• Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
379
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. NARRATIVA SE FOSSI FUOCO, ARDEREI FIRENZE di Vanni Santoni "Si sorprende di scorgere la punta di un timpano di Santa Croce che si conficca nel cielo nero, abbassa gli occhi come a riparare lo sguardo nella pace di un lembo di piazza e intanto pensa che davvero Firenze è infinita, e si potrebbe andare avanti e girarla in lungo e in largo per giorni, con la certezza che di Sante Croci ce ne sono almeno cento (e di punti da cui sbirciarla, mille) e chissà quante vie dei Pepi ancora da scoprire, una babele di marmo e torri dalla testa mozza." E dopo Santa Croce cè San Miniato, il Cimitero degli Inglesi e il Forte Belvedere,borgo Pinti, piazza del Carmine, Santa Maria Novella, il centro e lOltrarno, la periferia e igiardini ermetici. È fra questi luoghi che si snoda la vita di tanti personaggi. Ognuno, a modosuo, vive Firenze: città elegante, raffinata, ma anche un po punk e new wave, città di antichinobili e nobildonne, città darte e città-vetrina. In queste pagine, si accavallano storie, episodi,aneddoti su chi vuole andarsene e chi ha deciso di rimanere a Firenze, su chi prova asmuoverne le acque e chi si accontenta di galleggiare. Fra studenti, artisti veri o presunti,delinquenti e signori, stranieri e fiorentini doc, Vanni Santoni scrive una guida-romanzo di unadelle città più belle dItalia. I PIATTI PIU’PICCANTI DELLA CUCINA TATARA di Alina Bronsky Unindimenticabile cattivissima nonna, al suo fianco la fragile figlia Sulfia e la nipote Aminat, energica e indomabile come la nonna, ma positiva e capace infine di punirla. Qual è il fascino di questo romanzo che accompagna le tre donne dalla Russia sovietica allordinatissima Germania del benessere? La forza e lenergia del male? La fragile bellezza del bene? "Chiunque sia rimasto un po bambino non può che amarli: i cattivi, come i bambini, si sentono al centro del mondo e non lo temono. La parola "impossibile" esula dal loro vocabolario. Sono temibili espietati, bugiardi e ciarlatani, avidi e inconsolabili. Sono imprevedibili. Magnetici. Creativi.Sanno che cè qualcosa da fare, subito e a ogni costo. Non ci pensano due volte. Si deverubare il tesoro? Uccidere il re? Distruggere il pianeta? E che ci vuole?". Così scrivePierdomenico Baccalario. Certo è meglio incontrare i cattivi nelle pagine di un libro - dove puòessere unesperienza appassionante - che nella vita reale. La protagonista di questo romanzodella Bronsky è così: crede sempre di agire per il meglio degli altri, e delle altre, figlia e nipote.E invece le strumentalizza, le manipola, non si ferma davanti a nessuna nefandezza. Mette lapropria smisurata energia al servizio solo di se stessa e del suo interesse. IL CLANDESTINO di Ferdinando Albertazzi Non è un giorno come gli altri quando la porta della II D si spalanca su Roberta, studentessa liceale bella e talentuosa, strangolata da un cappio: tragico incidente, suicidio, oppure omicidio? Sono le tre ipotesi su cui indirizza le indagini il commissario Marchetti, che ha nel mirino Greta, Diego e Stefano, i migliori amici della vittima e suoi complici contro "LImpostore", uno stregante gioco di ruolo estremo dove non si fanno prigionieri. Però anche gli insegnanti e altri studenti sono sotto tiro, in una girandola sempre più serrata di intrighi e di sospetti chenon esclude niente e nessuno. La verità che infine emerge è scioccante, e lascerà un segnoindelebile nella vita di tutti. LA MIA STORIA CON MOZART di Eric-Emmanuel Schmitt La storia di un ragazzo che non riesce a trovare la propria anima e che infine si salva e impara ad amare la vita grazie alla musica di Mozart diventa unoccasione per ascoltare alcuni dei migliori brani del compositore austriaco (grazie al CD allegato al libro). Guidati dallorecchio esperto di Schmitt scopriamo tra le note di Mozart risposte ai grandi quesiti dellesistenza: Dio, lamore, la morte, perché viviamo, cosè il dolore... Scopriamo come linfanzia diventi spirito dellinfanzia in età avanzata. Scopriamo come la profondità e la leggerezza non siano luna il
  • 2. contrario dellaltra. Scopriamo come sofferenza e allegria non si escludano a vicenda.Scopriamo che larte è semplicità, che non cè bisogno del rumore e delle tinte forti peraffermare la bellezza né per incantare il pubblico. Questo racconto di Eric-Emmanuel Schmittnon è solo una guida allascolto di Mozart; sarebbe forse più esatto definirlo una guidaallascolto di noi stessi tramite Mozart. TERRORISTI di Maj Sjowall "Il tuo problema, Martin, è che fai il lavoro sbagliato. Nel momento sbagliato. Dalla parte sbagliata del mondo. Nel sistema sbagliato" è la frase finale di questultimo romanzo che conclude la saga poliziesca di Martin Beck e della sua squadra di investigatori sulle strade di Stoccolma. E, detta dallamico leale Kollberg che si è ritirato disgustato dalla polizia, suona simile a unepigrafe generale di tutte le loro avventure. I dieci "romanzi su un crimine" della coppia Sjowall e Wahloo intendevano, infatti, mostrare come vanno le vere indagini dipolizia nella società impastata di ingiustizia: quando il successo del poliziotto migliore, chesvela le circostanze e le cause reali, coincide sempre, inevitabile, con il suo stesso fallimentomorale. In "Terroristi" tutti questi motivi diversi -lavventura, la denuncia sociale, linquietudinemorale, una certa satira di costume dei potenti risaltano in esplicito rilievo. Giunto allapicedella carriera, Martin Beck deve affrontare, di fatto contemporaneamente, più casi insieme.Lomicidio di un regista pornografico e imprenditore del vizio. Una strana rapina commessa, a adetta dello sbrigativo procuratore, da una ragazza madre fuoriuscita da un mondo incantato. Einfine, vicenda principale, lattentato terroristico progettato contro un potente senatoreamericano in visita. L’AMANTE DELLE SEDIE VOLANTI di Maria Tronca Palermo, 1943: sulle macerie del palazzo dei principi Termini di Villafiorita, distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, Nicolino Arraggia, un umile "robavec-chiaro", trova una sedia di incredibile bellezza, a forma di donna. Il prezioso manufatto, realizzato nel Duecento per la principessa Isidora dal più illustre mastro dascia della corte imperiale palermitana, nasconde poteri magici. Stregato dalla sedia, Nicolino deciderà di restituirla ai legittimi proprietari solo alla sua morte e vivrà con lei come fosse la sua compagna, godendo dellegioie che gli concede. La donna di legno è infatti inspiegabilmente viva e comunica con chi lapossiede, regalando felicità ai puri danimo e rovinando la vita a chi è incapace di vero amore.Sottratta a Nicolino da Mario Raccuglia, un funzionario statale avido e corrotto, la sediapasserà tra le mani di altri uomini: Raffaele Li Causi, un notaio gentile e generoso, e Stefano,un professore freddo e rapace. Tutti cadranno vittime del suo fascino, cedendo al suo suadenterichiamo. Fino a quando, nel 2009, la sedia reclamerà di tornare dalla sua padrona, AngelicaTermini di Villafiorita, una giovane nobildonna che vive reclusa nel proprio palazzo, negandosilamore a causa del suo aspetto, fra la bella e la bestia. Quando Angelica scoprirà che la sediaè sopravvissuta ai bombardamenti e che è lunico rimedio a un dolore terribile e antico che sitramanda da generazioni, farà di tutto per tornarne in possesso. ULTIMA ESTATE IN SUOL D’AMORE di Alma Abate È lestate del 1969. Sara ha diciassette anni, è nata nella Libia postbellica, in una multietnica Tripoli dove italiani, inglesi, francesi, americani, ebrei, cristiani, musulmani vivono fianco a fianco. Ha superato indenne gli esami di maturità al liceo scientifico italiano e sta finalmente iniziando ad affrancarsi da una famiglia dominata da tre donne, più esattamente tre "primedonne": una nonna dal passato burrascoso e ancora piena di energia, una madre implacabile e ben poco affettuosa, una zia di pochi anni più grande ma, al contrario della nipote,svenevole e in crisi isterica permanente. A differenza della sua famiglia, imprigionata traapparenza e non detto, della sonnacchiosa comunità di cui fa parte, e di una città sospesa tra ilvuoto e loblio, Sara freme dal desiderio di crescere, di sapere, di capire, di amare. Sempre piùattratta dal mondo che la circonda al di fuori della comunità italiana, tra storie impregnate dicolore, folklore, profumi, emozioni, Sara scopre di vivere in una società incapace di fare i conticon il proprio passato e impreparata ad affrontare il futuro, in uno straordinario e pericolantemiscuglio di lingue, religioni, nazionalità e culture. Costretta a passare le vacanze in
  • 3. interminabili giornate sulle sabbie roventi del detestato Beach Club, poco incline a socializzarecon le ricche e annoiate connazionali che frequentano il lussuoso ambiente, lunico passatempoper la ragazza è farsi beffe del mondo che la circonda e rifugiarsi nella lettura. I FIGLI DEI GUARDIANI DI ELEFANTI di Peter Hoeg "Ho trovato una porta per uscire dalla prigione, una porta che si apre verso la libertà. Scrivo queste pagine per mostrartela." Comincia così il nuovo romanzo di Peter Hoeg. La prigione è ovviamente una metafora, è la vita che non viviamo ma da cui ci lasciamo vivere. A raccontare è Peter, un quattordicenne appassionato di calcio, che vive a Fino, piccola isola di fantasia nellarcipelago danese, posta nel mezzo del Mare delle Possibilità. Peter è figlio del pastore dellunica chiesa e la madre è organista, ma i suoi non sono due genitori normali, e ogni tanto, senzapreavviso, spariscono nel nulla. Conoscendo la loro tendenza a truffare il prossimo, quandoscompaiono per lennesima volta lasciandosi alle spalle poche tracce, Peter decide di batteresul tempo la polizia e parte alla ricerca dei genitori per impedire che si mettanodefinitivamente nei guai, condannando i figli allorfanotrofio. Con lui ci sono anche il fratellomaggiore Hans, che sembra "nato con ottocento anni di ritardo" tanto il suo animo ècavalleresco, la sorella Tute, incantatrice dalla memoria prodigiosa, e il cane Basker III, tuttosommato il più normale della compagnia. Una vicenda e un romanzo sorprendenti, dal ritmoincalzante, dove i ruoli sono continuamente rovesciati: in una fuga rocambolesca i piccoliinseguitori diventano a loro volta inseguiti. UN CASO DI ORDINARIO CORAGGIO di Pascale Roze Nato a Varsavia nel 1904, ultimogenito di una famiglia ebraica, Yitzhok Gersztenfeld è un ragazzo tranquillo e silenzioso. Gli tocca la vita da migrante di tanti poveri: si innamora di Maryem, che vuole lasciare la Polonia; raggiunge a Berlino il fratello che ha fatto fortuna; trova lavoro nelle miniere di Bruay, si trasferisce a Parigi, forma una famiglia, insieme alla moglie apre un laboratorio di maglieria... Ma la storia bussa alla sua porta per ricordargli che è pur sempre un ebreo e che per quelli come lui non sono tempi buoni. La Seconda guerra mondialesconvolge lEuropa, la Francia firma larmistizio e, dopo averlo accolto, tradisce Yitzhok: nel1941 viene internato nel campo di smistamento di Pithiviers, solo una tappa prima diAuschwitz. Senonché, la sorte gli offre unopportunità: gli viene concesso di far visita allamoglie malata, ma se non rientrerà a Pithiviers, nessuno dei suoi compagni di reclusioneotterrà più un permesso. Yitzhok non ha ancora visto il fumo nero uscire dai camini dei campidi sterminio, non sa che piega prenderà il conflitto. Di fronte alla possibilità di una fuga qualesarà la decisione di un animo retto e sincero? Un uomo qualunque di fronte a un dilemma piùgrande di lui, che cerca di operare la scelta più onesta, seppur dilaniato dai dubbi e senzaconoscere fino in fondo le conseguenze. CHI NON MUORE di Gianluca Morozzi Angela detta Angie è una studentessa fuorisede a Bologna, molto carina, aspirante cantante, anche se troppo pigra per impegnarsi seriamente nella musica. Divide un appartamentino con quattro odiate coinquiline, è convinta che il suo migliore amico Lucio sia gay, e ha messo in crisi la propria band intrecciando relazioni sia col batterista che con il chitarrista. Si innamora degli uomini in cinque secondi, ha un talento insospettabile per la meccanica, ha curiosità lesbiche mai verificate, ed è stata la bambina-immagine di una famosa merendina. La sua vita cambia ilgiorno in cui, in sala prove, incontra Mizar: tastierista bellissimo, triste e solitario, di cui, comesua abitudine, si innamora in cinque secondi. Indagando su Mizar, viene a conoscenza di unastoria misteriosa e irrisolta: Mizar è lunico superstite di una band i cui membri, molti anniprima, sono stati uccisi uno dopo laltro, nella stessa notte, in tre punti diversi della città. Mizarsi è salvato (e allo stesso tempo ha un alibi di ferro) perché stava suonando a quattrocentochilometri da Bologna, Angie e Lucio iniziano a indagare su questa torbida vicenda, mentreAngie cerca di conoscere meglio il fascinoso Mizar, che viene marcato stretto dalla bellissima,ambigua e seduttiva Valentina. Mizar, che ha un segreto terribile, legato a un pomeriggiodestate di molti anni prima, in una discarica in mezzo alle campagne. Che vive isolato, infondo a un sentiero che porta a due case gemelle...
  • 4. IL FIGLIO di Michel Rostain Questo romanzo celebran la vita e la morte con emozione e pudore, trascinandoci nel racconto di un dolore intollerabile - quello di un genitore che perde un figlio - con riserbo, eleganza e imprevisti tocchi di leggerezza. Lautore affida alla voce benevola e a tratti ironica del figlio Lion, morto a ventuno anni di meningite fulminante, il compito di condurci attraverso le vicissitudini che hanno preceduto e seguito la sua scomparsa, permettendoci di partecipare a quanto cè di più intimo nella vita di una famiglia diversa e uguale a tutte le altre. E tra i ricordidellinfanzia e quelli della giovinezza incompiuta del figlio, Michel Rostain opera il miracolo cheappartiene alla letteratura, la capacità di trasfigurare i sentimenti più profondi, valicando iconfini dellesperienza personale e arrivando a toccare il cuore di chi legge con un invito allasperanza: si può vivere con un dolore così. Pur essendo ateo, lautore lascia aperti,rispettosamente, tutti gli interrogativi che circondano il mistero della morte; non cerca e nonpropone risposte retoriche o facilmente consolatorie ma offre al lettore una via,personalissima, per continuare ad amare la vita, nonostante tutto. DOVE ERAVATE TUTTI di Paolo Di Paolo Dove eravate tutti. Doverano i padri, soprattutto. Dentro il declino civile di un paese, così risuona lessere giovani contro letà adulta, contro lassenza, contro il silenzio. Italo Tramontana archivia la memoria degli ultimi ventanni, quelli familiari e quelli pubblici, come se la sequenza delle prime pagine dei giornali dispiegasse levidenza della sua storia, con la caduta di Bettino Craxi, linterminabile Seconda repubblica, lattentato alle Torri Gemelle e lelezione di Barack Obama. Ma intanto, nei giorni del calendario privato, il padre di Italo,insegnante neo-pensionato, investe con lauto un ex studente davanti alla scuola. A tuttisembra un atto deliberato di violenza. E tanto basta a sfaldare gli equilibri domestici. Ora cisono un padre umiliato, una madre in fuga, un minaccioso tendersi di distanze. Che tuttavia vadi pari passo con il riaffiorare, bella e insinuante, di quella che era stata la bambina Scirocco, econ il suo imporsi sulla prima pagina degli affetti. Lo spazio che si apre tra la cupa attualità eun amore possibile disegna una strada, spazza gli anni senza nome che il giovane Italo havissuto e ripercorso in una ostinata "archeologia di se stesso". Ci vuole uno scatto, fuori dallapassività delle emozioni. Quasi fosse la nuova città simbolo dei destini incrociati, Berlinodiventa la scena cui andare a cercare, cercarsi, rispondersi. In attesa di sapere dove siamo,tutti. L’AMICA GENIALE di Elena Ferrante Il romanzo comincia seguendo le due protagoniste bambine, e poi adolescenti, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. Lautrice scava nella natura complessa dellamicizia tra due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, robusto. Narra poi gli effetti dei cambiamenti che investono ilrione, Napoli, lItalia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame. Etutto ciò precipita nella pagina con landamento delle grandi narrazioni popolari, dense einsieme veloci, profonde e lievi, rovesciando di continuo situazioni, svelando fondi segreti deipersonaggi, sommando evento a evento senza tregua, ma con la profondità e la potenza divoce a cui lautrice ci ha abituati. Si tratta di quel genere di libro che non finisce. O, per diremeglio, lautrice porta compiutamente a termine in questo primo romanzo la narrazionedellinfanzia e delladolescenza di Lila e di Elena, ma ci lascia sulla soglia di nuovi grandimutamenti che stanno per sconvolgere le loro vite e il loro intensissimo rapporto. TOMBA DI FAMIGLIA di Katarina Mazetti La bibliotecaria Désirée e l allevatore Benny sono innamorati ma non riescono a stare insieme perché troppo diversi nei gusti e nelle idee. Quando però il desiderio di maternità si fa pressante, lei sa che lunico padre possibile del suo bambino non potrà che essere lui. Così si accordano nel provare ad avere un figlio, con la promessa di non rivedersi mai più se il tentativo non avrà buon
  • 5. esito. Ma quando il test di gravidanza si rivela negativo, la delusione è talmente grande chenon possono fare a meno di ritentare, a prezzo di bugie e sotterfugi nei confronti di Anita, lacugina con cui Benny vive ormai da quasi un anno. Il secondo tentativo va in porto e, dopoqualche esitazione, Desirée vende il suo appartamento in città e va a vivere con Benny,facendo avanti e indietro dal lavoro. Tuttavia, con la nascita del bambino e la necessità di unaiuto in azienda, Desirée mette da parte i libri e simpegna a diventare la perfetta moglie di unallevatore. Nonostante le buone intenzioni, però, seguire la fattoria, lavorare in biblioteca edessere una buona madre non è affatto semplice e la vita diventa presto una lunga e sfiancantecorsa a ostacoli che mette a dura prova la tenuta della giovane coppia. Riusciranno ancora unavolta i sentimenti a sopravvivere alle fatiche della quotidianità oppure il matrimonio è davverola tomba (di famiglia) dellamore? LA SORELLA DI FREUD di Goce Smilevski Nella Vienna occupata dai nazisti, a Sigmund Freud è concesso il privilegio di fuggire allestero, portando con sé i propri cari. Nella lista composta dal fondatore della psicoanalisi entrano la moglie, i figli, la cognata, le due assistenti, il medico personale con la famiglia e perfino il cane, ma non le quattro anziane sorelle, Marie, Rosa, Pauline e Adolfine. È la voce di questultima, deportata nel campo di concentramento di Terezin, a rievocare con doloroso rimpianto il rapporto privilegiato col fratello, da uninfanzia vissuta in simbiosi, in cui Sigmund era ilmentore che la guidava alla scoperta del mondo, fino allinevitabile, ma non per questo menoamaro, allontanamento nelletà adulta e allombra tragica del distacco finale. Ne esce unritratto inedito della Vienna cosmopolita a cavallo tra Ottocento e Novecento, descritta dalpunto di vista di una donna che non avendo marito né figli non può ambire ad altro ruolo chequello di figlia e sorella. Figlia di una madre che non perde occasione di farle sentire tutto ilpeso della sua inutilità; sorella di un genio totalmente assorto nella costruzione del propriomito di nuovo profeta, destinato a liberare lumanità dalle false credenze di cui si è nutrita persecoli. Una donna in fuga da una vita già scritta e mai pienamente vissuta, tra gelidi rapportifamigliari, un amore tragico e il sogno irrealizzato della maternità, rassegnata a trovare pacesolo nel rassicurante oblio di una follia autoimposta. CARA SORELLA di Paola Calvetti Alessandro, un giovane uomo che si trova in vacanza in Puglia insieme a due amici, Alberto e Sarita, racconta in una lunga lettera le sue impressioni di viaggio alla sorella laia. Da Polignano a Ostuni, da Brindisi a Bari, si compone davanti agli occhi degli amici laffresco di unItalia affondata nel passato, tra ricordi e sorprese: le madonne sulle soglie delle case, i trulli accecati dal sole, carichi di infanzie mitiche trascorse sullo sfondo di scenari che il Nord non conosce. E allorizzonte, personaggi anomali, come lo scemo del paese che buca tutte lebarche, o lincendio del Petruzzelli, oppure antichi gesti come quelli che presiedono lapreparazione della salsa di pomodoro, accompagnati dalle storie narrate con allegria convivialedalle donne. Visioni, suoni forse già lontani. E mescolandosi i ricordi alla realtà, si apre unospazio per la rievocazione della storia damore infelice di Sarita, e per il racconto, dapprima pergradi inappariscenti, dellintesa e dellattrazione sottile che si stabilisce fra Alessandro eAlberto. Perché nessuno come Alessandro può aprire davvero il suo cuore alla sorella laia. Lalunga lettera è il frutto della comunicazione speciale, irripetibile che lega da sempre i duefratelli. Una comunicazione dello spirito, un esserci delluno per laltra, stretti in una confidenzatotale che è damore, di ricordo e nostalgia al tempo stesso. E il finale ritorno a Milano nonpotrà che cambiare la vita di ognuno di loro. IL SILENZIO DELL’ONDA di Gianrico Carofiglio Da mesi, il lunedì e il giovedì, Roberto Marias attraversa a piedi il centro di Roma per raggiungere lo studio di uno psichiatra. Si siede davanti a lui, e spesso rimane in silenzio. Talvolta i ricordi affiorano. E lo riportano al tempo in cui lui e suo padre affrontavano le onde delloceano sulla tavola da surf. Lo riportano agli anni rischiosi del suo lavoro di agente sotto copertura, quando ha conosciuto il cinismo, la corruzione, lorrore. Fuori, ma anche dentro di sé. Di professione fantasma, ha imparato a ingannare, a tradire, a sparire senza lasciare traccia.
  • 6. Una vita che lo ha ubriacato e travolto. Le parole del dottore, le passeggiate ipnotiche in unaRoma che lentamente si svela ai suoi occhi, lincontro con Emma, come lui danneggiatadallindicibilità della colpa, gli permettono di tornare in superficie. E quando Giacomo gli chiedeaiuto contro i suoi incubi di undicenne, Roberto scopre una strada di riscatto e di rinascita. ALLA RICERCA DEL PIACERE di Richard Mason Figlio di un modesto impiegato universitario e di unaffascinante maestra di canto originaria di Parigi, Piet Barol si muove con dimestichezza nella Amsterdam della belle époque. Il suo, tuttavia, è sempre un ruolo da comprimario, perché pur essendo esperto conoscitore del piacere fisico e intellettuale in ogni sua forma, deve fare i conti con gli scarsi mezzi economici a sua disposizione. Questo non gli impedisce di sognare in grande, di desiderare una vita agiata in luoghi esotici e, finalmente, labbandono ai piaceri che sa di potersi procurare grazie al fascino eallastuzia di cui è provvisto. Per soddisfare le proprie ambizioni, Piet decide di mettersi alservizio dei Vermeulen-Sickerts - una delle famiglie più ricche e influenti di Amsterdam - inqualità di tutore del loro figlio più picco-lo. Oltre a conoscere diverse lingue straniere, Piet èanche un discreto pianista, e sarà proprio grazie a questo talento che riuscirà a comunicarecon il giovane Egbert, affetto da una gravissima forma di agorafobia che lo reclude in casa daanni. Il ragazzo è solo uno dei membri della famiglia e della servitù di casa Vermeulen-Sickertsche in un modo o nellaltro si riveleranno sensibili al fascino di Piet. Una galleria di personaggi -dalle giovani figlie Constance e Louisa al domestico Didier, dal padrone di casa Maarten allasua insoddisfatta moglie Jacobina - tutti vividi in sé ma in orbita costante intorno alla figura magnetica delledonista Piet. I POETI MORTI NON SCRIVONO GIALLI di Bjorn Larsson Unopaca sera di febbraio, leditore Karl Petersén raggiunge impaziente il porto di Helsingborg. Nella ventiquattrore una bottiglia di champagne e un contratto per il poeta Jan Y. Nilsson, a cui ha chiesto di scrivere un giallo, sicuro bestseller già venduto ai più prestigiosi editori dEuropa. Ma il poeta accetterà di firmare? Si piegherà alle basse leggi di quel mercato che, con la sua ricerca di una poesia alta ed essenziale, ha sempre snobbato? La risposta è definitiva: Petersén trova Jan Y. impiccato a bordo del peschereccio in cui viveva. Si è suicidato? Il commissarioBarck non ha dubbi: i poeti si uccidono, non vengono uccisi. Eppure i motivi per farlo fuori nonmancano, a cominciare dal lauto compenso che Jan Y. avrebbe presto incassato e dal materialescottante sugli squali della finanza che il suo romanzo era pronto a denunciare. Nelletà dellorodei thriller, Björn Larsson scrive "una specie di giallo" che è un gioco letterario di raffinataironia e autoironia, per indagare lessenza stessa della scrittura e della vocazione artistica. Inuna sferzante satira di un mondo editoriale allisterica ricerca del prossimo successo, solo un"poliziotto-poeta" è in grado di scoprire le associazioni nascoste, di rivelare linatteso, diafferrare le verità che si celano dietro le apparenze. MISTERO DI STRADA di Francisco Gonzalez Ledesma Méndez è un vecchio poliziotto, praticamente una carogna. Ma tanti anni sulla strada non gli hanno ancora estirpato dal cuore la ribalda innocenza del ragazzino che sognava di salvare il mondo da se stesso. David è un padre che ha perso lunico figlio e, con lui, il gusto della vita. Uno che cerca testardamente la morte e non saccorge che la bellezza della vita ha ancora in serbo per lui una sorpresa. Eva Expósito è nata nel posto sbagliato nel momento sbagliato e sembra che faccia sempre le cose più sbagliate. Ma forse sono solo le più sagge, in un tempoche ha smarrito la saggezza. E poi cè un assassino senza scrupoli che è anche un abile espregiudicato imprenditore. Vecchie e giovani puttane dal cuore doro. Sbirre sensuali dalleforme prorompenti. Avvocati tormentati. E il peso di un passato violento che non smette diesigere il suo prezzo di sangue. La "Barcelona posat guapa" del miracolo economico catalano,la splendente città dellOlimpiade, di Ronaldinho e degli Erasmus, stenta a imporre il suo lookprofumato di "euro" mal guadagnati. Dalle Ramblas al Barrio Chino, da Fobie Sec su aMontjuic, sino alle spiagge della Barceloneta, esala ancora lodore bruciante e vitale di acidofenico del vecchio porto di pirati, e le strade brulicano di fantasmi con gli occhi accesi che frauna "tapa" e una "cana", ti afferrano le braccia e ti costringono ad ascoltare le mille storiesordide delle loro vite disperate. (Giancarlo De Cataldo)
  • 7. LE SEDUZIONI DELL’INVERNO di Lidia Ravera Stefano conduce la vita di un single di mezzetà: casa disordinata, letto sfatto e una cucina in cui si ammucchiano i piatti da lavare. Ma un giorno, al risveglio, lappartamento è trasformato, la colazione imbandita, musica classica si diffonde dolcemente: lartefice di questa rivoluzione è Sophie, donna colta e riservata, che offre, quasi inspiegabilmente, i propri servigi di domestica instancabile. Le seduzioni di Sophie vincono il cuore invernale di Stefano, che per la prima volta si abbandona alla passione. Tanto più duro è il secondo risveglio, la casa vuota,deserta, silenziosa. Linverno è una stagione del cuore e del tempo: le sue seduzioni sonosottili e insidiose. Soprattutto se sono la posta in gioco di una crudele partita fra donne. RADIO CITTA’ PEDUTA di Daniel Alarcon Rey è stato sulla Luna. Strano posto per un botanico innamorato della magia della giungla, un uomo mite, un intellettuale. Eppure cè stato, cosi come lhanno visitata centinaia di suoi concittadini: anche se nessuno di loro è un astronauta. La "Luna" è come chiamano il campo di detenzione e tortura in cui il governo manda i dissidenti. Poi un giorno, poco prima della fine della guerra, Rey scompare nel nulla, lasciando Norma nella disperazione di chi non può nemmeno conoscere il destino del proprio marito. Sono passati dieci anni e oggi Norma èuna delle voci più amate del paese perché conduce un programma nellunica radio rimastanella capitale, un programma cosi semplice eppure di tale forza da essere rivoluzionario:durante la trasmissione legge i nomi delle persone scomparse, presumibilmente rapite o uccisedal governo. Un giorno alla porta della radio bussa Victor, un bambino proveniente dal villaggio1797, la stessa zona della giungla in cui si recava cosi spesso Rey per motivi scientifici... Ilpaese in cui è ambientato il primo romanzo di Daniel Alarcón non ha nome: cosi come nonhanno più nome i villaggi e le città, sostituiti dal governo con dei numeri, cosi come non hannopiù nome i dissidenti fatti scomparire nelle prigioni e nei campi. Una dittatura delloblio in cui sipuò leggere in filigrana la storia più o meno recente del Sudamerica, ma anche quella di ogniluogo del mondo in cui ancora cè qualcuno che, ostinatamente, tenta di dare voce a chi vocenon ha più. AUTOBIOGRAFIA EROTICA DI ARISTIDE GAMBIA di Domenico Starone Aristide Gambía ha 58 anni, un lavoro interessante, tre matrimoni falliti, quattro figli, una vita sessuale intensa. Un giorno riceve una lettera da parte di una donna con cui ha avuto una rapida avventura in gioventù: da quel ricordo sfuocato nasce in entrambi una voglia di raccontare e raccontarsi che è un gioco impudico e molto serio. A ogni appuntamento le loro memorie debordano, inseguendo i dettagli della trepidazione di allora, e il linguaggio si fa sempre più esplicito, osceno, anche grazie al dialetto. Sono due persone mature, che non provanoniente luna per laltra, che si appassionano al puro e semplice progetto di restituirsi con leparole lesperienza erotica di unintera vita, facendo entrare in corto circuito il tempo in cuiquasi tutto doveva ancora accadere e quello in cui quasi tutto ormai è accaduto. Ma si trattadavvero soltanto di un gioco? Ogni esperienza erotica di Gambía è una balaustra affacciatasulle fantasie maschili e le pratiche sessuali di unepoca. E se ci si sporge, quel concentrato divita smuove i ricordi del lettore stesso, riannoda i fili tra scampoli distanti di vita che si urtanoe si integrano, come nella letteratura. Ci accorgiamo leggendo che il sesso contiene ed esaltala nostra relazione con gli altri, con il tempo, con noi stessi. È un laboratorio di esperienza edimmaginazione, un serbatoio di parole, uninesauribile fonte di vitalità, un autentico enigma.Un angolo di noi che dice tutto. LETTERA DI DIMISSIONI di Valeria Parrella Scendendo a capofitto per i rami delle generazioni, Clelia riesce a trovare il suo posto sullasse del tempo: ha una data dinizio, il 1914, e persino una capostipite, la nonna Franca, giunta dalla Russia a Napoli. Innamorata della vita, ricca di passione e di ideali, Clelia cresce con i piedi piantati nella provincia e lo sguardo rivolto alla città. Quando Clelia incontra Gianni non ha dubbi su cosa fare: insieme trovano quarantadue metri quadri in cui sostenersi "lun laltra come due carte dagioco poggiate in piedi". Per mantenersi lavora come maschera in un teatro, e proprio in teatro
  • 8. farà presto carriera. Appagata dal successo, Clelia sembra non accorgersi di sceglieresistematicamente il "male minore". Il nuovo romanzo di Valeria Parrella ha lenergia e ilcoraggio delle storie necessarie. La storia di Clelia procede di pari passo con quella dellItalia, eci restituisce il ritratto di un Paese che ha progressivamente rinunciato al pubblico per ilprivato, alletica per il guadagno, ma che con ostinazione ciascuno di noi continua ad amare"come si amano solo le cose che vengono prima di noi e dopo di noi resteranno". Senzadismettere la voce intima e sensuale che le è propria, Valeria Parrella narra la perdita dicontatto tra ciò in cui si crede e il modo in cui si agisce, fino alla consapevolezza che "le cosenon si compiono allimprovviso, ma allimprovviso le vedi nel loro intero". OSCURI SEGRETI di Hjorth& Rosenfeldt Sebastian Bergman è un uomo alla deriva. Ha perso moglie e figlio durante lo tsunami che ha devastato larcipelago indiano, ha rinunciato al suo lavoro di psicologo e profiler, ha ripreso la vecchia e mai dimenticata abitudine di portarsi a letto una donna per sera. Quando torna nella cittadina dove è nato, per sistemare e vendere la casa della madre, non immaginerebbe mai di ritrovarsi faccia a faccia con i vecchi colleghi della squadra Omicidi, impegnati a indagare sullassassinio di un ragazzo di sedici anni, scomparso da casa e ritrovato nelle paludi intorno aVasteras con il cuore asportato. Unoccasione imperdibile per ritrovare se stesso e il gusto dellasfida che ne aveva fatto un membro insostituibile della squadra, ma anche unimmersione inun mondo che conosce fin troppo bene, che ha imparato a odiare fin dallinfanzia e con il quale,ora, sarà forse costretto a venire a patti. INCANTO di Pietro Grassi Un borgo tra i colli toscani, unestate di sole e frinire di cicale, tre ragazzi diversissimi ma legati dallamicizia tacita e rovente di chi vuole crescere in fretta: Greg, solitario erede della famiglia più ricca del circondario; Jacopo, genitori borghesi ai limiti della noia; e Biagio, povero, libero e strambo come Huckleberry Finn. Nel volgere di quellestate, una vecchia motocicletta rimessa a nuovo e una pista dasfalto comparsa magicamente nella campagna, nera e lucida come un serpente indiano, segneranno linizio di unavventura destinata a portarli lontano.Pochi mesi dopo, Biagio azzarda uneccentrica carriera di campione internazionale delle dueruote. È Jacopo, compilando una cartolina trovata in un libro di scuola, vince una borsa distudio che lo condurrà a misurarsi con i misteri e le sfide della fisica in una delle più prestigioseuniversità britanniche. Le tracce di Greg, invece, paiono perdersi nelle ragnatele luminosedellalta finanza mondiale. Eppure, proprio nel momento in cui sono più lontani, a chissàquante migliaia di chilometri luno dallaltro, i tre amici sembrano non essere mai stati piùvicini, uniti come sono - per chissà quale destino o invisibile forza cosmica - dalla quasisimultanea scoperta del sesso e dellamore, il magnete più potente e il mistero più insondabileed esaltante, qualcosa che "ha a che fare più con luniverso che con il mondo". BLUES IN NERO di Antonio Bocchi Pianura Padana, calura estiva, afa. Festival del blues a portare vita, musica, cibo e frescura nelle sere del fine settimana di una Bassa strangolata dal caldo. Durante un black-out nella calca Bruno Lomax perde di vista lamico fotografo, Riccardo. Non verrà più trovato, come inghiottito dalla sera stessa, o dalla musica che tutto riempie e ingloba. Ma per un uomo sparito, il nulla ne fa riapparire un altro. Un uomo con cui più di una persona parla e si relaziona. Un uomo che è morto sei mesi prima... Inquieto investigatore privato dalla vitasentimentale tumultuosa ma sfortunata, Lomax si troverà a indagare sul misterioso evento chelega i due casi, tra inspiegabili omicidi, donne bellissime e personaggi bizzarri e tormentati.Una pianura che, attraverso un velo dafa, sembra assorbire tutto, anche le vite degli altri. Unalone di mistero familiare e ineluttabile. Unatmosfera che non risucchia la malinconia, ma lepersone. Una storia trascinante e minuziosamente orchestrata, una scrittura sincopata edissonante, al limite dellessenziale, che del blues ha il ritmo, il cuore e lanima.
  • 9. NEL BUIO di Camilla Grebe Siri Bergman è tranquilla, rassicurante, dominata da quella calma apparente che dà ai suoi pazienti la certezza di potersi affidare a lei per combattere le loro paure. Perché da una psicoterapeuta è questo che ci si aspetta. Eppure, a trentaquattro anni, la sua vita è attratta da un buco nero che ogni giorno minaccia di inghiottirla: da quando suo marito è morto, lasciandola sola in una casa che parla di lui in ogni dettaglio, nulla è più come prima. Era stata unidea di Stefan quella di vivere fuori Stoccolma, immersi nella natura silenziosa che in Svezia regalaatmosfere da sogno. Ora però quel silenzio tiene Siri sveglia la notte, preda di una paurairrazionale dalla quale trova troppo spesso rifugio nellalcol. La sensazione che qualcuno la spiinel buio parrebbe essere una semplice ossessione, fino al giorno in cui qualcuno inizia davveroa minacciarla, lasciando tracce inquietanti della propria presenza. E quando, tra le onde chelambiscono il pontile davanti al suo cottage, Siri scorge il corpo inanimato di Sara Matteus, unasua giovane paziente con un passato di droga e di violenze, la situazione precipita. Una letteradaddio trovata sugli scogli fa pensare a un suicidio, ma lautopsia non lascia dubbi: Sara non siè data la morte, qualcuno lo ha fatto per lei. Le indagini della polizia si concentrano sullacerchia dei collaboratori e soprattutto dei pazienti di Siri, tracciando il ritratto di unumanitàfragile in cui è facile si annidino istinti violenti... LA PALUDE DELLA OSSA di Elly Griffiths È il crepuscolo sulla costa del Norfolk, la marea è ancora bassa e la distesa del mare riflette un cielo azzurro e freddo. La sepoltura che emerge dalle rocce è rimasta per decenni prigioniera dellacqua. Pallide ossa di un braccio si nascondono fra le sue pietre. La squadra di studiosi ha appena iniziato a scavare e raccogliere i reperti, ma Ruth Galloway, antropologa forense, lo capisce subito: quelle ossa non sono di una sola persona. In quella fossa si celano i resti di sei corpi. Ma cè di più. La fossa è molto vicina a Seas End House, lantica dimoradella famiglia Hastings. Tutti la conoscono, molti la temono, ma nessuno è davvero al correntedei misteri che si celano dietro le sue mura. Solo Ruth può sciogliere il dilemma, lei è lunica ingrado di leggere la lingua silenziosa delle ossa. Ma non è facile. Adesso Ruth, che ha semprevissuto sola con il suo gatto nella casa ai confini della palude del Saltmarsh, ha una bambinapiccola di cui occuparsi. Ecco perché è costretta a chiedere aiuto allultima persona a cuivorrebbe rivolgersi: lispettore Nelson, il padre della bambina. Le indagini li portano a scoprirelesistenza di unoperazione militare risalente alla seconda guerra mondiale, e dei suoi segretirimasti finora sepolti. Segreti che qualcuno vuole ancora proteggere e per i quali è disposto auccidere, se numerose persone coinvolte vengono colpite da incidenti mortali. Il pericolo vienedal passato, ma è minacciosamente presente. PRANZO DI FAMIGLIA di Renate Dorrestein Igor si sente un ragazzo fortunato: esistono almeno cento malattie diverse, ma lui non ne ha nemmeno una, e se per caso dovesse esserci un terremoto è equipaggiato con una super torcia. Di giorno monta roulotte in una cooperativa sociale, di sera torna a casa dove lo aspettano le torte meravigliose di sua nonna, il divano con il plaid e il telecomando. E non tutti hanno una nonna giovane come Nettie, con una coda di cavallo nera come linchiostro, jeans attillati e stivaletti con i tacchi a spillo. La madre di Igor è scomparsa dalla lorovita tanti anni fa, troppo immatura per prendersi cura di un figlio che non è proprio come tuttigli altri. Nettie, con un passato da hippie e ragazza madre a sua volta, ha cresciuto da solaquel nipote difficile, e gli ha insegnato che a essere normali son capaci tutti, ma "esserediversi, quella sì che è unarte". Tutto cambia quando Igor conosce Lisa, anche lei è senzadubbio un po strana: dopo un incidente in bicicletta lhanno operata alla testa ed è diventata"magnetica". Stufa di vivere per strada, convince Igor a ospitarla a casa di Nettie, e quandonella loro vita entra a sorpresa una neonata sembra davvero di assistere alla nascita di unanuova famigliola.
  • 10. BLACKLANDS di Belinda Bauer Steven Lamb ha dodici anni e scavare buche nellExmoor ha dato uno scopo alla sua vita. Spera di trovare un corpo. Sono passati quasi ventanni da quando lo zio Billy, allora undicenne, è scomparso, e anche se tutti sono convinti sia tra le vittime di Arnold Avery, serial killer ora in carcere, la nonna di Steven lo sta ancora aspettando. Intanto, la famiglia intorno a lei va in pezzi, incapace di superare una perdita così crudele. Per chiudere finalmente i conti con il passato, Steven decide di scrivere ad Avery una lettera anonima, e di chiedergli di rivelareil luogo in cui ha sepolto il fratello di sua madre. Ma appena Avety capisce di avere di fronte unbambino, in lui ritorna prepotente listinto omicida. Tra le brughiere avvolte dalla nebbia delsud dellInghilterra, comincia un gioco molto pericoloso tra un ragazzino disperato e un serialkiller annoiato... UN DOPPIO SOSPETTO di Arnaldur Indridason A Reykjavik, in un appartamento poco distante dal centro, viene rinvenuto il cadavere di un uomo: ha circa trentanni, indossa una maglietta da donna e giace in una pozza di sangue con la gola tagliata di netto. Sotto il divano vicino a lui, una pashmina che profuma di spezie. Lagente Erlendur Sveinsson della polizia di Reykjavik è partito per i fiordi orientali, inseguito da quei fantasmi del passato che lo tormentano incessantemente, e a occuparsi del caso è la collega Elinborg, detective con lhobby della cucina e madre di tre figli adolescenti, chetra mille difficoltà cerca di destreggiarsi tra il lavoro e la famiglia. A lei tocca il compito discavare nelle pieghe della vita apparentemente irreprensibile del giovane ucciso: un buonlavoro, una perfetta forma fisica, un appartamento arredato con gusto. Le indagini sembranocollegare lomicidio a una serie di stupri avvenuti in città, mentre unaltra pista, menoscontata, conduce alla misteriosa scomparsa di una diciannovenne svanita nel nulla sei anniprima. E se invece la chiave del mistero fosse sepolta in un piccolo cimitero sul mare, in unvillaggio dellentroterra dove il tempo si è fermato? Affidandosi - è il caso di dirlo - al propriofiuto, Elinborg porta alla luce unagghiacciante storia di violenza, silenzi e vendetta, che silascia dietro una scia infinita di vinti e nessun vincitore. LA MIA ANIMA E’ OVUNQUE TU SIA di Aldo Cazzullo Alba, aprile 1945. In città è arrivato il tesoro della Quarta Armata. Il denaro, il frutto delle requisizioni, le ricchezze che una forza di occupazione accumula in guerra: tutto questo viene spartito tra la Curia e i partigiani. Il vescovo affida la propria parte a un giovane promettente, cresciuto in seminario: Antonio Tibaldi. Il capo dei partigiani rossi, Domenico Moresco, tiene la propria parte per sé, tradendo lamicizia del compagno Alberto e la memoria della donna che entrambi hanno amato con lassolutezza della gioventù e della battaglia: Virginia, occhichiari, sorriso a forma di cuore e coraggio da combattente, torturata e uccisa dai fascisti. Alba,25 aprile 2011. In un bosco sulla Langa viene ritrovato il cadavere di Moresco, divenutoindustriale del vino, capostipite di una delle due grandi famiglie della città. Sul caso, oltre allapolizia, indaga Sylvie, detective tanto spregiudicata quanto seducente, ingaggiata dal capodellaltra dinastia: Tibaldi. Alba, 1963. Un grande scrittore, outsider della letteratura italiana,impiegato della Tibaldi Vini, sente vicina la morte. E allora cerca di ricostruire la storia deltesoro, della guerra partigiana, di un amore perduto. E intuisce i fili di una vicenda destinatamolti anni dopo a finire in un delitto, sulla cui scena si agitano fantasmi del passato, comunisti,sacerdoti, fascisti, mogli tradite e traditrici, figli forse illegittimi, passioni romantiche e sadiche. LE RAGAZZE DI KABUL di Roberta Gately Due destini che si incrociano, sulle labbra il colore rosso della passione. Elsa è americana, ha ventidue anni e fa linfermiera in un piccolo villaggio dellAfghanistan. Ogni giorno i suoi occhi vedono povertà, dolore, orrore e devastazione. Ma Elsa è una donna coraggiosa e ostinata e continua a lavorare senza sosta. Si adatta ai costumi locali e indossa il burqa, senza però rinunciare alla sua grande passione: il rossetto. Nascosta sotto abiti pesanti, Elsa ogni mattina continua a colorare le sue labbra. Rosso ciliegia, malva, rosa, sfumature
  • 11. che laiutano a sorridere e ad andare avanti, anche quando la legge sanguinaria dei talebaniarriva nel suo villaggio. Parween è una giovane e ribelle afgana, che come Elsa non si piegaalla repressione del regime. I talebani le hanno ucciso il marito e lei vuole vendetta. Saràproprio un rossetto, ritrovato per caso dopo la spaventosa esplosione di un autobus, a farleincontrare. È linizio di unamicizia che cambierà per sempre la vita di entrambe. UN REGALO DA TIFFANY di Melissa Hill Quale ragazza non sogna, una volta nella vita, di ricevere in dono un gioiello di Tiffany? A New York, sulla Fifth Avenue, il giorno della vigilia di Natale due uomini stanno comprando un regalo per la donna di cui sono innamorati. Gary, che aveva quasi dimenticato il regalo per la sua fidanzata Rachel, sta acquistando per lei un braccialetto portafortuna. Ethan invece sta cercando qualcosa di speciale: un anello di fidanzamento per Vanessa, uno splendido solitario col quale si inginocchierà davanti a lei e le farà una romantica proposta di matrimonio. Maquando per sbaglio, alluscita dal negozio, i due regali vengono scambiati, Rachel si ritroverà aldito lanello destinato a Vanessa. E per Ethan riportarlo alla donna per la quale lo ha scelto nonsarà affatto semplice. Soprattutto se il destino ha altre idee a riguardo... ALEPH di Paulo Coelho Nel suo romanzo più personale, Paulo Coelho torna con un meraviglioso viaggio alla scoperta di sé. Come Santiago, il pastore dell "Alchimista", anche Paulo sta affrontando una profonda crisi di fede ed è alla ricerca di un cammino che laiuti nella sua rinascita spirituale. Lunica vera possibilità è di ricominciare tutto da capo. Così intraprende un viaggio che lo condurrà attraverso lAfrica, lEuropa e lAsia lungo il percorso della Transiberiana, un viaggio che gli riporterà energia e passione. Quello che Paulo non sa è che incontrerà Hilal, una giovane violinistapiena di talento, che ha amato cinquecento anni prima, ma che ha tradito con un gesto dicodardia talmente estremo da impedirgli di raggiungere la felicità in questa vita. Insiemeinizieranno un viaggio mistico nel tempo e nello spazio che li porterà più vicino allamore, alperdono e al coraggio di superare tutti gli ostacoli che la vita, inevitabilmente, ci presenta.Meraviglioso e illuminante, Aleph ci invita a riflettere sul significato del nostro viaggiopersonale. Siamo davvero quello che vogliamo essere, facciamo davvero quello che vogliamofare? Molti libri si leggono. Aleph si vive. ci presenta. "Aleph" è un romanzo che parla di comeaffrontare le proprie paure, credere nel proprio istinto e aprire la mente alle infinite strade checollegano tutti noi mentre affrontiamo insieme il viaggio della vita, pur seguendo percorsidiversi. UNA PASSIONE TRANQUILLA di Helen Simonson Ernest Pettigrew, ex maggiore dellesercito britannico, è un uomo tutto dun pezzo. Non perde tempo in frivolezze, né in inutili chiacchiere di paese. Ama la vita tranquilla, retta da valori solidi e intramontabili: decoro, senso del dovere e una tazza di tè fatto come Dio comanda. Ma la morte del fratello sembra aprire una breccia nel suo cuore, ed è allora che si abbandona allamicizia per Jasmina Ali: la signora di origini pachistane che gestisce lemporio del villaggio. Ad accomunarli non è solo lo stato civile (sono entrambi vedovi), ma anche lapassione per la lettura. E così, il tè della domenica pomeriggio nella biblioteca del maggiorePettigrew diventa ben presto un appuntamento fisso, atteso con trepidazione per tutta lasettimana. Letto da Mrs Ali, Kipling è tutta unaltra cosa. Tuttavia, quando dalle amabilichiacchierate sui libri preferiti si accende qualcosa di più di una semplice amicizia, linsolitacoppia si ritrova al centro dei pettegolezzi e dei pregiudizi della piccola comunità di campagna.Perché, anche se Mrs Ali è nata a Cambridge e non si è mai spinta più in là dellIsola di Wight,agli occhi di quel mondo chiuso resta sempre una straniera. Per non parlare del biasimo dellerispettive famiglie. A quel punto, starà al maggiore Pettigrew scegliere se piegarsi sobriamentealle tradizioni o combattere unultima, decisiva battaglia. Ma stavolta in nome dellamore.
  • 12. LA VALLE DELLE DONNE LUPO di Laura Pariani "La montagna, più che un luogo geografico, è unesperienza: quella di un mondo potente nella sua resistenza a certe pazze vertigini della modernità, ma assolutamente marginale". E proprio come la montagna sono marginali e potenti le figure che lhanno abitata, e che abitano questo libro. Sono le donne lupo, capaci di "affrontare a viso aperto il grave del mondo". Sono balenghe, diverse, eccentriche, "tutte falciate dalla stessa sentenza di emarginazione, servite alla comunità per mettere in scena sempre lo stesso canovaccio". Eppure, forseproprio per questo, cariche di unoscura forza leggendaria. Una ricercatrice sinoltra per le vallipiemontesi facendo interviste con il suo registratore. Le hanno parlato di una donna, la Fenisia,che vive isolata nel Paese Piccolo, vicino al vecchio cimitero è lei la memoria di quei posti. Ènata nel novembre del 1928, non ha mai vissuto altrove e "il lavoro della sua famiglia èsempre stato quello del sotterramorti". Comincia così il rapporto tra la scrittrice e lanzianadonna e, scabro e incalzante, si dipana il racconto di una vita da cui emergono figure femminiliimpossibili da dimenticare: la madre Ghitìn, la nonna Malvina, la bionda cugina Grisa, "unbisqui di settebellezze", rinchiusa in manicomio per aver osato ribellarsi a un padre violento."Agli uomini il sudore e alle donne il dolore", la vita in valle è sempre stata durissima, specieper chi ha la sfortuna di nascere femmina. TROPPA FELICITA’ di Alice Munro Gioca a shanghai con le sue storie, Alice Munro, da sempre. Getta sulla pagina posti, alberi, situazioni e donne, cucine, abiti e animali, e con mano ferma se li riprende, li riordina provvisoriamente dentro la storia successiva, di raccolta in raccolta. Intanto passano gli anni e le verità che accendono improvvise i suoi racconti si sono fatte longeve. Non perché durino, ma perché non smettono di accendersi di nuovo, emanando altra luce, unaltra luce. Con "Troppa felicità", tuttavia, il lettore avverte il passaggio in corsa di unelettricità inedita, una scaricadi tremenda libertà. Queste storie sembrano spingersi un passo oltre il segreto contenuto instorie passate, e non per consumarlo rivelandolo, ma per complicarne lesito a partire dallaconsapevolezza temeraria della vecchiaia. E se altrove limmaginazione aveva provato araffigurarsi lorrore della morte di un bambino, qui i figli a morire sono tre, e a ucciderli è ilpadre. Se altrove una madre imparava a sopportare labbandono della figlia, qui allabbandonodel figlio segue il coraggio di rappresentare lincontro, anni dopo, con uno sconosciuto di cui untempo si conosceva a memoria ogni millimetro di intimità. Se altrove la fragile e caparbiaconvenzionalità dellinfanzia coagulava in dispetti odiosi ai danni di una qualsiasi creaturadebole, qui tocca il fondo di una banalità del male senza scampo. LA LUNGA OSCURA PAUSA CAFFE’ DELL’ANIMA di Douglas Adams Il secondo capitolo delle avventure del "detective olistico" Dirk Gently che si trova invischiato in un pericoloso intrigo internazionale. Tutto inizia in un aeroporto londinese con un misterioso personaggio che tenta di imbarcarsi sul volo per Oslo. Chi è? E cosha a che fare con lesplosione in un impianto nucleare? Leffervescente fantasia di Adams trascina il lettore in un fantasmagorico viaggio tra le antiche divinità nordiche, Odino in testa, svelando i difficili legami familiari tra questi e Thor, il patto diabolico stretto con due ricchisignori inglesi, e quanto sia difficile essere immortale e non avere più nessuno che ti adori. NEMMENO UN BACIO PRIMA DI ANDARE A LETTO di Manuela salvi Aleksandra balla su un tavolo. Indossa solo un perizoma. Su di lei passano luci, voci e nani estranee. Aleksandra balbetta sempre, tranne quando sale sul palco e recita in una piccola compagnia teatrale. Aleksandra ha un corpo perfetto, le amiche glielo invidiano e gli uomini lo desiderano. Aleksandra indossa camicioni informi e non è mai andata a letto con un ragazzo. Aleksandra sorride mentre si sdraia sul letto e si lascia sfilare il vestito. Aleksandra piange mentre guarda lafoto del padre che non ha mai conosciuto. Aleksandra farebbe di tutto per amore. Aleksandrafarebbe di tutto per sapere cosè lamore.
  • 13. TUTTO QUELLO CHE AVREMMO POTUTO ESSERE IO E TE, SE NON FOSSIMO STATI IO E TE di Albert Espinosa Marcos ha un dono. Il dono di sentire, vedere, leggere le emozioni, i ricordi e i segreti delle persone semplicemente guardandole negli occhi. Marcos ha appena perso sua madre, una famosa coreografa che gli ha insegnato tutto della vita, e ha deciso che senza di lei il mondo non sarà più lo stesso. Per questo ha intenzione di prendere un farmaco che gli permetterà di stare sveglio per sempre. Tutto è pronto per liniezione che non lo farà mai più dormire, quando arriva unatelefonata. La polizia ha catturato uno "straniero", un extraterrestre, e solo Marcos puòinterrogarlo, leggendo nella sua mente. Ma lo straniero - uno strano alieno, in tutto e per tuttouguale a un umano - è in grado di bloccargli laccesso ai propri pensieri e di leggere nei suoi.Sarà lui a parlare a Marcos di sua madre. E della vita prima della morte, prima di questa vita;e di cosa sono fatti sogni, i ricordi e... Onirico e surreale, spiazzante, immaginifico ecommovente, un romanzo che parla di vita, di sesso, di morte, damore, di arte, di venditori disogni e, soprattutto, di libertà. SONO TORNATA, AMORE di Takuji Ichikawa Quando Karin, ex modella ed ex attrice, chiede a Satoshi di poter lavorare nel suo negozio, Satoshi non riconosce subito in lei né la famosissima top model né lamica dinfanzia, il suo primo amore, il suo primo bacio. Eppure per gli ultimi quindici anni non ha pensato ad altro, intrappolato nel ricordo perfetto di unamicizia perduta, quando lui, Karin e Yuji formavano un trio indissolubile. Ma il destino, che ha offerto loro una seconda occasione, si trasforma in dramma quando Yuji ha un incidente ed entra in coma. Allimprovviso, Satoshi scopre cheil suo grande amore nasconde un terribile segreto: solo lei può salvare Yuji, ma a un prezzoforse troppo alto... GIALLO CILIEGIA di Gabriella Genisi Bari, 2010. È la vigilia di una torrida estate e pochi eventi italiani, tranne i vicini Mondiali di calcio, sembrano scuotere il ritmo levantino della città. Il sole è già alto quando due abitanti della Barivecchia si presentano in questura, con laria di essere uscite per la prima volta da quelle antiche mura. Lolita Lobosco, finiti i rituali del mattino - le spremute darancia e la vista del mare - arriva sul posto di lavoro come sempre di buon umore. Se non fosse per quelle due presenze inquietanti, venute apposta per lei, Lolita sarebbe già a sbrigare la montagna dipratiche che si sono accumulate sulla scrivania. Sabino Lavermicocca, bel pescatore con il viziodelle fujtine amorose, è scomparso nel nulla. Indagando nel mondo sotterraneo e omertosoannidato nel cuore di pietra della medina barese, Lolita si imbatterà in una serie di inquietantipersonaggi che la condurranno fino in Montenegro. Affiancata dallinsostituibile Tonino Espositoe dal sedicente sciupafemmine Antonio Forte, la commissaria Lobosco si troverà cosìinvischiata in una pericolosa rete di criminali e sfruttatori. IL DOMINIO DI BOURNE di Robert Ludlum Luci stroboscopiche, una bionda dagli occhi azzurro ghiaccio e una Beretta calibro 22. Questo sogno ricorrente che tormenta Jason Bourne, lex agente della CIA dalla memoria spezzata. Un flashback di immagini intermittenti che lo sfida a comporre il puzzle della sua stessa identità, e ad affrontare una nuova missione. Una missione dal nome affascinante: Terre rare. Sarà questa, infatti, la posta in gioco nelle guerre del prossimo futuro: le terre ricche di preziosi elementi chimici indispensabili a sviluppare tecnologie davanguardia, soprattutto in campomilitare: droni, missili radar-guidati, disturbatori di frequenze radio, cannoni ipersonici, perquesto la Severus Domna, una potente organizzazione terroristica con ramificazioni in tutto ilpianeta, vuole mettere le mani sul sito californiano i Indigo Ridge - lunico al mondo in grado dicontrastare il primato cinese ellestrazione di lantanio, neodimio e altri ossidi strategici. Persventare il piano della Domna, Bourne chiede aiuto a Boris Karpov, un amico di vecchia datada poco a capo dei servizi segreti russi. Ma distinguere gli amici dai nemici non è sempre facileper chi, come Bourne, non può fidarsi neppure dei propri ricordi.
  • 14. JANE E I FANTASMI DI NETLEY di Barron Stephanie Netley, costa di Southampton, autunno 1808. Jane sta ammirando le rovine abbandonate dellabbazia di Netley, quando viene raggiunta da un personaggio sconosciuto che, avvolto in grande mantello, le consegna una missiva e si dilegua. Si tratta di un messaggio di Lord Harol Trowbridge, funzionario di Sua Maestà e amico di vecchia data di Jane, che le assegna una pericolosa missione: dovrà contattare e ottenere le confidenze di una sospetta spia francese: la bella vedova Sophia Challoner, donna misteriosa e intrigante, che al momento si trovaospite proprio nella pensione di Netley. Quando, di lì a poco, una fregata della Marina vienedata alle fiamme nelle acque di Southampton e il maestro dascia è trovato ucciso con la golatagliata, Jane capisce che il pericolo è più vicino di quanto lei pensasse. È solo linizio di unaguerra clandestina, scandita da morte e terrore, per fermare la quale Jane dovrà mettere ingioco tutto, persino la sua stessa vita e quella dei suoi cari, in nome della salvezza del suoPaese. NON MOLTO LONTANO DA QUI di Massimo Cacciapuoti "Stamattina apro io, ho le chiavi del nuovo giorno." Giacomo vuole essere padrone del proprio destino per costruire il suo piccolo angolo di serenità, quello a cui tutti abbiamo diritto. Lui è "il figlio bravo" dei Rossi, quelli che hanno la vineria appena dietro la piazza. Il suo piano è semplice: laurearsi e far felici i genitori. A studiare lo aiuta Cristina, lamica del cuore fin dalle elementari - ma tra loro niente sesso, per carità, solo un bacetto dimostrativo. Allimprovviso, però, arrivano a cambiargli la vita altre promesse di felicità: lamico Francesco,DJ nei locali di tendenza in giro per lEuropa; e poi Alice, che forse è la donna della sua vita...Invece le cose non sono così semplici. Soprattutto per chi appartiene a una generazione a cuitutto sembra insieme così facile e così difficile. Una generazione precaria, che vorrebbecostruire dei legami ma si spaventa di fronte allamore e allamicizia. Raccontandosi mentrepassa dalla vineria di suo padre - con cui ha da sempre un rapporto difficile - alle discoteche eai capannoni dei rave, dai bar dove divide il panino con i colleghi ai pub che frequenta con gliamici, Giacomo imparerà a conoscere sé stesso e i propri sentimenti. Per capire davvero checosa vuol dire essere felici. LA MENTE PERICOLOSA DELLE DONNE di Asa Lantz Yi Yong è arrivata a Göteborg dalla Cina a soli quattordici anni, strappata alla famiglia con la promessa di una vita migliore. Ma ha vissuto linferno, nel corpo e nella mente. Ora, brillante e controversa regista trentenne, vuole vendetta: il suo documentario, che andrà in onda sulla più importante rete tv nazionale, denuncerà lo sfruttamento di esseri umani e il traffico di organi tra la Cina e la Svezia. Racconterà le storie di giovani cinesi arrivate lì sole e sparite dai centri di accoglienza senza lasciare traccia. Darà sfogo a tutta la rabbia di Yi, grideràfinalmente il dolore che per anni la giovane donna ha soffocato dentro di sé. Fino a mostrare isegni della violenza che lei stessa ha subito. A costo di scioccare. Ma la sera della première,dopo la messa in onda della prima parte, Yi riceve un brutale avvertimento. Un barattolo divetro, su cui è tracciato un ideogramma cinese. Dentro, in un liquido leggermente torbido,galleggia un minuscolo feto umano. Poche ore dopo, il corpo di Ingmar Ingmarsson -compagno di Yi, nonché produttore televisivo - viene ritrovato privo di vita in strada. Caduto ospinto dalla finestra della sua camera dalbergo. Ora Yi ha paura. E non ha altra scelta se nonsparire dalla circolazione. Cè solo una persona di cui si fidi, per qualche motivo che nemmenolei sa spiegare. Si tratta di Viggo Sjöström, ex poliziotto riciclatosi come autore di teatro,peraltro con scarso successo e perenne carenza di ispirazione... MR JONES E LO ZOO DELLA TORRE DI LONDRA di Julia Stuart Quando Buckingham Palace annuncia che gli animali esotici verranno trasferiti dallo zoo alla Torre di Londra, alla guardia Balthazar Jones, proprietario della tartaruga più vecchia del mondo, viene conferito il prestigioso incarico di occuparsi della faccenda. Ma la Torre di Londra è già abitata, in verità, da altri "esotici" individui, fra cui il reverendo Septimus Drew, scrittore nottetempo di
  • 15. romanzi erotici, il guardiano dei corvi, che sorveglia i maestosi pennuti senza i quali la Coronabritannica è destinata a cadere, Ruby Dore, la cameriera dellamena locanda "Rack & Ruin",per non parlare dello stesso Mr Jones e della moglie greca Hebe, impiegata allufficio oggettismarriti della metropolitana. Una volta era la casa anche del figlio Milo, ma poi arrivò quelgiorno terribile il cui ricordo ancora opprime entrambi. Forse le nuove incombenze e lafflussodi pubblico riusciranno a salvare Balthazar Jones dal peso del passato... ma lui riuscirà asalvare il suo matrimonio e a tenere insieme la sempre più rissosa comunità della Torre?Tenero, divertente, commovente, "Mr Jones e lo zoo della Torre di Londra" racconta di luoghi epersonaggi tanto eccentrici e particolari quanto sono universali le passioni e i sentimenti che lianimano. BRITTANIA ROAD di Amanda Hodgkinson "Il bambino significava tutto per lei." Così si apre "Britannia Road", con la semplicità di una frase che contiene lassoluto: lamore incondizionato di una madre per il suo bambino. Un amore protettivo, spaventato e ferito, come di animale braccato. Perché, come prede scampate miracolosamente al pericolo, Silvana e Aurek, madre e figlio, sono sopravvissuti agli orrori della guerra. Ora che è finita, si imbarcano sulla nave che li porterà dalla Polonia in Inghilterra: al numero 22 di Britannia Road, a Ipswich, li aspetta Janusz, che non vede la mogliee il piccolo dallinizio del conflitto. Dopo essere scappato dalla Polonia e dalla guerra, hatrovato lì una casa per la sua famiglia, ha lavorato come un pazzo per sistemarla, per renderlaaccogliente, e soprattutto per dimenticare. Ricominciare daccapo sembra un sogno: dopo tantasofferenza è bellissimo ritrovarsi. Ma sono così cambiati che quasi non si riconoscono: fra lorosi è scavato un solco lungo sei anni, fatto di segreti dolori che li separano. Di silenzi chenascondono ferite profonde. Eppure. Eppure quel desiderio di protezione, il calore di una casa,lidea di un nuovo inizio, daranno a Janusz e Silvana la forza di affrontare quanto è successodurante la guerra, accettare di essere diversi da prima e permettere al loro bambino,amatissimo e selvaggio, di essere quello che è veramente. LA CASA DELLE SCIMMIE di Sara Gruen Isabel Duncan, una scienziata che lavora al Great Apes Language Lab, non riesce a interagire con gli esseri umani, ma si trova a suo agio con le scimmie, in particolare con i bonobo. Isabel preferisce il loro mondo a quello dei suoi simili, almeno fino al giorno in cui incontra John Thigpen, un giornalista sposato intento ad affrontare un gruppo di ambientalisti in eterna protesta con il laboratorio, curiosi di sapere che cosa succeda al suo interno. Quando nelledificio si verifica unesplosione, Isabel rimane gravemente ferita e sei delle scimmie ospitatevengono "liberate": da quel momento linteresse puramente umano di John si trasforma nellastoria della sua vita, una storia per la quale è disposto a rischiare la sua carriera e il suomatrimonio. Poco dopo l"incidente", mentre Isabel è in convalescenza, debuttaimprovvisamente, e in circostanze misteriose, il reality show La casa delle scimmie, conprotagonisti proprio gli animali fuggiti dal laboratorio, e diventa subito il più grande, eimprobabile, fenomeno nella storia dei media moderni. La casa delle scimmie è una storiadamore e, insieme, una finestra su un mondo nascosto e meraviglioso, quello della natura edegli animali. LA STORIA DELLA STORIA di Ida Hattemer-Higgins Margaret Taub accompagna i turisti americani in giro per la Berlino odierna, nel macabro tour prediletto da ogni agenzia turistica che si rispetti: una sosta allex ministero dellEducazione del Popolo e della Propaganda nazista, unaltra al ministero dellAeronautica di Hermann Göring, una rapida passeggiata presso le sedi delle SS e della Gestapo, e così via. Studentessa americana alla Freie Universität, e guida turistica a tempo perso, Margaret dispensa con professionalità le sue informazioni: questedificio non è di Speer, larchitetto preferito di Hitler, madi Reichle; questopera è un perfetto esempio di Monumentalismo ecc. Un giorno, però, alcospetto dellex ministero dellEducazione del Popolo e della Propaganda nazista, le accadequalcosa di inaspettato e spaventoso. A una delle finestre del secondo piano del ministero,Margaret vede una donna, i capelli lisci biondi, gli occhi neri piccoli e imperturbabili, il corpo
  • 16. fatto di piume sporche. La donna-falco, dalle fattezze incredibilmente simili a quelle di MagdaGoebbels, la moglie del ministro per la Propaganda hitleriana che avvelenò i figli poco primadella disfatta del regime, si sporge alla finestra e le fa un sorriso familiare. Sembrerebbeunallucinazione momentanea, frutto di un lavoro alquanto stressante, se i sogni di Margaretnon fossero da quel momento in poi popolati dal tragico volto di unaltra donna legata alpassato nazista della città: Regina Strauss, una madre ebrea che si uccise con le sue figlie... IL SACRIFICIO di Anna Jansson In una fredda giornata dinverno, lispettore Hartman e lagente Maria Wern vengono convocati per risolvere il caso più efferato e inquietante che abbiano mai visto: nelle campagne vicino a Kronkoping è stato ritrovato un cadavere appeso a un albero e trafitto da una lancia. Accanto alluomo ci sono anche i corpi senza vita di alcuni animali. Un crimine davvero singolare, che fa pensare a un sacrificio rituale, collegato alla mitologia nordica. Un omicidio inspiegabile, che ricorda un delitto simile avvenuto a Uppsala ben nove anni prima. Come sono collegati traloro i due casi? Per scoprirlo, Maria si lancerà nelle indagini, ma verrà risucchiata in una spiralefatta di strani indizi che rischiano di compromettere la sua carriera e interferire con la sua vitaprivata. LE BELVE di Don Winslow Ben e Chon sono amici per la pelle: un genio delle economie di scala e un prodigio di forza fisica e addestramento militare. Diversi, complementari, accomunati dalla stessa filosofia - vivi e lascia vivere - condividono tutto, inclusa Ophelia, la ragazza dei loro sogni. In California hanno creato un piccolo regno coltivando e smerciando un prodotto speciale: la miglior marijuana degli Stati Uniti. Ora, però, la loro remunerativa attività è finita nel mirino dei cartelli messicani. Che hanno un modo tutto loro di comunicare le proprie intenzioni: spedire un video nel qualemostrano la sorte riservata a chiunque non si conformi alla loro volontà. A Ben e Chon nonrestano che due alternative: incassare i dividendi e ritirarsi in buon ordine o accettare la sfidain campo aperto e prepararsi a una battaglia senza esclusione di colpi, nella quale a essere ingioco non sarà solamente la loro impresa commerciale, ma la loro stessa vita. Ben e Chon, duepersonaggi avvolti da un insolito, accattivante alone di romanticismo. Loro due soli contro igrandi cartelli della droga. Una storia dal ritmo implacabile, piena di azione e colpi di scena. Unnuovo tassello della saga di confine inaugurata da "Il potere del cane". ANGEL di Anne Rice Forse nemmeno lui ricorda più il suo vero nome, lha perso tanti anni fa insieme allinnocenza. Ora si fa chiamare Lucky the Fox, e il suo mestiere è assassinare su commissione. Un enorme dolore nel suo passato lha spinto su questa strada di disperazione, e uccidere è la sua sola missione. Ma in fondo al suo cuore è rimasto qualcosa del ragazzo che suonava divinamente il liuto e amava leggere Tommaso dAquino. E proprio il ricordo di quel che è stato e che avrebbe potuto essere manda in crisi Lucky the Fox, e lo spinge al suicidio. Ma proprio quandotutto sembra perduto, entra in scena Malachia, il suo angelo custode, che gli offre una secondapossibilità: viaggiare nel tempo e salvare unesistenza perduta del passato... VACANZE MATTE di Richard Powell I Kwimper, una famiglia di sfaticati che vive di sussidi per la disoccupazione, composta da padre, tre figli e una baby-sitter, durante un viaggio in auto prendono per sbaglio una strada in costruzione e si ritrovano, senza benzina, nel cuore del nulla americano. Una terra di nessuno che non figura nemmeno sulle carte geografiche, e che dunque può essere colonizzata, reclamandone la proprietà. La situazione ideale per cominciare da capo, come veri pionieri, e costruirsi un nuovo mondo: peccato che la terra promessa vada difesa dallepretese di due funzionari del governo fin troppo zelanti, e di una banda di gangster dastrapazzo... Pubblicato nel 1959, salutato da un clamoroso successo di pubblico, "Vacanzematte" mantiene intatta la sua carica comica e dirompente. La guerra che i Kwimper, balordi diirresistibile testardaggine, ingaggiano con le autorità e il crimine organizzato, la loro
  • 17. disarmante ingenuità rischiano di diventare il simbolo vincente di una resistenza alconformismo dominante che mai come oggi appare necessaria. LA TRAMA DEL MATRIMONIO di Jeffey Eugenides Madeleine Hanna era lunica laureanda a non aver capito. Siamo, significativamente, allinizio degli anni Ottanta, e mentre tutti gli altri attorno a lei leggono Roland Barthes e studiano lo strutturalismo ("la prima cosa che profumava di rivoluzione"), Madeleine rimane felicemente attaccata a Jane Austen, George Eliot e Henry James. Un po troppo elegante per i gusti dei suoi amici bohémien, Madeleine è la studentessa perfetta e avvenente la cui vita amorosa non è mai stata allaltezza delle proprie aspettative. Ma ora, allultimoanno di università, si è iscritta al corso di semiotica: visto che tutti ne parlano, sedotti eaffascinati, vuole almeno capire di cosa si tratta. Non sa che da quel momento,indipendentemente dallo studio, per lei vita e letteratura non saranno più le stesse. Tuttocambia quando, imbattutasi nei Frammenti di un discorso amoroso ed essendone rimastafolgorata, decide di cedere al fascino di Léonard Bankhead, un giovane dallo strano carismache soffre di profonde crisi depressive, fino a convincersi di esserne davvero innamorata. Masiccome la vita spesso sembra giocare con quei romanzi che Madeleine ha tanto amato,ricompare anche allimprovviso Mitchell Grammaticus, un vecchio amico che ha preferitodedicarsi allo studio delle religioni, ossessionato dallidea che Madeleine è la donna della suavita. Nel corso di un anno, da quando si laureano e muovono i primi passi nel mondo, sivedranno costretti a rimettere in discussione tutto quello che hanno imparato... CI SI METTE UNA VITA di Federico Russo Un incidente riunisce quattro amici di infanzia nella loro città natale. E dà loro le risposte che cercavano da sempre. Quando Rubens, redattore sportivo alla soglia dei trentanni, scopre che Carlo è grave in seguito a un tuffo, lascia Milano e la carriera in ascesa per tornare a Firenze. Si porta dietro solo lossessione per Anita: la sua ex lha mollato da mesi ma lui continua a sognarla ogni notte con una faccia diversa. Insieme a Gazza e Pico, tornati anche loro, passa una strana, lunga, irripetibile estate accanto a Carlo. E tutto sembra di nuovo come prima, oquasi. Al centro traumatologico si forma uninattesa e sghemba comunità, affollata di buffipersonaggi: un cinese che non sa una sillaba di italiano ma si lamenta tutta la notte, un coattoche suona in un gruppo ska dal nome improbabile, una loquace e devota signora peruviana,uninfermiera maggiorata... Tra corse in sella allintramontabile vespa Monica Vitti, fughedallospedale con Carlo come ostaggio, litri di Guinness, notti insonni e la vittoria italiana aimondiali di calcio, Rubens e i suoi amici fanno per la prima volta i conti con quel che hannoperso e quel che non avrebbero mai immaginato di ritrovare. E decidono finalmente dicrescere.