Private Cloud per le amministrazioni piemontesi - Alessandro Assom, ARPA
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Private Cloud per le amministrazioni piemontesi - Alessandro Assom, ARPA

on

  • 390 views

 

Statistics

Views

Total Views
390
Slideshare-icon Views on SlideShare
382
Embed Views
8

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

1 Embed 8

http://www.csipiemonte.it 8

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Private Cloud per le amministrazioni piemontesi - Alessandro Assom, ARPA Private Cloud per le amministrazioni piemontesi - Alessandro Assom, ARPA Presentation Transcript

    • Case study: Arpa PiemonteVirtualizzazione web server delSistema Informativo AmbientaleAlessandro Assom14 giugno 2013Private Cloud per leamministrazioni piemontesi
    • 14/06/2013CED Via Pio VII Torino Web server – DMZInternetX 3CED Arpa - Sistema InformativoAmbientale
    • 14/06/2013Razionalizzazione• Sostituire il server in DMZ con una macchina virtuale per:•liberare risorse hardware da riutilizzare come applicationserver e dismettere risorse obsolete•semplificare la gestione amministrativa•migliorare la scalabilità del sistema•aumentare i tempi di disponibilità del servizio•disporre di un ambiente di produzione con personale dedicatoe monitoraggio H24
    • 14/06/2013RazionalizzazioneCED Via Pio VII TorinoInternetX 4DMZ Cloud CSI PiemonteInternetLink Rupar
    • 14/06/2013• Possibilità di aumentare facilmente le risorseelaborative in caso di emergenza o di maggiore traffico.• Possibilità di disporre facilmente di spazio discoaggiuntivo.Vantaggi: diffusione dei servizi
    • 14/06/2013• Maggiore sicurezza nella gestione ordinaria estraordinaria grazie alla possibilità di creare snapshotdel sistema.• Sostituzione del sistema in failover a due nodi con unamacchina singola.• Risparmio sui contratti di manutenzione hardware inpronto intervento e sui costi di aggiornamento deidispositivi.•Maggiore efficienza energetica.Vantaggi: gestione e sviluppo
    • 14/06/2013•Alta integrazione con l’infrastruttura informatica diArpa Piemonte già esistente:•Possibilità di assegnare alle VM indirizzi ipappartenenti all’indirizzamento standard di Arpa.•Possibilità di integrare le VM nel sistema Activedirectory aziendale.•Possibilità di creare e personalizzare ambienti ditest e sviluppo in pochi minuti.Vantaggi: gestione e sviluppo
    • 14/06/2013•Premesse:•Applicativi SIA già conformi a paradigma three-tier.•SaaS: componenti elaborative diverse installatepresso il CED Arpa Piemonte e sviluppate secondoarchitettura REST.Analisi del caso specifico
    • 14/06/2013•Facilità di ridistribuzione di alcune componenti suCloud.•Alta integrazione con i sistemi esistenti, senzaparticolari necessità di riconfigurazione.•Link Rupar più che sufficiente al trasferimento dei datisecondo modello Rest.Analisi del caso specifico
    • 14/06/2013•Creata una macchina virtuale con le seguenticaratteristiche:•4 cpu•8 GB RAM•48 GB spazio disco SAS•Una interfaccia di rete pubblica•Server esistente: otto core e 16 GB RAM – 200 GB di disco RAIDSAS integrato, su DMZ Arpa a 100Mb/sec full duplex.Analisi del caso specifico
    • 14/06/2013•Valutazione approssimativa delle prestazioni:•Utilizzando Apache JMeter si effettuano richieste dicaricamento dalla homepage dei servizi del SIA.•Il caricamento della homepage comporta l’utilizzo di tutta lacatena elaborativa: webserver – application server tomat –application server cartografici – basi dati Oracle.Analisi del caso specifico
    • 14/06/2013Simulazione di 400 utenti / ramp-up 1 secondo:Analisi del caso specificoServer fisico (8core)VM 4 CPU VM 2 CPU400/400 400/400 390/400(10 time out)
    • 14/06/2013Simulazione di 600 utenti / ramp-up 1 secondo:Analisi del caso specificoServer fisico VM 4 CPU VM 2 CPU600/600 576/600(24 timed out)438/600(162 timed out)
    • 14/06/2013Conclusioni•Prestazioni paragonabili o superiori a quelle del serverfisico già in uso.•Facilità di configurazione ed elevata scalabilità delsistema.•Allestimento dell’ambiente ed esecuzione dei test inautonomia e nell’arco di poche ore di lavoro.