• Save
Corte Grande N° 22 - Maggio 2007
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Corte Grande N° 22 - Maggio 2007

on

  • 882 views

 

Statistics

Views

Total Views
882
Views on SlideShare
882
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Corte Grande N° 22 - Maggio 2007 Document Transcript

  • 1. Prog. Grafico di Daniele De Simeis MAGGIO 2007PERIODICO DI INFORMAZIONE MARTANESE ANNO I I° - NUMERO 22 - DISTRIBUZIONE GRATUITAIscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile Fernando Durante ELEZIONI 2007 INTEGRAZIONE E LEGALITA’ di FERNANDO DURANTE Anche Martano è vista dagli occhi a mandorla E’ la prima volta, con il sistema maggioritario, che per A Martano, come in tutta Italia, vivono persone provenienti da una fetta di mondo lontana dalla governare Martano concorrono ben cinque liste. Con nostra; emigrano da una realtà diversa, ma non peggiore; distante, ma non estranea al nostro altrettanti candidati sindaci ed 80 concorrenti alla carica interesse. Martano, negli ultimi anni, ha cominciato ad di consiglieri. La filosofia che sembra avere spinto verso queste soluzioni di scontro duro è quella di dimostrare ospitare gente dal colore della pelle diverso dal nostro; la propria forza all’interno degli schieramenti. Ovvero: donne e uomini dagli occhi a mandorla che si stanno “ora ti faccio vedere quanto valgo”. Perciò, spaccato il integrando, anche se non senza difficoltà, nel nostro centrodestra con tre liste che vi si ispirano, non meno ambiente. Un paese aperto a tutti perché tutti sono uguali diviso il centrosinistra che ne presenta due: “ Città Futura” capeggiata da Bovino, e “Per Martano Uniti”, e degni di essere accolti. con Micaglio candidato sindaco. Lo scontro nel Sono decine di uomini, donne e bambini che hanno scelto centrodestra si evidenzia attraverso le liste del sindaco di abbandonare la loro terra alla ricerca di un futuro uscente Pasquale Conte, ricandidato, a capo di migliore; molti di essi lo stanno cercando proprio qui, a “Continuare a Crescere”, e quella di Protopapa, che Martano, dove hanno cominciato a lavorare ed a investire guida la formazione di alcuni fra gli assessori destituiti da Conte. La formazione guidata da Giovanni Sicuro, il loro tempo ed i loro risparmi con l’apertura di negozi è nata per captare i voti di coloro che non si identificano di abbigliamento ed accessori. Attualmente vi è un punto vendita (l’altro ha chiuso i battenti), in alcuno dei due schieramenti, per quanto potrebbe gestito da una famiglia di cinesi, nel quale è possibile comprare abiti, borse ed intimo, tutto ispirarsi alla politica del centrodestra. Il mosaico di rigorosamente MADE IN CHINA. segue a pag. 2 formazione è, praticamente, la fotografia delle divisioni in cui versa il paese. E’ la situazione in cui versano i partiti. Lo scontro è durissimo. Si combatterà fino SOMMARIO “E’ ora di decidere e di agire” all’ultimo voto. Ogni formazione ha cercato di “Non ci sono più parole per esprimere accreditarsi i nomi più autorevoli e popolari del paese. Integrazione e legalità pag. 1-2 E laddove non è riuscita ha cercato di contrastare la di Letizia Gaetani commozione e sdegno dinanzi a questo tragico candidatura con altra pescata nella stessa famiglia e di É ora di decidere e di agire pag. 1-2 susseguirsi quasi quotidiano di incidenti mortali uguale peso. E fin qui siamo nella normalità. Ma, ci di Davide Bufano sul lavoro. E’ ora di decidere e di agire. E sono fratelli in due liste contrapposte, così come lo sono Storia delle colonne infami pag. 2 quindi hanno ragione coloro che temono che, padri e figli. E si può esser certi che, a vittoria acquisita, di Toni Iervoglini dopo quello che accade, ogni volta si chiuda il lavoro di riconciliazione del paese sarà impresa ciclopica. Tanti i giovani presenti. Continuano a latitare 5 Domande ai candidati pag. 3-4 la parentesi. Non deve essere così. Non può le donne. Il massimo delle presenze femminili, nel essere così”. Queste le parole di Napolitano numero di tre, si registra nella formazione di Antonio Lettera aperta ad Antonio Micaglio pag. 5 riguardo questa piaga (incidenti sul lavoro) che di Andrea Trovè Micaglio. In quella capeggiata da Protopapa, non ne colpisce soprattutto il Mezzogiorno. Anche la figura nemmeno una. Presenti, nelle liste che si ispirano Giovani per il partito democratico pag. 5 al centrosinistra, due consiglieri provinciali: Luigi Calò, di Giacomo Farì Puglia ha contribuito nell’accrescere questo con delega alle Politiche Giovanili; e Franco Farì. Ritorna angoscioso bilancio, sono state 1280 i morti Voce ai giovani pag. 5 in campo Alfredo Bonatesta, già sindaco dal 1985 al di Maristella Chiriatti nel 2006, tre morti al giorno (dati INAIL) per 1989. Tutti i pezzi da 90 sono presenti. Il ricandidato di più è un dato per difetto dal momento che sindaco, Pasquale Conte, ripresenta gran parte della sua Giovanissimi dellUSD Martano pag. 6 di Riccardo Schito molti incidenti non vengono denunciati amministrazione. Ma non avrebbe l’appoggio dei partiti. La lista del suo diretto antagonista, Paolo Portopapa, è Esordienti, primo titolo stagionale pag. 6 trattandosi di lavoro nero o sommerso; maggiori -ufficialmente- appoggiata dalle segreterie politiche di di Omar De Nicola incidenti si registrano nelle industrie, servizi e Forza Italia, Udc ed An. Firmano il manifesto di USD, sport e solidarietà pag. 6 agricoltura. Si assiste inoltre ( secondo l’ANMIL presentazione del candidato sindaco. Ma Conte contesta di Domenico Scordari “Associazione nazionale mutilati e invalidi del queste adesioni perché, a suo dire, in paese sarebbero lavoro”) a un incremento delle malattie state effettuate scelte verticistiche, non condivise dalla Iena Ridens pag. 7 base. “ Da tre anni”, sostiene, “FI non rinnoverebbe il professionali, tra il 2001 e il 2006 sono stati direttivo”. Un successo firmato USD Martano pag. 8 883 i decessi riconosciuti dall’INAIL come di Domenico Scordari provocati da malattie contratte nei luoghi di lavoro e di questi ben 619 sono dovute a tumori causati dall’esposizione all’amianto; accanto al lungo elenco delle morti bianche, anche quello delle tantissime vittime di infortuni “meno gravi”. Tutte queste migliaia di lavoratori hanno diritto ad indennizzi molto più bassi rispetto al passato. segue a pag. 2 ALLINTERNO Tutti i candidati delle cinque liste ABBIGLIAMENTO - CALZATURE Interviste ai cinque PER LO SPORT candidati sindaci
  • 2. MAGGIO 2007 2 dalla prima pagina Integrazione e legalità di Letizia GaetaniE proprio su questo punto nascono polemiche… sono polemiche numerose ed Ora tocca a noi, che a partire dal secondo dopoguerra siamo stati ospitati, ospitareestremamente infuocate che hanno portato alla rissa nella Chinatown di Milano. nuova gente. Mentre dal sud, e dall’Italia in generale, si dice che emigrano “cervelli”,Alcuni intravedono in questo avvenimento il segno di una certa insofferenza da cioè persone istruite e responsabili, al Sud ed in Italia arrivano “braccia” per ilparte dei commercianti italiani, o degli italiani in generale a seguito della concorrenza, lavoro e concorrenza.o dell’invadenza cinese… Tutti hanno il diritto e il dovere di lavorare e, a riguardo, i cinesi si sentono unRenato Pezzini scrive su “Il Messaggero”: <<C’è anche –forse soprattutto- questa popolo rappresentato dal motto “mangiare amaro” che significa faticare, lavorarecronica incapacità a vincere la paura: quella degli italiani che guardano agli stranieri e tacere. I cinesi che vivono Martano si sentono proprio così, un popolo di lavoratori,come al nemico invadente, e quella degli stranieri che si sentono le vittime e che pronti a superare le numerose difficoltà di integrazione.oggi sulle vetrine hanno incollato dei cartelli gialli: “integrazione, non L’Italia, tuttavia, si sente schiacciata dalla crescente illegalità che arriva condiscriminazione”. >>. insistenza proprio dall’oriente. Il nostro paese permette l’integrazione, ma ha comeCerto, si spera che i cittadini di Martano non diano mai l’occasione di far esporre obbiettivo quello di salvaguardare la legalità.ai nostri nuovi vicini di casa cartelli di questo tipo. I fatti successi a Milano hanno suscitato numerose polemiche ed aperto unEd è certamente quella provenienza che ci desta dei timori i quali invitano alla interrogazione parlamentare da parte della forze dell’opposizione, in parlamento.prudenza e all’attenzione per quei prodotti che si dicono cancerogeni. Il governo, nella persona dell’On. Minniti ha dichiarato che c’è una forteEppure la stessa etichetta si trova anche nei negozi “rigorosamente” italiani. preoccupazione dovuta ai traffici illeciti. In particolare, la Puglia è considerata ilCinesi, italiani, albanesi, rumeni… siamo tutti uomini, anche se proveniamo da baricentro di tali traffici, perché terra di frontiera accessibile grazie ai porti situatiposti diversi. a Levante. Sembrerebbe che proprio dalla Puglia si diramano i numerosi trafficiQuesto si dice, forse si pensa, ma non sempre si applica considerando che, a volte di prodotti contraffatti e merci che stanno spaventando tanto la nostra Nazione.si degenera in comportamenti che lasciano palpare atteggiamenti di inimicizia, Il problema dell’integrazione e della legalità ha sempre suscitato polemiche eviolando, in questo modo ciò che difende la Dichiarazione universale dei diritti preoccupazioni, ma quando si chiede ai cinesi che abitano a Martano come si viveumani. Questa, che rappresenta una delle maggiori conquiste della rivoluzione nel nostro paese, essi rispondono con il sorriso: <<bene, molto bene!>>.francese, afferma che “è indispensabile promuovere lo sviluppo di rapportiamichevoli tra le Nazioni”. Letizia Gaetani dalla prima pagina E ora di decidere e di agire di Davide Bufano Riceviamo su redazionecortegrande@libero.it e con piacere pubblichiamoLa maggior parte delle vittime risulta avere tra 26 e 36 anni; la prima causa dimorte resta la caduta dall’alto. Un dato moralmente significativo è che gli stranieri STORIA DELLE COLONNE INFAMImorti sul lavoro sono stati 42 nel 2006, cioè più 16% rispetto al 2005, ciò vuol dire E’ tempo di elezioni a Martano. Un po’ tutti ci siamo interrogati su quantoche la presenza di lavoratori stranieri nel settore delle costruzioni è in continuo sta accadendo. E proviamo a darci delle risposte. A “chi sta con chi” è piùaumento, il problema è che oltre ad essere meno pagati e inquadrati a livelli più facile rispondere. Sui perché non è altrettanto facile farlo per chi non vivebassi, questi lavoratori, per una serie di cause, sono quelli più esposti al rischio certe vicende dal di dentro. Nell’area di centrodestra, i partiti, o i loro simboli, sembra che stiano tuttiinfortuni. Il nuovo disegno di legge richiama nelle nuove norme la responsabilità da una parte. Dall’altra c’è chi ritiene di avere ben governato o almenodegli infortuni all’azienda appaltante e non più solo a quella sub-appaltatrice, dei questo è il convincimento di gran parte dei consiglieri di maggioranzapremi a vantaggio delle aziende che sapranno ridurre gli infortuni, semplificazioni uscenti, i quali, però, 4 anni fa, si erano presentati come candidati di partito.burocratiche per le piccole e medie imprese, valorizzazione della bipolarità tra Per questi l’esperienza di governo deve essere stata così “gratificante” che,datore di lavoro e organizzazioni sindacali; anche i lavoratori para subordinati e anche senza partiti alle spalle, evidentemente vale la pena di cimentarsiinterinali saranno considerati beneficiari di tutela per il solo fatto di essere presenti nuovamente. Questo è quanto ci è viene fatto intendere. Dei partiti o di iniziative da questi sostenute, di coinvolgimento sociale, diin un ambiente di lavoro. Il “Colle” intanto sollecita maggiori controlli. Ma quanti fermento politico, in questi 4 anni vi è stata latitanza. Possibile che ciò siasono i “controllori del lavoro” e quante ispezioni effettuano? Il “Comando Carabinieri accaduto a causa di un governo “dittatoriale” del paese? Possibile che ilper la tutela del lavoro” è alle dipendenze del Ministero del lavoro e politiche primo cittadino abbia estromesso i partiti di maggioranza dalla discussionesociali; accanto al Comando centrale di Roma, è presente un nucleo operativo per politica? Nessuno che abbia mai sentito in tanto tempo il dovere di sollevareogni provincia. Ma c’è chi si domanda se i controlli vengono svolti con regolarità il problema politico? E i rappresentanti locali dei partiti dov’erano? Nono se effettivamente servono; un lavoratore del settentrione (considerata la sua hanno anch’essi le loro responsabilità?esperienza) è scettico circa l’efficacia dei controlli, affermando l’esistenza di un Solo adesso tale presunto atteggiamento dispotico e accentratore diviene oggetto di critica e la giustificazione per la nascita di una lista concorrentesistema subdolo; in pratica le grosse aziende danno in appalto i lavori più rischiosi utile a fregiarsi dei simboli dei tanto spesso vituperati partiti.alle imprese che a loro volta fanno i conti con una concorrenza spietata e per potersi C’è poi chi ha avuto il coraggio di dire/denunciare pubblicamente perchéappaltare i lavori, offrono manodopera a basso costo tagliando le spese nella non ci sta e abbandona la scena. Ma le ragioni rappresentate (mancanza disicurezza, assumendo operai non specializzati. Io non so cosa occorre, se più coesione, prevalenza di interessi particolari, programmi politici estemporanei,controlli o meno, non so di chi è la colpa ma penso che si debba avere più rispetto ecc.) sono le stesse che ne avrebbero potuto sconsigliare la candidatura 4di questi cittadini, invece di enfatizzare ed esaltare alcune professioni, ad esempio anni fa. E le “colonne infami” del titolo di questo articolo? Vi chiederete voi.il ruolo dei soldati, fermiamoci un attimo e ascoltiamo la voce di chi ha meno Dovrebbero essere un esempio del “buon governo” della città, una seppurpotere nella nostra società. Accolgo in pieno l’appello di Napolitano, il quale ha discutibile testimonianza di arte, cultura e… “architettura”.intitolato la celebrazione del Quirinale per la festa del primo maggio, “Giornata Sono soprattutto un’opera incompiuta che da quattro lunghi anni, in Viadella sicurezza”. Come non essere d’accordo? Otranto, fa da monito ai passanti : “lasciate ogni speranza o voi ch’entrate”. Davide Bufano di Toni Iervoglini STORIE DA CANI La sfortunata storia di un cane investito Qualche settimana fa, un cane è stato investito sulla strada Martano-Castrignano. Questo cane ha riportato numerose fratture che gli hanno procurato lesioni alla colonna vertebrale, a cui si è aggiunta una grave infezione. Attualmente esso non Natura Benessere è in grado di camminare autonomamente, in quanto non riesce a muovere entrambe le zampe posteriori. Di questo cane si sta occupando una volontaria ENPA che sta sostenendo le cure e la degenza dell’animale. Chiunque fosse interessato ad aiutare Natural Essences & Cosmetics questa volontaria, oltre che da un punto di vista pratico anche da un punto di vista economico, può rivolgersi presso il Baby Shop e chiedere di Elena. Il vostro aiuto sarà utile al tentativo, perché di un tentativo si tratta, di salvare la vita di questo www.benesserenatura.com sfortunato essere vivente. Andrea Coluccia AFFIDAMENTO DI CUCCIOLI Si affidano 12 cuccioli di taglia media a veri amanti degli animali. Per informazioni rivolgersi presso il Comando di Polizia Municipale di Martano. SMARRIMENTO È stato smarrito un barboncino bianco, chiunque avesse informazioni utili è pregato di rivolgersi al numero telefonico 3297507155.
  • 3. MAGGIO 2007 3 5 DOMANDE PER 5 CANDIDATI SINDACO Con l’intento di dare il maggior numero di informazioni sui candidati a sindaco ed offrire a tutti i cittadini il maggior numero di elementi per poter scegliere, abbiamo rivolto ai cinque aspiranti alla carica cinque domande, uguali per tutti. 1) Qual è stata la motivazione che ti ha portato ad accettare la candidatura? 2) Quali sono i punti qualificanti del tuo programma? 3) Quali sono le emergenze da affrontare subito? 4) Perché la gente dovrebbe votarti? 5) Cosa non faresti mai da sindaco? Paolo Protopapa, candidato sindaco per la lista “ Martano prima di tutto”, docente di filosofia presso il Liceo Classico di Casarano. 1. Una valutazione generale maturata da tempo, sulla perdita di ruolo di Martano sul territorio. Cioè una “ stanchezza delle Istituzioni” che non sono adeguatamente rivitalizzante da una classe dirigente adeguata ai compiti di una cittadina dinamica, culturalmente sensibile, operosa, e con grandi potenzialità di sviluppo. A ciò va, però, aggiunto la forte sollecitazione di amici e cittadini comuni di variegata ed articolata espressione ideologica che ha visto nella mia persona un probabile rappresentante degli interessi generali di Martano. La scelta finale è- però-determinata dalla volontà dei partiti e dalla mia vocazione naturale a sentirmi parte di un tutto, cioè di coalizione che fa politica vera, fuori dai personalismi che hanno caratterizzato gli ultimi tempi. 2. “ Martano prima di tutto”(è questo il nome della lista, ndr) identifica già nell’icona simbolica il forte respiro identitario che vogliamo assegnare alla nostra battaglia politica: una forte ispirazione ideale, con il consenso autentico delle radici e dell’unità morale e spirituale della comunità, la grande operosità nei secoli nei ceti contadini, artigiani e professionali dei martanesi, ma proiettati dinamicamente nel futuro. In una formula: rilancio moderno del patrimonio storico-culturale, stimolo alle capacità produttive e quindi privilegiamento del lavoro, cura dell’educazione ed ai servizi del territorio della Grecìa salentina. Non un gioco da solisti autoreferenziali, macollaborazione e sinergia con attivismo straordinario delle realtà comunali limitrofe.3. Il “ primus movus” è la difesa, la cura, la valorizzazione del territorio, inteso come habitat naturale e socio-culturale, il quale rappresenta la risorsa per eccellenza. Da qui, l’esigenza ineludibile dei sistemi di salvaguardia attiva del territorio: impianti fognari, raccolta dei rifiuti solidi urbani, difesa delle tipologie edilizie rurali e cittadine, interventi nel settore alberghiero e, in generale, nella fruizione “ alta” della nostra enclave etnologico-culturale. Ciò potrà avviare una serie di attività, impieghi e lavori che vedranno giovani generazioni, persone comunque dotate, di competenze e sensibilità professionali, in grado di offrire prestazioni efficaci nel richiamo turistico. L’abbinamento terra-mare (campagna, patrimonio costiero) è l’asse vincolante per il futuro di Martano.4. Perché, pur consapevolissimo dei limiti individuali, guai se fossi interpretato come tuttologo, penso di aver dimostrato un amore straordinario per la mia terra, ed in particolari periodi di intenso sviluppo, una passione civile ed un impegno istituzionale che non è mai venuto meno. Infine, una coerenza sul piano di una libera e scomoda ricerca interiore. Questa indagine sulle convinzione più intime si deve conciliare con un’azione politicaa coerente, superando contraddizioni coerente. Da soli valiamo poco, insieme voliamo.5. Non tratterei nessun cittadino da cortigiano e non volterei le spalle a chi chiede di essere capito ed aiutato. Ma, soprattutto, non mi acconcerei alle cupole e cupolette che confondono l’interesse generale con la legge del più forte. Il mio nemico, antico e presente, rimane lo spirito di sopraffazione; il mio amico di ieri, di oggi e di domani, è il rispetto sacro della dignità universale di ogni uomo. Un’auto educazione convinta alla libertà ed alla solidarietà sociale. Antonio Bovino, candidato sindaco per la lista “Città Futura”, avvocato. 1. La scelta di candidarmi è stata determinata dal desiderio di dare voce ai cittadini e porre ognuno di loro, indipendentemente dalle proprie condizioni sociali ed economiche e dalle convinzioni culturali o politiche, al centro dellazione amministrativa della nostra città. 2. Il programma della lista civica Città Futura vuole caratterizzarsi per gli strumenti della partecipazione civica, i principi dellinclusione sociale e della solidarietà, la capacità di fare sistema per rafforzare lo sviluppo sociale ed economico della nostra comunità. Occorre creare strumenti affinché la democrazia si affermi come sistema dinamico, caratterizzato dalla continua ricerca di pratiche partecipative tese a dare ai cittadini uneffettiva capacità di governo. La partecipazione dei cittadini è garanzia di crescita culturale e sociale, nonché di trasparenza dellazione amministrativa. 3. Venir fuori dalla logica delle emergenze, grazie ad una puntuale programmazione politico- amministrativa. 4. Perché sono uno di loro, conosco il valore dei sacrifici, la speranza tenace del futuro, la dignità del lavoro, la naturale predisposizione allospitalità e alla solidarietà, lorgogliosa difesa della libertà. Per il progetto che la lista civica Città Futura propone, valorizzando questi principi che caratterizzano la storia e cultura dei martanesi.5. Ho avuto, sin da ragazzo, passione per la politica, quella vera, disinteressata ed attenta solo ed esclusivamente al bene comune. Salvaguarderò solo ed esclusivamente linteresse generale della nostra comunità e tutta la mia azione sarà improntata a tale principio supremo. Non sarò mai disponibile ad anteporre linteresse mio personale o di pochi a quello della nostra città. Per chi presenta il tagliando un buono sconto Atala ® homefitness su bici 10% fitness 15% I tagliandi non sono cumulabili
  • 4. MAGGIO 2007 4 Antonio Micaglio, candidato sindaco per la lista “Per Martano uniti”, medico. 1. Sono due le motivazioni che mi hanno spinto ad accettare la candidatura. Il recupero della vecchia passione politica e la certezza di poter offrire una candidatura di servizio e a tempo pieno per impegnarmi per la mia Martano. 2. Il nostro programma è il frutto di un’intensa campagna di ascolto con i cittadini e con tutti i soggetti attivi della città ed il meglio della nostra sensibilità politica. Abbiamo individuato insieme alcuni punti qualificanti come la centralità di Martano nell’ambito della Grecìa Salentina. Il rispetto dell’ambiente e le modalità per attuarlo.. penso al risparmio energetico, al miglioramento del ciclo di raccolta differenziata. Il potenziamento delle strutture socio-sanitarie di concerto con le linee di politica sanitaria regionale, che individua nel territorio il settore di maggiore sviluppo. 3. Innanzitutto, la riqualificazione delle periferie sotto tutti gli aspetti da quello sociale a quello urbanistico. Il rilancio dell’attività culturale, assente negli ultimi anni. La valorizzazione del volontariato e il ruolo delle associazioni. La ridefinizione dei parchi urbani, per esempio il parco urbano rurale delle Persia – Capasa. E poi gli spazi sociali da dedicare ai giovani, e incentivare la formazione professionale per intervenire concretamente sul mercato del lavoro. 4. Per la storia personale, contrassegnata dalla passione per la politica e dall’impegno nelle associazioni di volontariato. Perchériteniamo di essere la coalizione giusta, in grado di intercettare la voglia di cambiamento. Noi siamo la coalizione che proverà a dare risposte giuste alla nostra comunità,compresi i problemi del singolo cittadino.5. Non creerò mai degli steccati tra i cittadini. La casa comune è la casa di tutti. Giovanni Sicuro, candidato sindaco per la lista “Il Comune ai Cittadini” 1. Aiutare la comunità martanese a superare lo stato di disagio in cui versa; 2. Famiglia (giovani e anziani), sviluppo delle attività produttive ed agricole, fogna nera, recupero del centro storico e delle aree degradate del paese, attività sociali, sportive, culturali, riduzione al minimo delle aliquote Ici; 3. Riorganizzazione del personale e degli uffici comunali, fogna nera, rilancio delle attività produttive, utilizzo del Palazzo Gaetani. 4. Perchè tra tanta confusione cè bisogno di certezze, oserei dire di speranze. 5. Non tradirei mai i miei concittadini. Pasquale Conte, candidato sindaco per la lista “Continuare a crescere”, ingegnere. 1. La consapevolezza di aver svolto bene il mio dovere di sindaco, di aver sempre anteposto gli interessi generali a quelli particolari, di aver ben operato, di aver sempre difeso gli interessi dei cittadini sia a Martano che nella Grecìa Salentina, sia in Provincia che nella Regione. Ho assicurato il buon governo della città. Infatti moltissimi cittadini mi hanno manifestato il loro orgoglio per come gli ho rappresentati in ogni occasione: con onestà, dignità, fermezza, combattendo sempre, senza alcun cenno di timidezza o di riverenza nei confronti di chicchessia. Ho rappresentato MARTANO esattamente come richiede il carattere dei martanesi: in modo onesto e fiero. E poi la maggioranza dei consiglieri, degli assessori, gli amici dell’ UDC e della Fiamma Tricolore, tantissimi amici e conoscenti mi hanno convinto a candidarmi perché il Sindaco che ha ben operato deve essere giudicato dai cittadini. Per questo ho accettato la candidatura e sottopongo al giudizio dei cittadini sia il mio operato che il programma del prossimo quinquennio. 2. Attivare la fogna nera, realizzare i 4 comparti della zona PEEP in modo da garantire una casa a tutti i cittadini specialmente a quelli che hanno minori possibilità economiche, costruire una Casa di riposo per anziani ed una struttura sociale per disabili gravi, sistemare il campo di calcio, completare il bocciodromo, costruire un Palazzetto dello Sport, istituire il vigile di quartiere, creare una rete di trasporti suburbana pubblica, completare il parco di Apigliano, realizzare il parco di Artemide (abbiamo già ottenuto un finanziamento di 65.000,00 euro), assicurare la pari opportunità a tutti (donne e uomini), potenziare il ruolo di Martano sia nel campo scolastico che nel campo sanitario, sia nel campo dei servizi culturali che nel campo dei servizi sociali, completare la zona PIP2 e redigere il PianoUrbanistico Generale ed il Piano di recupero del Centro Storico.3. L’attivazione immediata della fognatura nera; questa è la prima emergenza di Martano. Costringerò l’Acquedotto Pugliese ad attivare il depuratore consortile costruito nel territorio di Carpignano Salentino. L’altra grande emergenza di Martano è la mancanza di lavoro per i giovani e per le donne; perciò metterò in atto tutte le risorse e le strategie necessarie a favorire la creazione di nuovi posti di lavoro. I nostri giovani ne hanno pienamente diritto. Un altro punto di criticità per le giovani coppie della nostra comunità è l’abitazione; la realizzazione della zona PEEP e la conseguente costruzione di abitazioni singole ed in cooperativa risolverà definitivamente questo problema.4. La gente voterà per me perché vuole Continuare a Crescere e non vorrà certo tornare indietro. Voterà per me perché vuole che noi portiamo a termine tutti i progetti che abbiamo preparato per la nostra città. Voterà per me perché ho amministrato bene nei cinque anni precedenti, perché ho dimostrato di avere le conoscenze, le capacità e le competenze necessarie per amministrare bene la cosa pubblica, perché posso amministrare meglio di come ho già fatto. La gente voterà per me perché sono una persona seria, di parola, onesta, perché di me ci si può fidare. E sono sicuro che la gente voterà ognuno dei candidati che sta in lista con me perché li riconosce capaci e competenti. Insomma siamo un’ottima squadra, faremo gli interessi della città, ed assicureremo il buon governo della città.5. Non farò mai gli interessi di pochi. Non sono disposto a predisporre, ad adottare e votare atti che ledono o contrastano con gli interessi generali della comunità di Martano. Sono convinto che facendo gli interessi di tutti si fanno gli interessi di ognuno di noi. Ad majora. Lista “Martano prima di tutto”. Candidato sindaco, Paolo Protopapa. Luigi Gallo, Francesco Cezza, Pasquale Chiriatti, Luigi Colagiorgio, Bruno Raimondo Contino, Sergio De Blasi, Antonio Tommaso De Vito, Antonio Nicola Ferente, Massimo Gallinaro, Costantino Antonio Iorio, Antonio Luceri, Leonardo Marcuccio, Davide Rizzo, Luigi Saracino, Luigi Sicuro, Giuseppe Stomeo. Lista “Continuare a crescere”. Candidato sindaco, Pasquale Conte. Antonio Zacheo, Laura Saracino, Antonella Galiotta, Paolo Cariddi, Ugo Castelluzzo, Cesario Chiriatti, Vito Chiriatti, Alessandro Coricciati, Alessandro Costantini, Marcello D’Arpa, Silvano De Carlo, Salvatore Papadia, Luigi Romolo Protopapa, Luigi Rescio, Paolo Stella, Francesco Vitto. Lista “Città Futura”. Candidato sindaco, Antonio Bovino. Alfredo Bonatesta, Luigi Calò, Ingrid Sabrina De Nicola, Paolo Giannuzzi, Ivan Mirto, Emanuele Monti, Luigi Moschettini, Pierino Palazzo, Gianfranco Protopapa, Pasquale Rescio, Stefano Sanna, Salvatore Saracino, Andrea Serravezza, Paolo Sicuro, Francesca Sofia Stella, Santo Vitto. Lista “Per Martano Uniti”. Candidato sindaco, Antonio Micaglio. Francesco Farì, Cesare Caracuta, Mario Carpinelli, Maristella Chiriatti, Romeo De Santis, Francesco Diamante, Francesco Donateo, Francesco Medina, Francesco Palano, Francesco Protopapa, Claudio Russo, Luca Stella, Angelo Stomeo, Lucia Surdo, Andrea Trovè, Debora Zaminga. Lista “Il Comune ai cittadini”. Candidato sindaco, Giovanni Sicuro. Giovanna Esposito, Giuseppa Farì, Carlo Corlianò, Riccardo Cornacchia, Luciano De Marianis, Pietro Ladino Corina, Nicola Mariano, Paolo Masciullo, Luigi Nocco, Roberto Orlando, Leonardo Protopapa, Riccardo Refolo, Giuseppe Cosimo Saracino, Mauro Schito, Brizio Antonio Spedicato, Salvatore Toma.
  • 5. MAGGIO 2007 messaggi elettorali autogestiti a pagamento Lettera aperta ad Antonio Micaglio, 5 candidato Sindaco Per Martano Uniti GIOVANI PER IL PARTITO DEMOCRATICOCaro Antonio,ho apprezzato l’avvio della tua campagna elettorale incentrata sull’attenzione e Ecco i perchè del concerto in bianco e nerosull’ascolto di tutti i contributi provenienti dai cittadini, dai giovani, dalle donne Lintroduzione di questarticolo è dedicata ai ringraziamenti.e dagli anziani. Perciò vorrei darti dei suggerimenti per cambiare in meglio la Benchè io sappia bene che questa scelta farà storcere il naso a un giornalistanostra città, qualora i martanesi scelgano te come primo cittadino. esperto e navigato quale il Direttore, non posso esimermi dal capovolgere laInnanzitutto la questione giovani. Credo sia prioritario individuare un immobile struttura di questo pezzo iniziando da ciò che solitamente sta alla fine. Tuttavia(penso allo splendido quanto inutilizzato Palazzo Ducale) che funga da spazio sento lesigenza di urlare il mio personalissimo grazie a tutte le ragazze e i ragazziaperto a tutti i giovani e associazioni presenti nel territorio, per dare loro la possibilità che, ormai da mesi, hanno aderito al progetto dei “Giovani per il Partito Democratico”di incontrarsi e collaborare positivamente. Sarebbe inoltre importante prestare la costituendone il cuore pulsante.massima attenzione alle iniziative lavorative dei giovani, promovendole e E merito loro ogni nostraincentivandole tramite la forma cooperativa. iniziativa. Devo inoltreLa vivibilità è data dai suoi spazi verdi e dalla qualificazione delle periferie. Sarebbe ringraziare tutti coloro che hannoopportuno cominciare rilanciando gli spazi già esistenti, come il Parco giochi e il contribuito allorganizzazione delParco di via Castrignano per farne un luogo di incontro di tutti e soprattutto un concerto di martedi 11 aprile,luogo di gioco per i bambini. dagli sponsor a coloro che hanno Lo Sport è un altro tema importante. Ascoltare tutte le semplicemente creduto in noi e associazioni che hanno lavorato in questi anni supplendo nelle nostre idee. alle mancanze di un’amministrazione troppo poco attenta Una su tutte. Limpegno per è fondamentale. E’ con loro che si deve scrivere un nuovo lintegrazione. capitolo dello Sport a Martano. Viviamo in comunità sempre più Impossibile non trattare la voce cultura. Il tema è troppo aperte e variegate nella composizione sociale. Le nostre città, i nostri quartieri, vasto ma ritengo prioritario partire dalle Biblioteca le nostre piazze iniziano progressivamente ad abbracciare culture, storie, tradizioni Comunale. Prevedere una mediateca, rafforzare l’offerta completamente diverse tra loro, e in passato sconosciute. Ma dietro questa qualitativa, intercettare i finanziamenti: questa è la rotta descrizione dai toni rasserenati, si cela in reatà la durezza dei bisogni e delle da seguire, ben diversa da quella degli ultimi anni. esigenze di chi è dovuto fuggire dalla propria terra perchè improvvisamente si è Ho tanta fiducia in te e sento che Costruire insieme il ritrovato la guerra e la miseria in casa, perchè lItalia rappresentava lultimo futuro, Uniti per Martano, sarà molto più di uno slogan germoglio di speranza per il futuro, perchè nel futuro cera ancora la voglia di elettorale. crederci. Andrea Trové Il Salento è storicamente predisposto allaccoglienza. E da sempre crocevia di Candidato della Lista "Per Martano Uniti" culture che in esso hanno saputo costruire una civile convivenza. Ma il salento ha visto troppo spesso i suoi figli emigrare su lunghi treni incerti che fuggivano, grondando lacrime, da presenti difficili. Tutto questo non possiamo dimenticarlo. VOCE AI GIOVANI La sfida che la mia generazione è chiamata ad affrontare è questa: tesaurizzareVoce ai giovani. Voce a chi ha molte cose da dire. le esperienze del nostro popolo al fine di prestare ascolto e voce ai popoli cheCose nuove,fresche, non ripetute fino a recitarle a necessitano di ospitalità.memoria. Aspettative nuove, sostenute dallentusiasmo La nostra iniziativa, quella del concerto in cui si sono esibiti un gruppo di ragazzidelletà e dallonestà degli intenti. Voce allo scambio, martanesi e un gruppo di ragazzi senegalesi, ha una missione estremamente precisa,al dialogo, al confronto. Spazio allamicizia, e non alla ancorchè umile: quella di scuotere le coscienze dei giovani allontanandole datollerante tolleranza. Spazio allapertura, e non pericolosi vortici di rigurgiti razzisti e xenofobi. La partita in gioco è troppo alta.allaggregazione settaria. Spazio ad iniziative nuove. Abbiamo deciso di convergre sulla musica, piattaforma di comunicazione universale.Al teatro, alla musica, alla poesia, allarte, al dibattito. Ma la nostra lotta al razzismo non si ferma qui. Noi giovani per il Partito DemocraticoAlla libera espressione. Spazio alle attitudini personali. siamo solo allinizio di questo cammino. Finchè avremo fiato per farlo, urleremoAi confronti diretti, al lavoro di squadra. Voce ad una limportanza di apprendere la convivenza con i nostri concittadini extracomunitari.Martano che cambia, che ridona valore alle cose, che Perchè nel dialogo e nel conforto ci si rappresenta scambivolmente come risorsasi avvia su nuovi percorsi. E una sfida questa. Aperta e opportunità.a tutti coloro che vogliono partecipare, che sanno Perchè il futuro ce lo chiede e il passato ce lo ricorda.di avere molto da dire e non temono la competizione. Obiettivo: cambiare. Perchè rifiutare i colori variopinti dellintegrazione implica rassegnarsi ad una vitaRintracciare unalternativa, una strada nuova. Far sentire la nostra voce, garantirci in bianco e nero.pari diritti e doveri, promuovere un movimento innovativo che ridia speranza alfuturo. E noi non possiamo permettercelo. Giacomo FarìE tempo di prendere in mano le redini del nostro futuro. Rinunciare a prendersidelle responsabilità oggettive significa rinunciare a farsi ascoltare, o peggio, Cesarerinunciare a parlare. Raccogliamo il nostro entusiasmo e le potenzialità che ci sonoproprie. Il meccanismo è innescato. Ora, bisogna solo crederci. Martano cambia.Stavolta, cambia. Maristella Chiriatti Candidata della Lista "Per Martano Uniti" con Pasquale CARACUTA CONTE SINDACO Candidato alla carica di Consigliere Meno burocrazia Ελλα ς του ∆ερεντου Attenzione alla persona Ri-progettare il sociale Tutelare i più deboli al Consiglio Abbattere ogni barriera Comunale Nuovi servizi VOTA Obiettivo: messaggi elettorali autogestiti a pagamento con Antonio MICAGLIO Luigi Martano più vivibile BAMBINI FAMIGLIE DISABILI SINDACO ANZIANI PROTOPAPA Oggi Invisibili Domani Cittadini Oggi Dimenticate Domani Protagoniste Oggi Abbandonati Domani Integrati Oggi Problema Domani Risorsa loriginale Istituzione del difensore civico – sociale per aiutare il cittadino a orientarsi meglio nella burocrazia. Consulta associazione volontariato
  • 6. MAGGIO 2007 6 GIOVANISSIMI DELL’USD MARTANO Esordienti, Primo Titolo Stagionale Progetto vincente Campioni di …VitaIniziato l’anno scorso conla partecipazione al Dai primissimi anni di vita, d’istinto, i bambini iniziano a tirare calci ad un pallonecampionato Giovanissimi e a correre dietro una palla. La maggior parte di loro poi, quando inizia a crescere,di fascia B, il progetto si è sogna di diventare come Del Piero, Totti, Maldini, insomma, come il campione dellacompletato quest’anno con loro squadra del cuore. Da subito iniziano le partite con gli amici sotto il cortile dila vittoria del campionato. casa per puro divertimento, ma da un semplice passatempo, il calcio può trasformarsiQuello passato è stato per per qualcuno in un vero e proprio sport, da prendere “seriamente”, con le sue regoletutti i ragazzi il cosiddetto e i suoi principi. Questo è un po’ quello che è successo a me e penso anche ai mieianno di transizione nel ragazzi con i quali mi accingo a terminare questo mio primo anno da educatore,quale si stavano gettando senza dubbio ricco di soddisfazioni e di traguardi; Traguardi che non sono la vittoriale basi per la realizzazione della partita o quella del campionato, ma sono ben altri. Attraverso la corsa, idi un obiettivo specifico. piegamenti, palleggi, esercizi ripetuti più volte mi impegno ad insegnare loro cheCon l’arrivo di alcuni validi i risultati non piovono dal cielo ma sono frutto di impegno, fatica, tenacia e costanza;elementi il gruppo si è che l’aggressività, in dosi moderate, non è affatto negativa, ma è la molla interioreulteriormente rinforzato sia che spinge a superare i propri limiti e a combattere per raggiungere una meta, masul piano tecnico che sul che finisce nella rete insieme al pallone. Durante l’allenamento poi, ho cercato di inculcare loro anche dei “rituali” improntati sul concetto di rispetto dell’altro, comepiano caratteriale acquisendo maggiore fiducia nei propri mezzi. Partiti il 28 di la stretta di mano a inizio e fine partita e l’abitudine di aiutare l’avversario a rialzarsiagosto per la preparazione pre-campionato i ragazzi si sono dimostrati alquanto se finisce a terra dopo un contatto fisico un po’ duro. Devo dire con estrema sincerità,vogliosi e consapevoli di poter raggiungere dei prestigiosi traguardi. Guardandoci che questi ragazzi non mi hanno mai deluso e hanno sempre cercato di applicarsinegli occhi ci siamo promessi tanto impegno e applicazione che ci avrebbero nel miglior modo possibile,consentito di raccogliere numerose soddisfazioni. Il campionato è partito con un divenendo così i mieiritmo impressionante e nel girone di andata eravamo primi con un solo pareggio “campioni” con l’auspicio chee otto vittorie avendo la miglior difesa e il miglior attacco. Ripartiti dopo la sosta lo siano anche nella vita, poichénatalizia con lo stesso ritmo i ragazzi hanno attraversato un momento difficile nel bisogna sempre accettare leperiodo di febbraio dove è arrivata del tutto inaspettata la prima sconfitta della sconfitte. Sbagliare è semprestagione. Non nascondo che quello è stato un periodo particolarmente difficile per possibile. Ciò che conta èi ragazzi, nei quali subentrava anche un po’ di stanchezza e stress per un campionato l’impegno, la coscienza di averche fino a quel momento era stato svolto in maniera impeccabile. A seguire sono dato il massimo. Deve esserearrivati due pareggi che confermavano il momento negativo della squadra e ridavano chiaro a tutti che il calcio devemorale alle inseguitrici. Il calendario metteva a questo punto di fronte, la nostra essere considerato un gioco, nonsquadra contro il Galatina, secondo in classifica. Dimostrando di essere un gruppo una competizione agonistica daprima che una squadra, abbiamo vinto fuori casa ipotecando la qualificazione alle vincere ad ogni costo néfinali. Nell’ultima gara del campionato ci giochiamo il primo posto con i LupiaeSalesiani di Lecce secondi ad una sola lunghezza. La partita è tesa e nonostante tantomeno una pista di lancio per diventare “qualcuno” e guadagnare facilmenteentrambe le squadre giochino per vincere termina in parità con la sospirata e tanto tanti soldi. Questo Loro l’hanno capito! De Nicola Omarattesa vittoria del campionato e grandi festeggiamenti meritatissimi per tutti. Oraci aspettano le finali con le vincenti degli altri campionati. Non molleremo e USD Martano – SPORT & SOLIDARIETA’cercheremo di portare a casa la vittoria finale ma consentitemi di fare un grande Alcune settimane fa, attraverso Luigi Perrotta, ci è arrivato questo accorato appello diapplauso e ringraziare tutti questi meravigliosi ragazzi per quello che hanno fatto Don Sigismondo Schiavone: “Aiutatemi a regalare un sorriso ai giovani dell’Afghanistan,fino a questo punto, per aver creduto in se stessi e nelle mie idee, regalando a tutti, facendoli giocare a calcio”. Beh, ci è sembrato più che doveroso, oltre che naturale,società, genitori, tifosi e soprattutto al sottoscritto grandissime emozioni. Ringrazio rispondere attraverso l’invio di alcuni completi da calcio ed alcuni palloni.la società dell’USD Martano per avermi dato in consegna questo gruppo, ringrazio D’altronde, la motivazione principale che ha spinto tutti noi a far nascere l’Usd Martano,inoltre i genitori che danno la possibilità ai propri figli di venire al campo di facendola diventare un importante punto di riferimento per i giovani, è proprio l’aspettoallenamento, infine ringrazio ancora uno per uno tutti i miei ragazzi: il portiere sociale: lo sport unisce, lo sport diverte, lo sport educa, lo sport fa crescere con valoriSaracino Salvatore, i difensori Leanza Fabio, Coricciati Riccardo, Millefiori Giangi, sani, lo sport aiuta a superare i disagi. Pensate alla forza del potere di comunicazione dello sport quando ci consente di inviare un messaggio di solidarietà a dei giovani cheTermo Agostino, Coricciati Gian Marco, il capitano Giannuzzi Salvatore, Moschettini purtroppo vivono in condizioni di miseria e di pericolo. A Don Sigismondo ed ai SuoiAlessandro e Aprile Andrea; i centrocampisti Nocco Alessandro, Nocco Riccardo, ragazzi un forte abbraccio, pieno di tanto affetto, e l’augurio che sorriso dopo sorrisoChiriatti Steven, Chiriatti Riccardo, Torsello Daniele, Saracino Carlo, Stella si possa recuperare almeno in parte, un pizzico di normale vita quotidiana.Riccardo; gli attaccanti Spedicato Francesco, Fuso Gabriele, Romano Marco, Il Presidente Domenico ScordariGaliotta Eugenio e Caracuta Leonardo. Grazie ragazzi. Riccardo Schito (a nome di tutta la dirigenza) candidato alla carica di consigliere Paolo Protopapa SINDACO lealtà, impegno e messaggi elettorali autogestiti a pagamento coraggio messaggi elettorali autogestiti a pagamento per il rinnovo del Consiglio Comunale vota Francesco DONATEO SINDACO Antonio MICAGLIO con
  • 7. MAGGIO 2007 IENA RIDENS 7ABUNDANDUM NON ESTPenserete che con la bellezza di 85 candidati la Iena debba avere materiale a valanga. Non è proprio Vuoi ricevere CORTE GRANDEcosì: le cinque liste abbondano di emeriti sconosciuti, forestieri, gente venuta dal nulla. Ma dove in pdf ogni mese?stavano tutte queste persone? Fossero tutti attivi nella vita sociale e culturale martanese, che problemi Invia una mail aavrebbe la nostra città?Certo, non generalizziamo, è noto che tal Massimo Gallinaro (Lista Protopapa), come tal Marcello redazionecortegrande@libero.itD’Arpa (Lista Conte), siano persone attive e conosciute da tutti. Chi sono, vi chiedete? E boh?TRASFERIMENTI CARNE O PESCE? L’INARRESTABILE GIOVANNI FINALMENTETra i tanti danni del Sindaco La Lista Bovino è veramente E’ tornato. Come abbiamo fatto Antonio Bovino ha finalmentePasquale Conte, quello di aver variegata. Ci sono molte persone senza di lui? Come ha fatto dichiarato, nella sua presentazione,creato, la scorsa elezione, il diverse tra loro (dieci attivisti di Martano? Si è ricavato il suo spazio di non essere candidato deiprecedente della candidatura per Rifondazione in lista: si voteranno nell’ingarbugliato panorama Democratici di Sinistra. Finalmentetrasferimento. Molti lavoratori delle a vicenda!). Ce n’è uno, poi, che è politico, grazie alla fedeltà del suo se nè accorto! Sarà stata laForze Armate cercano, attraverso riuscito a compiere una vera e gruppo di solerti sostenitori. Stava presentazione del candidatouna possibile elezione, di ottenere propria capriola politica, passando per trovare l’accordo prima con Micaglio a fargli cambiare idea, conun avvicinamento a Martano. Nei dal votare per la Fiamma Tricolore Trerè, poi con Bovino, ma quelli la presenza di Sergio Blasi? Macchè,giorni precedenti alla chiusura delle a candidarsi con Rifondazione non mollavano, volevano la più semplicemente sono state leliste, alcuni si autocandidavano a Comunista. Come ha fatto, vi candidatura a sindaco a tutti i costi. facce dei dirigenti di Sdi edestra e a sinistra, proponendosi per chiedete? Semplice. Data E allora il Capitano (o Maggiore, Rifondazione, che ora hanno capitoentrare in lista. Addirittura, uno di l’appartenenza ad una famiglia di non si è mai capito) ha preso in quale seguito ha Antonio Bovinoquesti faceva già campagna ristoratori, forse pensa che basti mano il timone: candidato a sindaco nella sezione Ds: quattro personeelettorale per una lista, poi si è prendere un sorbetto. o morte! neanche tesserate questanno.candidato con unaltra. A proposito,visto che Paolo Stella alla fine l’haottenuto, il suo risultato, perché si STRANI MANIFESTI QUANTI PROTOPAPAè ricandidato? E’ in corso in questi giorni una raccolta firme per la stesura di un manifesto Era una questione obbligatoria, il cui titolo è . questa volta. Un accordo sotterraneo tra le cinque liste ha previsto che inIL DERBY DELLECREPES E CHI SE NE FREGA! ognuno di esse ci doveva essere un Protopapa, altrimenti non se neE chi se lo sarebbe immaginato. faceva nulla. Non comprendiamo le Non siamo riusciti ad ottenere altre informazioni, ma pare che il manifesto ragioni di tale accordo segreto, forseQuale dolce battaglia, tra Cesare in questione debba essere la risposta ad uno affisso nei giorni scorsi suiCaracuta (Lista Micaglio) e Luigi dietro ci sono i famosi poteri occulti, muri della città. Per ora le firme sono più di 300. forse è una questione di scaramanzia.Sicuro (Lista Protopapa), meglionoto come Scatafascio. Un duello a Inoltre, tranne due di loro, gli altridistanza, a colpi di crepes e panini PRENDIAMOLA CON FILOSOFIA non sono parenti. Porteremo avantialla salsiccia piccante. Scorreranno Ah, l’ingratitudine. Un vecchio detto popolare recita: “Non far del bene se le nostre indagini, e risolveremo perfiumi di Nutella. non riesci a sopportare l’ingratitudine”. Che gli avrà fatto mai, il caro voi il “giallo Protopapa”. Anche se Pasquale Conte, ai suoi due assessori dissidenti? Fino a cinque minuti prima dobbiamo stare attenti: ci risulta cheLA LISTA DEI GIOVANI (?) erano tutti d’amore e d’accordo, poi alla fine si rovina tutto. E pensare che il candidato Paolo Protopapa nonEra partita come la lista dei giovani. Luigi Saracino e Bruno Contino erano considerati fedelissimi, ora l’hanno sia molto avvezzo alla satira. Ah, ilGuarda un po’ che fine ha fatto. tradito, candidandosi con Paolo Protopapa. Caro Pasquale, non ci pensare, liberalismo…Luigi Moschettini era giovane negli prendila con…filosofia.anni Ottanta, Alfredo Bonatesta inrealtà non lo è mai stato. Luigi Calò, UN MEDICO IN IL MESTIERE CHE TUTTI LALBUM DELLEnonostante l’anagrafe, ha smesso di FAMIGLIA (ANZI QUATTRO) VORREBBERO FARE FIGURINEesserlo il giorno dopo l’elezione Antonio Micaglio, candidato sindaco Ogni candidato, nella sua Nuova iniziativa editoriale di Corteprovinciale, diventando più vecchio per il centrosinistra, ci comunica presentazione, accanto al proprio Grande: con il prossimo numerodei vecchi. Sedicenti rivoluzionari che ha una famiglia di medici. nome e cognome, solitamente sarà distribuito lalbum delle figurinee protagonisti della Prima Compresi figlia e figlio (in itinere). evidenzia la propria professione, dei candidati, con il raccoglitore perRepubblica: un cocktail micidiale, Che ha una moglie che è felice di attività o mestiere. Solo un gli 80 santini elettorali. Già moltiuna lista da brivido. Eppure Bovino vivere a Martano (beata lei). Ah! candidato, stranamente, ha inserito collezionisti sono allopera: "Deci credeva. Povero lui. Altro che Che è medico anche lei. Lui quello che mestiere non Blasi? Ce lho!". "Diamante? Troppopapaveri rossi, solo garofani angiologo. Lei pediatra. Siamo in sembrerebbe: Luigi Calò ha scritto prezioso!". "Protopapa? Quale?".appassiti. trepidante attesa di conoscere le di fare nella vita lassessore "Tu ce li ha i fratelli Chiriatti?" specializzazioni dei figli. provinciale. Per la serie: lotta al Dopo le Elezioni, invece, precariato. Contro tutti i contratti a distribuiremo lalbum delle figurine tempo determinato. di merda dei candidati. ORGANI ELETTIVI Per votare Protopapa molti dovranno chiudersi il naso, mentre per dare un voto a Sicuro ci vuole fegato, Bovino dice che bisogna votare col cuore, Micaglio spiega che è meglio votare con la testa. E Pasquale Conte? Col ca**o che lo votiamo Iscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile: Fernando Durante Redazione: Salvatore Caracuta, Paolo Saracino, Giuseppe Castrignanò, Marco Termo, Fabio Tarantino, Cesare Caracuta, Maristella Chiriatti, Anna Tamborrino, Letizia Gaetani, Andrea Coluccia, Sergio Saracino, Davide Bufano. e-mail: redazionecortegrande@libero.it Per la pubblicità tel. 333 1334233. Stampato da Grafiche Chiriatti Martano Impaginazione Chiara Stomeo Tiratura 4.000 copie Distribuzione porta a porta - Chiuso dalla Redazione il 05.05.07 alle ore 13.00 Il gu Luna Rossa Pizzeria Sfizieria della b sto uona tavola via Piave, 6 - MARTANO (Le) - Tel. 0836 572614 - 338 5994042
  • 8. MAGGIO 2007 8 Scuola Calcio, Settore Giovanile, Prima Squadra Un successo firmato U.S.D. MARTANODopo un primo anno già ricco di tante importanti soddisfazioni sportive, che ha visto sfumare proprio sul rush finale i risultati importanti,questo secondo anno di attività sportiva dellíUSD MARTANO, ha premiato la forte volontà dimostrata da tutti indistintamente,con dei risultatipiù che invidiabili: PRIMA SQUADRA S E T T O R E G I O VA N I L E Abbiamo visto un grande Martano!! Prova di forza e grande affermazione di tutti i nostri 1° posto per i Giovanissimi guidati da Mister Riccardo Schito calciatori nel doppio confronto play-off contro 1° posto per gli Allievi guidati da Mister Maurizio Schito con la collaborazione di Mister Luigi De Dominicis un forte Leverano, conquistando la fase finale (Res.le Settore giovanile). che si giocherà contro il Manduria, andata A dare spessore a questi brillanti risultati, mettendo in luce gli importanti traguardi ottenuti dai nostri giovani Domenica 6 Maggio a Martano e ritorno calciatori, il livello molto competitivo delle squadre avversarie, tantè che entrambi i successi sono stati Domenica 13 Maggio a Manduria. ottenuti proprio allíultima giornata di campionato, lasciando alle spalle squadre di tutto rispetto . Il brillante risultato della prima Squadra, Ë Complimenti ragazzi!! senza dubbio frutto della grande motivazione Grande merito per lottenimento di questi risultati va naturalmente a Mister Riccardo (fiore allocchiello del e volontà espressa in campo da ogni singolo ns. settore giovanile), a Mister Maurizio, che con grande passione e professionalità hanno guidato i propri calciatore del Martano, È il giusto premio per ragazzi verso un successo che non era assolutamente scontato, congratulazioni Mister Riccardo e Maurizio. tutti i nostri meravigliosi ragazzi, dopo un lungo Grandi soddisfazioni ed eccellenti risultati hanno ottenuto anche gli esordienti sotto la valida guida dellemergente e faticoso lavoro svolto sin dallíinizio del Mister Omar De Nicola, disputando un campionato ad alti livelli, che li ha visti capitolare solo davanti alla campionato, sotto la guida di Mister Cesare fortissima U.S. Lecce. E che dire dei Pulcini, che stanno esprimendo un calcio magnifico, sono un gruppo Catalano, persona di una pazienza e disponibilità molto affiatato, e vederli giocare Ti regala delle emozioni bellissime, si muovono come dei campioni.Seguiti unica, capace di creare un bel rapporto con il inizialmente dal ferreo calciatore della prima squadra Roberto Epifani, ed in questa fase dal Resp.le Mister gruppo. Sotto Sua guida, coadiuvato dal Luigi De Dominicis. generoso Direttore Sportivo Luigi Perrotta e Tanto é stato lentusiasmo creatosi intorno alla Scuola Calcio Martano questanno che oltre ai giovani campioni dal sempre disponibile Segretario Luigi De menzionati finora, il buon Luigi Zacheo, prezioso collaboratore in segreteria, ha visto una importante e Santis, la squadra del Martano ha disputato un numerosa presenza di piccoli campioni nati tra il 1997 e il 2000, seguiti negli allenamenti da giovani campionato di prima categoria ai vertici, come collaboratori Mister che ringraziamo per il loro prezioso aiuto: Paolo Galiotta, Valerio Stomeo, Jonathan previsto,ottenendo una importante terza Quarta ed Enrico Morello. posizione nonostante i molteplici infortuni Un ringraziamento speciale va infine al regista di questi importanti risultati del settore giovanile, il responsabile occorsi durante il cammino, ed arrivando alla della Scuola Calcio Mister Luigi De Dominicis, un uomo che ha dato a tutto il ns. settore giovanile quel valore fase dei play off al massimo della forma mentale aggiunto e quella capacità organizzativa che ne fanno oggi un punto di riferimento a livello provinciale, e fisica, anche grazie alla preziosa trasmettendo sempre la giusta grinta, e la giusta motivazione sia ai più piccoli che ai ragazzi più grandi. collaborazione del preparatore atletico Prof. Tutto questo porta Martano in una posizione di assoluto rilievo nello sport e lascia davvero ben sperare Piero Campa, meglio conosciuto come "Terapia per il futuro calcistico locale. Soprattutto se si considera che cè la ferma volontà da parte della società, di Campa", e grazie al medicamentoso aiuto dei continuare a dedicare molte energie per incrementare sia il livello qualitativo e la struttura organizzativa miracolosi massaggi di Tommaso Maniglio e della Scuola Calcio , del Settore Giovanile e della prima squadra, con il fermo obiettivo di far crescere sempre dellinfermiere Gabriele Antonaci. più Martano a livello sportivo e calcistico.Insomma obiettivo centrato per Usd Martano se si pensa che sin dalla nascita di questa bella e forte realtà sportiva, per i dirigenti Giuseppe e Corrado Chiriatti,Paolo, Pantaleo e Antonio Perrotta, Antonio e Luigi Nocera, Consiglio Palano, Pasquale Rescio, Francesco Galiotta e Domenico Scordari, lobiettivo principale era eresta: Far diventare lo sport a Martano un importante punto di riferimento per i giovani e le famiglie. Daltronde la dirigenza tutta si trova daccordonellaffermare che una buona programmazione ed il giusto tempo necessario, mettono sempre in evidenza i progetti concreti.Si sa, il tempo è sempre la migliore medicina, perchè fa vedere le cose sotto un aspetto migliore, e mette sempre le persone al posto giusto.La società Usd Martano plaude e ringrazia tutti i propri calciatori, collaboratori e mister che con grande spirito di gruppo e forte motivazione hanno saputo coglierequesti importanti risultati, con la promessa e laugurio che questo sia un punto di partenza verso tanti meritati successi nello sport e nella vita. U.S.D. MARTANO Con grande stima Domenico Scordari Presidente ELEZIONI COMUNALI 27 e 28 MAGGIO 2007 Cara Elettrice, caro Elettore, il 27 e 28 Maggio si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale della nostra Martano. Come è mia consuetudine, preferisco coltivare un rapporto diretto con voi, i cittadini, perché sono convinto che è a voi che devo dar conto del mio operato e delle mie scelte. In questi primi due anni e mezzo di governo alla Provincia con il Presidente Giovanni Pellegrino, ho profuso il mio impegno per tenere alta l’attenzione dell’assise provinciale sulle problematiche che riguardano Martano e il comprensorio della Grecìa Salentina. Penso all’emergenza scolastica, al problema della viabilità, all’ambiente, alle varie iniziative che su tanti campi hanno visto impegnato il sottoscritto e la maggioranza della quale faccio parte. Come è noto, qualche mese fa, ho dovuto, per motivi di salute, rinunciare alla candidatura a Sindaco della nostra città, che mi era stata proposta dal Centro-Sinistra. È stata per me una scelta sofferta, ma dettata dalla necessità di non sottrarre tempo prezioso alla coalizione, che comunque doveva proseguire il suo cammino di preparazione a questo importante appuntamento politico. vota Nonostante ciò, mi dichiarai, con un messaggio pubblico a voi, cittadini, a disposizione della coalizione di Centro-Sinistra e della cittadinanza martanese in questa Francesco campagna elettorale, con il medesimo appassionato impegno sia pure in un ruolo diverso. Oggi, a distanza di quattro mesi, la stessa coalizione che aveva chiesto la mia candidatura, è tornata a chiedere la mia presenza come capolista nella lista guidata da Antonio Micaglio. Mantenendo la parola data, ho accettato di scendere in campo per dare il mio contributo FARI alla vittoria di Antonio Micaglio e della lista “Per Martano Uniti”, certo che sia di fondamentale importanza battere il Centro-Destra e ridare a Martano quel ruolo di protagonista che la pessima amministrazione Conte le ha fatto perdere. Cari cittadini, dopo questa doverosa premessa, sono convinto che il vostro sostegno sia fondamentale per vincere questa battaglia e far ripartire Martano per raggiungere insieme capolista nuovi e prestigiosi traguardi, per COSTRUIRE INSIEME IL FUTURO CON ANTONIO MICAGLIO SINDACO. CON ANTONIO MICAGLIO SINDACO Con affetto Francesco Farì