Come rilevare ed ottimizzare i carichi di lavoro [modalità compatibilità]

  • 4,422 views
Uploaded on

 

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
4,422
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
57
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. RILEVARE E OTTIMIZZARE I CARICHI DI LAVORO6 Ottobre 2011Dott. Mauro Carlettimc.comites@libero.itDott. Pasquale Cenerazzocenerazzo@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 Dott. Giovanni VOLPEF. 02.69.01.46.09 – volpe@comites.mi.itWeb: www.comites.mi.it COMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 2. A PROPOSITO DI CARICHI DI LAVORO Il carico di lavoro è costituito dall’insieme di attività affidate all’individuo per perseguire determinate prestazioni. Esso è definito da più componenti: Il tempo necessario per svolgere le attività La fatica posta nell’eseguirle (pesi da spostare, movimenti, spostamenti, ecc.) L’impegno, l’attenzione necessari per svolgere il lavoro La continuità dell’impegno, i ritmi di lavoro La ripetitività o la variabilità del lavoro La costrizione o l’autonomia con cui si svolgono le attività Le condizioni ambientali in cui si pone il lavoroDott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 3. A PROPOSITO DI CARICHI DI LAVORO Vi sono inoltre carichi di lavoro determinati da: Leggi o normative, che definiscono l’entità di una prestazione in base a parametri definiti. Tipologia di contratto con il cliente/committente, che può stabilire il carico di lavoro relativo ad una prestazione. Tipologia di prestazione, che in alcuni casi (ad es. di servizio alla persona) richiede carichi di lavoro definiti in termini orari (ad es. il lavoro di assistenza a domicilio). Impegni potenziali, quali ad es. l’essere a disposizione per un’emergenza o un evento possibile (ad es. l’addetto antincendio o al primo soccorso in un’azienda).Dott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 4. A PROPOSITO DI CARICHI DI LAVORO Il carico di lavoro è costituito da: una componente primaria, oggettivamente necessaria per svolgere un lavoro ed ottenere un risultato; una componente secondaria caratterizzata da attività ininfluenti, inutili e/o dannose al perseguimento del risultato; una componente sociale, relativa al gruppo di appartenenza (status, comparazione con il lavoro degli altri, …); una componente personale (caratteriale, contingente, da stress, motivazionale, …) una componente libera costituita dalle disponibilità di tempo, energia, risorse non impegnateDott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 5. A PROPOSITO DI CARICHI DI LAVORO Dal punto di vista dell’organizzazione è rilevante distinguere tra comportamento posto in essere e prestazioni conseguite. La produttività è data dal rapporto tra risultati realizzati e risorse impegnate in un’unità di tempo. Il comportamento è rilevante quando produce risultati adeguati utili all’organizzazione. Se un carico di lavoro non produce risultati proporzionali significa che la sua componente primaria è limitata: al disagio individuale corrisponde anche un “disagio” dell’organizzazioneDott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 6. A PROPOSITO DI CARICHI DI LAVORO La visione personale dei carichi di lavoroDott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 7. A PROPOSITO DI CARICHI DI LAVORO Da non dimenticare che: Persone diverse possono “contenere” carichi diversiDott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 8. PROBLEMATICHE ORGANIZZATIVE L’attribuzione dei carichi di lavoro si confronta spesso con problematiche organizzative che alimentano la componente secondaria (caratterizzata da attività ininfluenti, inutili e/o dannose al perseguimento del risultato). Alcune delle problematiche più rilevanti sono: Colli di bottiglia, dovuti ad una cattiva progettazione dei flussi di lavoro , di decisione o di informazione Lay out errato, che obbliga a spostamenti eccessivi o dispersivi (sia dei micro che dei macro spostamenti) Tempi di attesa inoperosi, quali ad es. quelli di sorveglianza macchine, attesa di riunioni, ecc. Competenze non adeguate Carenze di governo dell’organizzazione …..Dott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 9. RILEVAZIONE DEI CARICHI DI LAVORO La rilevazione dei carichi di lavoro utilizza metodologie diverse a seconda del tipo di lavoro che si vuole indagare. Le principali variabili da considerare sono: Lavoro manuale/lavoro intellettuale Lavoro creativo/lavoro esecutivo Lavoro con/senza ausilio di macchine e impianti Durata e ripetitività delle attività (elevata/bassa) Standardizzazione/personalizzazione dell’output Autonomia/vincoli nell’esecuzione delle attività …….Dott. Giovanni VOLPEvolpe@comites.mi.itCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it
  • 10. BILANCIAMENTO DEI CARICHI DI LAVORO Tempo liberato A1 A2 B2 B1 Componente primaria Componente socialeDott. Giovanni VOLPE Componente Componentevolpe@comites.mi.it secondaria personaleCOMITES srl - T. 02.60.83.02.10 F. 02.69.01.46.09 - Web: www.comites.mi.it