Private Cloud per le amministrazioni piemontesi - Baglio
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Private Cloud per le amministrazioni piemontesi - Baglio

on

  • 527 views

 

Statistics

Views

Total Views
527
Views on SlideShare
512
Embed Views
15

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

1 Embed 15

http://www.csipiemonte.it 15

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Private Cloud per le amministrazioni piemontesi - Baglio Presentation Transcript

  • 1. Il Cloud Computing per la razionalizzazione dellaspesa IT nella PA piemonteseVito Baglio CSI-Piemonte
  • 2. Vito Baglio CSI-Piemonte Il Contesto di riferimento Come si calcola il TCO di un Data Center? Razionalizzazione e Federazione Il Cloud: pubblico, privato Il modello CSI-PiemonteAGENDA
  • 3. Vito Baglio CSI-Piemonte Il Contesto di riferimento Come si calcola il TCO di un Data Center? Razionalizzazione e Federazione Il Cloud: pubblico, privato Il modello CSI-PiemonteAGENDA
  • 4. Vito Baglio CSI-Piemonte Forte riduzione capacità di investimento Riduzione budget per i costi operativi Rischi connessi alla ridotta capacità di garantire la correttamanutenzione ed evoluzione delle infrastrutture ICT Crescente difficoltà nel governo di infrastrutture sempre piùcomplesse che richiedono capacità di investimento in formazione ecompetenze Limitata capacità di apportare innovazione tecnologica e diprocesso Sistemi Informativi impegnati nella gestione operativa ICT elimitate risorse da dedicare al governo dell’evoluzioneIL CONTESTO
  • 5. Vito Baglio CSI-PiemonteIL CONTESTO
  • 6. Vito Baglio CSI-Piemonte• Numero di deviceconnessi al DC+ 50%• La quantità di datida gestire+ 150%• La Capacità diCalcolo necessaria+ 100%• Il numero di utenticonnessi+ 50%Elaborazione Fonte IDC 2013Lo Scenario evolutivo 2015
  • 7. Vito Baglio CSI-Piemonte Il Contesto di riferimento Come si calcola il TCO di un Data Center? Razionalizzazione e Federazione Il Cloud: pubblico, privato Il modello CSI-PiemonteAGENDA
  • 8. Come si calcola il TCO di un Data Center?Vito Baglio CSI-PiemonteServer Cost ModelStorage Cost ModelNetworking Cost ModelCooling Cost ModelPower Cost ModelFloor Cost ModelCosto commodity serverCosto storage (tier x)Costo di 1 Porta EthernetCosto di raffreddamento1U rack spaceCosti di alimentazione1U rack spaceCosto di provisioning1U rack spaceGrado di occupazionedei rackNumero di rackospitatiNumero di rackospitabiliRack costsBuilding upgradesBuilding SecurityBuilding mantenanceCosto Data Centersu 15-20 anni
  • 9. Vito Baglio CSI-PiemonteCome si calcola il TCO di un Data Center?Component Comment Year MonthHardware € 12.000 su 5 anni 2.400,00€ 200,00€Software € 24.000 su 3 anni 8.000,00€ 666,67€Administration 1 Server instance 3.000,00€ 250,00€Hardware maintenance € 12.000 x 18% 2.160,00€ 180,00€Software maintenance € 24.000 x 22% 5.280,00€ 440,00€Tier-1 storage (GB) 150 GB tier-1 2.800,00€ 233,33€Tier-2 storage (GB) 1.000 GB tier-2 3.500,00€ 291,67€SAN ports 4 SAN ports 3.100,00€ 258,33€Ethernet network ports 6 Ethernet ports 1.950,00€ 162,50€Power/space/cooling 4U rack space 2.550,00€ 212,50€34.740,00€ 2.895,00€TOTALELarge Virtual Server Annual CostFonte: - Counting the Cost of the Elephant in the Data Center - GartnerOccupazione DC 84%Occupazione rack 75%Power max 3MWData Center Tier 3Dimensioni 1.000 mqRack max 357
  • 10. Data Center TransformationVito Baglio CSI-PiemonteTraditionalVirtualizedCloud(IaaSPaaS)CloudSaaSBPMRoadmap evolutivaDeliveryand IToperationcosts Consolidation Virtualization Automation Self provisioning Elaticità, pay per use TTM Tenant Configurazione FruizioneFino al 70% di riduzionedei costi di erogazione ITFino al 40% di riduzione deicosti di erogazione IT e del 70%dei costi delivery complessiviFino al 30% di riduzione deicosti di erogazione e del50% dei costi di delivery
  • 11. Vito Baglio CSI-Piemonte Il Contesto di riferimento Come si calcola il TCO di un Data Center? Razionalizzazione e Federazione Il Cloud: Pubblico, privato, federato I Data Center del CSI-PiemonteAGENDA
  • 12. Vito Baglio CSI-PiemonteRazionalizzazione e FederazioneFonte: AGID - Linee Guida alla Razionalizzazione delle Infrastrutture ICT delle PP. AA. - Position PaperPochi DC Regionali concompetenze di carattereNazionale (NE,NO, CE, SUD)DC Regionali che ospitanoservizi regionali e localiPortali informativi senza localizzazionedati presso strutture locali (non veri epropri DC)
  • 13. Vito Baglio CSI-Piemonte Il Contesto di riferimento Come si calcola il TCO di un Data Center? Razionalizzazione e Federazione Il Cloud: pubblico, privato Il modello CSI-PiemonteAGENDA
  • 14. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: perché sceglierlo?AgilitàFlessibilitàSelf ServiceStandardizzazioneMisurabilitàEfficienzaCloudVelocità di realizzazione, riduzione tempi tranecessità e disponibilitàDisponibilità Catalogo Servizi,adeguamento delle risorse infunzione della richiesta,autonomia del business nelcontrollo del processoAutonomia nellacreazione, modifica,personalizzazione eintegrazioneSemplificazione complessità IT,riduzione varietà, standardizzazionestrumenti, ambienti, processi.Livelli di Servizio,AccountingRisorse infrastrutturali condivise,massimizzazione utilizzo, pay peruse o per allocation, separazionelogica, “virtuale”.
  • 15. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: On premises vs On demandElapsed per completamento percorso:180 – 270ggOn Premise On DemandEsigenzaConfigurazioneDisponibilitàElapsed per completamento percorso:minuti-ore-giorni
  • 16. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: I Benefici economiciRiduzione dei costi legati a Erogazione, manutenzione e gestione dei servizi IT Continuità del servizio Evoluzione tecnologica Errato dimensionamento delle infrastrutture Errato Capacity Management Necessità di upgrade Formazione e competenze Approvvigionamento Integrazione con le infrastrutture esistenti Elevato time to market Variazione delle politiche di licensing Servizi di Data Center
  • 17. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: L’approccio Attenzione a limitarsi alle migrazioni dei sistemi legacy sul Cloud Cogliere l’opportunità del Cloud per rivedere i processi organizzativi Pensare a riprogettare il servizio non solo la tecnologia Il Cloud mette in discussione l’organizzazione
  • 18. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: Il mercato italiano
  • 19. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: Grado e motivazione all’adozioneFonte: The Innovation Group
  • 20. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: Quali applicazioni
  • 21. Vito Baglio CSI-PiemonteIl Cloud: perché mi usi così poco?Data PrivacyConfidentialityComplianceService performanceAvailabilityLegal concernTerms e conditionsSLAsData LocationTransparency?
  • 22. Il Cloud: il modello Private Modello per dati e applicazioni critiche Confidenzialità garantita Privacy assicurata Condizioni contrattuali chiare e condivise SLA definiti o negoziabili in funzione delle esigenze Misurabilità del servizio anche attraverso assessment Trasparenza sulle modalità di erogazione dei servizi Possibilità di rinegoziazione degli accordi Modello che esalta la fiducia tra le organizzazioni
  • 23. Vito Baglio CSI-Piemonte Il Contesto di riferimento Come si calcola il TCO di un Data Center? Razionalizzazione e Federazione Il Cloud: pubblico, privato Il modello CSI-PiemonteAGENDA
  • 24. Il modello CSI-Piemonte: Linee Guida Modello Private ma aperto alla federazione regionale e nazionale Utilizzo di tecnologie Open e di Mercato Riservatezza, privacy e localizzazione dei Dati Esperienza 30nnale e profonda conoscenza delle specificità della PA Capacità di svolgere un ruolo di broker e integratore TrPrima realtà per la PAL a dotarsi di Disaster Recovery nel 2008 Trasparenza sulle modalità di erogazione dei servizi Elevate competenze metodologiche, tecnologiche Rapporto di partnership con la PAVito Baglio CSI-Piemonte
  • 25. Il modello CSI-Piemonte: Il CatalogoVito Baglio CSI-Piemonte
  • 26. Il modello CSI-Piemonte: FederazioneVito Baglio CSI-Piemonte Razionalizzazione dei data center Interoperabilità e portabilità tra i privatecloud della PA Sharing servizi data center Distributed backup & Disaster Recovery Business continuity
  • 27. Il modello CSI-PiemonteVito Baglio CSI-PiemonteIl Private Cloud CSI-PiemonteCome aggregatore della domanda locale di servizi ecome strumento di razionalizzazione della spesa.Come soggetto per offrire servizi a livello nazionalesecondo il modello federato in logica di cooperazione.Come piattaforma abilitante per le Smart-Cities, per iservizi di integrazione e supporto alla didattica per leScuole, come incubatore di tecnologie innovative per leImprese.Come facilitatore e acceleratore dell’attuazione dell’Agenda Digitale per il Piemonte.
  • 28. Il modello CSI-Piemonte: Demo LiveVal MairaArpa PiemontePortaleSelf-ProvisioningVirtual Private CloudProvincia di TorinoVito Baglio CSI-Piemonte
  • 29. Il modello CSI-Piemonte: I Data Center Video realizzato dal CSI-Piemonte Servizi realizzabili per gli Enti consorziati Randering farm, tecnologie e competenze Un ringraziamento speciale a Massimo Rossi e Lorenzo BianchiVideo Data Center CSI-PiemonteVito Baglio CSI-Piemonte
  • 30. Grazie per l’attenzioneVito Baglio CSI-PiemonteE-mail: vito.baglio@csi.itSkype: vito.baglioTwitter: @VitoBaglio