PROGRAMMA N. 5: QUALITÀ DELLA CITTÀ                65
66
5. QUALITA’ DELLA CITTA’AGENDA 21La fase di ascolto “Costruiamo il piano” propedeutica alla redazione del nuovo PRGC, avvi...
Udine) e condividere informazioni, stimolare il dibattito e raccogliere un set di conoscenze territoriali locali, fondamen...
Tipologia di inquinamento                   Azioni intraprese anno 2009                                 Azioni intraprese ...
critiche riscontrate dai verificatori riguardanti il Dipartimento Territorio e Ambiente. I verificatori hanno riconfermato...
fini energetici dei salti di fondo dei canali e delle rogge presenti sul territorio comunale. Nel rispetto dei tempi previ...
- 28 aprile 2010: presentazione allo User club “Cyber Display” (a Salerno)      - 29 maggio 2010: organizzazione evento “e...
completa del ciclo dei rifiuti urbani (RU) e dei rifiuti speciali assimilati (RSA), entro i limiti previsti dalla normativ...
Viene infine dato un sostegno economico alle Associazioni di volontariato che collaborano con il Servizio (3) e ai cittadi...
Interventi                               2009           2010                                                              ...
Opere per infrastrutture del verde                                     prev Progetto      Progetto     Progetto     Indizi...
Opere per infrastrutture del verde                                       prev Progetto      Progetto     Progetto     Indi...
Opere per infrastrutture del verde                                    prev Progetto      Progetto     Progetto     Indizio...
SPESA PER PROGRAMMI E PROGETTI - ANNO 2010                                                                 PREVISIONI INIZ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Programma 5 - QUALITA' DELLA CITTA'

350

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
350
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Programma 5 - QUALITA' DELLA CITTA'

  1. 1. PROGRAMMA N. 5: QUALITÀ DELLA CITTÀ 65
  2. 2. 66
  3. 3. 5. QUALITA’ DELLA CITTA’AGENDA 21La fase di ascolto “Costruiamo il piano” propedeutica alla redazione del nuovo PRGC, avviata nel 2009 con il primo ciclo di 10 incontri, ha fattoemergere numerosi contributi, grazie ai quali si è potuto interpretare il territorio dal punto di vista di chi lo vive nella quotidianità; nel 2010 si èsvolto il secondo ciclo (13 incontri) nei diversi quartieri cittadini.Diversi incontri e confronti programmati hanno inoltre coinvolto di volta in volta gruppi di stakeholders organizzati in associazioni, consulte ecc. e,a tali incontri, sono seguite specifiche azioni di partecipazione: questionari, dibattiti, documenti congiunti, realizzazione di elaborati.Durante questa fase di ascolto e dialogo tutti i cittadini e portatori di interesse hanno potuto inoltre indicare il loro “posto più bello” della città,inteso come luogo di identità dall’insostituibile valore affettivo: è emerso che il Castello è un saldo riferimento identitario cittadino, e ciò ha portatol’Amministrazione ad attivare una collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano (FAI) per una sua tutela e valorizzazione.Agenda 21 e Delegazione udinese del FAI hanno promosso la raccolta di voti a favore dell’Arco Bollani e del Leone Marciano (raccolte oltre 4 000firme) in occasione della campagna nazionale del FAI “I luoghi del cuore”, che prevede la scelta di uno specifico luogo monumento, che potrebbebeneficiare di un intervento di restauro e valorizzazione sponsorizzato da Intesa Sanpaolo.Il progetto “SUUperAgenda”, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nato quale prima attuazione del “Patto per un SistemaUrbano Udinese sostenibile”, si è sviluppato con “I Percorsi imPossibili” (1^ Fase) che hanno definito una rete di percorsi sostenibili sulla qualesono state ideate le successive attività. Il progetto è nato per stimolare una pianificazione di livello sovracomunale a partire dall’ascolto dei desideriespressi dai bambini di cinque comuni facenti parte del SUU. Per questo è stato dedicato a scuole elementari e medie del Sistema Urbano Udinese eha coinvolto 21 classi di 13 scuole diverse, con la partecipazione di 450 studenti delle scuole di Udine, Campoformido, Povoletto, Martignacco,Pozzuolo, Pasian di Prato.Questo lavoro, individuale e a gruppi, ha fatto “scoprire ” tre nuovi percorsi che, collegandosi tra loro, formano una rete di itinerari utilizzabili pergli spostamenti “lenti” e sostenibili di tutti i cittadini, lungo un tracciato che si estende complessivamente per circa 60 chilometri, ampliato a 80chilometri con l’esperienza analoga svoltasi l’anno precedente.Al progetto hanno collaborato anche l’Ufficio Comunale Progetti Educativi, la Società Alpina Friulana e la Federazione Ciclistica Italiana.A giugno 2010, in occasione della manifestazione “Pasian di Prato in festa”, sono stati presentati i primi risultati, dando così avvio alla 2^ fase, cheha coinvolto tutti gli operatori agricoli, economici, sportivi, culturali, ambientali e sociali. Hanno contribuito e aderito aziende agricole,associazioni, Pro Loco, singoli cittadini ecc., che successivamente andranno a siglare un impegno per ricoprire un ruolo attivo nel progetto, asostegno di una rete territoriale fisica e di servizi.Nel mese di ottobre 2010 sono stati organizzati tre Forum pubblici sovracomunali, allo scopo di coinvolgere tutta la popolazione dei 9 comuniaderenti a “SUUperAgenda” (cioè Campoformido, Martignacco, Pagnacco, Pasian di Prato, Povoletto, Pozzuolo del Friuli, Tavagnacco, Tricesimo, 67
  4. 4. Udine) e condividere informazioni, stimolare il dibattito e raccogliere un set di conoscenze territoriali locali, fondamentali per una correttapromozione e tutela del Sistema Urbano Udinese.Il progetto “Orti Urbani” (vedere anche paragrafo Infrastrutture del verde) è stato avviato con un’intensa fase di contatto e pre-informazione a tuttele associazioni potenzialmente interessate a gestire direttamente dei lotti o a promuovere azioni dei singoli membri in tal senso. E’ stato inparticolare organizzato un incontro pubblico presso la sala parrocchiale di Beivars (luglio 2010), dove tecnici comunali, amministratori, cittadini eassociazioni hanno discusso e integrato i contenuti del progetto e validato lo sviluppo. Parallelamente lUfficio ha redatto il Regolamento perlassegnazione degli orti.Per arricchire ulteriormente i criteri progettuali, l’Ufficio Agenda 21 collabora anche in diversi progetti INTERREG, per sviluppare l’esperienzaudinese sugli orti urbani nell’ottica di uno scambio di know-how con vari paesi europei, portatori di conoscenze afferenti a vari ambiti tematici.I progetti interessati sono: “Natur(s)all” per l’educazione ambientale mediante corsi a favore degli assegnatari degli orti, scambi culturali e visiteconoscitive presso altri enti europei; “Natural Science remotivated”, in fase di redazione, che sviluppa, con approcci innovativi, reti internazionalidi formazione e apprendimento in materie naturali e ambientali; con la Città di Klagenfurt, il Comune di Quero, alcune associazioni del settore e ilsupporto della locale scuola G. Mazzini, è stato formulato un ulteriore progetto con richiesta di finanziamento nell’ambito del bando INTERREG IVItalia-Austria, “Small Project Fund, Kärnten - Friuli Venezia Giulia 2007-2013”.Monitoraggio AmbientaleNel 2010 sono proseguire regolarmente le attività di monitoraggio ambientale attivate assieme ad ARPA e relative a: - inquinamento elettromagnetico: è continuato il rilevamento con le 2 centraline mobili a disposizione, collocate in corso d’anno in 20 zone della città; sono state anche effettuate rilevazioni di controllo della presenza di campi elettromagnetici (tramite apposita apparecchiatura portatile utilizzata dai tecnici comunali) su segnalazioni dei cittadini, dopo averne verificato la motivazione. - radon: completato il monitoraggio delle concentrazioni in 10 edifici pubblici-luoghi di lavoro e di 1 edificio scolastico; è iniziata la misurazione in altri 2 edifici pubblici individuati congiuntamente con il Servizio Prevenzione e Protezione e la Direzione del II Circolo Didattico di Udine. rumore: a seguito di segnalazioni di cittadini, in collaborazione con la Polizia Municipale e con il supporto tecnico dell’ARPA, sono state effettuate specifiche verifiche sul rispetto dei limiti di legge per le emissioni acustiche di alcuni particolari impianti/attività.Tipologia di inquinamento Azioni intraprese anno 2009 Azioni intraprese anno 2010 28 monitoraggi della durata di circa 15 gg cad. per la 20 monitoraggi della durata di circa 15 gg cad. per laElettromagnetico misura dei campi elettromagnetici prodotti dalle misura dei campi elettromagnetici prodotti dalle antenne RBS antenne RBS 68
  5. 5. Tipologia di inquinamento Azioni intraprese anno 2009 Azioni intraprese anno 2010 10 monitoraggi su edifici pubblici/luoghi di lavoro 10 monitoraggi su edifici pubblici/luoghi di lavoroGas Radon (periodo giugno 2008-giugno 2009) (periodo giugno 2009-maggio 2010) 2 campagne di misura dellARPA per la verifica dei 1 campagna di misura dellARPA per la verifica deiAcustico livelli di rumore provocati da impianti in siti privati livelli di rumore provocati da impianti in siti privatiPer quanto riguarda l’inquinamento atmosferico, è proseguita l’attività prevista dalla convenzione quinquennale con l’ARPA per la gestione dellarete fissa di monitoraggio dell’aria, integrata con una centralina ricollocabile acquistata dal Comune nell’anno 2007. PM10 e OZONO: Superamenti dei valori Inquinamento atmosferico 2009 2010 40PM10 35 28n. superamenti valore limite 35 35(50 g/m3) 28 PM10: n.OZONO 1 3 30 superamenti delsuperamenti “Soglia di valore limite 25informazione” (180 g/m3) OZONO n. superamenti valore 20 “Soglia di informazione” Azioni di contrasto 15 2009 2010 10N. giorni di limitazione alla 4 3 3circolazione in centro storico 5(come previsto dal PAC – 1Piano di Azione Comunale) 0 2009 2010EMASNel 2010 sono proseguite le attività per estendere a tutto il Comune il Sistema di Gestione Ambientale del Dipartimento Territorio e Ambiente:l’aggiornamento delle procedure di sistema e operative e l’elaborazione del Programma Ambientale 2010; con il supporto della società diconsulenza sono state condotte verifiche interne su tutta la struttura comunale e portate a buon esito alcune azioni per superare le “Non conformità” 69
  6. 6. critiche riscontrate dai verificatori riguardanti il Dipartimento Territorio e Ambiente. I verificatori hanno riconfermato, a seguito della visita adinizio 2010, la certificazione EMAS e ISO 14001 al Dipartimento anche per l’anno 2009.E’ stato condotto il censimento per la conformità legislativa di tutti gli edifici comunali, sotto vari aspetti: autorizzazioni allo scarico in fognatura,presenza di serbatoi interrati, presenza di radon, presenza di amianto, tipologia di centrali termiche e controlli, stato delle pratiche di prevenzioneincendi. Soprattutto a seguito di queste ultime verifiche è stato richiesto all’Amministrazione lo stanziamento di ulteriori fondi per il completamentodella messa a norma delle strutture scolastiche cittadine.Dal punto di vista della comunicazione e formazione ambientale, è stato realizzato un ciclo di 15 incontri (per un totale di 776 presenze) rivolti aidipendenti comunali sul significato del percorso di certificazione ambientale per un Comune e sulle buone pratiche per la riduzione dei consumi inambito lavorativo.Piano Energetico Comunale - Piano Azione ComunaleIl Piano Energetico Comunale (PEC), approvato nel 2009 dalla Giunta Comunale, contiene la raccolta, l’elaborazione e l’interpretazione dei datienergetici delle strutture comunali e dell’intero territorio comunale. In tale contesto è avvenuta l’adesione, sempre nel 2009, del Comune di Udine,al Patto dei Sindaci “Covenant of Mayors”, che impegna le città europee aderenti ad adottare politiche di riduzione delle emissioni di CO2 del 20%entro il 2020.Per questo scopo è stato redatto il PAES - Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, approvato dal Consiglio Comunale nel 2010 (nel pieno rispettodella scadenza di 12 mesi dall’adesione), che contempla 13 azioni a breve termine e 9 azioni a lungo termine rivolte agli ambiti più svariati einerenti ai temi del risparmio, dell’efficienza energetica e della riduzione delle emissioni di gas climalteranti. Il PAES è stato inviato allaCommissione Europea per via telematica tramite format digitali specificatamente predisposti e sono state avviate le varie azioni in esso previste.Le azioni realizzate sono:- Azione a Breve Termine BT n°3 del PAES: iniziativa sperimentale di concessione di superfici di proprietà comunale per l’installazione di impianti fotovoltaici (installazione di un impianto da 19,77 kWp sulla scuola materna D’Artegna)- Azione a Breve Termine BT n°1, relativa all’Energy management del patrimonio comunale: la finalità è organizzare, creando un sistema informativo efficiente ed aggiornabile, la raccolta e messa a sistema dei dati relativi alle utenze “energetiche”, legate cioè all’uso e consumo d’energia del patrimonio comunale. Per avere una precisa conoscenza dei consumi, è stata effettuata la lettura dei contatori elettrici e termici a giugno 2010 per gli edifici i cui consumi rappresentano l’80% del totale nell’Amministrazione Comunale; i dati sono stati raccolti in un apposito database; questa campagna di letture ha anche offerto l’occasione per impostare anche il monitoraggio delle risorse idrica; grazie a queste quantificazioni, sarà possibile comprendere quale sia il vettore energetico più incisivo.- Azione a Breve Termine n° 10: la sinergia tra Comune, Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento e l’Università degli Studi di Udine è stata formalizzata in una convenzione per lo svolgimento di attività di studio (ed eventuale progettazione e realizzazione) di interventi per l’utilizzo a 70
  7. 7. fini energetici dei salti di fondo dei canali e delle rogge presenti sul territorio comunale. Nel rispetto dei tempi previsti è stato elaborato lo studio di fattibilità, comprensivo di analisi tecnico-economica di 3 siti specifici ritenuti idonei allo scopo; il documento è passato quindi alla fase istruttoria in vista dell’approvazione.- Azione a Breve Termine n° 11 “Creare le condizioni per creare Gruppi d’acquisto di impianti fotovoltaici/solari termici”: sono state elaborate convenzioni quadro (rivolte a installatori e istituti di credito interessati) per la costituzione di gruppi d’acquisto e per l’installazione di impianti fotovoltaici. L’informazione dell’iniziativa ai cittadini è stata effettuata mediante un ciclo di 8 serate informative nelle varie circoscrizioni; negli incontri sono stati illustrati l’architettura del sistema GAS, fornite informazioni sulla tecnologia del fotovoltaico, sulle opportunità economiche derivanti dall’installazione e sulle tempistiche attese per il completamento dell’intero iter realizzativo e amministrativo ai fini dell’ottenimento della tariffa incentivante.- Azione a Lungo Termine n° 1: ha l’obiettivo è costituire le condizioni per la diffusione di reti di teleriscaldamento; l’Amministrazione è coinvolta nel “progetto per la costruzione e la gestione di una nuova centrale tecnologica, di un impianto di cogenerazione e dei cunicoli tecnologici, del centro servizi e laboratori e di una rete di teleriscaldamento cittadino”, sulla base di un Accordo di Programma fra Comune, Azienda Ospedaliero-Universitaria e Università, che prevede lo sviluppo della pianificazione energetica urbana nell’area Nord-Ovest della città attraverso una rete di 13 km tubazioni a servizio di 39 grandi utenze. Inoltre sono seguite iniziative private che trattano il tema della cogenerazione e del teleriscaldamento cittadino in altre aree urbane, analizzando la proposta di convenzione finalizzata alla realizzazione delle opere.Gli uffici hanno partecipato alla predisposizione della proposta progettuale nell’ambito di terzo bando del programma di cooperazione europeatransnazionale Central Europe, denominata Sistar, finalizzata all’ottenimento di fondi comunitari per attività inerenti ad audit per la riqualificazionee l’efficientamento energetico delle strutture di proprietà comunale.Cyber DisplayL’Amministrazione Comunale ha aderito nel 2008 al progetto CYBER DISPLAY, teso a promuovere politiche locali per la sostenibilità energetica,nell’ambito del programma EIE - Energia Intelligente per l’Europa, e coordinato dalla Rete Energie Cités, di cui il Comune è partner.Il progetto ha una durata di 30 mesi e si concluderà il 30 aprile 2011.Le attività previste nel cronoprogramma e svolte nel corso del 2010 hanno riguardato: 1. il percorso educativo “A scuola di energia!”, per la promozione del risparmio energetico nelle classi 4° e 5° delle scuole elementari, che ha visto la partecipazione di 29 classi e circa 600 alunni, e la premiazione delle scuole coinvolte (giugno 2010); 2. presentazioni progetto Display nelle seguenti occasioni: - 6 febbraio 2010: evento alla scuola media di Feletto, con la partecipazione del Sindaco di Udine; - 9 marzo 2010: presentazione al convegno “Piano energetico comunale di Salerno” (a Salerno); 71
  8. 8. - 28 aprile 2010: presentazione allo User club “Cyber Display” (a Salerno) - 29 maggio 2010: organizzazione evento “energia di Primavera” in collaborazione con APE, SAF, AMGA (a Udine) - 20 luglio – 20 agosto 2010: collaborazione al “laboratorio interattivo sull’energia”, palazzo Morpurgo - Udine; - settembre 2010: presenza a Friuli DOC 2010 con stand realizzato con le collaborazioni di CoopNordest, Malignani, Università; - 23 ottobre 2010: partecipazione all’evento “Energia in gioco”; - novembre 2010: presentazione a Ecomondo (a Rimini). 3. serie di 16 incontri di informazione per i dipendenti comunali (776 presenze) sulle buone pratiche per la riduzione dei consumi in ambito lavorativo; 4. vari contributi sulla stampa locale sull’iniziativa e produzione del materiale necessario.L’attività si è sviluppata in accordo e collaborazione con le azioni previste dal Piano Energetico Comunale e dal Patto dei Sindaci.Gestione Problematiche Igiene – Qualità UrbanaNel contesto generale delle problematiche ambientali si sono sviluppate precise tematiche: • Derattizzazione: Nel 2010 l’attenzione al problema della presenza di topi si è concentrata sull’attività di derattizzazione e monitoraggio in ambiti sensibili, come i giardini delle scuole e i giardini pubblici. Quest’attività ha portato all’attivazione e controllo di 250 dispensatori; i monitoraggi eseguiti a fine anno e i contatti con le scuole, hanno confermato la validità dell’opera svolta. Disinfestazione da zanzara tigre È proseguita l’attività di disinfestazione su tutta l’area comunale: sono stati trattai 18 500 pozzetti fognari, per un totale di 8 campagne di trattamento. con prodotti antilarvali. All’interno dei cimiteri sono state effettuate ulteriori 6 azioni (abbattimento insetti con nebulizzazione di prodotti adulticidi in ore notturne). Per la disinfestazione in ambiti di proprietà dell’Amministrazione, sono state distribuite agli uffici pastiglie antilarvali. Pulizia-recupero: Avvalendosi di NET e ditte private, sono stati rimossi rifiuti e inerti pericolosi, abbandonati in varie aree pubbliche, sia in base alle segnalazioni (di NET stessa, del Comando Polizia Municipale e altri organi di Polizia, dei cittadini) sia autonomamente riscontrati nell’attività di controllo del territorio esercitato dal Servizio; le aree interessate sono state 35.Aggiornamento del contratto di servizio di gestione dei servizi di igiene urbana tra Comune e NET S.p.a.A seguito dell’ampia riorganizzazione della disciplina dei rifiuti e dei relativi servizi di gestione introdotta dal D.Lgs. 152/2006, nel 2010 - sullabase delle linee di indirizzo predisposte dal Consiglio Comunale - è stato effettuato un aggiornamento generale dello strumento contrattuale chedisciplina i rapporti tra Comune e NET in relazione alla gestione dei servizi di igiene urbana. Alla società è stata affidata in esclusiva la gestione 72
  9. 9. completa del ciclo dei rifiuti urbani (RU) e dei rifiuti speciali assimilati (RSA), entro i limiti previsti dalla normativa, compresi i rifiuti diimballaggio e le attività di raccolta differenziata, spazzamento, riqualificazione di aree pubbliche e di smaltimento o trattamento/recupero dei rifiutiraccolti nell’ambito del territorio e la custodia e gestione dei Centri di Raccolta comunali.Banca Dati AmbientaliIn relazione all’attività 2008 di censimento dei punti di emissione in atmosfera presenti sul territorio comunale, nel contesto dell’aggiornamentodella banca dati disponibile presso la Regione FVG (riguardante alberature, pozzi, siti interessati da abbandono rifiuti, siti inquinati, rilevamentiradon ed antenne) nel 2010 si è proceduto alla ricognizione dello stato di attività e autorizzativo dei punti di emissione in atmosfera riferiti albiennio 2009-2010, censendo ulteriori 5 punti autorizzati in via ordinaria.Tutela di animali da affezione, Difesa del patrimonio zootecnico e Anagrafe CaninaSono state molte le attività relative alla gestione degli animali presenti in città, principalmente quelli domestici (cani - gatti) effettuati ai sensi dellanormativa vigente, in primis l’aggiornamento dell’anagrafe canina con 1 000 inserimenti/variazioni (le posizioni censite in anagrafe Web sonocomplessivamente 8 150 per Udine).E’ stata inoltre effettuata la programmazione, durata circa quattro mesi, delle vaccinazioni obbligatorie antirabbiche ai cani residenti.Si è provveduto come di prassi, tramite gli operatori del Canile Aziendale dell’ASS, alla cattura di cani vaganti, resi quando possibile ai proprietarie/o trasferiti presso la struttura convenzionata (canile rifugio) “Made in Friuli” di Porpetto (i cani ospitati a fine 2010 erano 52); 56 cani sono statidati in adozione. Anche i gatti feriti vengono raccolti, per poi essere successivamente liberati sul territorio o affidati ad Associazioni di volontariato.Gli interventi straordinari d’urgenza sugli animali ricoverati, effettuati con l’ausilio di Ambulatori/Cliniche Veterinarie esterne, sono stati 30.Sono state sviluppate, conformemente alle linee di indirizzo, campagne di sensibilizzazione per prevenire l’abbandono di animali domestici, per lasterilizzazione degli animali di proprietà e per l’adozione dei cani custoditi. E’ stato anche organizzato un corso di educazione cinofila gratuito pertutti i cittadini interessati (per il tramite dell’Associazione Amici della Terra Onlus).Proseguono i censimenti delle colonie feline segnalate dai cittadini (200 le colonie feline censite nel periodo 2003-2010 e la successivasterilizzazione di alcuni esemplari (122), gli interventi sanitari eseguiti presso il Canile Aziendale dai Veterinari dell’ASS n. 4 con la collaborazionedi Associazioni zoofile operanti sul territorio.Continua l’azione di contenimento delle colonie urbane dei colombi, con distribuzione semestrale di mangime antifecondativo (avvalendosi di unaCooperativa) e attraverso il monitoraggio e censimento della popolazione (400 colombi censiti); per verificare lo stato di salute e scongiurareeventuali problematiche di Igiene veterinaria, il servizio si avvale anche della supervisione di alcuni Veterinari esperti nel settore. 73
  10. 10. Viene infine dato un sostegno economico alle Associazioni di volontariato che collaborano con il Servizio (3) e ai cittadini che scelgono di adottaredal canile un cane anziano, malato o con problematiche conclamate (11 adozioni di questo tipo nel 2010).Verde PubblicoLa gestione del verde 2010 ha operato per garantire un discreto livello qualitativo del verde in città e per affrontare alcuni emergenze causate dalmaltempo.Obiettivo del servizio è valorizzare e incrementare il verde urbano, uno dei fattori che influenzano in maniera importante la qualità della vita in città.L’obiettivo è stato perseguito mediante l’affidamento dei servizi di manutenzione di aree verdi, parchi, giardini, aiuole fiorite, viali alberati e ciglistradali, che hanno assicurato i necessari interventi di sfalcio, potature, nuovi impianti e manutenzione delle aiuole.Nel 2010, così come nel 2009, gli sfalci minimi garantiti sono stati 3 all’anno per i cigli stradali e 9 per le aree verdi principali.-Verde fruibile Mq. –2009 Mq. – 2010 Verde fruibile in mq.Aree verdi attrezzate 667 129 679 529Parchi naturali 370 289 370 289 2.000.000 1.807.380 1.794.980Giardini storici 71 632 71 632Aree verdi 189 965 189 965Scuole 201904 201 904 1.500.000 Aree verdiCentri sportivi 294 061 294 061 attrezzateTotale superficie 1 794 980 1 807 380 1.000.000 Superifcie 667.129 679.529 totale verde fuibile 500.000 0 2009 2010 74
  11. 11. Interventi 2009 2010 Alberi abbattuti/nuovi impianti di alberiN. alberi abbattuti per rischio 130 329schianto 700N. nuovi alberi impiantati su viali 257 151e strade alberate 580 600N. nuovi alberi impiantati nelle 16 111aree verdi 500 459 N. alberi abbattutiN. nuovi alberi impiantati nelle 40 5 per rischioaree scolastiche schianto 400N. potature per messa in sicurezza 2 284 890 + 1 681 329 N. nuovi alberi 313e contenimento (spollonature) impiantati 300 267 200 130 100 0 2009 2010 totale biennioNuovi giochi sono stati installati nel parco “Vittime delle Foibe” e al parco “Brun; i giochi sul territorio sono stati sottoposti a controlli con cadenzamensile per garantire un elevato standard di sicurezza e una corretta manutenzione.Infrastrutture del verdeGli investimenti nel settore delle opere pubbliche hanno visto: - la realizzazione della nuova area verde nelle vie Bertaldia e Mazzini, area intitolata alle “Vittime delle Foibe”; - la realizzazione e apertura libera al pubblico della pista di skateboard presso il Parco “Ardito Desio”; - l’inizio dei lavori riguardanti l’accesso al Parco del Cormor in prossimità del cimitero dei Rizzi e l’avvio dei lavori per il secondo accesso al Parco “Foni” (lato di viale Venezia), che prevede anche l’illuminazione del parco.Inoltre: la riqualificazione di un tratto di roggia nel centro di Cussignacco ha visto la redazione del progetto definitivo; a ottobre 2010 è statoapprovato il progetto definitivo dell’opera di sistemazione di varie aree verdi e ricreative; nell’area verde e sportiva di via Bariglaria sono statirealizzati gli orti urbani assegnati poi ai cittadini. 75
  12. 12. Opere per infrastrutture del verde prev Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazi ConsegnaN. Sub Descrizione Fine lavori Collaudo note /eff preliminare definitivo esecutivo Gara one lavori PARCO URBANO "A. FONI": prev 02/09/08 10/03/09 10/03/09 10/03/09 15/04/09 18/05/09 30/03/10 30/06/10 INTERVENTI DI5226 A MIGIORAMENTO E COMPLETAMANTO eff 02/09/08 10/03/09 10/03/09 10/03/09 15/04/09 18/05/09 15/02/10 18/06/10 PARCO URBANO A. FONI: INTERVENTI DI prev 02/09/08 22/09/09 31/03/10 31/03/10 30/06/10 31/08/10 30/06/11 30/09/115226 B MIGLIORAMENTO E COMPLETAMENTO - II eff 02/09/08 22/09/09 25/03/10 25/03/10 24/05/10 19/07/10 LOTTO - COMPLETAMEMTO ARGINE prev 15/12/09 30/07/10 30/07/10 31/05/10 31/07/10 01/11/10 28/02/11 31/03/116712 A E ROGGIA IN VIA GRAZZANO eff 15/12/09 30/07/10 30/07/10 20/10/10 20/10/10 02/11/10 prev SISTEMAZIONE ARGINE Importi confluiti nellopera 6750 "Argini e6712 B DELLA ROGGIA DI VIA rogge Cussignacco" considerato che VENETO A CUSSIGNACCO trattavano dello stesso oggetto. eff prev 30/06/10 31/10/10 30/11/10 30/11/10 31/01/11 28/02/11 31/07/11 30/10/11 ARGINI E ROGGE6750 000 CUSSIGNACCO eff 06/07/10 23/11/10 AREA VERDE VIE prev 10/07/06 07/08/07 03/07/09 03/07/09 13/08/09 21/09/09 31/08/10 30/11/100094 000 BERTALDIA, PARINI E MANZINI: I LOTTO - eff 10/07/06 07/08/07 03/07/09 03/07/09 13/08/09 21/09/09 21/05/10 30/11/10 SISTEMAZIONE STRADA DI prev 07/08/07 25/08/09 17/02/10 17/02/10 30/04/10 30/09/10 31/12/10 31/03/115287 ACCESSO PARCO DEL CORMOR eff 07/08/07 25/08/09 17/02/10 17/02/10 02/04/10 15/09/10 76
  13. 13. Opere per infrastrutture del verde prev Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazi ConsegnaN. Sub Descrizione Fine lavori Collaudo note /eff preliminare definitivo esecutivo Gara one lavori PARCHI DEL CORMOR: prev ACQUISIZIONE AREE, Con variazione Peg DG n. 367/2010 le fasi6038 000 LAVORI DI BONIFICA, previste per il 2010 sono state posticipate VIABILITA, OPERE A ad anni successivi VERDE (2° LOTTO) (EMAS) eff RISTRUTTURAZIONE E prev 21/01/000496 000 RESTAURO GIARDINO Sospesa COLLE CASTELLO eff 21/01/00 FORNITURA ALBERI prev 25/10/07 30/04/10 30/06/105230 A ORNAMENTALI DI PRIMA GRANDEZZA eff 25/10/07 25/10/07 25/10/07 25/10/07 25/10/07 25/10/07 30/04/10 21/06/10 FORNITURA IN OPERA DI prev 04/10/07 12/12/07 12/12/07 30/04/10 30/06/10 PIANTE ORNAMENTALI5230 B PER IL COMUNE DI UDINE ANNO 2007 eff 04/10/07 04/10/07 04/10/07 04/10/07 12/12/07 12/12/07 25/03/10 09/06/10 prev 26/07/07 31/03/10 31/03/10 31/03/10 30/04/10 31/05/10 30/09/10 31/12/10 REALIZZAZIONE PISTA DI5289 000 SKATEBOARD PRESSO PARCO ARDITO DESIO eff 26/07/07 23/02/10 23/02/10 05/03/10 19/04/10 26/05/10 12/11/10 prev 13/05/08 30/04/10 30/06/10 REALIZZAZIONE NUOVI6593 000 IMPIANTI DI IRRIGAZIONE eff 13/05/08 13/05/08 13/05/08 13/05/08 13/05/08 13/05/08 prev 31/05/10 31/08/10 REIMPIANTI ARBOREI IN6729 000 VARIE VIE ED AREE Lavori in corso CITTADINE (EMAS) eff 14/12/09 77
  14. 14. Opere per infrastrutture del verde prev Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazi ConsegnaN. Sub Descrizione Fine lavori Collaudo note /eff preliminare definitivo esecutivo Gara one lavori prev 30/06/10 30/10/10 30/12/10 31/01/11 31/03/11 30/04/11 31/12/11 31/03/12 Primo lotto. Si è operato con affidamenti in REALIZZAZIONE ORTI PER6751 000 economia. Il progetto preliminare è servito ANZIANI (EMAS) per acquisire il parere della Giunta. eff 21/09/10 20/09/10 05/10/10 06/10/10 30/11/10 prev 30/06/10 30/10/10 31/01/11 31/03/11 31/05/11 30/06/11 30/06/12 30/09/12 INTERVENTI VARI6752 000 INFRASTRUTTURE DEL VERDE (EMAS) eff 06/07/10 23/11/10 VIVAIO COMUNALE: REALIZZAZIONE NUOVI prev 28/10/08 15/10/09 15/10/09 15/10/09 21/12/09 28/12/09 31/07/10 31/12/10 SPOGLIATOI, TETTOIA6647 000 RICOVERO MEZZI, PIATTAFORME DEPOSITO eff 28/10/08 15/10/09 15/10/09 15/10/09 21/12/09 28/12/09 31/07/10 30/12/10 INERTI 78
  15. 15. SPESA PER PROGRAMMI E PROGETTI - ANNO 2010 PREVISIONI INIZIALI PREVISIONI ATTUALI IMPEGNI MANDATIPROGRAMMA 5 18.981.630,00 18.855.745,00 17.669.030,66 11.064.508,42 TITOLO I SPESE CORRENTI 17.661.630,00 17.663.345,00 16.941.907,44 11.052.895,15INTERVENTO 1 - PERSONALE 1.180.060,00 1.043.760,00 1.012.695,56 981.893,47INTERVENTO 2 - ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O MATERIE PRIME 44.000,00 44.000,00 43.080,71 29.236,08INTERVENTO 3 - PRESTAZIONI SERVIZI 16.276.700,00 16.420.775,00 15.737.387,49 9.914.373,91INTERVENTO 5 - TRASFERIMENTI 25.260,00 29.700,00 28.117,28 16.287,67INTERVENTO 6 - INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI 57.100,00 53.100,00 52.149,93 52.149,93INTERVENTO 7 - IMPOSTE E TASSE 78.510,00 72.010,00 68.476,47 58.954,09INTERVENTO 8 - ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE - - - - TITOLO II SPESE IN CONTO CAPITALE 1.320.000,00 1.192.400,00 727.123,22 11.613,27INTERVENTO 1 - ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI 1.165.000,00 1.035.000,00 570.000,00 11.613,27INTERVENTO 3 - ACQUISTO DI BENI SPECIFICI PER REALIZZAZIONI INECONOMIA - - - -INTERVENTO 5 - ACQUISIZIONE DI BENI MOBILI, MACCHINE EATTREZZATURE TECNICO-SCIENTIFICHE 155.000,00 157.400,00 157.123,22 -INTERVENTO 6 - INCARICHI PROFESSIONALI ESTERNI - - - - 79
  1. Gostou de algum slide específico?

    Recortar slides é uma maneira fácil de colecionar informações para acessar mais tarde.

×