Sag 06 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Sag 06 2011

on

  • 338 views

 

Statistics

Views

Total Views
338
Views on SlideShare
338
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Sag 06 2011 Sag 06 2011 Document Transcript

  • LE DONNE CHE LEGGONO SONO SEMPRE PIU’ PERICOLOSE di Stefan Bollmann Le donne e i libri possono essere passioni divoranti e proibite. Nel corso dei secoli le donne sono state fra i soggetti che più hanno sedotto pittori e fotografi, che le hanno raffigurate in giardino, sul divano o a letto, con i volti sognanti o concentrati, nude, in deshabillé o magnificamente vestite. Questo volume offre una nuovagalleria di figure affascinate e che affascinano, fra cui molte immagini poco conosciute e operedi grandi maestri come Velazquez, Degas, Tamara de Lempicka, Edward Hopper e HenriCartier-Bresson: donne assetate di cultura, perse nel piacere della lettura, concentrate nel lorocompito di maestre o educatrici. DONNE DEL RISORGIMENTO Quando si parla del Risorgimento le donne dove sono? La memoria di quelle, non poche, che lo animarono è pressoché cancellata. Eppure si trattò spesso di figure di grande notorietà, poi celebrate da statue e lapidi. Questo volume presenta al lettore alcune di queste protagoniste dimenticate: in quattordici capitoli di taglio narrativo, le autrici ricostruiscono il profilo biografico e lazione di altrettante donne, da Georgina Saffi a Giara Maffei, da Sara Nathan ad Anita Garibaldi, dalla nobile Cristina di Belgioioso alla capraia palermitana Teresa"Testa di lana". Rileggendo insieme la vita di lavandaie e giornaliste, aristocratiche e massaie,italiane e inglesi, il libro riconosce in queste "donne del Risorgimento" anche una comunedisposizione in certo senso protofemminista che le portò volta a volta a impegnarsi in battagliesociali, a lottare contro la prostituzione, a prendere le armi vestite da uomini, accanto agliuomini. REGINA DI CUORI di Gianni Farinetti Il re è morto, viva il re. Il 9 gennaio 1878 muore a Roma, nel suo appartamento affacciato sui giardini interni del Quirinale, il primo re dItalia Vittorio Emanuele II, il Padre della Patria. In quattro giorni, fra il mettersi a letto e chiudere per sempre gli occhi, ha tempo di ripensare alla sua vita straordinaria. Di certo ha rivisto come in un lampo i vittoriosi campi di battaglia: si è creduto un leggendario guerriero e un abile stratega. Ha ripensato commosso alla barba di Garibaldi (quel brigante!) e persino a Mazzini, senza i quali, sembra incredibile,lItalia non si sarebbe fatta. E soprattutto ai furibondi litigi con Cavour, quel geniale maintrigante saputello a cui deve la fortuna della dinastia. Altri pensieri - più futili e perciò piùpiacevoli - gli si affollano nella mente: e così, ma non certo evocata per ultima, appare lei,Rosina, lamante dagli occhi cangianti e quello stuzzichevole sorriso che gli aveva rapito ilcuore trentanni prima. Una semplice figlia del popolo - e dal popolo venerata - che avevavoluto accanto a sé creandola prima contessa di Mirafiori e Fontanafredda - ah, Cavour quantosi era arrabbiato! - e poi sposandola, seppure morganaticamente, davanti a Dio e agli uomini. L’ENERGIA NUCLEARE di Luigi De Paoli Nata sotto la cattiva stella dellarma che può distruggere il mondo, lenergia nucleare ha sempre attirato grandi consensi e grandi rifiuti. Da qualche anno si parla di "rinascimento nucleare" poiché questa fonte sembra rispondere non solo alla crescente domanda di energia mondiale, ma anche allesigenza di produrre elettricità senza emettere gas serra. Ma è vero che il nucleare conviene e può contribuire allo sviluppo sostenibile? Oppure il rischio di emissioni radioattive e il problema delle scorie da smaltire ce ne devono tenere lontani? Le risposte aqueste domande sono fondamentali anche per decidere se convenga al nostro paese riprenderela strada interrotta più di venti anni fa, dopo i tre referendum del 1987. 1
  • VIRUS E BATTERI di Michele La Placa I batteri sono gli esseri unicellulari più piccoli fra tutti gli organismi viventi, i virus sono organizzazioni biologiche di dimensioni addirittura inferiori a quelle della più piccola cellula batterica, ma entrambi possono infettare luomo, o altri animali e organismi vegetali, provocando malattie spesso gravi o addirittura letali. Dalla malaria alle pesti dellera contemporanea (lAids o quelle ingigantite dai media come la Sars e linfluenza aviaria), lautore ci racconta la storia delle scoperte di questi microrganismi e la loro importanza nella patologia umana, ci spiega imeccanismi della loro azione patogena e illustra gli strumenti per la prevenzione e il controllodelle infezioni. L’AUTORITA’ di Madeleine Deny Un libro ricco di consigli per aiutare i genitori a usare la disciplina in modo positivo e ristabilire un legame di fiducia e complicità con il loro bambino. Analisi di situazioni quotidiane per scoprire come sdrammatizzare e reagire bene, con bambini di tutte le età. Furbizie e consigli "testati e approvati" per trovare soluzioni a ogni tipo di problema. L’ALIMENTAZIONE di Madeleine Deny Un libro ricco di consigli per aiutare i genitori a dare ai loro bambini delle buone abitudini alimentari. Analisi di situazioni quotidiane per scoprire come sdrammatizzare e reagire bene, con bambini di tutte le età. Furbizie e consigli "testati e approvati" per trovare soluzioni a ogni tipo di problema. Le risposte puntuali degli esperti a tutte le vostre domande. I PRIMI GIORNI A CASA di Madeleine Deny Un libro ricco di consigli per iniziare bene la vita insieme al vostro bambino una volta fuori dal reparto maternità. Situazioni quotidiane analizzate e commentate per reagire bene. Sonno, alimentazione, benessere, primi scambi, bambini prematuri... tutte le risposte di un pediatra alle vostre domande, e i consigli "testati e approvati" dai genitori. IN CLASSE HO UN BAMBINO CHE… di Cesare Cornoldi La scuola è rivolta a tutti e non solo a quelli che ce la fanno al primo colpo. E molti dei bambini che incontrano iniziali difficoltà hanno le risorse per superarle e per raggiungere traguardi meravigliosi. Gli insegnanti se ne rendono conto sempre di più e chi incontra difficoltà a studiare, commette errori di ortografia, fallisce in matematica non viene più messo da parte perché "somaro" o "privo di buona volontà". Tuttavia, per sostenere i ragazzi a superare le difficoltà di apprendimento, gli insegnanti hanno bisogno di conoscenze e competenzeadeguate. Questo libro risponde allesigenza di fornire alla scuola uninformazione chiara eobiettiva e di suggerire modalità di intervento compatibili con il lavoro in classe. Ma può esseredaiuto anche ai genitori e agli adulti con cui i ragazzi crescono. NE UCCIDE PIU’ LA PENNA di Mario Baudino Nelle pagine della letteratura gialla si nasconde un eroe insospettabile e sfuggente: il detective bibliofilo. Esordisce nelle vesti di un raffinato gentiluomo britannico con lhobby delle indagini, diventa un elegante borghese americano che bada al sodo, assume le sembianze di investigatori privati al verde ma animati da nobilissimi ideali, si fa libraio a Parigi e cacciatore prezzolato di preziosi volumi in giro per lEuropa, riluttante e coltissimo inquisitore francescano, commissario di pubblica sicurezza votato ai libri per amore e infineladro per passione e antiquario per copertura. Perché una figura non molto diffusa nella realtàinfesta limmaginario noir? Mario Baudino si lancia in unindagine ironica ed eruditaallinseguimento del personaggio che incarna limprobabile legame tra pedinamenti, risse, 2
  • crimini e la puntigliosa mania per pergamene e rilegature. Passando da Umberto Eco a HansTuzzi, dal mystery classico a Nero Wolfe, da Alexandre Dumas allhard boiled, lautore scopreloggetto del desiderio che accomuna bibliotecari assassini, cacciatori di testi e vittime dellabibliofollia: il libro che uccide e irradia il suo inquietante mistero dalle Mille e una notte ai giorninostri. Sia esso un manoscritto dalle pagine avvelenate, un codice con oscure profezie ounintrovabile prima edizione coronata da refuso, questo testo maledetto diventa il sacro graalin nome del quale uccidere e morire. LA SCOPERTA DEL MONDO di Luciana Castellina Luciana Castellina, militante e parlamentare comunista, fra i quattordici e i diciotto anni ha tenuto un diario che racconta la sua iniziazione politica: dal giorno in cui, il 25 luglio 1943, a Riccione, la partita di tennis con la sua compagna di scuola Anna Maria Mussolini viene interrotta perché la figlia del Duce deve scappare (suo padre è stato appena arrestato a Roma), a quando si iscrive al PCI. In mezzo, levoluzione di una ragazza dei Parioli, con gli occhi aperti sul mondo e sulla storia, titubante nei suoi pensieri e curiosa di capire, iprimi viaggi a Praga e nella Parigi del dopoguerra, i primi compagni, il primo gioioso lavoro,insieme a tanti coetanei di tutta Europa, per costruire una ferrovia nella Jugoslavia di Tito, ledomande, le ribellioni, le scoperte di uno spirito impaziente di prendere forma. Questo diario,rivisitato e arricchito, ha mantenuto tutta la sua freschezza e la forza della sua testimonianzasu un pezzo di storia decisivo per la generazione postbellica. IO SONO UN’ ASSASSINA di Cinzia Tani Affrontare apertamente il comportamento criminale femminile ha sempre rappresentato una sfida in una società che spesso tende a relegare la donna nel ruolo tradizionale di custode del focolare domestico. Una sfida che Cinzia Tani raccoglie in Io sono unassassina, sostituendo i tanto celebrati miti dellamore e della cura, della mitezza e della dedizione con moti dellanimo più odiosi, ma forse più veri: rabbia, invidia, vendetta, avidità, passione, perversione erotica... E ci narra ventuno storie di giovani assassine, dipanate in due secoli e in ottonazioni diverse: dal delitto di Road Hill del 1860, in cui Costance Kent uccise il fratellastro diappena quattro anni, alla parricida Violette Nozière, cantata dal movimento surrealistafrancese come icona del ribellismo, alla ventenne Irma Grese, "la Belva di Belsen", sadicatorturatrice in un campo di concentramento nazista, alla nostrana Pupetta Maresca, assassinaper vendicare lamato sposo, alla diciannovenne Florence Rey, una "terrorista per caso",autrice, insieme al fidanzato, di una sanguinosa mattanza per le strade di Parigi nel 1994, finoal delitto passionale di Anna Maria Sacco, che ha ucciso a Dublino il marito violento e fedifrago.Cinzia Tani ripercorre le tappe delle indagini, dalla scoperta della vittima allidentificazione dellaresponsabile, descrivendo i drammatici istanti del delitto e i suoi retroscena, sulla base deirapporti ufficiali di polizia, dei verbali di interrogatorio, dei fascicoli del processo... AVE MARY di Michela Murgia La chiesa è ancora oggi, in Italia, il fattore decisivo nella costruzione dellimmagine della donna. Partendo sempre da casi concreti, citando parabole del Vangelo e pubblicità televisive, icone sacre e icone fashion, encicliche e titoli di giornali femminili, questo libro dimostra che la formazione cattolica di base continua a legittimare la gerarchia tra i sessi, anche in ambiti apparentemente distanti dalla matrice religiosa. Anche tra chi credente non è. Con la consapevolezza delle antiche ferite femminili e la competenza della persona difede, ma senza mai pretendere di dare facili risposte, Michela Murgia riesce nellimpresa disvelare la trama invisibile che ci lega, credenti e non credenti, nella stessa mistificazione deirapporti tra uomo e donna. CARTA STACCIA di Gianpaolo Pansa "Carta straccia" non è un pedante trattato sui media. È un libro carogna, un racconto allarma bianca, sornione e beffardo, pieno di ricordi. Mette in scena una quantità di personaggi, tutti attori di una recita alla quale ho partecipato anchio: linformazione stampata e televisiva, di volta in volta commedia o tragedia. Sono 3
  • un signore che ha trascorso cinquantanni nei giornali, lavorando in molte testate con incarichidiversi. Che cosa ho capito della mia professione? Allinizio pensavo che avesse la forza di ungigante, in grado di vincere su chiunque. Poi ho cambiato opinione: in realtà, il nostro è unpotere inutile, serve a poco, non conta quasi nulla rispetto a quello politico, economico egiudiziario. Il perché lo spiego in "Carta straccia". Dopo unocchiata al passato, la mia primamacchina per scrivere e lapprendistato ferreo imposto da direttori senza pietà, vi compaiono icapi delle grandi testate di oggi. E i misfatti delle loro truppe. La faziosità politica dilagante. Glierrori a raffica. Le interviste ruffiane. Le vendette tra colleghi. Lo schierarsi in due campicontrapposti, divisi da unostilità profonda. Il centrodestra, dove si affermano MaurizioBelpietro e Vittorio Feltri, con le campagne di stampa condotte senza guardare in faccia anessuno. E il centrosinistra, dominato dalla potenza guerrigliera di Ezio Mauro e dalle ambizionipolitiche di Carlo De Benedetti, nemici giurati di Silvio Berlusconi". (Giampaolo Pansa).Le immagini e i contenuti sono tratti dal sito www.ibs.it 4