Your SlideShare is downloading. ×
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Nar 07 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
428
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. L’ATLANTE DI SMERALDO di John Stephens È la notte di Natale e Kate avrebbe voluto rimanere sveglia, ma i suoi occhi di bambina alla fine si sono arresi al sonno. Sono le mani di sua madre a scuoterla e svegliarla di colpo: sta succedendo qualcosa, qualcosa di brutto. Kate ha solo quattro anni, suo fratello Michael due, Emma è appena nata. Questa è lultima volta in cui vedranno i loro genitori. Dieci anni e moltissimi orfanotrofi dopo, i tre fratelli si imbarcano per quello chepare sia lultimo istituto disposto ad accoglierli: Cambridge Falls. Ma quando arrivanonella enorme casa tutta sbilenca, piena di torri, sotterranei e sale colme di bizzarrie,molte sono le domande che si affacciano alla loro mente. Come mai non ci sono altribambini? Chi è lenigmatico dottor Pym, il direttore di quello strano orfanotrofio? Esoprattutto, cosè quellinquietante libro dalle pagine bianche e dalla copertina verdeche sembra brillare di luce propria nel buio della camera segreta? Questa è la storia diKate, che da sempre si prende cura dei fratelli, aggrappandosi alla disperata certezzache un giorno i suoi genitori torneranno a prenderli, ed è la storia di Michael e dellasua passione per le storie fantastiche, e della piccola Emma, che sembra temere solouna cosa: perdere i suoi fratelli. È la storia di tre ragazzi inseguiti da un potere oscuroe minaccioso e del libro che cambierà per sempre il loro destino. FALLEN di kate Lauren In seguito a un tragico e misterioso incidente, Lucinda è stata rinchiusa a SwordEtCross, un istituto a metà fra il collegio e il riformatorio. Nellincidente un suo amico è morto. Lei non ricorda molto di quella terribile notte, ma la sua ricostruzione dei fatti non convince la polizia. La vita nella nuova scuola è difficile: il senso di colpa non le lascia respiro, proprio come le telecamere che registrano ogni singolo istante della suagiornata. E tutti gli altri ragazzi, con cui è più facile litigare che fare amicizia,sembrano avere alle spalle un passato spiacevole, se non spaventoso. Tutto cambiaquando Luce incontra Daniel. Misterioso e altero, prima sembra far di tutto per tenerlaa distanza, ma poi è lui a correre in suo aiuto, e a salvarle la vita, quando le ombrescure che Luce vede in seguito allincidente le si stringono intorno. Luce, attratta daDaniel come una falena dalla fiamma di una candela, scava nel suo passato e scopreche standogli vicino, proprio come una falena, rischia di rimanere uccisa: perchéDaniel è un angelo caduto, condannato a innamorarsi di lei ogni diciassette anni, soloper vederla morire ogni volta... Insieme, i due ragazzi sfideranno i demoni chetormentano Luce, e cercheranno la redenzione. LE TRE STAZIONI di Martin Cruz Smith Su un treno espresso diretto a Mosca la giovanissima Maya, quindici anni, e la figlioletta di sole tre settimane viaggiano su uno squallido vagone in classe supereconomica, quando un soldato ubriaco tenta di violentare la ragazza. Soccorsa da unamabile vecchietta, la ragazza si accorge al suo risveglio da un sonno drogato che lanziana è scomparsa portandosi via la sua bambina. Nel frattempo, alla stazione darrivo, in piazza Komsomol -unarea popolata da ogni tipo di malavitosi, prostitute, bambini mendicanti e drogati -viene ritrovato il cadavere di una giovane prostituta. Incaricato delle indagini,lispettore Arkady Renko capisce che i due casi sono collegati e riconducono a unchiacchierato oligarca russo. 1
  • 2. ANCHE IL CAVIALE STANCA di Mariangela Mianiti "I mariti ricchi li hanno inventati per essere rapinati." A dirlo è Prunella, quarantenne ricca, viziata e brava soprattutto a spendere i soldi del consorte per "tenere il corpo allaltezza dello spirito. E viceversa." Sposata con Giulio, banchiere dassalto, e madre di due stralunate adolescenti, vive come una regina in una delle ville più belle di Milano. Ma un giorno Giulio, inquisito per bancarotta, scappa allestero - e Prunella, senza più denaro né patrimonio, è costretta ad affrontare la vita come ogni comunemortale e a inventarsi un lavoro. Dopo mille peripezie e colpi di scena, saranno lefiglie e la saggia nonna Rachele ad aiutarla a diventare più adulta e consapevole. Manulla sarà più come prima, a cominciare dagli inquilini che si installeranno nella suavilla. Prunella non vuole però rinunciare agli antichi fasti, anche a costo di affrontareun catena di esilaranti disavventure e di abbandonarsi a un amore che le costerà piùdel previsto. AVRO’ CURA DI TE di Sophie Fontanel Anche i genitori invecchiano e per un figlio è sempre difficile accettarlo. Come affrontare le loro nuove debolezze, fragilità, le continue richieste di attenzioni, e lineluttabilità della loro disperazione. È inevitabile sentirsi impreparati a diventare genitori dei propri genitori ma è una situazione che prima o poi ogni figlio si trova davanti. Ed è di questo delicato momento che ci parla Sophie Fontanel. Ci racconta di una madre diottantasei anni, con la memoria che va e viene, che ogni tanto cade e si fa male, cheimprovvisamente ha bisogno di cure continue e che non sa più stare da sola. Cidescrive come la sua vita di donna in carriera, indipendente, libera si trasformiradicalmente. I sensi di colpa, le preoccupazioni, le corse in ospedale, le vacanzecancellate allultimo momento. Ma Sophie Fontanel ci parla anche del grande amoreche le unisce, della loro complicità, dei segreti, le confidenze, di quel rapporto unico especiale che solo una madre e una figlia hanno. E di come in un momento comequesto, in cui le parti sembrano invertite, in realtà un figlio ha ancora tanto daimparare dal proprio genitore. AMORI IMPREVISTI DI UN RISPETTABILE BIOGRAFO di Penelope Lively Raggiunta la boa della mezzetà, Mark Lamming si sente una persona realizzata: infatti, il suo sogno di bambino di diventare un uomo di lettere si è avverato e adesso è un rispettabile biografo. Insieme alla moglie Diana, donna pragmatica e di classe, impiegata in una rinomata galleria darte londinese, si gode i piaceri e la tranquilla routine di unintimità condivisa da ventanni. Mark sta scrivendo un libro su GilbertStrong, saggista conservatore dinizio secolo per cui nutre una sconfinataammirazione. Convinto di sapere praticamente tutto di lui, di fronte a due grandi baulipieni di fogli ingialliti rinvenuti a Dean Close - la casa dello scrittore nel Dorset - ècostretto a ricredersi. I diari rivelano un altro Gilbert Strong, cinico e donnaiolo,disposto a tutto pur di avere successo. Dopo la prima notte trascorsa a Dean Close, lostesso Mark è scombussolato dalla "sensazione di essere una persona diversa daquella che si era alzata dal letto quel mattino" e confessa di sentirsi inspiegabilmenteattratto da Carrie, la nipote di Strong, che ha trasformato la residenza di campagnadel nonno in un vivaio. Eppure lei, che vive con la testa fra le nuvole in mezzo aconifere e violette e in trentanni non è mai arrivata in fondo a un libro, è tuttaltro cheil suo tipo... In un inedito spaccato dellInghilterra degli anni Ottanta, Penelope Livelyci ricorda che nella vita non è mai troppo tardi per scardinare le proprie certezze erimettersi in gioco. 2
  • 3. UNA VITA ALLO SBANDO di Anne Tyler Evie Decker non ha senso del ritmo e nutre ben poco interesse per la musica. Eppure, allepoca del rock and roll, anche a una timida e goffa adolescente di provincia può capitare di innamorarsi di un cantante - o aspirante tale -, Drum Casey. Lo sente parlare alla radio, lo segue ai concerti, va ad ascoltarlo nel locale di periferia dove si esibisce e finalmente, stanca della propria invisibilità, compie un gesto estremo che le guadagna la sua attenzione. E il suo amore. Ma se il sentimento diEvie è autentico e profondo, spassionato fino allabnegazione, quello di Drum non èche unegoistica ricerca di conferme. Non riesce a tenere il passo con la vita, immobilenel proprio egocentrismo, mentre Evie al suo fianco cambia e cresce. Partendo dallaribellione adolescenziale, attraverso le responsabilità di una tormentata relazione dicoppia, Evie raggiunge la maturità: scopre il coraggio delle proprie scelte e trovaunidentità adulta. In questo romanzo dallambientazione molto caratteristica - laprovincia americana degli anni Sessanta - incontriamo due personaggi universali,attualissimi perché fuori dal tempo. IL VINO DELLA SOLITUDINE di Irene Nemirovsky "Il vino della solitudine" è il più autobiografico e il più personale dei romanzi di Irene Némirovsky: la quale, pochi giorni prima di essere arrestata, stilando lelenco delle sue opere sul retro del quaderno di "Suite francese", accanto a questo titolo scriveva: "Di Irene Némirovsky per Irene Némirovsky". Non sarà difficile, in effetti, riconoscere nella piccola Hélène, che siede a tavola dritta e composta per evitare gli aspri rimproveri della madre, la stessa Irene; e nella bella donna che a cenasfoglia le riviste di moda appena arrivate da Parigi in quella noiosa cittadinadellimpero russo - e trascura una figlia poco amata per il giovane cugino, oggettoinvece di una furente passione - quella Fanny Némirovsky che ha fatto dellinfanzia diIrene un deserto senza amore. Hélène detesta la madre con tutte le sue forze, alpunto da sostituirne il nome, nelle preghiere serali, con quello dellamata istitutrice,"con una vaga speranza omicida". Verrà un giorno, però, in cui la madre comincerà ainvecchiare, e Hélène avrà diciottanni: accadrà a Parigi, dove la famiglia si è stabilitadopo la guerra e la rivoluzione di ottobre e la fuga attraverso le vaste pianure gelatedella Russia e della Finlandia, durante la quale ladolescente ha avuto per la primavolta "la consapevolezza del suo potere di donna". Allora sembrerà giunto alfine perlei il momento della vendetta. Ma Hélène non è sua madre - e forse sceglierà unastrada diversa: quella di una solitudine "aspra e inebriante". IL DIAVOLO IN BLU di Walter Mosley Los Angeles, 1948. Easy Rawlins, texano, reduce di guerra, è appena stato licenziato dalla fabbrica aeronautica dove aveva trovato lavoro al rientro dal fronte, e ha un bisogno disperato di soldi per pagare lipoteca sulla sua casa. Soltanto per questo accetta la proposta di DeWitt Albright, un sedicente avvocato dallaria quanto meno sospetta, che gli chiede di battere i locali di Watts e raccogliere notizie su Daphne Monet, unabellissima ragazza dalla pelle bianca come lavorio, ma che adora la musica e la carnenera. Lindagine sembra facile, e Easy si muove in un ambiente del quale conoscemolto bene luoghi e regole. Ben presto, però, la pista che dovrebbe portare a Daphnesi riempie di cadaveri, Easy si trova con la polizia e la malavita addosso, e sololintervento di Mouse Alexander, un vecchio amico di Houston a suo agio con pistole ecoltelli, potrà forse aiutarlo a salvarsi la pelle. Pubblicato per la prima volta nel 1991,e salutato come uno dei capisaldi del new noir, "Il diavolo in blu" è stato trasposto peril cinema nel 1995 da Cari Franklin, con Denzel Washington nel ruolo di Easy Rawlins. 3
  • 4. LA STRATEGIA DELL’ACQUA di lorenzo Silva Quando Oscar Santacruz viene trovato morto nellascensore di casa con due pallottole nella nuca, il brigadiere della Guardia Civil Ruben Bevilacqua, detto Vila, pare non avere dubbi: il responsabile è un professionista e lindagine una seccatura. Ma a poco a poco lo scetticismo di Vila lascia il posto alla passione per il caso. Il brigadiere non può non notare unincongruenza in quello che ha tutto laspetto di un omicidio sucommissione, tipico degli ambienti malavitosi: Oscar Santacruz non è nessuno. Undivorzio complicato, una piccola condanna per spaccio, una denuncia permaltrattamenti, un figlio piccolo affidato alla madre, un lavoro serio e una vita banale:niente che possa far sospettare affari loschi. Insieme alla sergente Virginia Chamorro,la sua inseparabile assistente, donna di grande pragmatismo e fascino, Vila si trovacoinvolto in uninchiesta che va a toccare alcuni problemi scottanti della societàcontemporanea: i rapporti di coppia difficili, i diritti dei padri separati, gli intoppi delsistema giudiziario, i lati oscuri della legge, e il male che spesso si nasconde tra lepieghe della nostra quotidianità, fra le cose che amiamo. SERPENTI A SONAGLI di Irvine Welsh Il deserto del Nevada, strani riti sciamanici, tre amici di ritorno dal festival del Burning Man e una fellatio sotto il tiro di una pistola. E poi ancora un uomo in fuga dalla moglie e dal matrimonio che cerca di rifarsi una vita aprendo un pub alle Canarie, senza rinunciare al campionato di calcio inglese, alla birra e alle scopate facili. Un gruppo di amiche di Chicago, la cui unica preoccupazione sono la linea, i cosmetici e i ragazzi. Uno scapestrato film-maker e attorucolo californiano in cerca di successoche incontra la vedova del suo idolo, uninquietante Miss Arizona daltri tempiappassionata di imbalsamazione. Ci sono tutti, e sono allo stesso tempo nuovi esorprendenti, i temi cari a Irvine Welsh in questa raccolta di racconti: pagine percorseda una solitudine bruciante, fatta di umiliazione, delusione, perfino orrore, che Welshstempera con la consueta maestria ibridando i registri del grottesco, del ridicolo,dellosceno, del fumettistico. Una furiosa, rocambolesca discesa agli inferi dellemeschinità e delle debolezze umane unita a un linguaggio corrosivo e politicamentescorretto, eppure del tutto sincero e liberatorio. Come se leccesso non fosse solo unmodo per raccontare, ma anche un antidoto alle frustrazioni da cui non riusciamo asfuggire. LE MANI SUGLI OCCHI di Ugo Barbara Non sempre si può sfuggire alla propria natura. Vittorio Tanlongo lo sa. Ha provato il senso di onnipotenza di chi legge dentro i sogni, le avidità, le frustrazioni degli altri; ha conosciuto il sottile piacere del burattinaio che tira i fili, la gelida soddisfazione del ragno che osserva la preda impigliarsi nella tela, lorgoglio del professionista che sa come si conducono gli affari; quando è sufficiente allettare e blandire, quando bisogna invece minacciare, quando ricattare, quando corrompere. Madopo un grosso affare per il quale ha rischiato di perdere tutto, Vittorio Tanlongo -avvocato titolare di un avviato studio per i più, abilissimo faccendiere per i pochi chese lo sono potuto permettere - con quella vita ha chiuso. È sparito per qualche anno, èriuscito a tornare, e ora sua moglie Elisa, i suoi tre bambini e la villa seminascosta sullago di Bracciano sono il suo unico orizzonte. Ma il passato non dimentica. Alcuni russiche aveva saputo servire bene lo hanno rintracciato e pretendono che lavori di nuovoper loro. Per convincerlo hanno eliminato Teo, il suo braccio destro, e ora prendono inostaggio la sua famiglia. Ci sono di mezzo dei bond americani sequestrati dallaGuardia di Finanza di Como, cè di mezzo uninchiesta. E a condurre linchiesta è un 4
  • 5. magistrato, Federica Assioli. Lunica donna che Vittorio abbia mai davvero amatoprima di sua moglie; lunica che, come sua moglie, non vorrebbe ingannare. La postain gioco non sono più il denaro, il successo, il potere: la posta in gioco è ora la vita. L’OMBRA DEL COMMISSARIO SENSI di Susanna Raule Il commissario Ermanno Sensi non è il classico poliziotto. Con gli occhiali scuri perennemente calati sul naso e un look gothic-dark vagamente minaccioso, di classico non ha proprio nulla, e anche il suo stile investigativo lascia alquanto a desiderare. Anzi, si direbbe che il commissario Sensi non faccia altro che sottrarsi alla sgradevole routine del suo mestiere. Ma un giorno, sul lungomare di Spezia (attenzione, nessuno spezzino dice La Spezia), un passante trova una sciabolapiantata tra i lastroni di pietra; sembrerebbe uno scherzo di cattivo gusto se non fosseche la sciabola scompare lasciando una macabra scia di cadaveri decapitati e unatestimone oculare giovanissima e terrorizzata. Più interessato a questultima, Sensideve suo malgrado fermare il killer prima che colpisca ancora; ma nel frattempo,affamata di sangue e di morte, riappare lombra di un passato inquietante... NON SAREMO CONFUSI PER SEMPRE di Marco Mancassola Nella luce di una primavera argentata, nella baia di unisola, sbarca un regista inquieto e ossessionato dallo sparo che risuonò, sulla stessa spiaggia, in una notte lontana del 1978. E linizio di un intreccio che lega casi di cronaca famosi - che hanno traumatizzato e commosso la nostra coscienza e che il lettore non stenterà a riconoscere - a vicende insospettate e meravigliose. Più a nord, in una pianura immersanellinverno, una indimenticabile sedicenne si specchia teneramente nel destino di unadonna in coma. Il piccolo caduto in un pozzo, quello per cui un intero paese di madri,padri, bambini rimane col fiato sospeso, inizia un viaggio alla scoperta di un regnosotterraneo. E ancora, il ragazzino al centro di un terrificante caso di mafia e ildiciottenne vittima di un pestaggio della polizia vedono la propria storia aprirsi suscenari straordinari, che illuminano di nuova luce i fatti. In un tempo come il nostro,pare difficile superare la cronaca, la crudeltà degli eventi, venire a capo del nodo ingola e della cicatrice che certe vicende hanno lasciato. SETE di Christopher Pike Alisa ha coronato il sogno della millenaria esistenza di vampira: lei e Ray sono diventati umani e hanno concepito una bambina. Purtroppo, lidillio è destinato a infrangersi quando si rendono conto che la piccola è ben lontana dallessere normale: ha una sete di sangue insaziabile e mostra di avere dei poteri superiori a quella di Alisa. Forse è addirittura la MadreOscura destinata ad annientare un altro bambino dai poteri benefici e opposti. Alisa sitrova quindi a prendere una decisione straziante: combattere la sua stessa progenieper salvare quella di unaltra donna. Nessuno è quello che sembra, un nemico puòrivelarsi un generoso alleato così come un complice dimostrarsi uno spietatopredatore. E in questo sanguinoso gioco di specchi e sacrifici, che costringe laprotagonista a viaggiare nel tempo e sondare misteri ancestrali, ogni scelta comportalaceranti dubbi e rimorsi. Età di lettura: da 14 anni. LA FELICITA’ VIAGGIA SEMPRE IN INCOGNITO di Laurent Gounelle È una tiepida sera destate e il cielo di Parigi risplende di stelle. Ma questo non basta a scaldare il cuore di Alan: da quando Audrey, il suo grande amore, lo ha lasciato con un inspiegabile biglietto di addio, nulla sembra più avere un senso per lui. A ventiquattro anni, non ne può più di 5
  • 6. unesistenza che assomiglia troppo da vicino a ununica, infinita serie di delusioni: unlavoro sempre più frustrante, il vuoto di un padre mai conosciuto, lamore volato via.E così che, in cima alla Tour Eiffel, con le luci della città che brillano sotto di lui, Alanprende la sua decisione: la farà finita, salterà nel vuoto. Ma in quel momento siaccorge che qualcuno lo sta chiamando. Uno sconosciuto. "Ascoltami, e farò di te unuomo felice." Poche parole, eppure bastano per spalancare di fronte ad Alan unamagia nuova: qualcuno, inaspettatamente, gli sta dando una seconda possibilità. Orasta a lui scegliere se fidarsi o no delluomo misterioso che gli si è materializzatoaccanto, nel buio. E della sua stessa capacità di ritrovare la voglia di vivere e,soprattutto, lamore. Anche a costo di correre il rischio più grande della sua vita. DOLCEAMARO A BOMBAY di Namita Devidayal In un ospedale di Bombay, durante Diwali, la festa indiana della prosperità, Bimbla Kulbhushan Todarmal, universalmente nota come Mummyji, si appresta a lasciare questo mondo. Al suo capezzale sono accorsi i quattro figli, che più che afflitti dal dolore sembrano impazienti di congedarsi lestamente dalla madre. Mummyji è stata per tutta la sua vita una donna forte. Ha creato dal nulla una prospera attività di produzione e commercio di dolci, onorando così la business class deibanyia cui appartiene. In questo modo, tuttavia, i suoi quattro figli sono cresciutiallombra di una carismatica figura che, sullaltare degli affari, ha sacrificato più di unaragione del cuore. Rajan Papa ha grossi guai economici, una moglie viziata e un figlioadolescente che teme di rivelare ai genitori la propria omosessualità. Suman ha unmatrimonio ricco ma infelice. Sunny ha studiato negli Stati Uniti e, in nome delle leggisovrane del moderno marketing, ha estromesso dallattività familiare il fratellomaggiore, reo di avere una gestione allantica, troppo umana in unepoca in cui ilprofitto non guarda in faccia nessuno. Saroj è stata convinta dalla madre a lasciarelamato marito caduto in miseria, e vive ora nel rimpianto della felicità perduta.Mentre la statua di Laxmi, la dea della prosperità interiore, li guarda perplessa, laperfida progenie sembra interessata solo ad accaparrarsi leredità materiale dellamadre. Mummyji, però, sembra non volersi congedare tanto in fretta da questomondo. FALSO BERSAGLIO di Arne Dahl Al Kvarnen, noto locale di Stoccolma, dopo una partita di calcio deludente per i padroni di casa viene ucciso un giovane tifoso. Un caso di routine, ben lontano da quelli cui è abituato il Gruppo A, ma visto che lunità speciale per i crimini internazionali è stata sospesa, Paul Hjelm e Kerstin Holm finiscono per doversi occupare anche di un banale regolamento di conti tra tifoserie rivali. E per scoprire ben presto che i testimoni del Kvarnen nascondono qualcosa. Dopo quellomicidio, unaserie di crimini di ben altro calibro colpisce al cuore una delle bande più agguerritedella malavita organizzata, e una singolare caccia a una vulnerabile coppia di giovaniha inizio lungo le strade del sud della Svezia. Nellesplosione di violenza chesconvolgerà lestate svedese, la nuova sfida del rinato Gruppo A porta gli "sbirrimaledetti" di Jan-Olov Hultin a confrontarsi con criminali dei Balcani e criccheneonaziste, in unindagine aperta su più fronti, dove sottile scorre il filo dellideologia edel sangue cattivo. 6
  • 7. UCCIDETE IL DRAGO di Leif GW Persson In un edificio di un sobborgo degradato di Stoccolma viene ritrovato il corpo di un uomo alcolizzato. E circondato da bottiglie vuote, nellappartamento regna il caos, e tutto fa pensare a una lite tra ubriachi finita male. E quello che ci vuole per Evert Bàckstròm, il commissario più impresentabile del corpo di polizia svedese, ora destinato ad avere finalmente il suo momento di gloria. Le sue indagini, come sempretuttaltro che convenzionali, portano a una pista completamente diversa. Un sempliceomicidio tra compagni di bevute o un intrigo politico? Incrocio tra commedia e noir piùnero, "Uccidete il drago" è, a detta dellautore, una favola cattiva per adulti. Con il suocaratteristico sarcasmo, Persson ritrae il lavoro quotidiano della polizia, dove impegnoe dedizione si alternano a corruzione e cinismo, dando vita a unindagine a trattigrottesca, ma sempre amaramente autentica. LE SORELLE FATALI di Eleanor Brown Cordelia, la più piccola delle sorelle Andreas, riceve un giorno per posta le seguenti righe: Andiamo, su, a pregare gli dei per nostra madre che è presa dalle doglie. La lettera reca la firma di James Andreas, genitore di Cordelia e di Rosalinda e Bianca, docente di letteratura inglese al Barnwell College con un chiodo fisso in testa: William Shakespeare. Avvolta dalle tempeste di sabbia dei versi shakespeariani sin da piccola, con un padre bizzarro, dotto e ossessivo che comunica quasi soltantoattraverso la lingua del genio di Stratford-upon-Avon, Cordelia comprende allistante ilcontenuto di quelle righe: la madre è così gravemente malata che occorre subitotornare a Barnwell, la ridente cittadina del Midwest americano dove le tre sorellehanno vissuto i giorni felici dellinfanzia e delladolescenza. Questo è, almeno, quelloche Rose, Bean e Cordy, in momenti diversi, decideranno ciascuna per sé: tornare acasa per poi ripartire verso unaltra grande avventura della loro giovane vita. Inrealtà, a spingerle a fare immediato ritorno a Barnwell è il loro fallimento, la necessitàdi allontanarsi da unesistenza sullorlo del naufragio. Ritornate a Barnwell, le tresorelle si ritrovano a fare i conti con il loro passato e la loro storia presente. La lungaestate al capezzale della madre le pone, infatti, irrimediabilmente davanti al destinocomune che le lega, come le sorelle fatali, le tre streghe del Macbeth, lopera che haaccompagnato la loro meravigliosa e incomparabile infanzia. AMICHE IN ALTO MARE di Ambra Gaudenzi È di nuovo luglio e per Camilla e le sue amiche di sempre è il momento di fare un po di provviste, preparare le valigie e, finalmente, spiegare le vele. Perché lamicizia, a volte, è come una traversata in barca quando laria è frizzante e il mare liscio come lolio. Poco importa se, delle otto amiche, lunica che ne capisce di vela è Camilla, appassionata di nodi e virate, mentre le altre non sono che "veliste immaginarie", convinte che labarca sia una specie di salotto col mare attorno. Per loro, da ventanni a questa parte,non cè scusa che tenga - né marito, né lavoro, né gatti, cani o figli quando si tratta dimollare gli ormeggi e lasciare Genova e le solite cose per una meritata vacanza azonzo per il mar Mediterraneo. Una pausa che ha il sapore della giovinezza, dellalibertà e della riscoperta di se stesse. Tra approdi eroici e incontri inaspettati, risatesotto le stelle e barattoli di funghetti sottolio, passando per dotte dissertazioni suuomini, amori e altri guai, le "ragazze" aggiungono così unaltra estate alla loroamicizia, lasciandosi andare al rollio della barca e al ritmo dei loro cuori. Perché solo inalto mare cè abbastanza silenzio per sentirli battere. 7
  • 8. LA SIGNORA HARRIS di Paul Gallico A Parigi, a Parigi! Nella testa della signora Harris risuona battagliero il grido che la sta portando Oltremanica, alla conquista della ville lumière e del suo bottino: labito del quale non può proprio fare a meno. Perché la più che matura vedova londinese, di umili natali e ancor più umile professione, è stata folgorata sulla via della haute couture mentre svolgeva le mansioni di donna di servizio nellabitazione della sua clientepiù aristocratica: dentro larmoire della lady era comparso il vestito più bello che AdaHarris avesse mai visto, e alla bellezza non si resiste. Cuore impavido e spiritoindomito, la fragile signora Harris si è armata così del suo cappottino spigato, dellaborsetta marrone di finta pelle imbottita di risparmi, dellimprobabile cappellino ornatoda un fiore più grande di lei, e si è imbarcata sul volo per Parigi, destinazione AvenueMontaigne: la Maison Dior. La britannicissima signora non ha fatto però i conti con ipregiudizi e lo snobismo. Ma niente può fermarla, perché Ada ha un cuore grande,unimmaginazione sconfinata e lanima candida di una donna perbene. E per questoche anche a Parigi il suo bottino più grande saranno laffetto e la generosità dellepersone ben felici di darle una mano. SEMINA IL VENTO di Alessandro Perissinotto Braccio 6, nel reparto di massima sicurezza di un carcere del Nord Italia. Sulle labbra, la dichiarazione di innocenza; tra le mani, il giornale che ritrae in prima pagina il corpo senza vita di sua moglie. Su consiglio del proprio avvocato, Giacomo decide di raccontare la propria vicenda, linevitabile serie di eventi che lo ha condotto in quella cella. E così torna allepoca in cui, per riuscire a sopravvivere a Parigi, alternava il lavoro di curatore di mostre per bambini, a quello di cameriere. Era in quel periodoche aveva conosciuto Shirin. Non laveva trovata subito bella, almeno non nel sensoconsueto del termine; era stato attratto piuttosto dalla storia che i suoi occhisembravano celare, da quel profondo distacco verso chi le stava accanto, come se perlei la vita vera fosse altrove. Ci sono amori che iniziano allimprovviso, con nottimemorabili, il loro invece era nato con la lentezza inesorabile delle cose fatte perdurare. Linnamoramento, il matrimonio e poi la decisione che avrebbe cambiato leloro vite per sempre: lasciare Parigi per trasferirsi a Molini, sulle montagnepiemontesi, nel paese dove lui era nato. Ma nessun luogo è al riparo dal ventodellodio, dal fanatismo delle religioni, dallarroganza del potere, dallintolleranzastrisciante. Così il paradiso aveva cominciato a scivolare verso linferno, prima piano,poi sempre più rapidamente, fino ad arrestarsi lì, in quella cella, con il tormento delricordo dun amore reso perfetto dalla morte. RADIOPIRATA di Francesco Carofiglio È il 1981, Ciccio lavora a Foggia in un negozio di dischi e vuole fare il deejey. Tonio è un genio dellelettronica, intrappolato nellofficina del padre. Giovanni, bello come Alain Delon, è lala destra dellAquilana calcio, la grande promessa del calcio italiano. Teresa, la sua fidanzata, ha deciso, partirà, finirà gli studi e diventerà un medico. E poi Lorenzo, il prete che ama Jimi Hendrix, e irrompe in paese allalba su una vecchia citroen. Treragazzi, una ragazza e un prete. Un luogo inghiottito nella valle, dove tutto sembraimmobile e i segreti germogliano sotto i sassi. Un giorno Ciccio ha unidea: fare unaradio, dare una scossa a quella vita fatta di niente. In un paese dove il mondo arrivain ritardo, la musica si lancerà nelletere per scorticare il silenzio. E la voce di LupoSolitario, il mitico dj, si materializzerà in una notte di tregenda. 8
  • 9. DOPPIO NODO di Joyce Carol Oates In questo thriller psicologico, Joyce Carol Oates costruisce un intreccio serrato intorno alla figura di un serial killer e alle persone che vengono colpite, e trasformate, dai suoi crimini. Persone come Matt McBride. Matt aveva appena finito la scuola superiore quando il corpo mutilato della prima vittima, unadolescente molto popolare, venne scoperto ai margini dei Pine Barrens, nel New Jersey. Anche se la conosceva appena, Mattaveva provato da allora un profondo senso di colpa per non essere riuscito a impedirequella atrocità.. Ora, unaltra giovane donna è scomparsa, e Matt conosce anche lei. Eforse, anche più intimamente di quanto non sia disposto ad ammettere. A poco apoco, viene sopraffatto da unossessione che non riesce né a comprendere né acontrollare. Il suo matrimonio, in apparenza felice, inizia a vacillare, mentre il suostrano comportamento gli attira i sospetti della polizia... Incatenato al mistero delladonna scomparsa, Matt percorrerà il labirinto dei suoi ricordi sino a confrontarsi nonsolo con il terribile assassino, ma anche con la sua coscienza sepolta. Lautrice hapubblicato questo romanzo utilizzando lo pseudonimo di Rosamond Smith. IL CENTENARIO CHE SALTO’ DALLA FINESTRA E SCOMPARVE di Jonas Jonasson Allan Karlsson compie cento anni e per loccasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare levento: Allan, però, è di unaltra idea e decide di punto in bianco di scappare. Con le pantofole ai piedi scavalca la finestra e si dirige alla stazione degli autobus. Lì ruba la valigia a un giovane biondo dallaria feroce, sale sul primo autobus che gli capita e inizia così, sbarcando in uno sperduto villaggio svedese sconosciuto,una serie esilarante di equivoci e di incontri, anzitutto con Julius Jonsson - unsettantenne ladro e truffatore. I due dovranno sfuggire al biondo che li insegue, efiniranno col farlo fuori dandogli una botta in testa con un asse. Poi, aprendo la valigiarubata, scopriranno che è piena di 52 milioni di corone svedesi, e inizieranno quindi laloro fuga dalla polizia e da una gang criminale che vuole recuperare il denaro, in unviaggio rocambolesco tra Mercedes, camion e donne fatali. Finiranno nellesotica Bali,dove Allan troverà lamore: lottantenne Amanda. PRENDITI CURA DI LEI di Kyung-Sook Shin Un pomeriggio qualsiasi in una stazione della metropolitana di un paese orientale: una grande ressa e la gente che si urta senza nemmeno scambiarsi un cenno di scuse... Una coppia di anziani si precipita verso il treno appena arrivato. Luomo, la borsa della donna in mano, riesce a malapena a salire in carrozza. Non appena si volta, però, scopre con sgomento che i suoi occhi non vedono più la camicetta celeste, la giacca bianca e la gonna beige a pieghe della moglie. Della donna non vi è piùtraccia. Sparita, letteralmente inghiottita dalla folla. Così Park Sonyo scompare, senzadenaro e senza documenti, nella sterminata marea umana della metropolitana di Seul.È arrivata nella grande città dal suo piccolo paese di campagna per il solitopellegrinaggio alle case dei figli, soprattutto a quelle del primogenito, appenadiventato dirigente di unimpresa immobiliare, e della figlia che scrive romanzi che lei,Park Sonyo, provvede sempre puntualmente a farsi leggere. Conosce la metropoli.Tanti anni fa, quando il primogenito era ai primi passi della carriera e dormiva inufficio, era rimasta addirittura da sola in città. Ora, però, la sua scomparsa è per i figlinon soltanto fonte di angoscia e di grave preoccupazione, ma anche di rimorsi e disensi di colpa. Park Sonyo non è più, infatti, la stessa da qualche tempo. La verità èche Park Sonyo, la donna che è sempre stata forte, la figura familiare che è semprestata dalla parte dei figli, ha bisogno per la prima volta dei figli. 9
  • 10. L’INVERNO SI ERA SBAGLIATO di Louisa Young Inghilterra, 1915. Come ogni mattina, Julia compie i rituali dellattesa: lucida la casa alla perfezione, indossa labito più elegante che possiede e si acconcia i capelli, accorda il violoncello e poi si siede alla finestra. E aspetta. Aspetta che la promessa venga mantenuta, che suo marito Peter torni dal fronte. Anche Nadine aspetta, ripensando come ogni giorno a quellamore tenero e spensierato sbocciato a Londra, sotto la nevedinverno. Quello che nutre per Riley è un amore impossibile, contrastato aspramentedai genitori di Nadine. Ed è proprio per conquistarli che Riley è partito per il fronte,per quella guerra lampo che, dicevano tutti, sarebbe durata soltanto un inverno. Malinverno si era sbagliato. Rose non ha tempo di aspettare. Infermiera in prima lineanel conflitto, ha visto troppi uomini feriti nel corpo quanto nellanima aspettaresoltanto una cosa, la morte. E cè un filo sottile, fragile e capriccioso, fatto dimessaggi dalla trincea, che Rose ha visto troppe volte spezzarsi. Julia, Nadine e Rosesanno che quella maledetta guerra è una lunga attesa ma, unite dalla medesimadeterminazione e dallimprevedibilità del destino, scopriranno che questattesa puòessere interrotta solo in un modo: con il coraggio dei loro cuori. LA COMMISSARIA NON AMA LA POESIA di Georges Flipo Viviane Lancier è il commissario, pardon "la" commissario, della Terza divisione della polizia giudiziaria di Parigi. Prossima ai quarantanni, reduce dallennesimo naufragio sentimentale e afflitta da qualche chilo di troppo, Viviane è tuttavia quel che si dice una donna di polso, a capo di una squadra di soli uomini, che non disdegna di strapazzare alla prima occasione. Ultimamente, poi, tende ad accanirsi sul suo nuovo tenente,Augustin Monot un tipo fascinoso, peccato quella sua fastidiosa passione per laletteratura -, soprattutto da quando lha trascinata in un caso davvero indigesto: lamorte di uno strano mendicante noto come Victor Hugo, trovato in possesso di unsonetto inedito di Baudelaire. Stavolta, però, la commissario dovrà ricredersi e,nonostante lavversione per la poesia, andare al fondo del mistero che si nascondedietro versi seminatori di morte. Ricco di colti riferimenti letterari, "La commissarionon ama la poesia" è un raffinato poliziesco con una protagonista di profondaumanità, che conquista per labilità investigativa e le debolezze umane. L’ENIGMISTA di John Verdon "Pensa a un numero da uno a mille. Il primo che ti viene in mente. Ora apri laltra busta. Vedrai come conosco bene i tuoi segreti." Mark Mellery è colto alla sprovvista da quel messaggio anonimo, vergato in inchiostro rosso con una grafia elegante, arrivatogli per posta. Ma la sua sorpresa è ancora più grande quando, aperto il secondo biglietto, vede scritto proprio il numero che ha appena pensato: 658. Dal canto suo, il mittente sconosciuto non ha intenzione di mollare la presa e continua per giorni atenerlo sulla corda con nuovi enigmi, lettere criptiche e versi minacciosi, semprecomposti con mano precisa e ordinata. Finché quel gioco si fa troppo inquietante eMellery, che ormai rischia di impazzire, chiede aiuto a un vecchio compagno di studi:Dave Gurney, pluridecorato agente della polizia di New York. Benché Gurney sia già inpensione, quel caso è una tentazione troppo forte per il suo istinto di detective. E benpresto lex agente si ritrova a dare la caccia a un serial killer che firma le scene deisuoi crimini con la stessa cura con cui scrive i suoi messaggi: un unico colpo di pistolaalla carotide, una sedia a sdraio da cui osservare lagonia della vittima, una bottiglia diwhisky rotta, sempre la stessa marca, con cui accanirsi infine sulla gola del cadavere.Mellery non sarà che la prima vittima. A Gurney il compito di fermare quel giocomortale. Prima di entrare nella lista dei predestinati. 10
  • 11. TUTTA UN’ALTRA VITA di Lionel Shriver È da una vita che Shep Knacker aspetta di iniziare a vivere. È da una vita che lavora e risparmia per poter un giorno mollare tutto e dare finalmente il via a una seconda fase della sua esistenza, quella che lui chiama il suo "Aldilà": su unisola tropicale, a godersela in santa pace. Niente più stress, niente più tasse, niente più traffico dellora di punta tra Brooklyn e Queens. Solo tempo per pensare, parlare, vedere. Essere. Ha persinovenduto la sua ditta, diventandone un semplice dipendente, per non restarvi legato.Quando il fatidico giorno arriva, è disposto a partire a ogni costo, con o senza lafamiglia: sta a loro decidere se seguirlo o meno. Ma, proprio quella sera, sua moglie -cui è legato da ventisei anni - gli comunica che le hanno diagnosticato una rarissimaforma di cancro e che ha bisogno della sua assicurazione medica per pagarsi le cure.Shep è sempre stato un uomo responsabile e generoso, e non verrà certo meno al suosenso del dovere proprio adesso. Stracciati i biglietti dellaereo, cambia vita sul serio,ma per accompagnare la moglie nel suo calvario di inutili terapie. Nella malattia siritroveranno vicini come mai era successo prima. E forse, paradossalmente, saràproprio quello il momento giusto per realizzare il sogno troppo a lungo rimandato. Perconoscersi davvero. SEGRETI DI FAMIGLIA di Tatiana de Rosnay Il parigino Antoine è seduto in un ospedale di provincia in attesa del responso: sua sorella è sotto i ferri, non si sa se ce la farà. Ha avuto lui lidea di portare Mélanie nella casa della loro infanzia per festeggiare i quarantanni di lei, una casa che avevano abbandonato dopo la morte della madre trentanni prima. Quanti ricordi ha messo in moto questo breve weekend, quante cose taciute, quante sorprese, fino allultima rivelazione che sua sorella stava per fargli quando ha perso il controllodellauto... Mentre aspetta Antoine fa un bilancio della sua vita: la moglie che lhalasciato, i figli adolescenti e incomprensibili, il padre anziano che lo tiranneggia e poi ilgrande interrogativo sul segreto di Mélanie. Soffocato da un passato dal quale nonriesce a liberarsi, Antoine riceve un aiuto del tutto inaspettato da una donna cheincontra in ospedale, bella, vitale e con un mestiere molto particolare:limbalsamatrice. Anche lei ha dei segreti che lhanno portata a fare un lavoro cosìinsolito. E grazie a lei, che con la morte ha un rapporto quotidiano, Antoine imparerà avivere di nuovo. Romanzo damore, thriller, commedia, "Segreti di famiglia" descrive irapporti tra fratelli, tra genitori e figli, tra mariti e mogli in una storia lieve e profondaal tempo stesso, emozionante e rivelatrice. MEMORIE DI UNA CORTIGIANA di Priya Parmar Londra, 1663. Ellen Gwyn ha tredici anni e la sua vita è tuttaltro che facile: cresciuta in uno squallido sobborgo con la madre e la sorella, si guadagna la giornata vendendo arance al Theatre Royal di Covent Garden. Lì, con il suo cesto tra le braccia, il naso per aria e lo sguardo incantato di chi si aspetta ancora tutto dal destino, si lascia ammaliare dalla magia del teatro. Finché un giorno le porte di quel mondo fatato si aprono anche per lei, grazie allaiuto dellattore Charles Hart, che ne hanotato la bellezza e la naturale eleganza. E ha deciso di aiutarla a diventare una stella.Comincia così lascesa irresistibile di Ellen che, generosa e determinata, in pochi annidiventerà lattrice più acclamata dInghilterra, conquistandosi un posto speciale nelcuore del pubblico. E in quello di re Carlo II, che la vede sul palcoscenico e ne rimanefolgorato: finirà con lamarla perdutamente per tutta la vita, tra le insinuazioni dellemalelingue di palazzo, senza poter mai fare di lei la sua legittima sposa. 11

×