• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Private Content
Migliorare i risultati con l’analisi dei dati e l’utilizzo delle best practice
 

Migliorare i risultati con l’analisi dei dati e l’utilizzo delle best practice

on

  • 1,364 views

Presentazione di Massimo Fubini, AD di ContactLab, su come migliorare i risultati nell'email marketing attraverso l'analisi dei dati e l'utilizzo delle best practice.

Presentazione di Massimo Fubini, AD di ContactLab, su come migliorare i risultati nell'email marketing attraverso l'analisi dei dati e l'utilizzo delle best practice.

Statistics

Views

Total Views
1,364
Views on SlideShare
1,345
Embed Views
19

Actions

Likes
7
Downloads
21
Comments
0

2 Embeds 19

https://twitter.com 16
http://www.linkedin.com 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Migliorare i risultati con l’analisi dei dati e l’utilizzo delle best practice Migliorare i risultati con l’analisi dei dati e l’utilizzo delle best practice Presentation Transcript

    • Migliorare i risultati con l’analisi dei dati e l’utilizzo delle best practice 11 aprile 2013 Massimo Fubini | CEO ContactLab @contactlab @massimofubini
    • PARLEREMO DEI DATI SUCCESSIVAMENTE. INIZIAMO DALLE BEST PRACTICE…@contactlab @massimofubini 2
    • EMAIL MARKETING GRAZIE A… NewsletterMonitor, la piattaforma di benchmarking per l’email marketing ideata e sviluppata da ContactLab per:  trarre ispirazione creativa  monitorare le attività dei competitor e, come faremo oggi:  identificare le best practice http://www.newslettermonitor.com/it/ @NLMonitor@contactlab @massimofubini 3
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL SUBJECT Per influire sull’apertura della email  Pochi caratteri (tra 30 e 50) per una visualizzazione ottimale su client, webmail e mobile Mario, weekend lungo? Passa anche da Piustyle: Alviero Martini gioielli e orologi, Patrizia Pepe, Saldi Weekend e CK underwear ti aspettano  Invitare all’azione Saldi fino a – 40%, perché non approfittarne?  Sfruttare l’aspetto emozionale Lasciati sedurre dai saldi su LaPerla.com  Valorizzare il fattore temporale Affrettati, i saldi a metà prezzo terminano stasera + codice sconto esclusivo del 10% Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: subject brevi e incisivi, invitanti, emozionali@contactlab @massimofubini 4
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL PRE-HEADER Per completare il subject e:  Mettere in evidenza il vantaggio  Promuovere un prodotto  Anticipare il contenuto dell’email  Favorire la conversione  Sintetizzare il contenuto dell’email Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: completare il subject con il pre-header.@contactlab @massimofubini 5
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL MENU Per favorire le conversioni  Differenziare a seconda del genere e/o per fascia d’età  Inserire voci di navigazione inerenti diverse tipologie di prodotti  Mettere in evidenza le ultime novità Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: inserire il menu nell’header della newsletter.@contactlab @massimofubini 6
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL CALL TO ACTION Per invitare all’azione  Editabili  Chiare  Ben in evidenza Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: collocare le call to action in modo che siano ben visibili.@contactlab @massimofubini 7
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL LAYOUT A colpo d’occhio  Equilibrio  Facilità di lettura  Valore estetico  Gerarchia delle informazioni  Razionalizzazione dei contenuti Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: un layout equilibrato con la giusta proporzione immagini/testo@contactlab @massimofubini 8
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL SHARE THIS Come e che cosa condividere?  Realizzare campagne share-worthy  Sviluppare le opzioni di condivisione Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: favorire la condivisione dell’email.@contactlab @massimofubini 9
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL FOLLOW US Fidelizzare gli utenti  Inserire una call to action a seguire il brand nei canali social corporate Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: invitare gli iscritti alla newsletter a seguire il brand sui social network.@contactlab @massimofubini 10
    • ANATOMIA DI UN’EMAIL ENGAGEMENT  Invitare ad entrare nella community  Ringraziare i fan e follower  Creare promozioni speciali Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: sfruttare i social network per creare engagement via email.@contactlab @massimofubini 11
    • STRATEGIA La giusta attenzione al prodotto  Mettere in evidenza il prodotto: immagine, testo descrittivo e call to action Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: il prodotto in evidenza con immagine, descrizione e CTA@contactlab @massimofubini 12
    • STRATEGIA Un vantaggio immediato in evidenza: il free shipping  In evidenza nel copy, già nel pre-header  Collocato nel footer Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: mettere in evidenza i vantaggi per l’utente.@contactlab @massimofubini 13
    • STRATEGIA L’utilizzo dei coupon  Favorire la conversione online  Veicolare gli utenti nel punto vendita Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: sfruttare i coupon per favorire le conversioni.@contactlab @massimofubini 14
    • STRATEGIA Dall’online all’offline: store locator  Valorizzare la presenza dei negozi con call to action dedicate Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: utilizzare lo store locator.@contactlab @massimofubini 15
    • STRATEGIA Creare engagement tramite gli influencer  Supportare le informazioni di prodotto con le testimonianze di influencer Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: includere referenze di influencer.@contactlab @massimofubini 16
    • STRATEGIA Valorizzare il primo momento del life-cycle: welcome email  Introdurre l’utente con un messaggio di benvenuto  Mettere in evidenza i benefit e i vantaggi per l’utente  Inserire una call to action Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: introdurre il programma email con un messaggio di benvenuto.@contactlab @massimofubini 17
    • STRATEGIA Dare importanza all’utente in occasione del compleanno  Augurare buon compleanno  Sviluppare una relazione one-to-one  Offrire un vantaggio immediato (online o in store)  Invitare a fornire la propria data di nascita, successivamente alla registrazione Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: una email di compleanno per favorire la relazione con l’utente.@contactlab @massimofubini 18
    • STRATEGIA Lancio di progetti speciali  Veicolare via email progetti speciali come il lancio di un app  Invitare ad eventi speciali sul territorio Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: veicolare progetti speciali del brand.@contactlab @massimofubini 19
    • STRATEGIA Indagare la customer base: dall’email al survey  L’opinione degli utenti conta  Offrire qualcosa per l’effort Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: considerare l’importanza delle opinioni dei tuoi utenti.@contactlab @massimofubini 20
    • STRATEGIA Creare engagement veicolando concorsi online  Invitare gli iscritti alla newsletter a partecipare ad un concorso online Le best practice dell’#emailmarketing secondo @ContactLab: invitare gli iscritti a partecipare ad un concorso.@contactlab @massimofubini 21
    • Piccoli cambiamenti possono fare una grande differenza #emailmarketing: A/B test@contactlab @massimofubini 22
    • A/ B TESTING SULLE EMAIL PROMOZIONALI (WELCOME EMAIL) Quale ha vinto? Click rate +12% Conversioni (acquisti) +62% La case history di illy: un esempio di A/B test sulla posizione della CTA in una welcome email. #emailmarketing@contactlab @massimofubini 23
    • A/ B TESTING SUI CONTENUTI DELL’EMAIL (TIPOLOGIA DI VANTAGGIO) Tipologia di campagna: welcome email Obiettivo: testare le call to action; sconto 10% vs consegna gratuita con il medesimo subject Versione A Versione B +24% click +300% conversioni Quanto può influire la posizione della call to action? Testalo con due versioni dell’email #emailmarketing@contactlab @massimofubini 24
    • A/ B TESTING SUI CONTENUTI DELL’EMAIL (SUBJECT) Tipologia di campagna: newsletter mensile agenzie Obiettivo: testare il subject Versione A: Le offerte di ottobre e un nuovo servizio per le agenzie Open rate Click / aperture + 10% +33% Versione B: Un autunno ricco di novità e le nuove offerte sulle città Quanto può influire la pertinenza del subject? Verficalo con un A/B test.@contactlab @massimofubini 25
    • A/ B TESTING SUI CONTENUTI DELL’EMAIL (SUBJECT) Tipologia di campagna: DEM Obiettivo: testare il subject Versione A: Fai splash nei mari esotici Versione B: Dimentica l’inverno e prendi il costume Open rate + 70% È più efficace un subject emozionale o descrittivo? Testalo con due versioni dell’email #emailmarketing@contactlab @massimofubini 26
    • A/ B TESTING SUI CONTENUTI DELL’EMAIL (SUBJECT) Tipologia di campagna: appello di raccolta fondi Obiettivo: testare il subject (con/senza AISM e con/senza CTA ‘affrettati’ Versione A: ${NOME}$ Affrettati, scegli ora i tuoi regali di Natale! Open rate + 27% Versione B: ${NOME}$ regali di marca o regali solidali? Scegli entrambi con AISM Click through rate + 64% Quanto conta il nome del mittente nel subject? Testalo con due versioni dell’email #emailmarketing@contactlab @massimofubini 27
    • A/ B TESTING SUI CONTENUTI DELL’EMAIL (LAYOUT) Click rate Versione A + 21% Versione B Quale variante grafica del layout è più efficace? Testalo con due versioni dell’email #emailmarketing@contactlab @massimofubini 28
    • A/ B TESTING SUI CONTENUTI DELL’EMAIL (ORIGINALITÀ VS TRADIZIONE) Versione A CTR / open Versione B CTR / open 30,38% 23,10% Funziona meglio un layout fortemente emozionale? Testalo con due versioni dell’email #emailmarketing@contactlab @massimofubini 29
    • A/ B TESTING SUI CONTENUTI DELL’EMAIL (LAYOUT RATIONAL / EMOTIONAL) Versione A CTR / open Versione B CTR / open 7,49% 14,26% Funziona meglio un layout fortemente emozionale? Testalo con due versioni dell’email #emailmarketing@contactlab @massimofubini 30
    • GRAZIE Massimo Fubini massimo.fubini@contactlab.com | @massimofubini FOLLOW US@contactlab @massimofubini