• Save
#AlfabetizzazioneCivica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

#AlfabetizzazioneCivica

on

  • 559 views

'idea è quella di dar vita a dei seminari da proporre a istituti scolastici secondari, rivolti a studenti delle classi quarte, durante i quali saranno presentati i nuovi strumenti di informazione, ...

'idea è quella di dar vita a dei seminari da proporre a istituti scolastici secondari, rivolti a studenti delle classi quarte, durante i quali saranno presentati i nuovi strumenti di informazione, dialogo e partecipazione adottati da istituzioni, PA, associazioni e istituti di ricerca che offrono al cittadino una fotografia del paese attraverso dati, informazioni ed erogazione di servizi.

La missione di " Alfabetizzazione civica" è quella di formare nuovi cittadini che non solo conoscano realmente l’architettura istituzionale del proprio Paese ma che siano capaci di utilizzare in maniera pro-attiva gli strumenti che i soggetti pubblici, politici e le associazioni, mettono loro a disposizione per informarsi, comprendere e partecipare consapevolmente alla vita pubblica.

I nuovi strumenti di dialogo e controllo sono spesso più affini alle generazioni dei nativi digitali ma la non conoscenza di questi e la difficoltà a raggiungerli, porta i giovani cittadini al disinteresse verso quello spazio ideale che viene ancora percepito come “altro”.

Non si fa che chiedere a gran voce un Paese trasparente, aperto ed efficiente, un'amministrazione trasparente, aperta ed efficiente, un sistema politico trasparente, aperto ed efficiente ma non si investe sulla formazione civica di quelle generazioni che potrebbero sfruttare a pieno le potenzialità del nuovo abito con il quale si cerca di vestire il sistema pubblico di questo Paese.

Crediamo che sia necessario fornire alle nuove generazioni una “cassetta degli attrezzi digitali” che permetta loro di analizzare la società di oggi, rapportarsi con quella di ieri per costruire quella di domani.

A cosa mira il nostro impegno? Ad un Paese capace di crescere attraverso un sano trasferimento di conoscenze e competenze, un Paese che accompagna i propri ragazzi verso la strada della consapevolezza e che quando trova delle deviazioni non si limita a vietarne l’accesso, ma ne spiega le ragioni. Un Paese nel quale dubbi, problemi e idee diventino lo stimolo per dar vita ad un rinnovato rapporto che leghi indissolubilmente Istituzioni, politica e società facendo leva sull'innovazione tecnologica.

Alfabetizzazione civica è un progetto che nasce per coinvolgere i ragazzi nella vita pubblica del proprio Paese, sia a livello locale che nazionale, mettendoli nelle condizioni di fruire criticamente degli strumenti utilizzati dallo Stato, passando dal concetto di “procedura” a quello di “processo” nel quale sentirsi attori.

Statistics

Views

Total Views
559
Views on SlideShare
357
Embed Views
202

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 202

http://connessionipubbliche.altervista.org 202

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    #AlfabetizzazioneCivica #AlfabetizzazioneCivica Presentation Transcript

    • #AlfabetizzazioneCivica Verso un paese civicamente alfabetizzato, perché non c'è partecipazione senza consapevolezza. www.connessionipubbliche.it
    • Chi siamo 1 Connessioni Pubbliche è un’Associazione che nasce con una finalità specifica: rafforzare il rapporto tra cittadini e istituzioni per contribuire allo sviluppo di una società coesa. Crediamo nella costruzione di un’amministrazione realmente condivisa che trovi il suo compimento nell’impegno di cittadini civicamente alfabetizzati e nella capacità delle istituzioni di umanizzare il proprio operato. Non solo ascolto, dialogo e confronto ma soprattutto la costante narrazione delle tappe di un percorso comune che trovi nella comunicazione una delle principali leve per l’attuazione delle politiche pubbliche.
    • #AlfabetizzazioneCivica di chi lo conosce. Istituzioni, politica e nuove generazioni: connettere, formare, partecipare e costruire il futuro. 2
    • Scenario 3 risente massicciamente di vizi ed errori che per decenni hanno contribuito al , Istituzioni e politica ma, che allo stesso tempo, vede i cittadini tornare a impegnarsi per far parte in prima persona dei processi che influiscono sulla definizione del presente e del futuro del Paese. Grazie all'innovazione tecnologica di interazione tra Stato e cittadini e tra politica e cittadini. che si definisce civile dovrebbe dunque contribuire alla formazione di nuovi cittadini che conoscano realmente l’architettura istituzionale del proprio Paese, capaci di utilizzare in maniera pro-attiva gli strumenti che Istituzioni, soggetti pubblici, politici e associazioni, mettono loro a disposizione per informarsi, comprendere, usufruire dei servizi e partecipare scientemente alla vita pubblica. I nuovi strumenti di dialogo e controllo sono spesso affini alle generazioni dei nativi digitali ma la non conoscenza di questi o la a raggiungerli e a sentirli come propri porta i giovani al disinteresse verso quello spazio ideale che viene ancora vissuto come “altro . Da qualsiasi parte si chiede a gran voce un Paese trasparente, aperto ed efficiente, un'amministrazione trasparente, aperta ed efficiente, un sistema politico trasparente, aperto ed efficiente, ma non si investe sulla formazione della coscienza civica di nuove generazioni del nuovo abito con cui si cerca di vestire il sistema pubblico di questo Paese.
    • Scenario Viviamo un momento storico in cui la società risente massicciamente di vizi ed errori che per decenni hanno contribuito al progressivo scollamento tra società, Istituzioni e politica. Ci siamo mai chiesti quale fascia di popolazione ne risente maggiormente? 4 0 5 10 15 20 25 30 35 15-24 25-34 TUTTI 2006 2012 Dati Demos dicembre 2012 – Fiducia nei confronti delle istituzioni
    • Scenario I cittadini però tornano a impegnarsi attivamente per far parte in prima persona dei processi che influiscono sulla definizione del presente e del futuro del Paese. 5 0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 15-24 25-34 TUTTI 2006 2012 Dati Demos dicembre 2012 – Partecipazione ad attività di tipo associativo, manifestazioni pubbliche,iniziative legate a problemi dei territori
    • Chi contribuisce alla formazione dell’idea di politica dei ragazzi? Solo il 3,9% dei ragazzi tra i 18 e i 20 anni afferma che la scuola ha contribuito alla formazione della Propria idea di politica. 6
    • Quanto spesso i ragazzi si informano di politica? Solo 1/3 dei giovani, con l’acquisizione del diritto di voto tende a modificare la propria abitudine a non informarsi di politica. Infatti tra i 14/17enni e i 18/19enni osserviamo solo il 5% di aumento dell’abitudine di informarsi quotidianamente. Questo però non scoraggia i nuovi elettori che, secondo una stima ricavata dai dati forniti dal Ministero dell’Interno, attestano una partecipazione del 73% (contro un 75% del totale nazionale). 7
    • Giovani e istituzioni 8 conoscano e ripongano fiducia nelle istituzioni del che questa fascia di popolazione, pur considerandosi informata sul funzionamento delle istituzioni locali, non conosca la differenza tra Consiglio e Giunta comunale. . Emerge invece come nei contesti in cui giovani, si crea un vistoso aumento dell'interesse e un “rafforzamento” dello spirito civico di conoscere la propria storia e il diritto al voto come dei doveri, +8% di engagement politico, +5% ritiene un dovere pagare le tasse. (dati dell’ Osservatorio Permanente Giovani).
    • Un nuovo senso dello Stato Dagli Strumenti della trasparenza alla Cultura della trasparenza 9
    • We the web kids, Piotr Czerski, nuova democrazia su The Atlantic, Stati Uniti Piotr Czerski è uno scrittore e poeta polacco, nato nel 1981. www.internazionale.it/news/piotr-czerski/2012/03/17/cresciuti-con-la-rete/ 10 “Non proviamo un rispetto quasi religioso per le istituzioni democratiche nella loro forma attuale, non crediamo che siano un veicolo di verità assolute e indiscutibili, come fanno quelli che considerano le istituzioni democratiche un monumento a se stesse, e anche a se stessi. A noi non servono monumenti. Ci serve un sistema che sia all’altezza delle nostre aspettative, fatto di trasparenza e competenza. E abbiamo imparato che il cambiamento è possibile: che ogni sistema inadeguato può essere, e di fatto è, sostituito da uno nuovo, più efficiente, più adatto ai nostri bisogni, più ricco di opportunità.”
    • Come invertire la rotta? 11 Se questa è la sfida per il futuro perché non si parla di educazione e formazione delle nuove generazioni alla trasparenza? e allo stesso tempo… Perché non si formano le Istituzioni all’interazione con una fascia di popolazione tanto strategica che con la trasparenza dovrà costruire il proprio futuro?
    • Immaginiamo… • Nuovi cittadini pronti a una chiara decodificazione della realtà socio-politica del proprio Paese, capaci di interagire in maniera proattiva con il sistema pubblico, politico e istituzionale italiano. • Un sistema pubblico sempre più trasparente che, avendo introiettato il senso del dubbio metodologico, utilizza la comunicazione come leva per incentivare la partecipazione dei cittadini e per il proprio costante miglioramento. • Da una parte un sistema pubblico capace di chiedersi ex-ante quale impatto avrà sulla vita dei cittadini un’ idea, una legge, un progetto e dall’altra una società capace di influenzare la filosofia del processo metodologico decisionale, partendo dall’ascolto e mettendo a sistema suggestioni e proposte. 12
    • 13 CONNETTERE FORMAREPARTECIPARE PER COSTRUIRE IL FUTURO IL PAESE E’ DI CHI LO CONOSCE ISTITUZIONI, POLITICA E NUOVE GENERAZIONI
    • CONNETTERE Nuovi cittadini e Istituzioni attraverso nuovi strumenti adottati dal sistema pubblico 14
    • 15 FORMARE I nuovi cittadini alla consapevolezza La coscienza delle istituzioni e del sistema pubblico all’interazione costante con i cittadini
    • 16 PARTECIPARE CITTADINI ISTITUZIONI CONSAPEVOLI LEGITTIMATI APERTE DIALOGICHECOINVOLTI INCLUSIVE COMPORTA
    • 17 PERCHE’ I RAGAZZI? PERCHE’ I NUOVI STRUMENTI? Un pò di dati…
    • 18 77,5% ha un PC portatile 79% ha una rete Wi-fi in casa 60% è online tutti i giorni 47% naviga ogni giorno tramite smartphone 90% ha un account FB 83% lo utilizza in maniera attiva Dati di uno studio della LSE del 2012 sugli adolescenti Lombardi
    • 19 Ma solo… 32% cerca informazioni online 25% chiarisce online argomenti delle lezioni o prepara esami 10% scarica documenti dal sito della propria scuola Dati di uno studio della LSE del 2012 sugli adolescenti Lombardi
    • 20 “Se volete capire il villaggio globale forse è una buona idea che capiate cosa li appassiona, cosa li diverte. Intrattenimento e giochi hanno un impatto enorme sulle persone, per esempio sulle loro scelte politiche e sulla salute. Se in qualche modo v’interessa capire il mondo, esaminare come le persone si divertono è davvero un buon modo per cominciare” J o h a n n a B l a k e y
    • 21 Alfabetizzare civicamente: un gioco da/per ragazzi Interagire con gli adolescenti Dalla lezione da uno a molti alla varietà dell’offerta formativa La parte ludica può permeare i processi educativi? Si ha sempre tanto da imparare, alme no quanto si sta insegnando Peer education
    • 22 Seminari per seminare • Focus Group/ Questionari/ Interazioni dirette attraverso strumenti affini ai nativi digitali (es. WhatsApp) finalizzati a comprendere conoscenze/bisogni/aspettative degli studenti. • Presentazione strumenti di trasparenza/ dialogo/ controllo. • Es. OpenParlamento • Gli studenti saranno gli autori di contenuti per canali social istituzionali ad hoc per under 18. Bisogni comunicativi, esigenze e proposte dei ragazzi in relazione al sistema istituzionale e politico costituiranno una risorsa per le PA al fine di stare al passo con i cambiamenti costantemente senza ritrovarsi a dover accelerare tra dieci anni la comunicazione senza competenze. Valorizzare gli strumenti già adottati dalla Pubblica Amministrazione in materia di trasparenza, migliorare la reputazione della Pubblica Amministrazione e dello Stato in senso lato. Le istituzioni locali saranno dotate di spunti creativi e fattuali per gestire in maniera più efficace i propri canali social. INPUT (CITTADINI) OUTPUT (ISTITUZIONI)
    • 23 Seminari per seminare INPUT (CITTADINI) • (come lavorano Comune, Provincia, Regione e Parlamento) per capire l'organizzazione interna di istituzioni e politica nel concorrere a prendere decisioni su temi di pubblica utilità. • Amministratori locali o nazionali e addetti alla comunicazione di pubblica utilità che commentano il lavoro svolto dai ragazzi sul portale per gli under 18 in relazione alla loro esperienza • Gli studenti a conclusione del progetto diventeranno i formatori degli studenti delle scuole medie. E insieme a loro declineremo il progetto «Alfabetizzazione Civica» per le scuole medie. OUTPUT (ISTITUZIONI) Le istituzioni potranno beneficiare di una maggiore visibilità delle proprie azioni legislative. Le best practices sia a livello locale che nazionale verranno comunicate e di conseguenza valorizzate, fungendo da modello esportabile. La scuola proverà un nuovo modello di formazione basato sul passaggio da interattività virtuale a interattività reale.
    • My Gener-Action I ragazzi svilupperanno, coadiuvati dal nostro gruppo e da altri professionisti della comunicazione istituzionale, strumenti di comunicazione online per la PA. Realizzeranno e cureranno un mezzo di comunicazione online dell’istituzione di riferimento rivolta agli adolescenti. Due funzioni: •educare i ragazzi alla complessità della struttura dell’istituzione; •portare le istituzioni all’ascolto e alla collaborazione con una fascia di popolazione spesso trascurata. 24
    • 25 I nuovi strumenti per la consapevolezza e della partecipazione Siti istituzionali App della PA Strumenti “Open”Social network
    • “Consulenza guidata” I nuovi cittadini diventano “consulenti” delle PA e contribuiscono alla modifica e alla creazione di strumenti di comunicazione e partecipazione rivolti ai loro coetanei. 26
    • Obiettivi 27 Per gli studenti • Sviluppare consapevolezza civica per formare cittadini attivi e agevolare l'interazione e il confronto nelle attività pubbliche, istituzionali e politiche. • Stimolare l'interesse verso i sistemi di trasparenza e partecipazione già adottati dalla PA, dalla politica e dalle istituzioni. • Disintermediare il flusso sistematico di comunicazione tra società, politica e istitituzioni • Fornire le basi per l'interpretazione dei cambiamenti in corso nel rapporto tra Stato e società e sull' impatto di questi nella vita dei cittadini. Per lo Stato, la politica e la Pa • Strumento per valutare l'efficacia delle proprie strategie di comunicazione (on e off line) per i giovani. • Possibilità di adattare i propri strumenti di comunicazione grazie al confronto con i nuovi cittadini/fruitori.