Your SlideShare is downloading. ×
Introduzione all'ITIL - Information Technology Infrastructure ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Introduzione all'ITIL - Information Technology Infrastructure ...

817
views

Published on

Published in: Business

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
817
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
31
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. INTRODUZIONE ALL’ITIL Information Technology Infrastructure Library Maggio 2007 Annamaria Iannelli Consigliere itSMF Italia
  • 2. L’origine di ITIL
    • Nascita:
            • 1989 nell’ambito del CCTA (Organismo tecnico
            • del Governo inglese), con la scrittura di circa 30
            • manuali delle “best practice” dei Servizi IT
    • Diffusione:
            • Inghilterra, poi Olanda e quindi USA, Canada e
            • vari Paesi Europei e extraeuropei
    • Oggi:
            • ITIL, standard di fatto per le” best practice” dei Servizi Informatici
            • 43 chapter nel mondo
            • struttura metodologica di ISO20000
  • 3. Obiettivi di ITIL
    • ” portare ordine e sistematicità”
      • nell’ambito dei Servizi IT
      • per consentire
      • l'erogazione di Servizi di Qualità
      • nel rispetto del Controllo dei Costi
  • 4. Cosa è ITIL
    • ITIL è un insieme completo di indicazioni e di linee guida per organizzare ed erogare al meglio (“best practice”) i Servizi Informatici
    • E’ un “modello” e non un metodo, poiché non fornisce indicazioni operative univoche e vincolanti
    • Le sue norme di riferimento vanno adattate alle situazioni operative di ogni singola azienda
  • 5. Che tipo di Modello
    • Il modello analizza e descrive i Servizi fondamentali come “Processi” , in cui sono integrate le attività componenti
    • L’impostazione richiesta, sia in fase di analisi sia di proposta evolutiva, è quindi orientata ad individuare le attività già svolte in azienda (anche non formalizzate), e confrontarle con i Processi descritti negli schemi di ITIL
  • 6. Come si applica
    • Approvazione del management
    • Analisi e comprensione della situazione esistente
    • Identificazione e razionalizzazione degli obiettivi
    • Applicazione graduale tale da rispettare l'esistente
    • Coinvolgimento attivo e sensibilizzazione delle Persone ( l’industrializzazione dei comportamenti”, può essere resa possibile solo dall’accettazione delle persone )
    • Verifica dell’effettivo conseguimento dei benefici potenziali, attraverso il costante monitoraggio degli indicatori dei Servizi
  • 7. La struttura del modello e le relative Pubblicazioni
    • Service Delivery
      • Service Level Mgmt
      • Capacity Mgmt
      • Availability Mgmt
      • Financial Mgmt
      • IT Service Continuity Mgmt
    • Service Support
      • Incident Mgmt
      • Problem Mgmt
      • Change Mgmt
      • Configuration Mgmt
      • Release Mgmt
      • Service Desk
    • ICT Infrastructure Mgmt
      • Design & Planning
      • Deployment
      • Operations
      • Technical Support
    • Application Management
      • Application Lifecycle (Requirements-Design-Build-Deploy-Operate-Optimize)
    • IT Security Management
      • Planning, implementation, evaluation &audit
    • Planning to implement Service Management
      • Assessment
      • Process definition
      • Performance improvement
    • Business perspective
      • Business Relationship Mgmt
      • Liaison, education and communication of IT
  • 8. Lo schema funzionale
  • 9. Come ITIL aiuta le Aziende
    • Allineare i Processi IT ai Processi di Business
    • Operare in ottica IT Service Management
    • Introdurre nuovi servizi
    • Gestire i cambiamenti
    • Ottimizzare i costi in relazione al livello di servizio
    • Continuo processo di miglioramento:
            • Persone
            • Processi
            • Prodotti
            • Partner
  • 10. Vantaggi di ITIL
    • Le definizioni e i consigli di ITIL Costituiscono di fatto un linguaggio comune riconosciuto a livello mondiale che facilita la comprensione e il dialogo tra tutti i suoi utenti di qualsiasi settore
    • I Forum Sulla base di tale linguaggio sono nati i Forum di confronto sui problemi , sulle difficoltà e sui successi conseguiti, gestiti dalle associazioni itSMF dei diversi paesi
    • Standard ISO20000 Il modello ITIL è la base dello standard ISO20000 (evoluzione del precedente BS 15000). L’adozione di ITIL facilita notevolmente le aziende che vorranno certificarsi ISO20000.
  • 11. Vantaggi di ITIL
    • La legge Sarbanes Oxley
    • A seguito del caso Enron (che ha truccato i bilanci fino al crack finale, mandando in rovina migliaia di piccoli investitori) è stata varata questa legge che sancisce la responsabilità penale per chi firma bilanci falsi.
    • ITIL è il modello di gestione dei servizi informatici che viene sempre più ampiamente adottato a garanzia del fatto che i processi sottostanti alla predisposizione del bilancio aziendale siano corretti e correttamente gestiti
  • 12. ITIL V3
    • Dal 5 Giugno 2007 è ufficialmente annunciata la disponibilità della Versione 3 di ITIL, approvata da itSMF International
    • La principale novità concettuale sta nell’introduzione del “ciclo di vita del servizio”
    • Da questa data sono resi progressivamente disponibili i manuali relativi
  • 13. La costituzione di itSMF Italia
    • Fondata a Torino il 19 Aprile 2004
    • Da un gruppo di 16 manager e professionisti provenienti da aziende della domanda e dell’offerta di servizi
    • Approvata da itSMF International, diventa il 18° chapter nazionale in una struttura mondiale in progressiva crescita
    • I Soci fondatori avviano immediatamente un programma di diffusione della conoscenza di ITIL e di ricerca di nuovi soci
  • 14. 3 anni dopo … La Conferenza Annuale 30 Novembre 2006 Hotel Melià – Milano 530 partecipanti oltre 700 iscrizioni
  • 15. Recentemente … L’Evento di Primavera [email_address] 18 Aprile 2007 Roma 288 partecipanti oltre 556 iscrizioni
  • 16. www.itsmf.it www.itsmf.com www.itsmf.org [email_address]