelli chiusi. Un serbatoio di compenso collegato con un tubo completa il sistema di distribuzione analizzato. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 14Sunday, May 13, 12
    • Caratteristiche della rete  Le caratteristiche dei tubi e dei nodi sono: Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 15Sunday, May 13, 12
    • Caratteristiche della rete  Le caratteristiche della pompa e del serbatoio: Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 16Sunday, May 13, 12
    • Impostazioni dei parametri di progetto Il primo passo consiste nel creare un nuovo progetto in EPANET e fare in modo che vengano selezionate alcune opzioni predefinite. Per creare un nuovo progetto, avviare EPANET e selezionare File >> New . Selezionare Project >> Defaults per aprire la maschera di dialogo che useremo per fare i modo che nuove componenti aggiunte alla rete di distribuzione vengano etichette automaticamente con numeri consecutivi a partire dal “1”. Allo scopo, sulla pagina ID Labels della finestra di dialogo, cancellare tutti i campi ID Prefix e impostare ID Increment a “1”. Della finestra di dialogo selezionare la pagina Hydraulics e impostare la scelta delle unità di flusso in LPS (litri al seconto). Ciò implica che per tutte le altre grandezze verrà utilizzato il sistema di unità di misura Internazionale (lunghezza in metri, diametro del tubo in mm, pressione in m H2O, ecc). Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. Selezionare Darcy-Weisbach Formula (D-W) come la formula 2011-2012 – ing Blal Adem perdita di carico. 17Sunday, May 13, 12
    • Impostazioni dei parametri di progetto 1. File >> New 2. Project >> Defaults Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 18Sunday, May 13, 12
    • Impostazioni dei parametri di progetto  help>>>Units 19Sunday, May 13, 12
    • Impostazioni dei parametri di progetto  help>>>Help Topics >>> Head Loss Formulas 20Sunday, May 13, 12
    • Impostazioni opzioni visualizzazione  Ci consentono aggiungere oggetti alla mappa, di vedere le loro etichette e i loro simboli di identificazione. 1. selezionare View >> Options, per aprire la maschera di dialogo Map Options . 2. selezionare la pagina Notation e confermare le impostazioni desiderate; 3. passare alla pagina Symbols e spuntare tutte le caselle. 4. Fare clic sul pulsante OK per accettare queste scelte. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 21Sunday, May 13, 12
    • Disegno dello schema della rete  Iniziamo a disegnare la nostra rete facendo uso del mouse e dei tasti presenti sulla barra degli strumenti Mappa.  Se la barra degli strumenti non è visibile selezionare View >> ToolbarsCorso diMap >> Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 22Sunday, May 13, 12
    • Disegno dello schema della rete 1. Aggiungo il serbatoio. Fare clic sul pulsante Add Reservoir quindi cliccare con il mouse sulla mappa in corrispondenza della posizione del serbatoio (da qualche parte a sinistra della mappa). 2. Successivamente, si aggiungono i nodi di giunzione. Fare clic sul pulsante Add Junction e quindi fare clic sulla mappa in corrispondenza delle posizioni dei nodi da 2 a 7. 3. Infine, aggiungere il serbatoio cliccando sul pulsante Add Tank e selezionando con il mouse la posizione nella mappa del serbatoio. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 23Sunday, May 13, 12
    • Disegno dello schema della rete • La mappa di rete dovrebbe essere simile il disegno sotto: Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 24Sunday, May 13, 12
    • Disegno dello schema della rete 4. Quindi, si aggiungono i tubi. Cominciamo con tubo 1 che collega il nodo 2 al nodo 3. In primo luogo fare clic sul pulsante Add Pipe della barra degli strumenti. Quindi fare clic con il mouse sul nodo 2 sulla mappa e poi sul nodo 3.  Ripetere questa procedura per tubi da 2 a 7.  Il tubo 8 è curvo. Per disegnarlo, dapprima fare clic col mouse sul nodo 5. Poi, man mano che si sposta il mouse verso il nodo 6, fare clic nei punti in cui è necessario un cambio di direzione per mantenere la forma desiderata. Completare il processo facendo clic sul nodo 6. 5. Infine si aggiunge la Costruzioni Idrauliche Iclic sul pulsante Add Pump Corso di pompa. Fare - A.A. , fare clic sul nodo 1 e poiing Blalnodo 2. 2011-2012 – sul Adem 25Sunday, May 13, 12
    • Disegno dello schema della rete 6. Procediamo quindi con l’etichettatura della riserva idrica, della pompa e del serbatoio di compenso.  Selezionare il pulsante Add Label sulla barra degli strumenti e cliccare da qualche parte vicino alla riserva idrica (Nodo 1). Apparirà una casella di modifica. Digitare la parola SOURCE e poi premere il tasto Invio. Fare clic accanto alla pompa e inserire la sua etichetta, poi fare lo stesso per il serbatoio. Quindi fare clic sul pulsante Selezione sulla barra degli strumenti per passare dalla modalità di inserimento testo a quella di selezione degli oggetti. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 26Sunday, May 13, 12
    • Disegno dello schema della rete La rete dovrebbe essere simile a quella riportata sotto; Se i nodi sono fuori posizione è possibile spostarli facendo clic sul nodo per selezionarlo, e trascinando con il tasto sinistro del mouse premuto nella nuova posizione. Si noti come tubi collegati al nodo vengano spostati insieme al nodo. Le etichette possono essere riposizionate in modo simile. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 27Sunday, May 13, 12
    • Impostazione delle proprietà degli oggetti Agli oggetti aggiunti ad un progetto viene assegnato un insieme predefinito di proprietà. Per modificare il valore di una specifica proprietà di un oggetto si deve selezionare loggetto nel Property Editor. Ci sono diversi modi per farlo. A. Se leditor è già visibile allora si può semplicemente fare clic sulloggetto o selezionarlo dalla pagina dei dati del Browser. B. Se lEditor non è visibile allora si può far apparire da una delle seguenti azioni: I. Fare doppio clic sulloggetto sulla mappa. II. Fare clic destro sulloggetto e selezionare Properties dal menu pop-up Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. menu che appare. 2011-2012 – ing Blal Adem 28Sunday, May 13, 12
    • Impostazione delle proprietà degli oggetti Finestra “Property Editor “ (fare doppio clic sulloggetto sulla mappa):: Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 29Sunday, May 13, 12
    • Impostazione delle proprietà di nodi e tubi  Iniziamo a modificare le proprietà del Nodo 2 selezionandolo nel Property Editor. Ci sarebbe da inserire laltitudine e la domanda di questo nodo nei campi appropriati. È possibile utilizzare i tasti Su e Giù le frecce sulla tastiera o il mouse per spostarsi tra i campi.  Basta cliccare su un altro oggetto (nodo o link) per visualizzare e modificare le sue proprietà con la finestra di dialogo Property Editor.  In questo modo possiamo spostarci da un oggetto allaltro e modificare le voci d’interesse:  la quota e la domanda per i nodi; Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A.  la lunghezza, diametro eing Blal Adem per le 2011-2012 – la rugosità tubazioni ecc… 30Sunday, May 13, 12
    • Impostazione delle proprietà componenti  Per la riserva idrica è necessario immettere la quota del pelo libero dell’acqua (213,36 m) nel campo Total Head.  Per il serbatoio, immettere o 252,98 per la sua altezza, o 1,07 per il suo livello iniziale, o 6,10 per il suo livello massimo, o 18,29 per il suo diametro.  Per la pompa, abbiamo bisogno di assegnare una curva della pompa (testa contro relazione Idrauliche I - A.A. Immettere letichetta ID 1 Corso di Costruzioni di flusso). 2011-2012 – ing Blal Adem 31Sunday, May 13, 12
    • Impostazione curva pompe  Creamo la Curva della pompa “1”. Dalla pagina Data della finestra del browser, selezionare Curves dal menu a discesa e quindi fare clic sul pulsante Add .  Una nuova curva “1” sarà aggiunto al database e apparirà la finestra di dialogo Curve. Negli appositi campi inserire la portata di progettazione della pompa (37,81) e la prevalenza (45,72).  EPANET crea automaticamente una curva completa della pompa a partire da questo singolo punto. L’equazione della curva è mostrata insieme al suo andamento grafico. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 32Sunday, May 13, 12
    • Salvataggio e apertura progetti:  dal menu File selezionare lopzione Save As. selezionare un nome di cartella e di file nel quale salvare questo progetto. Si consiglia di nominare il file tutorial.net file Fare clic su Ok per salvare il progetto in un file.  I dati del progetto vengono salvati su file in un formato binario speciale. Se invece si vuole salvare i dati in un file di testo leggibile, utilizzare il comando File >> Export >> Network Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A.  Per aprire il nostro progetto in un secondo momento, avremmo 2011-2012 – ing Blal Adem 33Sunday, May 13, 12
    • Esecuzione di una simulazione statica  Abbiamo informazioni sufficienti per eseguire una analisi idraulica statica della rete di esempio (simulazione statica di un singolo periodo o snapshot).  Per avviare la simulazione selezionare Project >> Run Analysis o fare clic sul pulsante Run sulla barra degli strumenti standard. (Se la barra degli strumenti non è visibile dalla barra dei menu selezionare View >> Toolbars >> Standard). Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A.  Se la simulazione2011-2012 – ing Blal Adem non ha avuto successo apparirà una finestra di 34Sunday, May 13, 12
    • Esecuzione di una simulazione statica  Se la simulazione è stata eseguita correttamente è possibile visualizzare i risultati calcolati in una varietà di modi. Provare alcuni dei seguenti: A. Dalla pagina Map del browser selezionare Nodes >> Pressure e osservare come i nodi cambiano colore a seconda dei valori della pressione; Per visualizzare la legenda per il color-coding, selezionare View >> Legends >> Node (o clic destro su una parte vuota della mappa e selezionare Node Legends dal menu a comparsa). Per modificare Corsointervalli Idraulichelegenda dei colori, clic destro gli di Costruzioni della I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 35Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione dei risultatiA. Dalla pagina Map del browser selezionare Nodes >> Pressure e osservare come i nodi cambiano colore a seconda dei valori della pressione; View >> Legends >> Node (o clic destro su una parte vuota della mappa e selezionare Node Legends dal menu a comparsa). Per modificare gli intervalli della legenda dei colori, clic destro sulla legenda per far apparire il Legend Editor. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A.A. c 2011-2012 – ing Blal Adem 36 Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione dei risultatiB. Aprire il Property Editor (doppio clic su qualsiasi nodo o tratto di rete) e notare come i risultati calcolati vengono visualizzati alla fine dellelenco delle proprietà Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 37Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione dei risultatiC. Creare un elenco tabulare dei risultati selezionando Report >> Table (o facendo clic sul pulsante Table nella barra degli strumenti Standard). Scelta dati da visualizzare Tabella risultati nodali Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 38Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione dei risultatiC. Creare un elenco tabulare dei risultati selezionando: Report >> TableTabella risultati nei tubi Scelta dati da visualizzare Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 39Sunday, May 13, 12
    • Simulazione estesa a lungo periodo  Per capire meglio il funzionamento a regime del nostro sistema, impostiamo dapprima l’andamento della richiesta idrica nell’arco della giornata,  Per questo semplice esempio useremo un passo temporale di 6 ore, pertanto avremo un cambio della domanda ai nodi in quattro momenti separati nell’arco delle 24 ore. (Un passo temporale di 1 ora è quello più comunemente usato nei progetti).  Effettuiamo quindi Costruzioni Idrauliche I - A.A. estesa a “72 ore” . Corso di una simulazione 2011-2012 – ing Blal Adem 40Sunday, May 13, 12
    • Simulazione estesa a lungo periodo  Impostiamo il passo temporale selezionando Options-Times dalla pagina Data del browser e cliccando sul pulsante Edit del browser per aprire il Property Editor (se non già visibile). Inseriamo “6” alla voce Pattern Time Step ; Durata simulazione  Senza chiudere la finestra dell’editor è possibile impostare la durata della simulazione. Optando per una durata di tre giorni mettiamo “72” nel campo Total Duration. Passo temporale Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 41Sunday, May 13, 12
    • Creazione pattern Per creare il pattern dell’andamento della domanda, selezionare la categoria Patterns dal Browser e quindi fare clic sul pulsante Add Si aprirà la finestra Pattern Editor e verrà creato un nuovo pattern “1”. Inserire i valori dei moltiplicatore 0.5, 1.3, 1.0, 1.2 per i periodi di tempo da 1 a 4 che daranno al nostro pattern una durata di 24 ore. I moltiplicatori sono utilizzati per modificare la richiesta di base durante i quattro momenti della giornata. Moltiplicatore Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 42Sunday, May 13, 12
    • Assegnazione dei pattern ai nodi  Ora, per ciascun nodo della rete, dobbiamo modificare le proprietà e assegnare Pattern “1” alla voce Demand Pattern.  Per evitare di dover modificare singolarmente ogni nodo, è possibile modificare le impostazioni idruliche di EPANET.  Dal browser selezionare la categoria Options >> Hydrulics, aprire l’editor e impostare a “1” il campo della voce Default Pattern. In questo modo il pattern “1” sarà assegnato a tutti i nodi della rete, finché non viene assegnato un diverso pattern un nodo alla volta. Pattern Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 43Sunday, May 13, 12
    • Avvio simulazione  Avviare la simulazione selezionando Project >> Run Analysis o facendo clic sul pulsante Run sulla barra degli strumenti standard.  Per lanalisi estesa al lungo periodo , si dispone di diversi modi per visualizzare i risultati: Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 44Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati A. La barra di scorrimento nel browser consente di visualizzare la mappa della rete in diversi momenti temporali della simulazione. Provalo usando come la pressiona e la portata come parametri dei nodi e delle tubazioni, rispettivamente. B. I pulsanti stile VCR del Browser consentono di visualizzare un’animazione della simulazione nel tempo. Fare clic sul pulsante Forward per avviare lanimazione e sul pulsante Stop per fermarlo. Pulsanti VCR Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 45Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati C. Aggiungi frecce di direzione di flusso (selezionare View >> Options, dalla finestra di dialogo Map Options selezionare la pagina di Flow Arrows e scegliere uno stile di freccia che si desidera utilizzare). Quindi inizia lanimazione e nota il cambiamento di direzione del flusso attraverso il tubo collegato al serbatoio man mano che quest’ultimo si riempie e si svuota nel tempo. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 46Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati D. Creare un grafico serie storiche per ogni nodo o collegamento. Ad esempio, per vedere le variazioni nel tempo del livello dell’acqua nel serbatoio: 1. Clicca sul serbatoio, 2. Selezionare Report >> Graph (o fare clic sul pulsante Graph sulla barra degli strumenti Standard), che aprirà una finestra di dialogo per la scelta del tipo di grafico. 3. Selezionare il pulsante Time Series nella finestra di dialogo. 4. Selezionare Head come parametro da plottare 5. Fare clic su OK per accettare la scelta del grafico. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 47Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati Per vedere le variazioni nel tempo del livello dell’acqua nel serbatoio: 1. Clicca sul serbatoio, 2. Selezionare Report >> Graph (o fare clic C sul pulsante Graph sulla barra degli strumenti Standard), che aprirà una C finestra di dialogo per la scelta del tipo di grafico. C 3. Selezionare il pulsante Time Series nella finestra di dialogo. 4. Selezionare Head come parametro da plottare 5. Fare clic su OK perParametri la scelta del accettare Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. grafico. 2011-2012 – ing Blal Adem 48Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati Si noti il comportamento non esattamente periodico nel tempo del livello dell’acqua nel serbatoio. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 49Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati Data>>>Options>>>Times Total duration = 480 hr Fase di avviamento Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 50Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati Per vedere le variazioni nel tempo del livello dell’acqua nel serbatoio: 1. Clicca sul serbatoio, 2. Selezionare Report >> Graph (o fare clic C sul pulsante Graph sulla barra degli strumenti Standard), che aprirà una C finestra di dialogo per la scelta del tipo di grafico. C 3. Selezionare il pulsante Time Series nella finestra di dialogo. 4. Selezionare Head come parametro da plottare 5. Fare clic su OK perParametri la scelta del accettare Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. grafico. 2011-2012 – ing Blal Adem 51Sunday, May 13, 12
    • Visualizzazione risultati Si noti il comportamento periodico nel tempo della portata nei tubi; max 4 elementi contemporaneamente. Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 52Sunday, May 13, 12
    • File . INP File >>> Export >>> Network… [Commento ] Proprietà nodi Bacino idrico Serbatoio Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 53Sunday, May 13, 12
    • File . INP Pattern domanda Curva pompa Qualità acqua Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 54Sunday, May 13, 12
    • File . INP Impostazioni temporali Impostazioni idrauliche Coordinate Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 55Sunday, May 13, 12
    • File . INP Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 56Sunday, May 13, 12
    • Grazie per l’attenzione Corso di Costruzioni Idrauliche I - A.A. 2011-2012 – ing Blal Adem 57Sunday, May 13, 12