Your SlideShare is downloading. ×
0
CONFERENZA DI DIPARTIMENTO
TERRA E AMBIENTE
CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

Joint Programming Initiative
Cristina Sabb...
Joint Programming Initiative

Programmazione Congiunta
 La programmazione congiunta (JPI) è un nuovo strumento
che ha lo ...
Joint Programming Initiative

Caratteristiche principali
La Programmazione Congiunta
programmi di ricerca pubblici e

si
...
Joint Programming Initiative

Impegni dei Paesi coinvolti
Gli Stati membri che decidono di aderire ad una tematica di
Prog...
Joint Programming Initiative

Cosa è stato fatto in Italia
Subito dopo l’approvazione delle Conclusioni del Consiglio
Euro...
Joint Programming Initiative

Il primo gruppo di tematiche
Il Tavolo di Consultazione ha ritenuto che 3 delle tematiche
in...
Joint Programming Initiative

Seconda decisione del Consiglio

Il 3 dicembre 2009 il Consiglio Europeo ha adottato
le segu...
Implementazione della JPI (1)
Cultural Heritage and Global Change:
a new challenge for Europe
 Dato il ruolo di coordinam...
Implementazione della JPI (1)
Cultural Heritage and Global Change: a
new challenge for Europe
Cosa è stato fatto ? Nei mee...
JPI Cultural Heritage and Global Change

14 + 1 Participants
 Austria
 Belgium
 Cyprus
 Czech Republic
 France
 Irel...
Implementazione della JPI (1)
Cultural Heritage and Global Change:
a new challenge for Europe

La realizzazione della stru...
Joint Programming Initiative

Il secondo gruppo di tematiche
Il 26 maggio 2010 il Consiglio Europeo ha adottato le
seguent...
Joint Programming Initiative (Conferenza DTA 2010)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Joint Programming Initiative (Conferenza DTA 2010)

62

Published on

Cristina Sabbioni (CNR-Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima)

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
62
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Joint Programming Initiative (Conferenza DTA 2010)"

  1. 1. CONFERENZA DI DIPARTIMENTO TERRA E AMBIENTE CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Joint Programming Initiative Cristina Sabbioni Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima Consiglio Nazionale delle Ricerche Roma, 12 Luglio 2010
  2. 2. Joint Programming Initiative Programmazione Congiunta  La programmazione congiunta (JPI) è un nuovo strumento che ha lo scopo di coordinare i programmi nazionali di ricerca degli Stati Membri e Paesi Associati dell’Unione Europea  Questa nuova iniziativa è stata proposta inizialmente dalla Commissione europea con una propria Comunicazione del 17 luglio 2008  Successivamente è stata approvata dal Consiglio Europeo Competitività del 2 dicembre 2008 con le proprie Conclusioni “Per una Programmazione Congiunta della Ricerca”  Essa rientra nella politica comunitaria che sta cercando di creare e strutturare lo Spazio Europeo della Ricerca. C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  3. 3. Joint Programming Initiative Caratteristiche principali La Programmazione Congiunta programmi di ricerca pubblici e si riferisce ai soli ad un numero limitato di tematiche di ricerca di dimensioni pan-europee o mondiali da definire nel corso dello sviluppo del processo Tali tematiche devono affrontare le principali sfide della società dei giorni nostri che, per le loro caratteristiche, non possono essere risolte singolarmente dai vari Stati Gli Stati Membri possono aderire su base volontaria secondo il principio della geometria variabile C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  4. 4. Joint Programming Initiative Impegni dei Paesi coinvolti Gli Stati membri che decidono di aderire ad una tematica di Programmazione Congiunta devono:  Impegnarsi a coordinare o mettere in comune i propri programmi di ricerca con gli altri Paesi coinvolti,  Impegnare adeguate risorse sia in kind che in cash per lo svolgimento dei programmi di ricerca concordati,  Definire, di comune accordo con gli altri Paesi, i meccanismi e gli strumenti da utilizzare per il finanziamento delle attività di ricerca. C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  5. 5. Joint Programming Initiative Cosa è stato fatto in Italia Subito dopo l’approvazione delle Conclusioni del Consiglio Europeo del dicembre 2008 che hanno avviato l’Iniziativa, il MIUR ha:  nominato i rappresentanti nel Gruppo per la Programmazione Congiunta - GPC (Prof. Fulvio Esposito e Dr. Maria Uccellatore)  istituito un Tavolo di consultazione italiano ad alto livello, sotto il proprio coordinamento, e con la partecipazione degli altri ministeri e di tutti i principali centri di ricerca.  Il Tavolo di consultazione si è riunito 4 volte durante l’estate 2009 ed ha individuato alcune tematiche da proporre a livello europeo C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  6. 6. Joint Programming Initiative Il primo gruppo di tematiche Il Tavolo di Consultazione ha ritenuto che 3 delle tematiche individuate erano abbastanza mature da poter essere proposte al Gruppo per la Programmazione Congiunta di settembre 2009:  La sfida del patrimonio culturale: fornire protezione contro i maggiori cambiamenti che stanno avvenendo in Europa in un contesto globale;  Sicurezza, qualità e produzione sostenibile di cibo in un ambiente in cambiamento;  Sviluppo e ottimizzazione di terapie anticancro per pazienti con prognosi infausta. C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  7. 7. Joint Programming Initiative Seconda decisione del Consiglio Il 3 dicembre 2009 il Consiglio Europeo ha adottato le seguenti Conclusioni che approvano:  Il lancio della tematica di ricerca su “Cura delle malattie neurodegenerative, con particolare riferimento all’Alzheimer”, ed invitano gli Stati Membri ad avviare le attività di programmazione congiunta.  L’identificazione di tre tematiche di ricerca su: o Patrimonio Culturale, cambiamenti climatici e sicurezza (Coordinata da Italia) o Agricoltura, sufficienza alimentare e cambiamenti climatici (Francia) o Salute, alimentazione e patologie legate all'alimentazione (Olanda)  L’invito agli SM a sviluppare e implementare le tre JPI da approvare, presumibilmente entro il primo semestre 2010. C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  8. 8. Implementazione della JPI (1) Cultural Heritage and Global Change: a new challenge for Europe  Dato il ruolo di coordinamento assegnato al nostro Paese è stata firmata una dichiarazione congiunta per il coordinamento della JPI fra il MIUR e il MIBAC il 25 Febbraio in presenza del Sottosegretario Dr. Letta  E’ stato organizzato il primo Meeting per la implementazione della JPI al MIUR il 5 Febbraio cui hanno aderita 19 Paesi Europei e 5 paesi hanno aderito come osservatori  Governing Board (GB) si è insediato il 26 Marzo nominando il coordinatore Arch. Antonia Recchia (MIBAC) e l’Italia è rappresentata dal Dr. Mario Ali’ (deputy Dr. Maria Uccellatore)  Executive Board (EB) si è insediato il 16 Aprile ed il rappresentante italiano è la Dr. Cristina Sabbioni C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  9. 9. Implementazione della JPI (1) Cultural Heritage and Global Change: a new challenge for Europe Cosa è stato fatto ? Nei meeting del GB (7 maggio e 2 luglio) e del EB (16 aprile, 4 giugno) sono stati approvati :  Il Terms of Reference : la struttura di Governance  Il Vision Document: stato dell’arte e prospettive Cosa rimane da fare? Nel prossimi meeting (16 luglio) e nei mesi successivi  Nomina del Comitato Scientifico (esperti nazionali) e dell’ Advisory Board (rappresentanti delle Organizzazioni Internazionali)  Definizione dell’Agenda Strategica di Ricerca  Preparazione dell’Action Plan C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  10. 10. JPI Cultural Heritage and Global Change 14 + 1 Participants  Austria  Belgium  Cyprus  Czech Republic  France  Ireland  Italy C. Sabbioni  The Netherlands  Poland  Romania  Slovakia  Slovenia  Spain  Turkey  United Kingdom Roma, 12 luglio 2010
  11. 11. Implementazione della JPI (1) Cultural Heritage and Global Change: a new challenge for Europe La realizzazione della struttura di Governance e l’avvio delle JPI verra’ finanziato dalla Commissione Europea : Workprogramme 2011 (20 luglio -5 ottobre 2010) Theme 6 Environment (including Climate Change) Area 6.3.2.2 Networking, knowledge transfer and optimisation of results in cultural heritage ENV-2011.3.2.2-1 Coordination action in support to the Joint Programming Initiative (JPI) on "Cultural Heritage and Global Change: a new challenge for Europe“ This topic is part of the FP7-JPROG -2011-RTD Call. Activity: Support for Programme coordination and cooperation in the context of the European Research Area (Thematic Coordination Actions) C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  12. 12. Joint Programming Initiative Il secondo gruppo di tematiche Il 26 maggio 2010 il Consiglio Europeo ha adottato le seguenti Conclusioni che approvano:  Il lancio della 3 tematiche approvate a dicembre “Cibo”, “Salute” e “Patrimonio Culturale”  L’identificazione di 6 tematiche di ricerca su: o Water Challenges for a Changing World o Urban Europe: Global challenges - Local solutions o The microbial challenge : An emerging threat to human health o Connecting Climate Knowledge for Europe o More Years, Better Lives o Healthy and Productive Seas and Oceans C. Sabbioni Roma, 12 luglio 2010
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×