0
PROGRAMMA N. 7: POLITICHE FISCALI E IMPRENDITORIA COMUNALE                           109
110
PROGETTO 7.1 POLITICHE FISCALIOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Attività preparatorie per ...
Valore obiettivo      Valore al 31/12/2011Descrizione                                                       (target)Numero...
ATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Durante il 2011 la gestione ordinaria non ha presentato particolari problematicità,...
PROGETTO 7.2 COMUNE IMPRENDITOREOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Aggregazione societarie ...
Titolo obiettivo 2: Internazionalizzazione società del Comune verso la Nuova EuropaIndicatori:                            ...
Complessivamente sugli aspetti strategici delle società permane ancora una certa indeterminatezza a causa dei quadri norma...
OPERE PUBBLICHE COLLEGATE AL PROGETTO                                    previsionale/    Progetto     Progetto      Proge...
PROGETTO 7.3 SERVIZI FUNEBRIATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Nel corso dell’annualità si è proseguito con la finalit...
SPESA PER PROGRAMMI - ANNO 2011                                                                 PREVISIONI INIZIALI    PRE...
120
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Programma 7 consuntivo 2011

264

Published on

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
264
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Programma 7 consuntivo 2011"

  1. 1. PROGRAMMA N. 7: POLITICHE FISCALI E IMPRENDITORIA COMUNALE 109
  2. 2. 110
  3. 3. PROGETTO 7.1 POLITICHE FISCALIOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Attività preparatorie per riforma tributi locali in attuazione del federalismo fiscaleIndicatori: Valore obiettivoDescrizione Valore al 31/12/2011 (target) 13 185 (5 441 contrattiNumero di compravendite caricate in automatico sulla d’acquisto + 7 744 11.500banca dati ICI denunce di acquisto e vendita)Numero di posizioni popolate automaticamente 7.100 9 493Attività svolta nel 2011:Con il D.L. 201/2011 e’ stata introdotta l’Imposta Municipale Propria con decorrenza dall’anno fiscale 2012 stravolgendo le precedentiprogrammazioni sul federalismo fiscale che prevedevano l’introduzione dal 2014.I Comuni della Regione F.V.G. parevano essere inizialmente abbastanza poco coinvolti nel processo del federalismo fiscale, dovendo essere ilpercorso interamente recepito dalla Regione, prevedendo un tavolo permanente di confronto Regione-Autonomie che però non e’ mai partito.Nella parte iniziale dell’anno e’ stato monitorato il processo legislativo, in particolare il D. Lgs 23/2011 e la raccolta dei dati per i costi standard(che però non ha interessato questa Regione). Nella parte finale del 2011, quando ci si e’ resi conto dell’anticipazione dell’IMU al 2012, e’ stataeffettuata una valutazione generale dell’impatto della riforma nei conti del Comune e nell’organizzazione del lavoro del Servizio Entrate.Titolo obiettivo 2: Gestione efficiente tributi comunali e lotta evasione tributi erarialiIndicatori: Valore obiettivo Valore al 31/12/2011Descrizione (target)Numero di revisioni di classamento catastale effettuate 30 7 111
  4. 4. Valore obiettivo Valore al 31/12/2011Descrizione (target)Numero di posizioni contributive sospette su tributi 50 22erariali segnalati all’Agenzia delle EntrateAttività svolta nel 2011:Durante il 2011 e’ proseguita l’attività di gestione dei tributi prestando la massima attenzione all’acquisizione il più possibile informatizzata dellevariazioni ai fini ICI (compravendite, variazioni anagrafiche, variazioni di destinazione urbanistica, nuovi accatastamenti ecc.) al fine di ridurre gliadempimenti a carico del contribuente.Sono stati inviati ai contribuenti 8.013 bollettini ICI precompilati.Sono proseguite le attività di bonifica della banca dati anche in una logica di prossima introduzione dell’IMU.Relativamente alle aree edificabili e’ stata effettuata una sovrapposizione tra le aree denunciate dai contribuenti e quelle risultati nel PRGC al fine diindividuare quelle non dichiarate.E’ stato inoltre predisposto un collegamento tra il Data base dell’ICI ed il sistema informativo Territoriale del Comune al fine di ottenere unarappresentazione grafica delle aree denunciate e dei loro valori. In questo modo si riesce a verificare la dinamica dei valori nel territorio comunale ela loro congruenza.Nel 2° semestre 2011, in conseguenza dell’adozione della variante generale al PRGC sono stati individuati tutti i terreni che sono diventatiedificabili e quelli passati da edificabili a non edificabili; e’ stata effettuata la comunicazione puntuale al singolo contribuente di tali variazioni.Sono state inoltre fornite le informazioni necessarie relative a tali informazioni ed in particolare le valutazioni delle nuove aree per effettuare ilversamento del saldo 2011.Relativamente alla lotta all’evasione dei tributi erariali è stato effettuato un incrocio dei dati degli immobili risultanti dalle dichiarazioni dei redditicon i dati presenti nella banca dati ICI; sono stati individuati gli immobili non inseriti in dichiarazione e segnalati all’Agenzia delle Entrate.E’ stato controllato il corretto classamento catastale di alcuni gruppi di immobili di classe A7 che presentavano i requisiti dimensionali degliimmobili di lusso e di immobili “fantasma” non accatastati. In alcuni casi si è ottenuta la revisione della classificazione in A8, in altri la semplicerevisione catastale in categoria superiore o l’accatastamento, qualora non presente.Il Comune e la Net hanno iniziato un’ampia campagna di controllo della correttezza delle superfici dichiarate ai fini della Tassa di IgieneAmbientale, Si e’ proceduto all’analisi delle planimetrie catastali, alla misurazione delle superfici e al confronto con le superfici dichiarate. A talfine e’ stato effettuato l’aggiornamento nel Sistema Informativo Territoriale del Comune delle planimetrie catastali di tutti i nuovi accatastamenti. 112
  5. 5. ATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Durante il 2011 la gestione ordinaria non ha presentato particolari problematicità, sono state sempre garantite tutte le attività di informazione eassistenza ai contribuenti ed è proseguita l’attività di controllo dei versamenti e di lotta all’evasione.In particolare si e’ dovuta potenziare l’assistenza ai contribuenti per fornire informazioni sulle variazioni di valore delle aree edificabili a causa dellavariante generale del PRGC che ha apportato consistenti modifiche ai fini ICI.L’ incremento dei mancati pagamenti per le imposte e prestazioni di servizi, derivante dalle condizioni economiche deteriorate, ha reso necessarioun maggior controllo in particolare per i solleciti e le riscossioni coattive.Indicatori di impatto: Valore Valore alGestione tributi Indicatore obiettivo 31/12/2011 (Target) 2011Efficacia Recupero di tributi erariali evasi 30.000 11.000 Totale degli avvisi diEfficienza 2.500 3.110 accertamento tributario effettuati 113
  6. 6. PROGETTO 7.2 COMUNE IMPRENDITOREOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Aggregazione societarie e consolidamento concessioni della gestione del servizioIndicatori: Valore obiettivoDescrizione Valore al 31/12/2011 (target)Rispetto della data prevista per il 30/09/2011per ON OFFcessione ramo SII di Amga a CafcEffettuazione della gara per la ricerca del socio privato ON OFFdi NetEffettuazione della gara per la ricerca del socio privato ON OFFdi SSMAttività svolta nel 2011:L’esito referendario del giugno 2011 ha abrogato l’art. 23 bis del D.L. 112/2008 modificando lo scenario e la programmazione strategica dellesocietà definita ad inizio anno.Le previste gare per la ricerca del partner privato di Net e SSM sono state sospese e si sta valutando, a seguito delle recenti modifiche introdotte agliartt. 3-bis e 4 del D.L. 138/2011, quale sia la strada migliore da intraprendere posto che, oltre alle gare per il servizio (da avviarsi entro il nuovotermine del 31/12/2012) è altresì consentito mantenere per un ulteriore triennio la gestione in house dei SPL ove si realizzi l’aggregazione di ununico gestore a livello di ambito.In questa direzione si colloca l’aggregazione tra Net e Csr, già completata ad agosto 2011 sotto l’aspetto giuridico e societario, di cui sono in faseavanzata di attuazione le operazioni di riorganizzazioni gestionale volte all’ottimizzazione delle due precedenti strutture aziendali.L’operazione di trasferimento del Servizio Idrico Integrato da Amga a Cafc, attraverso una scissione del ramo non proporzionale, è stata rallentatadall’esito referendario e in particolare dall’abrogazione della norma che prevedeva “l’adeguatezza del capitale investito” in quanto il peritonominato dal Tribunale ha rilevato delle difficoltà a confermare il valore del ramo SII di Amga e del Cafc.Successivamente il dissenso di un socio privato di Amga ha vanificato ogni sforzo, bloccando di fatto l’attuazione dell’iniziale progetto di scissione.Considerata però la necessità di separare tutti gli affidamenti diretti di Amga entro il 2013, nonché la costante volontà dell’AATO di addivenire adun unico gestore d’Ambito, il Comune è intenzionato a procedere all’approvazione di un nuovo progetto di scissione di Amga da realizzare nelcorso del 2012. 114
  7. 7. Titolo obiettivo 2: Internazionalizzazione società del Comune verso la Nuova EuropaIndicatori: Valore obiettivoDescrizione Valore al 31/12/2011 (target)Numero di nuovi utenti allacciati in Bulgaria 750 455Attività svolta nel 2011:In Bulgaria l’attività è proseguita pur se con alcune difficoltà nel collegamento di nuove utenze gas (clienti finali) a causa della crisi economica chenei paesi dell’Est Europa è più forte che in Italia e delle politiche statali che favoriscono il riscaldamento a corrente elettrica rispetto a quelle a gasnaturale. Questo ritardo rispetto ai programmi non ha creato però particolari criticità gestionali in quanto la BSTC ha già creato una certa estensionedi reti infrastrutturali e ha raggiunto un equilibrio finanziario tant’è che ora gli investimenti vertono prevalentemente sugli allacciamenti piuttostoche sullo sviluppo della rete..L’attività di sviluppo nell’Est Europa di Udine Mercati si basa sul riammodernamento delle piattaforme logistiche a Udine, sulla creazione di unanuova struttura dotata di celle frigorifere e sulle opere di miglioramento della viabilità. I cantieri sono partiti nel corso del 2011 e si ritienegiungeranno a conclusione entro il 2013.Anche per Udine Mercati il calo dei volumi dovuto alla crisi è evidente e per la prima volta ha creato problemi alla piena occupazione degli spazi esi è dovuto ritoccare le tariffe di ingresso. Tuttavia i risultati del 2011 sono in linea con quelli degli anni precedenti grazie ad una attenta gestione sulfronte dei costi.Energo, la società Croata nella quale Amga nel 2011 ha raddoppiato la propria partecipazione, prosegue la gestione pur se in condizioni economichenon facili a causa del blocco delle tariffe, del lievitare dei costi energetici e di criticità organizzative non ancora risolte. Gli investimenti in nuovereti ed impianti sono terminati e si attende per il prossimo anno termico il riequilibrio delle tariffe oltre ad incisivi interventi di efficentamentoaziendale.ATTIVITÀ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Società partecipateL’attività istituzionale prevede il monitoraggio stretto delle società sia per gli aspetti economici che strategici.Sotto l’aspetto economico le società si mantengono solide pur risentendo talvolta delle forti criticità indotte dalla persistente crisi economicasoprattutto in ambito finanziario.Il Consiglio Comunale ad aprile con una delibera di auto organizzazione ha definito le procedure per la programmazione strategica delle società eper i controlli sulle stesse.L’ufficio svolge un costante lavoro di raccolta e analisi dei dati aziendali per il monitoraggio economico e strategico delle varie società. 115
  8. 8. Complessivamente sugli aspetti strategici delle società permane ancora una certa indeterminatezza a causa dei quadri normativi di riferimentoancora non del tutto delineati, ancorché molte disposizioni mancanti siano finalmente state emanate.Permangono in particolare delle incertezze sugli obblighi di liberalizzazione dei diversi settori e sulle future gare per i servizi, in particolare dinettezza urbana e della sosta, mentre per la distribuzione del gas naturale pare ormai certo il rinvio delle gare al 2° semestre 2013.E’ in corso il processo di dismissione delle società non essenziali, deciso dal Consiglio Comunale a dicembre 2010, che viene condottodistintamente per ciascuna partecipazione interessata, con forme e modalità specifiche.Contratti di ServizioCon riferimento al contratti di servizio di Gestione Calore è stato stipulato il relativo "Atto Aggiuntivo" che ha novato il termine contrattuale digestione di ulteriori 5 anni e quindi fino alla stagione 2015/2016 per il contratto calore.Per il medesimo contratto Amga ha iniziato a realizzare gli interventi previsti dal contratto, predisponendo laddove necessario gli elaboratiprogettuali adeguati.Sono in fase di realizzazione gli studi di fattibilità inerenti linstallazione dei pannelli fotovoltaici, dopo lindividuazione degli edifici da utilizzare.Per quanto riguarda il contratto della pubblica illuminazione il panorama normativo è in continua evoluzione e pertanto si attende che venga definitolassetto dei servizi pubblici locali.Indicatori di impatto: Valore Valore alSocietà partecipate Indicatore obiettivo 31/12/2011 (Target) 2011 Importo totale dividendi percepitiEconomicità 3.000.000 5.105.000 dal Comune di Udine Analisi di customer satisfaction Per AmgaQualità percepita effettuate rispetto valori n.d. minimi AEEGOPERE PUBBLICHESono iniziati i lavori di ampliamento e ristrutturazione funzionale del complesso Mercato agroalimentare all’ingrosso che permetteranno lariqualificazione della struttura. 116
  9. 9. OPERE PUBBLICHE COLLEGATE AL PROGETTO previsionale/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazio ConsegnaN. SUB DESCRIZIONE Fine lavori Collaudo effettiva preliminare definitivo esecutivo Gara ne lavori INTERVENTI previsionale 15-apr-09 09-lug-09 09-lug-09 09-lug-09 12-gen-10 31-dic-11 31-lug-12 31-gen-13 INFRASTRUTTURALI PER6638 000 MIGLIORAMENTO LOGISTICA MOF effettiva 15-apr-09 09-lug-09 09-lug-09 12-gen-10 11-ott-11 INTERVENTI DI AMPLIAMENTO E previsionale 25-set-07 25-nov-08 20-nov-09 20-nov-09 20-lug-10 15-apr-11 31-ott-12 31-mar-13 RISTRUTTURAZIONE FUNZIONALE COMPLESSO5238 000 MERCATO AGROALIMENTARE ALLINGROSSO, IMPIANTI E effettiva 25-set-07 25-nov-08 20-nov-09 20-nov-09 20-lug-10 31-mar-11 STRUTTURE COMPLETAMENTO MERCATO previsionale ORTOFRUTTICOLO NELLA0191 000 Z.A.U. - 3° LOTTO - 3° STRALCIO effettiva 117
  10. 10. PROGETTO 7.3 SERVIZI FUNEBRIATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Nel corso dell’annualità si è proseguito con la finalità di limitare l’espansione dei cimiteri cittadini nel rispetto del Regolamento di Polizia Mortuariae del Piano Regolatore Cimiteriale con la completa definizione del catasto cimiteriale informatizzato.Durante l’annualità sono state effettuate n 1164 cremazioni di salme e n. 1241 cremazioni totali, numeri consistenti stante la capacità della struttura.E’ stata regolarmente effettuata l’attività riferita alle correnti operazioni cimiteriali specifiche (rilascio autorizzazioni, inumazioni, tumulazioni,esumazioni, sfalci e pulizia degli spazi cimiteriali etc.) e si è provveduto ad effettuare n. 174 tra esumazioni ed estumulazioni, operazioni in crescitarispetto l’annualità precedente, che permettono la turnazione dei campi, limitando ancora di più l’espansione dei cimiteri cittadini, mentre sono staterilasciate n. 797 concessioni cimiteriali.Si è proseguito nell’aggiornamento della banca dati relativa alla luce votiva al fine di avere un corretto rapporto con gli utenti che permette dieffettuare una bollettazione più precisa con maggiori introiti.Relativamente al servizio sono stati effettuati n. 563 riti funebri, assicurando professionalità attraverso una delicata attenzione alle esigenze delcittadino. 118
  11. 11. SPESA PER PROGRAMMI - ANNO 2011 PREVISIONI INIZIALI PREVISIONI ATTUALI IMPEGNI MANDATIPROGRAMMA 7 2.218.920,00 3.304.016,83 3.288.057,77 3.007.204,06 TITOLO I SPESE CORRENTI 2.178.920,00 3.234.016,83 3.218.057,77 3.007.204,06INTERVENTO 1 - PERSONALE 1.113.900,00 1.107.900,00 1.107.900,00 1.040.934,34INTERVENTO 2 - ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O MATERIE PRIME 318.000,00 318.000,00 317.560,57 269.561,04INTERVENTO 3 - PRESTAZIONI SERVIZI 154.620,00 168.120,00 154.034,92 103.583,41INTERVENTO 4 - UTILIZZO DI BENI DI TERZI - - - -INTERVENTO 5 - TRASFERIMENTI 1.800,00 1.800,00 1.590,00 1.590,00INTERVENTO 6 - INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI 486.900,00 491.160,00 491.122,36 491.122,36INTERVENTO 7 - IMPOSTE E TASSE 73.700,00 73.700,00 73.640,09 60.721,80INTERVENTO 8 - ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE 30.000,00 1.073.336,83 1.072.209,83 1.039.691,11INTERVENTO 9 - AMMORTAMENTI DI ESERCIZIO - - - - TITOLO II SPESE IN CONTO CAPITALE 40.000,00 70.000,00 70.000,00 -INTERVENTO 1 - ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI - 30.000,00 30.000,00 -INTERVENTO 3 - ACQUISTO DI BENI SPECIFICI PER REALIZZAZIONI IN - - - -ECONOMIAINTERVENTO 5 - ACQUISIZIONE DI BENI MOBILI, MACCHINE E 40.000,00 40.000,00 40.000,00 -ATTREZZATURE TECNICO-SCIENTIFICHEINTERVENTO 6 - INCARICHI PROFESSIONALI ESTERNI - - - -INTERVENTO 7 - TRASFERIMENTI DI CAPITALE - - - -INTERVENTO 8 - PARTECIPAZIONI AZIONARIE - - - -INTERVENTO 9 - CONFERIMENTI DI CAPITALE - - - - 119
  12. 12. 120
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×