Your SlideShare is downloading. ×
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Corte Grande N°  20 - Marzo 2007
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Corte Grande N° 20 - Marzo 2007

302

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
302
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Prog. Grafico di Daniele De Simeis MARZO 2007PERIODICO DI INFORMAZIONE MARTANESE ANNO I I° - NUMERO 20 - DISTRIBUZIONE GRATUITAIscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile Fernando Durante per l 8 Marzo na Alessandra Mussulini Lo specchietto per le allodole festa della dazn ne o io a Martano? di Luigi Saracino gli auguri della red di Anna Tamborrino Costruire in campagna… e poi? L Italia non ripudiava il fascismo? "Alternativa di Sergio Saracino Sociale" di cui la Mussolini è la rappresentante, E’ tempo di elezioni. Anche chi, per cinque“Tanto tuonò che piovve” "Forza Nuova e Fiamma Tricolore", che sostengono anni, non si è mosso di un millimetro dalla E’ Antonio Micaglio il candidato sindaco il ripudiato partito non sono forse italiani? sedia su cui , lo hanno fatto sedere, sente il per il centrosinistra di Martano, Italiani! Così avrebbe esordito il nonno della bisogno di farsi conoscere: bisogna chiedereescluso lo Sdi e Rifondazione che hanno deciso benemerita Alessandra Mussolini, ospite, da quel voti. Ed allora, ecco arrivare la lettera a casa, di correre con una lista autonoma. che si annuncia, del centro anziani di Martano, di contenente lo specchietto delle allodole. di Fernando Durante cui Antonio De Santis è il presidente. L’assessore al Personale, Luigi Saracino (chiDopo la rottura con i socialisti dello Sdi-Rosa nel In occasione dellotto marzo, "Festa della donna", sarà costui? Si è chiesta la gente), informaPugno e Rifondazione Comunista, Ds, Margherita, si organizzerà una cena nella sala oratoriale di Don che si può costruire in campagna, anche suComunisti Italiani, Udeur, Italia dei Valori, Bosco. Il signor De Santis segretario della UIL, appezzamenti di terreno, inferiori all’ettaro.Socialisti Autonomisti,hanno deciso di candidare al fianco dei lavoratori contro lo sfruttamento e gli Ed all’interno, in facciata, campeggia la suaa sindaco, Antonio Micaglio, chirurgo-angiologo sfruttatori, ha avuto la brillante idea di invitare foto (abbiamo ragione noi che per farsipresso l’Ospedale di Nardò. E’ finita, in questo come simbolo della femminilità e della lotta allo conoscere ha bisogno di allegare una foto).modo, l’estenuante battaglia sul nome che era sfruttamento: Alessandra Mussolini. Finalmente avremo “un paese diffuso”,partita dall’immediato dopo elezioni politiche, e Uno scherzo, una barzelletta di cattivo gusto? segue a pag. 2che aveva visto la coalizione del centrosinistra No, la verità!uscirne vincente. Un poco meno entusiasmante di Se i sindacati Torinesi nascondevano membri dellequel che avevano promesso tutti i segretari deipartiti coinvolti. Ma pur sempre un risultato che, BR, qualche sindacato locale non nasconde le E le Pale Eoliche? proprie simpatie per lestrema destra. Come mai le Una storia triste che parla di soldi. La posizionese rinviato all’infinito, avrebbe potuto determinare divise non intervengono in ottemperanza allarticolo dell’Unione dei comuni della Grecìa Salentina.la sconfitta prima ancora degli scrutini. Cosaavevano detto i segretari dei partiti nell’enfasi 113bis (comma 7.quater) del c.p. e dellarticolo E’ l’ultima trovata a cui ogni amministrazionedella vittoria? Si erano dichiarati tutti a favore costituzionale, che riconoscono limpraticabilità si affida per la sopravvivenza economicadell’unità del Centro-Sinistra (come a qualcuno del pensiero fascista, in merito alla memoria storica. della propria comunità. Nient’altro. In lineapiace caratterizzare la formazione, non segue a pag. 2 di principio dovrebbero dare unaCentrosinistra). Non solo, e qui viene da ridere, considerevole mano alla produzione diavevano sollecitato di fare presto. E perché lo Sdie Rifondazione se ne sono andati per la loro strada? Sull’infinita storia energia pulita. Ma, come sostiene il geologo, Sergio Saracino, il massimo contributo alPerché gli altri partiti hanno deciso di non dare dell’Uranio impoverito risparmio energetico, di conseguenza allaaltre proroghe alle dibattute decisioni dei due sul Convegno nazionale a Martano. diminuzione della richiesta, è costituito dalnome del candidato e imposto l’aut-aut. Questo è Presenti numerosi rappresentanti risparmio energetico che ogni famiglia può, in sostanza, quel che si dice. Comunque il dado delle forze politiche di governo dare, subito. A suo parere basterebbeè tratto. Non ci potranno più essere ripensamenti. di Antonio Micaglio sostituire tutte le lampade di casa del tipoAnche se, il segretario dei Ds, Mario Mastrolia,non ha chiuso la porta del dialogo a chiave. tradizionale, con altre “a risparmio In data 23/02/07 si è tenuto energetico”, per ottenere un risparmio di a Martano un interessante notevolissime dimensioni. Almeno pari alla “MARTANO NON CONOSCE convegno su “ L’uranio produzione di una pala eolica. PIU’ LA CULTURA SANA killer” che ha registrato la presenza di un folto ed segue a pag. 2 DELLO SPORT” interessato pubblico, nella SOMMARIO Maristella Chiriatti intervista sala convegni di piazza Martano non conosce più la cultura sana pag. 1-6 Luigi Perrotta ex assessore allo sport Caduti. Tra i relatori di dello sport di Maristella Chiriatti Luigi Perrotta che contesta alcune chiara fama sono stati Tanto tuonò che piovve pag. 1 dichiarazioni del sindaco in materia presenti: l’Amm/glio Falco di Fernando Durante Accade, già parlamentare; Alessandra Mussolini a Martano? pag. 1-2 di Anna Tamborrino Lo spunto per questa la sen. Cardini; Sullinfinita storia dellUranio impoverito pag. 1-4 presa di posizione nasce il sottosegretario alla giustizia, Alberto Maritati; di Antonio Micaglio Lo specchietto per le allodole di Luigi Saracino pag. 1-2 a seguito delle il prof. Luches, fisico della Materia dell’Università di Sergio Saracino dichiarazioni rilasciate di Lecce. Folta ed interessata la presenza di genitori E le pale eoliche? pag. 1-2 dal sindaco, Ing. Alienarsi dai problemi pubblici è una soluzione pag. 2 di caduti, “in tempo di pace”, provenienti da tutta di Letizia Gaetani Pasquale Conte, sul Italia, in seguito a contaminazioni da uranio I nostri casi...meglio lasciarli al caso? pag. 3 Letizia Gaetani giornale “Città impoverito. Tra questi toccante la testimonianza Piergiorgio Welby... pag. 3 magazine”, in materia di Salvatore Antonaci, padre di Andrea, giovane di Andrea Coluccia di sport, e non solo. Lettere al direttore pag. 3 di 26 anni deceduto nel dicembre del 2000 per Distruggere senza ricostruire pag. 4 “Nel resoconto del suo “linfoma non Hodgkin”, contratto alcuni mesi di Paolo Saracino i m p e g n o Iena Ridens pag. 5 prima, al ritorno da una missione a Resistere, resistere, resistere!!! pag. 6 amministrativo il Sarayevo(Bosnia). Sanguigno e partecipato di Marco Termo sindaco parla di sport senza averne la minima Salviamo il...nostro calcio pag. 6 l’intervento del cap. Calcagni, elicotterista, che di Francesco Donateo cognizione di causa. Intanto, perché da ciò sta pagando sulla propria pelle gli effetti della "D.B. Volley - Martano" pag. 7 di Maristella Chiriatti che afferma si ha ben coscienza che di sport contaminazione da Uranio impoverito; del signor. Fiera candelora: un bilancio positivo! pag. 7 non si è mai davvero interessato e che ora lo Pilloni, arrivato per l’occasione da Oristano di Fabio Tarantino segue a pag. 6 Si amplia lazienda Natura & Benessere pag. 8 segue a pag. 4 di Fernando Durante
  • 2. MARZO 2007 2 dalla prima pagina Lo specchietto per le allodole...di Sergio Saracinoproprio come succede con l’albergo. Un “bed and breakfast”, tutt’intorno O no? Per dire. Ma quello che è più inquietante è l’accorpamento possibile.all’abitato. Ma come si fa a pubblicizzare cose del genere. Cosa non fa il Ovvero, se uno ha tanti piccoli pezzi di terra distribuiti sul territorio, puòvoto. E poi, il dopo non si spiega? E l’impatto ambientale? Ma questo non mettere insieme la loro estensione, in un conteggio complessivo e ricavarneè un problema per l’assessore, evidentemente. Ed i costi per fare un pozzo i mq di copertura di una casa, a ridosso del paese, sul terreno più piccolo,per l’approvvigionamento dell’acqua? Senza contare che in un breve tratto per ipotesi.di territorio potrebbero essere presenti decine di pozzi, che andrebbero ad Lo specchietto delle allodole dove si nasconde.emungere acqua da una falda, di suo, vicina al collasso. E’ questo, Nel fatto che, molto probabilmente, per non dire certamente, questoprobabilmente, il problema dei problemi ambientali che si presenterebbero. “suggerimento” non sarà mai realizzato.Ed i costi per portare la fogna, o scavare la buca a tenuta stagna? E la luce? Si, perché il Piano Urbanistico Generale di ogni paese deve essere inseritoE poi, chi non ha nemmeno un metro quadrato di terra che fa, paga le tasse in quello provinciale, il cosiddetto Pctp (Piano di coordinamento territorialeper quelli che ce l’hanno? Si, perché la raccolta dei rifiuti il comune è tenuto provinciale), e l’ipotesi pubblicizzata dall’assessore non vi sarà mai compresa,a farla anche per le case di campagna autorizzate. tanto è dirompente sul piano della regolamentazione del territorio. dalla prima pagina E le pale eoliche?Il calcolo è semplice. Se una famiglia utilizza una lampada a risparmio da ingorgo di “ giramento” di pale ai confini del proprio territorio. Come dire:ad17 Watt, ha una illuminazione pari ad altra di tipo tradizionale di 100 Watt. un palmo dal mio c... Per quanto tenuto nascosto il problema è venuto allaPer cui il risparmio ora sarebbe di 83 Watt che, mltipliacto per un appartamento luce grazie a due assemblee organizzate dall’assessore all’Ambiente, Brunodi 4 stanze di media darebbe un risparmio di 320 che, moltiplicato per le Contino, secondo cui informare la gente sarebbe “ un impegno morale”,3.000 famiglie di Martano, fa un risparmio di circa 1 megawatt/h, ovvera una, l’altra dal capogruppo consigliare del gruppo, “ Centro-Sinistra Unitola produzione di energia di una pala. Ed allora, è facile, no? Ed, invece, per Martano”, Donato Saracino. In queste si sono registrati interessantiservono soldi. Di conseguenza, anche le pale. Anche Martano, naturalmente, interventi fatti da semplici cittadini. Sono stati avanzati degli interrogativiha bisogno di soldi, e quindi, di pale. 12, per l’esattezza. E che siano presso ai quali, per l’assenza di amministratori competenti e di tecnici del ramo,la “Specchia dei Mori” o sul “ Foderà” poco importa. Quei denari servono. sono rimasti senza alcuna risposta. Ma soldi erano previsti in entrata e soldiE silenzio. Se Martano autorizza l’insediamento di 12, Zollino ne autorizza arriveranno. Però, non è ancora detta l’ultima parola. Per la gioia degli10, così Martignano e Carpignano. Ed indovinate dove? Bravi, avete ambientalisti duri e puri.indovinato: tutte al confine del proprio feudo, lontane dagli occhi della La Regione sta studiando il territorio nell’intento di individuazione di 2/3gente. Che è, poi, sempre la stessa fascia di territorio. Per cui avremo un siti su tutto il territorio, per individuarne migliori. Alienarsi dai problemi pubblici è una soluzione? La gestione dei rifiuti sembra essere una faccenda di altri! abbandonati. Paesaggio immondizia. Il nostro importanza la collaborazione dei singoli utenti biglietto da visita. Le vie Persia e Traglia, la vicinale perchè l’ambiente, da sempre, è di tutti. che congiunge Martano a Carpignano ed altre Cerchiamo anche di scappare dall’invettiva che strade sono soggette alla noncuranza dei cittadini Giuseppe Parini ne “ la salubrità dell’aria” stessi. Abbandonare i rifiuti nelle strade limitrofe indirizzò a coloro che sono una minaccia alla salute il centro abitato è diventata la soluzione al problema pubblica; tale apostrofe, sebbene con più di due pigrizia e la conseguenza di un atteggiamento secoli di ritardo, sembra essere estremamente irriverente. Trascurare l’ambiente, però, significa attuale: <<pèra colui che… ebbe a vile/ la salute non rispettare se stessi. Oltre la natura, è lesa la civile.>>. La corretta gestione dei rifiuti può salute e la pulizia pubblica. È necessario rispettare rappresentare il punto di partenza del percorso che le norme a tutela del paesaggio e delle bellezze porta al miglioramento del benessere pubblico. naturali per migliorare la qualità della vita; ilLe strade di Martano non permettono più il risanamento e la tutela del territorio si può ottenereparcheggio di ingombranti cassonetti per la raccolta solo attraverso una collaborazione comune. Èdi immondizie ma le vie di campagna sono adibite interesse di ogni cittadino del pianeta porre frenoa discarica. Martano sembrava aver fatto un passo al degrado ambientale; inoltre sarebbe esemplareavanti nel problema della gestione dei rifiuti grazie diffondere modelli comportamentali dial provvedimento della raccolta differenziata, ma autocontrollo e maturità, che certo non sono quellile strade periferiche evidenziano che non è ancora che si stanno affermando nel nostro ambiente.maturato il senso di responsabilità tra i cittadini. Forse basterebbe maggiore responsabilità da parteIl nostro paesaggio è deturpato da sacchetti di dei cittadini stessi: è sufficiente che ognuno siaplastica abbandonati, le nostre campagne consapevole delle proprie azioni e soprattutto checontaminate da recipienti di ogni genere. Una sia a conoscenza delle conseguenze di ogni gesto.passeggiata nelle aree adiacenti al centro abitato Per realizzare un progetto importante e delicatocoincide con un’esplorazione dei rifiuti come quello della raccolta differenziata è di grande Letizia Gaetani dalla prima pagina Alessandra Mussolini a Martano? Di Anna TamborrinoLa nipote del DUX DUCIS, avete forse dimenticato i morti della seconda viventi. Cosa dovrebbe rappresentare la Mussolini come donna? Il luttoguerra mondiale? In ogni casa dei martanesi vi è una foto di un parente incancellabile delle madri e delle mogli dei militari costretti al fronte? Cosamorto durante la guerra. Cattivo gusto meridionalista? No, vite spezzate nel dovrebbe rappresentare la fame delle famiglie a cui veniva sottratto il panefiore degli anni da una guerra, che ci ha visti a fianco dei tedeschi come e le fedi nuziali in nome della guerra? Cosa dovrebbe rappresentare ilcani scodinzolanti e ci ha portati tra le braccia degli americani come cani sacrificio dei partigiani? La Mussolini è un insulto alla libertà! In veste dibastonati. Cani al guinzaglio di qualcuno, un popolo violentato da una Martanese, io mi dissocio da tale evento. Questa iniziativa va bloccata! Nondittatura. Dissidenti politici impiccati sulla pubblica piazza per aver si può rimanere passivi di fronte ad uno scempio tale, dove sono finitipronunciato parole di libertà. Bambini educati nelle scuole come fossero Rifondazione comunista, i giovani della sinistra?dei militari, bambini costretti a scrivere sui quaderni: VIVA IL DUCE. Io mi appello alle singole persone, che leggeranno questarticolo, questoBambini forgiati come fossero delle macchine da guerra e non degli esseri scempio va fermato! Amalthea Formaggi Mozzarelle, Burrate, Scamorze, Giuncata, Tenerello, Pecorino, Formaggio fresco, Ricotta, Caciotta Amalthea Cell. 320 0113239 si affaccia su Piazza Pertini a Zollino Tel. 0836 600091 Vi a B a r i - Z O L L I N O ( L e )
  • 3. MARZO 2007 3 I NOSTRI CASI… MEGLIO LASCIARLI AL CASO? Dopo la legge 194/78, dopo la legge 40, dopo il caso Welby… ancora perplessitàApprovate la legge 194/78 sull’aborto e la legge un essere vivente o un ammasso di cellule? stessa. Non dando il giusto valore alla vita, siamo40 sulla procreazione artificiale, passata la bufera La risposta è fornita dalla biologia e dalla filosofia pronti a giustificare decisioni spesso estreme edscatenata dal caso Welby, torna il sereno. e soprattutto quest’ultima offre una dimostrazione irreversibili; in passato l’uomo ha sostenuto ilSono argomenti ormai superati oppure devono facile e logica a coloro che trovano irrazionale o suicidio nel caso in cui le condizioni sono contrarieessere considerati problemi che non potranno mai addirittura ridicolo considerare l’embrione una all’adempimento del dovere ( stoicismo ), oraavere una risposta? “Accantonato” il tema persona. Molti osservano che non possono esistere “è giusto morire” se si vive da vegetali. Nei secolieutanasia, con la morte di Welby; discusso come le funzioni razionali se il cervello non si è ancora l’oggetto preso in esame cambia nome attraversoargomento all’ordine del giorno, per vari giorni, formato, lasciandosi ingannare dalle forme esterne manipolazioni linguistiche.quello della pena di morte, ed “archiviato” anche e considerando il cervello la causa del ragionare Queste, dietro l’immediata ed inevitabile distrazionequesto problema dopo la morte di Saddam Hussein; anziché lo strumento attraverso il quale si ragiona. a cui portano, nascondono il grande mistero, quelloresta l’incertezza. Aborto, procreazione artificiale, Sarebbe come confondere il flauto del musicista che da sempre l’uomo ha cercato di risolvere:eutanasia e pena di morte: i problemi della vita e con l’arte stessa che egli manifesta attraverso quello della vita.per la vita. Vita e morte, nascita e scomparsa messi questo: la mancanza dello strumento musicale Questo vuole solo essere un invito alla riflessionea confronto dando agli stessi uomini l’opportunità impedisce all’artista di esprimersi, non di essere ed al dialogo, dal momento che il mondo, compresadi decidere quando, come e chi far nascere o morire. tale. Così l’uomo non è persona solo per la presenza la stessa Italia che è un paese civile, ci fa assistereIl vero problema è che non è chiaro cosa sia la vita degli occhi, delle braccia o del cervello: l’esistenza ad avvenimenti terrificanti, stragi che non hannoe quando questa abbia inizio e fine: l’embrione, di questi è dovuta alla presenza della persona bisogno di parole, solo di considerazione. Letizia Gaetani PIERGIORGIO WELBY: diritto a morire, diritto alla libertà, diritto alla scelta Il mese scorso, lo Stato italiano è stato alle e chiede di mettere fine ad una sopravvivenza crudelmente ‘biologica’ – io prese con una questione molto importante e credo che questa sua volontà debba essere rispettata ed accolta con quella spinosa: legalizzare l’eutanasia. Il caso di pietas che rappresenta la forza e la coerenza del pensiero laico» La Piergiogio Welby è entrato prepotentemente testimonianza di Piergiorgio Welby deve farci riflettere, non possiamo fare nella nostra quotidianità. Welby era un uomo semplici moralismi sulla sofferenza delle persone. Spesso chi chiede affetto da distrofia muscolare, che in una volontariamente di porre fine alle proprie sofferenze mediante l’eutanasia lettera aperta indirizzata al Presidente della è vittima dell’accanimento terapeutico, anche se, nel caso di Welby, il Repubblica Giorgio Napolitano chiedeva che respiratore non è stato definito accanimento terapeutico. Questa è una pratica gli fosse concesso il diritto di morire per sbagliata nel momento in cui si sa che le condizioni di un determinatomezzo dell’eutanasia. Piergiorgio Welby, a causa della progressione di questa paziente sono irreversibili. La maggiore opposizione all’eutanasia provienemalattia, non era più in grado di essere autosufficiente; infatti, egli viveva dalla Chiesa che, rifugiandosi in principi morali ormai superati, l’avevagrazie all’ausilio di macchine che gli facevano definire la sua una “non vita” negata a Piergiorgio, anche se la malattia gli aveva procurato enormiin quanto la vita per Piergiorgio «è la donna che ti ama, il vento tra i capelli, sofferenze sia psicologiche che fisiche negando quel diritto alla libertà diil sole sul viso, la passeggiata notturna con un amico. Vita è anche la donna cui ogni essere vivente ne è titolare. Infatti, se l’uomo ha ricevuto il liberoche ti lascia, una giornata di pioggia, l’amico che ti delude» e aggiunge che arbitrio da Dio, sarà, in particolare, l’uomo stesso a rispondere direttamenteciò «è solo un testardo e insensato accanimento nel mantenere attive delle a Dio; se l’eutanasia si basa su una scelta umana, sarà Dio stesso a ritenerefunzioni biologiche». Welby chiedeva al Presidente della Repubblica che giusta o sbagliata quella scelta che ha portato quel determinato uomo aanche in Italia fosse fatta una legislazione sul modello svizzero, belga o prendere quella decisione. Non devono essere gli altri uomini a condannareolandese, in cui una persona può decidere di porre fine alle proprie sofferenze. o a beatificare; lo Stato, invece, dovrebbe garantire la libertà di ogni singoloIn un’altra parte della sua lettera diceva che «Sua Santità, Benedetto XVI, cittadino di porre fine alle proprie sofferenze. Odiernamente solo in un casoha detto che “di fronte alla pretesa, che spesso affiora, di eliminare la è permesso “staccare la spina”, cioè quando nel paziente si verifica la mortesofferenza, ricorrendo perfino all’eutanasia, occorre ribadire la dignità cerebrale; in Welby era solo il cervello che funzionava, il resto viveva grazieinviolabile della vita umana, dal concepimento al suo termine naturale”. Ma ai macchinari. Il 21 dicembre 2006 Piergiorgio Welby è morto con l’aiutoche cosa c’è di “naturale” in una sala di rianimazione? Che cosa c’è di di alcuni radicali e di un medico che lo ha sedato prima di staccare la spinanaturale in un buco nella pancia e in una pompa che la riempie di grassi e del respiratore. Si può essere favorevoli o non favorevoli a ciò che è statoproteine? Che cosa c’è di naturale in uno squarcio nella trachea e in una fatto, ma una cosa è certa: è stata fatta la volontà di Piergiorgio.pompa che soffia l’aria nei polmoni? Che cosa c’è di naturale in un corpo A questa particolare storia dobbiamo purtroppo aggiungere un ulteriore tristetenuto biologicamente in funzione con l’ausilio di respiratori artificiali, episodio; la Chiesa ha negato il funerale religioso a Piergiorgio perché haalimentazione artificiale, idratazione artificiale, svuotamento intestinale considerato questo atto un suicidio. L’istituzione ecclesiastica rappresentaartificiale, morte-artificialmente-rimandata? Io credo che si possa per ragioni Dio, ma non è Dio, nel senso che sarà Dio stesso a punire o perdonare questodi fede o di potere, giocare con le parole, ma non credo che per le stesse atto.ragioni si possa “giocare” con la vita e il dolore altrui. Quando un malato Manca solo che questa Chiesa bigotta istituisca nuovamente il tribunaleterminale decide di rinunciare agli affetti, ai ricordi, alle amicizie, alla vita della santissima inquisizione. di Andrea Coluccia .lettere al direttore. lettere al direttore Caro direttore Le comunico la seguente notizia e se la riterrete degna di nota, vi farò avere le copie dei documenti. Bisogna avvertire le casalinghe martanesi che il comandante dei Vigili urbani di Martano ha intrapreso una battaglia personale contro i tappeti stesi a "prendere aria" sui balconi delle case. A mia moglie è stato recentemente contestato (con relativa multa di euro 50,00) il fatto di aver appoggiato durante le operazioni di pulizia della casa, il tappeto del soggiorno sul parapetto del nostro balcone. Tengo a sottolineare che, così come rilevato dal comandante, il tappeto era solo "...steso..." e non si stava effettuando alcuna operazione di battitura, spazzolamento o altro. Tra laltro ci stiamo opponendo alla multa, perché nessun articolo del regolamento di polizia municipale, vieta quanto contestato. Il divieto è fatto solo per il lavaggio e lo sciorinamento di panni, oltre che per lo "spazzolamento" di tappeti. A Voi le conclusioni. Saluti e buon lavoro. Antonio Nocera La notizia ci ha fatto contattare immediatamente il comandante che ci ha dichiarato la completa disponibilità dei vigili di affidarsi totalmente alle regole, a volte non scritte, della convivenza civile, soprattutto in un paese come Martano, dove tutti si conoscono. Le cose cambierebbero quando, invece, qualcuno dovesse rivolgersi ad un legale, come pare sia avvenuto in questo caso, per risolvere beghe anche di piccola entità, come pare sia questa. Allora si applicherebbe il regolamento. Cosa dica, però, questo non siamo in grado di dirlo. Ci documenteremo in proposito, impegnandoci a dare una risposta nel prossimo numero del giornale. Per chi presenta il tagliando Natura Benessere un buono sconto Natural Essences & Cosmetics Atala ® homefitness su bici 10% fitness 15% www.benesserenatura.com I tagliandi non sono cumulabili
  • 4. MARZO 2007 4 DISTRUGGERE SENZA RICOSTRUIRE Un bell’esempio di rispetto per chi si rappresenta Sono più di cento, in paese, gli nel dimenticatoio, sperando che, anche la gente se ne scordi. Lasciare in alberi eliminati (abbattuti o fatti vita quelle piante doveva costituire anche un termine di confronto sulle seccare) dall’attuale sensibilità degli amministratori che si sono succeduti nel tempo. Confrontando amministrazione comunale. le proprie azioni sul realizzato. Ora lo faranno sul “nulla”. Creare un “secco Gli ultimi a subire questa sorte monumentale” piuttosto che un “verde monumentale” non è certamente un sono quelli di via Mameli. volare alto sul progetto futuro di un paese. Oggi, poi, che i comuni vivono Una ecatombe. con risorse limitatissime, un’amministrazione comunale, come la nostra, a Mi è tornato alla mente il canto scadenza di mandato, dovrebbe limitare le proprie azioni gestendo risorse dell’Inferno di Dante, certe. Senza ipotecare l’azione di quella che verrà, tutto in funzione di una nell’incontro con Farinata degli propaganda elettorale, a spese di tutti. Intanto l’impegno massimo, in questo Uberti: ”Vedi là Farinata che s’è momento, è quello di promettere tutto a tutti per non scontentare nessuno. dritto: dalla cintola in su tutto E, nello sforzo di far dimenticare le cose importanti non realizzate, è partita ‘‘l vedrai”. la campagna di distrazione con la segnaletica, lo spazzamento delle strade…ed E’ raccapricciante trovarsi di altro, con lo spudorato obiettivo, di dimostrare quell’efficienza che è mancata fronte i monconi a definire i in cinque anni. In questo bailamme, inconsapevole del momento che dovrebbe margini della strada, come suggerire maggiore cautela nelle azioni, l’amministrazione di Martano, si tronchi, appunto “dalla cintola affanna a distruggere, tentando di far passare l’idea di voler rivoltare la città in su”, emergere senza chioma come un guanto, negli ultimi quindici giorni del mandato. Facendosi pagare dalla terra. dai cittadini la campagna elettorale con azioni amministrative minime, invia E’ proprio così! lettere a domicilio e ripropone Peep, Pip, Edificazioni rurali, Irrigazioni,Ce l’hanno fatta! Ecco che cosa significa essere irresponsabili e irrispettosi Fognature, Pale Eoliche, Loculi, Inceneritori, Concorsi, Contributi, Chimere…di tutto, di tutti e di quei cittadini che li hanno votati. Hanno ingannato Ma è corretto operare in questo modo? Per dirla tutta…., illudere i cittadini?soprattutto chi ha creduto in loro, designandoli alla guida di questa città. Se in cinque anni hanno perduto tutte le occasioni per farle, si può immaginareNessun elettore ha inteso dare loro il consenso per far seccare e abbattere oggi -a tempo ormai scaduto- di realizzare idee importanti, in così pocoalberi. Ma che amministratori della proprietà pubblica sono questi che tempo? Il confronto è vicino. La popolazione sarà chiamata a giudicaretrasmettono segnali così negativi alla collettività? Che il bene pubblico possa questi cinque anni di amministrazione Conte, distratta dalla spasmodicaessere trattato come fosse privato, disponendone a proprio piacimento? ricerca di sopravvivere a se stessa. Anziché impiegare le proprie risorse allaQuesto “distruggere il patrimonio comune” è sinonimo di mancanza di realizzazione e alla cura di servizi fondamentali al cittadino, si è impegnatarispetto verso l’intera comunità e va interpretato come la volontà di cancellare a creare luoghi simbolo (porte della Città e falsa propaganda). Un primociò che di buono è stato faticosamente costruito negli anni passati, attraverso cittadino oculato ed attento deve prestare ascolto -sempre- alle esigenzela progettazione, l’implementazione, l’appassionato e qualificato reali della gente, di quella, soprattutto, che non ha voce. Deve appassionarsicomportamento dei tecnici, dei dipendenti comunali, dei semplici cittadini al proprio progetto di: insieme per il futuro del paese. Quindi, qualsiasie degli amministratori. Un’amministrazione seria e rispettosa degli interessi azione amministrativa andrebbe discussa prima, ed attuata dopo, con umiltàcollettivi, avrebbe sentito l’obbligo di curare il verde esistente e di ampliarlo, e sobrietà. Senza far ricorso alle frasi fatte, alle battute da bar, per giustificare,destinando altre aree, al fine di allargare il “polmone verde” disponibile. comunque, ciò che non è giustificabile, e di cui il nostro primo cittadino èCosa che il sindaco propose all’inizio del suo mandato, con l’ipotizzato maestro. Se poi non si è capaci di farlo. Beh! Allora, per il bene di tutti,“Parco di Artemide”. Bel nome! Al nostro primo cittadino piace crogiolarsi responsabilmente, sarebbe bene ritirarsi in buon ordine. Ma non è cosa dain denominazioni classiche per definire progetti che, con il tempo, si perdono Conte, e questo ci preoccupa. Paolo Saracino Si affidano bellissimi cuccioli di taglia media già sverminati a veri amanti degli animali. Per informazioni chiamare il numero 3204817626. dalla prima pagina Sullinfinita storia dellUranio impoverito di Antonio Micaglio(Sardegna); di una signora di Barletta (che ha relazione di Falco Accade, presidente di una indennizzo e il risarcimento del danno malattia-testimoniato i disturbi mentali del figlio al ritorno associazione nazionale che difende i familiari delle morte, al pari degli altri paesi europei, ed al paridalla stessa missione); di un ex militare di vittime militari, che ha fatto l’excursus della dei caduti di Nassirya). Non ci possono esserePalagiano(attualmente dipendente “civile” vicenda, a partire dai dati forniti dalla difesa caduti di serie A e di serie B.dell’arsenale di Taranto, in seguito ad intervento americana, che conosceva i rischi di questo Sui muri della sala –conferenze sono stati espostiper tumore alla tiroide); del signor Camuso, che materiale, subdolo e a basso costo, sin dal dei pannelli fotografici e descrittivi circa l’utilizzoha relazionato sulla presenza di uranio impoverito 1984(sindrome del golfo, Somalia, etc). Ha fatto- dell’uranio impoverito, per scopo militare.in Puglia e nell’Adriatico. Il prof. Luches ha poi- seguire le norme di tutela dei suoi militari in La senatrice Cardini, incaricata di trarre lerelazionato sugli aspetti tecnici, sostenendo che il missione. In netta contrapposizione conclusioni del bel convegno, ha ringraziato tuttivero killer, più che l’uranio impoverito in sé, sono all’atteggiamento di superficialità che i vertici i presenti e i relatori promettendo di farsi portavoce,le esplosioni e le polveri che si diffondo e della Difesa italiana hanno continuato ad avere nel anche in seno alla nuova commissione d’inchiestacontaminano. Giuseppe Serravezza, oncologo, tempo, nei confronti del problema. Molti gli sul problema (vice Presidente di questa è il senatorepresidente della lega italiana per la lotta contro i interventi del pubblico che hanno posto l’accento Costa, peraltro assente al convegno…),tumori di Lecce, nella sua relazione ha voluto di critica verso le guerre in generale e che hanno delle problematiche emerse dall’incontro e di farsiricordare l’impegno della locale delegazione di posto la giusta esigenza di tutti i presenti nelle portavoce dell’assordante “grido di dolore”Martano( intitolata -non a caso- ad Andrea decisioni di tutela, anche previdenziale- (“da rompere i vetri dei palazzi”, come ha detto laAntonaci), ed ha voluto mettere l’accento sugli assicurativa, dei militari in missione e di tutela mamma di Barletta al convegno) che si èaspetti epidemiologici ed ambientali del rischio di anche previdenziale- assicurativa (ivi compreso il levato dal convegno di Martano.uso di sostanze pericolose. Appassionata la riconoscimento delle cause di servizio, l’equo Speriamo bene! Produzioni Cinematografiche organizza un CORSO GRATUITO di COMPUTER GRAFICA con lutilizzo di SOFTWARE LIBERO (OPEN SOURCE). Per iscriversi o per informazioni rivolgersi presso la sede in Via Catumerea 30 a Martano (dal lunedì al venerdì ore 16 - 19 sabato ore 10-13) oppure chiamare al 334/1253388.
  • 5. MARZO 2007 IENA RIDENS 5 Abbiamo letto con estremo interesse gli auguri del sindaco, Pasquale Conte, alle donne per la Festa dell8 marzo. Bellissimi. Un commento da Iena. Perchè non li dici con parole tue? SANREMO PROTEGGICI Prima di concludere il mandato, lassessore A seguire Beppe Trerè ha riarrangiato Cesarino Chiriatti ha deciso di organizzare "Pensa" di Fabrizio Moro, ed il suo ultimo karaoke, basato in particolare è facile capire perchè. Luigi Protopapa sulla recente edizione del Festival di voleva cantare "Il terzo fuochista" Sanremo. Ma questa volta a cantare sono di Tosca, con tanto di effetti stati esclusivamente i politici martanesi. pirotecnici, ma gli si è opposto Allestito il palco, non potendo avere Baudo, il Comitato Feste Patronali. Sul palco ci accontentiamo del vulcanico si sono poi esibiti, a conclusione della MesciAntoni. Al posto della Hunziker, manifestazione, Mario Mastrolia e i doveva esserci Alessandra Mussolini, ma ha quattro candidabili a sindaco diessini dato forfait allultimo momento, per che hanno cantato "Ti regalerò una questioni di compenso. La volevano a costo rosa(di nomi)" di Simone Cristicchi, zero! ed hanno vinto il Festival e il Il primo ad esibirsi è stato Marco Castelluzzo Premio della Critica per aver centrato che ha cantato "Nel perdono" di Al Bano, il tema: "neuropsichiatria e dedicando il brano agli amici della sinistra e della destra. Risparmiando il psicopatologia cronica". Forse con centro. un solo petalo di quella rosa i Ha proseguito Vincenzo De Paduanis, che ha cantato "Senza me ti pentirai" Ds potrebbero vincere il Primo di Leda Battisti, rivolto al sindaco Pasquale Conte, che subito dopo ha preso Premio alle prossime elezioni, il microfono per improvvisare "Tutto da rifare" dei Velvet. sicuramente si sono già aggiudicati A seguire, prima lesibizione di Franco Farì che, sfoggiando canna da pesca il Premio della Critica (anzi, dei Più e certificato medico, ha cantato e ballato "La paranza" di Daniele Silvestri. Criticati). BALLE SPAZIALI di Louis SaracinoNUOVO IMPEGNO PER LA CANDELORA Nella tradizione di "Balle Spaziali" di Louis Saracino si è Isaac Asimov, attestata ai primi posti tra i best-sellersDopo una riunione molto vivace del Comitato Fiera Candelora, continuando nella di fantascienza da circa cinque anni.la decisione è stata presa allunanimità. scia di George Polverizzato il record di "GuerreLa novità importante della prossima annata sarà lingaggio di un Lucas, forte Stellari", superate le fantasie di Julesconsulente dimmagine. dellesperienza di Verne. Il punto di forza di questoUn vero e proprio lookologo, un esperto di look per intenderci, Star Trek, sul pregevole autore sta nella inconsuetache curi limmagine del presidente Luigi Donno quando va in televisione, panorama italiano forma letteraria. Spedisce le sue operein particolare gli impedisca di indossare mai più quel berretto davanti si affaccia un nuovo di fantasia in forma di letteraalle telecamere! autore di Fantascienza: Louis Saracino, fotocopiata, una vera innovazione italiano di origini francesi. Da alcuni nellambito della scrittura creativa. CAMBIO DI FUSTI anni ha prodotto autentici capolavori di fantasia, in particolare la trilogia Non ci credete? Provate a presentare un progetto per costruire una casa suSolo nel corso dellultimo anno a Martano sono stati abbattuti 57 alberi di "Balle Spaziali", la sua opera un terreno inferiore ad un ettaro: vie piantati 43 nuovi segnali di stop; così, almeno non seccano. migliore. Il mondo letterario è risponderanno che è Fantascienza!Ma non vi sembra ingiusto e fortemente impari? entusiasta delle sue invenzioni, dei Dopo aver scambiato le case diA fronte delle lamentele dellopposizione, il Sindaco, di concerto con suoi artifizi retorici, della sua inesausta campagna con quelle della libertà,il Comandante dei Vigili Urbani e il Dirigente dellUfficio Tecnico, ha capacità di inventare Balle gigantesche lautore, in una recente intervista hadeciso di venire incontro a questa disparità: verranno piantati i 12 stop cercando di farle passare come cose dichiarato di voler proseguire per imancanti. vere. Nessuno in Italia è riuscito fino prossimi cinque anni in questa suaTutti ad alto fusto. a tanto, nemmeno un suo omologo forma artistica. I suoi fan sono proveniente da Arcore. La saga di entusiasti. Già la foto basta ed avanza per immortalare i disperati del cuoio del lunedì. Quelli che se appena appena potessero se lo mangerebbero, tanto ne sono "rrapati". Ed invece, illudendosi di avere ancora letà per sfidare il mondo, calcano ancora il terreno del Don Bosco. Per quanto, si rendano conto del cattivo esempio che potrebbero dare e si nascondono agli occhi della gente. Neanche le notizie sui singoli trapelano facilmente. Salvo, poi, scoprire che, per dire, la riserva (Sergio Farì, per non fare nomi) mantiene come, e più di prima, "li pedi te taula". Riserve si nasce. E riserva la sorte lo ha destinato, a vita. Eppure è il primo che si mette in posa. I posteri non sapranno mai che è un esempio di pietà umana da parte dei suoi amici di "merende e merendine". Per lui quella foto è il massimo della goduria. E il suo fine ultimo. Mai nessuno saprà che non ha mai esordito dal primo minuto mettersi in libertà. Si va al campo, più che altro, per fare sfoggio delle scarpette o della maglietta appena comprata. E, visto, che si trovano si matorizzano gli stinchi. Pare che molti dei loro figli non li riconoscono al ritorno a casa. Ma per loro il lunedì è un giorno canonico, è sacro. Se piace a loro... Prov.le Martano - Soleto Km 1,500 - 73025 Martano (Le) Italy tel. 0836.571416 - fax 0836.572388 www.sprech.com - info@sprech.com
  • 6. MARZO 2007 6 RESISTERE, RESISTERE, RESISTERE!!! I gialloblù in crisi di risultati ma, sempre, in zona play-offIl Martano è in crisi di risultati e di gioco. E’ fondamentale recuperare il portierePer fortuna non è mancato il carattere Francesco Garzilli per dare sicurezzain questo periodo difficile. al reparto difensivo, che negli ultimiNelle ultime tre partite i gialloblù hanno incontri si è dimostrato distratto.raccolto solo tre punti. Il solo Luperto non può reggere tuttoIn questa fase finale del campionato ciò il peso del reparto offensivo, ha bisognoche preoccupa di più, oltre alla fisiologica di più collaborazione.stanchezza, è la mancanza di lucidità e I ragazzi guidati da mister Catalanodi idee. devono ritrovare la giusta concentrazioneLimiti sempre più vistosi ed allarmanti altrimenti quanto di buono è statoper una squadra che deve ancora costruito fino ad ora andrà perso.affrontare la fase più delicata dellastagione. Marco Termo dalla prima pagina Martano non conosce più la cultura sana dello sport di Maristella Chiriattista utilizzando per le sue manovre di una campagna elettorale di basso di 600.000.000 di lire. Questo progetto è stato poi abbandonatomacello, e poi perché è bene fare presente che lo sforzo di questa dall’amministrazione Conte (quando era ancora previsto il recupero di ingentiamministrazione per lo sport è stato davvero irrisorio” commenta Luigi fondi), che ha incaricato l’Arch. Chiriatti di farne uno nuovo. Questo nuovoPerrotta, assessore allo sport durante l’amministrazione Saracino. Invitato progetto, che oserei definire inutile, non solo non è mai stato finanziato maad entrare più nello specifico, Luigi Perrotta si sente in dovere di fare alcune non è mai arrivato né alla Provincia né alla Regione. Tanto che allaprecisazioni. Comincia con la società calcistica, essendone uno dei dirigenti. ristrutturazione dei campi di tennis ha provveduto l’associazione che li“ La somma che il comune versa alla società calcistica( che sotto la precedente gestisce, a proprie spese. Ma ora uno dei campi da tennis è stato trasformatoamministrazione era di 65.000.000 di lire mentre ora si è ridotta a 25.000 in campo di calcetto e il vecchio circolo tennis non esiste più. Questo significa€) non è ad utilizzo della società sportiva ma è a sostegno della struttura. che gli appassionati di tennis dovranno andare altrove a giocare”. La questioneQuella somma, di cui tanto ci si vanta, è indirizzata al mantenimento del del palazzetto polisportivo risulta poi particolarmente problematica. “E’campo sportivo e include spese considerevoli di sostentamento, che vanno bene precisare- rincara Luigi Perrotta- che esiste un progetto più recente didall’acqua al metano, alla manutenzione del campo stesso. Oltretutto, questa quello del 1980 di cui parla il sindaco, che risale al 1990. Il progetto delamministrazione, che vanta tanto attaccamento alla realtà sportiva del paese, palazzetto di cui parla il sindaco è, in realtà, il progetto per una palestra. Ilnon si è mai interessata della manutenzione straordinaria del campo. Tronchi progetto del ’90, invece, prevede un palazzetto polisportivo con una capienzadi alberi e altri impedimenti che si sono verificati a seguito delle calamità di 3.000 posti e con una fruibilità elevatissima. Per questo progetto sarebberoatmosferiche di qualche tempo fa sono ancora lì, nonostante si sia fatto più stati necessari i bandi che la regione ha istituiti per 4 anni di seguito e chevolte reclamo affinché si provveda a risolvere quest’incomodo. Senza il comune di Martano ha sempre accuratamente evitato. Come pensavaconsiderare poi che all’inizio della sua amministrazione il sindaco ha dunque il sindaco di far costruire il palazzetto polisportivo?”. In conclusione,autorizzato lo svolgimento della festa della birra proprio al campo sportivo, uno sguardo attento va rivolto alla situazione del bocciodromo. “ Se ile che da allora l’erbetta del campo non si è più ripresa”. Ma la nostra sindaco pensa che l’intervento più significativo che ha fatto per lo sport siadiscussione non si ferma solo al calcio e subito Perrotta coglie l’occasione costituito dal 15% versato per la ristrutturazione del bocciodromo (daldi porre all’attenzione altre questioni. “ Consideriamo anche gli impianti di momento che il progetto è cofinanziato dalla regione) vuol dire che dallatennis. Intanto, molto discutibile la decisione di affidare la gestione dei cultura dello sport siamo davvero lontani. A Martano non esiste un assessoratocampi ad una associazione di privati(non affiliata al CONI), che gestisce i allo sport e i rapporti che l’amministrazione intrattiene con le società sportivecampi stessi a scopo di lucro. E qui vorrei fare una appunto: le spese per sono nulli. Se ora si parla di sport è perché incalza la campagna elettorale.l’acqua ai campi di tennis sono sempre a carico della società calcistica e Ma allora il sindaco sarebbe dovuto essere più accorto e avrebbe dovutorientrano in quei famosi 25.000€. In più, durante l’amministrazione Saracino evidenziare il suo amore per lo sport in modo più sostanzioso, se non altroera stato redatto un progetto di ristrutturazione dell’impianto sportivo, ad perché lo sport può dare molta visibilità con poche spese. Speriamo di cuoreopera dell’ing. Zamparelli, attraverso il quale si era ottenuto un finanziamento che d’ora in poi vada meglio”. Salviamo il….. Nostro CalcioIl 27 gennaio scorso, a Luzzi in provincia di Cosenza, a causa di una rissa Questo purtroppo non sempre accade, basta assistere a qualche partita deitra dirigenti e calciatori, alla fine di una partita di calcio valevole per il campionati minori o giovanili per renderci davvero conto della situazione:campionato di terza categoria, ha perso la vita un uomo di 43 anni, Ermanno calciatori che litigano tra loro ed inveiscono contro il direttore di gara,Licursi, dirigente della Sammartinese, ucciso a calci e pugni all’interno dirigenti ed allenatori che dalle panchine insultano e minacciano anche glidello spogliatoio. avversari, aggressioni, lanci di oggetti in campo. Alcuni giorni fa, inProbabilmente da due calciatori della squadra avversaria squalificati nella provincia di Lecce, il genitore di un calciatore espulso ha scavalcato la retepartita precedente per tentata aggressione all’arbitro. di recinzione per aggredire l‘arbitro. Incredibile!Un fatto incredibile, un semplice campo di calcio di periferia trasformato Penso che ci sia bisogno dell’aiuto di tutti gli addetti ai lavori per salvarein un campo di battaglia e tutto questo per una partita di calcio! il nostro amato calcio da questo tentativo di auto-distruzione. Penso ,ancheUn fatto che mette una tristezza infinita e che dovrebbe farci pensare. Pensare ,sia necessario un forte segnale da parte della Federazione Italiana Giocoa cosa si insegna soprattutto ai ragazzi sui campi di calcio. Si evidenzia Calcio e del settore giovanile e scolastico per fare in modo che non siaquanto sia necessario riuscire a trasmettere loro la cultura della sconfitta ed punito solo il tifoso che lancia una pietra ma anche gli addetti ai lavori cheil rispetto delle regole, nonché dell’avversario, e soprattutto dell’arbitro, assumono atteggiamenti anti-sportivi di una certa gravità. Forse, non bastanospiegandogli che quest’ultimo ha bisogno della collaborazione di tutti per i soliti dieci giorni o una, due giornate di squalifica, ma è necessario ,voltasvolgere, al meglio, il suo compito. per volta, valutare l’ipotesi di allontanare, anche per sempre, certe personeE che , l’arbitro, va sul terreno di gioco per lo stesso motivo per il quale ci dai campi di calcio…. perché danneggiano gravemente la legalità ed lovanno tutti gli altri…”passione e amore per il gioco del calcio”. sport. Francesco Donateo AGRICOLA nuova generazione SOC. COOP. Coop ng 73025 Martano (LE) Via Prov. Borgagne Km. 1 Tel. +39.0836.575223 - Fax +39.0836.574614 http://www.nuova-generazione.it e-mail: info@nuova-generazione.it
  • 7. MARZO 2007 7 FORTE BATTUTA D’ARRESTO PER LA “D.B.VOLLEY-MARTANO”. Dopo le prime due vittorie arrivano due sconfitte consecutive.Dopo un inizio di campionato che sembrava sconfitta di questo tipo le responsabilità non sono proprie ragazze, che anzi ha investito di grida edavvero dei migliori, la nostra squadra di pallavolo mai solo della squadra ma investono anche rimproveri fin dall’inizio della partita. Laha subito la seconda sconfitta consecutiva. l’allenatore. “D.B.Volley” deve crescere, non c’è dubbio. LaDall’avvio di campionato, infatti, la “D.B.volley” neo società sportiva faccia tesoro di queste dueha vinto la prima partita 3 a 2 con il Corigliano e sconfitte, che probabilmente non saranno le ultimela seconda partita 3 a 0 con la “Sport fit Center”di ma che, in questo momento, sospingono allaLecce. Poi però è arrivato il primo calo di necessità di apportare le prime deviazioni di rotta.concentrazione e con questo le prime sconfitte, Lo sport è competizione sana e onesta.che hanno visto le nostre ragazze perdere 3 a 1 Crescere nello sport significa imparare checon il San Donato e poi di nuovo 3 a 1 con “Admo l’autocontrollo e la serenità d’animo sono le armiCopertino”. In quest’ultima partita si sono palesate migliori da opporre agli avversari di gioco. Forzatutte le carenze delle nostre ragazze, che non solo ragazze, serve concentrazione e carattere.non hanno dimostrato la solita capacità di gioco E serve che si recuperi lo spirito autentico della(che invece avevano dimostrato nelle tre partite competizione, senza cadute di stile e con la dignitàprecedenti a questa)ma anzi si sono lasciate andare dovuta ad ogni onesta sfida, dimostrando semprea gravi errori gestionali e ad eclatanti mancanze tutto l’impegno necessario.di carattere. Una serie di errori consecutivi ad La mancanza di controllo a cui si è assistitoopera delle giocatrici titolari, pochissima efficienza in quest’ultima partita e la poca classe con cui siin attacco, mancanza di coordinazione in campo Nell’ultima partita, infatti, il mister Stefano Rosato è affrontata questa sfida non fanno onore allohanno permesso alle avversarie di passare presto non ha dimostrato il dovuto sangue freddo e non sport e non ne fanno a voi.in vantaggio. Eppure si sa che davanti ad una si è mostrato capace di appoggiare e supportare le C’è subito necessità di cambiare atteggiamento. Maristella Chiriatti FIERA CANDELORA: un bilancio positivo! Anche quest’anno la Fiera Candelora Martanese si è svolta nel migliore dei modi. La novità introdotta in questa edizione, ovvero lo svolgimento della manifestazione zootecnica e fieristica nella prima domenica successiva al due Febbraio, ha consentito un incremento significativo delle presenze. Il Comitato organizzatore, per bocca del suo Presidente Luigi Donno, si dichiara soddisfatto sotto tutti i punti di vista: “Siamo riusciti ad aumentare le presenze e a coinvolgere i ragazzi della Scuola Elementare nel percorso tra i vecchi mestieri. Un bilancio positivo che ci fa guardare con ottimismo al futuro”. Nonostante l’impegno encomiabile degli organizzatori, bisogna sottolineare che la mancanza di una struttura fieristica o, comunque, di uno spazio più ampio rappresentano un forte limite per la crescita di questo evento. Ritengo sia necessario sposare la battaglia del Comitato Candelora Martanese per sensibilizzare gli amministratori locali a tutti i livelli per investire su questa manifestazione e dare a questa un respiro regionale, come accade per realtà più piccole ma, forse, più coese e più determinate. Fabio Tarantino Il Comitato Candelora Martanese ringrazia quanti hanno partecipato con il loro contributo alla realizzazione della fiera. Un ringraziamento particolare va al Consiglio Comunale di Martano, all’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, alla Provincia di Lecce, alla Regiona Puglia, alla ditta Sprech ed, in particolare, alla sensibilità di Pasquale Rescio, alla Cotrapos, all’Oleificio F.lli Turi di Martano, alla Coop. Nuova Generazione di Martano. Foto edizione 2007 Il Comitato Iscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 bancApulia Direttore Responsabile: Fernando Durante Redazione: Salvatore Caracuta, Paolo Saracino, spa Giuseppe Castrignanò, Marco Termo, Fabio Tarantino, Cesare Caracuta, Maristella Chiriatti, agenzia di Martano Anna Tamborrino, Letizia Gaetani. e-mail: redazionecortegrande@libero.it Per la pubblicità tel. 333 1334233. via Calimera, 8 - Martano (Lecce) Stampato da Grafiche Chiriatti Martano tel./fax 0836 574370 - cell. 348 6017927 Impaginazione Chiara Stomeo - Tiratura 4.000 copie Distribuzione porta a porta - Chiuso dalla Redazione martano@bancapulia.it Martedì 06.03.07 alle ore 13.00.
  • 8. MARZO 2007 8 Nasce una nuova rubrica,“Aziende -Lavoro”. Oltre a costituire un riconoscimento al lavoro di numerosi imprenditori martanesi, vuole essere anche uno stimolo L a cucina appetitosa e la grande cortesia ai numerosi giovani che si affacciano alla vita lavorativa. vi dipingono di rosa Aziende-Lavoro ogni cara compagnia. E d alle canfore si va Si amplia l’azienda “Natura Benessere” per dar lustro alla vita grazie al gusto che vi da la cucina assai squisita. Un cordiale colloquio con il titolare Domenico Scordari. Uno stimolo per i giovani. di Fernando DuranteLa passione, la dignità, l’orgoglio, l’impegno. Sono “ La spinta è venuta a seguito di un incontro con C on Francesco e Teresaqueste le indispensabili doti di cui deve disporre un un luminare della cultura erboristica, persona che sempre pronti a cucinaregiovane che ha l’aspirazione di crearsi una attività oggi non c’è più”, ricorda con commozione si respira aria distesalavorativa. A tracciare la strada per raggiungere il l’imprenditore. Inizia così il racconto della sua che ti fa ben rilassare.prestigioso obiettivo non è un teorico della materia, nuova vita. “ E’ stata una scelta di colpo”. Ma allama Domenico Scordari, 41 anni, a capo di Natura base c’era la voglia e l’interesse verso la ricerca e A llegria e divertimento& Benessrere,una azienda di produzione di soluzioni le cose naturali, verso il mondo dell’erboristeria. gran carattere cordialenaturali per la bellezza ed il benessere. Un piccolo- Da quel momento, l’imprenditore ritorna a prendere è lemblema del momentogrande imprenditore che partito da zero, è andato i libri per studiare. Oggi conosce e parla che distingue il bel locale.allargando la sua attività, di anno in anno, puntando correntemente l’inglese ed il francese, lo spagnolo.su innovazione e ricerca. Ma anche sull’estrema Parte con un piccolo laboratorio che fornisce iattenzione verso le esigenze di mercato e dei suoi prodotti naturali di bellezza ad alcune farmacie e N ella sala imbandita tu hai sempre loccasioneclienti. Con queste premesse è arrivato stabilimenti di cure termali. Poi gradatamente allarga di gustare nella tua vitaall’inaugurazione della nuova sede della sua azienda, il suo raggio d’azione. Si muove da un capo all’altro tutti i piatti deccezione.il 7 di gennaio di quest’anno. Una esigenza non più del mondo: dall’Europa all’America, in Oriente.rinviabile, tanto si è sviluppata l’attività. Oggi conta Non è più un’azienda a livello nazionale. Mette alisu appassionati ricercatori, 13 collaboratori sempre più ampie e si propone attraverso F reschi cibi prelibatiche traducono in iniziative son serviti con mestiereprodotti ogni mondiali. Non grazie ai modi educatinuova idea, e 2 ultima la di ogni bravo cameriere.addetti alle manifestazionecoltivazioni di di “Miss O gni piatto è saporitoAloe Vera e Mondo” che, nei e si gusta con amorePiante officinali, primi di Giugno, perchè questo è il requisitosul fondo “Volie vedrà la serata che distingue il gran gestore.Grandi”, di sua finale nazionaleproprietà. “Lamia è una a Santa Maria di Leuca, con R iesco pure ad assaggiare con la solita armoniaazienda anomala Natura & tutto ciò che può sfornarenel suo campo, Benessere come s p o n s o r il reparto pizzeria.senza venditoriné intermediari. ufficiale. Le ideeNel corso degli per nuovi E d allora cari amicianni ho creato numerosi contatti con clienti a livello prodotti nascono, per lo più, in viaggio. “L’ultima se volete ben mangiareinternazioniale,sviluppando così i loro progetti e creazione”, ricorda, “ è nata nel corso del mio ultimo tutti quanti assai felicirispondendo alle loro aspettative. Questo ci ha viaggio, in macchina. Dopo un incontro con un vi dovete qui recare.permesso di costruire un rapporto di amicizia e cliente, ho cominciato a pensare e ad elaborare ,fiducia che abbiamo curato con il tempo, non senza dopo alcune ore ho sviluppato la nascita di un nuovoimpegno, per anni, e che continua a crescere. prodotto. Ora produciamo quel prodotto”.Naturalmente il successo di Natura & Benessere è Nonostante tutto, non ha perduto la spensieratezzaanche merito del lavoro dei miei preziosi del ragazzo, che difende e manifesta, di tanto incollaboratori, un Team del quale sono più che tanto. “Di quanto ho fatto devo ringraziare personeorgoglioso. Ma questa realtà non si raggiunge perché a me molto vicine e care. Mia moglie Marinella, Masseria Canforeil cielo ha deciso di farci un regalo. Ci vogliono per primo, che ha sempre creduto in me e mi hasacrifici, sacrifici, ed ancora sacrifici. “ Ma bisogna sempre sostenuto,anche nei momenti meno esaltanti. Agriturismo di qualità R.A.Q.avere pazienza. Bisogna provarci, provarci, provarci. Mio padre e mia madre, che mi hanno trasmesso iCon tanta passione e determinazione, sull’obiettivo valori sani della vita”. La passione per lo sport per CUCINA RURALEda raggiungere, ci si arriva. Questo è il consiglio la comunità lo ha portato a fare il presidente dellache mi sento di dare ai ragazzi”. Domenico, che società sportiva, Usd Martano, che oggi occupa la PIZZERIA CON FORNO A LEGNAfino al 1988 era titolare di una avviata attività terza posizione nel campionato di prima categoria. Prov.le Martano-Borgagne km. 4commerciale, decide di “vivere meglio”, di puntare Una esperienza che lo impegna, insieme a molti Carpignano Salentino (Le)sulla qualità della sua vita e seguire il suo istinto. amici di sempre, con i quali condivide gioie ed Tel. 339.6070113“ Non stavo bene in quella attività, nonostante mi amarezze. Ma sempre con spirito decubertiano,permettesse una vita agiata”, ripensa Scordari. nell’assoluto rispetto di tutti gli avversari. e-mail: info@podericanfore.it

×