• Like
  • Save
Selezione, formazione e affiancamento e tutor agenzia delle entrate-s_ie-l 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Selezione, formazione e affiancamento e tutor agenzia delle entrate-s_ie-l 2011

on

  • 882 views

 

Statistics

Views

Total Views
882
Views on SlideShare
882
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Selezione, formazione e affiancamento e tutor agenzia delle entrate-s_ie-l 2011 Selezione, formazione e affiancamento e tutor agenzia delle entrate-s_ie-l 2011 Presentation Transcript

    • Selezione, formazione e affiancamentodel tutor di processo in percorsi formativiin modalità e-learning:lesperienza dell’Agenzia delle EntrateCinzia BIANCHINO1, Giada MARINENSI2,Carlo Maria MEDAGLIA2, Enrico RUOZZI21 Agenzia delle Entrate2 CATTID-LABeL, Sapienza Università di Roma
    • Argomenti• Centralità del ruolo del tutor nei corsi e-learning• E-tutor: competenze, ruolo, mansioni• Gli e-learning tutor nell’esperienza dell’Agenzia delle Entrate• Formazione degli e-learning tutor• E-learning tutor community• Conclusioni e prossimi passi
    • Centralità del ruolo del tutor nei corsi e-learningLa centralità del ruolo del tutor nei percorsi formativi in modalitàe-learning è legata a diversi aspetti:• A determinare la qualità del corso percepita dai discenti concorrono in primo luogo elementi quali il supporto offerto ai partecipanti e allo staff e l’interazione che si crea tra corsisti e con i tutor e i docenti [I. Jung, 2010]• Il supporto fornito dai tutor è al primo posto tra i sette fattori chiave nell’erogazione di corsi e-learning [U. Ehlers, 2007]• Il tasso di drop out è inferiore se è offerta una adeguata guidance nel percorso formativo, si mantiene alta la motivazione dei discenti, si offrono possibilità di adattamento del percorso formativo alle aspettative e alle necessità dei singoli [Cnipa, 2007; Cedefop, 2011]
    • E-tutor: competenze, ruolo, mansioni (1/2)L’e-tutor ricompre quindi un ruolo complesso e sfaccettato,avendo funzioni di:•mediatore•facilitatore•primo helpdesk tecnico•animatore delle discussioni•“cerniera” tra discenti e docenti•supporto nelle attività di valutazione dei percorsi
    • E-tutor: competenze, ruolo, mansioni (2/2)Competenze del tutor di corsi e-learning [Cepas, 2004]:• tecnologiche (helpdesk, utilizzo di LMS e strumenti elettronici di comunicazione)• di course designer• di moderatore e animatore capace di gestire e incentivare l’interazione• di osservatore in grado di monitorare l’andamento del corso, il raggiungimento degli obiettivi, il gradimento• socio-comunicative specifiche nell’ambito dell’insegnamento e dell’apprendimento, della gestione dei conflitti e della leadership, del lavoro metacognitivo
    • Gli e-learning tutor nell’esperienza dell’Agenzia delle Entrate (1/4)Caratteristiche del corso e-learning pilota "Controlloautomatizzato delle dichiarazioni" erogato nel 2010dall’Agenzia delle Entrate:• 52 classi interregionali• oltre 1700 discenti sul territorio nazionale• erogazione attraverso piattaforma LCMS (Learning Content Management System)• autoapprendimento assistito e apprendimento collaborativo
    • Gli e-learning tutor nell’esperienza dell’Agenzia delle Entrate (2/4)Trentatré e-learning tutor, selezionati e formati dall’UfficioComunicazione interna e Formazione dell’Agenzia delle Entrate,hanno avuto il compito di:• garantire il costante monitoraggio dell’andamento della formazione• offrire un supporto organizzativo e metodologico personalizzato ed efficace a tutti i discenti coinvolti nella sperimentazione
    • Gli e-learning tutor nell’esperienza dell’Agenzia delle Entrate (3/4)Gli e-learning tutor sono stati individuati in quanto:• facenti parte del personale interno con esperienza in attività di formazione, dunque conoscitori: – delle dinamiche organizzative – delle dinamiche legate ai processi di formazione• esperti dei processi di formazione e non dei contenuti, al fine di avvalersi di professionisti: – competenti nelle dinamiche dell’apprendimento – capaci di facilitare e monitorare il percorso formativo, in base alle esigenze dei singoli discenti – in grado di assumere un ruolo di sponsorship verso le figure dirigenziali
    • Gli e-learning tutor nell’esperienza dell’Agenzia delle Entrate (4/4)Il contributo degli e-learning tutor dell’Agenzia delle Entrate siè esteso anche alle fasi successive all’erogazione, includendo:• la somministrazione di interviste semi-strutturate ai discenti delle proprie classi per la valutazione del gradimento del corso• la partecipazione alla riprogettazione della seconda edizione del corso• la comunicazione ai discenti dei cambiamenti introdotti nel modello didattico nelle fasi di avvio della seconda edizione del corso
    • Formazione degli e-learning tutor (1/5)Prima dell’avvio del corso pilota, i tutor hanno seguito unpercorso formativo a cura dell’Ufficio Comunicazione internae Formazione e del CATTID-LABeL.Nell’ambito dell’intervento formativo rivolto ai tutor sono statidefiniti, relativamente all’attività di tutoring:• obiettivi• modalità• strumenti• tempi
    • Formazione degli e-learning tutor (2/5)Scopo del corso è stato quello di chiarire le diversesfaccettature del ruolo che i tutor avrebbero ricoperto:• motivazionale: – per aiutare i discenti a organizzare la formazione – per incoraggiarli a superare le difficoltà e a riconoscere i risultati conseguiti• di orientamento didattico: – per rendere espliciti gli obiettivi del percorso formativo – per mettere in relazione la formazione con l’attività lavorativa• di supporto tecnologico: – per rendere fruibili in modo semplice e chiaro la piattaforma e-learning e i vari strumenti (forum, aula virtuale, ecc.)
    • Formazione degli e-learning tutor (3/5)Il corso ha avuto inoltre a oggetto le modalità e gli obiettividelle ulteriori attività affidate ai tutor, ossia quelle di:• intermediazione con gli esperti di contenuti per: – favorire l’approfondimento tematico – chiarire dubbi sui contenuti – suggerire percorsi personalizzati in linea con le specifiche esigenze dei partecipanti• comunicazione per: – favorire lo scambio e l’integrazione di conoscenze tra i partecipanti
    • Formazione degli e-learning tutor (4/5)All’interno del corso è stato dato spazio alla presentazione delmodello didattico, con focus su:• specificità dell’erogazione e-learning e blended learning• contenuti e organizzazione del corso pilota• strumenti e funzioni della piattaforma e-learning
    • Formazione degli e-learning tutor (5/5)Infine sono stati predisposti e condivisi diversi strumenti asupporto dell’attività del tutor:• agenda del tutor• modelli per elaborazione e analisi della reportistica• messaggi esempio personalizzabili per specifici momenti del corso• versione testuale dei contenuti del corso• soluzioni delle prove di auto-valutazione previste
    • E-learning tutor community (1/4)I tutor hanno avuto a disposizione, sulla piattaforma e-learning, un’area di collaborazione e comunicazione riservata,l’e-learning tutor community, attraverso cui :• confrontarsi su problematiche comuni e modalità operative• scambiarsi di opinioni e suggerimenti per la risoluzione di problemi• condividere documenti di lavoro e modalità comuni di intervento e gestione delle classi
    • E-learning tutor community (2/4)L’e-learning tutor community ha visto la partecipazionedell’Ufficio Comunicazione interna e Formazione, che haavuto funzioni di:• coordinamento attività• chiarimento di dubbi e comunicazione di informazioni operative• pubblicazione materiali e approfondimenti• condivisione dei risultati delle attività di monitoraggio in itinere
    • E-learning tutor community (3/4)La community è stata attiva e vivace durante e dopo la fase dierogazione:• Pubblicazione di oltre 700 messaggi nel forum nel corso del progetto pilota• Partecipazione attiva agli incontri in aula virtuale e reale, organizzati dall’Ufficio Comunicazione interna e Formazione per: – condividere in itinere l’andamento della sperimentazione – analizzare i dati di fruizione a livello nazionale – condividere la modalità di risoluzione di problematiche comuni
    • E-learning tutor community (4/4) E-learning tutor community tramite discussione di opportunità di esperienze positive e criticitàsuperamento del senso sul corso e sul ruolo specifico dell’isolamento degli e-tutor esperienza, consapevolezza, competenze utili in vista dei futuri corsi e-learning dell’Agenzia
    • Conclusioni e prossimi passi (1/2)Valutazione del progetto pilota positiva per:• Agenzia delle Entrate in relazione a: – risultati del corso – crescita professionale delle persone coinvolte• partecipanti (questionari di gradimento e interviste): – opinioni positive sul supporto ricevuto durante la formazione – conferma della validità del ruolo del tutor• e-learning tutor: – l’appartenenza a un gruppo che cresce, condivide e impara dalle reciproche esperienze è di stimolo alla crescita professionale
    • Conclusioni e prossimi passi (2/2)Evoluzione delle-learning tutor community:•creazione di comunità professionale che si fondi su un semprecrescente approfondimento del ruolo•attività di peer teaching tra i tutor•maggiore coinvolgimento della community nella fase diprogettazione dei corsi oltre che di erogazioneLe differenti esperienze maturate dai singoli tutor nellacomplessa realtà dellAgenzia (sullintero territorio nazionale)hanno consentito a ciascuno di acquisire conoscenze specifichee peculiari, che potranno rappresentare un significativo valoreaggiunto sia a supporto della community stessa che dellediverse fasi progettuali dei corsi.
    • Ringraziamenti/domande Grazie a tutti per l’attenzione Per ulteriori informazioni Cinzia BianchinoMail: cinzia.bianchino@agenziaentrate.it Giada Marinensi Mail: g.marinensi@gmail.com