• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Corte Grande N° 23 - Maggio 2007
 

Corte Grande N° 23 - Maggio 2007

on

  • 653 views

 

Statistics

Views

Total Views
653
Views on SlideShare
653
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Corte Grande N° 23 - Maggio 2007 Corte Grande N° 23 - Maggio 2007 Document Transcript

    • MAGGIO 2007Iscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile Fernando DurantePERIODICO DI INFORMAZIONE MARTANESE ANNO I I° - NUMERO 23 - DISTRIBUZIONE GRATUITADa un esponente storico della sinistra martanese, un contributo per fare chiarezza sui fatti La verità sulla divisione a sinistra di Franco CalòSono stato segretario del Pci nel 1980. Anno in cui il avvicinavano. Fra questi: Antonio Bovino e Quei partiti,partito era riuscito a far eleggere alla carica di primo Mario Mastrolia. E gente che ho visto crescere fra laltro, checittadino il professore Donato Saracino. Sono ritornato e formarsi. Per me sono stati come figli, sotto h a n n oa ricoprire la stessa carica, nellallora Pds, dal 1993 al questo aspetto. Ora, purtroppo, li vedo su respinto tutte1995. Anni in cui Vincenzo Saracino divenne sindaco. sponde opposte, in questa tornata delle elezioni le opzioniEra il periodo in cui, insieme a lui cresceva la nuova amministrative. A dare notizie diverse, su alternativeclasse dirigente del partito. Molti giovani vi si questioni che si sono svolte e sviluppate sotto che sono state gli occhi di tutti. Ora, ognuno di noi è libero presentate nel Scadenza elettorale di comportarsi e decidere secondo la propria coscienza. Ma non può dire cose non vere. Io, corso degli incontri. Ogni di FERNANDO DURANTE nel mio piccolo, ho sempre cercato di volta hanno E finita questa interminabile campagna elettorale, trasmettere i valori di una sinistra pulita, proposto cose che ha messo a dura prova tutte e cinque i rispettosa delle posizioni degli altri, ma con diverse. concorrenti alla carica di primo cittadino. A giorni idee ed ideali severi e chiari. Mi sono trovato Comprese le primarie. Si, comprese le primarie si vota. Ormai sono più che noti i candidati a coinvolto nelle vicissitudini che hanno portato allinterno del partito fra Bovino e Micaglio. sindaco. Cinque, quanti ne presenta il capoluogo Bovino a prendere unaltra strada, rispetto a Alle quali hanno risposto di sì, se fosse stato- di provincia. Solo che, Lecce, è una città di quella del partito. Come sono andate le cose? poi - Bovino a vincerle. Ma che razza di centomila abitanti, Martano, invece, ne conta Bene, fino ad un certo punto. Ovvero, fino a democrazia è questa? poco meno di 10.000. Dellevidente fallimento quando il dibattito sulla strada da prendere era Fino a quel momento ho cercato in ogni modo della funzione dei partiti di mettersi insieme, aperto. Fino a quando si è discusso, per quanto di lavorare a favore di una lista unica. A quel abbiamo già detto. Ma, per quanto si possa essere scandalizzati, governare un paese è – oggi - tenacemente. In questa, ogni candidato ha punto- però- ho seguito il filo logico della impresa non facile. Quindi, avere laspirazione di cercato di accreditarsi al meglio. Poi è andato, situazione e sono sceso in campo a sostegno farlo, è più che legittimo. Arrivare impreparati gradatamente, affermandosi il nome di della lista di Micaglio, a sostegno della allappuntamento della gestione, però, può voler Micaglio, anche fra gli altri partiti della democrazia. dire ingessare lo sviluppo del paese per cinque coalizione. A questo punto non comprendo Questo è tutto. Questa è la verità. anni. Di questi tempi, mancare un solo perchè Bovino ha deciso di andare per altra Franco Calò appuntamento finanziario, per impreparazione, strada, con Rifondazione Comunista ed i vuol dire restare inesorabilmente indietro. Tutti, indietro, non solo chi non è in grado di farlo. Vuol socialisti dello Sdi?. Per non vanificare cinque anni di opposizione dire, fermare lo sviluppo di quel piccolo sud, quale SOMMARIO siamo noi, già claudicante, da sempre. E indispensabile, poi, avere una squadra affidabile. Eolico che follia Vincitori e vinti di una serata di maggio pag. 2 Il consiglio del voto utile Ovvero, assessori che sappiano il fatto proprio. di Antonella Tremolizzo pag. 3 di Salvatore Caracuta In grado di leggere ed interpretare leggi che Notevole successo Cinque candidati sindaci. di Maristella Chiriatti pag. 3 cambiano giorno per giorno. Consiglieri in grado Altro che rinnovamento Ottanta candidati di "consigliare". Ecco, perchè sosteniamo che Franco Farì risponde a Laura Saracino pag. 3 consiglieri. limpreparazione porta allingessatura del sistema Il ritiro dai campi di calcio di Nenè pag. 4 Una moltitudine di paese. Bisogna stare attenti ai politici dellultima ora. Noi diffideremmo. I finanziamenti per rilanciare Martano vuole dei risultati pag. 4 persone, inattesa dalla di Letizia Gaetani una economia asfittica ci sono ma vanno ricercati, cittadinanza martanese, D come Diffamazione, D come Democrazia e non è da tutti, da gente esperta. Non è facile. di Anna Tamborrino pag. 6 si è riversata in questi Una politica Vera! giorni nelle vostre case, di Davide Bufano pag. 8 nelle piazze, sui muri ULTIMORA della città. Il premio di benemerenza ad Antonio Gaetani pag. 8 Apprendiamo, mentre andiamo in stampa, che il Commissario Prefettizio di Fernando Durante Tra queste, alcuni assolutamente ignoti, Vincenzo Calignano, intervenuto presso il Comune di Martano a seguito altri navigati praticanti della politica. della mancata approvazione del Bilancio da parte del Consiglio Comunale, La corsa ossessiva alla preferenza ha dettato ha proceduto oggi, 23 Maggio 2007, allapprovazione "ad acta" del a pagina 7 i tempi delle ultime settimane, incitando Bilancio. Il Comune di Martano, in questo momento, sarebbe sotto commissariamento se non fosse imminente lElezione della nuova PIU IENA ad un voto su base, molto spesso, priva di alcun fondamento ideale o programmatico. Amministrazione Comunale. CHE MAI Chiunque di noi si ritrova amici e/o parenti candidati in più liste, spesso in totale contrapposizione, che vi hanno chiesto il voto sulla base di questo tipo di rapporto. segue a pag. 2 ALLINTERNO (pag. 5) Appello al voto ABBIGLIAMENTO - CALZATURE dei candidati sindaci PER LO SPORT
    • MAGGIO 2007 2 dalla prima pagina IIl consiglio del voto utile di Salvatore CaracutaSolo alcuni hanno fatto riferimento ai programmi, alle proprie idee, aiprogetti che caratterizzerebbero la loro eventuale elezione in Consiglio Eolico che folliaComunale. L’intervento di Franco Farì in Consiglio ProvincialeQuesto però porta a dei rischi, e li conoscete tutti. Il primo è Risale al Consiglio Provinciale del 3 maggiolapprossimazione politica dei prossimi amministratori, che non scorso l’intervento del consigliere Franco Farì,produrrebbero nulla di positivo. In questo caso, molti vedono il 28 oggi capolista della lista, “ Per Martano Uniti”-Maggio come un punto di arrivo, mentre dovrebbe rappresentare un Antonio Micaglio sindaco, a proposito dipunto di partenza. insediamenti di pale eoliche sul territorioIl secondo rischio, il peggiore, è la dispersione dei voti. Per accontentare provinciale. Croce e delizia di questo momentotutti, potrebbe venirne avvantaggiato solo uno. Se il dissenso, notevole, storico. Molte amministrazioni si sono gettatepresente, tangibile, dellopinione pubblica nei confronti di Pasquale a capo fitto, nell’unico intento di attingere aiConte, venisse diviso fra le quattro liste a lui avverse, potrebbe verificarsi pochi spiccioli, comunque soldi, che le varielirreparabile, ossia la sua vittoria. Basta fare due conti per capirlo. imprese costruttrici di pale offrono per poterleI motivi per i quali io penso sia necessario cambiare, e interrompere insediare. Le amministrazioni, in gran parte,il malgoverno fin qui prodotto, non ho bisogno di ripeterli. Su queste hanno dichiarato la propria disponibilità edpagine, e su altri giornali locali, in questi cinque anni ho portato alcuni individuato i siti di insediamento. Che,dei temi affrontati come opposizione consiliare allAmministrazione di stranamente, coincidono con i limiti estremi del proprio feudo. Come dire,Centro Destra, quindi in questo poco spazio a disposizione non affronterò “ad un palmo dal mio c…”. Tanto, alla fine, chi, eventualmente, dovesseargomenti che conoscete. Perché tanto basta guardare la nostra città, subire gli effetti negativi, non sarebbero certamente i propri rappresentati.il suo aspetto demotivante, i passi indietro compiuti, il ruolo minoritario Un ragionamento tanto cinico quanto generalizzato, fatto proprio da tuttirispetto ai Comuni vicini, bastano tutte le inefficienze per averne i sindaci che hanno dato il proprio assenso. In questo, molti cittadini,abbastanza e decidere di rimandarlo a casa. qualche primo cittadino, hanno fatto sentire la propria contrarietà. TroppoDeve essere chiaro, a tutti voi, il bisogno di concentrare al meglio i labile, però, per essere ascoltata dai piani alti della politica. Fino avoti in una sola direzione, perché avvenga un vero cambiamento. Una quando…Già, fino a quando, questa voce non è stata fatta arrivare nelsola lista, in questo momento, è in grado di vincere il confronto contro punto giusto. A portarla è stato il consigliere provinciale Franco Farì che,quella di Pasquale Conte. Sanno tutti qual è. Sono noti a tutti la mia nella seduta di Consiglio Provinciale del 03/05/2007, nella discussioneadesione e il mio sostegno ad Antonio Micaglio e alla sua squadra, ed sullargomento delle fonti di energia rinnovabile, ha proposto il seguenteè chiaro che la ritenga vincente. Ma non è solo il cuore che parla, in emendamento: “introdurre, nelle more delle autorizzazioni, una normativaquesto momento. E soprattutto la ragionevole necessità di concretizzare regionale che prevede l’obbligo dell’estensione ai comuni limitrofi (ubicatiun bisogno della città, quello di essere governati al meglio. Quello di nel raggio di 10 chilometri dall’installazione delle pale eoliche di grandiavere un gruppo affiatato che amministri Martano, quello di avere dimensioni) dei vantaggi economici, per cui gli stessi possano essereuninversione di tendenza. Le liste dellultima ora non hanno questa adeguatamente ripartiti”.caratteristica. Le liste nate per ripicca personale, non hanno questa L’approvazione è stata unanime. Non solo, acaratteristica. sostenere la posizione del consigliere provincialeQuesto appello al voto utile, che faccio a titolo personale, distaccandomi martanese, è intervenuto, il Difensore civico delladal pensiero neutrale del giornale, è quello che mi sento di chiedere Provincia, Onorevole Giacinto Urso, che ha ribadito-ai cittadini indecisi, contattati da decine di candidati, invasi dai “santini” con una lettera di condivisione del 7 us, le sue giàe dai “facsimili”, che hanno intenzione di suddividere i consensi in enunciate posizioni, in cui si sostiene“ che il deliriofamiglia. Attenzione alle ripercussioni, attenzione a non avvantaggiarechi non votereste mai. Questo è il rischio. Non ho dubbi nel dire che di pale e pali eolici, impiantati o in corso di impiantouna sola compagine abbia la potenzialità per attuare politiche serie, nella Provincia di Lecce, va raffrenato ed ordinatointercettare risorse, consegnare la giusta serietà e serenità amministrativa severamente nel contesto delle compatibilitàdi cui ha bisogno la città. Vi invito fortemente a votare la squadra ambientali. Non si può- dopo aver compromesso,migliore, il programma migliore, e soprattutto la coalizione potenzialmente in molti luoghi ed in più occasioni, la terra, il mare,più accreditata, quella che molti cittadini considerano in testa: la lista l’aria- si sfregi pure l’orizzonte dei nostri cieli”.“Per Martano Uniti”. Con Antonio Micaglio sindaco, Martano potrà In questo momento di grande anarchia sullaripartire da dove si era fermata. questione, fare chiarezza è, appunto, un impegno Salvatore Caracuta di tutti. O no? con Pasquale Cesare CARACUTA Ella V tou Derentou ConTe SINDACO Candidato alla carica di Consigliere Meno burocrazia Attenzione alla persona Ri-progettare il sociale Tutelare i più deboli al Consiglio Abbattere ogni barriera Comunale Nuovi servizi VOTA Obiettivo: con Antonio MICAGLIO messaggi elettorali autogestiti a pagamento Martano più vivibile Luigi BAMBINI FAMIGLIE DISABILI SINDACO ANZIANI PROTOPAPA Oggi Invisibili Domani Cittadini Oggi Dimenticate Domani Protagoniste Oggi Abbandonati Domani Integrati Oggi Problema Domani Risorsa loriginale messaggi elettorali autogestiti a pagamento Istituzione del difensore civico – sociale per aiutare il cittadino a orientarsi meglio nella burocrazia. Consulta associazione volontariato
    • MAGGIO 2007 3 LACAM ha organizzato a Martano un confronto tra i candidati sindaci Vinti e vincitori di una serata di maggioVenerdì 11 maggio 2007 presso la Sala Convegni si é tenuto, per la primavolta nella nostra città, un incontro-dibattito tra i cinque candidati a sindacodi Martano. Per fortuna che ci siamo fermati a cinque altrimenti nonsarebbero bastate le poltrone dirigenziali …e non si sarebbe potuta garantirela par condicio. Par condicio, invece, fatta rispettare e rispettata dai cinquegrazie all’ausilio di un timer. Ogni candidato ha avuto lo stesso tempo adisposizione per presentare i propri progetti su strumenti di fondamentaleimportanza per lo sviluppo economico del nostro Comune: zona Pip, centrostorico e viabilità. Naturalmente avremmo potuto chiedere molto di più…ma,se si considera che solo con queste tre domande e qualche quesito postodalla platea presente, siamo giunti alle 23.30…rischiavamo di fare l’alba…E’stato interessante seguire i candidati rispettosi delle regole, garbati eprofessionali (ma non avevamo dubbi!); e’ stato straordinario avere l’interaSala e Piazza Caduti gremita di operatori economici, di cittadini, di giovaniinteressati alle prospettive di crescita del nostro paese.Ma in ogni incontro-dibattito si tirano le somme: chi ha avuto più successo?Dai pareri raccolti per strada in questi giorni ci sono “vinti” e “vincitori” diquella battaglia democratica. I “vinti” sono risultati tutti coloro che volevanouna serata piccante con insulti, ingiurie e offese tra i candidati a sindacocome spesso accade in alcune trasmissioni televisive e persino inParlamento….I “vincitori” sono stati i consiglieri del direttivo ACAM chehanno saputo organizzare un incontro esplicativo, utile sia ai propri associatisia ai cittadini presenti. Sicuramente non sarà né il primo né ultimo convegno NOTEVOLE SUCCESSO DELLA CONFERENZA TEMATICAorganizzato dall’ACAM su temi importanti per Martano. Visto il successo “LA FAMIGLIA COME RISORSA”della serata, deliziata dalla presenza degli accompagnatori turistici dell’I.S.I.S.S.,non possiamo fermarci e periodicamente inviteremo il prossimo Primo Martano riprende quota e le donne fanno sentire forte la loro voce.Cittadino per un resoconto sull’operato nell’ambito economico e, se necessario, Un incontro largamente in rosa, che ha visto l’On. Teresa Bellanovacriticarne le scelte amministrative ….ma solo critiche costruttive corredate e il sindaco di Corigliano Ada Fiore discutere di problematichedalle idee e proposte degli operatori economici. concrete relative alla famiglia e alle prospettive che la finanziaria Antonella Tremolizzo – Consigliere ACAM 2007 garantisce alle famiglie. La discussione si è articolata in due momenti: l’onorevole Bellanova ha discusso a livello nazionale dei sostegni che la nuova finanziaria prevede per le famiglie, mentre Altro che rinnovamento il sindaco Fiore ha dato una dimostrazione pratica di come a livello comunale si possa concretamente usufruire dei finanziamenti statali. Franco Farì risponde a Laura Saracino Una proposta concreta, dunque, di amministrazione realistica delHo letto su “ Nuovo Quotidiano di Puglia” paese.del 22.05.07 l’intervento di Laura Saracino La partecipazione del pubblico è stata notevole, l’attenzione si èdal titolo:” Rinnovare la politica tornando mantenuta alta nonostante l’argomento si mostrasse complesso.alle origini”. Stante la preoccupazione L’organizzazione, tutta al femminile, si è dimostrata all’altezza del ruolo assunto in questa occasione ed estremamente soddisfatta.condivisa di Martano, città lacerata nella L’impegno continuerà costante. Che si sia ad un punto di svolta?sua identità più profonda,(5 liste in unacompetizione elettorale municipale sono Maristella Chiriattiin assoluto un record storico), e lapreoccupazione per la disgregazione deltessuto sociale che a ciò sottende, èassolutamente paradossale che taleappunto provenga da una candidataconsigliera nella lista del sindaco edamministrazione uscente, che ha condottoa tale situazione. E’ indubbio che la politica messaggi elettorali autogestiti a pagamentodi svuotamento dei partiti e di deviazione sociale a causa dimancanza di regole nel determinare i diritti dei cittadini,inopinatamente condotte negli ultimi 5 anni dal sindaco uscente,è stata la causa principale dell’attuale stato dei fatti. Stranamente lealtàora, l’aspirante consigliera denuncia il problema e si candidanella lista di continuità, responsabile della situazione denunciata. e disponibilitàNon a caso si chiama, “ Continuare a crescere”. Noi crediamo,invece, che lungi dal continuare a crescere in questa maniera,la nostra Martano abbia bisogno di un autentico processo di “ SEMPREpacificazione cittadina”. E’ questo il primo impegno che abbiamogià assunto con la cittadinanza, per la prossima consiliatura. Franco Farì Capolista di “Per Martano Uniti- Antonio Micaglio Sindaco” vota
    • MAGGIO 2007 4Il ritiro dai campi di calcio di NenèLultima partita di campionato dellUSD Martano ha visto dare laddio al calciogiocato da parte di Salvatore Chiriatti, meglio conosciuto come SalvatoreNenè. Nel prossimo numero ospiteremo unintervista al Capitano, per orapubblichiamo un pensiero del Segretario della squadra, Luigi De Santis.Quando ti ho conosciuto, ti eri gia affermatoti ho visto giocare, sono rimasto affascinato I numeri deldalla 3^ Categoria all’Eccellenza, i terreni hai calcatole rispettive platee deliziato Capitano Chiriattile tue giocate, tante e varie con la squadra delsono state l’incubo delle difese avversarie Martanouomo di sport, vita e insegnamentoper i ragazzi sei stato il vero punto di riferimento Presenze 148la prematura scomparsa, ti ha lacerato il cuore Gol 43sei ritornato, a svolgere il ruolo del primo attore Amm.ni 24a Manduria tutti ti hanno osannato ed applaudito Espul.ni 3è giunto dal cielo l’applauso più graditotra gioia gratitudine e commozionespero che cambi la tua decisione a di votare pensa...con stima affetto senza clamore, piano piano Il Segretariograzie immenso CAPITANO Luigi De Santis MARTANO VUOLE DEI RISULTATI Non un’utopia ma un’azione concretaI cittadini di Martano si augurano che alla fine di questa corsa affannosa alraggiungimento della carica di sindaco ci sia un traguardo che segnicontemporaneamente linizio di un reale impegno. Prim scegliQualunque sia lo schieramento politico, qualsiasi la tendenza di pensiero, lincarico Andreaamministrativo deve essere una responsabilità volta alladempimento di una veramissione sociale e civile, sottolineando con questultimo termine la centralità deicives, cioè di tutti i cittadini."Martano prima di tutto", "Per Martano Uniti", "Città futura", "Il comune ai cittadini","Continuare a crescere" non solo semplici aforismi ma spunti da elaborare e darealizzare attraverso fatti concreti.Portiamo avanti il motto mazziniano di "pensiero e azione", essendo consapevoliche líastrattismo illuministico non può dare frutti consistenti.Soprattutto i giovani, soprattutto coloro che sono chiamati per la prima volta adesprimere la loro preferenza, vogliono sperare di votare per líattuazione deiprogrammi proposti, per il miglioramento della città in cui vivono.I giovani non vogliono semplici utopie, non si fermano a sognare: vogliono vederetradotto in realtà tutto ciò che è stato gradevolmente promesso. I cittadini sanno TROVEche è possibile migliorare e sono consapevoli che il miglioramento è laconseguenza di un impegno costante, non di unazione traballante da parte dichi ha il compito di guidare verso líevoluzione. messaggi elettorali autogestiti a pagamentoI giovani, che ormai hanno dato prova di essere una generazione attiva, vorrebberoavere loccasione di potenziare le loro qualità, incrementando le opportunità perpotersi esprimere. Si potrebbe cominciare dal prendere esempio dai comunivicini: Corigliano dOtranto ha dedicato lintero mese di maggio ai ragazzi, attraversouniniziativa chiamata Maggiovani, nata con lintenzione di fare di questo comuneil centro della cultura. Organizzare incontri musicali e sportivi; discutere e riflettere,anche con laiuto di esperti, su problematiche che interessano i ragazzi e i cittadini candidato alla carica di consiglierein generale, potrebbe essere un buon inizio. Attuare i brillanti propositi, porre alcentro i cittadini, sfruttare le risorse ed accentuare le bellezze che il nostro paesetuttora nasconde: tutto questo non deve essere unutopia ma unazione concreta. con Antonio MICAGLIO SINDACO Letizia Gaetani Il gu Luna Rossa Pizzeria Sfizieria della b sto uona tavola via Piave, 6 - MARTANO (Le) - Tel. 0836 572614 - 338 5994042 Natura Benessere Natural Essences & Cosmetics www.benesserenatura.com
    • MAGGIO 2007 messaggi elettorali autogestiti a pagamento 5 il rush finale Bene, possiamo dire che, questa volta, le alternative non mancano. Anche se non mancaPer rinfrescare la memoria proponiamo i candidati alla carica di primo cittadino: Pasquale neanche la confusione. Ogni casa, praticamente ha un rappresentante in lista. Peraltro,Conte, sindaco uscente, capeggia la lista "Continuare a Crescere", la cui composizione sono 80 gli aspiranti alla carica di consigliere comunale. In qualche caso, si verifica diripresenta gran parte dei consiglieri di maggioranza uscenti; Antonio Micaglio, candidato fratelli su liste opposte. Per non parlare di partiti spaccati al loro interno. Queste divisioniper "Per Martano Uniti", è sostenuto da Ds, Margherita, Comunisti Italiani; Udeur, Idv, hanno provocato fiumi di veleno che hanno coinvolto tutti. Ora bisogna fermarsi un attimoSocialisti Autonomisti; la lista di centrodestra " Martano prima di tutto", è capeggiata da e riflettere. Bisogna scegliere. Avere la serenità di pensare al futuro del paese. Votare chiPaolo Protopapa, sostenuto dai partiti ufficiali della Cdl; Antonio Bovino, sostenuto da si ritiene più idoneo. Confermare luscente, se si è stati soddisfatti della sua politica.Rifondazione Comunista e Sdi, guida la lista "Città Futura"; Giovanni Sicuro, invece, è a Scegliere un altro, il migliore, se questa non lo ha fatto. Ed.in bocca al lupo. Vinca ilcapo di una formazione civica, " Il Comune ai cittadini". migliore, per il bene di tutti. L A P P E L L O A L VO TO D E I C A N D I D AT I S I N D A C OCon l’intento di dare il maggior numero di informazioni sui candidati a sindaco ed offrire ai cittadini tutti glielementi per poter scegliere, abbiamo chiesto a tutti i candidati sindaci di rivolgere ai cittadini il loro appello alvoto. Abbiamo concesso a tutti lo stesso spazio, ricevendo da loro i seguenti interventi, che con piacere pubblichiamo. Giovanni Sicuro, candidato sindaco per la lista “Il Comune ai Cittadini” Ormai da troppo tempo il cittadino vive uno stato di disagio dovuto alla mancanza di una politica amministrativa che, nel mentre accresce lo stato di arretratezza del paese, non dà risposte ai reali problemi della gente. Lattuale scenario politico, che vede i partiti di Martano spaccati al loro interno per la spartizione del potere è motivo di preoccupazione da parte dei cittadini che si sentono ignorati e messi in disparte. La nostra lista civica "Il Comune ai Cittadini" è la speranza per quanti desiderano una buona amministrazione. Siamo certi che i cittadini vorranno preferire noi che ci siamo sempre impegnati per il bene comune a chi litiga per interessi di parte. Le ragioni della nostra presenza sono quindi da ricercare nella necessità di garantire a Martano unAmministrazione in grado di governare che consenta di far ripartire il treno dello sviluppo ormai da tempo fermo su un binario morto. Il cittadino di Martano oggi dovrà scegliere se continuare a farsi amministrare da questi partiti divisi e litigiosi o piuttosto scegliere di cambiare affidando a noi, ai cittadini, alla nostra lista "Il Comune ai Cittadini" il governo del paese. Noi siamo pronti con la nostra lista ed il nostro programma ad assumerci la responsabilità di amministrare bene il paese. Ai nostri concittadini chiediamo di non avere paura del cambiamento, di avere fiducia in noi, di darci il consenso per amministrare bene Martano. Antonio Micaglio, candidato sindaco per la lista “Per Martano uniti”, medico. Cari concittadini, siamo alla fine di un periodo di confronto tra tutti i candidati alla carica di Sindaco per il nostro Comune. Abbiamo cercato di mantenere lattenzione esclusivamente sui temi di carattere amministrativo e mai ho cercato di polemizzare con i singoli candidati sul piano personale. Si chiude così un quinquennio,a mio avviso,di cattiva amministrazione cittadina fatta di litigiosità continua e di eccessivo personalismo da parte del sindaco Conte. A mio avviso lapparente eccessivo numero di candidati e espressione di una voglia di cimentarsi con le vicende amministrative;quindi un fatto in qualche modo positivo. Noi abbiamo cercato di proporre un modello alternativo di città basato sulla concertazione con le categorie professionali di volta in volta interessate e basato su regole certe valide per tutti. Un modello di citta dove il cittadino è portatore di diritti e non suddito che deve chiedere. La lista"per Martano uniti"con Antonio Micaglio Sindaco credo abbia tutti gli elementi per sostituire il sindaco Conte alla guida di Martano che deve tornare ad essere il centro geografico, politico e amministrativo della Grecìa Salentina: con il vostro voto tutto ciò sarà possibile. Vi chiedo quindi di votare con il cuore, con la testa, con le mani la lista "Per Martano Uniti": Grazie Paolo Protopapa, candidato sindaco per la lista “ Martano prima di tutto”, docente di filosofia presso il Liceo Classico di Casarano. Stiamo vivendo unesperienza elettorale di unintensità fino a qualche giorno fa inimmaginabile. Un benefico vento democratico in cui sono stati coinvolti migliaia di cittadini, con le loro storie, i loro desideri e le loro passioni. E vero, troppe liste! E troppi candidati, probabilmente, per una città di neppure diecimila abitanti. E, tuttavia, continuiamo a pensare che la ricchezza della partecipazione, la profondità della riflessione sul senso e sulle prospettive della nostra comunità, unite alletica della responsabilità, possano vincere e riescano a sconfiggere i poteri forti che si annidano dietro la regola della democrazia. La nostra tenacia nellinterrogare le coscienze libere sul destino di Martano, nel raccogliere idee e nel percepire disagi, malesseri e sofferenze diffuse tra la gente ci ha già aiutato a crescere. Martano non è più la stessa dopo aver vissuto cinque lunghi anni di rassegnazione e di mediocrità amministrativa. Per questo sente di poter costruire un orizzonte nuovo ed una prospettiva di progresso collettivo. Nulla, dopo questa appassionata sfida civile, nella quale si sono spesi tanti coraggiosi cittadini, sembra più come prima: il futuro bussa alle porte e, vogliamo crederlo, una nuova e più entusiasmante battaglia ci attende. Guai se prevalesse la conservazione dellesistente: Martano non vuole continuare a regredire. Al contrario, Martano deve recuperare il suo ruolo politico e la sua meritata dignità culturale. Ai martanesi fieri, ai giovani di energie e generose idealità, ai cittadini aperti al futuro chiediamo di condividere connoi lamore per la città. Chiediamo che "Martano prima di tutto" sia il monito ad anteporre il bene di Martano ad ogni pavido interesse di parte.Diamo fiducia a unidea forte. Diamo fiducia, convinti, a un progetto di rinascita popolare. I candidati sindaco Pasquale Conte e Antonio Bovino, pur essendo stati contattati come gli altri, non hanno ritenuto utile fornire il loro appello ai cittadini. Grazie comunque. GIOVEDI VENERDI Gli orari degli ultimi comizi 20.30 - 21.10 Antonio Bovino 20.30 - 21.10 Paolo Protopapa in Piazza Assunta 21.10 21.50 - - 21.50 22.30 Giovanni Sicuro Antonio Micaglio 21.10 21.50 - - 21.50 22.30 Antonio Micaglio Pasquale Conte sorteggiati presso la Caserma dei Carabinieri 22.30 - 23.10 Paolo Protopapa 22.30 - 23.10 Antonio Bovino 23.10 - 23.50 Pasquale Conte 23.10 - 23.50 Giovanni Sicuro
    • MAGGIO 2007 6 D come Diffamazione, D come Democrazia… in pillole Gianni Russo ancora campione! "La storia non è metafisica; non può essere Il nostro concittadino Gianni Russo, di sedici anni, già scritta con la fantasia, occorre prima apprenderla." campione internazionale di pattinaggio artistico, già componente della Nazionale Italiana nella sua diussciplina,La libertà di parola è una delle conquiste fondamentali da parte degli individui alla fine ha conseguito nei giorni scorsi un nuovo, straordinariodella dittatura fascista. Una libertà di parola che è costata sangue, va difesa e onorata. successo, vincendo i Campionati Internazionali a Santander, in Spagna. Un altro glorioso successo da inserire nelIl coraggio d’esprimere il proprio pensiero, implica tenere in conto i vili mezzucci di medagliere personale del giovanissimo, ma acclamato,ritorsione, utilizzati da chi teme la verità insita nella parola, che rivela con la sua ragazzo di Martano.semplice presenza l’orrore sociale, di chi dimentica la storia, abbagliato dall’immagine La Don Bosco Volley cresce, tra vittorie e sconfittedi una democrazia pubblicitaria, esportata con le bombe e bevuta come Coca-Cola. Continua il campionato della squadra martaneseUna democrazia che difende la famiglia e usa le mine anti-uomo in missione di pace. Continua il campionato per la neo squadra di pallavoloLa contraddizione tra paese legale, rappresentato dall’immagine mass-mediatica, e martanese, che alterna vittorie a sconfitte, in un crescendopaese reale diviene oltremodo evidente: terre violentate e lasciate al loro destino di di impegno e miglioramento tattico. È iniziata, infatti, lamalavita, lavoro nero, mala sanità e migrazione. Un meridione da cui si fugge o fase di ritorno e la D.B. Volley Martano ha perso la primaall’interno del quale mancano i mezzi per chi ha delle aspirazioni, che non siano la partita col Corigliano per 1 a 3, ha vinto la sfida contro la Sport Fit Center di Lecce per 3 a 1, mentre ha persorassegnazione del così vanno le cose. Questo giornale esula dalla dimensione nazionale per 2 a 3 le partite contro il San Donato, primo in classifica,del mercato e di conseguenza dall’industria editoriale, va tutelato poiché è una risorsa e contro il Copertino. Il campionato comunque continuaper Martano e i martanesi. Un giornale che pubblica punti di vista diversi, un giornale e il Martano continua a dare il massimo. Forza ragazze!che non censura il pensiero nella sua espressione. Un giornale che rappresenta la Borgo in Festadimensione della piazza, la dimensione che abbiamo perso isolandoci davanti alla 31 maggio / 3 giugno - Borgagne (Le)scatola delle meraviglie, detta volgarmente televisione. Un giornale che all’interno dei Ripartono le iniziative di BorgoinFesta, il complesso progettosuoi limiti è a disposizione di ogni martanese. Minare la libera espressione di un singolo di rivalorizzazione culturale e paesaggistica giunto quest’annoindividuo, che scrive per Corte Grande, implica sottrarre ai martanesi una possibilità alla 3a edizione. L’evento ha sempre richiamato migliaia di persone nelle “corti” e per le vie del paese ed ha comedi confronto e di scambio tra generazioni diverse e tra idee diverse. Voltaire affermava: obiettivo l’affermazione dell’identità culturale locale e delle“Non sono d’accordo con te, ma darei la vita per consentirti di esprimere le tue idee”. sue tradizioni popolari nell’intreccio con quelle di altri PaesiQuesto è un principio fondamentale per un confronto di crescita. del Mediterraneo quali Grecia, Albania, Portogallo e l’Africa.La storia d’Italia è un monito per le generazioni, affinché capiscano cosa può accaderead un popolo defraudato della propria libertà. Nessuno può cancellare quello che èstato, la memoria è un principio fondamentale, ci ricorda a che prezzo e con chesangue ci fu data la libertà. Una libertà, tra l’altro, fortemente controllata dall’america, .lettere al direttore.con la quale il debito di guerra contratto, ci ha relegato alla condizione di sottoposti lettera inviata allindirizzo redazioncortegrande@libero.itad un volere che non rappresenta la nostra cultura e viola le nostre origini e tradizioni.Chi non si nasconde dietro ipocrisie sociali, dietro sette partitiche e con la testimonianza Vinca il migliore! Elaugurio che ci siamo fatti,noi cittadini di Martano. Sì, perchè, cari nuovi amministratori, non dimenticatevidel suo volto esprime un libero pensiero, non teme ripercussioni e di fronte ad esse che Martano è nostro soprattutto. Cittadini che si sono divertitiride, poiché se il suo pensiero è riconosciuto come una minaccia significa che ha la nelle innumerevoli feste che si sono susseguite in questi ultimiforza di mettere in luce una contraddizione reale. In questa società, in cui l’onnipotenza anni, che hanno mangiato gratis durante la campagna elettorale,del denaro, ha plasmato la vita dell’uomo che viene divorato da progresso; in cui la ma che al ritorno a casa si sono ritrovati gli stessi problemi divita è vedova dell’uomo che muore di lavoro, di carcere, di povertà, di droga e di mala sempre: ICI e tassa RSU rincarate, mancanza di opportunità disanità, non bisogna perdere l’opportunità di pronunciare la parola, che sappia delineare lavoro,ecc.E allora,le fontane ce le avete date,le porte ce le avetele conseguenze di ogni gesto… messe,ora è giunto il momento di pensare a quello che è rinchiuso Nessuno ha la presunzione di possedere la verità, sempre con estrema umiltà ho dentro quelle porte. Cioè noi. E allora pensate ai giovani in bilicoscritto ciò, che i miei occhi hanno visto e la mia mente ha compreso. Sono cosciente costretti ad andarsene dal paese, ai padri di famiglia disoccupati,agliche non vede chi non vuole essere visto, ma io ho visto e non mi nascondo. Qualunque anziani senza sostegno. Create le strutture,ma quelle chegesto repressivo adoperato nei miei confronti o nei confronti del giornale, che vada garantiscano il vivere in modo dignitoso dei cittadini. Operate con lealtà, serietà ed intelligenza. Rendeteci fieri di Voi.dalla denuncia agli insulti, non può scalfire il mio spirito. Martano ha bisogno di chi Restituite a Martano la dignità che merita. AUGURI DA ASSUNTA,esprime testimonianza della propria esistenza. UNA CITTADINA MARTANESE Anna Tamborrino gimmy.88@libero.it candidato alla carica di consigliere Paolo Protopapa SINDACO lealtà, impegno emessaggi elettorali autogestiti a pagamento coraggio messaggi elettorali autogestiti a pagamento per il rinnovo del Consiglio Comunale vota scrivi Francesco DONATEO con Antonio MICAGLIO SINDACO
    • MAGGIO 2007 IENA RIDENS 7Anche Iena Ridens è salita sul palco dei comizi. Ma non come oratore, ma come “orata”. Cioè, per farla breve,anche Iena, come Pasquale Conte e Franco Farì, è stata attaccata in un pubblico comizio. Pochissimi fortunati Vuoi ricevere CORTE GRANDEhanno avuto il piacere di ascoltare il candidato Piero Palazzo (chi?), che si è scagliato contro di noi, rei, a suo in pdf ogni mese?dire, di aver tartassato la sua lista nella satira del numero scorso. A conti fatti, ricordiamo che su 15 battutesatiriche, 4 erano destinate alla Lista Bovino, 4 alla Lista Protopapa, 3 alla Lista Micaglio, 3 alla Lista Conte e Invia una mail auna sola alla Lista Sicuro. E evidente che il vittimismo sembra essere il cavallo di battaglia di questa lista. Non redazionecortegrande@libero.itè certo colpa nostra se alcuni candidati delle cinque formazioni fanno proprio ridere!Stando così le cose, tanto meglio: saremo felici di ignorare i componenti di tale lista in questo numero, cosìalmeno vi teniamo contenti! CINEFORUM ESTIVO Unassociazione culturale ha intenzione diFAMILY DAY KANT vs. EMINEM organizzare un cineforum allaperto. DovendoSi fa un gran parlare in questi giorni di Famiglia. E proprio vero che la politica riesce ad avvicinare in questo periodo districarsi nel tentativo difficileAnche a Martano è stato organizzato il Family Day. poli lontanissimi. Di questa campagna elettorale, di non escludere nessun partito, ha deciso diPromotrice se n’è fatta la candidata Laura Saracino della ricorderemo soprattutto la “convergenza parallela” chiedere ad ogni candidato sindaco il proprioLista Conte. A sostegno di ciò, anche un altro candidato della tra il docente di filosofia Paolo Protopapa e Sergio film preferito. Giovanni Sicuro ha subito rispostosua lista, che ci ha tenuto a precisare che la Famiglia non De Blasi. Prima di essere candidato, il più noto che “I soliti ignoti” ha segnato la sua vita.sarà tutelata solo in un’occasione annuale, ma 365 giorni come Sergio “Realino” ha dovuto seguire un corso Antonio Bovino, dopo aver fatto le primarieall’anno. E per tutti e cinque i prossimi anni, in caso di vittoria. di filologia romanza, panteismo spinoziano, con sé stesso, ha scelto “Lincompreso”. Paolo materialismo hegeliano ed estetica. Per non esser Protopapa ha lasciato scegliere al suo candidato SLOGAN MANCATI da meno, Paolo Protopapa ha dovuto ascoltare consigliere Sergio De Blasi che ha optato per Tanti candidati, tanti santini, tanti comitati, tanti slogan. Grazie al tutta la discografia di Snoop Snoopy Dogg. “Fast and Furious”. Antonio Micaglio ha SOSTEGNO DEI PARTITI chiesto aiuto al “regista” della sua campagna nostro servizio di intelligence, siamo entrati in possesso di alcuni Il Centro Destra martanese non perde occasione elettorale, lex consigliere Salvatore Caracuta, slogan scartati dai candidati, ma che riportiamo con piacere: per ricordare a Pasquale Conte il mancato che gli ha suggerito, per essere all’altezza, “Il appoggio dei loro partiti. Tutti sarebbero schierati gigante”. E Pasquale Conte, da vero Romeo De Santis: “Un’iniezione di fiducia” con Paolo Protopapa. Ma in realtà l’ex sindaco è sentimentale, ha dichiarato che il suo film Riccardo Refolo: “Un futuro assicurato” appoggiato da due partiti: innanzitutto il PDSDP preferito è “Titanic”: lui se ne intende di navi (Partito Degli Scaricati Dai Partiti), con Cesario che affondano. Luca Stella: “Martano a tutto gas!” Chiriatti e Paolo Stella (ex Margherita), Alessandro IL COMITATO DI LUIGI PROTOPAPA Cosimo Saracino: “Una citta trasparente” Costantini e Luigi Rescio (ex An), Vito Chiriatti (ex Udc) e Antonio Zacheo (ex Forza Italia). E poi c’è Ma come, tutti aprono comitati elettorali, Ugo Castelluzzo: “Per volare alto” il PDRDLM (Partito Dei Rifiutati Dalla Lista ovunque, e il Presidente del Consiglio no? Molti Micaglio), con Ugo Castelluzzo, Laura Saracino e lo hanno aperto in case sfitte, sui propri balconi, Angelo Stomeo: “Saranno tempi migliori” Salvatore Papadia. Quando si parla di coerenza… molti sul luogo di lavoro...ah, è vero, non ci sono G.P. : “Basta con le messinscene!” (non diciamo chi è per quanto detto sopra) CITTADINO DI MARTANO più loculi liberi al Cimitero.... Bruno Contino: “Analizziamo i problemi” Giovanni Sicuro ci tiene a precisare che lui e i suoi candidati sono tutti cittadini di Martano. Antonio Micaglio: “Una Martano da curare” Sembrerebbe una precisazione superflua, ma a ben guardare le liste, non ha tutti i torti. Pasquale Conte, in particolare, ha una vera e propria legione straniera: carpignanesi, serranesi, cannolesi. Di Francesco Donateo: "Ascolta la campana giusta!" uno non conosciamo nemmeno la provenienza. E proprio vero: i cittadini di Martano non lo vogliono più, e lui ingaggia gli “stranieri”.I CALZINI BIANCHIA inizio pagina avevamo promesso che avremmo ignorato una delle cinque liste, ma proprio non ce la facciamo a trattenerci. Così, senza fare nomi, senza fareallusioni, ci chiediamo semplicemente: ma a nessuno gli è venuto in mente di dirgli che i calzini bianchi non si usano più dagli Anni Ottanta? Prima di fare la fotoper il manifesto elettorale...un minimo di attenzione ai dettagli! RETTIFICHE RICHIESTE Lo scorso numero, senza fare nomi, abbiamo scherzato su un candidato che, da elettore della Fiamma Tricolore, è ora candidato di Rifondazione. Ce ne scusiamo: le nostre fonti sapevano che il candidato in questione aveva in passato votato per il compagno Pino Rauti. Come? Stiamo facendo confusione? Forse non siamo noi a farla....Comunque, il voto è segreto, è un diritto fondamentale del cittadino e nessuno di noi può ironizzare su chi vota chi. Grazie per la garbata segnalazione.CITAZIONI COLTE LE CITAZIONI DI IENA RIDENSIn questa campagna elettorale sono fioccate le citazioni colte, gli Non ce la facciamo ad esser da meno: anche noi vogliamo colpirvi con dotte citazioni.aforismi hanno colorito i comizi dei tanti candidati, e in tutte le lingue “Nei singoli la follia è una rarità: ma nei gruppi, nei partiti, nei popoli, nelle epoche è la regola” (F.possibili. Dal consueto griko di Pasquale Conte al latino di Paolo Nietszche)Protopapa, dal dialetto napoletano di A. Bonatesta alla citazione “Ciò che consideri una vetta è soltanto un gradino” (Seneca)kennedyana di Francesco Protopapa. Addirittura con qualche “La libertà è sempre e solo la libertà di quelli che la pensano in modo diverso” (Rosa Luxembourg)strafalcione: la candidata Laura Saracino ha detto che il suo credo si “Larte di vincere la si impara nelle sconfitte” (Simon Bolivar)basa su una parola: “I care”. Come potete vedere le parole sono due, “Il politico pensa alle prossime elezioni, lo statista alle prossime generazioni” (Otto von Bismark)non una, e tradotte significano “Io me ne occupo”. Peccato che la “Il genere umano dispone di una sola arma veramente efficace: la risata” (Mark Twain)definizione sia stata introdotta da Don Milani e adottata da Walter “Siate gentili con la gente mentre salite, perché la incontrerete di nuovo mentre scendete” (Wilson Mizner)Veltroni come slogan dei DS. Questo non è uno scherzo ma una vera lettera inviata allindirizzo redazioncortegrande@libero.it che non possiamo non pubblicare Spett.le redazione, scrivo per lamentarvi con voi per ciò che avete riportato sul numero di maggio alla pagina della Iena Ridens. Non so chi ha scritto il pezzo sul candidato sindaco Giovanni Sicuro, ma vorrei dirvi che ho trovato di pessimo gusto ironizzare sul suo grado (chiamandolo capitano o maggiore-non si è mai capito) quando ogni altro candidato ha avuto il suo giusto riconoscimento. A parte il fatto che Sicuro si è qualificato CITTADINO DI MARTANO e quindi questa ironia mi sembra del tutto fuori luogo, ci tengo a precisare che egli ha concluso la sua onorata carriera militare fregiandosi del grado di Colonnello. Perciò, se tra voi cè qualcuno al di sopra delle parti, gradirei che nel prossimo numero del giornale porgesse le sue scuse a Sicuro, visto che i suoi gradi non glieli può togliere nessuno. Aspetto con impazienza. Grazie da ASSUNTA P.S.Preciso che di questa mia Sicuro non è a conoscenza, è solo una rettifica che IO ritengo doverosa e lo farei per chiunque. (inviato da: gimmy.88@libero.it) Cara Impaziente Assunta, forse non ti sei accorta che Iena Ridens è una pagina dedicata alla satira politica. Quindi non capiamo quali siano i giusti riconoscimenti degli altri. Quanto al Colonnello Giovanni Sicuro, siamo lieti della Tua puntualizzazione, che colma un vuoto di informazione. Il suddetto si presenta come cittadino martanese e non tutti possono conoscere i gradi di cui è titolato. Come vedi, però, pubblichiamo la Tua lamentela. Iscritto al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile: Fernando Durante Redazione: Salvatore Caracuta, Paolo Saracino, Marco Termo, Fabio Tarantino, Davide Bufano, Cesare Caracuta, Maristella Chiriatti, Anna Tamborrino, Letizia Gaetani, Andrea Coluccia,, Sergio Saracino. indirizzo e-mail: redazionecortegrande@libero.it Per la pubblicità tel. 339 1960227. Stampato da Grafiche Chiriatti Martano. Progetto Grafico: Daniele De Simeis. Impaginazione: Salvatore Caracuta, Chiara Stomeo. Tiratura 4.000 copie Distribuzione porta a porta - Chiuso dalla Redazione il 23.05.07 alle ore 12.00 IL RITORNO DI SCHIZZO Qualche mese fa’ avevo scritto un articolo, dal titolo “UNO STUPIDO DIVERTIMENTO”, ATTIVITÁ ENPA (ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI) su due cani, Schizzo e Gino, che erano stati portati a Calimera da alcuni ragazzi che Alcuni di voi si chiedono cosa faccia l’ENPA di Martano. In questi ultimi mesi li avevano fatti salire insieme a loro su un pulman diretto a Lecce e, successivamente, sono stati mantenuti e affidati alcuni cuccioli, si sta continuando a curare il li avevano fatti scendere alla prima fermata, cioè proprio a Calimera. Gino era tornato cane di cui avevo parlato nel numero precedente, fortunatamente ci sono dei dopo qualche giorno, mentre di Schizzo se ne erano perse le tracce; alcuni giorni fa’ miglioramenti, è stata sterilizzata Linda, una barboncina bianca e nera, e Schizzo è stato ritrovato a Zollino da alcuni ragazzi che lo hanno fatto salire in macchina dovrà essere sterilizzata un’altra nelle prossime settimane. Tutte queste cose e riportato nel nostro paese per la felicità di tutti coloro che vogliono bene a questo sono state fatte grazie alla volontà e alla passione, e solo di volontà e di piccolo cane che da tanto tempo vive a Martano e, soprattutto, per la felicità di Briciola, passione si tratta, dei volontari dell’ENPA che hanno speso il loro tempo e un’altra cagna storica, e dello stesso Gino che hanno ritrovato il loro compagno non solo a favore di questi esseri viventi meno fortunati. Colgo l’occasione d’avventura. In questi mesi vi ho spesso raccontato storie tristi che hanno per per ringraziare a nome dell’ENPA tutti coloro che durante l’ultima festa hanno protagonisti animali, in questo numero, invece, vi ho raccontato una storia a lieto fine. contribuito con le loro offerte a darci un aiuto concreto. Andrea Coluccia
    • MAGGIO 2007 8 Perchè vincano davvero i valori sani dellagire pubblico Una politica VERA! Il riconoscimento per una vita spesa per dare ai ragazzi la possibilità di giocare nel rispetto delle regole di Davide BufanoLa situazione politica a Martano è alquanto anomala; la constatazione Il premio di Benemerenza ad Antonio Gaetani di Fernando Durantebasilare, il punto da cui bisogna partire è che bisogna cambiare,perché in questi 5 anni Martano ha subito una flessione sotto tutti Parlare con Antonio Gaetani, più conosciutoi punti di vista. La giunta Conte ha dimostrato il fallimento della come “l’Antonio de le curve”, per via di quellasua politica, dal momento in cui non è stato in grado di dare alla “maledetta” strada che porta a Borgagne,nostra città una prospettiva futura, un’idea capace di proiettare paese della moglie, consumata per anni dalMartano al di fuori di logiche da prima repubblica che lasciano il nostro, è fare un salto indietro di decine ditempo che trovano, mirate a riscuotere un ritorno elettorale, che anni. Un ripercorrere la storia del calcionon dà, soprattutto a noi giovani, la possibilità di avere pari diritti dilettantistico a Martano. Praticamente è dae pari opportunità nel momento in cui ci interfacciamo con la casa sempre nell’ambiente. “Ma non ho maicomunale. Anche parlando con alcuni miei amici universitari (non giocato”, confessa candidamente. “La miadi Martano ovviamente) mi accorgo che abbiamo perso credibilità vita, comunque, è stata un sacrificio per lonei riguardi dei paesi limitrofi. Il sindaco non devessere bravo sport sano”. Anche se dal 1967 al 1975 ènell’aggiustare campanili, scegliere tinte per le scuole, un primo stato tesserato: "Lo facevo per fare ilcittadino sarebbe efficiente se riuscisse a fare del suo paese un segnalinee. Ogni domenica, scarpette efaro per i paesi vicini, allargando e intrattenendo rapporti. Martano pantaloncini, per calcare le linee laterali”,dovrebbe porsi come guida di una serie di processi culturali e rivela l’arcano. Erano anni di assoluta passione che riusciva a trasmetterepolitici, per i paesi della Grecia Salentina e del territorio, allo scopo ai ragazzi. “Ho sempre detto: vinca il migliore, ed in campo ho predicatodi rilanciare la nostra economia. E’ inutile dilungarmi sugli aspetti la massima correttezza verso gli avversari”. Tante sono, infatti, le coppenegativi di questi cinque anni, vorrei soffermarmi su un altro dato: vinte, e le targhe per aver vinto il Premio Disciplina (campionato delc’è gente che fino a qualche settimana fa non aveva niente a che 74/75, 77/78, 79/80, 86/87. Mai nessuno, con lui ha pagato unfare con la politica, gente che se ne "schifava" e non voleva sentirne centesimo per giocare. Erano altri tempi. Oggi anche i bambini sonoparlare. Ora questi “personaggi” figurano in liste, soprattutto, di un peso economico per i genitori che li vogliono far divertire. Nella suadestra. Giudicandole politicamente, mi accorgo che quella più sala da barba fanno bella mostra le numerose foto di squadre cresciuteunitaria è la lista di Antonio Micaglio. Perché? Semplice, perché da lui. Tanti ragazzi hanno avuto l’opportunità di fare il salto di qualità.vede il coinvolgimento di 6 partiti (Democratici di Sinistra, Margherita, E per questa sua passione sono arrivati tanti riconoscimenti. Da societàComunisti Italiani, Udeur, Socialisti Autonomisti, Italia dei Valori) sportive, dal Comune, dalla FGCI. Le mostra con un pizzico di orgoglio.confermando l’importanza di una comune cultura di governo Il ricordo più forte è legato al campionato del 90. La sua squadra vinsedemocratica e riformatrice. Accanto a questa visione plurale e il campionato di terza categoria: “è stata l’unica del paese a vincereunitaria dei partiti del centro sinistra, occorre rimarcare anche un campionato per essersi classificata prima”. Fu in un memorabilel’apertura verso la cittadinanza attiva con il coinvolgimento di incontro di spareggio contro il Galugnano, sul campo di Melendugno,persone capaci e in grado di svolgere compiti di pubblica a decretarne la vittoria e, quindi, il primo posto. Anche ora, l’Antonioamministrazione, nonché l’apertura verso le donne essendo la lista fa parte del direttivo dell’Usd- Martano. E’ stato proprio il presidente,con più donne. Il candidato Sindaco Antonio Micaglio, grazie alla Domenico Scordari, a proporre la sua candidatura al premio Benemerenzasua capacità di ascolto e alla sua capacità progettuale riesce ad della Fgci. Anche se non potrà raggiungere Roma, nel giorno dellaesprimere la sintesi e l’unione di questa spinta riformista. premiazione solenne(ha qualche problemino di salute, nulla diQuesto è il mio parere. Io studio scienze politiche, non sono in preoccupante), il premio gli sarà consegnato dai dirigenti provincialilista, ho scritto ciò perché amo la politica e perché voglio che il della Federazione, presenti nella capitale. Auguri Antonio, con sempremio paese sia rappresentato da uomini politici capaci e responsabili. più stimolante e sincera passione. Davide Bufano Fernando Durante ELEZIONI COMUNALI 27 e 28 MAGGIO 2007 Cara Elettrice, caro Elettore, il 27 e 28 Maggio si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale della nostra Martano. Come è mia consuetudine, preferisco coltivare un rapporto diretto con voi, i cittadini, perché sono convinto che è a voi che devo dar conto del mio operato e delle mie scelte. In questi primi due anni e mezzo di governo alla Provincia con il Presidente Giovanni Pellegrino, ho profuso il mio impegno per tenere alta l’attenzione dell’assise provinciale sulle problematiche che riguardano Martano e il comprensorio della Grecìa Salentina. Penso all’emergenza scolastica, al problema della viabilità, all’ambiente, alle varie iniziative che su tanti campi hanno visto impegnato i l s o t t o s c r i t t o e l a m a g g i o ra n z a d e l l a q u a l e fa c c i o p a r t e . Come è noto, qualche mese fa, ho dovuto, per motivi di salute, rinunciare alla candidatura a Sindaco della nostra città, che mi era stata proposta dal Centro-Sinistra. È stata per me una scelta sofferta, ma dettata dalla necessità di non sottrarre tempo prezioso alla coalizione, che comunque doveva proseguire il suo cammino di preparazione a questo importante appuntamento politico. Nonostante ciò, mi dichiarai, con un messaggio pubblico a voi, cittadini, a disposizione della coalizione di Centro-Sinistra e della cittadinanza vota martanese in questa campagna elettorale, con il medesimo appassionato impegno sia pure in un ruolo diverso. Oggi, a distanza di quattro mesi, la stessa coalizione che aveva chiesto Francesco la mia candidatura, è tornata a chiedere la mia presenza come capolista nella lista guidata da Antonio Micaglio. Mantenendo la parola data, ho accettato di scendere in campo per dare il mio contributo alla vittoria di Antonio Micaglio e della lista “Per Martano Uniti”, certo che sia di fondamentale importanza battere il Centro-Destra e ridare a Martano quel FARI capolista ruolo di protagonista che la pessima amministrazione Conte le ha fatto perdere. Cari cittadini, dopo questa doverosa premessa, sono convinto che il vostro sostegno sia fondamentale per vincere questa battaglia e far ripartire Martano per raggiungere insieme nuovi e prestigiosi traguardi, per COSTRUIRE INSIEME IL FUTURO CON ANTONIO MICAGLIO SINDACO. CON ANTONIO MICAGLIO SINDACO Con affetto Francesco Farì