Programma 5 consuntivo 2011

336 views
300 views

Published on

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
336
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
17
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Programma 5 consuntivo 2011

  1. 1. PROGRAMMA N. 5: QUALITÀ DELLA CITTÀ 77
  2. 2. 78
  3. 3. PROGETTO 5.1 AGENDA 21ATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Continuano le attività di partecipazione e ascolto della cittadinanza e dei “portatori di interesse”, in particolar modo per la fase di adozione del PianoRegolatore che ha visto l’apertura di “Casa Città” nelle Gallerie del Progetto in palazzo Morpurgo.L’azione di supporto e coordinamento all’interno dei diversi Dipartimenti/Servizi è proseguita con il progetto “l’orto e la luna”, che nell’autunno delcorrente anno vedrà l’inaugurazione di due nuove aree dedicate agli orti urbani.A scala di area vasta sono proseguite le attività di SuuperAgenda, ovvero l’estensione della rete di mobilità sostenibile e di valorizzazione delpatrimonio economico, rurale, culturale ed ambientale dei comuni del SUU: il progetto è stato esteso al comune di Remanzacco.Proseguita l’attività del PIT - Piano Integrato Territoriale - finanziato dalla Regione e che vede l’ufficio Agenda 21 coordinatore “capofila” delprogetto.Indicatori di impatto Valore Valore alAgenda 21 Indicatore obiettivo 31/12/2011 (Target) 2011 % aumento iniziative 5% 5% gestite/coordinateEfficacia Aumento n. Enti coinvolti nelle +1 +1 iniziative condivis 79
  4. 4. PROGETTO 5.2 MONITORAGGIO INQUINAMENTIOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Adozione nuovo Piano di Localizzazione Telefonia Mobile (PLITM)Indicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)Adozione variante al PLITM ON OFFAttività svolta nel 2011:Con propria Legge n° 3, pubblicata sul B.U.R. del 23/03/2011, la Regione stabiliva i nuovi indirizzi normativi in tema di pianificazione delladistribuzione degli impianti di telefonia mobile, decidendo che i Piani di Localizzazione degli Impianti di Telefonia Mobile (PLITM) inizialmenteprevisti dalla L.R. 28/2004 venissero trasformati in Regolamenti, vanificando pertanto la procedura seguita per l’affidamento dell’incaricoprofessionale per la redazione dell’aggiornamento al PLITM, in quanto venivano profondamente modificati oggetto e natura dell’incarico.Successive modificazioni normative in materia di affidamento di incarichi ha reso necessario riaggiornare a più riprese il capitolato prestazionale,dilungando i tempi.La gara per l’affidamento dell’incarico si è tenuta il giorno 20/12/2011. In tale seduta non si è pervenuti all’aggiudicazione in quanto si rendevanecessaria la richiesta alle Ditte ammesse di integrazioni fissando la nuova seduta per il 09/01/2012.Titolo obiettivo 2: Piani per l’inquinamento acusticoIndicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)Analisi normativa: rapporto alla giunta ON OFFAttività svolta nel 2011:Nel corso del 2011 è stato seguito il monitoraggio dell’evoluzione normativa. 80
  5. 5. Titolo obiettivo 3: Revisione del Piano di Azione Comunale (PAC)Indicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)Revisione convenzione ARPA ON ON Approvazione oRevisione Piano Azione Comunale OFF abolizioneAttività svolta nel 2011:Con recenti provvedimenti legislativi, la Regione ha di fatto superato le previsioni del PAC approvato con deliberazione della Giunta Comunale31/03/2009, n° 99, evidenziando la necessità di azioni volte al miglioramento della qualità dell’aria che riguardino, oltre al perimetro della città,anche i Comuni territorialmente contigui.In collaborazione con ARPA è pertanto in corso la riorganizzazione su scala comprensoriale dell’attuale rete di monitoraggio per l’adeguamento allavigente normativa di settore.Inoltre è stato avviato con la Regione un confronto in merito ai contenuti della proposta di Piano di Azione Regionale, approvata con DGR n. 139del 03/02/2011, anche in relazione a quanto previsto dal D.Lgs. n. 155 del 13/08/2010.E’ stato analizzato lo stato di evoluzione normativa e sono in corso di esame proposte in ordine alle azioni conseguentiATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Nel corso del 2011 i livelli di inquinamento elettromagnetico e la qualità dell’aria, con particolare riferimento alla concentrazione di polveri sottili,sono stati periodicamente monitorati con l’ausilio dell’ARPA.Indicatori di impatto:Monitoraggio Valore Valore alinquinamento Indicatore obiettivo 31/12/2011elettromagnetico (Target) 2011Efficacia n. monitoraggi 28 8 81
  6. 6. Valore Valore alMonitoraggio qualità Indicatore obiettivo 31/12/2011dell’aria (Target) 2011 n. edifici pubblici/scuoleEfficacia 3 4 monitorati 82
  7. 7. PROGETTO 5.3 POLITICHE DEI RIFIUTIOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Città pulitaIndicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)n. incontri/riunioni con altre istituzioni 2 1Formazione personale: n. ore 10 16Attività svolta nel 2011:Sono state impartite istruzioni e direttive agli operatori di Polizia Locale in merito agli interventi e sopralluoghi finalizzati all’accertamento diviolazioni connesse con illeciti abbandoni di rifiuti.Per la verifica del regolare conferimento dei rifiuti sono stati utilizzati i vigili di quartiere per gli accertamenti nei quartieri periferici e gli operatoridel settore viabilità, in collaborazione con addetti dell’azienda NET S.p.A., per gli accertamenti nel centro storico.Ogni operatore prima di svolgere il relativo servizio è stato reso edotto sulla normativa e sulle modalità di accertamento nella materia di cui trattasida parte del responsabile dell’Un. Org. Attività sul territorio.Titolo obiettivo 2: Incremento raccolta differenziataIndicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)Aggiornamento disciplinare tecnico allegato al contratto ON ONdi servizio con NETPercentuale di raccolta differenziata raggiunta 60% 62,65%Attività svolta nel 2011:Al fine di perseguire gli obiettivi previsti dalla normativa comunitaria in termini di percentuali medie annue di raccolta differenziata, è statoelaborato un nuovo sistema di gestione della raccolta dei rifiuti. 83
  8. 8. Passando attraverso l’aggiornamento delle schede tecniche operative allegate al contratto di gestione dei servizi di igiene urbana, nel corso del mesedi aprile 2011, è stata avviata la sperimentazione della raccolta con contenitori di prossimità per la frazione di rifiuto secco residuo.Tale metodologia prevede la sostituzione di una parte dei contenitori di grandi dimensioni con cassonetti da 240 litri posizionati nelle immediatevicinanze delle utenze.Con tale sistema, da un lato sono ridotte le volumetrie disponibili per il conferimento di imballaggi (cartoni, cassette, ecc.), dall’altro si rendonosempre possibili i conferimenti alle utenze domestiche e si limita l’utilizzo anomalo/abusivo dei contenitori da parte di utenti extra-comunali.Nel contempo, mediante la riorganizzazione del sistema, vengono aumentate le volumetrie a disposizione per la raccolta differenziata dei rifiuti,utilizzando i cassonetti in precedenza destinati al rifiuto secco residuo.Complessivamente il volume a disposizione dell’utenza per il conferimento dei rifiuti è stato incrementato di 565.680 litri, senza costi aggiuntivi esenza ulteriori cambiamenti tecnologici e metodologici.Nel primo semestre dell’anno 2011 la percentuale di raccolta differenziata di rifiuti è stata mediamente del 60,15% (a fronte del 57,06% del 2010)con un picco a giugno del 63,78%.Con deliberazione giuntale n. 371 d’ord. del 20/10/2010 è stato approvato l’aggiornamento del Contratto di servizio di gestione dei servizi di igieneurbana tra il Comune di Udine e la NET S.p.A..Nel primo quadrimestre 2011, di concerto con la Società NET S.p.A., è stata operata una revisione completa del disciplinare tecnico (schedetecniche operative) allegato al suddetto Contratto, comprendente anche un programma dettagliato delle modalità di controllo dell’operato delgestore del servizio. La Giunta Comunale ha approvato il documento definitivo con deliberazione n. 139 d’ord. del 29/03/2011.ATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011E’ proseguita l’attività di tutela del territorio, in caso di abbandono di rifiuti, mediante operazioni che comprendono indagini preliminari ad operadella Polizia Municipale per l’individuazione dei responsabili e la tempestiva pulizia dei siti.Sul piano della tutela ambientale il Comando ha dedicato particolare attenzione all’applicazione della normativa ambientale per il duplice motivodovuto da un lato alle numerose e diversificate richieste sollevate dalla cittadinanza e dall’altro per la verifica, in collaborazione con l’azienda NETS.p.A., del regolare conferimento dei rifiuti depositati nell’area del centro storico.Significativi sono stati anche gli interventi effettuati dagli agenti del Corpo nel campo della prevenzione e repressione in materia di emissioni difumi in atmosfera, edifici e terreni abbandonati, rimozioni di veicoli abbandonati su suolo pubblico o privato ed infine nel campo dell’accertamentopresso le piazzole ecologiche di furti di parti di materiali conferiti (soprattutto rame e materiale elettrico). 84
  9. 9. Indicatori di impatto: Valore Valore alPulizia siti Indicatore obiettivo 31/12/2011 (Target) 2011 Rapporto tra pulizie eseguite eEfficacia 90% 80% segnalazioni pervenute 85
  10. 10. PROGETTO 5.4 EMASOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Certificazione Emas del ComuneIndicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)Ottenimento della certificazione ISO 14001/EMAS ON OFFDocumento di Programma Ambientale ON ONAttività svolta nel 2011:Il "Programma di Miglioramento Ambientale 2011" è stato approvato con delibera di Giunta Comunale n. 2011/00202 del 17/05/2011.La "Dichiarazione Ambientale" nel testo datato maggio 2011, aggiornato al 31/12/2010, è stato approvato con delibera Giunta Comunale n.2011/00316 del 02/08/2011.Il 06/07/2011 è stata inviata al Ministero dellAmbiente - Comitato Ecolabel Ecoaudit la documentazione per la registrazione EMAS dellenteComune di Udine: il 18/10/2011 è arrivata una nota di richiesta integrazioni da ISPRA al programma di miglioramento ambientale, integrazioni chesono in fase di elaborazione. 86
  11. 11. PROGETTO 5.5 ENERGIAOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Realizzazione pannelli fotovoltaiciIndicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)Analisi delle coperture, verifica di concreta fattibilità ON ONdegli interventi installazione pannelliAttività svolta nel 2011:L’AMGA comunicò che entro il 31/08/2011 avrebbe provveduto a trasmettere il progetto definitivo ed esecutivo per la realizzazione degli impiantifotovoltaici, a fine 2011 sono stati invece consegnati presso gli uffici comunali 5 progetti esecutivi seguiti da altri 2 nei primi giorni del 2012.Titolo obiettivo 2: Investimenti di riqualificazione energetica delle centrali termiche proposte da AMGA S.p.A.Indicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)N. investimenti di riqualificazione energetica da 9 3realizzareAttività svolta nel 2011:Per quanto riguarda gli interventi di installazione di valvole termostatiche previste per gli uffici giudiziari del Tribunale e di Palazzo d’Aronco,entrambi gli interventi sono stati già ultimati. Inoltre è stato ultimato anche l’intervento di ripristino degli impianti solari termici presso la piscinadel Palamostre. Con riferimento agli investimenti che prevedono una vera e propria progettazione allo stato è pervenuto innanzitutto il progettopreliminare per la metanizzazione del Carnera e successivamente le seguenti progettazioni definitive/esecutive: 1) riqualificazione centrale termica magazzino onoranze funebri; 2) riqualificazione centrale termica uffici giudiziari; 3) riqualificazione centrale termica scuola elementare Carducci; 4) riqualificazione centrale termica scuola media Tiepolo; 87
  12. 12. 5) riqualificazione centrale termica scuola media Fermi/piscina; 6) riqualificazione centrale termica Palasport Carnera; 7) installazione nuovo scambiatore presso il Palamotre.Titolo obiettivo 3: Pubblica illuminazioneAttività svolta nel 2011:L’abrogazione dell’art. 23 bis del D.L. 112/2009 ha completamente modificato lo scenario normativo, eliminando la scadenza normativa fissata peril 31/12/2011, ristabilendo un termine di scadenza dei contratti di servizio pubblico locale al 31/12/2012. Per il regime transitorio è richiesta unagara europea per l’affidamento del servizio pubblico locale di pubblica illuminazione ovvero l’adesione alle convenzione CONSIP; si sta quindiprovvedendo analisi della procedura per l’affidamento tenendo conto delle linee d’indirizzo di cui al Piano Energetico Comunale approvatodall’amministrazione.Titolo obiettivo 4: Utilizzo a fini energetici dei salti di fondo dei canali e rogge presenti sul territorio comunaleIndicatori:Descrizione Valore obiettivo Valore al 31/12/2011 (target)Approvazione studio di fattibilità ON ONApprovazione progettazione preliminare centrale micro-idroelettrica (subordinato alle risultanze dello studio di ON OFFfattibilità)Attività svolta nel 2011:In data 09/03/2011 la Giunta Comunale con decisione n. 84 dord. ha valutato favorevolmente lo studio di fattibilità, elaborato da Consorzio LedraTagliamento/ Università di Udine in cui, dopo aver analizzato una serie di parametri specifici, individua tre siti dove la realizzazione di impianti dimicro idraulica troverebbero giustificazione dallanalisi tecnico-economica. Si decise di dare corso allo sviluppo delliter procedurale, passando peril solo sito di via Castelfidardo alla fase esecutiva. In data 20/07/2011 la Giunta Comunale con decisione n. 242 espresse parere favorevole perlassunzione della quota spese necessaria per la realizzazione delle opere, anche per quelle non riguardanti espressamente i manufatti relativi agliimpianti.A ciò fa seguito la richiesta di assestamento di bilancio per uno stanziamento di fondi per un importo di 150.000 €. Il 28/09/2011 si tenne unincontro tra Comune di Udine, Consorzio Ledra Tagliamento e Università di Udine, in cui emerse la necessità di definire meglio leventualedivisione delle spese oltre a trattare il tema di un "canone" fisso, oppure di un "canone" legato alla produzione di energia elettrica. Il 30/09/2011 in 88
  13. 13. sede di approvazione dellassestamento/variazione di bilancio 2011 da parte del Consiglio Comunale, viene "eliminata" la richiesta di spesa (quindilo stanziamento) di 150.000 €.A seguito dellincontro avvenuto in data 22/11/2011 tra Comune di Udine e Consorzio Ledra Tagliamento si è discussa la bozza di convenzioneproposta dal Consorzio in cui si prevede la partecipazione del Comune per una quota di capitale del 50% del costo di realizzazione delle centralineidroelettriche, oltre alla messa a disposizione dei terreni con relativo diritto di superficie, a fronte di ciò viene riconosciuto al Comune un “canone”omnicomprensivo da definire per ogni singola centralina. Il Comune si è riservata la possibilità di verificare se un’Amministrazione Pubblica possaincamerare utili derivanti dallattività in parola e quindi entrare nel merito anche della rendicontazione annuale.Titolo obiettivo 5: Aggiornamento dei dati sui consumi vettori energetici e rapporto sull’attuazione del PAESIndicatori: Valore obiettivoDescrizione Valore al 31/12/2011 (target)Aggiornamento bilancio energetico al 2010 ON ONAttività svolta nel 2011:A giugno 2011 è stata avviata la fase di monitoraggio e acquisizione dati dei consumi dei vettori energetici dell’intero territorio comunale per iltriennio 2008-2010; tale attività, la cui complessità è derivata dalla collaborazione con una notevole quantità di soggetti, privati e non, operanti nelterritorio, è proseguita sino a metà del mese di novembre.Nel frattempo si è proceduto alla fase di analisi dei dati, per la quale si è ritenuta opportuna la collaborazione di un tecnico specialista individuatocon incarico formalizzato in data 25/10/2011; il risultato finale dell’analisi si è tradotto nella relazione consegnata dal professionistaall’amministrazione comunale in data 30/11/2011 che oltre al bilancio energetico per il triennio fa un confronto tra la situazione aggiornata a fine2010 e la situazione al 2006 che rappresenta l’anno di riferimento per il bilancio delle emissioni di CO2 adottato con l’adesione al Patto dei Sindaci.Contestualmente alla descritta attività è stato redatto il Rapporto sull’attuazione delle singole azioni contemplate nel PAES sviluppate durante il2010 e l’anno in corso. 89
  14. 14. Titolo obiettivo 6: Istituzione Servizio Pubblico di TeleriscaldamentoIndicatori: Valore obiettivo Valore al 31/12/2011Descrizione (target) ON (per ilAdozione delibera istituzione del servizio ON Teleriscaldamento Udine Nord-Ovest)Attività svolta nel 2011:Il teleriscaldamento allo stato attuale riguarda due porzioni di territorio comunale: una ubicata a Udine Sud e laltra a Udine Nord-Ovest. Per quantoriguarda il teleriscaldamento Sud la richiesta è stata inoltrata da realtà economiche private, mentre il Teleriscaldamento Nord-Ovest è espressione diuno specifico accordo di programma tra Azienda Ospedaliera - Università di Udine, Università degli Studi di Udine e Comune di Udine.Lanalisi dello stato di fatto e di prospettiva di sviluppo e istituzione del servizio teleriscaldamento è stato elaborato tenendo conto della differentenatura dei progetti proposti che pur riguardando lo stesso argomento sono completamente diversi nella loro fattispecie istitutiva. Tali analisi evalutazioni visto il parere espresso dalla Avvocatura Comunale in data 08/06/2011, hanno portato alla decisione di giunta del 28/06/2011 di"proseguire con i due progetti di cui trattasi, con finalità di carattere, rispettivamente, pubblico e privato". Sono stati richiesti integrazioni progettualiai proponenti teleriscaldamento Sud per acquisire poi i pareri dei competenti uffici. Attualmente si intende attivare un tavolo di lavoro assieme adARPA ed Azienda Servizi Sanitari per stabilire criteri validi per l’eventuale classificazione di industria insalubre.Per il teleriscaldamento Nord-Ovest in data 22/12/2011 il Consiglio Comunale con delibera n. 93 ha approvato lattivazione del servizio diteleriscaldamento area Udine Nord-Ovest.ATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Indicatori di impatto:Pannelli solari sulle Valore Valore alcoperture degli edifici Indicatore obiettivo 31/12/2011comunali (Target) 2011 Energia elettrica scambiata sulEconomicità 75% 0% posto per ciascun edificio 90
  15. 15. Riqualificazione Valore Valore alenergetica delle centrali Indicatore obiettivo 31/12/2011termiche (Target) 2011Efficienza Risparmio in MWh/h 1234 0 868.399,80 (6Economicità Investimento in euro 1.180.250,00 progetti)Qualità percepita Kg. di anidride carbonica evitata 339.208 0 Valore Valore alPubblica illuminazione Indicatore obiettivo 31/12/2011 (Target) 2011Economicità Riduzione del costo del servizio 20% 75% 91
  16. 16. PROGETTO 5.7 TUTELA DEL VERDEOBIETTIVI STRATEGICI PER IL TRIENNIO 2011-2013Titolo obiettivo 1: Riqualificazione del verdeAttività svolta nel 2011:Parco del Cormor: il progetto definitivo per i lavori di cui al 2° Lotto è stato approvato (Opera 6038).TEMPISTICA OPERA COLLEGATA previsionale/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazio ConsegnaN. SUB DESCRIZIONE Fine lavori Collaudo effettiva preliminare definitivo esecutivo Gara ne lavori SISTEMAZIONE STRADA previsionale 07-ago-07 25-ago-09 17-feb-10 17-feb-10 02-apr-10 15-set-10 30-mag-11 30-nov-115287 000 DI ACCESSO PARCO DEL CORMOR effettiva 07-ago-07 25-ago-09 17-feb-10 17-feb-10 02-apr-10 15-set-10 22-apr-11 02-nov-11 PARCHI DEL CORMOR: ACQUISIZIONE AREE, previsionale 25-lug-11 31-mar-126038 000 LAVORI DI BONIFICA, VIABILITA, OPERE A VERDE (2° LOTTO) effettiva 30-set-11Giardino del Torso: è stata avviata la progettazione giungendo all’approvazione del preliminare (Opera 6866).TEMPISTICA OPERA COLLEGATA previsionale/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazio ConsegnaN. SUB DESCRIZIONE Fine lavori Collaudo effettiva preliminare definitivo esecutivo Gara ne lavori GIARDINI DEL TORSO: previsionale 30-lug-11 20-nov-11 28-feb-12 28-feb-12 30-apr-12 30-giu-12 28-feb-13 31-lug-136866 000 MANUTENZIONE effettiva 05-nov-11 92
  17. 17. Orti urbani: sono stati portati a termine regolarmente i lavori previsti (Opera 6876).TEMPISTICA OPERA COLLEGATA previsionale/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazio ConsegnaN. SUB DESCRIZIONE Fine lavori Collaudo effettiva preliminare definitivo esecutivo Gara ne lavori previsionale 11-nov-11 31-mar-12 REALIZZAZIONE DI ORTI6876 000 URBANI effettiva 31-ott-11Titolo obiettivo 2: Valorizzazione delle rogge all’interno del tessuto cittadino.Attività svolta nel 2011:E’ stato approvato il progetto esecutivo dell’opera relativa al recupero ed alla valorizzazione della roggia di Cussignacco ed ha avuto luogol’indizione della gara per l’assegnazione dei lavori (Opera 6750).TEMPISTICA OPERA COLLEGATA previsionale/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazio ConsegnaN. SUB DESCRIZIONE Fine lavori Collaudo effettiva preliminare definitivo esecutivo Gara ne lavori previsionale 06-lug-10 23-nov-10 15-nov-11 15-nov-11 15-dic-11 28-feb-12 30-giu-12 31-ott-12 ARGINI E ROGGE6750 000 CUSSIGNACCO effettiva 06-lug-10 23-nov-10 12-dic-11 12-dic-11 93
  18. 18. ATTIVITA’ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2011Le gare per i servizi di durata triennale riguardanti la gestione delle aree verdi (sfalcio e pulizia) e lo sfalcio dei cigli stradali sono state regolarmenteportate a termine. Sono in corso le procedure per attività più mirate e specifiche riguardanti: potature, abbattimenti e messa a dimora nuovealberature.L’attività di manutenzione e pulizia delle aree verdi è stata regolarmente svolta, tenendo conto, nei limiti della programmazione e delle emergenze,anche delle segnalazioni dei cittadini. L’attività ha riguardato anche il supporto ad altri uffici in occasione di vari eventi che hanno interessato lacittà.Indicatori di impatto: Valore Valore alVerde pubblico Indicatore obiettivo 31/12/2011 (Target) 2011Efficacia Alberature 330 191Efficacia Sfalci aree verdi 6 6Efficacia Sfalci cigli stradali 2 2OPERE PUBBLICHERelativamente agli Interventi vari infrastrutture del verde (Opera 6752) a fine agosto sono stati avviati i lavori che si sono regolarmente conclusi nelmese di novembre.Per quanto concerne l’acquisto di nuovi giochi (Opera A6149) ne sono stati installati nelle aree di via 25 aprile, via Pirona, via S. Margherita delGrugno, in via Misani e nei parchi Moretti (ex Foni) e Brun; sono in corso le valutazioni per nuovi giochi al Parco del Cormor e per le aree verdi divia 25 aprile. Invece attrezzature sportive (porte per il calcio/calcetto) verranno acquistate per il Parco Desio, mentre sono state installate nelle areedi via Derna e via Piutti. 94
  19. 19. OPERE PUBBLICHE COLLEGATE AL PROGETTO previsionale/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazi ConsegnaN. SUB DESCRIZIONE Fine lavori Collaudo effettiva preliminare definitivo esecutivo Gara one lavori PARCO URBANO A. FONI: previsionale 02-set-08 22-set-09 25-mar-10 25-mar-10 24-mag-10 19-lug-10 31-dic-11 31-mar-12 INTERVENTI DI5226 B MIGLIORAMENTO E COMPLETAMENTO - II LOTTO effettiva 02-set-08 22-set-09 25-mar-10 25-mar-10 24-mag-10 19-lug-10 previsionale 06-lug-10 23-nov-10 30-mag-11 30-mag-11 31-lug-11 30-set-11 31-gen-12 31-mag-12 INTERVENTI VARI6752 000 INFRASTRUTTURE DEL VERDE effettiva 06-lug-10 23-nov-10 31-mag-11 31-mag-11 22-lug-11 22-ago-11 ACQUISTO GIOCHI AREE previsionale 30-set-11 30-nov-11 31-gen-12 28-feb-12A6101 000 VERDI effettiva previsionale 30-nov-11 31-dic-11 31-mar-12 31-mag-12 LAGRICOLTURA URBANA - PROGETTO INTEGRATO TERRITORIALE UDINESE effettiva previsionale 15-dic-09 30-lug-10 30-lug-10 20-ott-10 20-ott-10 02-nov-10 31-mag-11 31-ago-11 COMPLETAMENTO ARGINE E6712 A ROGGIA IN VIA GRAZZANO effettiva 15-dic-09 30-lug-10 30-lug-10 20-ott-10 20-ott-10 02-nov-10 24-feb-11 25-lug-11 SISTEMAZIONE AREA previsionale 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 07-feb-11 07-feb-11 ESTERNA AL FABBRICATO DI5047 A VIA DEL SALE - GIARDINI DEL TORSO effettiva 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 24-gen-11 07-feb-11 07-feb-11 REALIZZAZIONE PISTA DI previsionale 26-lug-07 23-feb-10 23-feb-10 05-mar-10 19-apr-10 26-mag-10 12-nov-10 30-apr-115289 000 SKATEBOARD PRESSO PARCO ARDITO DESIO effettiva 26-lug-07 23-feb-10 23-feb-10 05-mar-10 19-apr-10 26-mag-10 12-nov-10 26-apr-11 95
  20. 20. OPERE PUBBLICHE COLLEGATE AL PROGETTO previsionale/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazi ConsegnaN. SUB DESCRIZIONE Fine lavori Collaudo effettiva preliminare definitivo esecutivo Gara one lavori previsionale 30-set-11 30-ott-11 31-dic-11 31-mar-12 PARCO ARDITO DESIO:6862 000 IMPIANTO ILLUMINAZIONE effettiva 96
  21. 21. SPESA PER PROGRAMMI - ANNO 2011 PREVISIONI INIZIALI PREVISIONI ATTUALI IMPEGNI MANDATIPROGRAMMA 5 16.878.830,00 17.347.700,00 17.268.688,52 11.267.467,26 TITOLO I SPESE CORRENTI 15.793.830,00 16.021.700,00 15.942.688,52 11.172.042,11INTERVENTO 1 - PERSONALE 1.022.100,00 926.500,00 926.500,00 887.378,83INTERVENTO 2 - ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O MATERIE PRIME 38.000,00 47.685,00 46.898,56 30.365,07INTERVENTO 3 - PRESTAZIONI SERVIZI 14.546.900,00 14.786.570,00 14.709.960,27 10.111.897,69INTERVENTO 4 - UTILIZZO DI BENI DI TERZI 15.750,00 15.750,00 15.750,00 -INTERVENTO 5 - TRASFERIMENTI 28.980,00 109.295,00 108.047,14 16.610,79INTERVENTO 6 - INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI 73.400,00 73.300,00 73.187,23 73.187,23INTERVENTO 7 - IMPOSTE E TASSE 68.700,00 62.600,00 62.345,32 52.602,50INTERVENTO 8 - ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE - - - - TITOLO II SPESE IN CONTO CAPITALE 1.085.000,00 1.326.000,00 1.326.000,00 95.425,15INTERVENTO 1 - ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI 1.020.000,00 1.196.000,00 1.196.000,00 95.425,15INTERVENTO 3 - ACQUISTO DI BENI SPECIFICI PER REALIZZAZIONI IN - - - -ECONOMIAINTERVENTO 5 - ACQUISIZIONE DI BENI MOBILI, MACCHINE E 65.000,00 130.000,00 130.000,00 -ATTREZZATURE TECNICO-SCIENTIFICHEINTERVENTO 6 - INCARICHI PROFESSIONALI ESTERNI - - - - 97
  22. 22. 98

×