• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Presentazione scenari internet of things & rfid
 

Presentazione scenari internet of things & rfid

on

  • 576 views

 

Statistics

Views

Total Views
576
Views on SlideShare
576
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
8
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Presentazione scenari internet of things & rfid Presentazione scenari internet of things & rfid Presentation Transcript

    • C.A.T.T.I.D.Centro per le Applicazioni della Televisione edelle Tecniche di Istruzione a Distanza”Sapienza” Università di Roma
    • CHI SIAMOC.A.T.T.I.D. è il centro di ricerca per l’Information andCommunication Technology della “Sapienza” Universitàdi Roma.Il Centro è nato nel 1988 per lo studio degli strumenti e delle applicazionidella Teledidattica ed è diventato, in meno di dieci anni, un cantiere diinnovazione nell’ambito delle tecnologie digitali, operante a livellointerdipartimentale, interuniversitario e in collaborazione con alcune trale più importanti imprese dei settori maggiormente coinvolti nei processidella ricerca e della grande convergenza digitale.
    • LABORATORIAll’interno del CA.T.T.I.D. operano sei diversi laboratori diretti dal Prof. UgoBiader Ceipidor e coordinati dal Prof. Carlo Maria Medaglia:
    • RFId Lab Una Entità, declinata 2 realtà:•Accademica, dedita alla ricerca e alla sperimentazione pura delle prestazioni e dei limititecnologici delle strumentazioni RFID/Wireless,•Tecnologica, dedicata al trasferimento tecnologico e all’implementazione di soluzioniRFID/Wireless in ambienti reali e complessi.• 1000m quadri di laboratorio a disposizione per realizzazione use case e test bed,• Spazi per la riproposizione di processi reali
    • AREE DI INTERESSELe attività vengono svolte grazie ad una continua ricerca in una pluralità diambiti, tutte convergenti verso l’Internet Of Things (IOT) Sistemi di Intelligenza Internet Of Things: d’ambienteSensoristica RTLS Sistemi Ubiqui1. Wireless Sensor 1. Sistemi AVL, AVM 1. Sistema di erogazione Networks, 2. Sistemi localizzazione in multicanalità2. Sistemi puntuale oggetti e 2. Servizi Location based Embedded persone 3. Augmented Reality3. Sensori MEMS 3. Analisi previsionali in tempo reale Mobile and Payments Track and Trace 1. NFC 1. RFID: LF-HF UHF μW 2. Sistemi Contactless 2. Sistemi di Auto data 3. Ticketing collection 4. Microcredito 3. Sistemi di monitoraggio 5. Paradigmi di Sicurezza
    • DOVE VA L’RFID2005-2006 2006-2008 2008-2010 2010-2012tecnologie RFID: • tecnologie RFID Progetti Complessi: • Roll OutPiattaforme• Standard, • Reti di Sensori: • Trasporti e • Servizi Distribuiti• Test e • Piattaforme di Logistica • Consolidamento di sperimentazioni sviluppo ad hoc • Infomobilità modelli• Studi di fattibilità • RTLS • Filiera • Piena • Integrazioni di • Pagamenti Standardizzazione Sistemi • Prodotti • Conoscere • R&D • Trasferire • Comprendere • Applicare • Implementare • Ricerca • Cooperare • Estendere, •Integrare • Realizzare •Auto •Gestire • Inventare Identificare Connettere l’informazione soluzioni verticali
    • EVOLUZIONE DELL’INFORMAZIONE Oggetti disconnessi Oggetti identificabili Oggetti indirizzabili Smart Objects (1) Agents-based devices Smart Objects (2) Servizi forniti/utilizati direttamente Comunicazione basata su ontologie
    • L’ATOMO DELL INTERNET DELLE COSE • SO connessi in una rete globale • SO dotati di sensori ed attuatoriSmart Objects come Collegamento tra mondo reale e mondo digitale • SO capaci di acquisire e processare dati da altri SO • SO abilitatori di automazione • Avranno un’identità e una connessione in Rete (estendendola di fatto) Un mondo di oggetti digitali che: • Comunicheranno tra loro in modo diretto • Forniranno dati sull’ambiente reale e virtuale di cui fanno parte
    • L’INTERNET DELLE COSE PONE NUOVE SFIDE SFIDE •Evoluzione è miniatiruzzazione e ottimizzazione •Condivisione di risorse già disponibili • Moltitudine di dispositivi •Impiego su domanda integrati: sensori, GPS, WiFi etc. •Consumi EnergeticiBISOGNI • Utilizzo in mobilità ridotti • Disponibilità immediata delle •Energia ricavata anche risorse da fonti alternative
    • Alcuni scenari …
    • LOGISTICA DI MAGAZZINO•
    • TRASPORTI E CONSEGNE•
    • MARKETING E VENDITA
    • CONTROLLO AVANZAMENTOE PRODUZIONE
    • GESTIONE ASSET
    • Cosa hanno in comune questi scenari?La necessità di identificazione
    • SISTEMI DI IDENTIFICAZIONE E COLLEZIONE DATItracciabilità Anticontraffazione Antitaccheggio MarketingBarcode Codice EAS Ologramma QRCode
    • SISTEMI RFID IDENTIFICAZIONE A RADIO FREQUENZA• Sistemi a Radiofrequenza:LF, HF, UHF (860-960 MHz)• Identificazione a distanza• Principio fisico di funzionamento: induzione e backscattering• Senza necessità di linea di vista• Standard Riferimento: ISO, EPC Global Inc.- ISO 18000-6C• Identificazione univoca• STANDARD DE FACTO UHF passivo Reader Antenna Transponder(Tag)
    • Lo scenario reale però è questo
    • DIFFICOLTA’ AMBIENTALIMateriali Radio Opachi Liquidi = ! Liquidi polari Materiali RiflettentiCriticità: • Diminuzione di range lettura • Frapposizione di materiali • Posizione reciproca reader e tag • Ambiente e Cammini multipli Metallo = !
    • INTERAZIONE FRA UTENTE E SISTEMA Software poco intuitivo ?Dispositivi non ergonomici Naturale resistenza al cambiamentoCriticità: • Start-Up lento • Formazione Continua • > controllo sui dati, ma < ottimizzazione
    • SISTEMI DI SUCCESSO 1/2 Pre Analisi, KPI e FCS Abbinamento TID/Barcode Stampa FrameWork di Sviluppo Lettura TID etichetta su base dati (ERP/WMS) adesivac SI Interazione Uomo Macchina Termine processo NO Avvio Tag Leggibile?processo NO Stampa Rilettura Tag etichetta con SIVantaggi: • Personalizzazioni rapide Raggiunto il massimo numero di tentativi di rilettura? annullo Tag • Apertura all’integrazione di sistemi terzi • Soddisfazione delle esigenze di business • Soddisfazione delle necessità operatori
    • SISTEMI DI SUCCESSO 2/2 SEDE 4 Aggregazione di dati SEDE 1 HQ Sistemi Distribuiti CLOUD c MAGAZZINO Identificazione certa Servizi CondivisiVantaggi: • Visibilità e Monitoraggio della catena di distribuzione • Conoscenza della Storia di ogni elemento • Monitoraggio continuo SEDE 3 • Lotta a commerci illegali, mercato grigio, nero • Raggiungibilità dell’utente SEDE 2
    • Che vantaggi potrebbeportare questa tecnologia nel GPL?
    • GPL – IMBOTTIGLIATO 1/2 • Assegnazione di un transponder UNIVOCO per la bombola • Tag solidale con bombola, oppure apposto sul collarinoASSOCIAZIONE • trasformazione in elemento di interazioneTAG- BOMBOLA • Interrogabile in qualsiasi momento, da strutture fisse o mobili •Abbinamento a Codifiche Grafiche (QRCode, etc) • Sistema ridondante
    • GPL – IMBOTTIGLIATO 2/2 •Associazione fisica e digitale a cesta, lotto di produzione • Identificazione automatica su linea di controllo Visibilità della • Consultazione storico e Controllo Catena di • Identificazione automatica cesta e contenuto in fase carico/scarico Distribuzione • Identificazione manuale dstributore finale • Tracciabilità completa ,Consultabile stato e locazione, • Fornitura Servizi all’utenteImbottigliamento Carico/scarico Mag secondario Servizi Controlli Mag primario Consegna Utente Utente 1 2 3 4
    • GPL – SERBATOI 1/2 •Monitoraggio eventi e controlli • Integrazione SensoristicaTracciamento • Impiego di sistemi di localizzazione • Gestione informatizzata del flusso documentaleGeoreferenziazione Certificazione Rilevamento Gestione Serbatoi Del servizio Livelli Riempimento del WorkFlow 3 4
    • GPL – SERBATOI 2/2 • Associazione Tag –Bar Code - Libretto • Tracciamento documentale LibrettiDigitalizzazione identificativi • Digitalizzazione delle Informazioni • Analisi multidimensionale dei dati Tracciamento Integrazione con Servizi dei libretti CRM Utente 5 6 7
    • CONCLUSIONI E VANTAGGI TANGIBILI Convergenza Tracciabilità e Digitalizzazione Informazioni Dematerializzazione dei dati e distribuzione “ON THE CLOUD” Ottimizzazione •Perdite •Cicli di lavoro Realizzazione •AnalisiRiduzione •Reintegro • Monitoraggio Drastica Multidimensionale •Immobilizzazioni capillare •Sistemi di DSS •Commercio dei • Raggiungimento •Sistemi Previsionali vuoti Utente Finale
    • GRAZIE PER L’ATTENZIONERif.David Sepahi Hassanabadi sepahi@cattid.uniroma1.itProf. Carlo Maria Medaglia carlomaria.medaglia@uniroma1.itCattid, Viale dell’Università 36, 00185 Rm, Tel 06 499 10 842