Programma 10 - CITTA' DELLA SALUTE

716 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
716
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Programma 10 - CITTA' DELLA SALUTE

  1. 1. PROGRAMMA N. 10: CITTÀ DELLA SALUTE 121
  2. 2. 122
  3. 3. 10. CITTA’ DELLA SALUTECITTA’ SANEA partire da gennaio 2010, l’ufficio di Progetto O.M.S. “Città Sane” ha continuato ad orientare le proprie attività di prevenzione e promozione dellasalute in linea con i principi e le linee guida fornite dall’O.M.S., con particolare attenzione agli obiettivi e ai temi chiave della la Fase V della ReteEuropea Città Sane, nello specifico: 1. Creazione di ambienti capaci di cura e di sostegno; 2. Vita sana; 3. Ambiente e progettazione urbana per la salute.Considerata l’importanza di un’analisi del contesto e dei bisogni della comunità, si è proceduto al periodico “Aggiornamento del Profilo di Salute”2009, i cui dati forniscono una lettura globale del contesto urbano, e alla predisposizione della bozza definitiva del secondo Piano di Salute dellaCittà di Udine (con dati aggiornati al 2009), che non solo cerca di fornire, attraverso indicatori demografici, ambientali, economici e sociali, unapanoramica di alcune aree considerate prioritarie (quali anziani, infanzia e famiglia, disabilità, marginalità ed esclusione sociale, ambiente, salutementale, ecc.), ma vuole anche raccogliere e analizzare le azioni messe in atto in questi ultimi anni dalle istituzioni locali per il miglioramento dellaqualità della vita dei cittadini. Si è inoltre conclusa la seconda fase di studio relativa all’Indagine epidemiologica sull’area circostante la ZonaIndustriale Udinese, avente lo scopo di effettuare un’analisi approfondita dei possibili fattori di rischio derivanti alla popolazione dall’esposizionealle emissioni industriali; i risultati sono stati presentati il 23 marzo 2010. infine, sono stati approfonditi gli aspetti principali della “Pianificazioneurbana per la salute”, ai fine di integrare gli obiettivi di salute e sviluppo sostenibile nella stesura del Piano Regolatore Comunale e nellapianificazione dell’assetto urbano, in conformità con i principi stabiliti dall’O.M.S.Nell’ambito delle attività dell’ufficio, si è cercato di rafforzare il coinvolgimento di associazioni e organizzazioni locali e della comunità ingenerale, come pure il lavoro di rete, attraverso lo scambio e la condivisione di esperienze con realtà vicine e lontane. Momenti di confronto alivello internazionale sono stati: l’annuale “Business Meeting delle Città Sane”, tenutosi a Sandnes (Norvegia) dal 15 al 20 giugno 2010;l’“International Conference of Urban Health” di New York (27-29 ottobre 2010), a cui Udine non ha partecipato con propri rappresentanti ma conl’invio di 2 abstract che sono stati accolti; il “Global Forum on Urbanization and Health”, congresso organizzato dall’Organizzazione Mondialedella Sanità a Kobe (Giappone) dal 15 al 17 novembre 2010; il “Terzo Forum Demografico Europeo”, conferenza promossa dalla CommissioneEuropea a Bruxelles il 22 e 23 novembre 2010. Inoltre, con l’avvento della Fase V, Udine è stata rinominata, con altre 5 città europee, membrodell’Advisory Committee (comitato direttivo della rete europea).Per quanto riguarda i progetti europei, l’Ufficio è stato impegnato nella conclusione e disseminazione dei risultati del Progetto “DECiPHEr”,avviato nel 2008 nell’ambito del Programma Leonardo Da Vinci e avente come obiettivo l’informazione e la sensibilizzazione di amministratori epolitici locali all’importanza degli investimenti sulla prevenzione primaria. In particolare: 123
  4. 4. a) nei giorni 6-8 settembre 2010 si è tenuto nella città di Sibiu (Romania) il Meeting conclusivo dei Partners di progetto (la Sheffield Hallam University e i comuni di Sheffield - Regno Unito, Turku - Finlandia, Helsingborg - Svezia e l’Istituto Nazionale di Salute Pubblica e Sanità di Bucarest - Romania); b) la seconda metà dell’anno è stata dedicata al completamento del “toolkit”, che riassume tutto il lavoro svolto, nonché all’aggiornamento del sito, che rende noti i risultati del progetto e alla rendicontazione all’Unione Europea delle attività svolte.Nel mese di aprile 2010 sono state avviate le attività inerenti ad un altro progetto europeo denominato “XPLOIT”, iniziativa volta a migliorare,razionalizzare e rendere più efficaci le politiche in tema di formazione degli adulti e a promuovere la creazione di una Rete di Città perl’Apprendimento (City Learning Net) cui partecipano l’Aahrus Social and Healthcare College di Aahrus (Danimarca), una decina di partners di 6paesi europei (Danimarca, Italia, Spagna, Ungheria, Regno Unito e Austria) e, a livello locale, l’Università delle LiberEtà del FVG.A livello nazionale, a seguito delle procedure elettive delle cariche nella Rete Italiana Città Sane – OMS, (anche facilitando il coinvolgimento deglialtri comuni del FVG), il Comune di Udine ha ottenuto la carica di Vice-presidente. In seguito ha partecipato a tutti gli incontri del ComitatoTecnico e del Comitato Direttivo della Rete e ad una serie di iniziative, tra cui il “Festival della Salute” di Viareggio (24 settembre 2010), ilworkshop nazionale “Stili di vita e disuguaglianze di Salute” di Modena (4-5 novembre 2010). Si sottolinea l’adesione ad un progetto sulletematiche di educazione ambientale e mobilità sostenibile promosso dalla Rete in partenariato con altri 6 comuni italiani nell’ambito di un bandopubblicato dal Ministero dell’Ambiente (17 dicembre 2010).Sempre in tema di sicurezza stradale e mobilità sostenibile, si è conclusa nei primi mesi del 2010 la fase di monitoraggio degli interventi strutturalidel progetto pilota di “Messa in sicurezza delle aree scolastiche in ambito urbano e dei percorsi casa-scuola nei comuni di Udine, Cormons e Sacile”realizzati nel 2008; i risultati sono stati presentati nel corso di un convegno organizzato in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia il 10novembre 2010.A livello cittadino l’Ufficio di Progetto ha riproposto numerose iniziative ormai consolidate, volte a stimolare nella cittadinanza l’interesse per lasalute della propria città, l’adozione di sani e corretti stili di vita, la mobilità scolastica sostenibile e il rispetto per l’ambiente.In particolare sono stati realizzati: - il “Contratto della Merenda”, progetto di educazione alimentare realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione dell’A.S.S. n. 4 “Medio Friuli”, la Despar, l’Ascom-Confcommercio e la Federazione Provinciale Coldiretti, che consiste nella fornitura, per tutto l’anno scolastico, di una merenda sana a base di pane fresco artigianale, yogurt e frutta. Il progetto ha coinvolto nel corso dell’a.s. 2009/10 15 scuole elementari cittadine per un totale indicativo di 1.600 bambini; - la continuazione del Progetto di Educazione alla sessualità, affettività e prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse nelle scuole superiori di Udine, che ha coinvolto 9 istituti superiori di Udine e 3 di Cividale per un totale di circa 900 ragazzi; - la campagna vaccinazioni, in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione dell’A.S.S. n. 4 “Medio Friuli”; 124
  5. 5. - la prosecuzione delle campagne contro il fumo nelle scuole elementari (incontri di animazione nelle classi), medie e superiori (conferenze nelle classi tenute da medici volontari e distribuzione di materiale informativo) in collaborazione con l’A.I.R. – Associazione Insufficienti Respiratori FVG onlus; - la prosecuzione dell’attività dei Gruppi di cammino, gruppi di persone che si ritrovano 1-2 volte alla settimana per camminare lungo percorsi urbani ed extraurbani predefiniti, grazie alla collaborazione dell’ASS4 e della UISP – Unione Italiana Sport per Tutti. Nell’ambito della promozione dell’attività fisica, è iniziata anche la sperimentazione della GAD – Ginnastica a domicilio; - la prosecuzione del progetto “Pedibus”, ovvero un servizio di accompagnamento dei bambini nei loro percorsi casa-scuola con l’obiettivo di incentivare la mobilità scolastica sostenibile e ridurre l’uso dei mezzi privati in prossimità delle aree scolastiche cittadine. Il servizio, attivo per tutto l’anno scolastico, è stato garantito attraverso il reclutamento tramite avviso pubblico di accompagnatori “studenti, pensionati e disoccupati”, remunerati dal Comune tramite vouchers.Sono state inoltre attivate le seguenti sperimentazioni: - un servizio gratuito di misurazione delle funzionalità respiratorie – “Progetto Misura il tuo respiro” – offerto a cadenza mensile, sempre in collaborazione con l’associazione A.I.R. FVG onlus e il Distretto Sanitario di Udine; - il progetto “Piramide della salute”, punto informativo presso il punto vendita “Eurospar” di Viale delle Ferriere a Udine, dove, grazie alla presenza degli operatori sanitari, sono stati offerti, per due giorni alla settimana, informazioni e servizi al fine di favorire la promozione e la diffusione di una cultura della prevenzione primaria; - il Progetto “LucidaMente”, che ha l’obiettivo di promuovere una cultura della prevenzione delle dipendenze, in particolare dell’abuso di alcol, nelle società sportive, responsabilizzando i giovani sulle conseguenze dei comportamenti a rischio attraverso la metodologia della peer education.SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E POLITICHE DI CONCILIAZIONEL’offerta di servizi educativi per la prima infanzia comprende i nidi comunali a gestione diretta “Dire, fare, giocare”, “Sacheburache e “Fantasia deiBimbi”; il nido gestito in appalto “Cocolâr” e, da settembre 2010, 8 nidi privati convenzionati.Le domande di ammissione ai nidi di infanzia presentate nel 2010 sono state 358.Nidi comunali a gestione diretta: per l’anno educativo 2010/2011 è stata ampliata l’offerta di posti, passando a 172 posti (rispetto ai 167 dell’annoprecedente.Nido a gestione esternalizzata (Cocolâr): ha ampliato la sua offerta: a seguito della procedura aperta, che ha appaltato i servizi per gli anni 2010 –2013, i posti nido sono stati portati a 55 (erano 44 nell’anno educativo 2009/2010). Il nido Cocolâr offre anche (tutti i sabati dalle ore 9.30 alle12.00, nel periodo novembre2010 – marzo 2011) uno spazio gioco denominato “Un nido per giocare”, rivolto a tutti i bambini in età 13-36 mesi e ai 125
  6. 6. loro genitori, con priorità per i bambini che non frequentano il nido; il servizio prevede laboratori ludico-espressivi (motorio, grafico, pittorico,ecc..) e consente ai genitori di esplorare nuove strategie educative, anche attraverso lo scambio di esperienze pratiche fra genitori; attraverso lo“Sportello Genitori”, è disponibile il supporto di un consulente psico-pedagogico.Anche per i nidi convenzionati è stata ampliata l’offerta per l’anno educativo 2010/2011, portata a 137 (contro i 110 dell’anno precedente). Offerta Posti nido 240 Offerta posti nido a.e. a.e. 2009/2010 2010/2011Nidi comunali a gestione diretta 167 172 180 167 172Nido a gestione esternalizzata 44 44Nidi privati convenzionati 110 137 137Totale 321 351 2009/2010 120 110 2010/2011 55 60 44 0 Nidi comunali a Nido a gestione Nidi privati gestione diretta esternalizzata convenzionatiPer i nidi privati convenzionati sono state attivate 8 convenzioni per il triennio educativo 2010/2013 (a seguito di procedura selettiva e approvazionedella graduatoria dei nidi idonei) con i nidi d’infanzia privati/aziendali: “C’era una volta”, “F. Renati”, “Ghirigoro”, “Girotondo”, “Il Paese deiBalocchi”, “Papa Giovanni XXIII”, “Mons. D. Cattarossi” e “Rosa e Azzurro”.Gli indicatori adottati per la procedura selettiva per la formazione della graduatoria dei nidi d’infanzia idonei al convenzionamento e quelli per lagara per l’affidamento dei servizi del nido “Cocolar” hanno permesso di predisporre una scheda di verifica e controllo utilizzabile per i servizi per laprima infanzia sul territorio comunale; tali controlli sono stati effettuati in molti nidi e in due sezioni primavera in attesa di autorizzazione. 126
  7. 7. A seguito di una specifica richiesta formulata dalla Commissione Nidi e pienamente accolta dall’Assessore, è stato elaborato uno studio perverificare la necessità di attivare nuovi servizi e di riorganizzare quelli in funzione, con riferimento a: a) servizi integrativi estivi destinati a bambini 0 – 3 anni; b) istituzione di un secondo turno pomeridiano – serale di servizio in alcuni nidi; c) ridefinizione dell’intervallo temporale in cui è compresa la fascia oraria minima di frequenza dei nidi.Lo studio ha previsto la distribuzione di 756 questionari (distribuititi a tutte le famiglie dei bimbi che frequentano nidi comunali o convenzionati);553 sono stati i questionari compilati. In base ai risultati, che sono stati presentati in una riunione della Commissione Nidi, l’Amministrazione si èimpegnata a istituire la modifica della fascia oraria minima da settembre 2011 e di elaborare un’ipotesi di attivazione sperimentale di serviziointegrativo estivo, già per l’estate 2011.A seguito della scadenza a luglio 2010 della convenzione per il supporto specialistico di assistenza pediatrica, è stata stipulata una nuovaconvenzione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria che ha garantirà il servizio per il triennio 2010-2013 presso i 4 nidi comunali e i 6convenzionati, che hanno aderito all’iniziativa.Anche quest’anno sono stati attivati i tirocini osservazionali presso i 4 nidi d’infanzia comunali; il tirocinio ha interessato n. 180 studenti, con ilcoinvolgimento di 4 Istituti scolastici e la facoltà di Medicina e Chirurgia (Corso di laurea in Fisioterapia) di Udine.E’ stata aggiornata e distribuita la pubblicazione (in italiano e inglese) “Linee guida in materia di tutela della salute del bambino nel nidod’infanzia”, rivolta ai genitori dei bambini dei nidi d’infanzia comunali, convenzionati e privati.Anche nel 2010 è stata effettuata l’analisi della qualità del servizio percepita dai genitori dei bimbi che frequentano le strutture comunali econvenzionate; su 295 questionari distribuiti, 231 sono stati restituiti compilati.La quasi totalità dei genitori ha espresso un giudizio più che positivo del servizio (medie di giudizi di 5,5 su una scala da 1 a 6), sia per i nidi agestione diretta/esternalizzata che per i nidi convenzionati.Sono stati pubblicati e distribuiti presso i nidi, scuole dell’infanzia e messi a disposizione dei genitori intervenuti alla Conferenza del 29 novembre2010, gli atti della Conferenza del 30 novembre 2009 dal titolo “Sono grande io! Andrò alla scuola dell’infanzia”; le conferenze sono aperte a tutti igenitori interessati dal progetto di continuità nido/scuola dell’infanzia, che prevede incontri preparatori assieme a insegnanti di scuole dell’infanzia,educatori di nidi d’infanzia comunali e privati.Gli uffici hanno collaborato al programma regionale di promozione alla lettura ai bambini dai 6 mesi “Nati per leggere”, attraverso incontripreparatori con la responsabile della Biblioteca Ragazzi e gli educatori dei nidi comunali e privati. In particolare, gli educatori hanno partecipatoagli incontri rivolti ai più piccoli, ogni lunedì dalle 16.30 alle 18, con “TantiLibri”, presso la Biblioteca Ragazzi; sono state inoltre sperimentate 127
  8. 8. iniziative di lettura presso 2 comunali e 1 convenzionato, con lettori volontari proposti dalla Biblioteca, che si sono concluse con la visita deibambini alla Biblioteca Circoscrizionale.Gli uffici hanno anche collaborato con l’ERT (Ente Regionale Teatrale) per una serie di spettacoli teatrali (a febbraio/marzo) rivolti ai bambini inetà 0-3 anni (coinvolti 4 nidi comunali e 1 convenzionato), con le Compagnie teatrali “La Baracca”di Bologna e “Il Melarancio” di Cuneo. 128
  9. 9. Opere per Asili nido prev/ Progetto Progetto Progetto Indizione Aggiudicazi ConsegnaN. Sub Descrizione Fine lavori Collaudo note eff preliminare definitivo esecutivo Gara one lavori MANUTENZIONE prev 01/04/10 30/09/10 30/09/10 30/04/116754 000 STRAORDINARIA ASILI NIDO eff 19/04/10 19/04/10 19/04/10 MANUTENZIONE prev STRAORDINARIA Opera aggiunta con Delibera C.C. n.6786 000 COPERTURA ASILO NIDO 204/2010 DI VIA ALBA eff 08/06/10 129
  10. 10. SPESA PER PROGRAMMI E PROGETTI - ANNO 2010 PREVISIONI INIZIALI PREVISIONI ATTUALI IMPEGNI MANDATIPROGRAMMA 10 4.274.750,00 4.162.840,00 3.940.811,82 3.173.916,46 TITOLO I SPESE CORRENTI 4.232.750,00 3.990.840,00 3.768.811,82 3.146.772,80INTERVENTO 1 - PERSONALE 2.188.020,00 2.048.020,00 1.941.770,40 1.879.632,42INTERVENTO 2 - ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O MATERIE PRIME 115.000,00 128.000,00 120.047,88 85.022,51INTERVENTO 3 - PRESTAZIONI SERVIZI 1.828.100,00 1.711.190,00 1.609.765,63 1.101.474,40INTERVENTO 5 - TRASFERIMENTI 31.500,00 26.500,00 25.452,01 11.202,01INTERVENTO 6 - INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI 57.200,00 55.200,00 54.915,07 54.915,07INTERVENTO 7 - IMPOSTE E TASSE 12.930,00 21.930,00 16.860,83 14.526,39INTERVENTO 9 - AMMORTAMENTI DI ESERCIZIO - - - - TITOLO II SPESE IN CONTO CAPITALE 42.000,00 172.000,00 172.000,00 27.143,66INTERVENTO 1 - ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI 15.000,00 145.000,00 145.000,00 15.000,00INTERVENTO 5 - ACQUISIZIONE DI BENI MOBILI, MACCHINE EATTREZZATURE TECNICO-SCIENTIFICHE 27.000,00 27.000,00 27.000,00 12.143,66 130

×