bilancio sociale
    di mandato
    2004 | 2009
   Comune di Putignano
       Amministrazione
    Angelini De Miccolis


 ...
Cari concittadini,
  è con vero piacere e con una punta di orgoglio che insieme a tutta l’Amministrazione Vi presento, per...
in collaborazione con:




                                               fotografie ROBERTO GUGLIELMI




               ...
SOMMARIO
 9 INTRODUZIONE
10 GUIDA ALLA LETTURA

13 IDENTITÀ E RISORSE
       15 identità
                 15 l’inizio... l...
108          politiche dello sport
          111         tradizioni e carnevale

121   ALLEGATI
         121 allegato a   ...
Nel presente documento, ogni area di rendicontazione ha al suo interno delle tabelle che riprendono fedelmente ciò
       ...
IDENTITÀ
E RISORSE
L’INIZIO...
LA VISIONE POLITICA




                                                                                      ...
conoscere Putignano




                                                                                                  ...
GLI ORGANI DELL’ENTE
conoscere Putignano


                      composizione popolazione per fasce d’età




            ...
il consiglio comunale                                                                                                 comm...
organizzazione interna
                                                                                                   ...
le persone                                                                                                                ...
LA GESTIONE FINANZIARIA:                                                                                              IL B...
entrate proprie: tributarie                        2005               2006                2007                2008      il...
bilancio investimenti
                    cosa e’ stato pagato                                 dal 2005 al 2008
          ...
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09

3,318

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
3,318
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
33
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Bilancio Sociale di Mandato Comune Putignano 04 09"

  1. 1. bilancio sociale di mandato 2004 | 2009 Comune di Putignano Amministrazione Angelini De Miccolis il metro del nostro lavoro
  2. 2. Cari concittadini, è con vero piacere e con una punta di orgoglio che insieme a tutta l’Amministrazione Vi presento, per la prima volta nella storia del Comune di Putignano, il Bilancio Sociale di Mandato. Il Ministero della Funzione Pubblica, con propria direttiva sulla rendicontazione sociale nelle Amministrazioni Pubbliche (Gazzetta Ufficiale n. 63 del 16 marzo 2006) e Linee Guida Formez allegate, ha prescritto, nel raccomandare il corretto rapporto tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini, di redigere e diffondere il Bilancio Sociale di Mandato al fine di consentire a tutti di avere un quadro riassuntivo del lavoro svolto nel periodo di governo. Volendo rispettare questa direttiva ministeriale e volendo facilitare l’obiettiva valutazione di quanto realizzato è stata inserita la delibera di Consiglio Comunale del 30/09/‘04 che approva le linee programmatiche di governo. A partire da quelle linee si è sviluppata l’attività della nostra Amministrazione. Con questo strumento, e quindi con un confronto puntuale rispetto ad ognuno degli obiettivi dichiarati nel 2004, i Cittadini potranno facilmente valutare l’operato dell’Amministrazione. L’Amministrazione Comunale, sin dall’inizio (vedi Assemblea Cittadina per la realizzazione del nuovo ospedale – sett. 2004), ha improntato la sua attività al confronto ed alla partecipazione, sperimentando percorsi nuovi ed avviando un rapporto più diretto e costruttivo con i cittadini. Questo volume, oltre a rispondere ad un obbligo di legge, si inserisce perfettamente in questo percorso e ne è un’ennesima prova. L’invito è di leggerlo e consultarlo come se fosse una guida alla nostra città ed al suo cambiamento negli ultimi cinque anni. Sfogliare le pagine seguenti può arricchire la capacità di ciascuno di noi di percorrere la città, di comprenderne lo sviluppo, di osservare con consapevolezza le opere pubbliche, i cantieri in corso, le iniziative sociali, culturali, sportive, l’innovazione e la riorganizzazione della casa comunale, dei suoi uffici e dei suoi servizi. Per facilitarne la lettura e la diffusione, nello spirito della legge, accanto a questo volume viene distribuito un opuscolo sintetico che avvia al percorso di conoscenza di quanto realizzato. Con l’augurio che il percorso di partecipazione avviato possa proseguire ed essere di stimolo a ciascuno per esercitare il proprio diritto di cittadinanza in modo attivo. Putignano, maggio 2009 avv. Gianvincenzo Angelini de Miccolis Sindaco di Putignano
  3. 3. in collaborazione con: fotografie ROBERTO GUGLIELMI } supervisione metodologica progetto grafico LIA IVONA si ringraziano per la collaborazione tutte le persone che hanno dato la propria disponibilità per la realizzazione del presente documento
  4. 4. SOMMARIO 9 INTRODUZIONE 10 GUIDA ALLA LETTURA 13 IDENTITÀ E RISORSE 15 identità 15 l’inizio... la visione politica 16 conoscere putignano storia | territorio | popolazione 19 organi di governo la giunta | il consiglio | le commissioni | i revisori dei conti 22 i costi della politica 23 l’organizzazione interna e le persone 26 il bilancio 27 bilancio corrente 31 bilancio investimenti 37 POLITICHE E RISULTATI 39 relazione con i cittadini trasparenza e partecipazione 41 introduzione 42 previsto dal programma di mandato 44 dettagli | oltre il programma 51 politiche sociali assistenza sociale, economica e socio-sanitaria | scuola | politiche giovanili 53 introduzione 54 previsto dal programma di mandato 56 dettagli | oltre il programma 65 diritto alla salute 67 impresa e lavoro attività produttive | turismo | agricoltura 69 introduzione 70 previsto dal programma di mandato 72 dettagli | oltre il programma 75 territorio e ambiente spazi urbani | ambiente e viabilità | opere pubbliche 77 introduzione 78 centro storico 80 S. Pietro Piturno 82 interventi 83 opere pubbliche 94 urbanistica e lottizzazioni 98 la politica ambientale 103 tempo libero cultura e sport | carnevale 105 introduzione 106 previsto dal programma di mandato 107 manifestazioni culturali
  5. 5. 108 politiche dello sport 111 tradizioni e carnevale 121 ALLEGATI 121 allegato a premi | riconoscimenti | partecipazioni ad eventi INTRODUZIONE 122 allegato b linee programmatiche approvate dal consiglio comunale L’ente pubblico, spesso è una realtà difficile da comprendere nelle sue reali finalità di servizio alla comunità e nel suo funzionamento in termini di governance e processi organizzativi interni. Molte Amministrazioni Comunali, negli ultimi anni hanno intrapreso un percorso di rendicontazione, mosse dalla necessità di rispondere ai cittadini per comunicare al meglio l’attività svolta e mostrare gli obiettivi perseguiti e raggiunti nel periodo di amministrazione considerato. A supporto di ciò vi sono anche le indicazioni della direttiva del Ministero della Funzione Pubblica sulla rendicontazione sociale nelle Amministrazioni Pubbliche (Gazzetta Ufficiale n. 63 del 16 marzo 2006) e Linee Guida Formez allegate, che avvalorano l’importanza dello strumento Bilancio Sociale. L’efficacia di questo approccio dipende in gran parte dalla volontà dell’Amministrazione di impegnarsi nello sviluppo di uno strumento innovativo che va sostenuto in termini politici e organizzativi, facendosi carico anche di decisioni importanti per la vita dell’ente. La visione è avere uno strumento che permetta di gestire lo sviluppo delle attività dell’ente in coerenza con le politiche dichiarate e poterlo comunicare per permettere ai cittadini e a tutti gli stakeholder di conoscere e valutare con più facilità le azioni e i risultati realizzati dalle amministrazioni e da chi le governa. Il Bilancio Sociale è uno strumento, che permette all’organizzazione pubblica di delineare, gestire e comunicare il proprio ruolo nel contesto socio-economico in cui opera. In altri termini, il Bilancio Sociale è uno strumento strategico per governare e migliorare la responsabilità sociale e le relazioni con i soggetti direttamente e indirettamente collegati all’organizzazione (stakeholder interni ed esterni) al fine di ottenere di ottenere una legittimazione più consapevole. Esso è l’esito di un processo di elaborazione, che si concretizza in un documento e rappresenta la gestione globale dell’organizzazione, risultato delle scelte effettuate in un dato periodo di tempo. In particolare, il Bilancio Sociale per la Pubblica Amministrazione, oltre ad avere una spiccata valenza strategica, è un mezzo, che permette di rendicontare e di rappresentare in maniera chiara ed analitica a tutti gli interlocutori (stakeholder) e in primis alla cittadinanza, la vita dell’ente, le scelte fatte e le attività svolte nel periodo preso in considerazione. Con questo strumento, quindi, l’ente pubblico ha la possibilità di avvicinarsi al cittadino con una comunicazione semplificata più idonea a mostrare il valore sociale prodotto, lo rende più partecipe nella valutazione dell’operato dell’amministrazione e gli permette anche di contribuire al miglioramento delle attività. Il report di rendicontazione sociale in ambiente pubblico, di cui il bilancio sociale è un esempio non è ancora diffuso tanto da essere considerato la norma, pertanto lungo è ancora il cammino verso un’adozione diffusa. C’è ancora da sottolineare un’altro aspetto non meno rilevante in questo scenario, il ruolo di ognuno, come cittadino e come persona: la missione principale di un ente pubblico è quella di concorrere al buon funzionamento della comunità, che a sua volta dipende da tutti gli attori in gioco. Il cittadino è chiamato ad essere parte attiva di questa missione, essendo egli stesso il principale attore. Il bilancio sociale è anche fonte di stimoli per il cittadino, verso una maggiore presa di coscienza come membro di una comunità.
  6. 6. Nel presente documento, ogni area di rendicontazione ha al suo interno delle tabelle che riprendono fedelmente ciò che era stato dichiarato nel programma. Le singole attività ri-organizzate per aree di rendicontazione, sono state poi sottoposte a classificazione secondo una legenda basata sulla distinzione di colore, che indica se l’attività è stata realizzata (in verde), se è in corso di realizzazione (in giallo) oppure se non è stata realizzata (in rosso). realizzato > in corso | in partenza > non realizzato > GUIDA ALLA LETTURA Il criterio sul quale si è basata la valutazione è stato quello del buon senso e della onestà verso i cittadini. “Ciò che fatto è fatto”, dice un vecchio adagio, come a significare che quello che è stato realizzato è sotto gli occhi di tutti. Per ogni obiettivo, oltre alla valutazione, vengono riportate a seguire, in tabella, delle azioni concrete poste in essere per raggiungere l’obiettivo. Il presente documento basa la propria struttura portante sul programma e sul piano generale di sviluppo, in sintesi Le azioni più importanti per ogni area di rendicontazione, vengono riportate con maggiore dettaglio in seguito ad risponde puntualmente rispetto all’attuazione delle promesse fatte a inizio mandato e rese ufficiali con l’approvazione ogni la tabella. in Consiglio Comunale (allegato A). Il programma di mandato, prevede delle aree d’intervento, le quali in questo documento sono state accorpate nelle Un esempio: aree di rendicontazione. Riportiamo di seguito una tabella che schematizza tale suddivisione: area PACE azione dichiarata affidare ad un consigliere comunale la delega di pace AREE DI AREE D’INTERVENTO PREVISTE azione fatta > nomina assessore per dare maggiore forza all’azione RENDICONTAZIONE NEL PROGRAMMA DI MANDATO > pace relazione con i cittadini > trasparenza e collegialità Il documento è articolato in tre sezioni: > politiche socio-assistenziali integrate e politiche per la famiglia politiche sociali > diritto alla salute e difesa di presidi e servizi sanitari esistenti > IDENTITÀ E RISORSE > rilancio delle attività produttive > POLITICHE E RISULTATI > politiche attive per l’occupazione impresa e lavoro > agricoltura Nella sezione IDENTITÀ E RISORSE si presentano il contesto sociale ed economico putignanese in sintesi; la > politiche per il recupero e la valorizzazione degli spazi urbani e visione politica che guida lo sviluppo del territorio, una breve descrizione del Comune di Putignano e della sua storia, delle infrastrutture l’organizzazione dell’ente e gli organi di governo. Inoltre vengono presentati il quadro del personale dell’ente e, a territorio e ambiente > tutela ambientale seguire, gli aspetti di bilancio riguardanti le entrate e le spese, relative agli anni di mandato. > tradizioni e carnevale Nella sezione POLITICHE E RISULTATI, composta dalle 5 aree di rendicontazione “Relazione con i cittadini”, > incentivazione dello sviluppo turistico “Politiche Sociali”, “Impresa e Lavoro”, “Territorio e ambiente” e “Cultura e Tempo libero”, che rappresentano > cultura in modo omogeneo gli effetti delle politiche adottate dal Comune, sono rendicontate le scelte politiche, le attività cultura e tempo libero > politiche dello sport ed interventi sulle strutture sportive realizzate e i risultati conseguiti per gli anni del mandato.
  7. 7. IDENTITÀ E RISORSE
  8. 8. L’INIZIO... LA VISIONE POLITICA identità Nel 2004 con la vittoria elettorale la coalizione capeggiata dal sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis, assume nelle proprie dichiarazioni programmatiche (allegato B), approvate dal Consiglio Comunale, precisi impegni. Il programma basava la propria forza su una idea di città basata sulla pace e l’integrazione sociale come pilastri fondamentali sui quali basare la costruzione di una comunità sana. Un progetto strategico capace di guardare al futuro, in un contesto caratterizzato da repentini cambiamenti e nuovi bisogni, necessita passione, dedizione e responsabilità. Sono questi i valori guida che hanno dato la chiave di lettura per rispondere ai bisogni della gente, affrontare i cambiamenti, valorizzare le opportunità e soprattutto hanno dato la forza di ripartire con slancio nei momenti di difficoltà. La strada ambiziosa che si è iniziata a percorrere è stata quella di costruire una visione di città, che si riconoscesse in un sistema integrato fatto di scelte strategiche rispondenti ai bisogni della città e necessariamente collocato in un contesto territoriale più ampio in cui non si può non tener conto delle altre realtà circostanti, che sono anche fonte di opportunità. Il programma conteneva le seguenti aree di priorità d’intervento: > pace > trasparenza | collegialità > rilancio delle attività produttive | politiche attive per l’occupazione > politiche socio-assistenziali integrate | politiche per la famiglia > politiche per il recupero e la valorizzazione degli spazi urbani e delle infrastrutture > tradizioni e carnevale | incentivazione dello sviluppo turistico > cultura > tutela ambientale > politiche dello sport | interventi sulle strutture sportive > concertazione con gli enti territoriali per le problematiche sovracomunali > agricoltura > diritto alla salute | difesa di presidi e servizi sanitari esistenti Certamente non sono mancati gli assestamenti di direzione, ma è del tutto ragionevole che ci possano essere stati accadimenti che hanno fatto sì che si dovesse rivedere la rotta su cui si stava navigando, tenendo comunque sempre ben chiara la meta che ci si era prefissata. La traduzione operativa del programma di mandato è stata fatta poi con il “piano generale di sviluppo” che è servito come bussola durante il mandato, per sapere sempre dove si era diretti. 17
  9. 9. conoscere Putignano conoscere Putignano CONOSCERE PUTIGNANO dati territoriali Il Comune di Putignano è situato a 45 km a sud-ovest della Provincia di Bari. Il territorio comunale si estende su una superficie di circa novantanove chilometri quadrati, in una zona al centro tra l’area delle Murge e la Valle d’Itria. Sorge su tre colli, in un’ area di notevole interesse paesaggistico, racchiusa nel comprensorio dei Trulli di Alberobello e delle Grotte di Castellana. lo stemma Uno scudo sannitico sormontato da una corona superficie complessiva > reale. Lo sfondo della parte superiore in rosso e quella inferiore in azzurro, su cui vi sono tre monti di colore strade comunali > km 360 Putignano verde accompagnati da due stelle; il tutto è sormontato rete fognaria bianca > km 1,4 da una corona. rete fognaria nera > km 22 rete fognaria mista > storia rete acquedotto > km 0 km 43 Putignano per i tanti reperti archeologici ritrovati è zappe, le forbici da pota, i grossi chiodi per le scarpe rete gas > km 56 una città di antica origine peuceta. (bullette), coltelli ed utensileria varia. altitudine > mslm 375 Essa è costruita su tre colli a 375 metri sul livello Infine con il fragno (quercus troiana), con la roverella latitudine > del mare ed a 18 km dallo stesso; si estende su una (quercus pubescens), il leccio (quercus ilex), il noce, superficie di circa 99 Kmq ed attualmente ha circa l’olivo ed il castagno, abili falegnami realizzavano longitudine > 30000 abitanti. Il suo borgo antico è di forma ellittica, mobili, botti, carrozze e carri agricoli sempre di buona protetto nei secoli da possenti mura ormai scomparse e da un ampio fossato che nel 1876 per volontà del qualità. Quest’ indole operosa ha fatto sorgere in Putignano popolazione 2004 2005 2006 2007 2008 Sindaco Giovanni Tateo diventò un ampio estramurale. alla fine del 1800 le prime industrie. Dopo la prima Per più di sette secoli Putignano è stata “nullius”, cioè guerra mondiale, alle iniziali industrie si aggiunsero popolazione totale al 31/12 27.913 27.770 27.676 27.614 27.529 alla diretta dipendenza del Papa per il potere spirituale altre, che una guida commerciale del 1932 elenca e nuclei familiari 10238 10238 10281 10.927 10.395 e temporale, tramite il governo dei Benedettini per 200 pubblicizza insieme ad artigiani e commercianti. Le nati 230 189 223 247 248 anni e dei Cavalieri di Malta fino al 1808. stesse industrie nei decenni trascorsi sono riuscite deceduti 235 231 206 221 220 Federico II tentò di accattivarsi la fedeltà dei a convertire i prodotti fino a raggiungere dagli anni Putignanesi, che stimava e rispettava, facendo costruire ottanta una notorietà internazionale con gli abiti da saldo naturale -5 -42 17 26 28 un castello che dopo alcuni anni fece demolire insieme sposa. immigrati 272 250 336 283 223 alle mura per la totale fedeltà di Putignano al Papa e per Infine dal 26 luglio 2000 la fama di Putignano è emigrati 388 351 225 371 319 aver negato allo stesso Federico II l’accesso in città al diventata interplanetaria. Infatti, tra le orbite di Marte rientro da una battuta di caccia. e di Giove, al pianeta minore numero 7665, scoperto saldo migratorio -116 -101 111 -88 -96 Nei secoli gli abitanti di Putignano per il loro piccolo nell’ osservatorio di Colleverde di Guidonia (Roma) tasso di natalità 0,82 0,68 0,81 0,89 0,9 territorio si sono dedicati oltre che all’ agricoltura anche l’ 11 ottobre 1994 dal direttore e nostro concittadino tasso di mortalità 0,84 0,83 0,74 0,80 0,8 al commercio di prodotti agricoli ed all’artigianato di Vincenzo Silvano Casulli, la International Astronomical qualità, riuscendo a vendere anche al di fuori della Union ha assegnato il nome “Putignano” con la densità abitativa 281,58 280,14 279,19 278,56 277,71 provincia di Bari. seguente citazione: “Pittoresca cittadina italiana nella Infatti erano molto richiesti i tessuti di lana e di cotone regione Puglia, famosa per il suo carnevale, le grotte L’andamento demografico della popolazione, rilevato dai dati del servizio demografico, mostra dal 2004 al 2008 lavorati a mano compresa un’ ottima e famosa felpa di e le tipiche case rurali note come trulli”. Putignano è leggere variazioni, in particolare il saldo negativo (384 unità) della popolazione totale. Variazioni di piccola entità si cotone che alcune tintorie coloravano con maestria anche il luogo di nascita di Silvano Casulli, direttore ritrovano anche nel numero di famiglie (23 in più), nel numero di nuovi nati (18 in più), nel numero di emigrati (48), insieme ai filati. Altrettanto richiesti erano gli aratri, le dell’osservatorio presso il quale è avvenuta la scoperta. nel numero di immigrati (69). 18 19
  10. 10. GLI ORGANI DELL’ENTE conoscere Putignano composizione popolazione per fasce d’età organi dell’ente la giunta 2004 2005 2006 2007 2008 variazione 0-6 anni 1480 1654 1604 1562 1563 83 7-14 anni 2150 2147 2107 2031 2102 -48 Gianvincenzo Angelini De Miccolis SINDACO 15-29 anni 5303 5266 5107 4773 4953 -350 30-65 anni 14189 14110 14103 14090 13923 -266 Caterina Caramia vice sindaco e assessore all’urbanistica | edilizia pubblica e oltre 65 anni 4791 4593 4755 5158 4988 197 (dal 23/07/‘04 al 23/09/‘05) privata riqualificazione socio-urbanistica del quartiere San Pietro Sportelli Pietro Piturno (dal 10/11/‘05) Luciano Chiarolla programmazione economica e tributi | personale (dal 01/02/‘05) Stefano Fiume lavori pubblici | agricoltura | problematiche aree extraurbane popolazione per fasce d’età (dal 23/07/‘04) Giuseppe Genco cultura | turismo | spettacolo | sport e pubblica istruzione (dal 29/07/‘04) Massimiliano Nardelli polizia municipale | traffico | commercio | annona | trasporti | (dal 23/07/‘04) protezione civile i i n nn i i n an n i an 5a an n an 65 -6 9 4 -2 Giovanni Pugliese pace | trasparenza | partecipazione | rapporti con i quartieri | -1 tre -6 30 15 ol 7 0 (dal 10/11/‘05) politiche giovanili 2008 Giacomo Caruso servizi sociali | coordinamento del volontariato | rapporti con 2007 (dal 23/07/‘04) le associazioni socio-assistenziali | assistenza domiciliare agli anziani ed ai minori | gestione dell’istituto dell’affido | rapporti con la casa di riposo e pubbliche istituzioni per 2006 l’assistenza sociale | sanità ambiente | rapporti con la AUSL BA/5 finalizzati al riordino ospedaliero 2005 2004 0% 20% 40% 60% 80% 100% Come vediamo nella tabella che precede e nel grafico che la rappresenta, negli anni dal 2004 al 2008, l’aumento ha atti di giunta 2004 (da luglio) 2005 2006 2007 2008 totale riguardato la fascia dai 0-6 anni (83 unità in più) e quella degli ultra sessantacinquenni (197 unità in più). Le altre fasce delibere 91 254 271 252 271 1139 della popolazione hanno subito una diminuzione. 20 21
  11. 11. il consiglio comunale commissioni consiliari organi dell’ente organi dell’ente I COMMISSIONE } affari generali | servizi sociali | pubblica istruzione • Luciana Maresca (presidente) • Saverio Chiarappa settori > personale | contenzioso | contratti • Rossana Delfine demografico | affari sociali | cultura ) te • Domenico Giannandrea so en turismo, sport e regolamenti relativi sid lla • Eugenio Giorgio Giudetti re ne ss hiar zi la ro ioj * Sa Bia a** az D pa el io To a (p R. lini pa no a en sto na pan pp fine rio man c ap M na ma a m II COMMISSIONE st res te nge } len er rio co Si Ca cia am el va m La n a G Sa o Ro • ’a Giuseppe Laera (presidente) M to A to o M finanze | tributi e regolamenti relativi c D C C e a ia an • G e o o Saverio Campanella es ni n D G r se nd ba od ve ve au at to to iu • Vito De Tommaso (fino al 06/08/‘08) sostituito da Giovanna Gioja An Ro Lu Sa Se M Vi Vi G • Aldo Vito Valentini membri maggioranza • Marco Galluzzi III COMMISSIONE } • * Vito De Tommaso > dal 06/07/‘04 fino al 06/06/‘08 affari tecnici Antonio Romanazzi (presidente) • Modesto Angelini * * Giovanna Gioja > dal 30/09/‘08 settori > LL.PP. | patrimonio | urbanistica • Sebastiano Sisto sportello unico e regolamenti • Giuseppe Detomaso relativi • Damiano Rossi IV COMMISSIONE } polizia municipale | attività produttive | farmacia • Mauro Bianco (presidente) tti • a Modesto Angelini de re settori > vigilanza territoriale | pubblica sicurezza d iu o • Vito Genco an as ** G i commercio e attività produttive | farmacia tin nn om io • * Matteo Campanella n i i ro rg ia ss co zz ambiente | ecologia e regolamenti relativi le et G ta io Va Ro lu en • D Srefano Totaro To G ico al e G to no pp G o o en do Vi ni ia an co se ge om am al do ef ar iu Ub Eu St Al M D G D ) } COMMISSIONE ELETTORALE • Domenico Giannandrea membri minoranza • Rossana Delfine componenti effettivi • Saverio Campanella ) • Giorgio Eugenio Giudetti * * * Ubaldo Genco > decaduto dalla carica a seguito di sentenza del consiglio di stato • Vito Genco componenti supplenti sostituito da Stefano Totaro dal 13/04/‘06 • Sebastiano Sisto collegio dei revisori dei conti atti del consiglio delibere e determine 2004 (da luglio) 29 2005 68 2006 67 2007 86 2008 105 totale 355 rag. Antonio Detomaso dott. Sigismondo Sannazaro rag. Giovanni Simone presidente membro membro ) nominati con Delibera di Consiglio n.44 del 18/09/‘06 22 23
  12. 12. organizzazione interna ** I COSTI DELLA POLITICA L’ORGANIZZAZIONE costi della politica INTERNA E LE PERSONE consiglio comunale 2004 2005 2006 2007 2008 * gettoni (al lordo) 27.301,24 96.604,89 96.434,67 87.929,53 108.778,80 31.899,86 IRAP su gettoni e l’organizzazione indennità 2.320,60 8.211,36 8.196,94 7.474,01 9.246,19 2.711,49 ufficio presidenza 7.789,00 17.568,00 15.816,00 15.816,00 15.816,00 6.588,75 rimborsi per SINDACO consiglieri a datori di lavoro 2.504,43 10.582,45 10.742,24 4.796,00 3.019,88 nd 39.915,27 132.966,70 131.189,85 116.015,54 136.860,87 41.200,10 UFFICIO DI STAFF giunta comunale 2004 2005 2006 2007 2008 * indennità di carica (al lordo) 55.593,78 132.367,60 139.693,00 139.692,00 139.692,00 58.200,45 irap su indennità di carica 4.725,47 11.251,25 11.873,91 11.873,82 11.873,82 4.947,03 SEGRETERIA GENERALE 60.319,25 143.618,85 151.566,91 151.565,82 151.565,82 63.147,48 2004 2005 2006 2007 2008 * copertura assicurativa assessori, sindaco, consiglieri 3.507,61 7.054,22 7.409,84 6.368,68 contributi V RIPARTIZIONE previdenziali lavori pubblici | amm. non patrimonio | dipendenti 2.961,92 6.930,63 7.101,03 7.779,57 8.251,27 4.016,30 trasporti III RIPARTIZIONE missioni 2.545,83 10.087,49 12.410,33 9.671,41 12.429,28 1.886,40 I RIPARTIZIONE urbanistica | edilizia affari generali ed RIPARTIZIONE istituzionali | servizi IV RIPARTIZIONE FARMACIA sociali | cultura | turismo 2004 2005 2006 2007 2008 * Polizia Municipale | farmacia attività produttive totale complessivo 109.249,88 300.657,89 309.677,96 291.401,02 309.107,24 110.250,28 II RIPARTIZIONE finanze e tributi * dati rilevati fino al mese di maggio * * i costi sono espressi in euro 24 25
  13. 13. le persone la spesa corrente per il personale L’obiettivo perseguito in questi anni per la politica del personale è stato quello di valorizzarne il ruolo come elemento strategico per l’ente e soprattutto per la città. Questo obiettivo lo si è perseguito cercando di avvicinare i dipendenti 2005 2006 2007 2008 le persone le persone ai cittadini attraverso la dotazione di mezzi e strumenti utili a migliorare l’organizzazione e a rendere più efficiente lo personale 4.376.286,93 4.489.500,93 5.046.064,90 5.323.720,72 svolgimento del lavoro. L’apice di questo percorso lo si è raggiunto con l’apertura dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico, % rispetto al totale spesa 25,63% 19,13% 27,76% 27,49% che altro non è, come per un iceberg, che la parte visibile di una base organizzativa ampia e complessa. Inoltre, c’è da dire che l’Amministrazione ha ottenuto il ruolo di Comune Capofila nell’ambito del Piano Sociale personale in forze 2004 2005 2006 2007 2008 * di Zona e dell’ATO e di rafforzare il proprio ruolo in altri contesti come il PIT, PIS, Area Vasta e Consorzio “Trulli, assunti totali 0 0 1 1 6 3 Grotte, Mare”. Queste scelte, seppur comportando vantaggi al territorio, necessitano per essere condotte al meglio, uomini assunti 0 0 0 1 3 2 di ulteriore impegno sia degli amministratori e sia del personale dell’Ente. Nonostante le difficoltà l’Amministrazione ha teso a rafforzare alcuni servizi e ad crearne di nuovi per avvicinarsi di più al cittadino (ne sono esempio l’URP, i donne assunte 0 0 1 0 3 1 servizi anagrafici online, tributi online). pensionati totali 5 0 3 1 6 0 In questi anni di mandato, sono stati effettuati notevoli interventi di ammodernamento della dotazione tecnologica pensionati uomini 4 0 2 1 4 0 dei dipendenti comunali. pensionati donne 1 0 1 0 2 0 L’intervento ha comportato la sostituzione di tutto il parco macchine dei personal computer, con il contestuale passaggio ad un contratto di “affitto” delle attrezzature. L’affido del servizio a una società esterna, comporta totale dipendenti uomini 53 53 55 55 56 58 un notevole vantaggio economico, perché ora il Comune non è più costretto a finanziare l’aggiornamento e la totale dipendenti donne 67 67 67 67 66 67 manutenzione delle attrezzature, grazie ad un contratto “tutto compreso”. Il vantaggio più importante lo si ha con il totale dipendenti 124 124 122 122 122 125 guadagno di efficienza che si ottiene lavorando con attrezzature non obsolete. dirigenti uomini 2 2 2 2 2 2 dirigenti donne 2 2 3 3 3 3 totale dirigenti 4 4 5 5 5 5 totale organico 128 128 127 127 127 130 *dati rilevati fino al mese di aprile formazione Valori medi annuali dal 2005 (compresi i dirigenti): 20 corsi fruiti per un totale di 40 giornate, a cui hanno partecipato circa 30 dipendenti (7 donne). Nessuna progressione verticale dal 2004 al 2009. 26 27
  14. 14. LA GESTIONE FINANZIARIA: IL BILANCIO CORRENTE bilancio corrente risorse | bilancio LE ENTRATE il bilancio corrente: le entrate risultati finanziari di gestione provenienza risorse 2005 2006 2007 2008 cittadini 13.262.593,06 13.524.072,76 12.917.326,90 12.502.801,25 stato 2.298.672,14 2.028.601,19 3.997.382,70 4.940.347,49 2005 2006 2007 2008 regione 1.877.553,22 3.531.212,79 1.836.383,53 1.596.897,56 fondo cassa finale 7.094.214,13 9.313.485,43 12.049.941,10 12.563.944,94 provincia di bari e altri 942.032,48 167.008,00 349.504,05 111.479,79 residui attivi (crediti) 17.188.053,26 27.384.617,73 23.607.540,23 23.063.208,80 totale 18.380.850,90 19.250.894,74 19.100.597,18 19.151.526,09 residui passivi (debiti) 21.979.654,51 34.423.331,83 32.837.793,03 33.893.484,73 risultato d’amministrazione (avanzo/disavanzo) 2.302.612,88 2.274.771,33 2.819.694,30 1.733.669,01 provenienza risorse contributo pro capite (euro) 488,66 477,59 467,78 454,17 2005 2006 2007 2008 2005 2006 2007 2008 contributo pro capite Stato ed altri fondo cassa finale 241,52 223,92 206,92 residui attivi (crediti) 184,31 residui passivi (debiti) 2005 2006 2007 2008 risultato d’amministrazione (avanzo/disavanzo) Provincia di Bari Regione Stato Cittadini 2005 2006 2007 2008 Questi valori forniscono informazioni sintetiche e complessive dal 2005 al 2008. Volendo entrare più nel dettaglio, analizziamo separatamente le componenti del documento finanziario soffermandoci in particolare su: Analizzando la provenienza delle risorse finanziarie dell’Ente risulta una diminuzione delle entrate da parte dei cittadini e un aumento delle entrate provenienti dallo Stato. Questi dati sono ancor più evidenziati nel valore del BILANCIO CORRENTE > entrate e spese necessarie per l’ordinario funzionamento dell’Ente contributo pro capite che diminuisce da euro 477,59 (nel 2005) a 454,17 (nel 2008) e nel valore del contributo pro BILANCIO INVESTIMENTI > entrate e spese per la realizzazione delle opere pubbliche capite proveniente da Stato e altri, aumentato da euro 184,31 (nel 2005) a euro 241,52 (nel 2008). 28 29
  15. 15. entrate proprie: tributarie 2005 2006 2007 2008 il bilancio corrente: le spese bilancio corrente bilancio corrente ICI 5.502.277,11 5.481.000,00 5.500.387,00 4.395.453,00 tassa per la raccolta rifiuti solidi urbani 1.857.557,00 1.588.566,30 1.658.566,30 2.150.157,77 come sono state spese le entrate correnti dal 2005 al 2008 addizionale irpef e compartecipazione irpef 2.545.750,00 2.695.805,00 1.351.680,35 1.434.409,22 amministrazione generale 19.164.890,44 addizionale consumo giustizia 261.828,31 energia elettrica 241.956,48 239.089,77 244.497,60 258.065,13 sicurezza pubblica 3.889.601,50 imposta pubblicità e insegne 35.239,74 32.472,92 47.322,33 49.660,77 istruzione 7.425.739,59 altre 366.200,31 585.988,80 1.114.161,08 598.320,46 cultura 1.263.581,84 totale 10.548.980,64 10.622.922,79 9.916.614,66 8.886.066,35 sport e tempo libero 341.519,92 turismo 2.800.667,83 viabilità e illuminazione pubblica 2.832.517,12 entrate proprie: extratributarie 2005 2006 2007 2008 ambiente e territorio 12.129.308,14 proventi servizi pubblici 1.507.514,01 1.793.539,79 1.817.034,92 1.934.400,82 settore sociale 13.615.836,95 proventi beni comunali 646.304,47 679.031,72 573.433,11 626.611,55 sviluppo economico 2.381.206,60 altre 551.499,41 418.430,98 571.079,91 882.468,80 servizi produttivi 3.163.637,44 interessi attivi 8.294,53 10.147,48 39.164,30 173.253,73 quote capitale mutui in ammortamento 7.841.940,98 totale 2.713.612,42 2.901.149,97 3.000.712,24 3.616.734,90 pressione tributaria come sono state spese le entrate correnti (entrate tributarie pro capite) 379,87 383,83 10,17% quote capitale mutui in 24,85% amministrazione generale ammortamento 359,12 4,10% servizi produttivi 5,09% sviluppo economico 322,79 0,34% giustizia 17,66% settore sociale 5,04% sicurezza pubblica 9,63% istruzione 2005 2006 2007 2008 15,73% ambiente e territorio 1,64% cultura 0,44% sport e tempo libero Il grafico rappresenta l’andamento della pressione tributaria pro capite dal 2005 al 2008 con un evidente diminuzione 3,63% turismo da Euro 379,87 (nel 2005) a Euro 322,79 (nel 2008). 3,67% viabilità e illuminazione pubblica 30 31
  16. 16. bilancio investimenti cosa e’ stato pagato dal 2005 al 2008 IL BILANCIO INVESTIMENTI bilancio corrente personale 19.235.573,48 acquisto di beni 3.757.462,85 prestazioni di servizi 26.590.764,01 fitti ed utilizzo beni di terzi 274.092,78 il bilancio investimenti: le entrate trasferimenti (contributi) 13.999.837,60 rimborso interessi passivi su mutui 2.924.537,13 investimenti dal 2005 al imposte e tasse 1.426.130,28 (entrate in conto capitale) 2008 oneri straordinari di gestione 1.052.846,55 alienazione di beni 1.617.285,34 ammortamenti 0,00 contributi dello Stato 85.730,24 fondo di riserva e fondo svalutazione crediti 0,00 contributi della Regione 5.102.184,17 rimborso quota capitale mutui 8.821.155,47 mutui e prestiti 13.566.986,70 altre entrate 10.230.891,11 investimenti - entrate in conto capitale cosa è stato pagato 11,30% rimborso quota capitale mutui 24,63% personale 1,35% oneri straordinari di gestione 1,83% imposte e tasse 3,75% rimborso interessi passivi su mutui alienazione contributi contributi mutui e altre di beni dello della prestiti entrate Stato Regione 17,93% trasferimenti (contributi) 4,81% acquisto di beni investimenti 0,35% fitti ed utilizzo beni di terzi investimenti dal 2005 al 2008 beni mobili 4.951.579,02 lavori pubblici 17.962.619,15 34,05% prestazioni di servizi altro 5.925.913,60 beni mobili lavori pubblici altro 32 33

×