Your SlideShare is downloading. ×
  • Like

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

La massoneria americana

  • 3,463 views
Published

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
3,463
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
12
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La massoneria americana
  • 2.  Cos'è la Massoneria?
    La massoneria è un ordine iniziatico che ha per scopo il "perfezionamento dell'individuo". Tale definizione viene spesso modificata sostituendo "uomo" (o talvolta "umanità") alla parola "individuo", portando così la finalità della massoneria a una dimensione sociale e collettiva in genere, anziché puramente individuale.
  • 3. Chi sono?
    I membri della massoneria (i massoni) sono chiamati anche frammassoni, forma italianizzata del francese franc-maçon (in inglese freemason), ovvero "libero muratore". Il nome deriva dalla pretesa discendenza della massoneria dall'associazione di operai e muratori che si rifà alla leggenda di Hiram, architetto del Tempio di Salomone. Nella sua veste operativa, la massoneria sarebbe nata come associazione di mutuo appoggio e perfezionamento morale tra artigiani muratori, mentre in seguito adottò l'attuale veste speculativa, trasformandosi in una confraternita di tipo iniziatico caratterizzata dal segreto rituale, con un'organizzazione a livello mondiale.
  • 4. I suoi affiliati condividono gli stessi ideali di natura sia morale che metafisica e la comune credenza in un essere supremo, chiamato
    "Grande Architetto dell'Universo".
  • 5. L’indipendenza americana e la massoneria
    Per capire meglio il motivo che ha spinto i massoni a creare un nuovo stato indipendente oltreoceano bisogna analizzare attentamente la situazione interna dell’Inghilterra nella metà del 1700.Dopo il regime di Guglielmo d’Orange,la corona era toccata ad Anna (1702-1714) sorella di Maria,che attuò una politica totalmente differente da quella della sua dinastia,gli Stuart, e fu per questo che gli Scozzesi non la riconobbero come regina,Anna reagì, e con un abile stratagemma riuscì a eliminare, nel 1707, il parlamento scozzese con l’ActofUnion, secondo il quale esisteva un solo ed unico parlamento,quello di Londra,che governava su tutta la Gran Bretagna.
  • 6. Alla morte di Anna venne scelto come suo successore Giorgio I di Hannover,al quale,a causa delle severe punizioni inflitte agli scozzesi dopo la battaglia di Culloden, si opponevano compatte tutta la massoneria e la nobiltà scozzese,così che molti dei fratelli decisero di trasferirsi nelle lontane Americhe,per avere un ulteriore chance di vendetta, aiutando i cugini “americani”a favorire il declino della dinastia Hannover.Gli scozzesi trasferitesi nel Nuovo Mondo,dal 1730 iniziarono a fondare le prime logge massoniche,con l’aiuto della massoneria inglese.
  • 7. Può risultare alquanto sorprendente che soli 40 anni dopo,ben più della metà dei 56 firmatari della Dichiarazione di Indipendenza Americana appartenevano alla massoneria,31 dei 55 delegati della Convenzione Costituzionale erano massoni,così come 33 dei 64 generali di Washington.Come se non bastasse i grandi e celebri protagonisti di questa rivoluzione erano ai vertici della neo nata massoneria americana.
  • 8. Un articolo del 24 febbraio 1735 apparso sulla “ Boston Gazzette” diceva:<Lo scorso venerdì si è tenuta,presso la BunchofGrapes,la taverna in King Street,una riunione della Grande Loggia dell’Antica e Onorata Società della Libera ed Accettata Massoneria,nel corso del quale il signor Henry Price,Gran Maestro nei territori del Nord America di Sua Maesta,ebbe agio di nominare il signor Benjamin Franklin,Gran Maestro per la provincia della Pennsylvania>,lo stesso avvenne pochi anni dopo per George Washington (foto) che venne eletto,a Frediricksburg, ,in Virginia nel 1754 Gran maestro,conclusa la Guerra d’Indipendenza,il vecchio generale,eletto presidente,verrà nominato Gran maestro di tutta la massoneria americana;inaugurando cosi una tradizione arrivata fino ai nostri giorni,che vuole il presidente degli Stati Uniti d’America ai vertici della massoneria.
  • 9. Benjamin Franklin:massone?
    Era quasi un obbligo, per l'epoca, appartenere ad una società segreta. Meglio se la Massoneria. Il problema sorge quando l'appartenenza a questa società segreta porta pregiudizi nei confronti degli associati.
    Partendo dalle atroci memorie della massoneria italiana, si tende a travisare i contenuti della storia mescolando presente e passato, ottenendo, in sostanza, soltanto una grande quantità di dati senza alcuna teoria. Ci sono tentativi, quindi, di far quadrare i conti secondo quello che la nostra storia recente ci ha insegnato. Ma contrario a quanto comunemente si crede, la Massoneria settecentesca non era la forma mafiosa che potrebbe essere adesso, quando una specie di club dove i personaggi più importanti dell'epoca (politici, filosofi, letterati, scienziati) erano quasi "costretti" ad entrare, per poter affermare in maniera ultima la loro autorità. Fu questo il caso di Benjamin Franklin che, sprovvisto di alcun tipo di titolo di studio, fu l'esempio più lampante di self-made man.  La partecipazione massonica di Franklin altro non era che uno strumento politico (dato che era un parlamentare inglese, rappresentante delle colonie americane in patria) dal quale nacquero anche dei contrasti. A seguito di uno scisma della Gran Loggia inglese (la prima di cui si ha documentazione) si vennero a creare due "partiti" massonici: uno, i dissidenti, pretendevano di mantenere le antiche usanze rituali; gli altri, chiamati spregiativamente "Moderns" (moderni) cercavano di mettere a punto nuove tradizioni. Franklin era un militante del secondo partito e, a causa di questa sua militanza, quando morì gli fu anche negato il funerale massonico. E' lecito affermare quindi che lo scienziato americano, pur essendo un affiliato, non era coinvolto profondamente nelle faccende della famosa società segreta.