• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
AVCPass - evoluzione normativa
 

AVCPass - evoluzione normativa

on

  • 559 views

 

Statistics

Views

Total Views
559
Views on SlideShare
559
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
19
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    AVCPass - evoluzione normativa AVCPass - evoluzione normativa Presentation Transcript

    • SEMINARIO FORMATIVO . Il sistema AVCPASS per la verifica dei requisiti per l’affidamento dei contratti pubblici Torino, 30 gennaio 2014 Direzione Generale OSIT Osservatorio Servizi Informatici e Telecomunicazioni
    • CONTATTI Supporto specialistico Numero dedicato: 06-3672.3896 Email : avcpass@avcp.it Materiale e-learning www.avcp.it à Servizi à Formazione http://www.avcp.it/portal/public/classic/Servizi/Formazione FAQ www.avcp.it à FAQ à FAQ AVCpass http://www.avcp.it/portal/public/classic/FAQ/FaqAvcpass Manuali www.avcp.it à Servizi à Manuali http://www.avcp.it/portal/public/classic/Servizi/manuali 2
    • Agenda §  Premessa   §  L’evoluzione  della  norma2va  e  la  nuova  visione  strategica  dell’Autorità   §  Proge8o  AVCPASS   §  Delibera  AVCPASS     §  Sistema  AVCPASS       §  Focus  per  la  Stazione  Appaltante   3
    • 1999   • Nasce  l’Autorità  per  la  vigilanza  sui  lavori  pubblici       …   …   2005   2006   • La  L266  (finanziaria)  is@tuisce  l’autofinanziamento  dell’Autorità.  Nasce  il  CIG   • Il  DLgs  163  estende  la  vigilanza  ai  contraJ  di  servizi  e  forniture.  Nasce  AVCP  e  il  precontenzioso   …   2010   2011   2012   2013   • Is@tuzione  della  BDNCP  e  L136  in  materia  di  tracciabilità  dei  flussi  finanziari   • L111  (prezzi  di  riferimento),  nasce  il  cosiddeQo  smart  CIG   • Spending  review,    L190  (an@corruzione),  art.  6bis  del  Codice  e  art  33  ter  DL  179  (Is@tuzione  AUSA)   • Avvio  di  AVCPASS  e  Anagrafe  Unica  delle  Stazioni  Appaltan@   4
    • Premessa Ø  Nel  corso  dell’ul@mo  triennio  il  legislatore  ha  riconosciuto  ad  AVCP  un  ruolo  di  forte   capacità  di  innovazione   Ø  L’Autorità   si   è   quindi   messa   a   disposizione   del   sistema   per   aiutare   a   perseguire   gli   ambiziosi  obieJvi  assegna@  alla  BDNCP  dall’art.  62  bis  del  CAD   ü  favorire    la  riduzione  degli  oneri  amministra2vi  derivan2  dagli  obblighi  informa2vi   ü  assicurare   l'efficacia,   la   trasparenza   e   il     controllo     in     tempo     reale     dell'azione     amministra2va    per  l'allocazione    della    spesa    pubblica  in  lavori,  servizi  e  forniture   ü  garan2re  il  rispe:o  della  legalità  e  del  corre:o  agire  della  pubblica    amministrazione   ü  prevenire  fenomeni  di  corruzione   Ø  AVCPASS   è   uno   dei   sistemi   che   meQono   il   mercato   di   fronte   alle   “nuove”   tecnologie   che  non  hanno  ancora  avuto  un  grado  di  penetrazione  soddisfacente  nel  nostro  Paese   Ø  AVCPASS  rappresenta  il  nucleo  di  un  nuovo  sistema  di  servizi  per  il  mercato  che  vede  il   fulcro  nella  BDNCP  e  nei  vantaggi  che  è  possibile  derivare  dalla  centralizzazione  delle   informazioni       5
    • N.  transazioni  erogate  on  line  per  anno  sui  sistemi  AVCP   25.000.000   20.000.000   15.000.000   10.000.000   5.000.000   0   CIG   Sm     CIG   art   6   bis 6  
    • I principi cardine della nuova visione strategica Principio   L’offerta  di   servizi  a   valore   aggiunto   Il  ruolo  di   facilitatore   Chiedere  il   dato  una  sola   volta     Declinazione   Fino   ad   oggi   l’Autorità   ha   esercitato   il   suo   ruolo   di   vigilanza   sul   mercato   in   maniera   talvolta   auto-­‐ referenziale.   I   sistemi   informa@ci   hanno   rincorso   il   legislatore   stra@ficandosi   nel   tempo   e   spesso   complicando   la   vita   dell’utente   oltre   il   necessario.   Nel   nuovo   approccio   strategico   la   raccolta   del   dato   non   è   più   una   meramente   ex   post,   allorché   può   solo   evidenziare   distorsioni   che   hanno   già   avuto   manifestazione.   AQraverso   la   fornitura   di   servizi   a   valore   aggiunto   la   fornitura   del   dato   diventa  propedeu@ca  alla  fruizione  di  un  servizio.         AVCP   intende   incrementare   significa@vamente   il   proprio   ruolo   di   facilitatore   aQraverso   la   semplificazione   dei   processi   amministra@vi   lega@   alla   definizione   e   ges@one   dei   contraJ   pubblici.   Alcuni  degli  ambiziosi  obieJvi  che  gli  sono  assegna@  dal  legislatore  e  dal  Ministero  per  la  Pubblica   Amministrazione  e  l’Innovazione:   •  Digitalizzazione  del  procedimento  amministra@vo     •  AbbaJmento  dei  tempi  e  dei  cos@  del  procedimento  amministra@vo     •  Incremento  della  certezza  sui  da@  di  natura  reputazionale  sugli  operatori  del  mercato   •  Deflazione  del  contenzioso   •  Contenimento  della  spesa  in  contraJ  pubblici  di  lavori,  servizi  e  forniture   Grazie  alla  BDNCP  e  al  suo  ruolo  centrale  di  banca  da@  di  interesse  nazionale  strategico  l’Autorità  sta   reingegnerizzando   il   parco   dei   servizi   informa@ci   affinché   i   soggeJ   tenu@   alla   trasmissione   di   informazioni  lo  facciano  una  sola  volta.  Il  dato  diventa  così  disponibile,  non  solo  a  tuJ  i  processi  di   business   dell’Autorità,   ma   anche   agli   interlocutori   is@tuzionali   che,   per   diverse   finalità   hanno   interesse   nell’informazione   sul   contraQo   pubblico   e   con   i   quali   si   sono   e   si   stanno   sviluppando   accordi  e  protocolli  di  cooperazione  (MEF,  RGS,  CONSIP,  AGID,  CDC,  CIVIT,  …)     7
    • Verso un nuovo sistema integrato Il nuovo modello previsto per l’acquisizione dei dati si innesta in un più ampio progetto di revisione del contesto applicativo dell’Autorità, che vede la BDNCP quale elemento di integrazione e che passa per l’esposizione di servizi adeguati alle rinnovate esigenze di AVCP e mercato e alle previsioni normative. Sistema  Conosci/vo  e   Qualità  del  dato   FASI ASSOCIATE AL CICLO DI VITA DEI CONTRATTI 1)  FASE   4)  DETERMINA  A   PROPEDEUTICA   3)   2)  PROGRAMMAZIONE   PROGETTAZIONE   CONTRARRE   ALLA   PROGRAMMAZIONE   6)  PROCEDURA   5)  PREQUALIFICA    DI  SCELTA  DEL   CONTRAENTE   7)  STIPULA  DEL   CONTRATTO   8)  ESECUZIONE     DEL  CONTRATTO   8
    • I benefici attesi §  Attraverso logiche di work flow l’utente sarà assistito nel percorso di rilevazione –  fornirà esclusivamente informazioni attinenti alla specifica fattispecie contrattuale –  sarà supportato nelle decisioni e nell’adozione di provvedimenti amministrativi §  §  Incremento dei livelli di disponibilità e qualità generale del dato Supporto alle decisioni attraverso servizi a valore aggiunto di reporting e BI per –  gli interlocutori istituzionali •  trasparenza, anticorruzione, spending review, ... –  l’utente che ha fornito il dato •  monitoraggio delle performance del proprio ufficio –  il vertice delle SA •  §  monitoraggio delle performance dell’amministrazione Maggiore trasparenza dell’azione amministrativa attraverso la messa a disposizione ai cittadini e al mercato di dati congrui, logicamente aggregati, accessibili, affidabili, aggiornati in tempo reale, sicuri e confrontabili nel tempo 9
    • Nascita della BDNCP Il   D.Lgs.   30  dicembre  2010,  n.  235  introduce  l’art.  62  bis  del  CAD  is@tuisce  presso  l’Autorità  per   la  vigilanza  sui  contra[  pubblici  di  lavori,  servizi  e  forniture  (AVCP),  la  Banca  Da2  Nazionale   dei   Contra[   Pubblici   inserendola   tra   le   banche   da2   di   interesse   strategico   nazionale   di   cui   all’art.  60  insieme  a:   •  anagrafe  nazionale  della  popolazione  residente  (“neo  eleQa”  insieme  alla  BDNCP);     •  repertorio  nazionale  dei  da@  territoriali;       •  casellario  giudiziale;       •  registro  delle  imprese;       •  gli  archivi  automa@zza@  in  materia  di  immigrazione  e  di  asilo     10
    • Le evoluzioni normative per la digitalizzazione e la semplificazione Nuovo  CAD   Dic  2010   Legge  di   Stabilità   Nov  2011   Semplifica   Italia   Apr  2012   I  documen2  informa2ci  contenen2  copia  di  a[  pubblici  rilascia@  dalla  PA,  hanno  piena  efficacia  se   ad   essi   è   apposta   una   firma   digitale   o   altra   firma   ele8ronica   qualificata.   Le   copie   su   supporto   informa@co  di  documen@  originali  hanno  la  stessa  efficacia  probatoria  se  la  conformità  è  aQestata  da   un  notaio/pubblico  ufficiale   Le  cer2ficazioni  rilasciate  dalla  PA  sono  valide  e  u2lizzabili  solo  nei  rappor2  tra  priva2;  non  possono   essere   prodoQe   agli   organi   della   PA   da   parte   di   un   privato,   il   quale   può   ricorrere   alle   sole   autodichiarazioni  (arQ.  46  e  47  DPR  445/00).  Le  amministrazioni  pubbliche  sono  tenute  ad  acquisire   d’ufficio  le  informazioni  oggeQo  delle  autodichiarazioni   (Art.  6  bis  del  D.Lgs.  12  Aprile  2006  n.  163,  introdo:o  dall’  Art.  20  ,  del    D.L.  9  Febbraio  2012  n.  5,   come  modificato  dalla  legge  di  conversione  4  Aprile  2012,  n.35)     I  sogge[  pubblici  e  priva2  che  detengono  i  da2  e  la  documentazione  rela2vi  ai  requisi2  di  cara8ere   generale,   tecnico-­‐organizza2vo   ed   economico-­‐finanziario   sono   tenu2   a   me8erli   a   disposizione   dell’AVCP.   Dal   1   gennaio   2013,   le   Stazioni   Appaltan@   e   gli   En@   aggiudicatori,   dovranno   verificare   il   possesso   dei   requisi@   di   caraQere   generale,   tecnico-­‐organizza@vo   ed   economico-­‐finanziario   per   la   partecipazione  alle  procedure  disciplinate  dal  Codice  esclusivamente  tramite  la  Banca  da@  nazionale   dei  contraJ  pubblici  (BDNCP)  is@tuita  presso  l’AVCP   Deliberazione  n.  111/2012  dell’Autorità  per  la  Vigilanza  sui  Contra[  Pubblici  di  Lavori,  Servizi  e  Forniture   ex  art.  6  bis  del  D.Lgs.  12  Aprile  2006,  n.163   11
    • Il percorso di sviluppo intrapreso Coerentemente   con   gli   obieJvi   is@tuzionali   designa@   e   con   il   protocollo   di   intesa   con   la   Funzione   Pubblica,   AVCP  in  qualità  di  organismo  indipendente  che  ha  il  compito  di  vigilare  sul  mercato  degli  appal@  ha  avviato,   già   a   par@re   dal   2011,   il   progeQo   pilota,   Fascicolo   Virtuale,   volto   a   migliorare   le   performance   e   la   trasparenza   del   mercato.   Il   progeQo   ha   condoQo   alla   realizzazione   di   una   piaQaforma   informa@ca   che   consente   all’OE   l’accesso   e   il   caricamento   nella   BDNCP,   nel   rispeQo   della   norma@va   vigente   e   dei   requisi@   di   sicurezza   stabili@,  di  documen2  firma2  digitalmente  da  parte  di  sogge[  autorizza2.     Collaborazione  con  la  Funzione  Pubblica   Protocollo  di  intesa  con  la     Funzione  Pubblica   AVCPASS OB:                COSTI              SEMPLIFICAZIONE   Fascicolo   Virtuale  OE 2009   a  regime Sperimentazione 2011 Nasce  l’AVCPASS DL Semplifica   Italia  n.5  2012 Adeguamento  e   industrializzazione 2012 2013 t Le   evoluzioni   norma@ve   intervenute   hanno   esteso   alcune   delle   funzionalità   previste   in   fase   sperimentale,   aQraverso   l’incremento   delle   funzionalità   del   sistema   per   le   SA   e   la   predisposizione   di   un   sistema   di   cooperazione  applica@va  con  gli  En@  Cer@fican@  per  lo  scambio  dei  da@.   12