Poste comunicato incontro 22 3-2012 -

383 views
322 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
383
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
21
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Poste comunicato incontro 22 3-2012 -

  1. 1. Sindacato Lavoratori Comunicazione COMUNICATO RIUNIONE DEL 22/03/2012A seguito della richiesta fatta il 16 marzo u.s. da SLC CGIL e FAILP CISAL si è tenuto ieri ilprevisto incontro con Poste Italiane, presso l’Unione Industriali di Roma, per affrontare iltema relativo al rinnovo delle RSU/RLS.Abbiamo ancora una volta, anche in quella sede sollecitato l’avvio delle procedure utiliper addivenire nel più breve tempo possibile al rinnovo stesse, scadute ormai dadicembre 2011, rendendoci disponibili per definire velocemente gli adempimentinecessari con l’obiettivo di restituire il più importante strumento di democrazia ailavoratori prima delle ferie estive.Abbiamo fatto presente il fatto che da una nostra ricognizione delle attuali unitàproduttive solo il 5% delle stesse ha subito una modifica , ragion per cui le modificazioninecessarie ad un adeguamento delle attuali, e del protocollo che regolamenta le elezioni, potrebbe essere garantito con un impegno sostenuto tra tutte le OO.SS ed effettuatoin tempi brevi.Ci siamo trovati di fronte invece ad una posizione precostituita e pregiudiziale della Cisl edelle altre tre organizzazioni che, immaginando un percorso che lega le elezioni ad unamiriade di modifiche della procedura elettiva, vorrebbero collocarle in un periodo incertoche va da novembre di quest’anno al 2013!Siamo francamente rimasti sorpresi da questa rigidità, tenuto conto che 4 anni fa, lastessa SLP CISL, in un momento di grande tensione tra OO.SS. ha sostenuto, con grandesaggezza che “…è’ proprio nei momenti più difficili che dobbiamo rivolgerci ailavoratori. Il loro voto, a scrutinio segreto, potrebbe aiutarci a capire tantecose… Per questo noi andremo a votare per le RSU in Poste Italiane…”.Di fronte alla posizione espressa dalla SLP CISL e delle altre tre OO.SS., abbiamo dunqueribadito che gli interessi generali dei lavoratori vengano prima di tutto, motivo per cui,pur avendo auspicato di poter avviare un percorso comune che coinvolgesse tutte leorganizzazioni sindacali firmatarie del contratto, abbiamo dovuto registrare l’ennesimachiusura da parte di chi ha un’idea della rappresentanza e della democrazia diversa dallanostra.Per onore della cronaca, è giusto ricordare che già 3 mesi prima della naturale scadenzadelle RSU, ad ottobre 2011, la nostra Organizzazione aveva dato la propria disponibilità alavorare unitariamente per consentire ai lavoratori di eleggere la propria rappresentanzasindacale dentro Poste Italiane, perché eravamo e siamo convinti che l’esercizio dellademocrazia non possa rimanere sospeso solo perché 4 OO.SS. hanno una opinionediversa su un argomento (clausola compromissoria e collegato lavoro, per essere chiari).Purtroppo però non ricevemmo alcuna risposta.Per cui porre puntualmente il tema della revisione del regolamento tutte le volte che sideve votare, per poi infischiarsene negli anni successivi o quando qualcuno la propone, èquanto meno sospetto.SLC-CGIL Piazza Sallustio 24 – 00187 Roma Tel. 06 4204 8204 Fax 064824325Sito internet http://www.slc-cgil.it e-mail: segreteria.nazionale@slc.cgil.it
  2. 2. Se l’obiettivo delle 4 OO.SS. fosse stato realmente quello di lavorare per aggiornare ilvecchio accordo sulle RSU i tempi sarebbero stati abbondantemente sufficienti.Ma allora era più importante guardare ad altri interessi, perseverare su una posizione chealimentava fratture, chiedendo tavoli separati a tutti i livelli. Tanto i lavoratori avrebberoaspettato…Beh, noi crediamo che questo non sia giusto!E speravamo a questo punto di trovare la stessa CISL che, sempre 4 anni fa, persostenere l’importanza del voto a prescindere da qualsiasi operazione di “manutenzione”dell’accordo allora in vigore dichiarava: “…ognuno si sente nel giusto e ognuno ha ildiritto di pensarlo. In alcuni momenti divergono le ragioni politiche dello stareinsieme e quindi le strategie…tutti rappresentiamo in misura diversa ilavoratori… forse potrebbero essere i lavoratori, col loro voto, a spingerci versoriflessioni da cui tutti oggi rifuggiamo”.Ci aspettavamo un po’ di coerenza!Roma 23/3/2012 p. La Segreteria Nazionale Barbara ApuzzoSLC-CGIL Piazza Sallustio 24 – 00187 Roma Tel. 06 4204 8204 Fax 064824325Sito internet http://www.slc-cgil.it e-mail: segreteria.nazionale@slc.cgil.it

×