Prog. Grafico di Daniele De Simeis                                                                                        ...
OTTOBRE 2006                                                                                                              ...
OTTOBRE 2006                                                                                                              ...
OTTOBRE 2006                                                                                                              ...
OTTOBRE 2006                                                                                                              ...
OTTOBRE 2006                                                                                                              ...
OTTOBRE 2006                                                                                                              ...
OTTOBRE 2006                                                                                                              ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Corte Grande N° 16 - Ottobre 2006

784

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
784
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corte Grande N° 16 - Ottobre 2006

  1. 1. Prog. Grafico di Daniele De Simeis OTTOBRE 2006PERIODICO DI INFORMAZIONE MARTANESE ANNO 2 - NUMERO 16 - DISTRIBUZIONE GRATUITAIscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile Fernando Durante Siamo tutti imprenditori UN SINDACO TRA DIMENTICANZE E FALSE PROMESSE Associazione Culturale sempre che le spese gravino sugli altri "Cosimo Moschettini" dai Rondò al Termovalorizzatore di Fernando Durante Il lavoro va retribuito rispettando gli impegni. di Franco Farì XVIIª Edizione Ma cosa ha fatto Martano per Per quanto ovvia la dichiarazione è una premessa Sagra meritarsi un sindaco che arriva indispensabile, rispetto a quel che dirò di seguito. sempre fuori tempo massimo? Un giornale come il nostro, per entrare subito Ha dimenticato, nonostante le nel merito della questione, può vivere grazie al sollecitazioni, di istruire de la Volia contributo degli sponsor ed al lavoro volontario adeguatamente e per tempo dei redattori. Se qualcuno di questi elementi viene listanza alla provincia per il a mancare, allora, la stessa sopravvivenza viene finanziamento della ristrutturazione del campo Cazzata messa in seria discussione. Noi pensiamo, forse sportivo (1,5 milioni di euro nel 2006 sono un poco presuntuosamente, di essere entrati nella stati stanziati per impianti sportivi senza che vita sociale del paese. Alla pag. 5 Martano potesse in parte fruirne). Poi la altrettanto grave dimenticanza di richiedere il coofinanziamento provinciale dei tre rondò, di Il coraggio di vivere con la sclerosi multipla cui solo uno, quello di via Castrignano per unintervento in extremis dello scrivente è stato 19-20-21-22 finanziato mentre gli altri due, saranno realizzati la vita di Fabio con un mutuo acceso dal comune quindi ottobre 2006 direttamente con soldi dei cittadini martanesi.Sono Fabio, ho 37 anni e da 13 anni sono affetto da Alla pag. 8 Largo 1° Maggiosclerosi multipla. La malattia nella forma a placche SOMMARIOo sclerosi multipla è una delle più comuni del sistemanervoso centrale. E’ fortemente debilitante e chi ne Siamo tutti imprenditori pag. 1-5 MARTANO di Fernando Durante Alla pag. 2soffre conosce i profondi disagi che comporta. Il coraggio di vivere con la sclerosi multipla di Fabio De Simeis pag. 1-4 Alla pag. 4 Per favore limitate i danni di Donato Saracino pag. 1-2 Un Sindaco tra dimenticanze e false promesse pag. 1-8 PER FAVORE !!! di Franco Farì Servizio mensa scolastica e per anziani di Salvatore Caracuta pag. 1-3 Emigrazione-emarginazione LIMITATE I DANNI Emigrazione-emarginazione di Anna Tamborrino pag. 1-2 Un binomio che ha sconvolto l’intero Occidente di Donato Saracino Racconti estivi: La notte della Taranta a Martano di Valeria Russo pag. 3 La festa dei nonni pag. 3 di Anna Tamborrino Ancora sette mesi di agonia (questo di Maria Assunta Rizzo Una piaga, che ha sempre lacerato l’equilibrio Pennelli e Scalpelli pag. 4 è il tempo che ci separa dalle di Fernando Durante umano, nel compiersi della sua cultura Il treno della memoria passa anche da Martano pag. 5 prossime elezioni), per una di Letizia Gaetani d’appartenenza, è stata l’immigrazione. Amministrazione abituata a Un uomo onesto di Maristella Chiriatti pag. 5 Nascere in un luogo, crescere con il sole negli sonnecchiare, o quasi, potrebbero Iena Ridens pag. 6 occhi e poi di colpo scegliere tra una vita significare nulla o essere i peggiori, Martano: un mese da leoni pag. 7 migliore e una morte sicura. Si può morire di Fabio Tarantino e Marco Termo a causa dei danni che essa potrà Progetti ed obiettivi per la squadra di pallavolo pag. 7 nel corpo, si può morire di fame, si può morire martaneseprocurare. Le ultime deliberazioni consiliari ci fanno di Maristella Chiriatti nello spirito, per non essere riusciti ad espletaretemere quest’ultima ipotesi, il cui avverarsi causerebbe Scuola calcio un investimento per il futuro di Fernando Durante pag. 8 quello, che ci rendeva differenti dall’essereil peggiore dei mali capitati alla Città di Martano Le atrocità della cosmesi pag. 8 comunque uomini. Dalla morte si fugge, versonegli ultimi trent’anni. di Andrea Coluccia la morte, su una carretta del mare per tentareL’attuale maggioranza di Centro-Destra, nel Consiglio Servizio mensa scolastica e per anziani. la sorte, per vedere quella vita migliore di cuiComunale del 9 ottobre 2006, ha approvato e Una gara dappalto europea fa lievitare i costiriconosciuto debiti fuori bilancio per un ammontare solo alcuni godono. Una società che continua di Salvatore Caracuta ad escludere nel culmine del suo dichiararsipari a 106.000,00 euro, omettendo, con gravissimaresponsabilità, di riconoscere altri 90.504,00 euro di Non si può restare impassibili globalizzata e libera. Un popolo, che dopo lodebiti, parte dei quali avrebbe già dovuto riconoscere davanti allultimo esempio di sfruttamento spietato delle nostre societàin sede di verifica nell’ottobre 2005. malgoverno dellamministrazione capitalistiche e liberali, fugge la miseria, cheUna tale scelta, pazza e scellerata, che ho comunale di Martano. Questa noi stessi abbiamo creato nelle ricche terretempestivamente sottoposto all’esame del Prefetto e volta, oltre che rasentare la d’Africa e muore in quello stesso mare, chedella Corte dei Conti competente, nel disperato definizione di barzelletta, la doveva ridare la libertà, in quello stesso mare,tentativo di evitare ulteriori disastri, ha una duplice questione in essere ha palesemente che nei secoli precedenti ha deportato il popolochiave di lettura, che, però, purtroppo, non lascia dimostrato tutti i limiti di africano come schiavo nelle terre d’America.spazio ad alcun positivo presagio. incapacità gestionale del Sindaco Ritornano alla mente le foto dei colonizzatoriPotrebbe trattarsi di un gesto sconsiderato ed italiani con in mano la testa mozzata diinconsulto, causato dal trasferimento, altrettanto e della sua Giunta "di plastica". In realtà cè poco da scherzare: la pessima scelta provocherà non cittadini libici, trofei d’una vittoria,che allainconsulto, di un responsabile di settore che hasempre trovato il modo per far quadrare il cerchio. pochi danni. Da molti anni, i servizi di mensa fine del secondo conflitto mondiale ci videPotrebbe, invece, (ipotesi più probabile) essere un scolastica e per gli anziani a domicilio, insieme nelle macerie d’una distruzione, della qualefurbesco tentativo di mantenere in tasca qualche allasilo nido comunale, sono gestiti dalla locale noi fummo fautori e vittime. Ma questo non Cooperativa Sociale Concordia. Alla pag. 2 Alla pag. 2 Alla pag. 3
  2. 2. OTTOBRE 2006 2 dalla prima pagina Per favore limitate...di Donato Saracinospicciolo del futuro bilancio del 2007 da spendere e spandere nei primi mesi immediata sostituzione per evitare danni irreparabili alle finanze locali perdell’anno prossimo per dar fumo agli occhi dei cittadini martanesi, nella gli anni a venire. Nel palazzo municipale regna il deserto, assessori eormai imminente campagna elettorale che il nostro Sindaco ha, per la verità, consiglieri di maggioranza compaiono all’improvviso, deliberano e fuggonogià da tempo inaugurato. per poi ritornare a rovinare.Nell’un caso o nell’altro ci troviamo, purtroppo, di fronte ad una E’, perciò, necessario che questa maggioranza lasci il passo, quanto prima,Amministrazione che ha fatto dello spreco buona parte della proprie ragioni a Governi di migliore portata, che facciano della serietà e del rigoredi vita ( valga per tutti l’esempio dell’inutile e costosa figura del Direttore amministrativo il principio cardine dell’azione politica per essere vicini aiGenerale che non ha ancora firmato atti in tale veste ), e che necessita di bisogni dei cittadini e dare nuovo slancio alle energie positive della Città. Sagra Ritorna in questi giorni, dal 19 al 22, la tradizionale “Sagra de la Volia Cazzata”, giunta alla sua diciassettesima edizione. de la Insieme a lei si ripropone il gemello culinario risotto di Villimpenta. E’ questo, un paese in provincia di Mantova in cui il risotto è una pietanza prelibata e popolare, proprio come lo è la volia cazzata per Martano. Proprio queste comuni e antiche radici popolari hanno dato vita ad un gemellaggio, che si rafforza sempre più di anno in anno. I “ gemelli” si scambiano le visite da ben 11 anni. Villimpenta è presente a Martano per la “Sagra de la Volia Cazzata”, il paese salentino ricambia Volia ogni anno la visita in occasione della omonima sagra del risotto. Insomma è festa popolare. Che coinvolge tanta parte di paese. Come per la maggior parte delle edizioni, ad organizzare la manifestazione è il circolo culturale intitolato a Cazzata “C. Moschettini”, luminare e studioso martanese esperto di problematiche in agricoltura. Importante ed attesa la conferenza di DOMENICA mattina, 22 ottobre, giornata di chiusura della sagra. E’ in agenda un seminario su: Le produzioni agroalimentari salentine: "tipicità e prospettive”. Organizzato dall’Associazione culturale Cosimo Moschettoni, in collaborazione con la Camera di Commercio, la Cnr di Lecce, e la Cooperativa “ Nuova Generazione”, interverranno: Giovanni Cornacchia, presidente della Cooperativa NG; Pasquale Conte, sindaco di Martano; Mario De Pascalis, presidente provinciale Upa; Vincenzo Tremolizzo, presidente prov.le della Coldiretti; Alfredo Prete, presidente della Camera di Commercio, Industria ed Artigianato; Pietro Perrino, dirigente del Cnr, Istituto di Genetica Vegetale; Paolo Benegiamo, fiduciario Slow food di Terra d’Otranto; Cosimo Durante, assessore alle Politiche agricole della Provincia; Enzo Russo, assessore regionale all’Agricoltura; Luigi Sansò, presidente regionale della lega delle cooperative; Giovanni Mongiello, Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole. Coordinerà i lavori Roberto De Petro, conduttore della trasmissione televisiva, su Telenorba, “ Agrisette”. Il confronto prenderà il via alle ore 9.30, presso la sala convegni di piazza Caduti. GIOVEDI 19 Ottobre VENERDI 20 Ottobre SABATO 21 Ottobre DOMENICA 22 Ottobre APERTURA DELLA SAGRA Gruppo Musicale Gruppo Musicale Gruppo Musicale Gruppo Musicale "I Ladri Core" "Riviera Salentina" "Atanaton" "La Coppula" dalla prima pagina Emigrazione-emarginazione di Anna Tamborrinoci importa più, dimentichiamo i nostri abusi e un popolo continua a morire incapacità governativa e il suo essere simil cosa alla destra. La Bossi- Finiper raggiungere le nostre terre, le terre dei padroni, le terre di chi rinchiude è palesemente una normativa costituzionale assolutamente anti-europea, chel’essere umano nei CPT, e sottopone l’uomo alla violenza della segregazione va contro gli editti dei diritti dell’uomo, un’incostituzionalità di destra controe del rimpatrio. Centri di permanenza temporanea, che ricordano i vecchi un riformismo di sinistra fautore, nel 2001 mediante la Turco-Napolitano,campi di concentramento, non ci sono le camere a gas, ma gli uomini dei CPT. Mi chiedo che valore abbia una classe politica, che non rispettarinchiusi, ammassati in container, scarsa igiene, servizio di ristoro e di l’uomo, nel suo essere simile ad un Dio e nel suo diritto alla vita. Qualcunosostentamento lasciato alle voglie cristiane di volontari del servizio civile. risponda, perché io non vedo differenza tra destra e sinistra, tutti accomunatiCentri di permanenza temporanea gestiti dalla Chiesa come fossero degli dallo stipendio normalizzatore, sfruttano la forza lavoro per un gratis, cheistituti o degli ospizi. Senza curarsi della diversità culturale e quindi della a noi costa fatica, sacrificio e che a qualcun altro con la pelle diversa da noiricchezza d’un popolo non cattolico. Come dimenticare le violenze di cui costa la vita. Nei CPT il bilancio dei suicidi è altissimo, per non annoverareDon Cesare responsabile del CPT di San Foca, ormai chiuso, ha perpetuato le morti bianche di chi non ha ricevuto le dovute visite mediche, perché nonsugli uomini rinchiusi nel Regina Pacis. Come dimenticare le interviste a riconosciuto come cittadino italiano, tutto questo è accaduto nel CPT dichi veniva picchiato se si rifiutava di mangiare in osservanza al ramadam? Bologna il 24/08/2006. Ma l’etica medica non pone la vita come valoreTutto questo non si può dimenticare, noi salentini siamo un popolo assoluto?d’immigranti, la Svizzera, il Belgio. Molti dei nostri avi trovarono la morte Qualcuno deve rendere conto di ciò, a me come a tutti gli uomini, che abitanonelle miniere, sulle frontiere, sulle navi per le Americhe. Ma questo non ci il suolo di una nazione siano essi cittadini o non.riguarda. Siamo così occidentali e così americanizzati, che schiavizziamonella non curanza del rispetto umano. Intere coltivazioni popolate dagli PS. Mi chiedevo da cittadino italiano dove fosse finita la pratica giuridica,schiavi, senza documenti, che lavorano in nero, che per due euro all’ora, che condannava Buttiglione per la violazione della Convenzione di Ginevralavorano per dieci ore di seguito, senza fiatare. Episodi di razzismo, campi sui diritti umani, poiché i clandestini rimpatriati o gli aspiranti immigratinotturni dei lavori clandestini dati alle fiamme. Foggia è il simulacro di bloccati al confine, venivano tutti rispediti ammassati come bestie in Centriquesto abuso perpetuato sulle vite di uomini, che non chiedono altro, che di Permanenza in Libia, veri e propri campi di concentramento, gestiti dadi vivere. Ma nei nostri ostelli non c’è posto. La nostra morale cristiana, non si sa bene quale ente, ma finanziati dall’ex-governo Berlusconi, in cuiche commuove ancora, ci vieta l’uso del preservativo ma ci libera, mediante i rimpatriati trovavano la morte per tortura se non riuscivano a scappare.la confessione, del male commesso ad un fratello. A Padova sono stati Credo, che i cittadini italiani, quelli con la carta d’identità, un lavoroinnalzati i muri di cinta intorno alle zone abitate da immigrati, un muro precario e un’ età pensionabile tra le più alte, abbiano il diritto di sapere,contro lo spaccio, un muro, che usa la scusante della droga per dividere, per che fine abbiano fatto queste pratiche giuridiche risalenti al 2004, perchéconfinare, manifestanti sedati a suon di manganellate e arresti. La giunta di i membri di ogni governo ci hanno insegnato, che chi sbaglia paga e noisinistra non sa che pesci prendere, sfoga sui manifestanti padovani la sua chiediamo il conto tanto alle destre, quanto alle sinistre. Pronto Intervento e Manutenzione Natura Benessere P.I. e M. Natural Essences & Cosmetics di De Santis Giancarlo Via Caprarica, 7 www.benesserenatura.com 73025 MARTANO (Le) Cell. 334 2778 255
  3. 3. OTTOBRE 2006 3 dalla prima pagina Servizio mensa scolastica e per anziani di Salvatore CaracutaPer la sua natura, oltre che per essere lunica a Martano, tale Cooperativa Nessuna ditta francese, nessuna ditta toscana, nessuna ditta insomma. Peccato.aveva tutti i requisiti per continuare ad operare e a svolgere le proprie Solo che questa grande azione amministrativa, ha comportato solo enormifunzioni. Mai una lamentela in tanti anni, mai un disservizio, oltretutto disagi per i cittadini: molti genitori sono stati costretti ad iscrivere i figlilimpiego di personale martanese ne ha garantito sempre la massima efficienza. presso gli asili nido di altri comuni. E comunque, il costo del servizio, grazieMa il nostro Sindaco, per uno dei suoi numerosi disegni punitivi che sta a tale "lungimirante" iniziativa, subirà un aumento. E di certo non lo pagheràinterpretando da diverso tempo, decide di bandire una gara a livello europeo, Pasquale Conte, ma i cittadini che hanno necessità di usufruire di questiaccorpando tutti e tre i servizi, per chiedere al mondo intero chi voglia servizi. In più, vista la tipologia di gara, la Cooperativa di Martano ha dovutoprendere questo appalto al posto della cooperativa martanese, rea fare unAssociazione Temporanea di Impresa con la Cooperativa “Lu Farnaruprobabilmente di scarsa venerabilità verso Sua Altezza Pasquale Conte. Novu” di Castrignano, che gestirà lAsilo Nido, “liberandosi” di alcuniVano il tentativo di proporre un ribasso del 2% da parte della Concordia lavoratori martanesi. Insomma, si è speso di più, si spenderà ancora di più,(nel Maggio 2005 e nel Febbraio 2006): chiunque in tutta Europa, tranne si licenziano persone, ma per cosa? Per aver cercato in tutta Europa unaltrache loro, è la risposta. La comunicazione di una gara di 432.870,00 euro ditta che venisse a preparare i pasti ai bambini della Scuola Materna.non è certo una cosa da poco, per cui vengono spesi circa 7000 euro per E soprattutto, per non averla trovata.pagare la pubblicazione internazionale del bando e del risultato. Probabilmente In qualsiasi città "normale", un sindaco che provoca danni di questo tipo,si aspettavano, per il 18 settembre (data di scadenza del bando), vagonate il giorno dopo lapertura delle buste, avrebbe rassegnato le dimissioni.di domande, treni di proposte. Ma, purtroppo per loro, alla gara partecipa Per risparmiarci sei mesi altri di disastri per i cittadini.una sola contendente: proprio lodiata Cooperativa Concordia di Martano. Ma per farlo bisogna avere umiltà e senso del dovere... La Cooperativa Concordia di Martano detiene lappalto per i servizi di refezione scolastica e pasti per gli anziani dal Luglio 2001, e per la gestione dellAsilo Nido Comunale dal 1999. Propone al Comune una richiesta di rinnovo nel Maggio 2005 e nel Febbraio 2006. LAmministrazione Comunale potrebbe prorogare laffidamento dei servizi proprio perchè trattasi di Cooperativa Sociale locale. Quanto costava prima Quanto poteva costare Quanto costerà adesso Vengono distribuiti ogni anno 24000 pasti per i bambini e 3650 pasti Pasti scuola materna € 2,50 € 2,45 € 2,55 caldi agli anziani a domicilio. I bambini che frequentano lAsilo Nido oscillano fra le venti e le trenta unità. Grazie a questa scellerata manovra, Pasti anziani € 3,49 € 3,42 € 3,53 il Comune nei prossimi tre anni sarà costretto a spendere circa 30.000 Asilo Nido € 215 € 215 € 250 euro in più rispetto a quanto avrebbe potuto pagare. Racconti estivi: La notte della Taranta a Martano 13 agosto 2006 la Notte della Taranta arriva Durante la lunga notte a Martano, nell’aria si respira allegria…la gente a Martano, una serata che all’inizio sembra balla ad ogni angolo, ed arrivare sotto al palco per poter vedere i cantanti incerta a causa del temporale pomeridiano da vicino è una vera impresa…la folla sembra quasi impazzita…ma la parte che l’ha preceduta, ma alla fine la luna ha più bella della serata è il dopo concerto, quando finalmente iniziano le deciso di farci compagnia, in una notte in cui “ronde”…vari gruppi di persone disposti in cerchio, suonano e ballano a il famoso ragno torna a mordere. ritmo di pizzica. S’intonano le prime note del famoso canto Persino bambini, a notte fonda, con un tamburello più grande di loro si popolare…largo Santa Sofia trabocca di esibiscono facendo ballare chiunque…il gente, si vedono ragazzi passare con bottiglie ritmo trasporta, si vedeno coppie di signoridi vino e birra nelle mani e azzardare qualche passo di pizzica. Intanto i esibirsi, ragazze che ballano sole come se laragazzi del Taranta Video Blog sono in giro a raccogliere interviste, non taranta le avesse punte…una nottesolo dei gruppi che andranno ad esibirsi, ma le impressione della gente del interminabile, che ha reso speciale Martanopaese e delle persone venute dai vari paesi e città d’Italia per poter far parte fino alle prime ore dell’alba…di questa manifestazione, attraverso fotografie, video, podcast…e con la Chissà forse in questa notte magica, Martanopossibilità di scrivere i proprio commenti in tempo reale sul web. si è lasciato pizzicare dal famoso ragno? Valeria Russo LA FESTA DEI NONNI Una risorsa per la collettivitàLo scorso 2 Ottobre si è svolta la seconda festa Nazionale dei nonni e nonne di alto valore sociale contenuto nella Carta dei diritti dellUnione EuropeadItalia. In questo momento di disattenzione verso i problemi dellanziano, art.25 "LUnione Europea riconosce e rispetta il diritto degli anziani aben venga una festa che rivaluti il ruolo dellanziano con il suo carico di condurre una vita dignitosa e indipendente e di partecipare alla vita socialeesperienza, patrimonio di saggezza, di consigli, con le loro storie da raccontare e culturale")dove organizzare attività ricreative, come gite, feste sociali,giochi,o condividere che non possono essere sottovalutate ma pienamente valorizzate. manifestazioni culturali che permettano allanziano di non rimanere isolato,maBisogna pensare agli anziani non come un peso sociale ma come una risorsa, di continuare a vivere la propria vita con il pieno rispetto della dignitàcome un valore aggiunto alla collettività sociale da non sottovalutare. umana.Quando vi sono tali eventi, feste, manifestazioni ed altro è fondamentale Siamo tutti coinvolti nel processo di invecchiamento e la qualità della vitache non rimangano isolate, ma che servano a valorizzare la figura dell’anziano che saremo in grado di assicurare ai nostri anziani di oggi e di domaninella società che non deve attendere lultimo treno, ma che venga coinvolto dipende dalla capacità di innovare profondamente le diverse politiche,manel creare nuove esperienze nellaccrescere i rapporti e superare i conflitti soprattutto nella capacità di integrarle. Essendo linvecchiamento un processogenerazionali e sociali senza abbassare i riflettori se mai si fossero alzati che parte dalla nascita e la qualità della vita nelle diverse età determina laper tornare alla routine della vita quotidiana non appena la festa è finita. qualità della vita degli anni seguenti , il piano dazione per la popolazioneCoscienti dellincremento demografico della popolazione anziana, per effetto anziana si connette inevitabilmente ad atti ed interventi durante tutto larcodellallungamento della vita media si accompagna un profondo mutamento della vita, che riguardano la comunità nel suo insieme ed il suo equilibrio.degli stili di vita, delle aspettative, quindi bisogna che vi sia un maggiore Proprio da ciò deriva il carattere strategico che assume per il futuro dellaimpegno per favorire lo sviluppo dei Centri per l’integrazione sociale nostra comunità nell’affrontare i mutamenti connessi al processo didell’anziano, (in ambito Europeo vale richiamare lobiettivo invecchiamento. Maria Assunta Rizzo Edil Antonaci Costruzioni - Restauri Intonaci e Pavimenti Via E. Vanoni, 30 - MARTANO (Le) cell. 333 7278603 - 338 6940557 - 320 8693857
  4. 4. OTTOBRE 2006 4 Pennelli Antonila Centonze e Scalpelli ANTONILA CENTONZE O DELL’ISTINTO Una vita artistica precoce e determinata di Fernando Durante “ L’opera d’arte non è per gli occhi è per l’anima”. E’ E’ il mondo che si avvicina, un essere un pensiero di Adolfo Wildt, ripreso da Antonila all’altro. I volti hanno altre destinazioni Centonze in copertina della sua prima personale di ed altre forme. Visi solcati da profonde scultura, a Castrignano dei Greci, presso il palazzo rughe. Sguardi inquisitori. E sono baronale, “De Gultieris”. Facile a dirsi. La realtà è l’espressione dell’anima, che non ha un’altra cosa. Ma non per Antonila che ha mosso i bisogno di scuole per esprimersi. Anche primo passi a contatto con la materia, già nel corso di se per Centonze, è stato un percorsotre biennali di scultura, “ Scolpire all’aperto” e partecipato ad altre collettive. scolastico utile ad affinare la tecnica,Ora, però si muove in autonomia, alla ricerca di quella soddisfazione artistica conoscerne di nuove. Ma l’arte, con la Ache la spinge a cercare nelle sue figure la sua anima più intima e profonda: maiuscola, esplode dentro, ha bisogno dicercare le sue emozioni. materia per venire fuori. Il suo curriculumDa questo esplode la voglia di liberare le sue figure dalla materia che le scolastico riferisce del diploma,imprigiona. Il martello e lo scalpello sono le armi che la giovane Centonze conseguito presso il liceo artistico diha scelto come strumenti per realizzarsi. E’ bello soffermare lo sguardo sulle Lecce. Nel 2006 si laurea pressosue figure: rilassante. Non una foto, naturalmente, ma la sensazione del l’Accademia di Belle Arti. Ed inizia ildolce, delicato modo di sfogliare le pagine dell’anima. In due corpi che si suo viaggio personale verso orizzontiavvicinano, è il senso delle sue ricerche, non serve un volto. lontani, obiettivi della sua anima artistica. dalla prima pagina Il coraggio di vivere con la sclerosi multipla Inizialmente sono stato sottoposto ad una ininterrotta terapia a base di me lo sa, non è nel proposito di superare i “propri limiti” che si contrasta cortisoni e altri farmaci “integratori” che avrebbero dovuto stabilizzare la il male, ma accettandoli. E’ per questo motivo che sono attivamente mia situazione clinica. Otre che imprevedibile, la sclerosi multipla è anche impegnato a ottimizzare i servizi pubblici preposti ai disabili perché questi una malattia inarrestabile, per cui ho vissuto un tormentoso cammino non ci discriminino e non ci emarginino. Nella coalizione che mi propongo sinusoidale di “alti e bassi”. Lo sconforto, lo scoraggiamento pur essendo di realizzare vorrei ardentemente coinvolgere le sensibilità, non solo di chi previsti, spesso mi hanno costretto in miserande situazioni, fino a contemplare è malato, ma anche di chi avverte il nostro disappunto. Il rispetto innanzitutto perfino la morte. Oggi reduce di questa esperienza, e ancora affetto da un come formula per una lieta convivenza, comincia da un semplice posteggio male con il quale ho imparato a convivere, voglio testimoniare i miei preposto agli invalidi, fino alla causa fondamentale della distribuzione dei trascorsi perché qualcun altro se ne avvantaggi e riesca a risalire dal nero farmaci per la terapia. tunnel dell’imbarazzo di sentirsi “diversi”. La prima cura è fuggire quella Spero che non si resti indifferenti a questo tremendo male e si difendano solitudine che ti costringe, nello sforzo inutile di non accettarsi, ad i diritti altrui come con i propri. autocommiserarsi. La vergogna non è mai contemplabile perché, chi come Grazie della vostra premurosa attenzione. Fabio De Simeis per contatti: 333 9284717 .lettere al direttore. lettere al direttoreNello scorso numero, a causa della mancanza di notizie riguardo ad una L’altro quesito riguardava l’albo d’onore per chi desiderasse portare inserie di quesiti che ci ha proposto un lettore sulla festa della Madonna processione la Madonna dell’Assunta, in occasione della festa del 15 didell’Assunta e del santo protettore, san Domenico, abbiamo dato appuntamento agosto.al numero successivo di “ Corte Grande”, a questo, appunto. Abbiamo, Don Massimo ci ha risposto che quell’albo è stato- fortemente- voluto daperciò, contattato il parroco, don Massimo De Donno, il quale ci ha ricevuti lui. Allo scopo di evitare che fossero sempre i soliti a portare a spalla lacon estrema disponibilità e pronto a darci tutte le spiegazioni del caso. Vergine. In questo modo molte altre persone avrebbero potuto accedere alPer quel che riguarda la festa del protettore del Paese, San Domenico, ci ha privilegio, senza pagare.dichiarato che era stata regolarmente festeggiata, per quanto fosse di spettanza Evitando, in questo modo, anche di mettere in soggezione gente indigentedella chiesa. Peraltro, non sarebbe- certamente- spettato a lui prevedere che mai avrebbe potuto “ concorrere” alla gara di acquisizione di quelfesteggiamenti civili. “diritto”. AGRICOLA nuova generazione SOC. COOP. Coop ng 73025 Martano (LE) Via Prov. Borgagne Km. 1 Tel. +39.0836.575223 - Fax +39.0836.574614 http://www.nuova-generazione.it e-mail: info@nuova-generazione.it
  5. 5. OTTOBRE 2006 5 dalla prima pagina Siamo tutti imprenditori di Fernando DuranteDi coprire uno, seppur piccolo,spazio nella informazione paesana. Nessuno Noi, però, non siamo fra questi. Ma ci girano lo stesso, quando uno di questidella redazione ha mai messo una sola lira in tasca. Nonostante questo, signori pensa di trattarci secondo una sua interpretazione di vita. Il signorepurtroppo, i costi del giornale ci sono. Cerchiamo di farvi fronte con gli di cui si tratta, ci deve, ma ci teniamo bassi, rispetto alla prestazione offerta,introiti degli sponsor che, riteniamo, mantengano il proprio impegno. A 200 euro. Non è un dramma- chiaramente- ma in questo vogliamo contestarevolte, in occasione di particolari appuntamenti di feste popolari abbiamo la filosofia che ispira questa gente. Parliamo della “New medical” che,chiesto un contributo volontario che, non è mancato. Di questo ringraziamo peraltro, è stata una delle poche ipotetiche società, che ci aveva chiesto ditutti. Lo faremo anche nel corso della “ Festa de la volia cazzata”. Finora ospitare sul giornale la sua pubblicità. Noi lo abbiamo fatto senza chiedereci siamo mantenuti proprio grazie a questa formula. Anche se, spesse volte, alcuna garanzia di pagamento, come- peraltro- facciamo con tutti gli altri,la proprietà( Franco Farì, per non fare nomi) è dovuta intervenire con mezzi che hanno sempre mantenuto gli impegni. Abbiamo atteso il ritorno dallepropri. Ma ha sempre onorato gli impegni. Appunto, chi lavora ha diritto ferie del titolare per sentirci dire che non aveva verificato un ritorno dialla retribuzione, si diceva, ed i tipografi ne hanno. A parte noi, ma è un’altra interesse dalla pubblicità “ richiesta”. Come se chi fa pubblicità ha dirittostoria. Accade, purtroppo che, vecchie pratiche siano dure a morire, in di attendere un immediato ritorno. Ma per favore…. Comunque, ci ribelliamoparticolare nel sud. In particolare nel Salento. Accade, perciò, che un ipotetico all’idea che la forza lavoro sia un fattore da sfruttare a proprio esclusivoimprenditore dia per scontato ciò che scontato non è proprio. Che può avviare vantaggio, a costo zero. Non vogliamo minacciare né ricorrere a gradi diuna sua attività gravando sugli altri le spese, ed a lui gli introiti. Il più delle giudizio legali, non è nel nostro stile, ma questa gente che si definiscevolte speculando sullo stato di disoccupazione imperante nella nostra realtà. imprenditore, ci faccia la cortesia di farlo, ma a spese proprie. UN UOMO ONESTO trovato, e restituito, un portafoglio contenente 6.000 €.Quella doveva essere proprio una giornata singolare, una di quella in cui di Soleto, ha rinvenuto un portafoglio contenente ben 6.000€. Sembra nontutto ciò che accade proprio non potevi immaginarlo. Anche perché tutto si si sia fatto prendere dalla minima tentazione e che, apertolo e trovati ipuò pensare, tranne di trovare 6.000 € su quel marciapiede che attraversi documenti presenti nel portafoglio, sia risalito immediatamente al proprietario.ogni giorno, o quasi, e su cui, fino ad ora, ti era solo capitato di trovare Rintracciarlo è stato un giochetto da bambini. Ora, oltre all’indiscutibilequalche carta qua e là o qualche mozzicone di sigaretta, al massimo. Qualcuno, soddisfazione per il ringraziamento per il bel gesto compiuto, ad Antoniotra i più fortunati, potrebbe ricordare di aver trovato una volta 50 €. Ma non Saracino rimane anche un conto aperto alla “Caffetteria Marconi” a caricodi più. Non credo. Eppure è successo. Proprio nei pressi della “Caffetteria dell’uomo che aveva smarrito il portafoglio. Convinti che non tutti avrebberoMarconi”, Antonio Saracino, martanese impiegato presso il panificio “Sabato” fatto la stessa cosa, non possiamo non fargli giungere il nostro plauso. di Mrs Ch IL TRENO DELLA MEMORIA PASSA ANCHE DA MARTANO Associazioni Don Bosco e Terra del fuoco, insieme per non dimenticare. Partendo dal passato e pensando al futuro, Martano solo entrare nell’ingiustizia e nella violenza che è stata, ma capire che la ha colto l’occasione di far sentire la propria voce crudeltà esiste ancora oggi. Fortunatamente c’è ancora chi crede che la che grida contro gli orrori della guerra e del storia sia magistra vitae, ed è per questo che tre anni fa è nato questo progetto razzismo. Nei giorni 25, 26 e 27 settembre, la a Torino, ideato dall’associazione Terra del Fuoco. Presieduto da Michele città e in particolare l’Associazione don Bosco Curto, vi hanno aderito molti comuni d’ Italia, tra cui Martano con l’omonima ha ospitato 57 ragazzi provenienti da Torino e associazione. dalla Polonia. Questi ragazzi, sebbene derivino <<Questo paese ci ha riservato una calorosa ospitalità>>: ha commentato da realtà molto diverse, hanno un unico obiettivo: Matteo Saccani, responsabile del progetto finanziato dall’Unione Europea, NON DIMENTICARE!. Il treno della da varie regioni d’Italia tra cui Lazio e Piemonte e da numerose province,memoria con i giovani che animano i suoi binari è una silenziosa ma compresa Lecce.importante risposta a coloro che sostengono la passività dei giovani: la Martano è stato il punto d’appoggio per circa 60 dinamici ragazzi.nuova generazione non è indifferente al passato ne al presente. I giovani, Il programma, nel corso della prima giornata, prevedeva la riunione pressopremiati per la loro accentuata sensibilità riguardo l’argomento olocausto, il castello di Corigliano d’ Otranto e la divisione dei ragazzi in vari gruppi,hanno trascorso tre notti nei sacchi a pelo presso l’oratorio Don Bosco che il group building. Nella seconda giornata si è svolto il dibattito sulla tematicaè stato gratuitamente offerto dall’associazione. Il corso di formazione avrà dell’Europa presso il convento dei Padri Agostiniani di Melpignano. Il terzocome obiettivo pratico la visita del lager di Auschwitz, prevista verso la giorno, per concludere, è stato approfondito, a Castrignano dei Greci,fine di dicembre. I ragazzi vogliono guardare la realtà in tutte le sue il tema del ricordo, punto di forza dell’intero evento.sfaccettature, in particolare vogliono tenere gli occhi aperti di fronte al La manifestazione “il treno della memoria” avrà inizio a gennaio.feroce e al disumano: varcare il portone su cui campeggia la maestosa e Attraverso questo sguardo nel passato, confidiamo nel guardare in un futurointimidatoria scritta Arbeit Macht Frei (il lavoro rende liberi) non significa migliore. Letizia Gaetani Ottica uceri 0836 572631 Via Calimera, 4 - Martano (Le) Hai forse bisogno di controllare la tua efficienza visiva? Ottobre, il mese della prevenzione della vista. Ti aspettiamo presso il nostro centro ottico per effettuare il test gratuito dellefficienza visiva. 1OO%OTTICI OPTOMETRISTI
  6. 6. OTTOBRE 2006 6 IL BUCHETTO Dopo aver "riallungato" i mutui del Comune di Martano per i prossimi trentanni, IMPERDIBILE altra falla amministrativa nel bilancio del Comune di Martano. Riconosciute come spese fuori bilancio una serie di fatture delle spese degli uffici, per un ammontare di circa 240.000 euro, che verranno pagate nel 2007 e nel 2008. Pasquale Conte si confessa Non si può parlare di "buco" come faceva Tremonti, ma di "buchetto" sì (n.d.r. questa labbiamo copiata da una dichiarazione del consigliere di opposizioneStralcio dell’intervista rilasciata a Vanity Fair dal Sindaco di Martano Salvatore Caracuta). Ora ne vengon fuori altri 90.000, e giàe si parla di mancate entrate. Insomma, il buco si allarga. Probabilmente, con il bilancioD. Sindaco come giudica il rapporto con i martanesi? 2007, dovranno aumentare la pressione fiscale. Insomma, proveranno adR. Beh, diciamo che incentro i miei rapporti sulla “cordialità”. Mi spiego "allargare il buchetto" anche a noi cittadini....e se invece i cittadini lo allargasseromeglio… poiché la mia azione amministrativa non è incisiva, cerco di a loro in campagna elettorale? CAMPA...RE DI POLITICArimediare con il “saluto”. Non pensate che sia facile riuscire a salutare E mo! Chi glielo dice alla Bbase che da oggi in poi i pullman della Stptutti ogni giorno. Fa parte dei trucchi del mestiere. arriveranno e partiranno da Martano in orario, e che le corse saranno triplicate,D. E il suo rapporto con gli assessori …? alla faccia dell’handicap della rotaia perduta? A fare il miracolo sarà l’ingressoR. Sono tutti dei bravi ragazzi. Per loro sono un punto di riferimento. Loro in Consiglio di amministrazione di Antonio Donateo, noto esperto di trasportisi fidano di me ed io mi fido di loro. Ah, che bella famiglia!!! su gomma della Provincia. Un valore tenuto in disparte fino a quando ilD. Chi è il suo preferito? segretario provinciale del partito della Rifondazione comunista, Vinicio De Vito, in concerto con l’assessore alle Politiche giovanili della Provincia, LuigiR. Il Presidente Protopapa è indubbiamente il mio preferito. Ho creato Calò, non si sarebbero coalizzati per dire basta a questa ingiustizia, peraltrouna carica istituzionale su misura per lui. Ed ora, per cercare di fermare penalizzante per tutta la Provincia. Questo è quel che si dice nelle stanze delil suo iperattivismo, ho piazzato una miriade di Stop per le vie principali potere. Ma c’è chi parla di pettegolezzi allo scopo di gettare fango sul partito.della città. E’ davvero encomiabile il suo impegno e la sua dedizione alla C’è, invece, chi giura che sia tutto vero. Tanto che lo stesso Donateo, riferiscono,causa. Approfitto per salutarlo: Ciao Luigi !!! avrebbe dichiarato:” ho atteso tanto che passasse un treno. E’ passata prima una corriera, pazienza. Ma non mi formalizzo”. Della serie, “ che ce tocca faD. Una grande idea per Martano… pe’ campà”. Il partito, comunque, per fare chiarezza sull’intera vicenda,R. Ho appena varato un piano di Grandi Opere. La più importante è il distribuirà un’agile fascicolo sulla versione dei fatti, secondo il verbo - Deporto turistico e commerciale che sorgerà nel rione Costantino. Favorirò Vito e Calò- , dal titolo: Campa…re di politica”. Si può trovare nelle migliorile esportazioni di “ renghe, meddhe e scapece ” in tutto il bacino del librerie comuniste.Mediterraneo. CALAMITA NATURALI...E NO.D. Parliamo di lei… qual è l’ultimo film che ha visto? Il Sindaco Pasquale Conte invita tutti i cittadini a presentare la documentazione per i danni dovuti al maltempo del 26 settembre scorso. Molti purtroppo iR. Era un musical : “Canta Tu” di Cesario Chiriatti. E’ la storia di un cittadini che saranno costretti a farsi avanti. Quel giorno tanti disastri, tantipostino che incontra Gino Paoli e lo invita ad esibirsi alla festa del paese. alberi sradicati, spezzati, distrutti. Pare però che sia intervenuto il CorpoD. La sua lettura preferita? Forestale dello Stato, con propria nota indirizzata al Sindaco. Nel manifestareR. Leggo solo Corte Grande. Un periodico locale che parla sempre di me. la propria soddisfazione per lattenzione verso i danni provocati dal maltempo,D. E la sua canzone preferita? non riesce a spiegarsi tuttavia una cosa molto semplice. Per i danni provocatiR. “E non c’è niente da capire” di Francesco De Gregori. Quando la ascolto dai vari uragani "Pasquale Conte", "Vito Chiriatti" e "Luigi Protopapa"? In quattro anni hanno fatto fuori decine e decine di alberi. Campo sportivo,mi vengono in mente questi quattro anni e mezzo di “attività” bocciodromo, viale del cimitero, circonvallazione. "Remunde selvagge".amministrativa. "Potature macellaie". "Sradicamenti totali". Chi risarcirà i cittadini martanesi per la perdita di quegli alberi? SIAMO SOLO NOI! Ma basta ed avanzaCosì cantava Vasco Rossi qualche anno fa. Ma così cantano anche i soli l’uno la delega a risolvere i problemi dei vivi e l’altro la delega a risolvereamministratori rimasti a presidiare il municipio. Ripresa e riarrangiata in definitivamente i problemi dei morti. Presentando loro l’ultimo conto.“SIAMO SOLO NOI DUE”, la si può ascoltare arrivando nei pressi della casa La canzone registrata furtivamente da quei buontemponi di Radio salentina,comunale. Le voci, per quanto soffocate e labili, sono perfettamente distinguibili pare abbia riscosso il gradimento degli ascoltatori facendo registrare, il massimoper uno che le conosce. Sono quelle del sindaco, Pasquale Conte, e del presidente degli ascolti, quando viene messa in onda.del Consiglio della nostra città, Luigi Protopapa. All’interno degli uffici comunali I canta(u)tori saranno ospiti della prossima edizione 2007 della Notte dellaviene diffusa in filodiffusione. Per ricordare a tutti che, benché rimasti in due, Taranta. “Più che un su©cesso sarà un trionfo”, avrebbe anticipato il Presidentepossono ancora fare male. Ispirata all’attuale situazione numerica degli del Consiglio.amministratori, è sembrata semplicemente stupefacente come vi si confà. E’ Il primo cittadino, invece, si è dichiarato indisponibile all’offerta. “ Io sono ilnoto a tutti, infatti, che sono gli unici due presenti sul Palazzo di Città ad ogni sindaco”, avrebbe giustificato, “o canto da solo o non se ne farà nulla”. Seguiremoora. Ma sono più che sufficienti a risolvere i problemi di tutti, avendo con attenzione gli sviluppi della situazione. Fratelli Oleifici TURI Tel. 0836 571494 - Fax 0836 571906 www.fratellituri.it e-mail: fratellituri@fratellituri.it Prov.le Martano - Soleto Km 1,500 - 73025 Martano (Le) Italy tel. 0836.571416 - fax 0836.572388 www.sprech.com - info@sprech.com
  7. 7. OTTOBRE 2006 7 Martano: un mese da leoniA Martano non si soffre di vertigini. Nonostante un’altra super prestazione della nostra squadra,i sedici goal realizzati nelle ultime sei gare che è riuscita a vincere tre a zero sui padroniufficiali, si respira un clima di grande di casa, pur giocando su un campo in terratranquillità. battuta e in pessime condizioni. Durante laDirigenti, allenatore e giocatori ricordano a partita, oltre a Simone Della Tommasatutti che il campionato è ancora lungo, che (segnaliamo il ritorno a disposizione di Mistersquadre come il Manduria e il Tricase, costruite Catalano del terzino che nello scorsoper il salto di qualità, restano le grandi favorite campionato si è rivelato pedina fondamentaledel torneo. Quindi, la parola d’ordine resta: della squadra) anche il portiere Garzilli ha“viviamo alla giornata”. Con questo riportato un infortunio, ed avendo esaurito iatteggiamento di grande umiltà e di rispetto tre cambi possibili, in porta ci è andato ilper gli avversari e allo stesso tempo di coraggioso Gabriele Galiotta. L’attaccante èconsapevolezza dei propri mezzi, i giallublù, entrato subito nei panni del nuovo ruolo,capitanati da Graziano Schito, hanno battuto effettuando una bella parata.all’esordio in casa il Frigole per due a zero. Infine, nello scontro casalingo con iLa domenica successiva, dopo una gara biancazzurri dell’Alezio il Martano ha“tiratissima”, i ragazzi di Catalano sono riusciti pareggiato per due a due.a conquistare tre punti importanti battendo la La cronaca ci dice che sono stati gli aletini aGrecìa Salentina sul campo di Sternatia. passare in vantaggio nei primissimi minutiIl primo Ottobre tocca al Maruggio, formazione dell’incontro. Poi i locali, sempre nel primodi tutto rispetto, incassare quattro goal dai tempo, nel giro di cinque minuti, hannomartanesi e tornare con le ossa rotte a Taranto. agguantato prima il pareggio e successivamenteE’ stata questa una prestazione perfetta, di si sono portati in vantaggio. Nel secondo tempogrande intensità, giocata all’attacco, con i ragazzi di Catalano hanno subito il pareggioLuperto, Chiriatti e Zappatore, quest’ultimo a pochi minuti dalla fine.autore di una doppietta, autentici trascinatori Con due pareggi, quattro vittorie e una partitadell’armata gialloblè. Il giovedì successivo, in meno, il Martano raggiunge le zone altenella gara di Coppa Puglia, il Martano, sempre della classifica con quattordici punti e puòcon il modulo 4-3-3, rifila un altro poker anche guardare con fiducia al proseguio delal Soleto. La storia si ripete domenica otto campionato di Prima Categoria.Ottobre a Parabita, dove abbiamo assistito ad Fabio Tarantino e Marco Termo A 20 giorni dal temporale che ha sradicato e spezzato gli alberi che circondano la gradinata est del campo comunale di Martano, lAmministrazione non ha ancora provveduto alla pulizia e al ripristino dei luoghi. Sono state diverse le segnalazioni riguardanti le condizioni dellimpianto sportivo allindirizzo dellUfficio Tecnico Comunale e, più in generale nei confronti del Sindaco. Foto Antonio Tarantino Non si può continuare a far finta di nulla. Lo spettacolo è desolante. Progetti ed obiettivi per la squadra di pallavolo martanese. Intervista al Dirigente Sportivo, Angelo StomeoCominciano i lavori di preparazione fisica per le giocatrici martanesi. Si lavora duramente in vista dell’imminente campionato federale di secondadivisione. Abbiamo avuto modo di parlare col dirigente sportivo, Angelo Stomeo, per avere informazioni più dettagliate.D. Come state lavorando e quali sono gli obiettivi primari? Nella “seconda divisione”dovrebbero giocare anche alcune ragazze che nonR. Innanzitutto, stiamo provvedendo all’acquisto del materiale sportivo sono di Martano.necessario. Si è anche provveduto ad iscrivere la squadra al campionato D. Da cosa dipende la scelta di convocare anche ragazze che non sonofederale. L’obiettivo primario, per ora, consci della necessità di costituire, di Martano?per prima cosa, l’ossatura di base della squadra, è quello di lavorare bene R. Purtroppo, le ragazze di Martano con una qualche esperienza alle spallesu un gruppo che si mostra già affiatato. Vogliamo lavorare al massimo, per sono poche e non bastano per costituire una squadra di almeno 12 giocatori.garantire capacità di gioco e di competizione. Il resto verrà col tempo e con E, comunque, ritengo che l’intervento di altre giocatrici che non sono dil’esperienza. Martano e che hanno una certa esperienza dia una spinta in più alla squadra.D. Come sarà composta la squadra e come si sta scegliendo di procedere D. Qualcosa che vorresti dire alle ragazze, un augurio e un consiglionella selezione delle giocatrici? che da ex giocatore ti senti di dare loro?R.Per giocare in seconda divisione, è risaputo, non ci sono limiti di età. R.Sicuramente che è fondamentale che diano il massimo, che si concentrinoIl nostro gruppo è, però, molto variegato e abbiamo necessità di dividerlo su quello che stanno facendo, senza tirarsi mai indietro.in due squadre. Si costituirà, infatti, una “Under 18”,per le ragazze più I risultati verranno col tempo. Per ora c’è bisogno di volontà di giocare epiccole, ed una “seconda divisione”per le ragazze che hanno compiuto un di fare il possibile .minimo di diciott’anni o che comunque mostrano buone capacità di gioco. Ed io credo che si sia sulla buona strada. Mrs. Ch.
  8. 8. OTTOBRE 2006 8 Scuola calcio un investimento per il futuro dai primi calci ai giovanissimi iscritti ai relativi campionatiLa scuola calcio, a Martano, è una splendida realtà. Sono le stesse cifre a incarico sono preposti tecnici specializzati, guidati dal responsabile Stefanodocumentarlo. 150 ragazzi fra le varie categorie. Dai Giovanissimi, per i nati nel Palmarini. Questi gli altri allenatori di categoria: Riccardo Schito, Luigi De1992/ 1993; agli Esordienti, per la classe 19994 e 1995; ai Pulcini, del 96/97/98/99; Dominicis, Roberto Epifani, Omar De Nicola, Tiziano De Pascalis (preparatoreper terminare con i “ Primi calci”, per i nati negli anni 2000/2001. La dirigenza dei portieri). Peraltro, ogni categoria è iscritta al relativo campionato provincialepunta molto sulla “ Scuola” perché, oltre che considerarla una crescita sportiva, o regionale. Il direttivo ha messo a disposizione dei responsabili due campi diun serbatoio da cui attingere per il futuro del calcio in paese, divenga una palestra allenamento: lo storico “San Pasquale”, presso i monaci cistercensi, ed il “ Viadi vita, per il futuro di ogni ragazzo. In questo si è investito, anche in termini Soleto”, il campo in erba. Quest’anno, poi, i baby calciatori riceveranno anche laeconomici, oltre che in sacrifici personali, ma quelli non si contano. Credendoci visita di tecnici del Gallipoli-calcio, i quali organizzeranno stage per tecnici localifortemente ha adottato lo slogan: ”Lo sport è vita…viviamolo”. A questo oneroso e calciatori. Buon lavoro. Fe. Du. LE ATROCITÀ DELLA COSMESIL’industria cosmetica uccide ogni anno milioni di negli occhi causando spesso la cecità. Altre volteinnocenti animali esclusivamente per soddisfare alcuni di questi animali sono modificatiil gusto estetico umano, soprattutto quello delle geneticamente per ottenere una pelle ‘simile’ adonne. Questo articolo è dedicato proprio a coloro quella dell’uomo; infatti, a questo proposito, èche usano i cosmetici per migliorare la loro stato creato in laboratorio un topo ‘rugoso’ su cuiapparenza. Volete sapere come sono testati i sono stati testati i vari prodotti antirughe.cosmetici? Gli animali più utilizzati sono conigli, Per quanto simile esteriormente possa essere, non penso che la pelle di una donna possa essere mai fino ad allora milioni di animali saranno uccisi uguale a quella di un topo! barbaramente per qualcosa di non necessario È incredibile che il cercare di apparire migliori all’esistenza umana. Bisogna però sapere che esteticamente ci renda orrendi dentro visto che, l’anno in cui doveva terminare la sperimentazione comprando questi prodotti, partecipiamo cosmetica sugli animali era il 2009, poi, in un silenziosamente a queste atrocità. Non tutte le secondo momento il divieto è stato prorogato al industrie cosmetiche testano i loro prodotti sugli 2013 per dare il ‘tempo alle industrie cosmetiche animali; ultimamente la Coop ha dichiarato di di trovare metodi alternativi’. non testare più i suoi prodotti su questi esseri Questa non è una sperimentazione necessaria per viventi. Fra le aziende italiane che non utilizzano la vita umana, quindi non c’è nessuna i test sugli animali è doveroso ricordare la Derbe, giustificazione valida per prorogare la data della Cibe Laboratori, Helan, I Serafini, D’Aymons, sua abolizione, questa proroga serve solo a tuttecavie e topi; agli animali sono spalmati i vari Indica, Evan, Saponificio Gianasso, Bema le industrie cosmetiche che praticano i test sugliprodotti per testare se questi prodotti causano Cosmetici, Flora, SAN.ECO.VIT, BioPet, Ecopolo animali per fini economici; ancora una volta laproblemi alla pelle, come per esempio forti e Hawai; fra le aziende straniere le più importanti vita di esseri viventi è messa in secondo pianoirritazioni: nella maggior parte dei casi i prodotti sono The Body Shop, Montagne Jeunesse, John rispetto agli interessi economici. I cosmetici sonocosmetici provocano in questi animali un Pal Mitchel System, Jason Natural Cosmetic e la fatti col sangue degli animali, ricordatelo quandoinsopportabile prurito che causa loro abrasioni W.S.Badger. Da un punto di vista legale nel 2013 vi metterete qualcosa sul viso.mortali. Ai conigli i cosmetici sono messi sugli e i test cosmetici sugli animali saranno vietati, ma Andrea Coluccia dalla prima pagina Un sindaco tra dimenticanze e false promesse di Franco FarìOggi è la volta dei termovalorizzatori, una soluzione al problema dello i progetti per l’insediamento dei termovalorizzatori. La biostabilizzazionesmaltimento dei rifiuti, considerata, ormai obsoleta, ma il sindaco continuando prevede la soluzione dello smaltimento attraverso la preventiva triturazionenelle sue distrazioni vorrebbe realizzarne uno a Martano. Sul dei rifiuti che determina la riduzione del volume iniziale da tre a quattrotermovalorizzatore valutiamo due ipotesi di cui solo una può essere vera. volte. Si passa- poi- attraverso un complesso sistema di lavorazione. I rifiutiO il nostro sindaco era completamente all’oscuro che in prefettura in data vengono privati della loro frazione organica umida (vengono quindi privati17 luglio c’è stata una riunione dei sindaci per affrontare la situazione dello dell’acqua in essi contenuta), tanto da arrivare ad una completa trasformazione.smaltimento e studiare le soluzioni successive alla chiusura della discarica Questo processo determina inoltre la rottura delle membrane di virus,di Nardò, prevista per il primo di gennaio del 2007. O si aggrappa a progetti microrganismi e batteri patogeni portando alla creazione di un materialeai quali si è affezionato, ma che sono affidati alla storia, e ci fa ridere dietro completamente inerte che può addirittura diventare economicamenteda tutti. Mi riferisco all’idea di insediare sul nostro territorio un vantaggioso.La realizzazione di questi impianti “sperimentali” comporteràtermovalorizzatore, sostenuta dal sindaco sugli organi di stampa. A questo un’enor me dispendio di denaro che la Regione si dice certa di poter reperire.progetto lega, come è ormai sua abitudine, la ipotetica creazione di nuovi Comunque, indietro non si torna. A monte di questo processo , ci saràe0posti di lavoro, e relative promesse. Ma non sa(?) che, in occasione una raccolta rifiuti spinta. Allora mi chiedo: perché parlare ancora didell’incontro dei sindaci del 18 luglio us in prefettura, il presidente della termovalorizzatore? Il sindaco è all’oscuro di tutto, e già questa non sarebbeRegione, Niki Vendola, annunciò che, in contemporanea alla chiusura della questione da poco per un primo cittadino attento alle tematiche dell’ambiente,discarica di Castellino, si sarebbe avviata la biostabilizzazione. o cerca di accreditare promesse in gente che -di queste-ne ha avute fin troppeUn metodo d’avanguardia per lo smaltimento dei rifiuti, che avrà siti nel corso del suo mandato? Se invece è uninizio di campagna elettorale miterminali nei feudi dei comuni di Melpignano e Poggiardo, abbandonando sembra che abbia scelto il modo peggiore. Iscritta al N. 908 del Reg. Stampa del Trib. di Lecce il 20.10.05 Direttore Responsabile: Fernando Durante Redazione: Salvatore Caracuta, Paolo Saracino, Giuseppe Castrignanò, Marco Termo, Fabio Tarantino, Cesare Caracuta, Maristella Chiriatti, Anna Tamborrino. e-mail: redazionecortegrande@libero.it - Per la pubblicità tel. 333 1334233. Stampato da Grafiche Chiriatti Martano - Tiratura 4.000 copie Distribuzione porta a porta MUTUI I PIU’ CONVENIENTI SUL MERCATO (ZERO SPESE) LE RATE Nuova Mutui 100%, ristrutturazione, costruzione, liquidità , sostituzione, consolidamento TI AFFANNANO Apertura PRESTITI PER TUTTI Pensionati, Autonomi e Dipendenti. Esito Immediato SCOPRI SUBITO COME Anche a chi ha avuto problemi. Tassi eccezionali !!! ASSICURAZIONI Scegli la tariffa più convenienti con 5 compagniediverse. RITROVARE LA SERENITA’ DI PAGARE NON FARTI SPENNARE COME UN POLLO… CARTE DI UNA SOLA RATA CREDITO CHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO GRATIS! GRATIS PIU’ LEGGERA!!! ESTINGUENDO I TUOI FINANZIAMENTI. P.zza ASSUNTA, 37 – MARTANO – TEL. 0836.57 44 05 CELL. 393. 57 52 792

×