Definirsi per negazione

323 views
258 views

Published on

"Definirsi per negazione": l'intervento di Giuliana Laurita al CNA Ravenna barcamp - Cultura d'impresa 2.0

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
323
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Definirsi per negazione

  1. 1. Definirsi per negazione Fare impresa fondata sulla cultura digitale Ravennacamp, 18 aprile 2012Giuliana Laurita – The Talking Village
  2. 2. Cultura digitale non è soloutilizzo di strumenti digitali, maadesione ad un modo diinterpretare la realtà Ecologismo e convivialità Ricerca e sviluppo Hacktivism e partecipazione Innovazione e progresso Etica e responsabilitàLa Cultura Digitale. Valori e ruolo nella Societàdell’Informazione - E-book a cura di AlessandroPrunesti per l’Associazione Indigeni Digitali -www.indigenidigitali.com
  3. 3. La comunicazione è l’essenza dell’impresa basata su una cultura digitale, anche se non è l’oggetto del suo business«Digital» non èuna funzioneaziendale, mauna competenzadiffusa
  4. 4. Chi fa partediun’impresa Tutti sonobasata sulla persone,cultura tutte ledigitale persone sigestisce la esprimonopropria per seidentità stesse oltreaziendale che per lainsieme a propriaquella aziendaindividuale
  5. 5. Nell’organizzazione e nei processi aziendali non c’è una storia già scritta, modelli dati Acquisire una cultura digitale significa essere disponibili al cambiamento: di ruoli, di processi, di metodologie
  6. 6. QUINDI
  7. 7. DIGITALIZZIAMO IL CLIENTE
  8. 8. Non sono le aziende checoinvolgono le persone,ma le persone checoinvolgono le aziende(chiedendo loro di esserediscrete: non vendiamospot)
  9. 9. Invitiamo i clienti a partecipare attivamente alle conversazioni(e non ci interessano 2 milioni di fan su Facebook, ameno che non siamo Nutella o Coca Cola)
  10. 10. Chiediamo ai clienti diraccogliere il briefdai loro consumatori(e non dal loro capo)
  11. 11. Chiudiamo i clienti in un laboratorio online con le persone normali, dove tutti hanno un nome, anche loro (non vale stare fuori dall’acquario ad osservare, entra e nuota se vuoi capire davvero qualcosa che ti riguarda)
  12. 12. Se un cliente vuole coinvolgere gli utenti dellarete, noi gli chiediamo: «Tu parteciperesti?»(a volte la risposta è no, oppurenon così, ma cosà)
  13. 13. www.thetalkingvillage.itgiuliana.laurita@thetalkingvillage.it@ttalkingvillage@forbiceverde

×