Next stop Mobile Payment (abstract)_Mariarosaria Pazzola
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Next stop Mobile Payment (abstract)_Mariarosaria Pazzola

on

  • 712 views

 

Statistics

Views

Total Views
712
Views on SlideShare
712
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Next stop Mobile Payment (abstract)_Mariarosaria Pazzola Document Transcript

  • 1. Next Stop Mobile Payment. Linee guida per il design di sistemi di pagamento usabili.Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, ComunicazioneCattedra di Tecnologie della Comunicazione Applicate all’ImpresaCandidato: Mariarosaria PazzolaRelatore: Prof. Carlo Maria MedagliaCorrelatore: Prof. Stefano EpifaniNel corso degli ultimi anni si è assistito ad una crescente disponibilità di sistemi di acquisto tramitetelefono cellulare. Tuttavia i servizi di Mobile Payment non hanno ancora trovato diffusione presso ilpubblico di massa. Sulla base di tale contesto di riferimento, l’obiettivo del presente lavoro di Tesi èvalutare l’impatto che le diverse soluzioni di mobile payment disponibili ad oggi o nel breve periodo sulmercato hanno o avranno sugli utenti finali.Per raggiungere tale obiettivo si è partiti con la definizione dell’ambito di indagine per comprendere lamateria e delinearne i confini. Con il termine Mobile Payment ci si riferisce al processo di pagamentoiniziato e portato a termine attraverso il cellulare. L’uso di differenti tecnologie per effettuare l’acquistoporta ad un’ulteriore classificazione: il Mobile Proximity Payment si ha quando acquirente e venditore sitrovano in prossimità fisica tra loro e la transazione viene avviata con l’utilizzo della tecnologia NFC (NearField Communication); il Mobile Remote Payment presuppone, invece, che i dati necessari alla transazionevengano comunicati tramite tecnologie OTA (Over-The-Air).In seconda battuta si sono analizzati i fenomeni di accelerazione che si stanno compiendo nel contesto delMobile Payment, in particolare la diffusione degli smartphone in Italia e il conseguente cambiamento dellepratiche d’uso degli utenti rispetto a questo dispositivo, il cambiamento del rapporto tra banca e cliente,sempre più basato su internet e, infine, la relazione più o meno stretta tra gli italiani e gli strumentielettronici di pagamento.Un secondo segnale di cambiamento ha riguardato la diffusione delle tecnologie contactless e laprogressiva adozione della tecnologia NFC all’interno dei telefonini. In ultima istanza l’evoluzionenormativa, sia a livello europeo che a livello nazionale, per quanto riguarda i pagamenti elettronici e gliattori coinvolti nel sistema. In particolare ci si è soffermati sull’analisi della Payment Service Directive(2007/64/CE) e della Electronic Money Directive (2009/110/CE).Nella parte successiva del lavoro è stato realizzato uno studio sullo stato dell’arte rispetto alle due tipologiedi pagamento, in remoto e in prossimità. L’analisi ha riguardato, nel dettaglio, l’aspetto tecnologico, imodelli di business possibili e gli scenari d’uso proposti dagli enti di standardizzazione e di settore.Per la comprensione dello stadio di sviluppo in cui si trova il Mobile Payment è stato effettuato ilbenchmarking delle applicazioni presenti sul mercato. Quest’ultima parte della ricerca è stata altresì utileper impostare la parte più sperimentale di questa tesi, cioè la definizione e lo studio dell’utente tipo. Perindividuare il possibile utilizzatore dei servizi di mobile payment sono state condotte tre tipologie diindagine su un segmento di utenti maggiormente sensibile all’evoluzione tecnologica, i cosi detti giovaniadulti. La prima fase di ricerca ha riguardato la somministrazione di un questionario online, la seconda faseil coinvolgimento di undici utenti per due sessioni di focus group, ed infine sono state testate cinqueapplicazioni di mobile payment su dieci utenti.I dati raccolti hanno permesso di individuare propensioni e bisogni dei potenziali utenti dei servizi di MobilePayment. Tramite la visione più chiara di quello che l’utente si aspetta in relazione ai sistemi di MobilePayment, di come vorrebbe che questi funzionassero, quali beni preferirebbe acquistare, chi preferirebbecome fornitore dei servizi, sono state proposte una serie di linee guida. Linee guida in grado di rendere iMobile Payment dei servizi centrati sugli utenti e, negli sviluppi futuri, più aderenti ai principi di usabilità.