UDINE CITTÀ DI QUALITA’I LAVORI PUBBLICI PER LA QUALITÀ DELLA CITTÀ  “Dobbiamo pensare ad inventare una città nuova che si...
MOBILITÀ SICURA E SOSTENIBILE "… la mobilità è un problema complesso, da governance del territorio, non solo del comune di...
UDINE CITTÀ DI QUALITA’LA “BUONA PRATICA” COMUNALEParco mezzi del Comune                                                  ...
IL TEMA DELL’ENERGIA È necessario un forte investimento sui temi dellenergia… Vanno realizzate le azioni del Piano Energet...
UDINE CITTÀ DI QUALITA’PIANIFICAZIONE E RIQUALIFICAZIONE URBANA "Dal punto di vista della pianificazione territoriale: Udi...
SICUREZZA  "Le priorità sono:   una più capillare presenza degli agenti di Polizia municipale sul territorio del Comune a ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Udine città di qualità

485

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
485
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Udine città di qualità

  1. 1. UDINE CITTÀ DI QUALITA’I LAVORI PUBBLICI PER LA QUALITÀ DELLA CITTÀ “Dobbiamo pensare ad inventare una città nuova che si apra al futuro. Un futuro da plasmare con il più elevato livello di coinvolgimento di cittadine e cittadini sulle scelte urbanistiche strategiche e di dettaglio oltre al coinvolgimento e la partecipazione su piano paritario dei Comuni confinanti interessati. Piani regolatori urbanistici, opere pubbliche, mobilità, servizi, scuole, rete commerciale, politica per la casa, ecc, non possono che nascere ed essere gestiti nellorganizzazione amministrativa di area vasta, dove la priorità è la tutela della qualità della vita e del territorio." Dalle “Linee programmatiche di mandato per gli anni 2008-2013”Lavori pubblici: numero e importo degli interventi suddivisi per aree 6.292.959 Illuminazione: Nel triennio sono stati realizzati impianti di illuminazione pubblica nelle aree del mercato di viale Vat, viale Tricesimo e Cividina, in via della Cernaia e vie limitrofe, e altri interventi vari 8 per un totale di € 600.000 su tratti di viabilità ritenuti/percepiti come pericolosi, come via Urli, via Salvo dAcquisto, via des Macilis, attraversa- mento pedonale, cavalcavia di via Cadore, etc. 2 2.259.207 Parcheggi: la voce include lo stanziamento previsto per il parcheggio interrato di Piazza I Maggio 7 3 1.800.700 (€ 5.500.000). 5.880.400 1 436.000 759.276 3 1 Viabilità: la voce include, oltre ai lavori relativi a 4 2 1 1 strade e marciapiedi, anche i lavori per piste ciclabili 3 1 2 2 situate in sede stradale o su marciapiede (ciclo 1 1 viabilità aree verdi illuminazione parcheggi piste ciclabili videosorv. pedonale); comprende anche i lavori relativi alla segnaletica. Lavori conclusi Lavori in corso Progettazione in corso o completata Opere non ancora avviate Obiettivi Le cose fatte Individuare soluzioni integrate per migliorare la Ricostruito il quadro della domanda/offerta di trasporto del bacino del sistema urbano udinese; o sicurezza stradale, pianificando il sistema di Integrato il Piano della Mobilità con gli indirizzi per il Trasporto Pubblico Locale; o mobilità urbana, anche a livello sovracomunale, in o i rilevamenti e le verifiche sui flussi di traffico dellarea sovracomunale Avviati ottica di breve e di medio periodo. Promuovere e incentivare la mobilità sostenibile o Approvato il nuovo Piano di Azione Comunale - PAC con lobiettivo di promuovere luso del mezzo pubblico e ridurre luso del mezzo Redazione del Piano di Azione Comunale, anche privato con applicazione dei Piani qualità dellaria o Realizzata la mappatura dello stato di fatto della rete ciclabile compresi i punti di parcheggio delle biciclette e definiti strategie di sviluppo e interventi prioritari e realizzabili a breve termine; o Attivato Bike sharing (9 stazioni in vari punti della città per un totale di 104 postazioni). Garantire unefficiente modalità di accoglimento e o Attivata casella di posta elettronica ad hoc per le segnalazioni dei cittadini su viabilità e mobilità registrazione delle richieste dei cittadini per o Avviato "ePart" servizio web per le segnalazioni su ambiente, arredo urbano, strade, attraverso una gestione partecipativa fornire una risposta rapida Promuovere politiche per la sostenibilità Definiti gli aspetti significativi per l’estensione del Sistema di Gestione Ambientale a tutta la struttura comunale o ambientale Elaborato il Programma Ambientale 2010 e censiti tutti gli edifici comunali e le scuole per verificarne la conformità alle norme o Realizzati 15 incontri per informare e sensibilizzare la struttura comunale al contenimento dei consumi sul lavoro o Progetto Orti Urbani o Realizzati gli orti urbani nellarea verde di Via Bariglaria, redatto il regolamento e assegnati i lotti ai cittadini. Il progetto ha coinvolto associazioni e cittadini. Incentivare il passaggio alla raccolta differenziata o Estesa la raccolta differenziata del rifiuto organico su tutto il territorio comunale dellumido su tutto il territorio comunale o Attivato il processo per costituire il gestore unico dei rifiuti e il gestore anaerobico Contrastare linquinamento o sottili: iniziata la rilevazione del PM 2.5 con la centralia di via Cairoli.(Udine è una delle prime città in Italia ad aver avviato la Polveri rilevazione del PM 2.5) o Inquinamento elettromagnetico: approvata la direttiva urbanistica sulla revisione del Piano comunale di Localizzazione degli Impianti di Telefonia Mobile (PLITM). *
  2. 2. MOBILITÀ SICURA E SOSTENIBILE "… la mobilità è un problema complesso, da governance del territorio, non solo del comune di Udine. …in città occorre favorire al massimo la mobilità senza auto…Per gestire in modo innovativo ed efficace le criticità ambientali e salvaguardare la salute bisognerà abbandonare le logiche dellemergenza e superare quelle che limitano a curare solo i sintomi del problema. La questione dellinquinamento va inquadrata in termini di sistema urbano udinese e gestione innovativa della mobilità…Ci sarà la necessità di interventi strutturali e di area vasta: il problema è regionale" Dalle “Linee programmatiche di mandato per gli anni 2008-2013”LAmministrazione Honsell si è posta importanti diversi punti della rete stradale comunale e sui Azioni di contrasto all’inquinamento 2009 2010obiettivi: comportamenti di guida più rischiosi: atmosferico (in base a Pac)• ridurre le emissioni nocive prodotte dalla • è stato aggiornato il Piano urbano del Trafficomobilità motorizzata (PUT), che ha incluso anche la revisione delle• migliorare la sicurezza stradale per pedoni, regole su ZTL e Aree pedonali; n. giorni di limitazioneciclisti, aumobilisti e conducenti di veicoli • è stato verificato lo stato di fatto e sono state alla circolazione in 4 3• proteggere e incoraggiare la mobilità individuate possibili soluzioni e proposte centro storicociclabile, pedonale e con i mezzi pubblici, con integrate con il Piano della Mobilità (Pianoparticolare riguardo alle componenti più deboli Particolareggiato del Traffico per il centro città); Consapevole del fatto che i problemi di inquinamento e mobilità(bambini, anziani, persone a mobilità ridotta). • con il Piano di Azione Comunale (PAC), sono non sono risolvibili allinterno dei confini udinesi,Per raggiungere gli obiettivi sono state poste in state regolamentate le criticità legate lAmministrazione si è impegnata a sviluppare una volontà diessere diverse azioni di pianificazione allinquinamento con azioni come il blocco del azione unitaria sovracomunale, facendo da capofila al "Patto percoordinate e integrate, frutto di un approccio traffico veicolare in caso di ripetuti sforamenti un Sistema Urbano Udinese sostenibile", per promuovere,scientifico che incrocia le statistiche di rispetto ai valori limite previsti. assieme ai comuni dellhinterland, studi sullo statoincidentalità con valutazioni sulla pericolosità dei dellambiente e verificare politiche e programmi singoli e comuni.ZTL, AREE PEDONALI E CICLABILI Zone sottoposte a limitazioni al traffico Torre, Area Peep Ovest) PERCORSI CICLABILI motorizzato - anno 2010 ml In questo triennio lAmministrazione ha puntato 41.615 42.575 46.924 Strade soggette a limitazione degli accessi anche allincremento dei percorsi ciclopedonali (aree pedonali e zone a traffico limitato) 6.461 (circa m. 7.000 nel 2008, oltre m. 14.000 nel Strade soggette a limitazione del regime di 2010). in metri lineari marcia (ZTPP, zone 30, limite 30, attraversamento) 8.469 Nel triennio,sono state in particolare realizzate, o sono in corso di realizzazione in città: 2008 2009 2010 Totale strade con limitazioni al traffico motorizzato 14.930 • lanello ciclabile di p.le XXVI Luglio (collega i tratti esistenti di viale Ledra e via M. Volpe); • il percorso ciclabile di Viale Europa Unita; Opere ciclabili* avviate o concluse nel periodoIl mandato Honsell prevede: • la pista ciclabile del sottopasso di Viale Vat; 2008-2010:• il completamento della rete ciclabile, • il percorso di Via Zanon; 1. Percorso ciclabile viale Europa Unitaverificando la funzionalità di quelle esistenti • la ciclopedonale di Chiavris – Molin Nuovo. 2. pista ciclabile sottopasso viale Vat• la realizzazione di tre dorsali verdi (percorsi 3. ciclo-pedonale Chiavris-Molin Nuovociclabili nel verde per raggiungere il Parco del Allinterno dei parchi Cormor e Torre le piste *(le opere citate non comprendono i percorsiCormor, Cussignacco, Area Peep Est/Parco del ciclabili si estendono per quasi 8.900 metri. ciclopedonali) I lavori pubblici per una mobilità sicura Per sensibilizzare a una mobilità Altre azioni: • modifica attraversamenti pedonali e immissione in sostenibile anche i più giovani, • avviata la redazione del piano carreggiata per i mezzi SAF in via Forni di Sotto, p.le S. M. della lAmministrazione ha potenziato in urbano della mobilità: concertazione Misericordia e intersezione vie Bernardinis - Monte S.Marco. questi anni il progetto Pedibus, che con i comuni dellhinterland, In centro, numerosi interventi “leggeri” di: ha coinvolto, in un anno, 105 bambini procedura di affidamento dei servizi di • segnaletica orizzontale, verticale e complementare che hanno percorso 5.200 chilometri a sviluppo del piano • soluzioni di arredo per la migliore integrazione di percorsi e piedi, consentendo il risparmio di 836 fermate del trasporto pubblico con gli spazi stradali. chilogrammi di Co2).IL BIKE SHARING n. utilizzatori BikeSharing Durata utilizzo bike sharingLAmministrazione Honsell ha favorito la mobilitàsostenibile attraverso il servizio di biciclette 1%"pubbliche" per gli spostamenti in città, attivato nel 1%2009. 172 2% Residenti a Udine Residenti fuori Comune 5% 115 91% Nel 2° anno di utilizzo del bike sharing il trend è in 95 evidente crescita, sia tra i residenti (+32,2%) che tra 87 i non residenti (+81,1%). Meno di 30 minuti (gratuito) Oltre il 90% degli utilizzatori ha utilizzato il servizio 30 minuti - 1 ora per spostamenti di durata inferiore ai 30 minuti 1 ora – 2 ore (da una stazione di posteggio allaltra), 2 ore – 4 ore beneficiando della prevista gratuità. Oltre 4 ore 2009 2010
  3. 3. UDINE CITTÀ DI QUALITA’LA “BUONA PRATICA” COMUNALEParco mezzi del Comune Consumo dei mezzi del Comune (tonnellate di petrolio)150 80 Gasolio Verde Metano 2008 60100 2009 2010 4050 20 0 0 biciclette veicoli Euro 0-1-2 veicoli Euro 3-4-5 veicoli elettrici 2008 2009 2010Anche il Comune fa la sua parte, spingendo lutilizzo della bicicletta negli Il grafico registra un trend in calo delle risorse consumate (kwH).spostamenti di lavoro dei suoi dipendenti e ammodernando il suo parco veicolicon mezzi più "ecologici".IL MONITORAGGIO DEGLI INQUINANTI n. superamenti dei valori limiteINQUINAMENTO ATMOSFERICO 42Il Comune sta riorganizzando, in collaborazione con ARPA, la rete di 35rilevamento degli inquinanti in città per adeguarla alla vigente normativa e 29 PM10 - polveri sottilidefinire – anche con la Regione - piani di azione e miglioramento della qualità BIOSSIDO DI AZOTOdellaria. OZONO 11l monitoraggio avviene, in convenzione con ARPA, attraverso 6 centraline 5 4fisse (di cui 4 rilevano anche le polveri sottili) e una centralina mobile 2 2 2008 2009 2010 17 n. rilievi su inquinamento elettromagneticoELETTROMAGNETISMO 16 da antenne di telefonia mobile 2008-2010 Nota. L’anno 2010 comprende i mesi da aprile a dicembre.Tutte le rilevazioni di monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico hanno 12 13registrato valori inferiori al limite di legge di 6 Volt/metro: la maggior parte delle 2008 11rilevazioni sono state di valore addirittura inferiore a 1 Volt/metro e per la quasitotalità si sono registrati valori inferiori a 3 Volt/metro. 2009 8Nel 2010 è stata demolita la mega-antenna sopra il palazzo dellUpim ed è 2010stata avviata la moratoria sul piano antenne e la revisione del piano antenne. 3 1 - da 0 a 1 V/m - - da 1 a 3 V/m - - da 3 a 6 V/m -LE POLITICHE DEI RIFIUTI "Le politiche dei rifiuti vanno indirizzate verso riuso e riciclo, la razionalizzazione e linnovazione, con una strategia multipla…" Dalle “Linee programmatiche di mandato per gli anni 2008-2013” Andamento della raccolta differenziata Udine (anni 2008-2010) (in tonnellate) La raccolta dell’umido 2008 2009 (in tonnellate) 57,10% 54,00% Frazione umida 6.406,2 9.139,2 45,10% I dati 2010 sono in fase di elaborazione . Fonte: NET Spa 59.612 57.722 57.757 LAmministrazione si è impegnata in questo triennio % raccolta differenziata 26.028 per avviare in tutto il territorio comunale la raccolta 31.167 34.013 differenziata della frazione umida, ponendosi Rifiuti indifferenziati lobiettivo finale di raggiungere il 65% di raccolta differenziata. Raccolta differenziata I dati registrano il salto di qualità fatto in questi anni 31.694 26.591 25.600 sullargomento. 2008 2009 2010
  4. 4. IL TEMA DELL’ENERGIA È necessario un forte investimento sui temi dellenergia… Vanno realizzate le azioni del Piano Energetico Comunale finalizzate a un uso razionale dellenergia, risparmio energetico, incentivo alle fonti alternative, innovazione tecnologica.” Dalle “Linee programmatiche di mandato per gli anni 2008-2013” Azioni a breve e lungo termine del PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile) messe in atto: • concesse in via sperimentale superfici di proprietà Obiettivi Le cose fatte comunale per impianti fotovoltaici (scuola materna DArtegna) • sviluppata la raccolta e messa a sistema dei dati energetici delle utenze comunali legate al consumo denergia, per creare Realizzare le azioni del Piano o Approvato il nuovo Piano Energetico Comunale (PEC), che ha un sistema informativo efficiente e aggiornabile; Energetico Comunale (PEC) raccolto, elaborato e interpretato i dati energetici delle strutture • impostato il monitoraggio per i consumi di acqua comunali e del territorio udinese; • sottoscritta la convenzione con Consorzio Ledra o Adesione del Comune al Patto dei Sindaci "Covenant of Mayors", che Tagliamento e Università per lo studio, e leventuale impegna le città europee ad adottare politiche tese a ridurre le progettazione e realizzazione di interventi per lutilizzo a fini emissioni di CO2 del 20% al 2020; energetici dei salti di fondo dei canali e delle rogge del territorio o Approvato il Piano dAzione per lEnergia Sostenibile (PAES), che comunale; elaborato lo studio di fattibilità tecnico-economica prevede 13 azioni a breve termine e 9 azioni a lungo termine inerenti i di tre siti temi del risparmio, dellefficienza energetica e della riduzione delle • sottoscritto lAccordo di Programma con Azienda emissioni di gas climalteranti. Ospedaliero-Universitaria e Università per il "progetto per la costruzione e la gestione di una nuova centrale tecnologica, di un impianto di cogenerazione e dei cunicoli tecnologici, del promuovere politiche locali per o Adesione del Comune al progetto Cyber Display; le principali azioni: centro servizi e laboratori e di una rete di teleriscaldamento la sostenibilità energetica • Eventi tematici di comunicazione (es. "Energia di Primavera"; cittadino", che prevede nellarea Nord-Ovest della città 13 Km di stand a "Friuli DOC", "Energia in gioco") tubazioni a servizio di 39 grandi utenze; • Percorsi educativi per le scuole per promuovere nelle nuove • attivato il nuovo contratto per lenergia elettrica (affidato a generazioni la cultura del risparmio energetico ("A scuola di AMGA Energia & Servizi s.r.l.) con formula basata su tariffe fisse energia!" ha coinvolto ca. 600 alunni) che, dalla sua attivazione, ha fatto registrare un risparmio di • Adozione del Sistema "Casa Clima" FVG" per la certificazione circa il 12% medio su tre mesi di osservazione. Dal 2011, in energetica degli edifici (approvazione del regolamento) accordo al Piano dAzione per lEnergia Sostenibile, il contratto o Realizzati i GAS - Gruppi di Acquisto di impianti fotovoltaici solari prevede lobbligo di fornitura del 100% dellenergia elettrica da termici, attraverso convenzioni quadro rivolte a installatori (n. 11 fonti energetiche rinnovabili. imprese aderenti) e istituti di credito (n. 3 banche aderenti). Organizzati 8 incontri nelle circoscrizioni (88 adesioni)LA TUTELA DEL VERDE "Andranno valorizzate e implementate le iniziative di tutela del verde cittadino ripensando la pianificazione urbanistica integrandola con i territori limitrofi e superando le divisioni territoriali allinterno del comune che possono creare zone di emarginazione .” Dalle “Linee programmatiche di mandato per gli anni 2008-2013”Il programma Honsell prevedeva: I principali interventi realizzati • Parco del Torre: terminata la realizzazione (espropri, lavori di bonifica, viabilità e verde)• riqualificazione dei grandi parchi (Cormor, Foni, Torre) • Parco del Cormoor: avviati i lavori per laccesso in prossimità del cimitero dei Rizzi• interventi in aree verdi cittadine (via Valente, via di Brazzà, • Parco Foni: avviati i lavori per il secondo accesso lato viale Venezia (lintervento prevede anchevia Pola-via Sebenico, via Joppi-via della Roggia, ecc.) lilluminazione del parco)• una nuova area verde nelle vie Bertaldia e Mazzini, • Piantumazioni in Piazzale XXVI Luglio e via Sabbadiniintitolata alle "Vittime delle Foibe" • Roggia di Cussignacco (zona centro): in corso lultima fase della progettazione per la• nuovi alberi in piazzale XXVI Luglio riqualificazione• interventi su argini e rogge (via Grazzano e roggia di • Roggia di via Grazzano: realizzata.Palma a Cussignacco) • Realizzazione della nuova area verde (vie Bertaldia e Mazzini) intitolata alle "Vittime delle Foibe"• intervento sul sedime del rilevato ferroviario Udine-Buja, • Approvato progetto definitivo per la sistemazione di varie aree verdi e ricreative e di sistemi diper una "forestazione" e creazione di un "bosco di città" irrigazione• progettazione e realizzazionedi un modello di gestione • Nuovi impianti di alberature in varie zone, con particolare attenzione alla biodiversità (come neldel verde pubblico e privato efficace, efficiente e partecipato viale "misto" di viale Mons Nogara e Viale Boccaccio)• realizzazione dei due parchi del Cormôr e del Torre • primi "boschi in città": piantumati oltre 5.000 nuovi alberelli (astoni) nelle aree verdi di via Zilli,• realizzazione di un piano di collegamento funzionale tra via Lombardia, via Zucchi, via Val dIncarojo e nei Parchi del Cormor e del Torrearee verdi esterne ed interne alla città e tra quelle della città, • nuove aiuole fiorite in Piazzale Cella, via Grazzano, viale delle Forze armate, Piazzalecon interventi di cura delle alberature stradali e dei percorsi DAnnunzio e 2 nuovi prati fioriti sulle rotonde di viale Tricesimo e di via Colugna.lungo le rogge • Via dello Sport: bonificata unampia zona di bosco a lato dellarea sportiva • Messa in sicurezza dellarea verde della Caserma Piave.VERDE FRUIBILE (mq) 71.632 Il verde urbano fruibile rappresenta uno dei fattori che influenzano la qualità della vita2010 679.529 370.289 189.965 201.904 294.061 1.807.380 in città: anche attraverso laffidamento dei 71.632 servizi di manutenzione è stato valorizzato Aree verdi attrezzate Aree verdi e incrementato il patrimonio verde della2009 667.129 370.289 189.965 201.904 294.061 1.794.980 città (dalle aree verdi ai cigli stradali) Parchi naturali Scuole assicurando i necessari interventi di sfalcio 71.632 Centri sportivi delle aree, potature di alberi, nuovi Giardini storici2008 660.952 370.289 189.965 201.904 294.061 1.788.803 impianti e manutenzione delle aiuole.
  5. 5. UDINE CITTÀ DI QUALITA’PIANIFICAZIONE E RIQUALIFICAZIONE URBANA "Dal punto di vista della pianificazione territoriale: Udine deve valorizzare la sua vocazione di città emporiale e artigianale, ma non solo… Dobbiamo pensare ad inventare una città nuova che si apra al futuro. Un futuro da plasmare con il più elevato livello di coinvolgimento di cittadine e cittadini sulle scelte urbanistiche strategiche e di dettaglio oltre al coinvolgimento e la partecipazione su piano paritario dei Comuni confinanti interessati…” Dalle “Linee programmatiche di mandato per gli anni 2008-2013”23 incontri con i cittadini nei quartieri “COSTRUIAMO IL PIANO” Coinvolgimento dei cittadini attraverso(1.200 partecipanti e ca. 400 contributi) questionari tematici (tot. questionari compilati: 540):11 incontri con stakeholder (associazioni di categoria, comitati, ecc.) percorso partecipato “La città solidale”: distribuzione alle associazioniCoinvolgimento studenti: “Costruiamo il piano”: distribuzione ai cittadini- tavoli tematici al CCR “La città sociale”: distribuzione alle parrocchie- incontri e pubblicazione elaborato “La discarica delle idee” “Tutta la mia città”: distribuzione agli studenti CITTADINI IL NUOVO PIANO REGOLATORE PER LA CITTA’ ASSOCIAZIONI DI COMITATI E ASSOCIAZIONI CATEGORIA DI CITTADINI LE RISPOSTE GIA DATELITER AMMINISTRATIVO Variante n. 179 relativa al progetto Hospice Varianti puntuali al Piano regolatore (17 Firmati Accordi di Programma Approvate dal Consiglio adottate, 196 approvate) per definire interventi e Comunale le Direttive Piani Particolareggiati: 9 approvati, 10 in azioni orientate al riassetto urbanistiche fase di istruttoria Variante n. 187 riqualificazione ex deposito funzionale e urbanistico di pali ENEL. varie aree della città Affidato lincarico per la Variante gestionale n. 169 che regolarizza redazione del nuovo Piano questioni amministrative Variante n. 172 che norma le altezze dei nuovi edifici per evitare “ecomostri” Obiettivi Le cose fatte Redigere un Piano Regolatore organizzato in due o Avviato il percorso partecipato "Costruiamo il Piano" per lapprovazione del nuovo Piano Regolatore: livelli: • Realizzati nei quartieri 23 incontri con cittadini e 11 con stakeholder (associazioni di categoria e varie) per presentare in forma • strutturale (obiettivi e strategie, verificati su congiunta il Piano Regolatore e il Piano Urbano della Mobilità. I cittadini hanno indicato il "posto più bello" in città, iniziativa che ha scala di Sistema Urbano Udinese) ispirato la collaborazione con il FAI Fondo Ambiente Italiano nellambito della campagna nazionale "I luoghi del cuore". • operativo (città consolidata, normativa e o Affidato lincarico per lelaborazione del nuovo Piano regolatore. sistema delle trasformazioni urbane). o Approvate le Direttive urbanistiche per il nuovo P.R.G.C. , che fissano gli obiettivi per il nuovo strumento urbanistico. Ex caserma Piave: avviato il progetto per il secondo polo sanitario o Ex Macello: approvato il progetto definitivo per il recupero o Recuperare le aree dismesse industriali o Ex deposito pali dellEnel (via Del Bon): approvato il progetto di riqualificazione per opere di edilizia convenzionata o comunque non più utilizzate e delle caserme, in Ex caserma Osoppo: realizzato studio di fattibilità per utilizzo a fini di edilizia residenziale pubblica e altre funzioni pubbliche o particolare nellambito del Prusst e della Stu (riservando una porzione ad insediamenti terziari privati) Approvato il progetto di riqualificazione della circoscrizione doganale (Mercato ortofrutticolo) o Rimesso in funzione parte dellimmobile di via Pradamano (convenzione con Modidi e Università di Udine) o Avviato percorso per emanare il bando del Camping del Cormor o Completata la rifunzionalizzazione della casa del custode di via Colugna con lassegnazione a Friuli Innovazione e Fondazione Snaidero o Attivata convenzione con Carabinieri (NAS e NOE) per il recupero e lutilizzo della caserma di di Viale XXIII marzo o o "Patto per la sostenibilità del sistema urbano" con 12 Comuni dellhinterland (Sovragenda, estensione di Agenda 21) sui temi di Potenziare la collaborazione con i Comuni vicini urbanistica, ambiente, traffico e mobilità; la sua prima attuazione è il Progetto "SUUperAgenda", per affrontare temi relativi a mobilità e ("intercomunalità") turismo sostenibile, economia e identità locale e condivisione partecipata delle strategie per il futuro del territorio, in unottica di area vasta, in linea con la fase di redazione del nuovo Piano Regolatore e con le relative strategie strutturali sovracomunali; organizzati 4 forum sovracomunali (9 comuni coinvolti) e 10 forum tematici con realtà economiche e associative. o Condivisione delle linee direttive del Piano Regolatore con i sindaci dellhinterland o Condivisione della prossima Variante III al Piano Territoriale Infraregionale, per lampliamento funzionale della Zona Industrialecon gli altri due Comuni del Consorzio ZIU (Pavia di Udine e Pozzuolo del Friuli) o Avviata consultazione con i Comuni contermini per regolamentare in maniera unitaria e condivisa il futuro dei parchi del Torre e Cormor Tutelare e valorizzare la città nella sua evoluzione o Normate le altezze dei nuovi edifici in base alle caratteristiche urbanistiche della zona, per evitare la costruzione di “ecomostri”.
  6. 6. SICUREZZA "Le priorità sono: una più capillare presenza degli agenti di Polizia municipale sul territorio del Comune a scopo di prevenzione e rassicurazione dei cittadini, oltre che di crescita dellefficacia operativa; una difesa dei luoghi simbolici e dei monumenti cittadini dagli atti vandalici (in particolare dai graffiti) mediante sorveglianza h. 24 mediante una rete di telecamere collegate a una centrale operativa tecnologicamente avanzata; un miglioramento del monitoraggio del traffico - in particolare nei punti e nelle fasce orarie critiche - mediante lutilizzo di telecamere; un utilizzo di volontari per i compiti ausiliari di Polizia municipale quali il controllo degli accessi alle zone chiuse al traffico in occasione di grandi manifestazioni (…) e il controllo dei passaggi pedonali davanti alle scuole. Occorrerà infittire la rete con ulteriori telecamere.” Dalle “Linee programmatiche di mandato per gli anni 2008-2013”Lattività di prevenzione della Polizia Municipale Alunni coinvolti in progetti di +111%riguarda diversi ambiti: sicurezza stradale, tutela del educazione stradale e sicurezzapatrimonio, vigilanza sul territorio e tutelaambientale.Il flusso di telefonate alla Sala Operativa supera le66.000 telefonate allanno (entrata/uscita)La Polizia Municipale è anche impegnata in attività ditutela della sicurezza (repressione di violazioni di +88% 1986 N. alunni coinvolticarattere penale) su delega delle Forze dellordine. Variaz. Percenutale 941 500 2008 2009 2010 Numero controlli preventivi. 840 820 su parchi e aree verdi 2009 2010 750 Polizia Municipale 2008 vigilanza veterinaria su affissioni e pubblicità n. agenti in servizio 67 72 71 su edilizia n. servizi/eventi presidiati 292 352 382 su autoveicoli in stato di abbandono n. sanzioni/contravvenzioni 32.033 32.908 27.263 (eccesso di velocità, guida in 214 204 stato di ebbrezza, 178 187 154 160 160 147 140 attraversamenti con rosso, 127 120 130 divieto di sosta e fermata) n. incidenti 896 834 867 2008 2009 2010 Obiettivi Le cose fatte Più capillare presenza sul territorio degli agenti di Vigilanza in orario continuato (7.30-20.00) nel quartiere Borgo Stazione (2 agenti) a scopo di prevenzione e promozione o Polizia Municipale dellintegrazione multiculturale Monitoraggio aree periferiche, con potenziamento dei Vigili di Quartiere (nel 2009 sono raddoppiato sopralluoghi e contatti con i o cittadini) Potenziata presenza e visibilità servizio serale/notturno (attivazione dalle ore 20 alle due di notte di pattuglie "aggiuntive"). o Affinato e potenziato il servizio di controllo al disturbo alla quiete pubblica (anche in abiti borghesi), anche su segnalazione di cittadini e o in collaborazione con la Magistratura; Realizzata linterconnessione fra Sale Operative di Polizia Municipale, Questura, Comando Carabinieri e Comando Vigili del Fuoco o Realizzare linterconnessione delle sale operative o Installate ca. 20 nuove telecamere in aree e strade cittadine, inclusa larea del cimitero delle forze dellordine o Prima elaborazione del "Piano Comunale di Protezione Civile", per razionalizzare ed organizzare le azioni in situazioni di emergenza Incrementare il numero di telecamere Rendere sempre più effficienti le attività della Protezione Civile

×