Comunis newsletter 4 Italiano
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Comunis newsletter 4 Italiano

on

  • 180 views

 

Statistics

Views

Total Views
180
Views on SlideShare
180
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Comunis newsletter 4 Italiano Comunis newsletter 4 Italiano Document Transcript

    • Circolare 4 Primavera 2011 Zona industriale Zenonberg, Dorf Tirolo © MW2011 Inter-municipal cooperation for strategic steering of SME-oriented location development in the AlpsI partner del progetto COMUNIS si sono incontrati a Lochau vicino aBregenz (Austria) per presentare gli Sommario Meeting del progetto a Bregenz 1avanzamenti del progetto nelle regioni “Politica d’accoglienza” nella regione Lione-Ovest 2pilota. A fare da padroni di casa sono Leiblachtal: cooperazione per lo sviluppo del polo produttivostati Franz Rüf e Peter Steurer di Telesis,l’Agenzia per lo sviluppo regionale del Alpsee-Grünten: Insieme per lo sviluppo di aree a uso commerciale 3Vorarlberg, che hanno accolto i colleghi Conferenza: Cluster - Motori di competitività regionaleal castello Schloss Hofen a Lochau. Eventi futuri 4 5° Meeting transnazionale del progetto ad Asti1° giorno: i partner hanno presentato COMUNIS alla Convenzione delle Alpilo stato attuale di attuazione del pro-getto nelle loro aree pilota, le sfide e leopportunità, gli obiettivi della regione,mazione dei tandem, 2. Gestione delle e sviluppo strutturale (Projekt – undle strategie operative per raggiungerli conoscenze (Knowledge Manage- Strukturentwicklunsgenossenschaft-e il modello di attuazione riguardante ment) nel progetto, 3. Strutture delle PSG).lo sviluppo di aree a uso commerciale linee guida per il CLD. I gruppi hanno(commercial location development - definito e chiarito i prossimi compiti. 3° giorno:il gruppo COMUNIS è rius-CLD) nell’ambito del quale si svolgono Helmut Blank, sindaco del comune di cito a raggiungere la Grosses Walsertalle attività. Le presentazioni hanno per- Sulzberg, ha illustrato ai partecipanti per l’escursione prevista. Qui il sindacomesso di conoscere meglio le regioni del workshop le modalità con cui la di St. Gerold, Bruno Summer, ha pre-del progetto e hanno funto da base per regione Voralberg ha attuato il mod- sentato il centro civico ai partecipantivivaci discussioni durante il “COMUNIS- ello di sviluppo intercomunale di aree sottolineando che, soprattutto per iWorld Café” l’indomani. a uso commerciale. In questo caso per piccoli comuni, è estremamente im- portante lavorare insieme per fornire2° giorno: Dedicato alla discussione gestire il CLD intercomunale è stato i servizi pubblici necessari e richiesti.di tre temi in gruppi di lavoro: 1. For- costituito un consorzio di progetto Per la Grosses Walsertal COMUNIS è un progetto importante per creare strutture capaci di assicurare condiz- ioni allettanti per le piccole e medie imprese ora e in futuro. Gli esempi del Parco della Biosfera, del Centro Civico del Comune di Blons, compreso il sito di commemorazione delle valanghe e la malga a gestione comunitaria di Sonntag, dimostrano che “lavorare insieme” porta a buoni risultati nella pratica. Peter Steurer Regionalentwicklung VorarlbergIl team COMUNIS in una St. Gerold innevata. © PS2010Alpine Space Programme - European Territorial Cooperation 2007-2013 1
    • www.comunis.eu “Politica d’accoglienza” nella regione Lione-Ovest: Vivere, abitare e lavorareNell’area pilota francese di Tarare, la Camera di Commercio Il concetto si basa su:e d’Industria di Lione (CCIL) ha lanciato una “Politica • una piattaforma internet interattiva per la promozioned’accoglienza” per le imprese e lavoratori. e la creazione di reti (networking);La politica di accoglienza si iscrive in una strategia di • il sostegno di progetti economici in particolare attra-sviluppo economico e di mantenimento della popolazione verso gli incubatori, i centri servizi dedicati alle imprese,all’interno del territorio. Inoltre intende individuare, attrarre centri di telelavoro ecc.;e sostenere l’insediamento di nuova popolazione attiva • comuni volontari chiamati “villaggi dell’accoglienza”(ad es. manodopera, imprenditori). Si ispira all’esperienza e un comitato di accoglienza volontario in ciascuninnovativa e di successo “Soho Solo” (Small Home Small comune aderente al progetto;Office) realizzata dalla Camera di Commercio e Industria di • una strategia di marketing territoriale e di coordinamen-Gers. to degli attori economici locali (si veda un’estratto del depliant alla sinistra). I target group sono gli imprenditori, i lavoratori autonomi (compresi i liberi professionisti e i medici) e il personale qualificato del quale le imprese del territorio hanno bisogno. Per attrarre tali soggetti è necessario offrire loro un’accoglienza privilegiata e l’accessibilità a diversi servizi (commercio, banda larga, ecc.) poiché essi cercano, al contempo, un contesto di vita gradevole e infrastrutture efficienti per sviluppare le loro attività e stabilire la propria famiglia. La Camera di Commercio e Industria di Lione – Delegazione di Tarare co-pilota la costruzione e l’attuazione del progetto nel quadro di COMUNIS. Sono coinvolti diversi partner locali, in particolare la Communauté de Communes (Associazione di comuni) di Amplepuis/Thizy, Tarare, Haut Beaujolais e la Haute Vallée d’Azergue.Per maggiori informazioni: http:// www.soho-solo-gers.com Florine Goncet © Aderly & Camera di Commercio e d’Industria di Lione (2011). Camera di Commercio e d’Industria di Lione I Comuni della Leiblachtal: cooperazione per lo sviluppo del polo produttivoIl Comune vota l’adesione al progetto dendo possibile uno sviluppo attento diceranno il tempo a raccogliere i datiCOMUNIS. Hörbranz è stato l’ultimo e mirato del sito grazie al sostegno di dell’esistente, ad analizzare le sfide ecomune della Leiblachtal a votare esperti. Ci si aspetta in tal modo un raf- le opportunità per la regione, a formu-all’unanimità l’adesione al progetto forzamento della collaborazione nella lare obiettivi e strategie e a definireCOMUNIS con lo scopo di creare una regione e la possibilità di cogliere al misure per l’attuazione delle strategie.struttura destinata allo sviluppo con- meglio le opportunità di una maggiore “La scorsa settimana, durante la primagiunto del polo produttivo. L’obiettivo occupazione nella Leiblachtal. riunione di lavoro alla presenza di tuttiè sviluppare una strategia mirata, inte- i sindaci e degli esperti, è stato definito Sfide e opportunitàgrata e sovra comunale che sostenga lo il calendario di lavoro per l’anno 2011sviluppo economico della vallata ren- Fino all’autunno del 2011 i comuni de- ed è stato posato un ulteriore mattone per la costruzione di una collaborazi- one intercomunale “, ha dichiarato Pe- ter Steurer dell’agenzia per lo sviluppo regionale Regionalentwicklung Vorarl- berg che ha presentato COMUNIS du- rante l’ultimo incontro dei rappresen- tanti comunali. Daniela Lais Vorarlberger Nachrichten HeimatIncontro del gruppo di lavoro con tutti i sindaci, 3 febbraio 2011, Lochau © PS2011Alpine Space Programme - European Territorial Cooperation 2007-2013 2
    • www.comunis.eu Alpsee Grünten: Insieme per lo sviluppo di aree a uso commercialeInsieme alla città di Immenstadt e ai lavoro, quanto il fatto di assicurare e garantite condizioni quadro ottimaliComuni di Burgberg, Rettenberg e Bla- migliorare l’offerta “regionale“ di occu- e un’offerta di terreni il più variegataichach, la città di Sonthofen prevede pazione per la popolazione dell’Alpsee- possibile.di affidare lo sviluppo e il market- Grünten. L’idea nella pratica: “conferire” le su-ing congiunto delle aree a uso com- perfici commerciali idonee a un’associ-merciale a un’unica organizzazione. azione di scopo affinché possano es-Questo progetto è stato all’ordine del sere sviluppate e commercializzate ingiorno di un incontro informativo al modo congiunto. Ciò riguarderà soloquale hanno partecipato i consiglieri i terreni a partire da una determinatadei cinque comuni dell’Oberallgäu. dimensione; le proprietà rimanenti, diNonostante condizioni di partenza pezzatura inferiore, continueranno adiverse, i cinque comuni mostrano essere di competenza dei singoli co-problemi simili: vincoli ambientali, muni. Costi, entrate, proventi delle Evento informativo comune per i Consiglidisponibilità limitata di superfici e pr- comunali della regiona Alpsee-Grünten. vendite e imposte sulle imprese cheezzi elevati dei terreni sul lungo peri- ©Città di Sonthofen 2011 ne conseguono saranno suddivisi sec-odo. Dati i ristretti margini di manovra ondo un rapporto di distribuzione pre-per il futuro sviluppo territoriale, La strategie: la gestione congiunta stabilito. Un’area comune a uso com-nell’autunno del 2009 è stato avviato delle superfici, che permetta di svi- merciale-industriale potrebbe essereil progetto COMUNIS con l’obiettivo di lup-pare le aree a uso commerciale- sviluppata nella zona delle caserme insviluppare una gestione comune delle industriale secondo modalità il più corso di dismissione a Sonthofen.superfici per i cinque comuni. I risultati possibile mirate e consone alle esi- Nelle prossime settimane i consigliraccolti fino ad ora sono stati presen- genze. Questo è possibile solo se si municipali dei cinque Comuni dovran-tati ai consiglieri comunali durante un evita la concorrenza per gli insedia- no valutare le proposte sino ad oraevento informativo congiunto tenutosi menti aziendali e si mettono insieme elaborate e adottare decisioni di prin-il 10.02.2011 a Sonthofen. le risorse. Grazie ad una suddivisione cipio sui passi concreti da intrapren- dei compiti diventa possibile ridurreL’obiettivo: dare forma a uno spazio dere per costituire un’associazione di costi e rischi, arginando il ricorso aeconomico comune. Data la prossimi- scopo comune. terreni agricoli. Alle aziende - in parti-tà geografica e i molteplici legami tra i colare alle aziende locali esistenti che Sandra Feuersteincinque Comuni non è rilevante il luogo desiderano ampliarsi - devono essere Città di Sonthofeneffettivo in cui saranno creati i posti di© ewico gmbh 2011 Conferenza Clusters: Motori di competitività regionaleI distretti industriali (cluster) rap- ni strategiche e di politica) si discuteva stimolare cluster regionali. Nel corso dipresentano una preziosa fonte di in- temi riguardanti la concentrazione tale evento i partecipanti avevano oc-novazione, trasferimento di conoscen- geografica di imprese e di organizzazi- casione di stabilire contatti e discutereze e miglioramento della produttività. oni di supporto connesse. future collaborazioni. COMUNIS eraEcco perché i distretti industriali sono rappresentato dal partner capofila Prima conferenza di questo tipo a es-diventati indispensabili per le regioni e come partecipante. La conferenza si è sere organizzata in Svizzera, riunivanole imprese che puntano all’innovazione svolto a marzo 2011 presso l’Università studiosi di fama internazionale, se-e alla prosperità economica. di Friburgo in Svizzera. Per maggiori in- nior manager di distretti industriali formazioni:Concentrandosi su questo tema, il con- e rappresentanti del mondo politico http://www.pst-fr.ch/cluster2011vegno “Clusters as Drivers of Regional incaricati di promuovere lo sviluppoCompetitiveness: Strategic and Policy economico regionale. In questa occa- Nathalie StummIssues” (I distretti industriali quali mo- sione venivano presentate le migliori University of Applied Sciencestori di competitività regionale: questio- pratiche di distretto volte ad avviare e Western SwitzerlandAlpine Space Programme - European Territorial Cooperation 2007-2013 3
    • www.comunis.eu EVENTI FUTURI 5° COMUNIS meeting transnazionale del progetto: 27-28 luglio 2011, Provincia di Asti (IT) Alpine Space Mid Term Conference - Driving Cooperation for the Alps: 16-17 giugno 2011, Grenoble (F) Asti: 5° Meeting transnazionale del progetto L’obiettivo di COMUNIS è elabora-Il partner Società Consortile Langhe Focus on Evaluation and Adaptation re una strategia cooperativa perMonferrato Roero (LAMORO) intende as- Il pacchetto di lavoro “Evaluation and lo sviluppo di aree produttivesociare la riunione di progetto, dedicata Adaptation” è un elemento essenziale polifunzionali a uso commer-a discutere gli avanzamenti delle attività per garantire la fattibilità e la sostenibil- ciale, artigianale, industriale ee i risultati, a una conferenza aperta alla ità dei risultati e degli strumenti di pro- misto (Commercial Location De-quale saranno invitati i principali stake- getto dopo la conclusione ufficiale del velopment, CLD). Migliorando laholder locali coinvolti in modo diretto e progetto. cooperazione intercomunale edindiretto nell’azione pilota. L’Università intra-territoriale si intendono su- Lo scopo principale di questo lavoro è perare i tentativi individualistici didi Economia di Asti presenterà i princi- valutare in modo critico lo sviluppo del risolvere il problema a livello deipali risultati locali. progetto e l’attuazione dello stesso nelle singoli comuni. COMUNIS fornirà1° giorno: Presentazioni dei partner di aree pilota, come pure il successivo adat- delle linee guida ampiamenteprogetto e riassunto di risultati e attività, tamento delle strategie e degli strumenti adattabili per applicare questasia in termini di contenuto, sia di finan- CLD in base alle esperienze fatte e alle strategia e individuerà strumentiziamento. lezioni apprese nelle diverse aree pilota. pratici per valutare la domanda2° giorno: Dedicato agli stakeholder lo- locale e regionale e gestire lo svi- Valentina Scionericali e alle azioni ufficiali di divulgazione. luppo di aree polifunzionali ad Langhe Monferrato Roero uso commerciale. Il progetto va da luglio 2009 fino a giugno 2012. COMUNIS alla Convenzione delle Alpi: I vantaggi della cooperazione COMUNIS fa parte della “Coop- intercomunale per le zone commerciali-industriali in montagna erazione Territoriale Europea I primi risultati ed esperienze acquisiti importanza. Soprattutto nelle zone e viene co-finanzato dal Fondo dall’Eurac Istituto per lo Sviluppo Re- montane decentralizzate, con delle sue Europeo di Sviluppo Regionale gionale e il Management del Territorio condizioni naturali geografiche, le zone (FESR) nell’ambito del programma nell’area pilota Val Passiria in Alto Adige, commerciali e le PMI offrono posti di Spazio Alpino. sono stati presentati durante la terza ri- lavoro alternativi alle persone che lavo- unione del gruppo di lavoro “Demogra- rando nel settore agricolo. IL PARTENARIATO fia e occupazione” della Convenzione Lead partner: Questi link sono determinanti per la con- delle Alpi. University of Applied Sciences servazione delle aree rurali. Se le aree Attenzione è stata dedicata partico- commerciali possano essere collegate Western Switzerland, Institut Economie et Tourisme (CH). larmente alle sfide e alle opportunità e commercializzati in cooperazione, un ERDF-Lead partner: incontrate in attuazione della cooper- passo decisivo verso la pianificazione Chambre de Commerce et azione intercomunale per le aree a uso sostenibile dello sviluppo regionale per d’Industrie de Lyon (F). commerciale-industriale. Da un punto quanto riguarda il rispettivo protocollo Partner: di vista socio-economico, le zone com- della Convenzione delle Alpi sarebbe Stadt Sonthofen (DE), Eurac- merciali intercomunali sono di grande presa. Research, Institute for Regional • Aumentare l’attratività di una regione come luogo per lavorare e vivere. Development and Location Man- agement (IT), Canton du Val- Demo- grafia • Identificazione con la regione aumenta la motivazione di stare nel luogo. • Partecipazione allo sviluppo posizione commerciale dei comuni stessi, ais Service du développement senza spazi adeguati (ad es. per ragioni topografiche). économique (CH), Ministero dell’Ambiente e delle Tutela del • Salvaguardare i posti di lavoro tramite pianificazione strategica e ges- Occupazione Territorio e del Mare (IT), Bosch tione di aree commerciali della regione. Partner GmbH (DE), Regionalent- • Salvaguardare dei posti di lavoro decentralizzato, in particolare delle PMI wicklung Vorarlberg (AT), Società • Offrire dei posti di lavoro per i lavoratori nel settore agricolo. Consortile Langhe Monferrato • Promuovere la cooperazione delle imprese e le istituzioni educativi. Roero, settore progetti europei • Riduzione dei costi e le capacità amministrative. (IT), BSC Poslovno podporni cen- Administ- razione • Commercializzazione congiunta di luoghi commerciali. ter, d.o.o., Kranj (SI), Association • Effetto ‘spill-over’ di cooperazione intercomunale per le zone commer- Suisse pour le Service aux Régions ciali-industriali ad altri problemi comuni. et Communes (CH).Alpine Space Programme - European Territorial Cooperation 2007-2013 4