Organizzare e coordinare il lavoro

2,425 views

Published on

Un breve estratto dal nostro corso "Organizzare e coordinare il lavoro"

Published in: Business, Career
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,425
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
47
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Organizzare e coordinare il lavoro

  1. 1. ORGANIZZARE ECOORDINARE IL LAVOROCOMITES srlinfo@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10F. 02.69.01.46.09 –Web: www.comites.mi.it
  2. 2. Cos’e’ l’organizzazioneL’organizzazione è caratterizzata da: La struttura: divisione organizzativa, divisione dei compiti,struttura degli spazi fisici, suddivisione delle risorse,strumenti e mezzi disponibili I meccanismi operativi: regole formali chel’organizzazione si dà per regolare e gestire il suofunzionamento (orari di lavoro, modalità di organizzazione deitempi, modalità di pagamento, ecc.) I processi: insieme organizzato di attività finalizzate alconseguimento di un risultato che risponda alle aspettativeed esigenze del Cliente esterno/interno
  3. 3. Cos’è l’organizzazione Valore aggiunto TempiIn-put Out-put Obiettivi Risorse Responsabilità
  4. 4. Organizzare il proprio lavoro Fornitori e clienti interniOgni Ruolo/funzione è cliente degli altri ruoli/funzioni cheforniscono quanto serve per poter lavorare (informazioni,risorse, …) ed è fornitore di altri ruoli/ funzioni cheutilizzano i suoi out-put.Fornitori esterni Cliente/fornitore Cliente/fornitore Cliente/fornitore Cliente/fornitore Cliente/fornitore Utente/cliente
  5. 5. L’organizzazione del lavoroPIANIFICARE/ORGANIZZARE FARE/REALIZZARE “individuare cosa è necessario “mettere in atto”: fare e definire le condizioni”: - definire meglio i contenuti - obiettivi e attività - organizzare - risorse, competenze, modalità - sviluppare le attività e le azioni - responsabilità CHIUDERE/MIGLIORARE CONTROLLARE/VERIFICARE “Tirare le somme sui risultati”: “monitorare, verificare”: - chiudere l’attività - verificare l’andamento - rilevare il gradimento - effettuare controlli di processo soddisfacimento - verificare i risultati - individuare azioni di miglioramento future
  6. 6. Organizzare il proprio lavoro Organizzare il lavoroOgni attività organizzata si basa su due aspettifondamentali ed opposti: la divisione del lavoro il coordinamento delle attivitàLa divisione del lavoro comporta l’individuazione dellevarie fasi in cui si può articolare il processo. Attività 1 Attività 2 Attività 3 Processo Attività 4 Attività ….nRisultato
  7. 7. Organizzare il proprio lavoro Organizzare il lavoroLo sviluppo delle fasi di un processo può essere attuata inmodalità sequenziale o parallela.La definizione della sequenzialità delle fasi di sviluppo delprogetto è determinata da due fattori: Dipendenza della fase successiva da fasi precedenti Disponibilità di risorse umane e temporali Attività 1 Attività 2 Attività 3 Attività …n Risultato Risorse Attività 1 Attività 3 Attività …n Risultato Attività 2 Attività 4 Attività 6 Attività 5
  8. 8. La divisione del lavoroNella divisione del lavoro occorre considerare due parametri: La specializzazione della mansione, ovvero l’ampiezza(quantità di compiti attribuiti) e la profondità (livello di autonomia dicontrollo e di intervento nell’esecuzione della mansione); La formalizzazione del comportamento, ovvero laspecializzazione dei compiti dei singoli individui (descrizione dellemansioni, manuali organizzativi, procedure…)Le mansioni possono essere:• Specializzate orizzontalmente (definite dal numero dei compitidiversi che le sono attribuiti)• Specializzate verticalmente (definite dal grado di responsabilità odi controllo che ha su ciò che fa)
  9. 9. SEGUICI SU:CONTATTACI via Skype: giovanni.volpe.comites pasquale.cenerazzo.comites angela.dileo.comites davide.carletti.comites gianpaolo.maderi.comitesOppure chiama allo 02.60.83.02.10info@comites.mi.itwww.comites.mi.it

×