L’andamento dell’economia provinciale           Alberto Zambianchi   Presidente Camera di Commercio di Forlì-Cesena   Pres...
ANAGRAFE IMPRESE            STRUTTURA IMPRENDITORIALE al 31/12/2011                                        Variazione 31/1...
ANAGRAFE IMPRESEPRINCIPALI SETTORI                                NATURA GIURIDICA                                        ...
AGRICOLTURA                  STRUTTURA IMPRENDITORIALE al 31/12/2011                            8.041 IMPRESE ATTIVE      ...
AGRICOLTURAPRODUZIONE LORDA VENDIBILE 2011                               559 milioni di euroVariazione su annata precedent...
INDUSTRIA MANIFATTURIERA                                         STRUTTURA IMPRENDITORIALE E CONGIUNTURA al 31/12/2011    ...
INDUSTRIA MANIFATTURIERA                                               L’ANDAMENTO SETTORIALE                             ...
EDILIZIASTRUTTURA IMPRENDITORIALEal 31/12/2011                                                   • TUTTO IL SETTORE IN GRA...
COMMERCIOSTRUTTURA IMPRENDITORIALE al 31/12/2011                                                         LE DITTE INDIVIDU...
COMMERCIO ESTERO               ESPORTAZIONI E IMPORTAZIONI                          gennaio-dicembre 2011                 ...
EXPORT    LE ESPORTAZIONI DI FORLÌ-CESENA                   gennaio-dicembre 2011PRINCIPALI SETTORI                       ...
TURISMOSTRUTTURA RICETTIVA                            Il sistema turistico “tiene”                                        ...
TRASPORTISTRUTTURA al 31/12/2011TRASPORTI TERRESTRI DI PASSEGGERI E DI MERCI (*)    1.451 IMPRESE ATTIVE                  ...
ARTIGIANATO                                                                                                  PRODUZIONESTR...
COOPERAZIONE                                              STRUTTURA531 IMPRESE ATTIVE                                     ...
CREDITO                                    Sportelli ogni 100.000 abitanti (al 31/12/2010)Sportelli bancari           346a...
CREDITOIL FINANZIAMENTO ALLE FAMIGLIE E ALLE IMPRESE PRESTITI “VIVI” IN PROVINCIA DI FORLÌ-CESENA Variazione dicembre 2011...
CREDITO                    ANDAMENTO DEL CREDITO                  NEGLI ULTIMI SEI MESI DEL 2011IMPIEGHI “VIVI” PER DIMENS...
LAVORO                              OCCUPAZIONE QUADRO DI SINTESI DELLA DINAMICA PER GENERE E TERRITORIO            Tassi ...
LAVORO                          DISOCCUPAZIONE QUADRO DI SINTESI DELLA DINAMICA PER GENERE E TERRITORIO     Tassi di disoc...
LAVOROCENTRI PER L’IMPIEGO quadro di sintesi al 31/12/2011DISOCCUPATI   Prosegue l’aumento sostenuto del numero dei disocc...
SCENARI DI PREVISIONE              PROMETEIA E UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA                            Febbraio 2012        ...
SCENARI DI PREVISIONE     PROMETEIA E UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA                   Febbraio 2012                VALORE AGG...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Zambianchi l'andamento delleconomia_nel_2011

383
-1

Published on

Presentazione del Rapporto sull'economia 2011 - Presentazione del Dott. Alberto Zambianchi

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
383
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Zambianchi l'andamento delleconomia_nel_2011

  1. 1. L’andamento dell’economia provinciale Alberto Zambianchi Presidente Camera di Commercio di Forlì-Cesena Presidente Camera di Commercio di Forlì-Cesena 27 marzo 2012 27 marzo 2012
  2. 2. ANAGRAFE IMPRESE STRUTTURA IMPRENDITORIALE al 31/12/2011 Variazione 31/12/2011 su 31/12/2010Totale Imprese attive 40.448 delle imprese attive (esclusa agricoltura)Unità locali attive 47.919 + 0,4% in provincia + 0,4% in regione + 0,4% in ItaliaImprese “femminili” attive Abitanti per impresa(30/09/2011): 8.786 (+1,0%) abitanti al 31/12/2010 Imprese attive al 31/12/2011 Imprese individuali attive 9,8 Forlì-Cesena con titolari stranieri 10,3 Emilia-Romagna (31/12/2011): 2.632 (+4,1%) 11,5 Italia
  3. 3. ANAGRAFE IMPRESEPRINCIPALI SETTORI NATURA GIURIDICA (esclusa agricoltura) al 31/12/11 var.2010 al 31/12/11 var. 2010Totale Imprese attive Società di capitale 5.738 +2,3% 40.448 -0,2% Società di persone 8.006 -0,6% di cui: Ditte individuali 17.834 +0,3%• commercio 8.728 -0,3% Altre forme 829 +1,0%• agricoltura 8.041 -2,8%• costruzioni 6.717 -0,4%• att.manifatturiere 3.996 -0,8%• alloggio e ristoraz. 2.691 +1,1%• att. immobiliari 2.546 +1,1%• trasporti e magazz. 1.633 -1,2%Il sistema produttivo locale soffre;si registra una lieve perdita complessiva della base produttivacon difficoltà più nette in alcuni settori.
  4. 4. AGRICOLTURA STRUTTURA IMPRENDITORIALE al 31/12/2011 8.041 IMPRESE ATTIVE Variazione rispetto al 2010 FORLÌ-CESENA -2,8% EMILIA-ROMAGNA -2,2% ITALIA -2,6% Continua la diminuzione delle imprese in atto da tempo• le imprese agricole sono il 19,9% del totale delle imprese della provincia (15,7% in regione e in Italia)• l’83,6% è costituito da imprese individuali (83,6% in regione e 90,4% in Italia)• forte presenza di aziende marginali con lavoro “part-time”• percentuale ristretta di aziende strutturate• elevato invecchiamento degli imprenditori (il 78,1% ha più di 50 anni) e problemi di ricambio generazionale
  5. 5. AGRICOLTURAPRODUZIONE LORDA VENDIBILE 2011 559 milioni di euroVariazione su annata precedente per comparti produzione volume prezzi lorda fisico all’azienda vendibile In termini reali il valore dellaColtivazioni erbacee -11,7% +2,5% -3,3% produzione agricolaColtivazioni legnose -3,9% -21,8% -24,6% è nettamente inferioreProdotti zootecnici +1,3% +7,7% +9,1% rispetto a 15 anni fa (-21,3%)TOTALE GENERALE -2,3% +0,1% -1,1% Stabile il comparto delle coltivazioni erbacee, con buona performance deiindici di composizione e cerealivariazione sul 2010 Criticità nel settore delle coltivazioni legnose, con particolare riferimento alla erbacee 19% frutta (soprattutto pesche) legnose 17% zootecnici 64% In ripresa il comparto della zootecnia (soprattutto quello avicolo)
  6. 6. INDUSTRIA MANIFATTURIERA STRUTTURA IMPRENDITORIALE E CONGIUNTURA al 31/12/2011 Dall’indagine della Camera di Commercio 3.996 IMPRESE ATTIVE sulle imprese da 10 addetti e oltre emerge che: Variazione rispetto al 2010 SEBBENE IL 2011 SIA STATO FORLÌ-CESENA -0,8% UN ANNO MIGLIORE DEL PRECEDENTE, EMILIA-ROMAGNA -0,7% LA CRESCITA SI È ARRESTATA IN AUTUNNO ITALIA -1,5% E NEL QUARTO TRIMESTRE GLI INDICI SONO TORNATI IN TERRENO NEGATIVO. 10 8 LE PREVISIONI PER IL PRIMO TRIMESTRE 2012 6 SONO PESSIMISTICHE 4 2Tassi di crescita 0 Secondo l’indagine Unioncamere -2 sulle imprese da 1 a 500 addetti, -4 il manifatturiero locale ha fatto rilevare una -6 crescita inferiore a quella regionale e nazionale. -8 PRODUZIONE INDUSTRIALE Produzione (variazione media nel 2011 rispetto al 2010): -10 Indagine Camera di Commercio -12 Imprese da 10 addetti e oltre FORLÌ-CESENA +0,4% -14 EMILIA-ROMAGNA +1,9% 1° t. 2009 1° t. 2010 1° t. 2011 2° t. 3° t. 4° t. 2° t. 3° t. 4° t. 2° t. 3° t. 4° t. ITALIA +1,4%
  7. 7. INDUSTRIA MANIFATTURIERA L’ANDAMENTO SETTORIALE nelle imprese manifatturiere con 10 addetti e oltre NEL 2010 NEL 2011 TUTTI I SETTORI PRINCIPALI AVEVANO QUASI TUTTI I SETTORI OTTENUTO UN RISULTATO POSITIVO HANNO RIDOTTO I TASSI DI CRESCITA PRODUZIONE (a volume fisico) PRODUZIONE (a volume fisico) media 2010 rispetto a media 2009 media 2011 rispetto a media 2010 Alimentare +1,4 Alimentare +0,6 Confezioni +3,4 Confezioni -2,7 Calzature +5,1 Calzature +14,9 Legno +0,6 Legno +0,1Chimica e plastica +8,2 Chimica e plastica +6,7Prodotti in metallo +7,2 Prodotti in metallo +10,8 Macchinari +6,2 Macchinari +1,1 Mobili +7,6 Mobili -2,1 Manifatturiero +4,2 Manifatturiero +4,2 -6 -3 +0 +3 +6 +9 +12 +15 +18 -6 -3 +0 +3 +6 +9 +12 +15 +18
  8. 8. EDILIZIASTRUTTURA IMPRENDITORIALEal 31/12/2011 • TUTTO IL SETTORE IN GRAVE E 6.717 IMPRESE ATTIVE PERDURANTE DIFFICOLTÀ Variazione rispetto al 2010 • DOMANDA STAGNANTE FORLÌ-CESENA -0,4% • PRODUZIONE IN ULTERIORE EMILIA-ROMAGNA -0,3% RALLENTAMENTO ITALIA -0,2% • GRAVI E CRESCENTI DIFFICOLTÀ FINANZIARIEimprese con 0 o 1 addetto 67,6% • FORTE CALO OCCUPAZIONALEimprese individuali 70,2% • STRUTTURA IMPRENDITORIALEimprese artigiane 82,4% SEMPRE PIÙ FRAMMENTATAditte individuali con titolari stranieri 26,6%VOLUME D’AFFARI CASSE EDILIIn imprese con dipendenti FORLÌ- CESENA var. % media annata var.% 2011 su 2010 2010/2011 annuaForlì-Cesena -2,0 IMPRESE 1.365 -3,4%Emilia-Romagna -4,6 DIPENDENTI 7.437 -3,0%Italia -3,5 ORE LAVORATE 8.704.279 -3,9%
  9. 9. COMMERCIOSTRUTTURA IMPRENDITORIALE al 31/12/2011 LE DITTE INDIVIDUALI: 8.728 IMPRESE ATTIVE • sono il 66,1% Variazione rispetto al 2010 • il 10,2% ha un titolare straniero FORLÌ-CESENA -0,3% EMILIA-ROMAGNA +0,1% Un altro anno molto difficile: ITALIA +0,1% • si protrae il forte calo dei consumi • nel 2011 si è intensificata la flessione delle vendite, inVENDITE linea con l’andamento generale, con un significativoNEL COMMERCIO AL DETTAGLIO peggioramento nel quarto trimestreIN IMPRESE CON DIPENDENTI • si registrano diffuse situazioni di crisi soprattutto nelvariazione media rispetto all’anno settore non alimentare; anche il comparto alimentareprecedente manifesta segnali di difficoltà • in calo le vendite della Grande Distribuzione Forlì- Emilia- • difficoltà molto intense per le imprese più piccole Italia Cesena Romagna2011 -2,0 -1,6 -2,72010 -1,6 -0,7 -2,6 La contrazione delle vendite, il forte aumento dei costi e la ripresa dell’inflazione2009 -3,1 -2,9 -4,4 stanno determinando una caduta generalizzata della redditività che interessa tutte le imprese A livello provinciale, nel quarto trimestre 2011, e che compromette la tenuta della base le vendite risultano in calo del 4,8% imprenditoriale, deteriorandone le prospettive. (-8,6% nella piccola distribuzione)
  10. 10. COMMERCIO ESTERO ESPORTAZIONI E IMPORTAZIONI gennaio-dicembre 2011 Valore var.% (migliaia di euro) sul 2010ESPORTAZIONI FORLÌ-CESENA 2.762.105 +8,9% EMILIA-ROMAGNA 47.933.718 +13,1% ITALIA 375.849.581 +11,4%IMPORTAZIONI FORLÌ-CESENA 1.668.078 +7,4% EMILIA-ROMAGNA 29.925.467 +12,1% ITALIA 400.479.614 +9,0%SALDO COMMERCIALE FORLÌ-CESENA +1.094.027 QUOTA EXPORT Esportazioni/valore aggiunto FORLÌ-CESENA 24,2% (stime 2011) EMILIA-ROMAGNA 37,8% ITALIA 26,1%
  11. 11. EXPORT LE ESPORTAZIONI DI FORLÌ-CESENA gennaio-dicembre 2011PRINCIPALI SETTORI comp. % var.% nel 2011 sul 2010Macchinari e apparecchi mecc. 18,0% +14,9%Metalli e prodotti in metallo 12,8% +5,7%Articoli in pelle (calzature) 9,8% +18,8%Prodotti dell’agricoltura 8,7% +1,1%Prodotti alimentari 7,8% +2,9%PRINCIPALI DESTINAZIONI comp. % var.% nel 2011 sul 2010Unione Europea 68,4% +5,3%Europa extra UE 12,5% +16,1%Asia Orientale 7,9% +12,4%America Settentrionale 5,3% +1,8%Medio Oriente 4,2% +19,1%
  12. 12. TURISMOSTRUTTURA RICETTIVA Il sistema turistico “tiene” nonostante un forte ridimensionamento 2.817 esercizi 68.136 posti letto degli utili dovuto alla crisi: di cui 543 alberghi 38.143 posti letto • arrivi e presenze in aumento • stabile il movimento degli stranieriMOVIMENTO TURISTICO IN COMPLESSO valori assoluti var.% su Da rilevare: 2011 2010 • Riqualificazioni in frenataarrivi 1.050.216 +4,7% • interrogativi legati a: tassa di soggiorno, concessioni demaniali, infrastrutturepresenze 5.930.979 +0,1% • auspicabile collaborazione tra pubblico e di italiani +0,2% privato per la valorizzazione dei luoghi di interesse turistico di stranieri +0,03% • cultura: fattore di sviluppo per l’intero territorio “allargato” • marcato calo del settore termalePeriodo medio Quota di • andamento positivo per le località deldi soggiorno presenze straniere Parco, ma negativo per il resto del territorio appenninico2000 7,3 giorni 2000 22,4% • ottima performance dei centri di Forlì e Cesena2011 5,6 giorni 2011 17,7%
  13. 13. TRASPORTISTRUTTURA al 31/12/2011TRASPORTI TERRESTRI DI PASSEGGERI E DI MERCI (*) 1.451 IMPRESE ATTIVE il 79,6% sono imprese individuali Variazione rispetto al 2010 FORLÌ-CESENA -2,3% EMILIA-ROMAGNA -3,2% ITALIA -2,1%TRASPORTO SU STRADA DI TRASPORTO SU STRADA DI MERCIPERSONE E MERCI MONOVEICOLARI Criticità competitive specifiche:Continua la gravissima crisi del settore: • le imprese operano in un’area limitata• eccessiva frammentazione • la maggior parte trasporta un’unica• forte diminuzione delle merci tipologia di merce e ha un unico movimentate (a parte alcuni settori committente specialistici) • gravi problemi di liquidità• aumento vertiginoso dei costi aziendali • forte indebitamento• problemi di concorrenza sleale e con • necessità di promuovere nuove forme vettori esteri di collaborazione / reti(*) - Esclusi quelli ferroviari e mediante condotta
  14. 14. ARTIGIANATO PRODUZIONESTRUTTURA al 31/12/2011 ARTIGIANATO MANIFATTURIERO DI FORLÌ-CESENA 6 13.664 IMPRESE ATTIVE 4 2 Variazione rispetto al 2010 0 -2 Tassi di crescita -4 FORLÌ-CESENA -0,6% -6 EMILIA-ROMAGNA -0,4% -8 -10 ITALIA -0,6% -12 -14 -16 -18 1° t. 2009 1° t. 2010 1° t. 2011 2° t. 3° t. 4° t. 2° t. 3° t. 4° t. 2° t. 3° t. 4° t.ANDAMENTO 2011 Il comparto soffre, ma sino ad ora ha tenuto anche se un’estrema incertezza pesa sul futuro: • in miglioramento il metalmeccanico • si accentuano le difficoltà per edilizia e trasporti • criticità: molte aziende in settori maturi e poche in settori high-tech
  15. 15. COOPERAZIONE STRUTTURA531 IMPRESE ATTIVE al 31/12/2011Variazione rispetto al 2010FORLÌ-CESENA -1,8%EMILIA-ROMAGNA -0,04%ITALIA -1,6%Nelle fasi più acute della crisi: Cooperative sociali 98• capacità di reagire e tenuta dei livelli rispetto al 2010 +4 occupazionali• attivati “ammortizzatori interni” per garantire reddito e lavoro ai sociAnche nel 2011: Cooperazione sociale:• la cooperazione ha continuato a far leva • punto di riferimento per il welfare sui propri fattori distintivi (spirito locale solidaristico)• le criticità maggiori si sono riscontrate • attraversa una fase molto difficile nelle aree cultura, servizi, sociale, • ulteriori difficoltà per i tempi lunghi edilizia autotrasporti e in alcuni di pagamento della PA comparti dell’agricoltura• strenua difesa dei livelli occupazionali • rallentamento nell’attività di inserimento di soggetti svantaggiati
  16. 16. CREDITO Sportelli ogni 100.000 abitanti (al 31/12/2010)Sportelli bancari 346al 30/09/2011 Forlì-Cesena 90 Emilia-Romagna 81 Italia 56 LA RACCOLTA BANCARIA milioni var. dic 2011 DEPOSITI di euro su dic 2010 per localizzazione della clientela Forlì-Cesena 7.342 +0,3% Dati al 31/12/2011 Emilia-Romagna 87.621 +0,7% Italia n.d. -0,5% Forlì-Cesena 17.187 Rapporto depositi per abitante Emilia-Romagna 17.991 (valori in euro al 31/12/2010) Italia 15.113
  17. 17. CREDITOIL FINANZIAMENTO ALLE FAMIGLIE E ALLE IMPRESE PRESTITI “VIVI” IN PROVINCIA DI FORLÌ-CESENA Variazione dicembre 2011 su dicembre 2010 +2,1% alle famiglie consumatrici e assimilabili -1,0% alle imprese, di cui: -0,9% per quelle medio-grandi -1,4% per quelle piccole QUALITÀ DEL CREDITO Nuove sofferenze in rapporto ai prestiti in essere Var. % sofferenze a inizio del 4° trimestre 2011 sett. 2011 su sett. 2010 Totale imprese Forlì-Cesena + 77,2% Forlì-Cesena 2,1% Emilia-Romagna + 36,9% Emilia-Romagna 2,5% Italia + 39,9% Italia n.d.
  18. 18. CREDITO ANDAMENTO DEL CREDITO NEGLI ULTIMI SEI MESI DEL 2011IMPIEGHI “VIVI” PER DIMENSIONE D’IMPRESAVariazioni % dal 30 giugno 2011 al 31 dicembre 2011 Imprese Imprese fino a 19 addetti da 20 addetti e oltreForlì-Cesena -2,3% -2,4%Emilia-Romagna -1,9% -2,3%Italia Nord Orientale -1,6% -2,6%Italia -2,0% -1,8%
  19. 19. LAVORO OCCUPAZIONE QUADRO DI SINTESI DELLA DINAMICA PER GENERE E TERRITORIO Tassi di occupazione - età 15-64 anni Media primi tre trimestri - Valori percentuali 2010 2011 maschi e maschi e maschi femmine femmine femmineFORLÌ-CESENA 68,8 65,7 72,0 59,4EMILIA-ROMAGNA 67,5 67,9 75,1 60,7ITALIA 56,9 57,0 67,6 46,4 Tasso di occupazione: rapporto tra gli occupati e la corrispondente popolazione di riferimentoIl tasso di occupazione della provinciaè inferiore a quello regionale di due punti,ma nettamente superiore al dato nazionale
  20. 20. LAVORO DISOCCUPAZIONE QUADRO DI SINTESI DELLA DINAMICA PER GENERE E TERRITORIO Tassi di disoccupazione - età 15 anni e oltre Media primi tre trimestri - Valori percentuali 2010 2011 maschi e maschi e maschi femmine femmine femmineFORLÌ-CESENA 6,0 6,4 6,0 6,8EMILIA-ROMAGNA 5,6 4,8 3,9 6,0ITALIA 8,3 8,0 7,2 9,2 Tasso di disoccupazione: rapporto tra le persone in cerca di occupazione e le corrispondenti forze di lavoroIl livello di disoccupazione provincialeè più alto di quasi due punti rispetto alla media regionale,ma è nettamente migliore di quello nazionale.La disoccupazione ha coinvolto pesantemente la componente maschile
  21. 21. LAVOROCENTRI PER L’IMPIEGO quadro di sintesi al 31/12/2011DISOCCUPATI Prosegue l’aumento sostenuto del numero dei disoccupati +8,5% rispetto al 2010 +10,9% per gli uomini e +6,8% per le donne Disoccupati con precedenti lavorativi +9,3% Inoccupati in cerca di prima occupazione +2,2%ASSUNZIONI CESSAZIONI +5,9% nel 2011 +5,3% nel 2011LISTE DI MOBILITÀ+10,2% Iscritti nelle liste al 31/12/2011 rispetto al 2010CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ore autorizzate nel 2011 Le imprese stanno esaurendo CIG Ordinaria -53,2% le ore di CIGO, ma le situazioni CIG Straordinaria +0,8% di criticità permangono e CIG in Deroga -30,3% si sono accentuate CIG Totale -28,2% nella seconda metà del 2011
  22. 22. SCENARI DI PREVISIONE PROMETEIA E UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA Febbraio 2012 PRODOTTO INTERNO LORDO Variazione percentuale sull’anno precedente 2011 2012 2011 2012Mondo +3,7 +3,3 UE27 +1,4 -0,1Stati Uniti +1,7 +2,0 Germania +3,0 +0,4Cina +9,3 +8,1 Francia +1,6 -0,2India +7,6 +6,8 Spagna +0,7 -1,1Giappone -0,7 +2,0 Regno Unito +0,9 +0,1Russia +4,1 +3,9 Italia +0,3 -1,7
  23. 23. SCENARI DI PREVISIONE PROMETEIA E UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA Febbraio 2012 VALORE AGGIUNTO TOTALE Variazione percentuale rispetto all’anno precedente 2011 2012Forlì-Cesena +0,2 -1,5Emilia-Romagna +0,8 -1,4Italia +0,4 -1,6
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×