La comunicazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

La comunicazione

on

  • 407 views

 

Statistics

Views

Total Views
407
Views on SlideShare
407
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

La comunicazione La comunicazione Presentation Transcript

  • La Comunicazione Un primo passo insieme per un lungo percorsoCarmine D’Arconte e Daniela Torriani Velletri, 31 maggio – 1° giugno 2003
  • La Comunicazione Indice argomenti♦ Yoga e Comunicazione: aspetti comuni e attinenze♦ Che cos’è la Comunicazione?♦ L’importanza della Comunicazione♦ Perché la comunicazione viene trascurata (le criticità e gli ostacoli del processo)♦ Come migliorare il processo di Comunicazione 2
  • Yoga e Comunicazione: aspetti comuni e attinenze♦ Lo Yoga come autocomunicazione♦ L’aumento della consapevolezza e dell’autocontrollo♦ L’equilibrio interiore♦ La base per l’eterocomunicazione 3
  • Che cos’è la Comunicazione?♦ Video sulla Comunicazione♦ Informazione e Comunicazione♦ Una definizione pratica♦ Le analogie col mondo dell’impresa♦ Comunicazione persuasoria e manipolazione 4
  • L’importanza della Comunicazione♦ L’unicità, l’irripetibilità, l’importanza e i limiti temporali della nostra persona♦ I nostri “pubblici”♦ L’importanza chiave della Comunicazione in ogni contesto e in ogni momento della nostra vita♦ Giochi a somma zero e somma diversa da zero (Teoria dei giochi) 5
  • Perché la comunicazione viene trascurata?♦ Perdita di dati e distorsione nella trasmissione e ricezione del messaggio♦ Il comportamento normale secondo Paul Watzlawick (la ricetta del sempre lo stesso) 6
  • Le Criticità normali del processo di comunicazione♦ Unicità dell’individuo♦ Limiti della percezione e della sintesi mentale♦ Bisogno individui di assolutizzare la propria visione♦ Ruolo automatismi♦ Progressiva diminuzione capacità ascolto e apprendimento (Thorthon Wilder )♦ Tendenza a persistere in un determinato comportamento e a considerare la propria opinione come l’unica vera e giusta 7
  • Le Criticità anormali del processo di comunicazione♦ Psicopatologie della vita quotidiana (manie, fissazioni,ossessioni, tic , nevrosi, prevezioni ecc.)♦ Ferite dell’ego♦ Gli incastri affettivi 8
  • Come migliorare il processo di comunicazione♦Impariamo ad apprezzare l’altro e il diverso comefonte di ricchezza e di crescita♦Impariamo a comprendere gli altri♦Impariamo a non soffocare negli automatismi enella routine♦Impariamo che non esistono verità vere ed assolute♦Impariamo a diversificare le nostre capacità dicomunicazione e ad utilizzarle a seconda dellepersone e dei contesti (mirroring) 9
  • Come migliorare il processo di comunicazioneIn sintesi:♦Impariamo a porci in una condizione dicontinuo apprendimento♦Impariamo ad ascoltare♦Impariamo a suonare più tipi di musiche escegliamo quella più adatta al pubblico delmomento 10
  • Come migliorare il processo di comunicazionePer finire, facciamo insieme un po’ di praticacon una esercitazione Impariamo a chiedere! 11
  • Impariamo a chiedere!♦Vogliamo avanzare una richiesta sensata eragionevole a chi ha potere decisionale, ma nonsiamo i soli (altri stanno per fare la stessa richiesta).♦Per esempio abbiamo trovato una casa da prenderein affitto che risponde perfettamente alle nostre allenostre esigenze/aspettative. Dobbiamo pertantocercare di essere più convincenti possibile.♦Verranno costituiti due gruppi, di due personeciascuno, che separatamente l’uno dall’altropotranno intervistare per 5 minuti il segretario deldecisore (senza che quest’ultimo possa ascoltare).Per ogni gruppo verrà scelto un capogruppo conpotere decisionale. 12
  • Impariamo a chiedere! Mare o montagna?♦Carlo e Giovanna hanno un buon rapporto dicoppia e due bei bambini ma entrano normalmente incrisi l’estate perché Carlo è un sub appassionato,ama disperatamente il mare e non vuole neppuresentir parlare di montagna mentre Giovanna, pur nondisdegnando il mare, preferisce la montagna chetrova più riposante.♦Ormai sono tre estati che Giovanna cede e sisacrifica ma quest’anno è decisa quantomeno atrovare un compromesso e a dividere le ferie tra 13
  • Impariamo a chiedere! Mare o montagna?♦anche perché di norma Carlo passa la maggiorparte del suo tempo in mare sul sul gommone e lei,anche per via dei bambini, non può seguirlo ovunquecol risultato di restare spesso sola ad aspettarlo acasa . Inoltre Carlo tende ad esagerare e Giovanna èanche preoccupata che essendo fuori allenamentodopo mesi di inattività si lanci subito in immersionicontinue e impegnative.♦ Il risultato è che l’estate, il rapporto si deterioranon poco in mezzo a litigi e brontolii.♦Quest’anno Giovanna è appunto decisa a noncedere e sta affinando le sue armi 14
  • Impariamo a chiedere! Mare o montagna?Modalità di svolgimento♦Verranno costituiti tre gruppi, di due personeciascuno (un uomo e una donna che fungerà dacapogruppo), che, separatamente l’uno dall’altro,potranno: parlare per 5 minuti con Alberto, amicod’infanzia di Carlo e compagno di immersioni)♦I membri di ogni gruppo dopo si dovrannoconsultare sempre separatamente e poi ognicapogruppo, separatamente dagli altri, avrà cinqueminuti nella veste di Giovanna per formulare a Carlola richiesta nel modo più convincente possibile. 15
  • Impariamo a chiedere! Mare o montagna?♦Ogni gruppo ascolta la registrazione dellarichiesta fatta dagli altri gruppi♦Commento generale♦Conclusioni. 16