I musei del cibo: luoghi di memoria e di progetto
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

I musei del cibo: luoghi di memoria e di progetto

  • 7,602 views
Uploaded on

Tesi unversitaria socio-antropologica sui Musei del Cibo

Tesi unversitaria socio-antropologica sui Musei del Cibo

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
7,602
On Slideshare
1,490
From Embeds
6,112
Number of Embeds
7

Actions

Shares
Downloads
15
Comments
0
Likes
1

Embeds 6,112

http://www.vitamine.altervista.org 6,086
http://webcache.googleusercontent.com 19
http://translate.googleusercontent.com 3
http://www.google.com 1
http://87.248.112.8 1
http://www.google.it 1
http://www.anagen.net 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto 1. Il museo locale 2. I Musei del Cibo della provincia di Parma 3. Perché investire in un Museo del Cibo? 1/12 I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010
  • 2. 1. I l m u s e o l o c a l e La crisi del museo tradizionale Il museo locale: strumento di sviluppo I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 2/12
  • 3. Il museo locale I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 3/12 La crisi del museo tradizionale
    • Crisi del museo tradizionale quale luogo d’esposizione e conservazione di beni culturali, gestiti da personale scientifico specializzato per un pubblico d’elite.
    • Un museo può raccogliere cimeli e importanti collezioni, ma muore se non mette radici nel territorio.
  • 4. Il museo locale I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 4/12 Il museo locale: strumento di sviluppo
    • Il museo locale è fattore di crescita economica : valorizzando il territorio e la comunità di cui è espressione, agisce da richiamo turistico;
    • Il museo locale è fattore di crescita sociale : contribuisce a rafforzare l’identità di una comunità, ma aiuta anche a ragionare in termini di relatività culturale.
  • 5. 2. I Musei del Cibo della Provincia di Parma I pregi Le criticità Cosa cerca il visitatore I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 5/12
  • 6. I Musei del Cibo della provincia di Parma I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 6/12 I pregi
    • Direzione e gestione unica per i tre musei, con soci pubblici e privati: sinergie territoriali;
    • Recupero funzionale di storici immobili dismessi (un antico caseifico ed un foro boario);
    • Raccolta in video di testimonianze dirette di anziani lavoratori;
    • Ruolo molto importante assegnato alla didattica per le scuole;
  • 7. I Musei del Cibo della provincia di Parma I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 7/12 Le criticità
    • La comunicazione interna è “debole”:
    • pannelli informativi troppo lunghi, senza elementi grafici e/o parole chiave evidenziate;
    • fruizione passiva dei contenuti;
    • assenza di zone di riposo lungo il percorso.
    La comunicazione con altri musei del cibo nazionali ed internazionali è in stato embrionale.
  • 8. I Musei del Cibo della provincia di Parma I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 8/12 Cosa cerca il visitatore
    • Sono emersi distinti bisogni strettamente legati all’età:
    • il desiderio di apprendimento, di conoscenza , è prevalente nella fascia d’età intermedia;
    • l’ emozione del ricordo, del legame con il proprio vissuto, è prevalente nella fascia d’età più avanzata;
    • l’esperienza gustativa è prevalente nei più giovani.
  • 9. 3. Perché investire in un Museo del Cibo ? Quando il museo locale “parla” di cibo: i tre vantaggi I tre fattori chiave per il successo Lo sviluppo sostenibile I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 9/12
  • 10. Perché investire in un Museo del Cibo? I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 10/12 Quando il museo locale “parla” di cibo: i tre vantaggi
    • Il cibo, il prodotto tipico, è un potente fattore attrattivo ;
    • Ha pochi rischi : non c’è bisogno di una particolare preparazione per comprenderne i contenuti;
    • I contenuti culturali veicolati sono importanti per la valorizzazione e lo sviluppo della comunità e del suo territorio.
  • 11. I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 11/12 I tre fattori chiave per il successo
    • la Comunità : rendere “vivi” gli oggetti esposti inserendoli nel racconto delle persone attraverso testimonianze dirette e farne aula didattica per le nuove generazioni;
    • il distretto culturale : favorire l’integrazione tra attori diversi in un progetto unitario di sviluppo;
    • la comunicazione interna : favorire il processo d’interpretazione con l’uso di tecnologie interattive, di accorgimenti sulla stesura dei pannelli informativi e di alcune accortezze di contorno.
    Perché investire in un Museo del Cibo?
  • 12. I Musei del Cibo: luoghi di memoria e di progetto Cinzia Malaguti Roma, 16/07/2010 12/12 Lo sviluppo sostenibile
    • Il Museo del Cibo è strumento di sviluppo sostenibile quando si pone alla confluenza di tre preoccupazioni:
    • socio-culturale : mantiene viva la cultura della comunità che ha prodotto eccellenze;
    • ambientale : recupera edifici storici e oggetti della produzione di ieri;
    • economico : integra l’offerta turistica del territorio.
    Perché investire in un Museo del Cibo?