http://www.ckbg.org/congresso2011   Wiki-school: una scuola-laboratorio che    valorizza le competenze distribuite e   pro...
Il contesto La Scuola Media Sperimentale "Don Milani" di Genova  è nata nel 1976 come scuola totalmente sperimentale  bas...
Relazione tra ITD-CNR e «Don Milani» Scuola di riferimento nella sperimentazione delle  Tecnologie Didattiche a partire d...
III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
La conoscenza come risorsa La conoscenza in quanto risorsa ANOMALA è:    Moltiplicabile (non si consuma con l’uso ma si ...
RETE e Conoscenza Nell’era dell’informazione c’è un largo accordo nel considerare la conoscenza e l’apprendimento come ris...
La conoscenza come risorsa per la      gestione della scuolaLa scuola rappresenta un luogo privilegiato per comprendere co...
La scuola come organizzazione           “a rete”Diffusa resistenza culturale a considerare la         questione organizzat...
L’uso delle TIC: il sistema di            connessione 1/3Le TIC consentono di strutturare i processi discorsivo-cognitivi ...
L’uso delle TIC: il sistema di            connessione 2/3 Il coordinamento delle azioni tra individui, tra individuo e gr...
L’uso delle TIC: il sistema di             connessione 3/3 L’apprendimento prossimale    Potenziano l’apprendimento tra ...
L’uso della Rete mette in CRISI      I modelli individuali e     decontestualizzati della     professionalità docente     ...
III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
Breve excursus sulla nascita dellapiattaforma 2005: la redazione del Progetto “di ricerca e  innovazione” ex art. 11 (sol...
Esempio di strumenti utilizzati       III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
Spazi presenti in piattaforma 10 Macro Aree e oltre 50 gruppi tra cui    12 consigli di classe    9 gruppi disciplinari...
Funzione della Piattaforma  Da… Funzione periferica che espande le potenzialità della SCUOLA REALE  A… LA SCUOLA REALE f...
Che cosa si fa in piattaforma   Si informa e si comunica   Si progetta insieme   Ci si coordina   Si gestiscono eventi...
L’intensificazione della              partecipazione maggiore visibilità reciproca migliore gestione dell’attenzione fu...
Analisi di due contestiIl collegioI consigli di classe         III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
Dove e come si producono e negoziano i significati del lavoro scolastico Nei forum del collegio prevalentemente in forma ...
Cosa avviene nei forum del collegio argomentare e discutere è la seconda forma di sensemaking, in cui il significato vien...
Messaggi inviati nei forum del collegio (periodo Settembre-                               Dicembre)                       ...
Cosa avviene nei forum dei consiglidi classe raccontare, collocare in un ordine temporale, è la modalità più immediata pe...
Numero di messaggi inviati in alcuni consigli di classe                  dallavvio delluso della piattaforma350           ...
Esempio di un thread di comunicazione in          un consiglio di classeCari, vi scrivo per comunicarvi che oggi ho scoper...
Risposta docente 1:La giustificazione falsa cè stata; era una prova per vedere se ci riusciva.?GG che ruolo ha giocato in ...
Risposta del docente che aveva avviato il threadAnche in questo caso chi tace acconsente, avete tempo fino a domani per es...
Il forum…Il forum del consiglio di classe agisce come collettoreunificante di contatti formali e informali, altrimentidest...
Alcuni elementi di criticità I carichi di lavoro aggiuntivo (information overload) Rischi di contaminazione tra dimensio...
http://www.ckbg.org/                                        Connessioni               Sito Web: www.ckbg.org              ...
Wiki-school: una scuola-laboratorio che valorizza le competenze distribuite e promuove innovazione prossimale ed endogena
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Wiki-school: una scuola-laboratorio che valorizza le competenze distribuite e promuove innovazione prossimale ed endogena

858 views

Published on

Stefania Manca, ITD-CNR, Genova
Vincenza Benigno, ITD-CNR, Genova
Paolo Cortigiani, Scuola «Don Milani», Genova
Camillo Gibelli, Scuola «Don Milani», Genova

Published in: Education, Spiritual
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
858
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Wiki-school: una scuola-laboratorio che valorizza le competenze distribuite e promuove innovazione prossimale ed endogena

  1. 1. http://www.ckbg.org/congresso2011 Wiki-school: una scuola-laboratorio che valorizza le competenze distribuite e promuove innovazione prossimale ed endogena Stefania Manca, ITD-CNR, Genova Vincenza Benigno, ITD-CNR, Genova Paolo Cortigiani, Scuola «Don Milani», Genova Camillo Gibelli, Scuola «Don Milani», GenovaIII Congresso Nazionale CKBG – Bari, 6-8 aprile 2011 Empowerment, Formazione, Tecnologie. LIndividuo, il Gruppo e lOrganizzazione
  2. 2. Il contesto La Scuola Media Sperimentale "Don Milani" di Genova è nata nel 1976 come scuola totalmente sperimentale basata su Laboratori per classi parallele. Con Decreto Ministeriale del 10/03/2006 è stata riconosciuta e sostenuta come “Scuola Laboratorio”, col compito di diffondere su tutto il territorio le innovazioni pedagogiche e organizzative sperimentate e collaudate al suo interno. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  3. 3. Relazione tra ITD-CNR e «Don Milani» Scuola di riferimento nella sperimentazione delle Tecnologie Didattiche a partire dalla fine degli anni ‘70 Nel 2005-2006 è stato progettato e realizzato dall’ITD, con un finanziamento della Fondazione CARIGE, il LabTD, un laboratorio di formazione permanente per i docenti. Progetto TIC@School (2008-2010): elaborare e implementare un modello di innovazione tecnologica per consentire l’accesso e l’uso di risorse TIC da parte di tutti gli studenti della scuola all’interno delle classi. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  4. 4. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  5. 5. La conoscenza come risorsa La conoscenza in quanto risorsa ANOMALA è:  Moltiplicabile (non si consuma con l’uso ma si arricchisce)  Creativa (prodotto dell’immaginazione e dell’esplorazione)  Sociale (si arricchisce in un contesto socio-relazionale) III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  6. 6. RETE e Conoscenza Nell’era dell’informazione c’è un largo accordo nel considerare la conoscenza e l’apprendimento come risorse principali dei processi produttivi di beni e servizi. La RETE è la forma di organizzazione decisiva per affermare la sua superiorità. Il potere di creare reti e di auto-comunicazione è la forma cruciale del potere (Castells, 2009). III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  7. 7. La conoscenza come risorsa per la gestione della scuolaLa scuola rappresenta un luogo privilegiato per comprendere come la conoscenza, e inparticolare quella tacita, possa diventare unpatrimonio accessibile, condiviso, negoziato da una comunità di professionisti. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  8. 8. La scuola come organizzazione “a rete”Diffusa resistenza culturale a considerare la questione organizzativa,ovvero le modalità di lavoro dei docenti e diorganizzazione delle scuole, come variabile significativamente correlata alla qualità formativa per gli alunni, allo sviluppo professionale dei docenti e alla capacità di innovazione delle scuole. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  9. 9. L’uso delle TIC: il sistema di connessione 1/3Le TIC consentono di strutturare i processi discorsivo-cognitivi superando le barriere spazio-temporali efacilitano: L’accesso alle informazioni e alle attività  Ogni docente può stabilmente essere connesso ai gruppi di lavoro di appartenenza per le esigenze più diversificate (conoscenza esplicita e codificata) La visibilità reciproca del proprio e altrui lavoro  Ogni docente è permanentemente informato sugli innumerevoli corsi di azione agiti nel contesto lavorativo III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  10. 10. L’uso delle TIC: il sistema di connessione 2/3 Il coordinamento delle azioni tra individui, tra individuo e gruppo e tra gruppi  Ciò consente di integrare le molteplici attività, di coordinare le azioni didattiche in classe, per organizzare eventi didattici e non La generazione di nuova conoscenza attraverso la costruzione e negoziazione dei significati  La natura differita e scritta della comunicazione è un’occasione per soffermarsi a ragionare, per condividere il contesto dell’esperienza III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  11. 11. L’uso delle TIC: il sistema di connessione 3/3 L’apprendimento prossimale  Potenziano l’apprendimento tra pari, attivano micro- relazioni tra esperto/apprendista, osmosi naturale di saperi e competenze La direzione cooperativa  Si intensifica la partecipazione alle decisioni; in rete le decisioni maturano in tempi più distesi e meditati attraverso l’argomentazione, il convincimento reciproco e l’autocorrezione diventano la norma III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  12. 12. L’uso della Rete mette in CRISI I modelli individuali e decontestualizzati della professionalità docente III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  13. 13. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  14. 14. Breve excursus sulla nascita dellapiattaforma 2005: la redazione del Progetto “di ricerca e innovazione” ex art. 11 (solo SEI partecipanti) 2006: la progettazione - gli ambienti del Collegio e dei Dipartimenti disciplinari 2007: la gestione degli eventi - entrano i Consigli di classe La struttura (provvisoria) attuale III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  15. 15. Esempio di strumenti utilizzati III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  16. 16. Spazi presenti in piattaforma 10 Macro Aree e oltre 50 gruppi tra cui  12 consigli di classe  9 gruppi disciplinari  2 interdisciplinari  7 commissioni … III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  17. 17. Funzione della Piattaforma Da… Funzione periferica che espande le potenzialità della SCUOLA REALE A… LA SCUOLA REALE funziona da terminale di iniziative generate e sviluppate in RETE III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  18. 18. Che cosa si fa in piattaforma Si informa e si comunica Si progetta insieme Ci si coordina Si gestiscono eventi inattesi Si accede alla conoscenza esplicita Si decide III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  19. 19. L’intensificazione della partecipazione maggiore visibilità reciproca migliore gestione dell’attenzione funzionalizzazione delle pratiche di documentazione apprendimento situato e prossimale adattamento tempestivo alla “liquidità” del contesto facilitazione dell’inserimento di nuovi docenti III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  20. 20. Analisi di due contestiIl collegioI consigli di classe III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  21. 21. Dove e come si producono e negoziano i significati del lavoro scolastico Nei forum del collegio prevalentemente in forma argomentativa Nei forum dei consigli di classe prevalentemente in forma narrativa III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  22. 22. Cosa avviene nei forum del collegio argomentare e discutere è la seconda forma di sensemaking, in cui il significato viene costruito con il contradditorio; nel confronto si scambiano modi di vedere, si riduce la varietà delle credenze, delle informazioni rilevate e delle ipotesi previste, si negoziano significati, se necessario con la formazione di maggioranze e minoranze. Se non è segnata da un eccesso aggressività, la discussione è un formidabile strumento di sensemaking e di apprendimento, in quanto la pluralità dei punti di vista stimola il pensiero divergente, sollecita una adeguata spiegazione delle premesse culturali e dei criteri di ragionamento delle diverse alternative, costruisce una rappresentazione dell’evento più ricca di informazioni. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  23. 23. Messaggi inviati nei forum del collegio (periodo Settembre- Dicembre) 864 639 468 2411022006 2007 2008 2009 2010 III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  24. 24. Cosa avviene nei forum dei consiglidi classe raccontare, collocare in un ordine temporale, è la modalità più immediata per rappresentare un evento imprevisto e le intenzioni dei protagonisti. Non è un caso se la forma narrativa è più frequente nei forum dei consigli di classe, dove ogni giorno i docenti sono coinvolti in situazioni “uniche” e “impreviste”, che pertanto è necessario raccontare al fine di raccogliere informazioni, individuare le intenzionalità e i significati attribuiti dai protagonisti degli eventi, ipotizzare relazioni di causa-effetto, collegarsi a esperienze passate, adottare infine strategie di intervento condivise e coordinate. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  25. 25. Numero di messaggi inviati in alcuni consigli di classe dallavvio delluso della piattaforma350 308300 260250 206 199200 176 176 157 145150100 70 50 46 50 22 0 1-3A 1 -3 B 1-3 C 1-3 D 2007/2008 2008/2009 2009/2010 III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  26. 26. Esempio di un thread di comunicazione in un consiglio di classeCari, vi scrivo per comunicarvi che oggi ho scoperto F.M. con in mano il libretto diG.G. che si vantava in corridoio di "esserci riuscita". Mi sono insospettita e misono fatta consegnare il libretto, nel quale ho trovato a matita una firma falsa dellamadre di G.G.Dopo avere straccionato verbalmente i due, ne ho parlato con il Preside che mi hadetto che ci sono gli estremi per una sospensione.Ho comunicato telefonicamente alle due madri laccaduto e ho registrato nelregistro dei fonogrammi le due chiamate.A questo punto chiedo a voi di esprimermi in merito, fatemi sapere al più prestocosa ne pensate, nel caso vogliate procedere dovremo fare un Consigliostraordinario.Personalmente credo che una sospensione a questo punto dellanno e nella suasituazione (vedi lettera) significherebbe una condanna quasi certa. Pensateci benee soprattutto pensate alle conseguenze che avrebbe una cosa del genere.Lalternativa sarebbe convocarla insieme ai genitori per farle capire la gravità diquello che ha fatto. Oppure?Vi prego fatemi sapere!Grazie, M III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  27. 27. Risposta docente 1:La giustificazione falsa cè stata; era una prova per vedere se ci riusciva.?GG che ruolo ha giocato in questa brutta storia? Avrei bisogno di queste informazioni per pensarci unpoco meglio…………..E sicuramente importante parlare ai due ( e trovare qualcuno che lofaccia)………Secondo me: sospensione data, si può comunque ...ricominciare e TIRARSI SU LEMANICHE (loro, naturalmente).Anche perchè cè lavvallo del Preside.... a meno che lui non sia disposto a chiamarli in presidenza, mainsieme ai genitori. Si potrà chiedergli questa disponibilità. Se convoca lui, ragazzi e genitori inPresidenza la questione assume sì un carattere importante, qual è..Confusamente, vi saluto. B... e aspetto confronto con altre proposte.Risposta docente 2:Non essendo stata fatta una firma falsa, ma soltanto una prova, nella peggiore delle ipotesi più che di unreato si tratterebbe di un tentativo di reato. Pertanto eviterei di arrivare ad un provvedimento comequello di una sospensione perché avrebbe delle conseguenze troppo forti per quella che si configura solocome unintenzione di commettere una mancanza e non di averla commessa. M.Risposta docente 3:Concordo con G. Eviterei la sospensione. Di fatto la firma è stata fatta a matita su una manleva noncompilata e mai consegnata. Tuttavia unazione significativa va fatta. Immagino, da parte mia, che uncolloquio di P. con il Preside possa essere unidea. Propongo da sola, senza genitori, così che per una voltadebba davvero rendere conto delle sue azioni (visto che ha evitato provvedimenti e bocciature per treanni...). Forse per lei potrebbe essere unesperienza utile per riflettere e unoccasione per cambiare... Misembra che con lei e con la famiglia abbiamo parlato tutti più volte e a lungo. Questa volta eviterei. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  28. 28. Risposta del docente che aveva avviato il threadAnche in questo caso chi tace acconsente, avete tempo fino a domani per esprimervi nel caso abbiate qualcosa daaggiungere (TONO POLEMICO NEI CONFRONTI DI CHI NON SI E’ ANCORA ESPRESSO)Direi che la sospensione potremmo evitarla, parlerò (se qualcuno vorrà essere presente mi farà piacere) con i dueragazzi e proverò a convocare i genitori. Non credo che il Preside si possa prendere un impegno di questo genere abreve termine. Per me potrei parlare con loro giovedì mattina, mi dovrò mettere daccordo con le mamme persapere quando possono venire.Per B.: è vero che la sospensione si fa e poi si riparte, ma rimane agli atti e nella situazione in cui si trova F. credoaggraverebbe molto la valutazione finale. Come se non fosse già abbastanza grave! A QUESTO PUNTO SI ESPRIMONO ALTRI DOCENTI E SI ARRIVA ALLA SEGUENTE CONCLUSIONEDirei che a questo punto la sospensione non sarà la nostra linea.Domani al 6° modulo vorrei parlare con i ragazziLa madre di G. viene venerdì 23 alle 11 per un colloquio, durante il quale vorrei chiamare anche G. (cè teatralità,posso?). La madre di F. viene mercoledì 28 alle 8,30. (cè italiano, posso?).Se qualcuno può e vuole venire con me mi farà molto piacere. Grazie MMessaggio conclusivo del threadGrazie ai colleghi che hanno permesso ai ragazzi di uscire durante le ore di lezione.F.M. ha avuto il colloquio con me e con la Di Donato. Mercoledì viene la mamma.Ho parlato con G.G. e con la madre. G. credo abbia capito la gravità di quello che ha fatto.A.Q. ha finalmente parlato con la G. e ne è stata molto contenta. E venuto anche il padre di B.: il ragazzo hasofferto molto la separazione dei genitori e lassenza di una figura paterna responsabile, ora il padre mi ha detto diessersi dato una regolata ed è felice perché B. in un sms ha scritto "ora sei diventato il papà che ho sempre voluto".Gli ho chiesto comunque di seguirlo di più e di farlo studiare visto che combina poco e niente. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  29. 29. Il forum…Il forum del consiglio di classe agisce come collettoreunificante di contatti formali e informali, altrimentidestinati a procedere casualmente e in parallelo, senzaconsentire la crescita progressiva e rapida di un parerecollettivo, maturato all’interno di uno scambio reale diopinioni anche diverse. III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  30. 30. Alcuni elementi di criticità I carichi di lavoro aggiuntivo (information overload) Rischi di contaminazione tra dimensione professionale e quella personale Formazione di nuove leadership Nuove contrattazioni lavorative (riconoscimento lavoro svolto a casa)… III Convegno Nazionale CKBG, Bari 6-8 Aprile
  31. 31. http://www.ckbg.org/ Connessioni Sito Web: www.ckbg.org Sito Convegno: www.ckbg.org/congresso2011 CKBG – The Community: www.ckbg.org/forum Pagina di Facebook: http://tinyurl.com/ckbgpage-fb Gruppo di Facebook: http://tinyurl.com/FB-CKBG Gruppo su Twitter: http://twitter.com/ckbgit Convegno: #emp11 Sito Web: http://linkd.in/ckbg_group Profilo su Slideshare: CKBGShare

×