• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Webinar: Il Provvedimento della Banca d'Italia sull'adeguata verifica della clientela - Casi pratici e indicazioni operative
 

Webinar: Il Provvedimento della Banca d'Italia sull'adeguata verifica della clientela - Casi pratici e indicazioni operative

on

  • 736 views

Il 1° gennaio 2014 entra in vigore il Provvedimento della Banca d’Italia del 3 aprile 2013 sull’adeguata verifica della clientela. Per gli intermediari si rende necessario effettuare un check ...

Il 1° gennaio 2014 entra in vigore il Provvedimento della Banca d’Italia del 3 aprile 2013 sull’adeguata verifica della clientela. Per gli intermediari si rende necessario effettuare un check sulle procedure inerenti gli adempimenti antiriciclaggio e i questionari utilizzati nei rapporti con la clientela.

Il Provvedimento detta disposizioni di dettaglio che incidono su aspetti e fasi operative differenti – dai criteri per la profilazione della clientela alle modalità e tempistiche di aggiornamento del profilo, dalle fonti utilizzabili per la verifica dell’identità dei clienti e dei titolari effettivi, al riscontro attraverso banche dati di supporto, dalle modalità per l’identificazione a distanza in assenza di intermediari terzi ai rapporti tra società prodotto e collocatori – precisando e in alcuni casi integrando le disposizioni del D.Lgs. n. 231/2007.

A poco più di due mesi dell’entrata in vigore del Provvedimento, l’incontro offre la possibilità di realizzare un focus sulle principali questioni applicative individuate da professionisti del settore in fase di implementazione e recepimento delle nuove norme.

RELATORE: Avv. Roberto Pallante - Partner Studio Valentino & Partners - Avvocati Associati di Roma

Statistics

Views

Total Views
736
Views on SlideShare
731
Embed Views
5

Actions

Likes
0
Downloads
10
Comments
0

2 Embeds 5

http://www.linkedin.com 4
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Webinar: Il Provvedimento della Banca d'Italia sull'adeguata verifica della clientela - Casi pratici e indicazioni operative Webinar: Il Provvedimento della Banca d'Italia sull'adeguata verifica della clientela - Casi pratici e indicazioni operative Presentation Transcript

    • BENVENUTO AL WEBINAR Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative mercoledì, 30 ottobre 2013 inizio ore 15:30 - termine ore 16:30 www.conformisinfinance.it DISCLAIMER - Materiale riservato preparato come base di discussione per l’utilizzo esclusivo da parte del destinatario cui é indirizzato. Ogni utilizzo di questo documento al di fuori dell’ambito per cui e’ stato preparato e’ vietato. 1 giovedì 31 ottobre 13 1
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Moderatore Roberto Lovisetto Partner at Conformis in Finance Srl roberto.lovisetto@conformisinfinance.it www.conformisinfinance.it 2 giovedì 31 ottobre 13 2
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Relatore Avv. Roberto Pallante Partner Studio Valentino & Partners avvocati associati di Roma www.conformisinfinance.it 3 giovedì 31 ottobre 13 3
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Agenda • • • • • • • • Approccio basato sul rischio Identificazione e verifica dell’identità Controllo costante ne corso dei rapporti continuativi Misure di verifica rafforzata Identificazione diretta a distanza Esecuzione da parte di terzi Ancora sull’operatività tramite soggetti terzi A&Q www.conformisinfinance.it 4 giovedì 31 ottobre 13 4
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Approccio basato sul rischio • • Criteri di valutazione e metodologia di profilazione della clientela. Per cosa rileva la definizione del livello di rischio? Per l’individuazione degli adempimenti da porre in essere nelle diverse aree dell’adeguata verifica (cfr. Nota 6 del Provvedimento): • • frequenza ordinaria di aggiornamento del profilo di rischio; • • • • • • ambito delle informazioni su scopo e natura del rapporto o dell’operazione; modalità di verifica dei dati identificativi ulteriori rispetto a quelle minimali prescritte; modalità e frequenza del controllo costante; applicazione e disapplicazione di misure di verifica semplificata; applicazione di misure di verifica rafforzata e determinazione di tali misure; valutazioni in presenza di segnalazioni di operazioni sospette; verifiche in caso di pep. www.conformisinfinance.it 5 giovedì 31 ottobre 13 5
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Approccio basato sul rischio • Ambito soggettivo della profilazione e applicabilità di alcuni criteri a soggetti diversi dal cliente. • • Profilo del “cliente” e profilo del “contratto”. La profilazione è delegabile? www.conformisinfinance.it 6 giovedì 31 ottobre 13 6
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative • • • Identificazione (cliente/esecutore/titolare effettivo). Verifica dell’identità (cliente/esecutore/titolare effettivo). Fonti affidabili e indipendenti: • • Identificazione e verifica • dell’identità documenti d’identità non scaduti: atti pubblici, scritture private autenticate, certificati per la generazione di firme digitali; dichiarazioni della rappresentanza diplomatica e autorità consolare italiana; • • • archivi camerali, albi ed elenchi di soggetti autorizzati, atti costitutivi, statuti, bilanci, prospetti, comunicazioni di partecipazioni rilevanti o informazioni privilegiate; siti web di autorità pubbliche. Tempistica dell’identificazione e della verifica dell’identità e dilazioni nei rapporti continuativi. www.conformisinfinance.it 7 giovedì 31 ottobre 13 7
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Controllo costante nel corso dei rapporti continuativi • Finalità del controllo costante: • • mantenere aggiornato il profilo di rischio; individuare i presupposti per l’effettuazione di specifici adempimenti: segnalazioni di operazioni sospette, applicazione di misure di verifica rafforzata, astensione dall’esecuzione dell’operazione o dalla prosecuzione del rapporto. www.conformisinfinance.it 8 giovedì 31 ottobre 13 8
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Controllo costante nel corso dei rapporti continuativi • Contenuto del controllo costante: • esame della complessiva operatività del cliente (monitoraggio operativo); • acquisizione di informazioni aggiornate rispetto a quelle aquisite ai fini di identificazione o per l’accertamento della natura e scopo del rapporto (monitoraggio informativo). • In cosa consiste il monitoraggio per i cliente che hanno compiuto operazioni occasionali? www.conformisinfinance.it 9 giovedì 31 ottobre 13 9
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative • Misure di verifica rafforzata La verifica rafforzata consiste nell’adozione di misure caratterizzate da maggior profondità, estensione e frequenza nelle diverse aree dell’adeguata verifica: • acquisizione di informazioni ulteriori rispetto ai dati identificativi ordinariamente previsti (familiari, conviventi, soggetti in rapporti d’affari); • • acquisizione di informazioni ulteriori sull’esecutore e il titolare effettivo; • verifiche più incisive sulle informazioni acquisite in merito al cliente, all’esecutore o al titolare effettivo; • • indagini più approfondite sullo scopo e la natura del rapporto; acquisizione di informazioni sulla natura e lo scopo delle operazioni occasionali; monitoraggio nel controllo continuo più intenso e frequente. www.conformisinfinance.it 10 giovedì 31 ottobre 13 10
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative • Identificazione diretta a distanza Nel caso in cui il cliente non sia fisicamente presente, qualora gli obblighi di adeguata verifica non possano considerarsi assolti attraverso terzi o nelle ipotesi previste, il destinatario è tenuto: • ad acquisire i dati identificativi e ad effettuare il riscontro su una copia di un documento d’identità non scaduto acquisita tramite fax, a mezzo di posta o in formato elettronico; nonché • ad effettuare un’ulteriore verifica dei dati acquisiti secondo una delle seguenti modalità, in relazione al rischio specifico: • • • • contatto telefonico su utenza fissa; invio di comunicazioni a un domicilio fisico con ricevuta di ritorno; richiesta di invio di documentazione controfirmata; verifica su residenza, domicilio, attività svolta, tramite richieste di informazioni ai competenti uffici o ovvero mediante incontri in loco, effettuati avvalendosi di personale proprio o di terzi. www.conformisinfinance.it 11 giovedì 31 ottobre 13 11
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative • Soggetti terzi utilizzabili; soggetti che possono effettuare tutte le fasi dell’adeguata verifica (intermediari nazionali, banche ed enti finanziari comunitari, banche con sede in Paesi terzi equivalenti); • Esecuzione da parte di terzi • soggetti che possono effettuare solo l’identificazione del cliente, dell’esecutore e del titolare effettivo e l’acquisizione di copia dei documenti d’identità originali (intermediari assicurativi operanti nei rami vita, mediatori creditizi, agenti in attività finanziaria, promotori finanziari). www.conformisinfinance.it 12 giovedì 31 ottobre 13 12
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative • Modalità: idonea attestazione rilasciata dal terzo che abbia provveduto ad adempierli in proprio in presenza del cliente in relazione a un rapporto continuativo tuttora in essere. Esecuzione • Requisiti dell’attestazione: da parte di terzi • riconducibilità al terzo attestante (sottoscrizione cartacea, flusso informatico di dati); • deve confermare il corretto adempimento degli obblighi antiriciclaggio da parte dell’attestante, a seconda dello specifico obbligo di adeguata verifica cui essa è diretta. www.conformisinfinance.it 13 giovedì 31 ottobre 13 13
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative • Contenuto dell’attestazione: • Esecuzione • da parte di terzi • • dati identificativi del cliente / esecutore / titolare effettivo; indicazione delle tipologie di fonti utilizzate per l’accertamento e la verifica dell’identità; informazioni sulla natura e sullo scopo del rapporto o dell’operazione occasionale. Ai fini dell’identificazione l’attestazione può essere resa attraverso: • • la trasmissione di un bonifico con codice identificativo; l’utilizzo di una carta di pagamento con codice identificativo. www.conformisinfinance.it 14 giovedì 31 ottobre 13 14
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Ancora sull’operatività tramite soggetti terzi • Obbligo di definire le fasi dell’adeguata verifica demandate a terzi. Contenuto dell’accordo col terzo: • • • dati e informazioni acquisite attraverso terzi; modalità di trasmissione; tempistica di trasmissione. www.conformisinfinance.it 15 giovedì 31 ottobre 13 15
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative • Rapporti con clientela intermediata da altri destinatari. Rapporti tra intermediario committente e intermediario controparte: Ancora • sull’operatività tramite soggetti terzi • intermediario committente che agisce in nome proprio per conto del cliente, quale controparte dell’altro destinatario (es: intermediario committente gestore di portafogli o raccoglitore di ordini): l’intermediario committente assume la posizione di cliente dell’intermediario controparte e il cliente del primo intermediario è titolare effettivo sub 1. Attenzione all’operatività con società fiduciarie e imprese di assicurazione). L’intermediario committente che agisce in nome e per conto del cliente, assumendo una posizione di mera intermediazione tra il proprio cliente e l’intermediario controparte (es: intermediario controparte società prodotto): la relazione di clientela si instaura tra l’investitore e l’intermediario controparte. www.conformisinfinance.it 16 giovedì 31 ottobre 13 16
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative Q&A www.conformisinfinance.it 17 giovedì 31 ottobre 13 17
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative I nostri Servizi in ambito Antiriciclaggio • REDAZIONE/REVISIONE PROCEDURE AZIENDALI • RUOLO DI RESPONSABILE DELLA FUNZIONE ANTIRICICLAGGIO • FORMAZIONE A DISTANZA www.conformisinfinance.it 18 giovedì 31 ottobre 13 18
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative I nostri Partners in ambito Antiriciclaggio www.conformisinfinance.it 19 giovedì 31 ottobre 13 19
    • - Webinar - Provvedimento della Banca d’Italia sull’adeguata verifica della clientela Casi pratici e indicazioni operative GRAZIE PER L’ATTENZIONE www.conformisinfinance.it 20 giovedì 31 ottobre 13 20