Bussola sui mobile payment 2_Seminario_Trasformazione Sistemi di Pagamento

  • 354 views
Uploaded on

 

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
354
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
12
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Seminario sulla Trasformazione dei Sistemi di Pagamento13 Ottobre 2011 La Bussola sui Mobile Payment I risultati delle indagini sui consumatoriProf.ssa Alessandra Poggiani,Coordinatore scientifico del Centro di Competenza sull’Innovazione Tecnologica del CATTID
  • 2. La metodologia d’analisi 1001 interviste telefoniche effettuate con tecnica CATI Indagine (Computer-Assisted Telephone Interviewing). Campione rappresentativo della società italiana.quantitativa Campione diviso in quote per sesso, età, area geografica e ampiezza del centro di abitazione. Due focus group. 13 persone coinvolte, aventi le seguenti caratteristiche:  Età compresa tra i 35 e i 54 anni; Indagine  Possessori ed utilizzatori di telefono cellulare da almento 10 anni;qualitativa  Possessori e utilizzatori di carte di pagamento almeno una volta al mese;  Titolo di studio almeno pari al diploma di scuola superiore;  Occupati. www.cattid.uniroma1.it
  • 3. I dati dell’analisi quantitativa Uso degli strumenti elettronici per le operazioni di pagamentoPrendendo in considerazione la frequenza di utilizzo degli strumenti di pagamento elettronico,degli acquisti su Internet, delle operazioni di Mobile Banking e dei servizi di Mobile RemotePayment, è possibile individuare tre cluster: Marginali: poche operazioni attraverso strumenti elettronici, acquisti nei negozi e basso interesse verso servizi di pagamento via telefonino. Medi: utilizzo medio degli strumenti elettronici, utilizzo medio-basso del telefonino per operazioni di pagamento o di Mobile Banking. Integrati: utilizzo frequente di sistemi di pagamento elettronico, utilizzo cellulare per operazioni di pagamento in remoto o per funzioni di Mobile Banking. Marginali 330 33% Medi 570 57% Integrati 101 10% 1001 100 Figura 1 – Tipologie di utenti in base all’utilizzo degli strumenti elettronici per le operazioni di pagamento www.cattid.uniroma1.it
  • 4. I dati dell’analisi quantitativa Conoscenza delle tecnologie abilitanti ai Mobile Proximity PaymentIl 9,2% del campione conosce l’NFC, 90,81%tecnologia abilitante ai pagamenti di 100%prossimità. 90%Sebbene la percentuale sia bassa, il 80%dato è interessante per le seguenti 70%ragioni: i servizi via NFC attualmente offerti 60% in Italia sono ridotti: molto interesse, 50% pochi servizi; 40% la ricerca è stata svolta su un 30% 9,19% campione rappresentativo 20% 0% dell’intero Paese e, considerando 10% che l’NFC non sarà adatta a tutte le 0% tipologie di persone, il risultato Sì, la conosco e Sì la conosco ma No, non la lho utilizzata non lho mai conosco ottenuto appare fin troppo positivo; almeno una volta utilizzata non si parla diffusamente dei servizi NFC e non si è creata una completa Figura 2 – Percentuali riferite alla conoscenza delle tecnologie affezione nei loro confronti. abilitanti ai Mobile Proximity Payment www.cattid.uniroma1.it
  • 5. I dati dell’analisi quantitativa Disponibilità verso i pagamenti attraverso il cellularePur se i Mobile Payment non hanno ancora preso piede, il 36% del campione intervistato sidichiara disponibile verso questa tipologia di servizi.Prendendo in considerazione tale disponibilità, unita alla conoscenza delle tecnologie abilitantiai MPP, si possono individuare tre cluster: Esclusi: non conoscono l’NFC e in futuro non utilizzeranno servizi di MP. Intermedi: non conoscono la tecnologia ma sono aperti ai MP. Forti: conoscono l’NFC e vogliono effettuare pagamenti con il cellulare. 73,93% 70,00% 60,14% 80,00% 60,00% 70,00% 50,00% 60,00% 40,00% 50,00% 40,00% 30,00% 16,88% 30,00% 16,98% 14,89% 20,00% 9,09% 20,00% 10,00% 3,80% 4,30% 10,00% 0,00% 0,00% Per nulla Poco Abbastanza Molto Non saprei Esclusi Intermedi Forti Figura 3 – Percentuali riferite alla disponibilità verso i Figura 4 – Tipologie di utenti in base alla disponibilità e alla pagamenti attraverso cellulare conoscenza dei sistemi di pagamento via cellulare www.cattid.uniroma1.it
  • 6. I dati dell’analisi quantitativa La percezione dei vantaggi e degli svantaggi 33,77%35,00% 40,00% 37,66%30,00% 28,27% 35,00%25,00% 30,00% 25,87% 25,87% 18,28% 25,00%20,00% 16,68% 14,69% 20,00%15,00% 14,29% 15,00%10,00% 8,79% 9,59% 10,00% 5,39% 3,10% 5,00% 1,70% 2,30% 5,00% 0,00% 0,00% Eliminazione contante Fiducia Sicurezza Altro Preferenza pagamento classico Altro Sicurezza Nessuno svantaggio (Non saprei) (Non saprei) Velocità Nessun vantaggio Controllo su processo acquisto Semplicità Nessun vantaggio Figura 5 – Percezione dei vantaggi Figura 6 – Percezione degli svantaggi www.cattid.uniroma1.it
  • 7. I dati dell’analisi qualitativa Il rapporto con il telefonino e con i pagamenti elettronici GLI STRUMENTI IL CELLULARE DI PAGAMENTO ELETTRONICO Strumento molto presente nella vita di  Internet utilizzato da tutti i rispondenti tutti i rispondenti, sia per uso privato che anche per fare acquisti: prevalenza utilizzo per lavoro. carta prepagata per effettuare acquisti La maggior parte utilizza non solo le online. funzioni base, ma anche quelle avanzate, in  Prevale una forte barriera all’ecommerce primis e-mail, GPS e Internet, riguardo la sicurezza: non ci si sente sicuri sottolineando però la difficoltà della di inserire il proprio numero di carta di navigazione su schermi di dimensioni così credito su un modulo online. Episodi di ridotte. carte clonate vengono citati e riferiti dalla Pochi rispondenti utilizzano il cellulare per maggioranza del campione. l’home banking, quasi esclusivamente per  La maggioranza del campione compra beni controllare il saldo e l’estratto conto. Quasi online: viaggi, biglietti, libri e musica in tutti usano la funzionalità alert per primis. ricevere informazioni sull’utilizzo della carta  Le motivazioni degli acquisti online: più di credito/conto. assortimento, più risparmio economico, più risparmio di tempo. www.cattid.uniroma1.it
  • 8. I dati dell’analisi qualitativa I Mobile Payment: sensazioni spontanee, livello pragmatico e livello ideale SENSAZIONI SPONTANEE LIVELLO IDEALE LIVELLO PRAGMATICO Una scarsa maggioranza è  Preferenza per  Preferenza per positivamente incuriosita, mentre l’inserimento di un micropagamenti o una cospicua minoranza appare codice PIN, almeno per i piccoli acquisti. rigettante. pagamenti al di sopra di Molti pensano che i MP siano solo un una certa soglia (ad modo diverso di pagare. esempio 20 euro). La metà dei rispondenti afferma che  Molti suggeriscono che se la tecnologia fosse diffusa la per superare la proverebbe volentieri, sebbene abbia diffidenza, la nuova dubbi riguardo la sicurezza. modalità di pagamento I benefici emersi: no contante, dovrebbe essere velocità, unico strumento per tutto. associata a sconti e I problemi: diffidenza verso cose promozioni e comunque nuove, sicurezza, problemi legati al dovrebbe essere dispositivo, dubbi sull’infrastruttura gratuita (senza il canone tecnologica. annuale che si paga per la carta di credito). www.cattid.uniroma1.it
  • 9. I dati dell’analisi qualitativa I Mobile Payment: gli esercizi proiettivi Il profilo della persona interessata a questa modalità di pagamento: • Indifferentemente uomo o donna; • Mentalità aperta, dinamica, propensa alla sperimentazione di cose nuove. La maggioranza pensa che sarebbe uno strumento di massa e “popolare”: “non è una cosa da vip, ma qualcosa per il proletariato”. Rispetto a eventuali campagne di informazione e/o pubblicità, tutti pensano a personaggi pubblici popolari, sebbene un paio di rispondenti affermino che sarebbe meglio fare una campagna con persone comuni, nello stile delle pubblicità progresso in quanto non si tratta di qualcosa di esclusivo ma legato ai pagamenti piccoli delle persone comuni. Sui soggetti promotori ideali il campione si spacca a metà: alcuni pensano che il sistema di pagamento sarà lanciato dai gestori telefonici, soprattutto se dovesse funzionare con credito a scalare tipo prepagata; l’altra metà preferirebbe che il sistema di pagamento fosse promosso dalla banca: “La tua banca potrebbe regalarti un telefonino abilitato a fare i pagamenti: così tu saresti spronata a usarlo”; “la banca ti rassicurerebbe sulla sicurezza dello strumento”. www.cattid.uniroma1.it
  • 10. I Mobile Payment: per chi? Target primario: • Giovani Adulti (20-35 anni): propensione generale alla sperimentazione di nuovi servizi e tecnologie, volontà di essere al passo con i tempi. La promozione dovrà puntare in particolare sul passaparola come modalità di diffusione e sullo stile di vita come contenuto della Servizi intuibili e usabili stessa. Saranno probabilmente attratti sia dai micro che dai macro pagamenti. • Adulti (26-50 anni): propensione elevata all’utilizzo degli strumenti di pagamento elettronico. La promozione User Experience dovrà puntare sulla conoscenza della tecnologia e degli standard di sicurezza. Saranno, probabilmente attratti solo dai micro pagamenti. Interoperabilità Target secondario: dei servizi • Giovanissimi: un target secondario anche in riferimento all’arco temporale. Saranno probabilmente interessanti solo in riferimento ai micro pagamenti. Portabilità del servizio www.cattid.uniroma1.it
  • 11. www.cattid.uniroma1.it