• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Corte Grande N° 17 - Novembre 2006
 

Corte Grande N° 17 - Novembre 2006

on

  • 596 views

 

Statistics

Views

Total Views
596
Views on SlideShare
596
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Corte Grande N° 17 - Novembre 2006 Corte Grande N° 17 - Novembre 2006 Document Transcript

    • Prog. Grafico di Daniele De Simeis NOVEMBRE 2006PERIODICO DI INFORMAZIONE MARTANESE ANNO 2 - NUMERO 17 - DISTRIBUZIONE GRATUITAIscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile Fernando Durante MORIRE A 24 ANNI CANDIDATO SINDACO DEL CENTROSINISTRA: Un assegno di cura per anziani e disabili NON BASTA IL CORDOGLIO... Stanziati dieci milioni per le famiglie pugliesi, Le distrazioni di unAmministrazione ALLA PROSSIMA PUNTATA per loro 500 euro al mese di Fabio Tarantino Strategie di partiti bloccano ancora la candidatura. Introdotto anche in Puglia l’assegno di cura per di Fernando Durante l’assistenza ai disabili e agli anziani. Ammonta Non era bastato perdere un figlio a 24, e- poi- non poterlo piangere a casa per più di un quarto Credevamo di potervi dare l’attesissima notizia, a dieci milioni di euro la dotazione finanziaria dal popolo di centrosinistra, sul nome del per sperimentare la prima annualità dell’assegno d’ora. A strofinare sale sulla ferita sanguinante ci ha pensato l’amministrazione comunale non candidato sindaco. Ed invece, dobbiamo di cura in Puglia, strumento previsto dalla nuova constatare che, ancora una volta, si sono legge regionale sulla famiglia. Uno strumento facendo trovare il loculo al povero Maurizio Sicuro. “Non è possibile…”, così il mio commento impantanati, torna tutto in alto mare. Eppure nuovo per la Puglia già sperimentato in altre sembrava fatta. Il nome del candidato sindaco regioni- per sostenere i disagi economici dei stupito, quando ho letto la notizia sugli organi di nuclei familiari che si occupano della cura e stampa. Avevano chiesto di poter seppellire la del centrosinistra è di là da venire. Le voci che dell’assistenza di persone non autosufficienti. salma nella “nuda terra”, cioè, non in un loculo erano circolate qualche giorno fa, dopo l’ultimo L’assegno di cura vuole essere un supporto rialzato, perché sarebbe stato difficoltoso per la incontro fra delegazioni che la situazione volgeva economico al reddito del nucleo familiare in cui madre arrivarci, per motivi di salute. Niente di al bello, per utilizzare una metafora si trova un individuo in condizione di non straordinario, nessun privilegio, solo il diritto di meteorologica, si è rivelata di un nero cupo. Sono autosufficienza, sottoposto ad un percorso di cura poter piangere il proprio figliolo quando entrati in ballo gli strateghi delle sezioni, dei a domicilio con il sostegno dei servizi domiciliari quali si sentiva tanto il bisogno. Già senza di Alla pag. 2 loro la strada che, ad inizio di percorso sembrava L’assegno può essere percepito anche da persone parzialmente non autosufficienti che vivano da in discesa, si era, inspiegabilmente, inerpicata. sole nella propria abitazione, che vivano in L’EDUCAZIONE SCOLASTICA COME Nell’immediato dopo elezioni, ricordiamo, tutti condizioni di indigenza economica, e che con ARMA DI CONTROLLO SUI POPOLI i segretari dei partiti avevano dichiarato di non l’assegno di cura possono integrare l’assistenza “Chi nega la libertà ad un bambino crea un soldato” fare tardi. Di muoversi dietro la scia domiciliare già assicurata dal Comune competente Ricerca ed analisi dell’affermazione della coalizione anche in paese. o acquisire servizi di cura a domicilio dal sistema di Anna Tamborrino Ed, invece. A poco più di quattro mesi pubblico integrato dei servizi sociali. L’ammontare Con quest’articolo, vorrei aprire un rubrica di dall’elezione, niente da fare. E’ vero che più dell’assegno mensile, che potrà arrivare sino a ricerca, che abbia per tema le varie metodologie autolesionisti del centrosinistra è difficile trovarne 500 euro al mese, sarà proporzionato al grado di d’educazione utilizzate dai governi come arma in giro, ma, a questo punto, credo proprio che si autosufficienza, alla situazione reddituale e alla di controllo sui popoli. Credo, che analizzando esageri. Eppure, la soluzione era e rimane a composizione del nucleo familiare secondo i quest’aspetto arriveremo a comprendere i portata di mano. Per quanto possa mettere in parametri che verranno forniti ai Comuni i quali discussione la stessa necessità di avere un partito: potranno ulteriormente integrarlo rispetto alle meccanismi, che ci hanno reso schiavi di una dottrina televisiva e spettacolare, che ha scandito le primarie. Ma, se non si riesce a risolvere specifiche esigenze dei territori di competenza. problemi per i quali sono delegati, allora viene L’erogazione dell’assegno mensile avrà la durata Alla pag. 8 meno la funzione. Per quanto, nessuno avrebbe di 12 mensilità a partire dalla approvazione della intenzione di escluderli, cercano, in ogni modo, graduatoria dei beneficiari da parte dei Comuni interessati. La stessa erogazione da parte dei MARTANO LA CITTA’ FUTURA di autoescludersi. La gente, di cui tutti si dicono rappresentanti, è stanca di non avere chiarezza Comuni è subordinata alla predisposizione e di Roberto Calò approvazione dei rispettivi servizi sociali di un nelle azioni. Ed allora, diamogli la parola, si progetto personalizzato, condiviso con il nucleo Mi è capitato molto spesso di sentir facciano le primarie e si tagli la testa al toro. familiare della persona non autosufficiente, in dire da turisti o forestieri di passaggio Perché, parliamoci chiaro: le elezioni si vincono cui risultino specificati gli usi delle risorse nella nostra cittadina : “ Martano è con i voti. Chi ne porta di più ha più chance di attribuite per assicurare le cure più adeguate alla una città molto bella, con tanto verde, vittoria, per cui, è lui il candidato di tutti. Ah!, persona assistita, esplicitando le modalità di tanti spazi e slarghi pubblici, un bel dimenticavo, se si vuole vincere, naturalmente. integrazione con la rete dei servizi sociali e centro storico, palazzi storici, tante La gente lo vorrebbe, i partiti, chissà! Si faccia sociosanitari. Le risorse stanziate dalla giunta fontane ornamentali, e una bella presto. sono assegnate agli Ambiti territoriali: spetta al viabilità come in nessun altro centro del Salento”. SOMMARIO Comune capofila provvedere alla pubblicazione Eppure quando parliamo tra noi martanesi del Morire a 24 anni... pag. 1-2 dell’avviso per la raccolta delle richieste da parte di Fabio Tarantino delle famiglie residenti sul territorio. Alla pag. 3 Leducazione Scolastica... pag. 1-8 di Anna Tamborrino Candidato Sindaco del Centrosinistra... pag. 1 " Scusaci Suor Angela" Ai funerali assente lamministrazione comunale di Fernando Durante Martano la città futura di Roberto Calò pag. 1-3A 102 anni, Suor Angela Frascella se ne è andata, in un minuto di silenzio nel corso della seduta di Scusaci suor Angela pag. 1punta di piedi, come- peraltro- era abituata a vivere. Consiglio. E mancata la necessaria espressione di di Cesare Caracuta pag. 2 Una Biennale di sculturaAccompagnata dallaffettuoso abbraccio della gente affetto e vicinanza ai famigliari ed alle consorelle. di Maristella Chiriattisemplice di Martano. E stato un momento di forte Non se ne può uscire con un messaggio di cordoglio, Martano è al verde... di Letizia Gaetani pag. 3emotività per una maestra di vita ed educarice di affidato allemozionata lettura di don Cesare, e con La biblioteca comunale... pag. 3 di Maristella Chiriattitante generazioni. Incredibilmente, mancava un manifesto, " Non è più con noi". Sono indignato, Pennelli e Scalpelli pag. 4lamministrazione comunale. Era impegnata in una da cattolico e cittadino di Martano. Perchè, per quanto di Fernando Durante Lettere al Direttore pag. 4seduta di Consiglio. Ha ritenuto più importante possa essere importante approvare un piano Peep, Messaggi Privati pag. 4discutere di problemi che non avevano scadenza. Piani Regolatori, o commissioni varie, ci sono dei I Circhi pag. 5 di Andrea ColucciaSeppur tali, si sarebbe potuto rinviare di qualche ora, momenti in cui tutto passa in secondo ordine. E quello La giustizia dei vincitori... pag. 5pur di rappresentare il cordoglio di tutto un popolo odierno era uno di questi. Non ci sono parole per di Davide Bufanoalla dipartita di una persona cara a tutti. Eppure, è definire quanto è accaduto. Ricordo con profondo A bocce ferme pag. 5 Iena Ridens pag. 6una amministrazione che fa grandi manifestazioni e senso di riconoscenza, che suor Angela pregava Rinasce la pallavolo a Martano pag. 7parate in ogni circostanza. Dai Caduti in guerra, a sempre per tutti i martanesi. Continua a farlo, suor di Maristella Chiriatti Il Capitano del Martano Graziano Schito pag. 7quelle di onorificenza e rappresentanza (vedi i 50 Angela, da lassù. Volgi sempre uno sguardo particolare di Fabio Tarantino e Marco Termoanni di sacerdozio di don Cesare Palma, o i centanni verso tutti i martanesi che tu avevi tanto a cuore. Serietà e competenza... pag. 7 di Maristella Chiriattidella stessa suor Angela). E non era sfuggito il Grazie suor Angela, da Il Martano va...bene pag. 8 di Fabio Tarantino e Marco Termomomento doloroso. Tanto che è stato licenziato con Cesare Caracuta.
    • NOVEMBRE 2006 2 dalla prima pagina Morire a 24 anni...di Fabio Tarantino BANDO DI CONCORSO INTEGRATIVO N. 1 PERne avesse avuto il desiderio. Visto che se n’era L’ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICEandato, senza alcun preavviso, nel pieno della DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE L’ACAMnotte di San Martino, rinunciando al più PUBBLICA CHE SI RENDERANNO DISPONIBILIinestimabile dei diritti: quello alla vita. Associazione Commercianti Artigiani Operatori NEL COMUNE DI MARTANO SALVOLa situazione che si è venuta creare il giorno della EVENTUALI RISERVE DI ALLOGGI PREVISTE Economici di Martanotumulazione non fa onore alla nostra comunità e DALLA LEGGE.a chi la rappresenta. Infatti, non si era provveduto ORGANIZZAad effettuare lo scavo per l’interramento. Non si Il Comune di MARTANO indice Bando diè fatta attendere la recriminazione dei parenti di Concorso Integrativo n.1 per l’assegnazione di Per il periodo natalizio una serie diMaurizio che hanno chiesto chiarimenti di fronte alloggi E.R.P. giusta deliberazione di Giuntaad un “intoppo” che mai pensavano potesse manifestazioni che contribuiscano a vivacizzare Municipale n. 200 del 25.10.2006.verificarsi. Di fronte, peraltro, a numerosi amici Le domande relative al presente concorso tutte le principali vie del paese e far rivivere ildi Maurizio giunti dai paesi vicini. Non vorrei debbono essere inviate, a pena di esclusione, clima natalizio. Ve ne proponiamo alcune:sembrare giudice di nulla, non è nelle mie a mezzo raccomandata A.R. o con consegna aintenzioni, ma alcune domande se le pone la mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune 1) Esposizione di presepi, presso il Palazzogente,ed io, fra queste. Chi ha il compito di entro 30 giorni dalla data di pubblicazione delsovrintendere al funzionamento dei servizi presente bando; per i lavoratori emigrati Baronale, con la partecipazione di tutte le scuolecimiteriali, speriamo abbia dato le giustificazioni all’estero residenti in Europa entro 60 giorni della Grecìa Salentina, dal 12.12 al 06.01.07.del caso, comunque dovrebbe sentire il dovere di dalla data di pubblicazione del presente bando, In contemporanea, concorso aperto a tutti idarle anche alla famiglia Sicuro e, se non è troppo, per i lavoratori emigrati all’estero in Paesi extra-chiedere scusa. Il punto sul quale voglio europei entro 75 giorni dalla data di cittadini di Martano.soffermarmi riguarda il fatto in se. Perché di fronte pubblicazione del presente bando. Della data 2) Il presepe in vetrina. Concorso a premi perad una così grave perdita, chi ha la responsabilità di presentazione farà fede il timbro postale.istituzionale non può e non deve solo limitarsi ad giudicare la Natività esposta più bella, in Sulla busta dovrà essere indicata la seguenteesprimere il cordoglio, ma deve accertarsi che non dicitura: collaborazione con l’Azione Cattolica,si verifichino incidenti come questo, in circostanze “Piergiorgio Frassati”.così dolorose. Non si può rendere ancor piùdoloroso un momento, di suo, dirompente. Capacedi toccare i sentimenti più profondi dellanima “Bando integrativo n.1 per assegnazioni alloggi E.R.P.”. 3) Un albero di Natale all’esterno di ogni esercizio commerciale. Per informazioni circa i requisiti generali e particolari deldi persone semplici, che non si sa come troveranno bando di concorso e per il ritiro delle domande di 4) Altre iniziative, a sorpresa.il coraggio di continuare a vivere. Proprio per partecipazione, gli interessati possono recarsi pressoquesto, ancor più, dovrebbero essere evitati l’Ufficio Tecnico del Comune, sito in Piazzetta G. Matteotti, Per informazioni: Antonio Guglielmo,situazioni del genere. Proprio per non sentir dire, nei giorni dal Lunedì al Venerdì dalle ore 10,00 alle ore 0836/575792; Antonella Tremolizzo,come- purtroppo- è accaduto, che “non siamo tutti 12,00 o visitare il sito internet del Comune: 0836/571817.uguali”. E’ troppo, forse, chiedere un poco di www.comune.martano.le.it.attenzione in più in momenti così tragici? UNA BIENNALE DI SCULTURA AMBIGUA: DICHIARAZIONI CONTRASTANTI LA RIGUARDANO Due dichiarazioni diverse su due giornali, sindaco affermava che la biennale certamente si sarebbe fatta (il ritardo sicuramente, diversi, in momenti diversi, ma dalla aveva allarmato un po’ tutti: il suo periodo di realizzazione è sempre stato stessa persona: il sindaco, Ing. Pasquale Conte. Come agosto, mentre la mia intervista risaliva già ai primi di settembre) ma che si può, facilmente, appurare, la dichiarazione che il ancora si era incerti su molte cose. Intanto, il problema economico non era sindaco ha fatto in occasione di una intervista destinata da sottovalutare, perché le casse comunali non consentivano grandi spese. al giornale “Grecìa Ta nea- ma”, non coincide Poi, ancora non si era deciso nulla di definitivo. Si era sì pensato di far perfettamente con quella rilasciata alla scrivente per intervenire gli artisti attraverso un concorso pubblico, ma non si era ancora il periodico mensile “Corte Grande”, nonostante deciso se commissionare un’opera nuova o se non fosse, invece, più opportuno entrambe avessero come argomento centrale la ultimarne qualcuna rimasta incompiuta dalle edizioni degli anni precedenti. “Biennale di Scultura” che, come si sa, viene svolta A motivo di ciò, non si era decisa nessuna collocazione per l’opera, che si a Martano tutti gli anni pari, nel periodo estivo, in sarebbe potuta destinare o all’arredo di P.zza “Caduti” o alle nuove zone genere in concomitanza con l’Agorà. cimiteriali. Infine, non esisteva ancora una commissione di giudizio, perché Tutti gli anni, tranne quest’anno, in cui non si è ben il sindaco aveva pensato alcuni nomi importanti ma non si era fatta alcuna capito cosa stia succedendo. richiesta ufficiale. La prima domanda che viene da porsi è relativa soprattuttoNella dichiarazione rilasciata al “Grecìa Ta Nea- ma”, il sindaco affermava a capire come sia possibile che in una prima dichiarazione pubblica il sindacoche l’opera frutto di questa edizione della Biennale, il cui titolo è “la forma si mostrasse così deciso sul da farsi, mentre già una settimana dopo tuttooltre l’infinito”, sarebbe stata destinata alla nuova zona cimiteriale. Inoltre, risultava ancora da decidere. Una seconda domanda, forse più interessante,dichiarava che la commissione dell’opera all’artista sarebbe avvenuta riguarda i motivi per cui si siano effettuati tanti, inutili probabilmente,attraverso un concorso pubblico, nel quale diversi artisti avrebbero dovuto cambiamenti relativamente alla “Biennale”. Perché si è stravolta la lineapresentare i loro progetti da sottoporre al giudizio di una attenta giuria, originaria su cui da otto edizioni si muoveva questo evento? Perché toglieredestinata a valutarli. L’artista vincitore del concorso avrebbe ottenuto, al pubblico dell’Agorà e ai cittadini martanesi la possibilità di veder lavorareprobabilmente, una somma in denaro di 3,000€ e altre 20,000€ sarebbero questi artisti? Infondo, sul sito del comune di Martano, la “Biennale” vienestate destinate alla realizzazione dell’opera. Un’ulteriore novità riguardava così descritta: “ A cadenza biennale, negli anni pari, si svolge nel centroil materiale da utilizzare: non più esclusivamente pietra leccese, ma anche storico cittadino, nella prima e seconda decade del mese di Agosto.ogni altro materiale che si presentava come lavorabile. L’artista destinato Vi partecipano artisti di provenienza provinciale, nazionale ed internazionale.alla realizzazione dell’opera non avrebbe più lavorato, però, all’aperto e in La biennale ha lo scopo di valorizzare, promuovere e conservare lanticacontatto col pubblico, come prima era sempre avvenuto, ma l’opera sarebbe tradizione della lavorazione e dellimpiego della "pietra leccese"”.stata consegnata all’amministrazione direttamente a lavoro ultimato, Perché far comparire magicamente un’opera ultimata direttamente a primavera,probabilmente nella prossima primavera. Fin qui tutto chiaro. Eppure, in nel suo luogo di destinazione? Che ci sia qualcosa sotto?un’intervista rilasciata alla sottoscritta neanche una settimana dopo, il Maristella Chiriatti Pronto Intervento e Manutenzione Natura Benessere P.I. e M. Natural Essences & Cosmetics di De Santis Giancarlo Via Caprarica, 7 www.benesserenatura.com 73025 MARTANO (Le) Cell. 334 2778 255
    • NOVEMBRE 2006 3 MARTANO E’ AL VERDE DI AREE VERDI Esisteva una volta una filosofia secondo è stato lasciato alla natura il compito di sistemarlo a verde! Qualche albero che la quale bella è la città che ha un’estesa prima cingeva l’area del bocciodromo è stato divelto con la prospettiva di essere superficie di aree verdi… A quanto sembra, sostituito da altri; intanto i lavori si sono fermati prima ancora che cominciassero se i nostri sensi non ci ingannano, la città ed il verde è stato sostituito da una “colorata” recinzione di cantiere. Lo spazio di Martano ha abbandonato tale pensiero, a verde che è il risultato della lottizzazione “Caracuta” è rimasto abbandonato anzi ha deciso che solo la sistemazione di alla crescita naturale delle erbe e dà asilo a qualche serpe che ogni tanto, strade e segnaletiche orizzontali (quanti approfittando di qualche uscio aperto, trova rifugio nelle case in cui entra senza Stop!!!) sono le sole prerogative, seppure bussare…Non è certo il caso di fare demagogia o retorica perché sono evidenti importanti, per far diventare vivibile la le grosse difficoltà di cassa che tutti i comuni devono affrontare ma quello che città. Esiste, per esempio, un nuovo si chiede è di non fare promesse riguardo tempi di realizzazione della sistemazione quartiere, quello prospiciente l’area della delle aree (ottobre non si sa di quale anno!?) e sopratutto di attivare un operaio 167 ed in particolare uno spazio del comune a fare pulizia di quella vegetazione spontanea che ha ormai presoa verde in via Trento che è ormai da cinque anni abbandonato a se stesso: il posto delle promesse. Letizia Gaetani dalla prima pagina Martano la città futura di Roberto Calò piazzetta, uno slargo , una fontana ornamentale dove nelle prospicienze non cifuturo della nostra città, pensiamo a strade, case, negozi, uffici e scuole. Immaginiamo siano delle attività commerciali. Di contro abbiamo un intero rione come il Costantinocioè, un ambiente costruito, e in questo nostro immaginario urbano possono anche con poco verde, dove le attività commerciali non riescono ad attecchire, ad eccezionecomparire gli spazi verdi; questi però rivestono un ruolo complementare, quasi di Piazza Gramsci attorno alla quale qualche negozio si comincia ad aprire. Sembrafossero inessenziali al funzionamento della città, il quale è appunto garantito da quindi che gli spazi urbani pubblici costituiscono il vero tessuto connettivo dellainfrastrutture ed edifici. Immaginiamo allora, per un momento, di cancellare dalla città, spazi dove le persone transitano o trascorrono la vita di tutti i giorni e quindinostra città tutti gli spazi verdi (Villa Comunale è, Parco Giochi, Parco della luoghi dove diventa conveniente aprire un’attività economica.Scultura, Giardini del Palazzo Ducale, Piazza Gramsci, Piazzetta Candelora, Villetta Se si riconosce che un motore importante dello sviluppo è la qualità della città, ildi Via Mameli, di Via Zaca ed altre…) e tutte le piazze, piazzette e fontane, suo ruolo dovrebbe ricevere maggiore attenzione. Le occasioni non si creano dasostituendoli con una piastra di cemento, cioè con qualcosa appunto di costruito. sole, ma vanno costruite attraverso la capacità di soggetti pubblici e privati;Cancelliamo dal paesaggio urbano ogni traccia di vegetazione e questa immagine intervenendo insieme in modo efficace: “facendo sistema”. La “Primavera” è vicinadi città desertica ci apparirà come inospitale, non vivibile, sentiamo che privare e il tempo della scelta di una leadership politica amministrativa è arrivato, siala nostra città della natura dell’arte ce la rende irriconoscibile e indesiderabile, ci attraverso un accordo tra partiti, associazioni e società civile, o meglio ancorarendiamo quindi subito conto del ruolo insostituibile che gli spazi svolgono per attraverso il metodo delle “primarie”. I cittadini devono essere in grado di indirizzarela vivibilità di un centro abitato. Possiamo affermare che una città è tanto più il proprio consenso verso chi vuole giocare le proprie carte, investendo in unavivibile, quanto più sa conciliare costruito e natura; quanto più ne sa custodire. Gli strategia di sviluppo legata all’identità, alla valorizzazione del patrimonio ambientalespazi verdi urbani e periurbani assolvono a molteplici funzioni di natura ambientale, e storico-artistico, cominciando ad esempio a sistemare o ricostruire il basolatosociale, ecologica, culturale ed economica, che ne fanno una delle componenti nel Nucleo Antico, nel Centro storico e in tutte le vie sulle quali si affacciano lefondamentali della sostenibilità urbana. Gli spazi verdi: le aree di svago e di servizio casa a corte (Via Marconi, Via degli Uffici, Via Zaca, Via Mangani, Via Catumerea,Viamigliorano il microclima della città, accrescono il valore ecologico dell’ambiente F. Marati, Via San Giorgio, Via C. Moschettini, via S. Lucia, Via Neghelli,Viaurbano, sono componenti fondamentali del paesaggio costruito, del suo valore Stefano Sergio, Via Giudeca),continuando ad alberare strade, a creare nuovi spaziculturale e dell’immaginario collettivo; rendono possibile uno stile di vita sano, verdi, ad allargare marciapiedi, a realizzare piste ciclabili; insomma creare paesaggifavoriscono le relazioni sociali e la coesione della comunità, forniscono un contributo più centrati sull’uomo che sulle macchine. Affidarsi cioè ad una squadrafondamentale alla rigenerazione economica urbana. Può sembrare strano, ma amministrativa che abbia tra i suoi compiti primari, quello di diffondere una nuovaosservando gli spazi pubblici di Martano ci si accorge come si sia creato un rapporto cultura degli aree a verde e del patrimobio storico. Ribaltando quello che a qualcunovirtuoso tra spazi verdi, piazze e aperture di attività economiche. può sembrare un problema, in una risorsa che aspetta di essere scoperta edPrendiamo per esempio il parco giochi tra largo Pozzelle e largo I° Maggio. Prima adeguatamente valorizzata. È vero, un obbiettivo del genere non è facile da realizzaredella sua costruzione esisteva un solo esercizio alimentare in una zona degradata ma la possibilità concreta di fare di Martano una città giardino, facendo in modoe marginale, oggi è un concentrato di pubblici esercizi e di attività commerciali; che la comunità diventi protagonista di un cambiamento di qualità del paesaggiostessa concentrazione commerciale intorno alla Villa Comunale. Non esiste una urbano, è una sfida che vale la pena tentare. LA BIBLIOTECA COMUNALE: UN DISSERVIZIOLa biblioteca comunale, sita all’interno del municipio, risulta non avere l’importanza modifiche, la Regione Puglia, il 21 marzo 2005, ha istituito un bando di concorsoche, invece, dovrebbe ricoprire. I libri presenti, tra testi classici e enciclopedie, per le unioni dei comuni mettendo a disposizione 18.000.000,00 di euro per larisultano, più o meno tutti, frutto di donazioni più o meno generose, a partire da riqualificazione e l’ammodernamento delle biblioteche del territorio. Compito dellequella del prof. Paolo Stomeo, a cui la biblioteca è dedicata. Oltretutto, sembra unioni dei comuni sarebbe stato solo quello di presentare un progetto adeguato alleche non sia minimamente frequentata, se non che da qualche coppietta che utilizza norme di legge vigenti esposte nel bando di concorso. Allora perché per lala riservatezza dell’atrio del municipio per appartarsi un po’, o da qualche visitatore biblioteca di Martano non è stato presentato alcun progetto? Certamente, non perchée fruitore, in parte, occasionale. Per quanto riguarda, poi, materiali audio e video non ne avesse bisogno. Ma se già tutto questo non bastasse a far riconoscere(vhs, dvd, cd audio), nemmeno l’ombra. Quella che si la biblioteca comunale come un disservizio, si aggiunga orapercepisce come una acquisizione consolidata un po’ anche il fatto che rimarrà chiusa ogni giorno fino alle 18,00.ovunque( per quanto riguarda il circondario, si vedano Il nuovo orario di apertura al pubblico( orario probabilmenteMelpignano, Sternatia, Cursi, Calimera, Maglie, Galatina definitivo) è dalle 18,00 alle 20,00, mentre il servizioe, naturalmente Lecce), sembra essere una conquista ancora precedentemente si garantiva tre mattine a settimana e tuttiben lontana dall’immaginario martanese. I locali della i pomeriggi. Insomma, un altro grande passo verso i giovanibiblioteca sono umidi. Una saletta adiacente alla biblioteca, e a sostegno di un progetto politico che tuteli le politicheche si era pensato di munire di attrezzatura valida per giovanili. Un progetto di ammodernamento e riqualificazionel’ascolto di musica, già molti anni fa, risulta inagibile a della biblioteca si era già pensato al tempocausa dell’umido e di tutta un’altra serie di questioni, di dell’amministrazione Saracino, quando si era stilato undifficile definizione . La legislazione regionale della Puglia programma di recupero e di utilizzo delle sale di piano terrain materia di biblioteche si basa sulla LR N.22 del 17-04- del palazzo ducale come deposito culturale, in cui era inclusa,1979 “Norme in materia di biblioteche di Enti locali e di o si sarebbe potuta includere, una mediateca, o perlomenoEnti e di Istituzioni di interesse locale”. Con questa legge uno spazio valido con materiale informativoè stato definito il modello istituzionale delle biblioteche pubbliche Pugliesi. I recente, utilizzabile da tutti. Ma Martano, si sa, rimane sempre fedele alla tendenzalegislatori stabilirono che le Biblioteche pubbliche di Enti locali e di Enti ed che predilige movimenti “a passo di gambero”. Anziché aggiornare il servizio eistituzioni di interesse locale sono Istituti culturali al servizio dei cittadini (art. 2). renderlo valido per un utilizzo costante, si sta preferendo farne a meno.A tal fine incentivano lo sviluppo della pubblica lettura mediante la costituzione Logico, se si considera che i martanesi ne facevano a meno già da molto tempo.di adeguati strumenti biblioteconomici e operativi e favoriscono, con opportune Un altro punto di raccolta e di tutela per i giovani viene meno.iniziative e mezzi idonei, la crescita culturale e civile della popolazione. In questa E noi, anche questa volta, non stia facendo nulla perché vada diversamente.direzione, seppur la legge è poi stata rimodernata e si sta lavorando ad ulteriori Mrs. Ch. Edil Antonaci Costruzioni - Restauri Intonaci e Pavimenti Via E. Vanoni, 30 - MARTANO (Le) cell. 333 7278603 - 338 6940557 - 320 8693857
    • NOVEMBRE 2006 4 Pennelli Luigi Nocco e Scalpelli LUIGI NOCCO UN ARTISTA A TUTTO TONDO Dalla pittura - alla scultura - all’affresco di Fernando Durante Il ragioniere Luigi Nocco ha sposato l’arte come fonte “ Anzi è proprio su richiesta che realizzo gran parte di vita. E non ha mai pensato di mettere a frutto il suo del mio lavoro”, dichiara l’artista. Se ne possono titolo di studio. “Mi sono scoperto artista giovanissimo. incontrare in tutta la provincia. Da Soleto, dove ha A sei anni dipingevo. Poi, la scelta di frequentare scolpito un San Pio, a Pisignano, in paese, a Minervino l’Istituto tecnico commerciale è venuta di Lecce. In quest’ultimo paese ha per una serie di coincidenze. Non scolpito la sua prima notevole statua, ultima quella che apriva a Martano nelle dimensioni, in memoria di unl’Itc.”. Un figlio d’arte per un’arte innata. Il padre Giorgio, cittadino del luogo assassinato aprima di andare in pensione, insegnava la materia negli Mogadiscio. A Montalbano Ionico,Istituti superiori.“ Il mio titolo di studio non mi è servito in provincia di Taranto. “ Ma, poi,nella vita. Ben presto la voce dell’anima ha preso il sono tanti i turisti che vengono asopravvento e mi ha consentito di esprimerla e vivere una visitare il mio studio, in via Chiesa,vita dignitosa, fra l’altro”, ripensa Nocco. Sposato con e si portano le mie opere per il mondo”. Di grandi, se neFrancesca Conte, è padre di due bambini, Giorgio di 3 anni, possono incontrare in Croazia: un San Giovanni Bosco.ed Erika di sei, scopre la pietra leccese nel corso di una biennale di scultura, Anche a Roma è presente un Sacro cuore di Gesù. Ma il suo genio non si“ Scolpire all’aperto”, si era nel tempo dell’amministrazione guidata da limita a queste. La sua arte si può ammirare su opere parietali, con coloriCosimo Gallo. acrilici; oli su tela. “ Mi piace riprendere marine e paesaggi nostrani”, parla“Mi avevano chiesto di collaborare all’esecuzione di un’opera”, ricorda dei suoi quadri. Ma quella di cui si sente maggiormente ispirato è l’idea diNocco. Da quel momento non l’ha più abbandonata. eseguire opere che siano comprese dalla gente. Perciò dichiara di non gradireLe sue opere sono sparse per l’Italia e per l’Europa. la scultura moderna, perchè“ l’arte si deve capire a vista”, ed osserva che,Si specializza in grandi realizzazioni di scultura sacra, senza disdegnare “ l’opera è la misura di se stessi. Io mi ispiro ai grandi scultori rinascimentali.lavori su ordinazione. Loro hanno fatto comprendere al mondo la grandezza di un’opera”. .lettere al direttore. lettere al direttoreCaro Direttore,le risposte che le ha dato Don Massimo nell’ultimo numero di Corte Grande un fedele che non è iscritto in questo albo nell’anno in corso può o non può partecipare al trasporto della Santa?non mi soddisfano. Le chiedo, se possibile, di pubblicare questa lettera, Infine, ribadisco che mai a nessuno è stato posto l’obbligo di versare alcunaperché ritengo doverose alcune precisazioni. quota per tale “diritto” come lei lo definisce. Semmai, si è cercato, tra chiInnanzitutto, mi chiedo, se è vero che sono stati effettuati i festeggiamenti volesse contribuire, di raccogliere qualche piccola somma da destinare alreligiosi, perché non vi è stata alcuna processione in onore di San Domenico comitato feste. Ricordo che una volta con questa libera offerta sono statiin data 8 Agosto? restaurati i lampioni posti ai lati della statua della Madonna.Per quanto riguarda la questione Albo d’Onore, vorrei ricordare che, da Al netto di ogni risposta, sono convinto che i devoti martanesi non sisempre, chiunque ha espresso la volontà di portare sulle spalle la statua della legheranno mai ad alcun albo perché la fede non conosce limiti burocratici.Madonna, ha potuto farlo senza dover versare alcuna somma. E, particolare La saluto con affetto.non meno importante, poteva partecipare in qualsiasi momento. Oggi, invece, Lettera firmata Messaggi privati Il Pantofolaro ce lha fatta! Finalmente si sposano! Sebbene siano passati 1556 giorni dal primo, Alessandra, ora devi metterlo a dieta! non mi stancherò mai di dirti che... Auguri da tutti gli zeri a Stompo Ti Amo Fiorellino! by 7= anzi 8!!! e la sua Dandina!!! Se vuoi pubblicare un messaggio privato su Corte Grande scrivi a redazione.cortegrande@libero.it oppure manda un sms al numero 334/1253388. Il servizio è gratuito. Fratelli Oleifici TURI Tel. 0836 571494 - Fax 0836 571906 www.fratellituri.it e-mail: fratellituri@fratellituri.it
    • NOVEMBRE 2006 5 I CIRCHI I circhi si dividono in due categorie principali: ci sono quelli della difesa dell’intero branco. Anche gli elefanti hanno che non usano animali e quelli che ne fanno uso; i primi una propria struttura sociale che è di tipo matriarcale; sono moralmente accettabili, i secondi no. Infatti, i circhi infatti, essi vivono in branchi di 8-15 individui con a capo che utilizzano gli animali non possono essere moralmente una femmina dominante. Nei momenti di pericolo gli accettabili perché ‘sradicano’ dal loro ambiente naturale elefanti si difendono unendo le proprie forze. tutti quegli animali selvatici che vivono liberamente la loro Le loro rotte migratorie, non note per istinto vita. Questi animali sono addestrati con metodi che spesso ma insegnate ai più giovani dagli individuiprovocano enormi sofferenze, per esempio gli elefanti sono addestrati più anziani, raggiungono gli 800 chilometri.mediante punteruoli d’acciaio e scosse elettriche. Lo sfruttamento degli Per questo ho detto che gli animali che vivonoanimali per fini economici dei circhi è qualcosa di abominevole; non è un nei circhi sono solo delle sempliciqualcosa di necessario per l’esistenza umana. Se si vogliono conoscere le controfigure, infatti i loro comportamentiabitudini degli animali selvatici è meglio guardare un documentario in cui sono anomali, il loro stato mentale è facilmente percepibile come si puòpossiamo capire realmente quali siano i comportamenti naturali di questi vedere dalle fotografie. Cosa possiamo fare noi nel nostro piccolo? Noianimali. Gli animali dei circhi non sono altro se non delle controfigure potremmo semplicemente non andare a vedere gli spettacoli circensi cherispetto a quelli che vivono liberi. Leoni, elefanti, tigri, gorilla hanno stutture fanno uso di animali; ma si potrebbe fare anche qualcosa di più importantesociali ben definite; fra questi, per esempio, i leoni vivono in famiglie a livello istituzionale. Cosa? Il Comune di Martano potrebbe, per esempio,costituite da diverse femmine, i piccoli vengono cresciuti dall’intero branco. emanare un’ordinanza in cui vieta l’esibizione dei circhi nel proprio territorio.Il legame che si crea fra madri e figlie è particolarmente forte e dura Perderà un contributo economico da parte dei circhi, ma sicuramente neper tutta le vita. Nel branco ognuno ha dei ruoli ben definiti: guadagnerà la sua moralità perché non si renderebbe più partecipe dellale femmine si dedicano alla caccia, mentre i maschi si occupano sofferenza e del dolore di questi animali. Andrea Coluccia “LA GIUSTIZIA DEI VINCITORI” NO ALLA PENA DI MORTEIn questi giorni si è discusso parecchio, prendendo è stato voluto da Washington sulla basa di uno c’è niente da fare, il sentimento della pena di mortespunto dal caso Saddam, sull’efficacia della pena statuto redatto da giuristi americani e manca di è molto diffuso negli Stati Uniti. Anche secondocapitale, che ancora oggi esiste in alcuni ed ogni legittimazione sulla base del diritto il cardinale Martino, è stato un errore non affidareimportanti stati del mondo, tra cui gli Stati Uniti internazionale come dell’ordinamento iracheno. Saddam e un Tribunale internazionale come quellod’America. Nel 2005 in USA si è sviluppato un E’ solo uno strumento per giustificare un guerra dell’Aja che “esclude la pena di morte”. Conclude:dibattito tutt’ora in corso, sull’uso, ad esempio, preventiva. Tra l’altro dice sempre Zalo che a “Non è una questione la colpevolezza di Saddam,dell’iniezione letale: secondo un rapporto differenza di Norimberga qui non è neanche ma la necessità della pena capitale. Non è legittimopubblicato da Lancet, rivista britannica di medicina, giustizia dei vincitori, perché non è affatto sicuro mettere a morte qualcuno se ci sono altri mezzispesso accade che il prigioniero sia cosciente e che gli Stati Uniti usciranno vincitori”. per impedirgli di nuocere. Vivo anzi sarebbe unavverte quindi un dolore intenso durante la Inoltre Fulci, ex ambasciatore italiano dell’ONU, monito per tutti dal suo carcere”. Penso di averprocedura, ma essendo paralizzato nessuno riesce essendo stato in prima fila nella battaglia condotta detto abbastanza prove delle mie tesi:ad accorgersi della sua sofferenza. Ora si son fatti al Palazzo di Vetro per una moratoria della pena 1. Processo a Saddam manipolato per spirito dipassi avanti dal momento che in USA recentemente capitale afferma: “Quando nel 99 si tentò di far vendetta e spavalderia da parte USAla Corte della Florida ha bloccato due esecuzione introdurre la moratoria per iniziativa UE, noi 2. Pena di morte inutile e eticamente scorretta.con la motivazione che l’iniezione costituisce una (contrari) avevamo la vittoria a portata di mano, Esisterà davvero una giustizia divina?“punizione crudele”. Per quanto riguarda il caso neanche all’ultimo momento di pressione degli 8 Novembre 2006: I democratici vincono le elezioniSaddam, ecco l’opinione di Danilo Zolo, autore inglesi, la risoluzione venne ritirata perché Londra di medio termine. Bush si avvia ad un lento addel libero “la giustizia dei vincitori”: Il processo non voleva fare uno sgarbo a Washington”. Non inesorabile declino!!! Davide Bufano A BOCCE FERME Da Giugno sospesi i lavori al bocciodromo comunale. Il consigliere Salvatore Caracuta presenta uninterrogazione. Lo scorso aprile sono iniziati i lavori per ladeguamento e la Questo ritardo elefantiaco pesa come un macigno su tutti i fruitori del messa a norma del Bocciodromo Comunale. Il 12 giugno, i lavori bocciodromo. venivano sospesi per consentire la redazione di una perizia di Ha impedito, e impedisce tuttora, che tutti i martanesi impegnati nei variante e suppletiva. Ad oggi non sono ricominciati. Alcuni campionati di varie categorie, possano giocare a Martano. giorni fa il consigliere comunale dopposizione Salvatore Caracuta O semplicemente allenarsi. Sicuramente questa stagione sportiva salterebbe ha presentato uninterrogazione al Sindaco per chiedere lo stato completamente, salvo miracoli. E chissà se il miracolo non lo facesse la dei luoghi, essendo passati troppi mesi dalla sospensione dei prossima campagna elettorale.lavori. La risposta ricevuta, per quanto esaustiva, denota un iter complesso, Un sindaco uscente non rinuncia facilmente ad una bella inaugurazione.farraginoso, che non rassicura per niente gli utenti del Bocciodromo. Per Forse qualcuno pensa che la gente si dimenticherà che i lavori sono staticause definite "impreviste ed imprevedibili", i lavori si bloccano, si procede bloccati per sei mesi, senza che un solo chiodo venga piantato.ad una perizia suppletiva nella quale è previsto lutilizzo di tutte le economie Questo, gli utenti del bocciodromo, non lo dimenticheranno facilmente.dasta. Ossia, si chiede di utilizzare i soldi del ribasso di gara, per poterprocedere con i lavori. Essendo il progetto cofinanziato dalla Regione Puglia,il Comune di Martano chiede lautorizzazione a Bari per coprire questi costiaggiuntivi.La Regione Puglia non intende spendere di più, e rimanda con forza ilproblema ad una prossima Giunta (nota del 13/10/2006) Vista la situazione,la direzione lavori presenta una nuova perizia, consegnata il 20 novembrescorso, in cui rivede le spese, predisponendo solo lutilizzo delle somme diribasso di competenza del Comune di Martano.Ora si aspettano i pareri tecnici sulla perizia (ASL, Vigili del Fuoco, CONI)e successivamente lapprovazione della stessa. Prov.le Martano - Soleto Km 1,500 - 73025 Martano (Le) Italy tel. 0836.571416 - fax 0836.572388 www.sprech.com - info@sprech.com
    • NOVEMBRE 2006 IENA RIDENS 6 Gerusalemme e Martano insieme per un progetto criminale Sparare nel mucchio per scovare uno Ci risiamo. Abbiamo scoperto che le tecniche di aggressione l’obiettivo senza perdita di vite umane, a Martano, Gerusalemme degli israeliani verso i palestinesi sono state elaborate e messe ha deciso di acquistare il brevetto. A questa decisione israeliana in opera presso il nostro palazzo di città. Incredibile. Sparare si deve la sospensione per altre verifiche su ipotetiche tasse nel mucchio nella speranza di uccidere anche qualche terrorista non pagate, con conseguente casino, decisa dall’amministrazione kamikaze palestinese, è, in realtà, una tecnica che ha comunale. Forte, ragazzi. Il tutto, a nostra insaputa. Non erano sperimentato, in primis, la nostra amministrazione comunale. riusciti a tenere sotto controllo la presa di distanza di tre La calca e le proteste registrate in questi giorni presso l’ufficio assessori sulle tasse di costruzione e sono riusciti in questo. del responsabile dell’ufficio di ragioneria comunale, altro non Quando vogliono fanno le cose nel silenzio più assoluto. sono state che la prova generale di una precisa logica: chiamare Ma, questa volta, la gente si è ribellata, protestando sul il paese al controllo delle tasse Ici nel tentativo di cercare municipio. l’evasore Ici. Israele ha fatto propria la tecnica: sparare su una Se avessero pubblicizzato la notizia nessuno si sarebbe allarmato. Franco Farì - The boss - scuola, nella speranza di uccidere anche un terrorista. Raggiunto “Siamo stati utilizzati come cavie”, e si sono arrabbiati. Visto dalla matita di Daniele De Simeis WANTED I TRE CABALLEROS UN SEGRETARIO...DI PESO COMMISSIONI...SU MISURA Lo cerco e non lo trovo "Non indosseremo mai il colbacco" Sempre messo sotto pressione Lultimo consiglio comunale di Martano ha deciso di manco fosse in un covo. dicono Micco, Macco e Manica di Sacco. Prima si vedeva spesso è un segretario di sezione istituire alcune commissioni di indagine. Siamo contro qualsiasi ribaltone come quelli di una volta Ne fanno parte solo consiglieri comunali. è sparito invece adesso. Anche lui si sarà influenzato ci teniamo stretti le nostre poltrone. lui che ha la barba folta. In ognuna, la maggioranza ha voluto insediare il consigliere della sindrome del ricercato? Tre amici onnipresenti, molto attivi, Chi si carica la croce Paolo Stella. "A lui tutto è permesso!" ha dichiarato il A noi piace scherzare, è noto, nella Giunta decisivi. vorrei un suo autografo su una foto. Contro il sindaco e lIngegnere fa sentire la sua voce. Sindaco. "Il suo impegno sarà commisurato al suo grande "E stato un anno di duro lavoro" Contro mulini a vento e chimere. I compagni, nella scelta, impegno istituzionale, nei tempi e nei modi caratteristici se lo ricordino anche loro. Mica conta governare del nostro agile modus operandi". Con la moto scorrazzante, volevan fare alla svelta: limportante è poterci stare. "La nostra forza deve sembrare tanta, Le nuove commissioni consiliari sono: nel traffico spossante, attento che non "tuzzi" Meglio essere spettatori - Commissione per il controllo e la verifica delle cialde ci vuole un pezzo da novanta!" con quella Moto Guzzi. che fare davvero gli assessori. del caffè rapportate alle bustine di zucchero. A Martano venisti, lo so, Un compagno molto arguto Luigi, Vito e Bruno - Commissione per il controllo e la verifica della dal comune di Nardò. uniti come solo uno. propose un nome assai piaciuto. differenziazione dei tappi di bottiglia. - Commissione Comandante ligio e fermo Scrivon lettere a tutti "Più che da novanta siam contenti. come attore sullo schermo. speciale dindagine per la bolletta telefonica Wind dei Duro e forte come James Dean siano belli oppure brutti. se fosse un pezzo da...centoventi!" telefoni degli assessori e del presidente del Consiglio. agguerrito come Rin Tin Tin. Si son svegliati dal letargo E così tutto il direttivo fu proteso - Commissione bicamerale per lelaborazione di una legge Dagli assessori prediletto ora voglion prendere il largo. per un vero segretario...di peso! elettorale per cui le schede bianche siano attribuite al non ne trovano difetto. Ma allimprovviso, quasisia, Tanto che gli dicon sovente "Bisogna avere stomaco" centro-destra. una vena di malinconia... Lopposizione si lamenta, come sempre, ma trova pane come monito insistente: fu dichiarato "Le multe fanno male No, no, non siate tristi e il segretario fu presto trovato. per i suoi denti, nonostante alcune defezioni tra gli in campagna elettorale". mo che vincono i comunisti. Guarda un po come ti combini indipendenti e la maggioranza. Avanti, popolo, alla riscossa Prima ci dovevate pensare, barbetta rossa trionferà. quando vi è toccato amministrare. a mangiar tanti bambini! Larduo compito delle commissioni dovrà per regolamento, essere espletato entro i prossimi ( ) giorni. IL CORAGGIO DI RIVOLTARE IL TRAFFICO E LA TESTA L’Amministrazione comunale vara una circolazione unica ed originale: farà scuola.Il sindaco, Pasquale Conte, insieme al comandante ed avallata dal primo cittadino. In più si E’ prevista una piccola eccezione: saranno esentatidella Polizia municipale Mino Durante si dicono eviterebbero un sacco di incidenti mortali. Costretti, da viaggiare in retromarcia chi soffre di artrosi.entusiasti per aver trovato la soluzione definitiva così come sarà, a viaggiare a velocità moderata. Da documentare, naturalmente. Ma la manica largaal problema del traffico impazzito a Martano. Croce Peraltro, con tutto quel po-po di casino che ha fatto finisce qui. Peraltro, il sindaco è fortementee delizia di ogni cittadino. Se da un lato, infatti, il responsabile della circolazione in paese, nel determinato a fare andare il traffico del paese comenon si esce da casa che con l’auto, dall’altro ci si tentativo di rendere più scorrevole e sicura la ha viaggiato lo sviluppo fino ad oggi. “ Dobbiamolamenta di dover viaggiare a passo d’uomo. circolazione, trovare una via d’uscita più accettabile, marciare tutti insieme. E se l’economia del paeseInsomma è un traffico incontrollabile. Ed allora? è il minimo che si potesse aspettare. Simpatica, va a marcia indietro, così dobbiamo viaggiareEcco la ricetta tenuta gelosamente nascosta. Di per dire, la segnaletica d’accesso da Borgagne. tutti”, avrebbe urlato contro chi, in giunta, vi sicosa si tratta? Innanzitutto, in questi giorni, squadre Abbiamo trovato un vecchietto in preda ad una era- timidamente- opposto.di operai elimineranno tutti i segnali stradali, crisi di nervi, fermo, in preghiera, davanti al cordolo C’è, naturalmente, l’incoffessata speranza (ci siorizzontali e verticali. Avete capito bene. Via gli di definizione direzionale, destra e sinistra. Se aggrappa proprio a tutto), di invertire proprio quel“ stop and go” a cui ci hanno abituati sulle strade immettersi nel rondò, o andare, decisamente, a senso di marcia del paese.principali a favore di quelle laterali. Un metodo sbattere sulla casa privata, sulla destra. Lo abbiamo Nella fantasia dei due si è sviluppato un progettoche fa tanto pensare ad altro di carattere sessuale, accompagnato a casa a piedi, perché non ha più perverso che ha immaginato il rilancio delle officinepraticato da affetti da eiaculazione precoce, per voluto sapere di riprendere la strada in auto. Il meccaniche. Immaginate quante moto dovrannoallungarne il piacere. Non è la stessa cosa, ma nuovo piano, però, potrebbe riservare qualche un invertire i meccanismi di movimento.l’associazione di idee è stata immediata. Ora- però- piccolo inconveniente. Molti automobilisti E quante riparazioni dovranno fare i carrozzieri. è finita. L’idea è semplice: far camminare tutti i potrebbero soffrire di torcicollo, almeno in fase di Per dire dell’ultima che, insomma, siamo all’ultimamezzi a marcia indietro. avvio. Sono dei piccoli inconvenienti da mettere spiaggia.Una genialità partorita dalla mente del comandante in conto, ma ci si abituerà. Se non marcia così è finita. AGRICOLA nuova generazione SOC. COOP. Coop ng 73025 Martano (LE) Via Prov. Borgagne Km. 1 Tel. +39.0836.575223 - Fax +39.0836.574614 http://www.nuova-generazione.it e-mail: info@nuova-generazione.it
    • NOVEMBRE 2006 7 RINASCE LA PALLAVOLO A MARTANO. È l’Associazione Don Bosco a lavorare per la realizzazione della nuova società sportiva. Si punta sullo sport. Si punta sui giovani. Si guarda al futuro, società”. Alla mia domanda su come la decisione di creare questa società convinti della necessità di favorire ogni sorta di attività sportiva sia rientrata nelle iniziative che, da sempre, si organizzano a “Don formativa che dia spazio alla volontà di fare. L’Associazione Bosco”, il presidente ha risposto che “ ogni iniziativa che garantisca delle Don Bosco lavora, come sempre, per i giovani e con i giovani. buone possibilità e prospettive di crescita per i giovani dall’associazione Funge da collante e punto di incontro. Da momento di “Don Bosco” non viene mai trascurata. scambio. È proprio in seno all’Associazione Don Bosco che Lo sport garantisce momenti di scambio considerevoli, così come altre nasce l’idea di creare una società sportiva dilettantistica di attività. Per questo va incentivato e favorito”. Sulle prospettive future perpallavolo. Ed è stata sempre l’Associazione Don Bosco ad organizzare ogni questa nuova squadra, il presidente non si sbilancia. “C’è bisogno di tempo”,cosa, perché tutto procedesse nel modo migliore e la società mostrasse basi afferma. “Noi ci stiamo impegnando per garantire il massimo. La forza disolide e compatte. La macchina è in corsa, i lavori ultimati. La notizia della volontà non manca, così come l’entusiasmo che all’”associazione Donnascita della squadra è ormai ufficiale. Il presidente della società, Franco bosco” non viene mai meno. Confidiamo in una buona riuscita del progetto,Amato, se ne mostra entusiasta. “Si è lavorato molto”, afferma, “sempre così come confidiamo nelle potenzialità dei giovani che si sono accostaticon la paura di non farcela, alla fine. Ora, però, tutto è ultimato. Ci sono i all’associazione”.fondi, ottenuti attraverso gli sponsor, c’è la squadra, abbiamo l’allenatore Convinti dell’importanza di iniziative di questo genere, auguriamo buone gente disposta ad impegnarsi per il mantenimento e il funzionamento della lavoro alla nascente società sportiva. Maristella Chiriatti SERIETA E COMPETENZA NELLA PALLAVOLO DON BOSCO. Il tecnico è Stefano Rosato Il lavoro per la ricerca dell’allenatore che seguirà la neo-squadra di pallavolo di Martano è terminata. Si può fare il nome del mister che seguirà le ragazze martanesi. È Stefano Rosato, di Martignano. I suoi 25 anni potrebbero far pensare che non abbia esperienze precedenti alle spalle. In realtà, nel suo curriculum troviamo un’importante esperienza come allenatore a Lizzanello, nell’ Under 14, nell’ Under 16 e Under 18, e in prima e seconda divisione e in serie D, sempre a Lizzanello. L’allenatore è stato disponibile ad un’intervista. D. Come ha reagito alla proposta della società martanese da lavorare, ma con lo spirito giusto si può fare molto. di allenare la sua nuova squadra? D. Come ha intenzione di lavorare?R. Ne sono stato entusiasta. Nonostante io abbia sempre avuto a che fare R. Il gruppo, necessariamente, sarà diviso, perché troppo numeroso. Percon squadre maschili, questa mi è sembrata un’ottima occasione. In più, la ora, comunque, stiamo lavorando molto sulla resistenza fisica e suisocietà mi sembra veramente intenzionata a fare tanto. Insomma, niente mi fondamentali della pallavolo. Sono convinto che se lavoriamo bene, possiamospingeva a rifiutare. sperare in buoni risultati.D. Come è stato il primo approccio con la squadra? D. A proposito di speranze, cosa si aspetta da questo campionato?R. Soddisfacente. Mi sembrano ragazze molto motivate e decise. Sono tutte R. Io mi aspetto che le ragazze diano il massimo. Poi, i risultati verrannodesiderose di dare il massimo. Certo, questo non esclude che ci sia molto da sé. Mrs. Ch. Cosa aggiungere?... Benvenuto e buon lavoro al nuovo allenatore della squadra martanese. CORTE GRANDE INTERVISTA GRAZIANO SCHITO, IL CAPITANO DEL MARTANO Un difensore con il vizio del golIn questo numero di Corte Grande vogliamo far conoscere ai nostri lettori Graziano Schito, 21 anni, studente universitario della Facoltà di Economiadi Lecce. Segni particolari: martanese, difensore, Capitano della squadra della sua città. In un calcio moderno che, ormai, non ha più “Bandiere”bisogna guardare nelle categorie dilettantistiche se si vuol sentire ancora il profumo di passione e di cuore per uno sport che fa parte del Dna degliitaliani, ma che negli ultimi quindici anni ci ha riservato solo delusioni e amarezze, perché ha messo al primo posto il dio denaro, facendo retrocederei valori veri nelle ultime posizioni. La storia di Graziano è quella del “ragazzo della porta accanto” cresciuto a pane, pasta e calcio senza mai dimenticareche è importante studiare e che, come tutti gli adolescenti, ha sognato di poter indossare le casacche dei grandi club. Ora, superata quella fase, il suo“grande club” è il Martano e ed è proprio ai colori gialloblè che lui da tutto il suo impegno ogni volta che scende in campo.Siamo andati a trovarlo per rivolgergli qualche domanda…D. Cosa si prova ad indossare la fascia di capitano della propria città? Il 4-3-3 consente a tutta la squadra di andare a segno e in più credo cheR. E’ una bella sensazione. Se poi penso che sono uno dei più giovani… è faccia divertire molto il pubblico.ancora più gratificante. D. Dove può arrivare questo Martano?D. Qual è il clima che si respira intorno alla squadra dopo R. Con molta umiltà e senza sottovalutare nessuno, possiamoun ottimo avvio di campionato? puntare ai play-off.R. E’ un clima molto sereno, prepariamo la partita senza D. Tra le squadre che avete affrontato quale ti haparticolari assilli. impressionato di più?D. Quanto è importante avere in panchina un allenatore R. Il Tricase è la squadra più attrezzata del torneo, gioca unmolto esperto come Cesare Catalano? bel calcio ed è molto concreta.R. La sua esperienza è fondamentale per una squadra giovane D. Quanto sta pesando l’assenza del portiere titolarecome la nostra. Il Mister riesce sempre ad ottenere il massimo Francesco Garzilli?da tutti e, in più, contribuisce a creare un clima disteso all’interno R. Il suo sostituto Andrea Catalano sta facendo molto bene.dello spogliatoio. Francesco grazie alla sua notevole esperienza riesce a dareD. Pur essendo un gruppo molto giovane, alcuni di voi tranquillità al reparto arretrato.giocano insieme da molto tempo. E’ chiaramente un D. Intorno alla squadra si è riacceso un certo interesse.vantaggio… Qual è il vostro rapporto con il pubblico?R. E’ vero. Con alcuni compagni come Epifani, Carati, Monti R. Spesso in queste categorie il pubblico è composto da amicie Luperto l’intesa è quasi naturale. Ma è tutta la squadra che e parenti di chi scende in campo.sta crescendo, il gruppo è unito sia dentro che fuori dal campo. Noi siamo fortunati ad avere dei tifosi che ci seguono ancheD. Quali rischi si corrono a giocare con un modulo spregiudicato come in trasferta.il 4-3-3? D. Un segno nel cassetto…R. Per noi non è una novità. Anche con Luigi Colagiorgio R. Vincere il campionato e la coppa Puglia con il Martano e conseguire la(Allenatore del Martano l’anno scorso n.d.r. ) giocavamo con questo modulo. laurea !!! Fabio Tarantino e Marco Termo
    • NOVEMBRE 2006 8 IL MARTANO VA… BENEDieci partite in un mese. I gialloblù guidati da Cesare Catalano hanno cercato sono i giocatori infortunati. Ciò ha sicuramente impedito alla nostra squadradi ottenere il massimo da questi dieci incontri. Il bilancio fatto di sei vittorie, di incrementare ancora di più il bottino. Siamo convinti che, superato questoun pareggio e tre sconfitte, tra campionato e Coppa Puglia, consente al periodo di “emergenza” e di impegni sportivi troppo ravvicinati, la squadraMartano di occupare la terza posizione in classifica nella Prima Categoria potrà tirare il fiato e ritrovare la forma fisica e la serenità per lanciarsi sullae di proseguire il cammino nella competizione regionale. E’ doveroso vetta della classifica. Mentre andiamo in stampa il Martano sta affrontandosottolineare che l’infermeria del Martano è continuamente piena. Ben otto il Tricase nell’incontro valevole per proseguire il cammino in Coppa Puglia. dalla prima pagina leducazione scolastica...di Anna Tamborrino Fabio Tarantino e Marco Termola nostra vita in una sua continua negazione, per Ma di fronte al ripetersi delle assenze il bambino l’annullamento operato sui bambini, ed è fortementel’affermazione del potere. Per tanto invito i lettori perdeva le attenzioni dell’istituzione. Questo il significativo. Quando si parla dell’orrorea mettere a disposizione qualsiasi forma di quadro sommario generale che vi permette dell’operato fascista ci si riferisce alle persecuzioniconoscenza riguardo il metodo educativo, allo d’incanalare il documento, che vado a sottoporvi. nei confronti degli oppositori, alle restrizioniscopo di avviare uno studio, che ci aiuti a Leggerete delle parti di un quaderno di terza economiche per la nazione, alla censura e alcomprendere le forme di dominio invisibile, che elementare, i quaderni venivano forniti dal duce controllo della posta. Poi si scopre, che analizzandohanno portato l’uomo dei nostri giorni a negare e portavano il marchio di Stato, i bambini erano l’epoca fascista nella sua attuazione quotidianal’essenza della vita, abbracciando l’icona sociale obbligati alla “bella” scrittura e proprio negli l’orrore aumenta. Le scuole erano delledell’avere, anziché essere. Questa rubrica si forzerà esercizi di calligrafia si nascondeva sottostrutture militari in cui al “Signor Maestro”di essere comprensibile a tutti. Partiremo dall’analisi l’indottrinamento mediante la ripetizione. Un gioco non importava nulla di te, ma al quale tu dovevidel periodo storico più prossimo: la dittatura a trabocchetto, come ogni forma educativa. obbedienza. La medesima struttura era riportatafascista. Per ricostruire la forma di dominio I. ESERCIZIO DI BUONA SCRITTURA: riempite poi alla forma di governo dittatoriale. Dalle struttureeducativo, partiremo da uno studio sui quaderni tre fogli di quaderno con la seguente frase. scolastiche si passava o nelle scuole di lavoro escolastici delle elementari nell’anno 1929. “La persona del re è sacra e inviolabile” nelle accademie militari. Gli esseri umani venivanoImportanti strumenti di studio, messi a disposizione II. ESERCIZIO DI BUONA SCRITTURA: privati del loro libero pensiero, perché la vita eradall’archivio dell’Università degli Studi di Torino. riempite tre fogli di quaderno con la seguente frase per il duce e la patria.Nel 1929 erano passati sette anni dalla marcia su “Amare e lavorare è la legge” CHI NEGA LA LIBERTÀ AD UN BAMBINORoma, avvenuta il 28 ottobre 1922. L’ Italia viveva III. ESERCIZIO DI BUONA SCRITTURA: CREA UN SOLDATO Forse era proprio questoun divarico, mai sanato, tra nord e sud. La povertà riempite tre fogli di quaderno con la seguente frase che si voleva fare. Sono passati quasi ottant’annie l’analfabetismo erano diffusi su tutto il territorio, “Chi rompe paga e i cocci sono suoi” dal 1929, ma la forma d’educazione continua acon una incidenza notevole al sud, dove IV. ESERCIZIO DI BUONA SCRITTURA: creare SOLDATI. Questo è preoccupante. La formal’analfabetismo era dominante. Le statistiche riempite tre fogli di quaderno con la seguente frase educativa è una violenza attuata ai bambini per loenumerano un 80% di casi che si prendono come “Viva il duce, viva la patria” scopo del buon governo, con la scusa della “bella”riferimento. La scuola dell’obbligo veniva raggirata V. ESERCIZIO DI BUONA SCRITTURA: scrittura. In Italia l’ombra del fascismo aleggiadall’obbligo al pane, molti bambini lavoravano, e riempite tre fogli di quaderno con la seguente frase come un marchio, non abbiamo mai guardato inqui non si tratta di una costrizione esplicita, perché “Chi nega il duce perde la vita” faccia i nostri fantasmi e mostri parlamentari comenon avevano padroni al di sopra, che non fossero Semplici esercizi all’apparenza innocui, utilizzati la Mussolini continuano a secernere una dottrinapadri. Si lavorava nella famiglia, per la famiglia. per insegnare al bambino a scrivere, divenivano deleteria, che mina l’incolumità dell’essere umano.Ed ecco, che la dittatura fascista sviluppa due degli slogan, che il bambino ripeteva e acquisiva Se nel 1929 gli scansa fatiche e gli oppositoriforme di controllo: Il controllo scolastico, mediante meccanicamente come comandamenti da seguire. meritavano la morte.indottrinamento ed il controllo extra-scolastico, Una dittatura, che non cercava il controllo sui Nel 2006 precari e immigrati non meritano la vita,mediante la morale del sacrificio e della religione. padri, o meglio, che il controllo sui padri lo sospesi tra il possesso di un contratto di lavoro aI bambini, che non frequentavano la scuola, alle deteneva con il lavoro e la repressione. Una breve termine e il possesso dei documenti. Cos’èvolte venivano ripescati dai carabinieri, che dittatura, che forgiava i bambini ad essere macchine cambiato dal 1929?accompagnavano lo scolaro “negligente” in classe. esecutrici di dovere e disciplina. Desta stupore È oltremodo terribile non sapersi dare una risposta. Iscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile: Fernando Durante Amalthea Formaggi Redazione: Salvatore Caracuta, Paolo Saracino, Giuseppe Castrignanò, Marco Termo, Fabio Tarantino, Cesare Caracuta, Maristella Chiriatti, Anna Tamborrino. e-mail: redazionecortegrande@libero.it - Per la pubblicità tel. 333 1334233. Stampato da Grafiche Chiriatti Martano - Tiratura 4.000 copie Distribuzione porta a porta Chiuso dalla Redazione il 30.11.06 alle ore 13.00.Si chiamava Dog ed era il simpatico amico a quattrozampe dei miei vicini di casa. Il suo calvario è durato CIAO CHARLYsei giorni poi se ne andato lasciando tanta tristezza eamarezza. Già, perché Dog è stato avvelenato con un“veleno a lento rilascio”. Si è trattato del classicoboccone avvelenato che qualcuno ha lanciato nelgiardino della loro abitazione. Non ci resta checondannare sotto tutti i punti di vista questo vile gesto,e di ricordare a questo individuo che ha commesso unreato punito dalla legge sia con sanzioni pecuniariesia con la reclusione. Forse, sapere questo potrà farloriflettere prima del prossimo boccone…avvelenato! Gli amici della villetta e del calcetto ti ricorderanno sempre Via Bari - ZOLLINO (Le) F. T. MUTUI I PIU’ CONVENIENTI SUL MERCATO (ZERO SPESE) LE RATE Nuova Mutui 100%, ristrutturazione, costruzione, liquidità , sostituzione, consolidamento TI AFFANNANO Apertura PRESTITI PER TUTTI Pensionati, Autonomi e Dipendenti. Esito Immediato SCOPRI SUBITO COME Anche a chi ha avuto problemi. Tassi eccezionali !!! ASSICURAZIONI Scegli la tariffa più convenienti con 5 compagniediverse. RITROVARE LA SERENITA’ DI PAGARE NON FARTI SPENNARE COME UN POLLO… CARTE DI UNA SOLA RATA CREDITO CHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO GRATIS! GRATIS PIU’ LEGGERA!!! ESTINGUENDO I TUOI FINANZIAMENTI. P.zza ASSUNTA, 37 – MARTANO – TEL. 0836.57 44 05 CELL. 393. 57 52 792