Your SlideShare is downloading. ×
0
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Wonder lab
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Wonder lab

285

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
285
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. in collaborazione con:Progetto WonderLab
  • 2. l’idea WonderLabWonderLab è il progetto del Cattid rivolto alla riproduzione deipropri laboratori all’interno del mondo virtuale 3d WonderLand,rispettando l’architettura reale degli stessi laboratori del Cattid.Grazie alle caratteristiche proprie del mondo virtuale, inWonderLab è possibile condividere documenti e/o applicazioni,realizzare un corso in un’aula virtuale e dare agli stakeholdersun’overview dei progetti in realizzazione nel laboratorio.
  • 3. sviluppo del WonderLab WonderLab I modelli architettonici sono stati realizzati in Archicad (per garantire le reali dimensioni delle strutture) ed esportati in formato .obj. I modelli .obj vengono importati nel software 3D Blender, lavorati e convertiti in .x3d (formato supportato in WonderLand). I modelli .x3d vengono infine importati nel mondo virtuale.
  • 4. l’ambiente virtuale WonderLab WonderLab è formato da tre edifici: Laboratori: dove sono esposti i progetti (audio/video, pdf e flash). Mibac room: è uno spazio usato come museo virtuale, che permette la realizzazione di mostre d’arte o tecnologiche. Foyer: è l’unico spazio virtuale non esistente nella reale architettura del Cattid. In quest’area gli utenti possono parlare e interagire tra loro. E’ stato creato per aumentare l’immersione dell’utente all’interno del mondo.
  • 5. i contenuti WonderLab Applicazioni condivise: le applicazioni importate nel mondo consistono nei progetti più rappresentativi del laboratorio in differenti formati, come avi, mp4, pdf e au, oltre ad un browser. Quick Response Code (QR Code): inoltre, è stato inserito un QR Code all’interno dei documenti pdf, per ottenere informazioni in tempo reale sul telefono cellulare.
  • 6. migliorare WonderLab: nuove caratteristiche WonderLabNonostante i risultati ottenuti, numerose caratteristiche sono già insviluppo per migliorare WonderLab, all’interno di progetti di tesi:  Ottimizzazione dell’usabilità di WonderLab  Attività di e-learning nel mondo virtuale  Controllo tramite Sun SPOT  Arte digitale e mostre
  • 7. nuove caratteristiche: l’usabilità WonderLab Usabilità: il primo scopo del Cattid è di testare e migliorare l’esperienza dell’utente in WonderLab, per rendere semplice e veloce il lavoro collaborativo. Mass communication e CVE: grazie metodologie basate sull’osservazione, è possibile avere dei feedback sul comportamento dell’utente, in modo da guidare il design dell’applicazione (sistema di navigazione, exc.) Valutazione: avviene tramite guidelines cognitive e test basati sulla valutazione dell’utente.
  • 8. nuove caratteristiche: e-learning WonderLab Lezione in un’aula virtuale (mixed reality teaching): il Cattid sta lavorando per realizzare un corso virtuale di Interazione Uomo- Macchina, in associazione con “Sapienza” Università di Roma. Tutor online: il supporto per l’utente è assicurato dalla presenza di tutor virtuali online, che aiuteranno gli studenti nell’uso dei micro contenuti e rispondendo alle loro domande. Edutainment: partendo dall’analisi dei migliori esempi sull’edutainment in un mondo virtuale, lo scopo è di sviluppare un ambiente e-learning per i bambini, ad esempio per lo studio della lingua inglese
  • 9. Nuove caratteristiche: il controllo SunSPOT WonderLab Controllo remoto: I laboratori del Cattid hanno sviluppato un controllo di navigazione remoto e un motion capture attraverso l’uso dei Sun Spot. Gesture recognition: I laboratori stanno già lavorando ad un’interfaccia basata sui Sun SPOT, abile a riconoscere anche una complessa gestualità degli utenti, per un pieno controllo dell’avatar. SunSPOT & WonderLab: all’interno di WonderLab, questo tipo di controllo permette una totale personificazione con il proprio avatar, aumentando il livello di immersione.
  • 10. nuove caratteristiche: digital art e mostre WonderLab Digital art: WonderLab è il posto migliore dove fare digital art. In più, al suo interno è possibile lasciare messaggi, interagire con i visitatori, con gli artisti e con l’opera stessa. Mostre: I laboratori stanno attualmente lavorando per allestire una mostra d’arte digitale all’interno dell’apposita area del WonderLab.
  • 11. WonderLab: il futuro! WonderLabIl futuro di WonderLab è proiettato alla riduzione delgap tra il mondo reale ed il mondo virtuale, attraversoil costante miglioramento delle due caratteristicheprincipali dei mondi virtuali: Immersività: tramite l’eliminazione di ogni tipo di bug, rallentamento o genere di problema e tramite l’introduzione nuove caratteristiche, tecnologie e possibilità. Interazione: rivisitazione della dimensione dell’avatar. Un avatar dinamico e realistico, totalmente appropriato all’utente rivoluziona sia l’interazione, ma anche l’immersività dell’utente nel mondo virtuale.
  • 12. esempi di immersività: OpenSim WonderLab Cos’è OpenSim: OpenSim è un mondo 3D virtuale, immersivo e open source, usato come social network, all’interno del quale è possibile “costruire” il mondo ed interagire. OpenSim e Wonderland: tramite una analisi comparativa, si stanno valutando le soluzioni più semplici e veloci adottate da OpenSim, come l’editor 3D interno o l’emulatore fisico, due strumenti che incrementano il realismo del mondo virtuale.
  • 13. dimensione avatar: Make Human WonderLab Cos’è Make Human: è un software open source per la creazione professionale di ogni tipologia di umanoide 3D. Il Cattid ha già collaborato con Make Human per migliorare l’usabilità della sua GUI. Make Human e WonderLab: una volta pubblicata la prossima versione di WonderLand, con il motore grafico G-monkey al suo interno, il Cattid sarà in grado di importare avatar più realistici e dinamici in WonderLab, così da incrementare e rendere più facile la sua interazione con gli utenti.

×