• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Insetti Argentini
 

Insetti Argentini

on

  • 1,831 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,831
Views on SlideShare
1,828
Embed Views
3

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

1 Embed 3

http://www.slideshare.net 3

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Insetti Argentini Insetti Argentini Presentation Transcript

    • 10 INSETTI (+1) DEL MIO GIARDINO by: Anita
    • Diabrotica speciosa
      • È un piccolo coleottero della familia Chrysomelidae. Viene considerato una piaga per l'agricoltura, sopratutto nelle coltivazioni di zucche perchè si alimenta dei fiori e uno dei suoi preferiti è quello della zucca. Misura circa 6mm.
    • Brachygnathus festivus
      • Questo coleottero appartiene alla familia dei Carabidae e lo si puó trovare nei giardini e zone rurali di Argentina e Paraguay.
    • Hiperantha stigmaticollis
      • familia: Buprestidae Se ne contano circa 14000 nelle zone tropicali. Sono caratterizzati dai colori metallici verde, blu e rosso con macchie contrastanti. Si usano per ornamentrare ricami e gioielli. Alcuni depositano le uova solo su legno brucciato, quindi hanno dei sensori ad infrarosso nelle coxe delle zampe medie con i quali percepiscono incendi fino a 1150°C a vari km di distanza.
    • Las Chicharras
      • Familia: Cicadidi Ordine: Rhynchota I maschi friniscono grazie ad un organo stridulatore per ricchiamare le femmine all'accoppiamento, mentre queste emettono un suono simile allo schioccare delle dita. Hanno dei cicli vitali di circa 17 anni in cui la larva vive nel sottosuolo, dopodichè emergono tutte contemporaneamente.
    • Bicho Candado (Torito)
      • Nome Scientifico: Diloboderus abderus Familia: Scarabaeoidea Le femmine(25mm) sono piú grandi dei maschi(21/22,5mm), i quali presentano un grande corno cefalico che chiudono con grande forza. Le larve bianche diventano bozzoli verso ottobre e rimangono sepolti fino ai primi giorni di gennaio. Gli adulti in generale non si cibano, mentre le larve sono molto voraci e distruggono le piantagioni. Le larve sono talvolta parasitate dalle larve di Mallophora ruficauda.
    • El Bicho Lobo
      • Nome scientifico: Mallophora ruficauda Familia: Asilidae Ordine: Diptera Questa enorme mosca è un nemico degli apicoltori argentini perchè si ciba d'api. Le uova vengono deposte sui fili spinati e le larve appena nate cadono sul terreno ricco di materiale organico e aspettano la loro vittima: la larva di scarabeo. La millimetrica larva di Mallophora si introduce nell'ospite senza interferire finchè questo non arriva allo stato di pupa. É in questo momento che la larva inizia a mangiare. A metà diciembre iniziano ad emergere gli adulti mosconi che sono in gradi di volare in due ore
    • Vieja del Agua
      • Nome scientifico: Belostoma elongatum Familia: belostomatidae
      • Genero: belostomatido È un predatore che si ciba di vertebrati ed invertebrati acquatici. Abita in pozze ma anche in piscine ed è responsabile della trasmissione di malattie quali il dengue, la febbre gialla, la schistosomiasi. Belostoma è esclusivo del continente americano.
    • La hormiga argentina
      • Nome scientifico: Linepithema Humile Familia: Formicidae Ordine: Hymenoptera Una delle sue caratteristiche è quella di essere poliginica, ovvero di avere più regine(anche 100) dentro uno stesso formicaio. Le regine fanno circa 30 uova al giorno e non realizzano il volo nuziale ma copulano dentro il nido, poi i maschi muoiono. Vivono fino a 5 anni e sono molto invasive. Creano colonie di migliaia di km(supercolonie). Esiste una colonia che va dal nord Italia, il sud della Francia e arriva fino alla costa atlantica spagnola.(6000km). Questa formica è molto pericolosa per l'ecosistema perchè uccide tutte le formiche native del posto.
    • Bicho Bolita
      • Ordine: Isopoda
      • Gli oniscidei sono un sottordine dei crostacei isopodi terrestri. Hanno un esoescheletro rigido segmentato e calcareo, e hanno sette paia di zampe. Necesitano di un ambiente molto umido perché respirano con le branchie. Hanno abitudini notturne e si cibano di detrito. Quando si sentono minacciati si chiudono su se stessi come una pallina. Il loro sviluppo è diretto, ovvero senza fase larvale. La femmina può trattenere le uova fecondate dentro il corpo e la prole esce quando trova un posto idoneo. A differenza di altri artropodi questi conservano un sistema escretore di tipo crostaceo, ciò li obbliga a espellere urea invece di acido urico, quindi perdono tanti liquidi.
    • Chinche Gaucha (Vinchuca)
      • Triatoma infestans Familia: Reduviidae Ordine: Hemiptera È uno dei patogeni trasmettitori del Mal de Chagas-Mazza e ospita non solo i cuy ma anche persone. La maggioranza delle specie hanno ali anteriori parzialmente indurite con la parte basale dura e quella apicale membranosa. Alcune sono fitofaghe, altre predatrici e altre ematofaghe. Riesce a sopravvivere per più di 6mesi senza cibarsi. Il suo ciclo attraversa 5 fasi e a partire dall'ultimo può vivere un paio d'anni.
    • Mariposa
      • Questa è una Junonia genoveva e appartiene alla famiglia delle Nymphalinae. Le sue larve sono spinate e hanno un colore blu elettrico e giallo ai fianchi. Amano mangiare Centauree durante i 35 giorni nei quali le temperature ambientali arrivano ai 30°. Gli adulti lambiscono nettare e substrati minerali. Questa specie ha la peculiarità di avere una fase conosciuta come Hübneri nella quale le sue ali non sono ancora blu. È una specie migratoria e la si può osservare a migliaia nei cieli estivi.