Presentazione CLOUDITALIA KELYAN Evento CloudGarage 5-11 giugno 2013

502 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
502
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione CLOUDITALIA KELYAN Evento CloudGarage 5-11 giugno 2013

  1. 1. Cloud Garage“PIMP MY IT”Torino, 5 giugno 2013Maranello, 11 giugno 2013
  2. 2. Agenda
  3. 3. Fatturato: 20 M€Esperta di Processi Aziendali:650 clienti col gestionale, 300 clienti contecnologie documentaliEsperta di Sicurezza del Business:+ di 1.000 Clienti con SoluzioniInfrastrutturali e di Sicurezza ITEsperta di Servizi alle Aziende:+ di 2.000 Clienti serviti in RemotoPersonale Specializzato:180 persone che pensano ogni giorno ainostri clientiKelyan
  4. 4. Liberare i nostri clienti dalla complessità deiprogetti ITDare accesso a tecnologie sofisticate con unagradualità di investimento proporzionale aibeneficiattraversouna soluzione modulare composta da variElementi di Servizio usufruibili in modalitàIaas e SaaS,per rendere più efficienti i processi….Innovazione Semplice
  5. 5. 05/29/135chi è Clouditalia?Clouditalia è la società che propone un’offerta di servizi integrati diCloud e Telecomunicazioni, dedicata al mondo del lavoro:aziende, professionisti e pubblica amministrazione pronti acogliere le opportunità che nascono dall’incessante evoluzione delmercato globale e dell’economia digitale.Il nostro obiettivo è l’aumento della competitività, la riduzione deicosti rendendo la tecnologia semplice e fruibile.
  6. 6. TLCTLCMilanoPadovaArezzoRomaNapoliTorino
  7. 7. << Un secolo fa le aziende smisero digenerare in autonomia l’elettricità conmotori a vapore e dinamo e siallacciarono alla rinnovata rete elettrica.La potenza a basso costo erogata dallainfrastruttura elettrica non cambiò soltantola vita delle aziende. Innescò unareazione a catena di trasformazionisocio-economiche che ha dato la luce almondo moderno.Oggi, assistiamo all’origine di unarivoluzione similare.>>
  8. 8. Cloud computingPossibili problemi della tua infrastruttura privata
  9. 9. # la Rete: Cloud, Connettività eSLA
  10. 10. Il nostro Cloud«Ecosistema Sostenibile»La rete
  11. 11. • Due siti: Arezzo e Roma• Autonomi• Completamente ridondati• Con infrastruttura liquida(scalabilità dinamica )ComputingCisco UCS43 GHz per ognisingola lamaStorageNetAppSSD ( Caching), SAS (15KRPM)NetworkingCisco Nexus 7010Datacenter
  12. 12. I VANTAGGIIL CLOUD È UN SISTEMA LIQUIDO1come se fosseronel tuo DataCenter2con Clouditalia utilizzandoun unico strumento dicontrollo eamministrazione3Un nuovo Cloud Computingnessun vincolo fisico,nessun limite allascalabilità, massimaelasticitàCONTROLLO DELLERISORSEFAI CRESCERE IL TUO DATACENTER
  13. 13. DATA CENTER FISICI VIRTUAL MACHINEIN CLOUDIL NOSTRO CLOUDInfrastrutture complesseScarsa dinamicitàScarsa ResilienzaAlta obsolescenzaCONTROLLO TOTALE DEL PROPRIO VIRTUALDATA CENTEROTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSEPAYPERUSESCALABILITÀ DINAMICAIl Cloud è un sistema liquidoAdattabile, flessibile e non rigido1Passaggio a costi notiDinamicitàRisorse non ottimizzatePerdita di controllo
  14. 14. Il mercato IaaS offre ai propri clienti lacquisto di singole virtual machine. I servizi più evoluti offrono anche lapossibilità di collegare le Virtual Machine in reti complesse e articolate.Clouditalia fornisce un modo diverso di vivere il cloud, permettendo di acquistare uno spazio virtuale in cuicostruire in modo semplice il proprio Data Center. Gli strumenti messi a disposizione permettono di mantenereil controllo dell’infrastruttura e di gestire la sua scalabilità in autonomiaVIRTUAL MACHINEOFFERTA CLOUDITALIAControllo delle risorseDifferenza tra Virtual Machine e Virtual DataCenter2
  15. 15. I VANTAGGI INCOMUNEVirtual Data CenterDUE MODELLI DIVENDITAEASYa.b. ADAPTIVE• Crea il tuo virtual data center utilizzando econdividendo le risorse scelte• Usa i template messi a disposizione daClouditalia• Crea i template e condividili con chi vuoi• Costruisci la rete interna e pubblica leapplicazioni. Crea una rete dedicata percollegare la tua sede al virtual data center• Controlla tutte le macchine attraverso una consoleunica• Attiva il servizio automatico di backup• Ogni virtual data center ha a disposizione unamacchina virtuale che funge da firewall integrato• Antivirus trendmicro agentless attivabile per ognisingola virtual machine• Attiva il servizio di disater recovery per leapplicazioni mission critical
  16. 16. NESSUN COSTO DI INGRESSOPAGHI SOLO LE RISORSEEFFETTIVAMENTE UTILIZZATE ESOLO SE LE MACCHINE SONOACCESEVIRTUAL CPU 2,3 GHZACQUISTABILE FINO A 150 GHZ(MAX 15 VIRTUAL MACHINE)RAM DA 2 A 512 GBDISCO DA 10 GB A 2 TBCACHING IN LETTURA: MEMORIEFLASHDISCO 15400 RPMI VANTAGGICARATTERISTICHEESCALABILITÀSE LE MACCHINE SONO SPENTEPAGHI SOLO LO SPAZIO DISCOUTILIZZATOEASYa.
  17. 17. Pagate solo se utilizzate (Anche i SO) . Vi è una scalabilità delle risorsedinamica.Si acquista:•Virtual Cpu•Ram•Disco•HA•Sistemi operativi a consumoSi paga solo quello che effettivamente viene utilizzato all’interno del rangeacquistato.Se le macchine virtuali sono spente viene addebitato il solo prezzo dellospazio disco realmente utilizzato.Molti fanno pagare a macchina spenta comunque delle risorse (ARUBA).EASYa.Pay per Use Puro
  18. 18. DEFINISCI LA DIMENSIONE DELTUO VIRTUAL DATA CENTERPAGHI MENSILMENTE UNCANONE NOTO E RICORRENTEVIRTUAL CPU 2,5 GHZFINO A 500 GHZNESSUN LIMITE NEL NUMEROVIRTUAL MACHINERAM DA 2 A 1024 GBDISCO DA 10 GB A 50 TBCACHING IN LETTURA: MEMORIEFLASHDISCO 15400 RPMIN CASO DI NECESSITÀ ILSISTEMA È IN GRADO DISCALARE DINAMICAMENTE EDEROGARE RISORSESUPPLEMENTARIADAPTIVEb.I VANTAGGICARATTERISTICHEESCALABILITÀ
  19. 19. ADAPTIVEb.Il proprio Data CenterSi acquista:•Virtual Cpu•Ram•DiscoQueste risorse sono allocate a vostro uso esclusivo.In caso di bisogno automaticamente il sistema scala e rende disponibilirisorse supplementari.E’ possibile definire un cap di risorse aggiuntive erogabili.
  20. 20. Calcolo dell’extrasoglia
  21. 21. Il proprio Private Cloud, attraverso VCloudConnector, è integratoall’infrastruttura di Clouditalia, così da permettere una gestione unificata eomogenea. Questo permette di estendere le proprie risorse in cloud o di fareun trasferimento graduale o parziale delle proprie applicazioni.Fai crescere il tuo DC con ClouditaliaIl Cloud ibrido
  22. 22. DISASTERRECOVERYDRAASCLOUD STAGING / CLOUDTRANSFERBACKUPComponenti opzionali1234
  23. 23. Backup GestitoI VANTAGGI
  24. 24. • Console data al cliente• Definizione policy di copia• Retention definibile e modulare• Possibilita’ di schedulare i backup• Console webBackup SelfI VANTAGGI
  25. 25. • DRP = DISASTER RECOVERY PLAN• BCP = BUSINESS CONTINUITY PLAN• RTO = RECOVERY TIME OBJECTIVE : TEMPO PER IL RITORNO ALLANORMALITA’• RPO = TEMPO DI RITARDO TRA UNA MODIFICA E LA SUASINCRONIZZAZIONE IN DRDisaster Recovery – Lessico
  26. 26. AZIENDACLOUDITALIAPrimary DatacenterDatacenter 1Datacenter 2In-CloudBC/DRDR-as-a-ServiceCLOUDITALIACloud computingDiversi scenari di Disaster Recovery e BusinessContinuity# Public Cloud# Private Cloud# Hybrid Cloud
  27. 27. • ATTIVABILE SU TUTTI I VIRTUAL DATA CENTER (SIA EASY CHEADAPTIVE) DI CLOUDITALIA.• RTO= 4 ORE• RPO= TRA I 2 E I 60 SECONDI• TUTTO IL VIRTUAL DATA CENTER VIENE MESSO IN DISASTERRECOVERY.• IL CONTROLLO È COMPLETAMENTE DI CLOUDITALIA.• SOLO CLOUDITALIA PUÒ INVOCARLO.FunzionalitàDisaster Recovery
  28. 28. • PER CHI VUOLE METTERE IN SICUREZZA IL PROPRIO VIRTUALDATA CENTER PRIVATO (REQUISITO: AVERE VMWARE).• RTO= DEFINITO DALL’UTENTE.• RPO= TRA LE 2 E LE 24 ORE.• L’UTENTE PUÒ DECIDERE QUALI MACCHINE METTERE SOTTOSERVIZIO.• IL CONTROLLO È COMPLETAMENTE DEL CLIENTE.• SOLO IL CLIENTE LO PUÒ INVOCARE ANCHE PER SINGOLA VM.• VIENE RILASCIATO UN AMBIENTE EASY.Cloud Disaster RecoveryFunzionalità
  29. 29. Uno strumento per collegare la propria infrastruttura locale con i virtual datacenter in cloud e permettere una migrazione.• Allineamento degliambienti continuo• Senza bisogno dibackup continui• Start up a caldo• Test live degliambienti virtuali• Facilità nel movingCloud Transfer / Staging
  30. 30. # nella pratica: attività verso il cloud#Porting da Fisico a Virtuale, daVirtuale privato a Virtuale pubblico.#Network & Cloud e lorointegrazione (SLA).#Sicurezza dei propri dati.#Gestione e controllo di un Cloudibrido.
  31. 31. Cloud computingEntrare nel CloudComprendere:•Obiettivi•stato dell’arte•tempiFornire strumenti per:•porting in cloud•allineamento•controlloGarantire una gestione:•Semplice•Scalabile•sicura
  32. 32. 1. Analisi As1. Analisi As isis ((AssestmentAssestment Risorse e Processi.Risorse e Processi.2. Come sar2. Come saràà il mioil mio cloudcloud..3. Strumenti di supporto al3. Strumenti di supporto al portingporting..4. Connettivit4. Connettivitàà, VPN., VPN.5. SLA & Sicurezza.5. SLA & Sicurezza.6. Strumenti di Gestione, misurazione e controllo di tutte le ri6. Strumenti di Gestione, misurazione e controllo di tutte le risorse.sorse.Porting nel Cloud Pubblico
  33. 33. DEMO LIVEbuilding you personal data center
  34. 34. GRAZIE PERL’ATTENZIONE

×