Your SlideShare is downloading. ×
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
web da zero a infinito
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

web da zero a infinito

268

Published on

Lezione a studenti universitari di Odontoiatria

Lezione a studenti universitari di Odontoiatria

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
268
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. domenico bogliolo web  1 ,  roma, 8 maggio 2009
  • 2. douglas adams
    • first we thought the PC was a calculator
    • then we found out how to turn numbers into letters with ascii and we thought it was a typewriter
    • then we discovered graphics, and we thought it was a television
    • with the world wide web, we've realized it's a brochure
  • 3. tim o’reilly
    • web 2.O is (…) caused by the move to the internet as platform (…) applications that harness network effects to get better the more people use them
  • 4. rete & cervello
    • tanti individui collocati in uno spazio definito sono una folla
    • tanti individui collegati tra di loro sono una collettività
    • non è importante avere un grosso cervello
    • è importante avere un cervello ricco di sinapsi
    • è la rete a fare la differenza
  • 5. internet
    • è assimilabile a un organismo biologico
      • intrattiene rapporti con l’ambiente
      • si auto-alimenta
      • si auto-organizza
    • da una rete militare a una rete globale (ricerca e commercio)
      • dal 1969 (arpanet) al 1991 (cern)
      • servizi internet passano su web
  • 6. world-wide web
    • sistema client-server attivato dai protocolli di trasmissione (http, smtp, ftp, voip, iptv...) e dal browser
    • trasferimento di file multi-mediali
    • interattività
    • condivisione, contribuzione
  • 7. web 1.0
    • lettura di documenti ipertestuali statici
    • scrittura di documenti in linguaggio html
    • acquisto di spazio-disco su un server
    • gestione dei contenuti  gestione informatica
  • 8. web 1.5
    • web service (web server => application server)
    • introduzione di sistemi cms per la gestione unitaria dei contenuti e di quella informatica
    • introduzione di linguaggi di programmazione (javascript) per gli aspetti dinamici
    • introduzione di fogli di stile (css) per gli aspetti grafici
  • 9. web 2.0
    • dal machine-representable al machine-understandable
    • cambia l’approccio filosofico alla rete
    • interattività sito-utente (dimensione sociale)
    • condivisione dei contenuti e delle forme
    • autorialità dell’utente (rispetto alla fruizione passiva)
  • 10. web 2.0
    • strutture: blog, wikipedia, youtube, facebook, flickr, myspace, linkedin, twitter, google e la sua famiglia , wordpress, delicious, anobii, slideshare...
    • strumenti: dhtml, xhtml, xml, api, ajax, syndication (feed rss, atom, tagging) , web desktop (o webtop), mp3, avi...
    • obiettivi: folksonomy, perpetual beta...
  • 11. web 3.0 e oltre
    • non è necessario essere informatici professionisti per programmare
    • trasformare il web in un database (dataweb)
    • interpretazione dei contenuti (web semantico)
    • intelligenza artificiale & data mining
    • web 3d
  • 12. service-oriented architecture
    • architettura software adatta a supportare l'uso di servizi web per garantire l' interoperabilità tra diversi sistemi
    • rizomi contro fittoni => km web
    • nel web i dati
    • sono divenuti
    • adulti e possono
    • andare in giro da soli
  • 13.  
  • 14.  
  • 15.  
  • 16. alcune applicazioni
  • 17. nel dettaglio
    • accessibilità (fruibile)  usabilità (utile)
    • aspetti di una pagina web: contenuto, struttura, presentazione, comportamento
    • professionalità: redattore (contenuto, struttura logica), architetto dell’informazione (struttura globale), designer (presentazione), sviluppatore (comportamento)
    • il web 2.0 tende a unificarle tutte
  • 18. web collaborativo
    • da utenti passivi a utenti proattivi
    • estrarre i dati
    • manipolare i dati
    • riaggregarli in modi inediti
    • pubblicarli in modo “open”
    • senza essere un professionista dell’informatica
  • 19. weblog, blog
    • sito ( web ) che tiene traccia ( log ) dei pensieri pubblicati con permalink, come un diario personale
    • pubblicazione guidata di pagine html
    • aperto alla collaborazione, al dibattito di una comunità virtuale (blogosfera)
    • servizi: blogger, splinder - piattaforme: wordpress, dotclear
  • 20. rss feed
    • struttura standardizzata di notizie esportabile (e importabile) automaticamente
    • aggregatori stand alone (feedreader) oppure come plug-in di browser (opera) o di client e-mail (mozilla thunderbird) o di telefoni cellulari (mreader)
    • integrabili facilmente in un sito web
  • 21. folksonomy
    • gli utenti classificano le informazioni con parole libere (tag, nube semantica)
    • la coerenza tassonomica deriva dal riferirsi a comunità ontologiche definite
    • social bookmarker: delicious, technorati
  • 22. wiki
    • sito web collezione di documenti ipertestuali, creato, modificato aggiornato dai suoi utenti in collaborazione
    • utile anche per piccole comunità (anche aziendali) che devono produrre un documento comune
    • facile da installare su piattaforme open source
  • 23. condivisioni
    • letture:
      • mylibrary ( di medicina: bibliomed.bib.uniud.it/mylibrary/info.htm )
      • anobii visualizza le librerie degli altri utenti condividendo recensioni, commenti, votazioni, dati sull'acquisto e sulla lettura, desideri e suggerimenti
    • ascolti, immagini, video
  • 24. social network
    • socio-semantic web (s2w)
    • stanley milgram: 6 gradi di separazione qualunque persona può essere collegata a qualunque altro del mondo attraverso una catena di conoscenze con non più di 5 intermediari.
    • applicazioni: facebook, myspace, linkedin, ning,...
  • 25. mash-up (poltiglia)
    • applicazione web di tipo ibrido che include dinamicamente informazioni o contenuti provenienti da più fonti
    • esempi: segnalo in una mail l’ubicazione del mio appartamento incollando una google map; compilo una bibliografia automatica; ecc.
    • si prende da terzi via api, tramite feed o javascript
    • facilissimo da progettare ed eseguire
  • 26. webliography
    • it . wikipedia . org/wiki/World_Wide_Web e pagine correlate
    • www. aidaweb . it/lavorincorso/filacchioni
    • en. scientificcommons . org/26046960
    • www. aidaweb . it/2007/Biancu . pdf
    • www. slideshare .net/bonaria/italian-library-20-one-question-many-answers
    • www.public. iastate . edu/~gerrymck/Rome2009 . ppt
    • www. uniciber .it/fileadmin/doc_imm/documenti/seminario_novembre_2007/meschini_ciber2007. ppt

×